Autore Topic: Autocostruzione di un Carico Fittizio  (Letto 1417 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3890
  • Applausi 145
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Autocostruzione di un Carico Fittizio
« Risposta #25 il: 27 Febbraio 2021, 19:40:17 »
scusate ma avete mai visto in che condizioni è la vernice e la carrozzeria dove ci sono perdite del liquido dei freni?
di tanti liquidi disponibili è l'ultimo cui andrei a pensare.


Offline IW2OGQ

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 419
  • Applausi 21
  • Sesso: Maschio
  • Il rispetto è la regola migliore
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IW2OGQ
Re:Autocostruzione di un Carico Fittizio
« Risposta #26 il: 28 Febbraio 2021, 12:00:46 »
scusate ma avete mai visto in che condizioni è la vernice e la carrozzeria dove ci sono perdite del liquido dei freni?
di tanti liquidi disponibili è l'ultimo cui andrei a pensare.

Concordo in pieno.
73 de Rick

Offline michele P67

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 69
  • Applausi 3
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Autocostruzione di un Carico Fittizio
« Risposta #27 il: 03 Marzo 2021, 22:33:58 »
Bellissimo post ,e tanto tanto lavoro
Molti anni fa apparve su CQ elettronica un progetto di antenna  la quale utilizzava al suo capo un carico fittizio, tale antenna faceva tutte le frequenze possibili immaginabili ,si trattava di alimentare al rovescio 20  30 metri di coassiale
Eccovi il carico fittizio semplice semplice basetta nillefori 10 resistenze in ceramica ed il carico teneva tranquillamente 200 250 watt

inviato SM-A405FN using rogerKapp mobile