forum radioamatori > Autocostruzione

Radio nella favela

<< < (2/2)

Maurizio Angelini:
Complimenti per l'analisi.Però,per avvalorare la tua ultima ipotesi,potresti fare uso di beacon.Con un segnale sorgente costante nel tempo,puoi ricavarti,sul campo,i relativi guadagni/lobi/pattern ecc.ecc.

1vr005:
C'è in youtube un filmato (recente) di un tipo che con un tester e due diodi al germanio rileva le fughe di radiofrequenza da un forno a microonde. Vedendolo mi è venuta l'idea di realizzare una cosa simile e poi alzarla e abbassarla su un palo con uno spago effettuando le misure di segnale ricevuto (emesso dall'antenna sotto studio tenuta ferma) a diverse altezze. Solo che poi si pone il problema di come effettuare la lettura quando lo strumento è fuori portata visiva. Ci vorrebbe un tester o un voltmetro con datalogger.
Per non dire del fatto che anche l'antenna che si usa sullo strumento a sua volta ha un radiation pattern non isotropico e alla fine non si sa bene che cosa si misura, se le proprietà della cosa che trasmette o quelle di quella che riceve.
Personalmente, per i miei interessi, basterebbe e avanzerebbe fare un confronto con un dipolo o una ground-plane (con obiettivo i guadagni ai bassi angoli) su una decina o poco più di emissioni da direzioni ed elevazioni sull'orizzonte diverse. Visto che non c'è nessuno però, e ormai è semideserto anche il link nazionale che una volta presentando sempre traffico si prestava bene a fonte permanente di segnale, ci si trova ad usare gli annunci dei ripetitori, dovendo quindi aspettare una decina di minuti fra un'emissione e l'altra ed essere prontissimi a fare le misure quando ce n'è l'opportunità. È sempre meglio così di aspettare il paio di contest l'anno per osservare qualche stazione in UHF, ma effettivamente sarebbe preferibile un beacon. Visto che nessuno trasmette, tantovale crearsi la fonte di segnale.

1vr005:
Ho provato a seguire anche questo, ma la parlata in filippino è veramente troppo inascoltabile. 

Navigazione

[0] Indice dei post

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa