Antenne cavi e rosmetri > antenne radioamatoriali

Consiglio antenna DOUBLET (primo impianto)

(1/15) > >>

IU1PPG (Oscar):

Salve a tutti,

sono un neopatentato e un nuovo membro di questo fantastico sito, è la prima volta che scrivo su questo forum, quindi se dovessi sbagliare qualcosa non esitate a correggermi.
Come dicevo,  sono in procinto di iniziare la mia attività radioamatoriale considerando tra le tante cose un aspetto importante della stazione: l'antenna.

Per il momento non ho intenzione di montare antenne commerciali, ma bensì vorrei partire con una DOUBLET autocostruita che mi possa coprire dai 40 ai 10 m.

In questi giorni ho letto vari topic  su questo argomento e i relativi consigli, per esempio di Davide (IZ2UUF) e ciò mi spingerebbe a provare la doublet.

Non avendo nessuna esperienza sull' argomemto (sono un ex CB degli anni 80 che utilizzava una mantova 1) avrei bisogno di un consiglio da parte vostra se la doublet la posso installare sul tetto della mia abitazione (2 piani + pian terreno) considerando la struttura e gli spazi a disposizione.

Vi allego la foto del tetto considerando che:
ho già un palo telescopico installato;  la parabola bianca piccola (inutilizzata, che rimuoverò), che vedete sotto quella grigia più grande, è montata su un palo telescopico in metallo di mia proprietà fatto installare durante la costruzione della casa. In corrispondenza della base del palo ho fatto installare  anche una canalina per il passaggio dei cavi, che giunge fino alla mia abitazione.
 
La mia idea sarebbe quella di utilizzare questo palo metallico come supporto per un palo telescopico in vetroresina per elevare la doublet in configurazione inverted e i due bracci andrebbero collegati sul tetto.

Opterei per acquistare un palo in vetroresina per due motivi:
1) evitare il contatto tra la piattina bifilare (da 300 o 450 ohm) con le parti metalliche, ciò accadrebbe se utilizzassi il palo telescopico metallico per elevare l'antenna.
2) il palo in vetroresima ( di opportune dimensioni) mi consentirebbe di raggiungere un'altezza di elevazione più alta rispetto al palo metallico attualmemte installato (che dovrebbe essere 8 metri). A tal proposito mi sembra di aver capito che l'altezza gioca un ruolo importante per l'efficienza di questa antenna.

Vi chiedo gentilmente un aiuto attraverso i vostri preziosi consigli.
Grazie.

Oscar


inviato SM-T580 using rogerKapp mobile

r5000:
73 a tutti e ben arrivato Iu1pgg, come predisposizione và bene, per il discorso palo isolante e scaletta poi non puoi montare altro, mentre sul palo metallico ci monti tranquillamente la collineare vhf\uhf ecc... ma quel palo metallico che dimensioni ha? con 8 mt di palo c'è bisogno di due ordini di tiranti,  dipende dalla dimensione del palo ma di questi tempi è meglio prevenire... riguardo alla scaletta se prevedi l'utilizzo di un'accordatore remoto da mettere nel sottotetto è la soluzione migliore ma se lo metti in stazione deve arrivarci la scaletta e deve stare lontano (almeno 20-30 cm) da altri cavi, con il palo metallico è lo stesso, i cavi li fascetti al palo mentre la scaletta resterà staccata i 30 cm che servono, per fissarla viene comodo utilizzare gli stessi tiranti e se propio vuoi tenerla ferma alcuni distanziali in plastica ma già con tre fascette te la dimentichi...
ps: con il palo metallico ma anche con il palo in fibra è conveniente montare una carrucola in cima  per alzare e abbassare l'antenna senza dover smontare il palo, si usa un cordino come per le bandiere e anche questo viene buono per tenere ferma la scaletta...

IZ2UUF (davj2500):

--- Citazione da: IU1PPG (Oscar) - 04 Ottobre 2021, 01:27:24 ---1) evitare il contatto tra la piattina bifilare (da 300 o 450 ohm) con le parti metalliche, ciò accadrebbe se utilizzassi il palo telescopico metallico per elevare l'antenna.

--- Termina citazione ---

Ciao Oscar.

In merito a questo problema tieni presente che puoi fissare la linea bifilare in alto al vertice del palo e in basso ad una certa distanza dalla base in modo che scenda inclinata. Se hai l'accortezza di ritorcerla a vite (bastano due o tre giri), il vento non fa molta presa e puoi usare il palo che vuoi. Anche perché tieni presente che in cima al palo vorrai prima o poi metterci qualche altra antenna, come una verticale per V/U. Nel video si vede il palo da 12m che avevo a Milano un giorno che c'era vento:



Ciao
Davide

IU1PPG (Oscar):
Prima di tutto Grazie a  r5000 e a  Davide per la risposta.

Bene, mi sembra di aver capito che il palo in vetroresina non sia un' ottima idea, effettivamente limiterebbe, anzi ostacolerebbe le successive antenne. Niente palo in VTR.
Interessante oltretutto il consiglio relativo ad elevare stile "bandiera" l'antenna e attorcigliare la piattina, lo terrò in considerazione.

Provo a rispondere a tutti e due su alcuni punti.
Premetto che sotto al tetto ci sono delle mansarde, di cui purtroppo non sono proprietario. Abito al penultimo piano. Quindi niente accordatore sottotetto, almeno credo.

I miei dubbi sono i seguenti:

1) la piattina posso passarla dentro la canalina (da 40mm) insieme ad altri 2 cavi coassiali ed eventualmente un cavo per il rotore?

2) premesso che i bracci di un dipolo in generale sono disposti tra di loro  a 180' (se li guardiamo dall' alto), io invece vorrei disporli diversamente, ossia i bracci del della doublet, li vorrei agganciare ai due camini che si vedono in basso, ma in questo sistema i due bracci non risulterebbero più allineati e  opposti di 180' (visti dall' alto) ma formerebbero un angolo all' incirca di 100'(sempre visti dall' alto). Questa configurazione inficerebbe sulle prestazioni dell' antenna?

r5000:
73 a tutti, se non puoi mettere i bracci a 180° ottieni una sorta di antenna direttiva, precisamente distorci il lobo di irradiazione che non sarà più omnidirezionale ma predominante in una direzione, per l'accordatore remoto se non c'è il sottotetto disponibile si può mettere in una scatola alla base del palo, la scaletta nella canalina con gli altri cavi non è una buona soluzione, i 30 cm di distanza da tutti gli oggetti metallici vale anche per i cavi coassiali...
ps: allontana più che si può i punti di ancoraggio dei bracci (la gronda dal lato più lontano )e utilizza dei tiranti isolanti leggeri tipo il nylon da 2 mm che sul tetto risulta invisibile ma ti permette di aumentare al massimo l'angolo tra i bracci e pensa all'accordatore alla base del palo...

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa