Tutto sul radioascolto > Radio Ascolto

Antenna vegetale

(1/2) > >>

vt294:
Salve gente,
dopo tanto tempo di inattività causata da interferenze elettriche irrisolvibili ho deciso di giocare un pò con le antenne; ho tolto la multibanda che abbisogna di una piccola riparazione e messo un cavo di rete a mo' di filare, l'ho fatta passare per 6 metri all'interno di un tubo di rame che porta al terrazzo dopodiché distesa per 10 metri in posizione obliqua.
Rumore a parte sono riuscito ad ascoltare con il kenwood R5000 la stazione frequenza campione sui 60khz, non era mai accaduto con questo ricevitore.
Gratificato da questo risultato ho ricordato di un articolo letto dove si riportava la possibilità di usare gli alberi a mo' di antenna, risultato?? funziona perfettamente. Ho una quescia in giardino, alla sua base ho messo un chiodo dove ho attaccato il centrale del coassiale mentre la calza l'ho posizionata sulla ringhera del muro di contenimento. sui 160 metri ho molti disturbi, anche con l'antenna multibanda di giorno è inascoltabile per ronzii vari, ascolti buoni sugli 80 metri, ottimi sui 40, oltre non ho provato ma questa sera quando ci sarà una leggera quiete elettrica farò ulteriori prove.
Se utilizzate un accordatore è meglio

Se volete divertirvi provate
buon alscolto e 73 a tutti

HAWK:
Ciao, ogni corpo fisico che abbia delle caratteristiche conduttive, sia di componente naturale, oppure di acqua entro contenuta, l'acqua fa passare la corrente alla grande, potenzialmente sono dei radiatori, (antenne).

Tu stesso, avendo acqua dentro il corpo, sei un conduttore e puoi fare da antenna...bagna un dito in bocca, mettilo nel SO239 della radio e ricevi.

Se hai un analizzatore di antenna, anche da 30 euro, cinese, puoi anche stabilire su che banda risuoni come radiatore meglio, o altro materiale, in base alle grandezze fisiche...

Quindi una escursione sui materiali conduttivi e non conduttivi ti chiarirebbe tutto.

Se vuoi fare esperimenti di conduzione di onde radio, usa la rete telefonica di casa, disaccoppia con una capacità, la tensione della linea telefonica, poi metti il centrale in ingresso della radio, otterrai una gigantesca antenna, praticamente la rete telefonica.

Quando vai al mare in estate, prova ad usare anche l'acqua del mare come conduttore/radiatore di onde radio...

Buoi esperimenti.

listener:

--- Citazione ---Se vuoi fare esperimenti di conduzione di onde radio, usa la rete telefonica di casa, disaccoppia con una capacità, la tensione della linea telefonica, poi metti il centrale in ingresso della radio, otterrai una gigantesca antenna, praticamente la rete telefonica.
--- Termina citazione ---

Sai che a questo avevo pensato seriamente? In casa ho la linea telefonica aerea, bella alta e libera, risalente a tanto tempo fa, lunga forse sui 40 metri, e visto che non era attiva pensai di fare qualceh prova. Da poco l'ho fatta riattivare, e ho scoperto che era fisicamente disconnessa dalla morsettiera sull'altro lato, in pratica avevo un bel long wire aggrattis. :D Ora non saprei, ci passa la connessione misto fibra, probabilmente da interferenze. Però senza trasmettere OVVIAMENTE, qualche prova si potrebbe fare.

vt294:

--- Citazione da: HAWK - 23 Ottobre 2021, 18:58:55 ---Ciao, ogni corpo fisico che abbia delle caratteristiche conduttive, sia di componente naturale, oppure di acqua entro contenuta, l'acqua fa passare la corrente alla grande, potenzialmente sono dei radiatori, (antenne).

Tu stesso, avendo acqua dentro il corpo, sei un conduttore e puoi fare da antenna...bagna un dito in bocca, mettilo nel SO239 della radio e ricevi.

Se hai un analizzatore di antenna, anche da 30 euro, cinese, puoi anche stabilire su che banda risuoni come radiatore meglio, o altro materiale, in base alle grandezze fisiche...

Quindi una escursione sui materiali conduttivi e non conduttivi ti chiarirebbe tutto.

Se vuoi fare esperimenti di conduzione di onde radio, usa la rete telefonica di casa, disaccoppia con una capacità, la tensione della linea telefonica, poi metti il centrale in ingresso della radio, otterrai una gigantesca antenna, praticamente la rete telefonica.

Quando vai al mare in estate, prova ad usare anche l'acqua del mare come conduttore/radiatore di onde radio...

Buoi esperimenti.
[/quote
Avevo letto circa una quarantina di anni fa sulla possibilità di utilizzare le linee telefoniche come antenne ma ho sempre soprasseduto rivolgendomi alla "praticoneria" casareccia, il mio sapere elettronico è all'acqua di rose e non l'ho mai approfondito   a causa del mio lavoro ma amo sperimentare e questo mi basta e gratifica. Ascolto e basta più o meno dagli anni 60...........e mi sarebbe piaciuto capirci qualcosa, Comunque ti ringrazio per l'intervento
--- Termina citazione ---

HAWK:
Esatto, usare la linea telefonica non è una mia invenzione, quanto un articolo pubblicato da CQ Elettronica di 40 anni fa circa...

Ad interim, come antenna puoi usare tutto quello che conduce a portata di mano...
Ovviamente quando per grandezza fisica trovi la risonanza sulla lunghezza d'onda risonante, lì ricevi meglio, da altre parti è più basso il segnale.

In ordine ti dico con cosa ho anche trasmesso, raggiungendo i 1.000 Km di portata...in certi casi.
Ringhiere di balcone
Reti da letto
Impianto elettrico disattivato
Parabole satellitari con focus finto
Antenne TV adattate a simil logaritmiche
Tiranti metallici di alberi da navigli, opportunamente spezzati con isolatori a lunghezza d'onda o broad band
Filo elettrico in verticale, come dipolo random, sostenuto in aria da pallone di sonda meteo.

Ovviamente non in casa ne da stazioni regolarmente piazzate...alcune di queste RTX... omissis.
73'.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa