Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - r5000

Pagine: [1] 2 ... 280
1
Autocostruzione / Re:Autocostruzione antenna -INFO-
« il: 29 Gennaio 2022, 02:23:52 »
73 a tutti, riguardo al carico fittizio io dico sempre che è uno strumento che non dovrebbe mai mancare a chi traffica con antenne, radio e cavi, è utilissimo per velocizzare la ricerca guasti nei cavi (basta collegarlo subito prima di rifare i connettori ecc...) per provare i settaggi del microfono senza irradiare inutili olaola e anche per verificare se l'amperometro rf funziona ecc... poi per l'autocostruzione  sono più che favorevole MA secondo me un carico fittizio come riferimento và comprato, sicuramente piccolo quanto basta in base all'apparato rtx e se parliamo di cb quando regge 10 watt è più che sufficiente per la quasi totalità degli apparati (non mi risulta che esistono cb con una potenza minima maggiore di 10 watt...) quindi un carico fittizio tipo questo è un'ottimo investimento, poi per quelli più grossi con la presa attenuata per gli strumenti c'è da sbizzarirsi con l'autocostruzione ma un carico fittizio di riferimento vuol dire partire con il piede giusto... e se non si vuole aspettare troppo dalla cina in italia quì https://www.rf-microwave.com/it/qaxial/dln-5030-01/terminazione-coassiale/tc-n-11/ li trovate...
ps: per le hf e cb può bastare anche un carico fittizio "economico" non serve superare il Ghz ma quando si parla di strumenti di misura non ci sono mezze misure e i Ghz sono la normalità, volendo risparmiare nelle fiere si trovano di recupero ex telefonia che vanno più che bene e in rete basta cercare  "dummy load" e si trova https://www.electronicsurplus.it/en/Dummy-load-50-Ohm-50W e và aggiunto un'adattatore o codino con il connettore giusto ma questo verrà buono anche per misure in uhf, se invece c'è un connettore pl (per esemplio mfj) sicuramente và bene per le hf ma non si può dire altrettanto in uhf...

2
Autocostruzione / Re:Autocostruzione antenna -INFO-
« il: 28 Gennaio 2022, 14:41:50 »
Ieri sera ho fatto tardi da lavoro quindi al ritorno a casa ho potuto solo allungare il tratto di antenna con la calza e adattare la lunghezza dello stilo alla stessa.
non ho potuto provarla perchè era molto tardi.

Poi mi sono dedicato alla saldatura dei 4 componenti per l'amperometro rf ma ho 2 domande
1) su che scala mettete il multimetro digitale il mio al  non legge i
    micro A
2) come faccio a testare l'amperometro non avendo il cavetto e connettori pl per fare la prova separando calza e centrale?
73 a tutti, la portata più bassa che hai come volmetro andrà bene, non otterrai mai una misura assoluta ma indicativa, tipo tanto o poco ed è quello che conta per valutare se hai corrente di modo comune ecc... Poi si può anche disegnare una scala di riferimento con attenuatori  ecc... ma per ora prova con quello che hai a disposizione, come test puoi misurare la corrente RF  che scorre nell'antenna posizionando la sonda sul cavo centrale del cavo coassiale e poi posizionando la sonda sulla calza del cavo, se non ce l'hai già ti consiglio di costruire un piccolo carico fittizio e con questo puoi avere anche una misura precisa della corrente misurata e poi con gli attenuatori disegnare una tabella di riferimento da usare anche come misuratore di campo ecc...

3
Autocostruzione / Re:Autocostruzione antenna -INFO-
« il: 28 Gennaio 2022, 00:01:10 »
73 a tutti, il fattore di velocità di un cavo coassiale e di un cavo unipolare SE usano lo stesso materiale come guaina isolante sono equivalenti, il diametro  differente a 27 MHz conta ben poco... Poi  sicuramente sulla taratura incide maggiormente l'altezza dal terreno e ostacoli circostanti, non sarà mai la stessa se cambi posto, altezza ecc... quindi anche tarata alla perfezione aspettati piccoli scostamenti tra un posto e l'altro, l'antenna funzionerà comunque sia a Ros 1 che 1.8 e difficilmente noterai significativi miglioramenti se non sposti/alzi l'antenna di parecchi metri che poi è tutto da vedere quanto il gioco vale la candela, 6 mt di palo sono gestibili, 10 mt o più sono molto più impegnativi e a parer mio non ha senso complicarsi la vita più del necessario...

4
Autocostruzione / Re:Autocostruzione antenna -INFO-
« il: 26 Gennaio 2022, 14:51:23 »
73 a tutti, al posto del galvanometro si può usare il multimetro digitale, unico inconveniente è che consuma la batteria mentre il galvanometro no, poi quando serve fare misure a distanza (tipicamente misure di campo ma può essere che vuoi vedere la corrente di modo comune all'apparato mentre colleghi i contrappesi alla base dell'antenna...) si può pensare ai led e un vumeter con l'lm3915 è perfetto...

5
Autocostruzione / Re:Costruiamo Ricevitore Passo Passo 2022
« il: 26 Gennaio 2022, 14:24:04 »
Allego schemino per ricavare una tensione duale da integrato TDA7056

a differenze dei modulini switching che si trovano in commercio per pochi euro, non produce rumore o fastidiosi clock che vengono captati, se inserito in un ricevitore.

73
73 a tutti, quando mi serve una tensione negativa di bias ecc... io ho sempre usato il 555 o un multivibratore astabile a transistor ma un finale audio può dare più corrente e ci sono pure meno componenti in giro, ottima idea...

6
Autocostruzione / Re:Filtro passa banda
« il: 21 Gennaio 2022, 14:24:44 »
73 a tutti, ok se lo trovi già fatto ma un filtro con quei fianchi ripidi non è facile da trovare preciso e resta anche da vedere se è veramente necessario avere i fianchi simmetrici perché ad esempio magari risolvi con un filtro passa alto o passa basso ( dipende dal disturbo...) o diventa necessario proprio un filtro passa banda e bisogna  anche vedere se servono proprio quei 50dB di attenuazione, spesso bastano  20 dB per migliorare la ricezione , ad esempio ruotando la polarizzazione delle antenne...

7
Midland / Re:Alan 27 ritrovato in armadio
« il: 20 Gennaio 2022, 14:07:04 »
per provare alla meno peggio andrebbe bene anche un alimentatore 12v 1a o poco più: la radio si dovrebbe accendere.
(va bene anche un alimentatore da illuminazione, purché in CC)

 una alan 27 non vale molto, ma se funziona, sembra ben tenuta e con il suo microfono originale, dopo una pulita, si può vendere facilmente.
73 a tutti, ricordo che lo schema elettrico è differente dai soliti cb del periodo, monta fet al posto dei transistor e ha anche filtri di media frequenza migliori ma anche se come ricevitore è meno rumoroso e più selettivo  del solito non ha avuto successo perché non era altrettanto modificabile, scheda canali inesistente o quasi e stadio trasmittente poco adatto all'aumento di potenza erano e sono fondamentali per  fare diventare "mito" un'apparato  e questo in macchina ma anche da casa andava decisamente meglio ma l'alan 48 è straquotato mentre l'alan 27 no...

8
Radio Ascolto / Re:RS41 tracker v1.16
« il: 09 Gennaio 2022, 19:29:06 »
73 a tutti, perfetto, funziona tutto come prima...

9
Radio Ascolto / Re:RS41 tracker v1.16
« il: 09 Gennaio 2022, 15:28:40 »
73 a tutti, grazie!!! a te e a IW1GIS, ideatore dell'ottimo software per le sonde meteo, non era un problema vedere quel bottone sulla mappa ma senza è meglio!!!

10
Radio Ascolto / RS41 tracker v1.16
« il: 08 Gennaio 2022, 00:55:56 »
73 a tutti, ho un problema "strano" mai visto prima, ho installato la nuova versione del software RS41 tracker perchè scade ogni fine anno e mi ritrovo nel centro della cartina una sorta di bottone con scritto Subframe Dump... escludo il pc perchè me lo fà con tutti i pc che ho provato e il programma funziona bene comunque ma c'è questa cosa che non sò cosa è e anche leggendo il pdf non ho trovato risposta... lo fà anche a voi? giusto per sapere...

11
Radio Ascolto / Re:NEWS Attivazione 207 KHz ( 12 Dicembre 2021 )
« il: 07 Gennaio 2022, 02:54:02 »
73 a tutti, confermo, appena ascoltato , segnale basso e qrm alto non aiutano ma c'è...

12
Autocostruzione / Re:Lo stagno è importante...
« il: 07 Gennaio 2022, 01:19:04 »
Domande per i "brasatori compulsivi": Che tipo di stagno usate ? Avete ancora una scorta della vecchia lega 60/40 (o 63/37) oppure usate la nuova ad altissimo tenore di stagno e lead free ? A che temperatura lo usate il lead free, siete soddisfatti ? Usate stagni "cinesi" ? Funzionano ?

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile


73 a tutti, ho e utilizzo diversi tipi di lega, quello che preferisco in assoluto è il 60\40, lo stagno lead free non mi piace ma funziona e si deve utilizzare dove previsto, poi per le riparazioni non è vietato il 60\40 ma quando si parla di smd  alla fine si usa il flussante e lo stagno senza piombo... la temperatura più alta e il fatto che le punte del saldatore durano di meno (anche perchè le producono sempre meno rinforzate...)  mi fà preferire il 60\40 , per  il cinese economico non ne ho, ho una buona scorta di Stannol 505 cristall e fin che si trova ancora non cambio, c'è da dire che per il lead free e la pasta per l'smd quelli che ho usato vanno bene, sicuramente marcati CE con tanto di certificazione si equivalgono allo Stannol senza piombo...

13
Elettronica & Radiotecnica / Re:filtro dsb
« il: 06 Gennaio 2022, 22:57:00 »
73 a tutti, semplificando molto il quarzo è un filtro "meccanico", la struttura del cristallo ha una risonanza (molto stabile rispetto agli altri materiali) che se sottoposto a tensione vibra alla frequenza del generatore ma quando arrivi alla frequenza di risonanza si comporta come un circuito LC e quindi a seconda del circuito (serie o parallelo) si può usare per stabilizzare un'oscillatore libero (che a questo punto diventa quarzato) o propio per filtrare i segnali come se fosse un circuito LC serie,  prova per curiosità ad usare un quarzo in serie al ricevitore, senza nessun adattamento scoprirai comunque che alla frequenza di risonanza il segnale passa meglio (anche se sempre attenuato e disadattato) rispetto al resto dei segnali che passano molto attenuati, se poi adatti al meglio l'impedenza dell'antenna e dell'ingresso  rx scopri che attenua poco meno di un classico filtro preselettore ma hai una selettività enorme, alcuni rtx qrp quarzati usano un quarzo in antenna per filtrare i segnali d'ingresso e d'uscita, è fattibile solo per potenze minime, in un quarzo non passano i watt ma solo pochi milliwatt...

14
Elettronica & Radiotecnica / Re:filtro dsb
« il: 06 Gennaio 2022, 22:14:42 »
73 a tutti, non mi sono spiegato bene, 6 quarzi scelti non vuol dire che gli altri 94 sono da buttare, anche tra questi ne trovi diversi buoni per fare i filtri ma non saranno per i 8.8845 mhz, un gruppo risuona a 8.8844 mhz altri a 8.846 mhz ecc... e non vanno mischiati tra loro se vuoi ottenere un filtro paragonabile a quelli venduti,  poi se hai solo 6 quarzi e li utilizzi costruisci il filtro a quarzo ma sicuramente non avrà la curva e il ripple che si ottiene ottimizzando i componenti, poi parli di componenti reciclati e quindi invecchiati e dalle caratteristiche ignote ( se non li provi per bene...) ma comunque sfondi una porta aperta HI!!!  io di quarzi reciclati ne ho a kg e non esagero...

15
Elettronica & Radiotecnica / Re:filtro dsb
« il: 06 Gennaio 2022, 17:22:42 »
forse e meglio comprarne uno già fatto?


inviato iPhone using rogerKapp mobile
73 a tutti, difficile, o decidi di costruire l'apparato seguendo uno schema preciso e i componenti diasponibili ( tra cui i filtri a quarzo...) o li fai costruire ma questo vuol dire fornire all'azienda che fà i quarzi tutti i dati necessari che vuol dire frequenza, tipo di risonanza e impedenza di carico... la dsb ha pregi e difetti come per qualsiasi altra configurazione, secondo me ottima come passo intermedio per arrivare alla supereterodina a doppia conversione, come tx e modulatori la soluzione semplice e perfetta non esiste, i limiti saltano fuori e bisogna scendere sempre a compromessi...
ps: ho costruito filtri a quarzo partendo da un gruppo di quarzi uguali scegliendo quelli più vicini alle caratteristiche necessarie,  vuol dire comprare 100 quarzi per usare 6 quarzi poi gli altri avanzano...
http://radioesperimenti.altervista.org/quarzi.htm

16
Radio Ascolto / Re:Consiglio per VLF
« il: 05 Gennaio 2022, 23:04:58 »
73 a tutti, ho usato l'sdrplay duo ma anche il clone cinese dell'rsp1 riceve da pochi khz, le stazioni militari vlf si ricevono uguali... per l'antenna la miniwhip funziona a patto che ci sia poco rumore e di solito c'è tanto, con l'SAQ ha funzionato ma anche adesso non sono messo male, di solito è peggio...
ps: la miniwhip riceve bene sotto i 10 mhz, poi non è così performante ma comunque funziona, lo screenshot fà vedere bene le vlf, le onde lunghe e gli ndb, ho attivo il filtro notch am e l'attenuatore è regolato per non avere l'overload...

17
Radio Ascolto / Re:Consiglio per VLF
« il: 05 Gennaio 2022, 14:24:36 »
73 a quest'anno la SAQ l'ho ricevuta bene con l'sdrplay e miniwhip ma è solo fortuna, non c'era il qrm che purtroppo ho quasi sempre... Per proteggere la scheda audio basta un trasformatore isolatore, qualsiasi trasformatore  con più secondari è buono per adattare le impedenze che non sono 50 ohm, il migliore che ho provato era montato in un'amplificatore audio PA e scegliendo i secondari giusti e il loop ad onda intera degli 80 mt ho sentito per la prima volta la SAQ, ma si parla di minimo 10 anni fa' quando il qrm era ancora gestibile...
PS: guadagno al massimo e impostato come ingresso microfonico, l'ingresso linea necessità di un preamplificatore esterno a basso rumore e ben schermato...

18
discussione libera / Re:chiavetta sdr info
« il: 05 Gennaio 2022, 11:08:03 »
il datasheet degli switch dicono che le perdite di inserzione sono irrisorie
73 a tutti, ok per la perdita d'inserzione , il dubbio con le commutazioni elettroniche è la cifra di rumore e il livello di segnale massimo che gestisce senza produrre distorsione e  quindi intermodulazione, nel dubbio che la bassa dinamica delle chiavette economiche sia dovuto al convertitore a/d o ai diodi di protezione ecc... che si trovano tra il connettore d'antenna e il convertitore a/d ho voluto provare e la differenza non si nota, quei commutatori sono validi, peccato che sono davvero difficili da utilizzare senza il circuito stampato, se avevano il contenitore poco più grande ne userei a decine per commutare filtri ecc...

19
discussione libera / Re:chiavetta sdr info
« il: 05 Gennaio 2022, 02:47:13 »
In effetti paragonando lo schema elettrico del ricevitore in questione con quello del MSi.SDR l'unica differenza che si nota sono i 5 ingressi separati ognuno con la propria presa sma.
stessi chip msi001 e msi2500...
Mentre il dongle MSi.SDR ha solo 1 ingresso che viene commutato tramite degli switch RF interni a secondo della frequenza sintonizzata.
73 a tutti, esatto, l'ho comprato propio per gli ingressi non commutati ma diretti e per vedere se questi commutatori aggiungono noise e o problemi d'intermodulazione, alla fine và uguale e indica l'overload con gli stessi segnali quindi se è più comodo avere un'antenna sola và ben anche la chiavetta con un solo sma, se si vogliono collegare più antenne dedicate avere più ingressi ha molto senso, và comunque detto che preselettori e filtri esterni aumentano le prestazioni, ad esempio in vhf e uhf ci metto le cavità per i satelliti  e per le hf un preselettore...

20
Radio Ascolto / Re:* 40 metri in AMPIEZZA MODULATA (AM)
« il: 05 Gennaio 2022, 02:28:38 »
Appunto per questo da oggi in poi trasmetterò anche in USB tanto il comune denominatore non cambia!!
73 a tutti, stesso ragionamento di chi mette ponti ovunque tanto è in regola con la legge italiana e della convenzione IARU se ne frega... che poi voglio vedere se vai in 40 metri usb quanti fanno qso con te... se vai in AM chi ha apparati vintage e autocostruiti lo trovi di sicuro ma in usb collezioni solo richiami se và bene...

21
Radio Ascolto / Re:* 40 metri in AMPIEZZA MODULATA (AM)
« il: 05 Gennaio 2022, 02:21:53 »
Ma taci, non scrivere idiozie cortesemente!!
73 a tutti, primo e unico avviso, tutti gli utenti scrivono quello che vogliono e possono anche sbagliare ma nessuno può zittire nessuno...

22
davanti al mistero, ogni sapienza è zero.

mi inchino davanti alla pratica
73 a tutti, mi hai fatto venire in mente un'aneddoto di 40 anni fà, a scuola il mio professore di teoria  Emilio Rivellini ( le materie erano divise in pratica di laboratorio, teoria, educazione civica  e inglese...) il primo giorno ci disse " se esisteva una supposta di sapere vi calavate i pantaloni e sapevate tutto in 5 minuti ma pultroppo non esiste e vi tocca studiare sui libri" notare che il libro più grosso che usavamo era stato scritto da lui  https://www.rebaldoria.com/26577-la-televisione-a-colori-emilio-rivellini.html e ne sapeva davvero tanto, è stato il miglior professore che ho avuto...

23
73 a tutti, siamo alle solite, un'altro che dice che la pratica vale più della teoria e non perde tempo nemmeno a provare praticamente cosa fanno i trimmer per poi fidarsi di uno strumento che gli fà vedere quello che vuole... mi ricorda tanto la vecchia discussione sulla potenza massima che un povero 2sc1969 è in grado di dare quando il datasheet è chiarissimo ma ovviamente alla Mitsubishi si sbagliano, il wattmetro indica 50 watt...
ps: armoniche, spurie, punto di compressione ecc... sono tutte parole senza senso...

24
discussione libera / Re:Indecisione sui primi passi
« il: 03 Gennaio 2022, 02:12:59 »
Io ne farei anche un paio (per 11 e 6 metri) se solo avessi per le mani una soluzione al problema di come realizzare i giunti fra lo stilo verticale e i due cappelli orizzontali. Per quello in basso nema problema visto che lì va l'alimentazione e una separazione fra stilo verticale e cappello orizzontale ci deve essere e il tutto può essere retto da un tubo di plastica o qualche piastra isolante (a parte che poi non so dove trovare cavallotti che miracolosamente possono ospitare tubi esattamente del diametro di quelli che posso reperire o che ho), ma in alto non so come fissare l'elemento orizzontale a quello verticale.
Altro problemino, vedo in MMana che se faccio girare un modello con le misure che hai fornito tu va tutto a buon fine e si riscala senza problemi per altre bande, ma se aumento il raggio del conduttore verticale per dargli una robustezza realistica lasciando inalterato quelli orizzontali, poi non riesco più a farla funzionare (sempre in MMana). Inoltre se provo a immettere un wire verticale un po' più corto (ad esempio 2 metri anziché 2,75) la lunghezza dei cappelli aumenta in modo molto eccessivo e alla fine non mi pare che ci si guadagni un granché a usare quel tipo di antenna rispetto ad altre visto che per avere compatto ingombro verticale me ne trovo uno spropositato orizzontale.
Farò ancora qualche run per vedere se ne vengo a capo. Ma quello di come giuntare il cappello superiore con il wire verticale è un problema strutturale che non so come affrontare. Non con pinze, morsa, chiavi inglesi, trapano manuale (non a colonna) e poco altro che ho a disposizione.
73 a tutti, il trapano a colonna con la sua morsa è necessario per chi costruisce antenne direttive in alluminio ecc e non serve grosso e costoso, spesso li vedo al supermercato e costano meno di un trapano a batteria... poi si può fare antenne anche con il nastro isolante e canne da pesca, nello specifico un'antenna cb ha bisogno di una canna da pesca da 7 mt ( per la 5\8 vera...) e per provare i cappelli capacitivi basta sfilare il cimino e utilizzarlo orizzontale tenuto in posizione con il nastro e del filo di nylon, il trucco è di fissare l'elemento orizzontale non al vertice della canna ma sotto distante 30-40 cm dal vertice in modo che i due fili di nylon lavorano come tiranti...
ps: per provare e installazioni provvisorie il nastro isolante e le fascette di nylon bastano e avanzano, se poi diventa definitiva le fascette è meglio proteggerle con il nastro e silicone o usare la resina bicomponente, durerà più delle canne da pesca che in ambienti "normali" durano anni, ne ho 5 in giardino da 12 anni e ho intenzione di sostituirle perchè si sono un pò incurvate ( c'è montato il loop ad onda intera degli 80 mt...) ma nonostante i temporali con vento e grandine non si sono mai rotte...

25
Radio Ascolto / Re:Quale ricevitore doppio ascolto?
« il: 01 Gennaio 2022, 03:12:39 »
Esiste uno scanner (doppio ascolto) più veloce nella scansione dell'IC-R20 (100 canali al sec) e almeno altrettanto sensibile, o dobbiamo cercare tra le chiavette?
73 a tutti, come velocità in scansione tra le memorie  o tra i limiti di banda gli AOR sono più veloci degli ICOM, se invece intendi doppio ascolto simultaneo servono i veicolari o i portatili (molto più rari...) dove imposti i due ricevitori separati ognuno con il suo volume...

26
Radio Ascolto / Re:NEWS Attivazione 207 KHz ( 12 Dicembre 2021 )
« il: 30 Dicembre 2021, 18:42:06 »
---

Segnale staccato qualche giorno fa. Quando esattamente?

Altri, piccoli dati in merito all'emissione (Forum ADIA-Astronomia - settore > ONDE)

https://forum.adiaastronomia.it/viewtopic.php?t=7397

...
73 a tutti , esattamente non lo só, il 26 dicembre l'ho ascoltata bene alle 2 di mattina...

27
Radio Ascolto / Re:Quale ricevitore doppio ascolto?
« il: 29 Dicembre 2021, 13:38:07 »
Non ho provato, ed ora non ho l'unità SDR sottomano, ma sospetto che usando un software tipo "VB Audio Cable" https://vb-audio.com/Cable/ o simili ed impostando i ricevitori per usare un output diverso (un "cavo virtuale" diverso) potrebbe essere possibile avere l'audio da ricevitori multipli anche se... non so cosa ne potrebbe venir fuori [emoji1]

73 a tutti, funziona ma c'è da sudare per impostare correttamente l'audio dei vari ricevitori,  se interessa solo la fonia è più semplice ,bisogna regolare i livelli del mixer audio e impostare lo squelch per ogni ricevitore, se invece si vuole decodificare segnali digitali tipo dmr ecc... bisogna impostare ingressi e uscite virtuali e ci sono riuscito ma c'è voluto ore di prove...
PS: poi bisogna sperare che gli aggiornamenti di Windows non resettano le impostazioni audio, mi è successo 3 volte sul PC che funziona solo per l'sdr...

28
discussione libera / Re:chiavetta sdr info
« il: 28 Dicembre 2021, 22:23:38 »
73 a tutti, un preselettore d'antenna aiuta e non dovrebbe mancare nella dotazione dell'swl, poi che sia più  complesso e efficiente o semplice e meno efficiente aiuta comunque senza ridurre il guadagno dell'sdr, basta far spegnere la spia overload, il filtro notch 88\108 mhz è fondamentale in vhf ma per le onde corte non risolve se il segnale forte che sovraccarica l'sdr è in onde medie, nell'sdrplay duo  attiva in parallelo il filtro notch 88\108 mhz e il filtro notch per le onde medie, con il clone dell'sdrplay1 và fatto esternamente perchè non è dotato di filtri notch integrati e questo giustifica il costo dell'sdrplay originale...

29
discussione libera / Re:chiavetta sdr info
« il: 27 Dicembre 2021, 23:18:59 »
azzzz.... l'ho appena ordinata.... che difetti ha?
73 a tutti, ce l'ho da un paio di mesi e ad ora di difetti non ne ha presentati, chiaro che bisogna regolare il guadagno quando và in overload e l'aiuta tanto un preselettore esterno ma mi ha stupito ricevere i 17200 hz della stazione SAQ alla pari con l'sdrplay duo, poi c'è sempre da mettere in conto che non sai mai cosa e come arriva a casa ma la mia và tanto bene che ho intenzione di prenderne un'altra...

30
antenne radioamatoriali / Re:Scelta Rosmetro/wattometro
« il: 27 Dicembre 2021, 22:54:29 »
73 a  tutti, ok volere uno strumento preciso ma quale è l'utilizzo? se serve tarare le antenne è un conto ma se serve per sapere se hai collegato l'antenna al veicolare è un'altro... quindi se devi tarare antenne lo strumento preciso e affidabile ha senso ma se ti serve solo per controllare se hai collegato l'antenna direi che qualsiasi rosmetro è in grado di farlo e poco importa se ha un'errore del 20%, con l'antenna staccata schizza sempre a fondo scala...
ps:  ho provato l' sx-20 della proxel, sarò stato fortunato ma era preciso come il bird e ha pure il vantaggio del doppio ago...

31
discussione libera / Re:BUON NATALE A TUTTI
« il: 25 Dicembre 2021, 01:22:53 »
Auguri e buon Natale a tutti...

32
Modifiche apparati CB / Re:Disturbo acustico su HB-23
« il: 21 Dicembre 2021, 14:38:41 »
73 a tutti, non ho presente il microfono in questione ma è capitato con diversi microfoni dotati di ptt che i contatti del ptt si deformano e non commutano nello stesso momento, questo ha due effetti , rumore in ricezione nel momento che passi da tx a rx oppure rumore in tx quando passi da rx a tx... Se il deviatore è chiuso diventa difficile sistemarlo ma se è a vista si riesce a piegare le lamelle quanto basta per eliminare il difetto...

33
Elettronica & Radiotecnica / Re:Generatori di segnali/funzioni
« il: 21 Dicembre 2021, 14:26:17 »
@R5000
Quando fai la taratura dell'S-meter non la fai solo per S9@-73dBm ma la devi fare anche per un altro punto , di solito all'inizio scala intorno a S1 o S2 @-121dBm. Questo se vuoi realmente tarare l'S-meter se no, alla piu' garibaldina, prendi come riferimento il segnale di un collega che ti abita vicino e lo usi come campione, risparmiando tempo e denaro. Ma il punto e' "che tipo di precisione voglio  ottenere dalla mia taratura ?". Il segnale che arriva all'S-meter  viene preso dall'AGC che regola il guadagno degli stadi di media del ricevitore. Il comportamento e' di tipo logaritmico, basta osservare la scala dell'S-meter che ha i primi punti S distanziati tra loro e via via si comprimono fino ad arrivare a S9 e oltre. La differenza tra ogni punto S e' 6dBm corrispondente al raddoppio / dimezzamento in uV del segnale in input al ricevitore. Tutto dipende dal valore che si da' alla precisione della taratura, se si accetta che per un baracchino possano "ballare" +/- 6dBm (corrispondenti a 1 punto S) o no allora va tutto bene, ma per me, "taratura", che sia un baracchino o altro ha un significato diverso.
Quando io riparo il CB o l'RTX HF uso lo stesso metro per la taratura in quanto a chi mi paga devo il massimo rispetto e professionalita' di cui sono capace.
Ovviamente esprimo con questo il mio punto di vista.

Chiedo scusa a tutti per il "pippone" e auguro in anticipo il Buon Natale e spero che il 2022 possa portare buone nuove in ogni campo, compreso il Covid19 che putroppo mi ha privato di mia cugina.
73 a tutti, mi dispiace, il COVID 19 che se ne dica quando ti tocca fà male... Per il discorso taratura calibrata dello smeter  hai ragione, si usa il generatore RF e si impostano livelli diversi per tarare più punti dello smeter,  si fa' dove è previsto dal progetto, sicuramente  in apparati radioamatoriali ecc... ma se parliamo di un'alan 48 ( è un esempio che vale per la quasi totalità degli apparati cb...)  C'è un solo trimmer per la regolazione dello smeter e secondo me l'hanno messo solo per non far sbattere a fondo scala l'ago, è noto che lo smeter nei cb non è uno strumento di misura  preciso e quei 6dB di step tra un punto s e l'altro sono indicativi , poi si sente dare rapporti di ricezione come se fossero bilance di precisione ma direi che ci siamo passati tutti e sapere che arrivi più forte fa' sempre piacere, anche solo di un mm sopra il trattino disegnato sullo smeter...

34
Autocostruzione / Re:Stadio preamp/buffer con JFET "common gate"
« il: 21 Dicembre 2021, 00:18:01 »
73 a tutti, il mio primo preamplificatore a basso rumore per i satelliti polari vhf usava l'u310 con il gate a massa, ottimo...

35
discussione libera / Re:Io cerco di confrontarmi
« il: 20 Dicembre 2021, 23:50:15 »
Lo sai che ogni tanto ritornano
73 a tutti, molto più di quanto immaginate, non a caso le iscrizioni non sono automatiche ma serve l'autorizzazione per attivare il login...

36
discussione libera / Re:Rinuncia al ruolo di moderatore
« il: 20 Dicembre 2021, 23:23:29 »
Ciao a tutti.

Innanzitutto grazie per le dimostrazioni di stima e affetto, che fanno piacere e contraccambio.
Poi volevo ricordare che non ho espresso l'intenzione di mollare tutto e partire per la legione straniera, ma semplicemente di rinunciare al ruolo di moderatore. Non credo si vedrà la differenza dato che a parte lavori di "backoffice", non ho fatto praticamente niente. Principalmente perché questo forum ha poco bisogno di moderazione in quanto popolato da persone in genere educate che formano un gruppo con la tendenza ad isolare ed escludere in autonomia gli attaccabrighe.

Buone feste a tutti e grazie di nuovo.
73 a tutti, non sono d'accordo sul " Non credo si vedrà la differenza dato che a parte lavori di "backoffice", non ho fatto praticamente niente. " perchè sò che hai passato molto tempo per la moderazione che se ben fatta nemmeno si vede nel forum... rispetto la tua decisione e spero che se ti avanza del tempo ritorni al "backoffice"... ma solo se non ti toglie tempo per altro...

37
Elettronica & Radiotecnica / Re:Generatori di segnali/funzioni
« il: 20 Dicembre 2021, 23:01:21 »
E come pensi di tarare la lancetta dell'S-meter se non conosci l'entita' del segnale che dai in ingresso al tuo baracchino ?. Peraltro le impedenze di uscita del tuo "simil generatore" e quella del tuo baracchino devono essere identiche e pari a 50OHm se no hai un disadattamento e l'intensita' del segnale che usi per tarare a S9 la lancetta non corrisponde a -73dBm.
Forse non ci siamo capiti, si e' perso di vista l'origine del 3D che e' quella di capire se si puo' utilizzare un generatore di funzioni come generatore RF.
La mia risposta e' NO, sono due oggetti con un differente scopo d'uso.
Il generatore RF ha una dinamica di uscita  che deve arrivare al minimo almeno a -130/-140dBm e al massimo a 0dBm (se si puo' anche di piu'), il tutto con la regolazione data da un attenuatore calibrato e con una uscita pulita.
Il generatore di funzioni, per quanto pulito che sia e costi poco e sia bello da vedere, e' un altro strumento che puo', e dico puo', assomigliare al primo ma non fa la sua funzione anche se riporta la parola "generatore". Come fai con un generatore di funzioni a ridurre la sua uscita fino a non vedere piu' con l'oscilloscopio sull'altoparlante la nota che modula l'RF sino a che non scompare indicando cosi la massima sensibilita' del ricevitore che di norma e' in HF compresa tra -120/-130dBm e cioe' 0.21uV. Si, puoi inserire un attenuatore a step calcolati, ma rimane sempre un accrocchio. Poi, come ho gia' scritto, se ci si accontenta e si conoscono i limiti di cio' che si sta usando allora va tutto bene, ma il mio punto di vista e' che non posso lesinare su uno strumento di misura con il rischio di prendere abbagli durante il suo uso.
73 a tutti, è vero che uno strumento di misura  deve essere preciso, ben più dell'apparato da controllare, poi se si tollera un'errore di misura che non pregiudica il risultato si possono usare anche generatori autocostruiti partendo da un quarzo o da un'oscillatore libero, per le vecchie radio  bastava un generatore rf con l'oscillatore libero e la frequenza d'uscita si disegnava sulla scala parlante facendo battimento con una stazione di riferimento ricevuta con un comune ricevitore HI!!!, non c'era frequenzimetro, pll o dds, si faceva battimento zero... ora è passato un secolo (quasi...) ma volendo con un tester , un diodo e una manciata di resistenze si può fare attenuatori abbastanza accurati per calibrare uno smeter,  certamente serve sempre un segnale di riferimento il più preciso possibile ma se usiamo la legge di ohm e il generatore autocostruito o comprato ci dà 1 volt su 600 ohm (è un'esempio, non sono andato a vedere le caratteristiche del generatore di funzioni) con i dovuti calcoli si aggiungono attenuatori \ adattatori d'impedenza  e con buona approssimazione arrivi a -75dBm, poi in realtà saranno -70 dBm o -80 dBm ma lo smeter indicherà sempre s9...
ps: un generatore di funzioni non ha le caratteristiche di un generatore rf ma anch'io non comprerei un generatore rf se devo solo tarare lo smeter di una radio, serve per ben altre misure ed è insostituibile ma per lo smeter và bene tutto, anche un circuito del genere https://www.iz0hcc.it/s9-generator-20-metri/ https://www.multus-sdr.com/index.php?rt=account/download/startdownload&download_id=9  dove la regolazione dell's9 viene fatta leggendo lo smeter di una radio funzionante oppure visto che siamo nel 2020 ed esistono circuiti che semplificano il lavoro rispetto a una volta, l'ad8307 e simili sono fatti apposta per misurare i dBm e misurare gli attenuatori diventa banale... https://www.amazon.it/dp/B07Z4LPZ1R/ref=sspa_dk_detail_0?psc=1&pd_rd_w=aXR7g&pf_rd_p=28496f9a-8e03-4dec-b031-58b016891aa6&pd_rd_wg=EQiOV&pf_rd_r=KZZMXZQ4JC7WSF71ZVWR&pd_rd_r=da59ed09-8822-4885-83c1-90c5aa2e7895&spLa=ZW5jcnlwdGVkUXVhbGlmaWVyPUExUEQyUDUwU1RPWlhPJmVuY3J5cHRlZElkPUEwMTQ0NjI4RjVES0ZKNExKRU9LJmVuY3J5cHRlZEFkSWQ9QTA1NjU4NzcxSU9GT0hJUVdXSzFGJndpZGdldE5hbWU9c3BfZGV0YWlsJmFjdGlvbj1jbGlja1JlZGlyZWN0JmRvTm90TG9nQ2xpY2s9dHJ1ZQ==

38
antenne per CB / Re:Fate i calcoli che volete
« il: 20 Dicembre 2021, 14:52:36 »
73 a tutti, ok, cosa vuol dire ? Ci parli con il Brasile o con l'Indonesia?  c'è gente  che in questi giorni li collega...

39
antenne per CB / Re:Fate i calcoli che volete
« il: 20 Dicembre 2021, 14:26:49 »
73 a tutti, quando cambi la tua antenna e non cambiano le prestazioni invece di pensare che le antenne sono tutte uguali forse dovresti chiederti perché e la risposta è una sola, se la tua installazione è sbagliata  non puoi dare colpa alla teoria... Poi ovviamente ogni installazione è un compromesso e ci si può solo avvicinare all'installazione teorica  che vuol dire antenna alta e libera da ostacoli,   l'antenna   montata sul balcone o dentro casa basta per collegare gli amici ma non vuol dire che funziona come l'antenna alta sul tetto...

40
antenne per CB / Re:Fate i calcoli che volete
« il: 20 Dicembre 2021, 14:04:06 »
quando notiamo che la prassi con corrisponde alla teoria non è perché la teoria, nel caso specifico la fisica, sia errata; ma è perché le nostre competenze teoriche sono insufficienti.
73 a tutti, c'è una c al posto della n ma concordo al 100%, se non tornano i conti non è colpa della matematica...

41
discussione libera / Re:chiavetta sdr info
« il: 17 Dicembre 2021, 23:33:26 »
73 a tutti, sarò stato fortunato ma  da qualche mese i pacchi mi arrivano in 10-15 giorni ,  sono aumentati i costi (iva) e per la spedizione si sono inventati la spedizione combinata di più articoli con la posta aerea invece che le navi e i pacchi arrivano prima rispetto all'anno scorso...

42
discussione libera / Re:chiavetta sdr info
« il: 17 Dicembre 2021, 22:55:26 »
73 a tutti, se non interessano le hf  secondo me la noeelec nesdr smart  https://www.nooelec.com/store/sdr/sdr-receivers/nesdr-smart-sdr.html è valida, ha una stabilità reale buona e un buon rapporto prezzo prestazioni ma và comprata direttamente dalla noeelec, quelle cinesi ho il forte sospetto che non sono la stessa cosa...
ps: da poco ho anche questa, https://it.aliexpress.com/item/1005003332949778.html?spm=a2g0s.9042311.0.0.27424c4de5w3VN usa (forse) lo stesso chip dell'sdrplay 1 e non è paragonabile all'sdrplay duo ma anche questa a stabilità è ok, ha una bassa cifra di rumore , a differenza della nooelec è fredda e come sensibilità dinamica siamo lì, manca il contenitore e l'ho presa più per la curiosità di vedere come andava rispetto all'orginale...

43
Radio Ascolto / Re:NEWS Attivazione 207 KHz ( 12 Dicembre 2021 )
« il: 12 Dicembre 2021, 23:42:33 »
73 a tutti, sentito in onde medie ma nulla in onde lunghe, tra rumori vari non lo sento propio a differenza delle solite stazioni francesi ecc... che arrivano bene...

44
discussione libera / Re:Lunghezza cavo frontalino ic706
« il: 12 Dicembre 2021, 17:33:32 »
Buongiorno.  Sarei curioso di sapere se qualcuno ha provato (usando le interfacce che si trovano in commercio e che permettono di usare un normale cavo di rete) fino a che lunghezza del cavo tra frontalino e radio è possibile arrivare senza compromettere il funzionamento della radio. Parlo di un ic706mk2g.
73 a tutti, per il mio 706 prima serie ho utilizzato un cavo di rete cat5 schermato lungo 25 mt è ha funzionato senza nessun problema, microfono, rientri rf ecc... zero problemi ma c'è da dire che l'antenna sopra è un'antenna dinamica quindi ros 1.1 e nessuna corrente di modo comune, poi ho aggiunto altri cavi di discesa e il 706 lo uso senza prolunga...

45
DX su banda cittadina / Re:APPARATI SDR A CONFRONTO HAM LAB E SUN
« il: 11 Dicembre 2021, 02:28:23 »
Ciao r5000, ti andrebbe di spiegare un po' meglio come usi i preselettori esterni con sdrplay? Mi intereserebbe approfondire l'argomento magari con qualche suggerimento in merito a modelli in commercio (stessa cosa per le cavità).

grazie
73 a tutti,  le cavità si usano dalle vhf a salire, volendo anche dai 30 mhz ma l'ingombro non ne giustifica l'utilizzo, fino ai 50 mhz conviene utilizzare filtri con bobine e condensatori, meglio di ottima qualità ma vanno bene anche con il comune rame smaltato e condensatori npo ecc... per le hf và bene un preselettore passivo o anche amplificato a patto di poter regolare il guadagno \ attenuazione ,  l'sdrplay  ma anche qualsiasi altro ricevitore  funziona meglio  se riduci la quantità e il livello di segnali forti e se i segnali sono deboli aver la possibilità di amplificarli aiuta sempre che il preamplificatore sia progettato per non aggiungere rumore e peggiorare il rapporto segnale rumore, poi a seconda della porzione di banda o del tipo di ascolto inserisco il filtro più adatto, per le vhf ho cavità singole e doppie, a seconda della banda passante  conviene utilizzare quella singola (meno attenuazione sul segnale utile e permette l'ascolto di una banda passante maggiore) o quella doppia che và tarata  per attenuare i segnali adiacenti forti (ad esempio i ponti radioamatoriali se tarata per la porzione di banda ssb EME o per la porzione di banda sat) e tipicamente la uso per la telemetria dei satelliti ma anche per la ISS da quando hanno piazzato i ponti a 145.785 mhz... in uhf per i palloni sonda utilizzo una cavità doppia con preamplificatore dedicato, per i satelliti ne uso un'altra ecc... quando le vedo nei mercatini o alle fiere difficilmente restano sul bancone perchè non bastano mai... idem per i relè e commutatori coassiali, ne ho diversi e quando ne ho l'occasione li compro, per spendere meno (e anche per semplificare i collegamenti) scelgo i relè con i connettori sma e tensione diversa dai 12 volt, la maggior parte lavora a 28 volt ma se li trovo  a 48 volt o più costano meno e non è un problema alimentarli, per i cavi utilizzo codini sma-N semirigidi o rigidi (rg402 ecc...) mentre per le hf utilizzo dei relè da circuito stampato, i soliti che si trovano negli apparati hf, non devono commutare potenza e in questa applicazione non è così importante la separazione tra le porte, in pratica escludono il preselettore (antenna diretta) o commutano su filtri dedicati, ad esempio ne ho uno per i 490 khz che serve per i navtex, usa la media frequenza di un vecchio ricevitore a transistor, nata per i 455 khz funziona ottimamente per i 490 khz...

46
DX su banda cittadina / Re:APPARATI SDR A CONFRONTO HAM LAB E SUN
« il: 09 Dicembre 2021, 02:25:53 »
Non so se sia lo stesso sdrplay che ho io perchè posso alimentarlo solo tramite la usb su cui passa il segnale. Non ha la porta da 12v. https://www.sdrplay.com/rspduo/

Qui il 705 contro alcune sdr tra cui il airspy e winradio, l'icom si difende molto bene :) https://swling.com/blog/tag/icom-ic-705-review/
73 a tutti, anch'io uso l'sdrplay duo e funziona alimentato direttamente dal pc, a prestazioni è decisamente migliore delle chiavette  sdr da pochi € (costa 10 volte di più...) e anche di apparati rtx tipo l'icom ic706, infatti lo uso assieme, ricevo con l'sdr e trasmetto con il 706, poi come per qualsiasi ricevitore se aggiungo un preselettore o un filtro passa banda migliora e con una cavità và ancora meglio, chiaramente i filtri a bordo funzionano ma ad esempio per ricevere i navtext a 520 khz và decisamente meglio un preselettore dedicato mentre in vhf il suo notch 88\108 mhz è adeguato (non serve aggiungere un notch esterno), l'icom 705 ha un'ottimo ricevitore e confermo che funziona meglio nelle bande radioamatoriali, il confronto è stato fatto sia con il loop ad onda intera che con la direttiva dinamica e se mi lascia a piedi il 706 il sostituto sarà il 705 anche se non ha i 100 watt...
ps: l'sdrplay duo non è da confondere con l'sdrplay cinese che funziona (non ho resistito e ho comprato quello con 5 ingressi d'antenna a 28€...) pure lui con il software sdruno ma come prestazioni è inferiore all'sdrplay originale, si notano molti più segnali prodotti dallo stesso ricevitore e ha una sensibilità dinamica inferiore, forse è quello  provato da Ik2nbu...

47
riparazione ricetrasmittenti radioamatoriali / Re:alan 48
« il: 05 Dicembre 2021, 23:02:24 »
Le frequenze, sia in ricezione che in trasmissione, sono tutte derivate da un quarzo a 4.5 MHz, usato come riferimento per un PLL.

Durante la trasmissione, il VCO del PLL spazia da 13.4825 MHz per il canale 1 a 13.7025 MHz  per il canale 40.

Come potrai vedere nello schema incluso nel manuale che ti allego qui, La succitata frequenza del VCO viene poi moltiplicata per 2 grazie al circuito di duplicazione (Q301, L301, L302) ottenendo così la frequenza desiderata, ossia da 26.965 MHz (canale 1) a 27.405 MHz (canale 40).

Ora, il fatto che "fortunatamente" hai +4 KHz su tutti i canali, significa che puoi ritoccare leggermente la frequenza sul quarzo di riferimento a 4.5 MHz regolando il compensatore CT401 (10-60 pF) che per tua comodità ti ho indicato con un cerchio rosso nello schema allegato.

Buona taratura!
73 a tutti, il service manual postato non è giusto, appartiene al 48 excel multi, sono due apparati diversi che hanno in comune solo il numero 48... detto questo la soluzione al problema è simile, invece di un quarzo da 4.5 mhz c'è un quarzo da 10.240 tra i piedini 10 e 11 del pll LC 7120, con l'età può essere invecchiato e si è spostato di frequenza,  basta ritoccare il valore dei condensatori collegati al quarzo e correggere la frequenza di lavoro, oppure sostituire il quarzo ma visto che oscilla si cerca di rimetterlo in frequenza, comunque prima di tutto una pulita al circuito stampato con solvente dal lato saldature e  l'eliminazione della cera dal lato componenti è d'obbligo, spesso i residui di flussante e la cera diventano igroscopici e non vanno più d'accordo con la radiofrequenza,  pulire bene e asciugare con aria compressa spesso risolve difetti "strani" questo è un classico ma sicuramente vale la pena pulirlo prima (e anche dopo aver rifatto le saldature...) di cambiare componenti...

48
73 a tutti, visto che c'è un solaio prova anche lì e se il rumore è sempre uguale l'unica soluzione è montare l'antenna sul tetto alta ma è anche la soluzione più impegnativa e vale quanto detto prima, se le aspettative sono normali non c'è bisogno di impianti impegnativi, se c'è un giardino e si può stendere un dipolo dal balcone è da provare e costa molto poco, con i due bracci orizzontali sollevati dal giardino di 4-5 mt l'antenna comincia a funzionare molto meglio di un'antenna amplificata interna (che può essere la soluzione ma dipende tutto dal rumore...) e direi che è già più che adatta anche per il dx...

49
73 a tutti, la prima cosa da fare è staccare tutti gli alimentatori che hai vicino e vedere se il rumore ricevuto sparisce, se così quando fai ascolto è meglio staccare tutto quello che disturba, se non cambia nulla o poco nulla vuol dire che il rumore viene irradiato da qualcosa d'altro e non dipende dai tuoi alimentatori... per l'antenna visto che c'è un balcone conviene allontanarla il più possibile e il cavo và fatto passare dalle finestre \ muri, dipende se vuoi \ puoi forare, la soluzione di far passare un cavo sottile tra finestra e serramento funziona ma alla lunga un foro "lo dimentichi" mentre con il cavo schiacciato sei sempre lì a pensare se funziona ancora o è rovinato, ha senso per provare o per un'installazione provvisoria ma poi ci và il foro... sull'antenna da utilizzare per l'swl và bene tutto ma a seconda dei compromessi (altezza, distanza dagli ostacoli, rumore ecc...) funzionerà bene o forse male ma lo scopri solo dopo che hai provato, anche per questo conviene provare con la radio e la sua antenna sul balcone, se noti miglioramenti avrai buoni risultati anche con l'antenna esterna, se c'è solo rumore qualsiasi antenna costruisci \ compri sarà mediocre... ovviamente dipende tutto anche dalle aspettative personali, se "basta" ascoltare le broadcasting và tutto bene ma se interessano ascolti più difficili tipo i dx tra radioamatori o utility extraeuropee l'antenna è fondamentale e serve spazio \ altezza che dal primo piano difficilmente ottieni a meno che sei in posizione elevata (collina) e non hai ostacoli in portata ottica, aggiungi che la propagazione attuale non aiuta ancora ma comincia a risalire e si spera che ritorna  come qualche anno fà quando bastava davvero lo stilo di serie per ascoltare tutto e di più...

50
Radio Ascolto / Re:Ricorrenze in onde lunghe
« il: 02 Dicembre 2021, 01:27:26 »
73 a tutti, sono passati già almeno 8 anni  https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=50746.msg555830#msg555830 da quando ricevo le trasmissioni della SAQ ma per impegni lavorativi e imprevisti vari ci sono riuscito poche volte a dicembre, molto meglio in estate per il minor rumore e anche perchè in diretta puoi tentare di risolvere gli inconvenienti, mediamente l'antenna che mi funziona meglio è l'antenna a telaio sintonizzata o la miniwhip in portatile , da casa và meglio l'antenna a telaio sempre che non accendono qualche elettrodomestico infernale che copre tutto, sembra che lo fanno apposta ma quando è il momento della trasmissione vera e propia (prima c'è sempre l'accordo dell'antenna...) il segnale viene coperto dai disturbi...
ps: prima usavo la scheda audio del pc, poi ho preso l'sdrplay ma quello che conta è avere un pc \ monitor che non genera interferenze in vlf, se il pc è fonte di disturbi c'è poco da fare...

51
attività radioamatoriale / Re:Ricezione HRTP?
« il: 29 Novembre 2021, 13:51:52 »
73 a tutti, chiaramente la parabola , chiavetta e software per le animazioni hanno senso se l'interesse  maggiore è vedere il meteo, se c'è maggiore interesse al ricevere i satelliti polari  che al meteo  ha più senso pensare al sistema d'antenna (che non vuol dire solo parabola...) che sicuramente è più impegnativo  rispetto alla parabola per un satellite geostazionario, ok che si motorizza anche la parabola  ma  di certo non lo fai con la stampante 3d , dimensione e precisione di puntamento vogliono strutture  pesanti e costose... diciamo che le soddisfazioni poi ripagano sempre di più della fatica fatta rispetto al comprare tutto pronto e  comodo ma è un mio punto di vista, sapere che  si può ricevere  i satelliti hrpt  con un sistema automatico e avere immagini bellissime stuzzica ma arrivarci inseguendo il satellite dà più soddisfazione, se ho ben capito a costi siamo lì, 200€ sono il minimo da investire per questi ascolti, poi se c'è anche la voglia di trasmettere è un'altra discorso ma è tutto in più... Giusto per partire a piccoli passi le antenne omnidirezionali e piccole direttive (a mano...) permettono la decodifica della telemetria e anche la ricezione di immagini (quando le trasmettono) in VHF e poi si passa al rotore elevatore , poi passare ai satelliti hrpt  è il passo successivo...

52
attività radioamatoriale / Re:Ricezione HRTP?
« il: 28 Novembre 2021, 23:27:02 »
73 a tutti, topic molto interessante... io tanto tempo fà ricevevo il meteosat in analogico con il kit di Nuovaelettronica, dopo anni ho scoperto che il meteosat7 era stato spostato sull'India e ho rimontato tutto (antenna gregoriana ecc...) e ho ricevuto le ultime immagini trasmesse dal vecchio satellite prima di spegnerlo, ho anche la scheda satellitare dvbs su un vecchio pc con win98 che  ha funzionato fino a quando sono passati a pagamento... poi per i satelliti polari hrpt ho sempre rimandato per la difficoltà e il costo del progetto ma adesso che c'è l'sdr e pc e manca poco per la stampante 3d (devo decidermi e fare spazio...) vedendo i link  direi che si può fare qualcosa...
ps: c'è la sezione apposita per la stampante 3d se avete progetti , foto ecc...
ps2: questa è l'ultima immagine ricevuta dal meteosat in analogico, anche se al limite dell'incompresibile è la più bella ...

53
discussione libera / Re:Antenna discone x rx-tx
« il: 28 Novembre 2021, 22:34:16 »
Buongiorno e buona domenica a tutti.
Vorrei sapere, con un'antenna discone multi banda, è possibile ricevere simultaneamente tramite commutatore d'antenna su 3 o più apparati con frequenze diverse (esempio:cb-43Mhz-144-430) e sempre tramite commutatore, commutarla in tx solo su di una frequenza radio all'occorrenza? Bisognerebbe modificare il commutatore d'antenna? In che modo? . Grazie x i commenti. 73

inviato EVA-L09 using rogerKapp mobile


73 a tutti, SE si vuole ricevere contemporaneamente diverse bande ognuna con il propio rx e si vuole trasmettere con uno o più tx si devono usare filtri tipo i duplexer (due bande, solitamente vhf e uhf) ma comprensivi di hf e 6 mt (43 mhz siamo lì...) se utiliziamo  4 apparati distinti, resta sempre da valutare il discorso armoniche trasmesse e  sovraccarico dei ricevitori, se trasmetti a 27 mhz la prima armonica è a 54 mhz ma la sedicesima è a 432 mhz e potrebbe sovraccaricare il ricevitore uhf, ovviamente il problema è contenuto con apparati "omologati" dove il contenuto armonico è minimo, ma se parliamo di alan 48 con doppio modulatore ecc... è sicuro che dovrai spegnere tutti i ricevitori mentre trasmetti...

54
73 a tutti, quì http://www.arifidenza.it/forum/pop_printer_friendly.asp?ARCHIVE=true&TOPIC_ID=156251  c'è la discussione che avevo letto,  si parla di giunti elastici a lamelle usati nelle auto ecc... lo scopo o meglio il desiderio è smorzare la forza che fà il vento sul rotore e in particolare sui denti dell'ingranaggio e un giunto elastico sembra aver senso, anche per l'oscillazione del mast \ carrello che poi finisce sempre sull'ingranaggio del rotore, però se i costruttori di tralicci non prevedono di serie un giunto elastico c'è un perchè, non penso sia solo un motivo economico ma propio di affidabilità \ necessità e non avendo competenze specifiche non sò darmi una risposta...

55
A proposito di giunto elastico ,anche se io non ne vedo l'utilità, a che modelli vi riferite??

inviato M2007J22G using rogerKapp mobile


73 a tutti, è un'altro dubbio che avevo, esistono con due piastre, due tubi ecc... ma  tutti quelli che ho visto hanno esposta la sezione elastica e chiaramente sono fatti per essere utilizzati al chiuso , poi qualche foto in rete su tralicci si trova ma solitamente sono grossi e chiusi in una scatola , relativamente facile da fare con il traliccio che ruota alla base ma dentro un carrello in cima al traliccio è un'altra cosa...

56
73 a tutti, premesso che anch'io volevo montare un giunto elastico quando ho montato la direttiva hf ma vuoi per il periodo (eravamo in pieno lockdown...) e pareri contrastanti alla fine non l'ho preso ma non escludo di ritornarci sopra... la tua disposizione è corretta, il giunto deve stare sul rotore sotto al cuscinetto reggispinta all'interno del carrello, i miei dubbi (non ancora risolti) riguardano il tipo di giunto da usare alle intemperie, non è la stessa cosa montato al sole e al gelo o dentro un macchinario, poi bisogna capire  se migliora o peggiora lo stress al traliccio\carrello per salvare il rotore, mi spiego,  con il mast fisso al rotore non fai leva sul lato del cuscinetto reggispinta che a sua volta spinge e deforma il carrello, lavora  per il peso del mast e antenne ma quando il vento spinge di lato il mast con il rotore e i collari distanti quasi 1 mt  è robusto  come previsto dal costruttore mentre se aggiungo il giunto (che ha una lunghezza non trascurabile di 20-30 cm) riduco la distanza tra i punti che scaricano la forza sul carrello e quindi riduco la robustezza della struttura, cambiando la lunghezza della leva cambiano le forze in gioco e questo non è previsto dal costruttore... io avevo chiamato Prosistel per questa problematica e mi hanno risposto che non era previsto nessun giunto ma và dimensionato il rotore di conseguenza e così ho fatto io dopo aver trovato il vecchio rotore fuori uso, (si era piegato il fermo corsa dei 360°) ho comprato un rotore più robusto, il controller utilizza il pwm per fare la partenza e il fermo dolce e và bene così anche se mi è rimasto il dubbio di come si comporta la struttura con forti raffiche, l'antenna (urbanbeam della Steppir) con i venti forti sballotta in modo vistoso e mi piacerebbe trovare qualcosa per smorzare questi colpi che di certo alla lunga qualche danno lo possono fare...
ps: con il rotore "maggiorato", mast e antenne  ho pesato alla fune del carrello 109 kg, sono dentro le specifiche (150 kg) del costruttore ma è fondamentale sapere quanto peso e superficie al vento hai per dimensionare correttamente i tiranti e fissaggio dei tiranti che sono fondamentali...

57
discussione libera / Re:Terra (ad RF), strano accrocchio
« il: 17 Novembre 2021, 02:14:22 »
73 a tutti, anche quando l'impianto di messa a terra di casa è a norma non è detto che sia "buono" anche per la radiofrequenza, se abbiamo la stazione a piano terra o in taverna è ben diverso che in un palazzo all'ultimo piano tanto che esistono anche accordatori d'antenna commerciali  in grado di accordare anche la messa a terra, banalmente un circuito LC serie variabile per adattare l'impedenza dell'impianto di messa a terra a seconda della frequenza di trasmissione, si può risolvere anche con il sistema del cavo coassiale utilizzato per spostare la risonanza del tratto di cavo tra i dispersori e il nodo equipotenziale in stazione, di fatto si accorcia la lunghezza del cavo in modo elettrico cambiando il fattore di velocità del cavo, ma giustamente c'è una cosa che non torna, è il valore del condensatore da 1 kv, se sulla tensione di lavoro è facile intuire che in quel punto la tensione rf è elevata (se il cavo coassiale è lungo 1\4 d'onda per la frequenza di tx ci troviamo la tensione massima al condensatore e zero al dispersore di terra) è meno intuitivo il valore da utilizzare, io mi sarei aspettato un condensatore variabile da sintonizzare per ogni frequenza ma probabilmente il circuito LC fatto con questo cavo coassiale ha un fattore di merito Q relativamente basso da funzionare senza bisogno di accordo e quindi con qualsiasi valore di capacità anche se mi resta il dubbio che il sistema funziona molto meglio con un condensatore variabile da tarare con la frequenza di tx, poi in alcuni articoli che parlano di gnd e noise e loop di massa si parla di soluzioni simili (utilizzare  il centrale dei cavi coassiali fino in stazione ma mettere in comune la calza solo nel pozzetto del dispersore) per evitare che la messa a terra veicola rumore al ricevitore ma anche lì è più una prova pratica dai fondamenti teorici non propio ben chiari, spesso si mischia la teoria usata in bassa frequenza  con l'rf, è vero che si parla sempre di corrente alternata e sopratutto per le bande basse (600 mt , vlf ecc...) la tipologia costruttiva coincide ma con il salire di frequenza bisogna cambiare tipologia costruttiva e i valori dei componenti non possono essere gli stessi per tutte le hf...

58
73 a tutti, per la piattina a 450ohm si può forare con il trapano più fori paralleli e poi con la raspa rifinire l'apertura, oppure si usa una punta come quella del link che permette di allungare i fori e rifinire l'apertura direttamente con il trapano, poi si sigilla tutto con il silicone, c'è anche marrone...


https://www.manomano.it/p/poggi-art4400o-fresa-per-contornare-3858154

59
73 a tutti, con i serramenti in legno di una casa di propietà fare un foro da 8 mm o fare due fori da 4 mm è uguale quindi direi di fare due fori alla distanza  della scaletta, risulterà un lavoro estetico migliore, se invece si utilizza la piattina da 450 ohm  secondo me ha più senso fare due barre filettate da 4-5 mm ( giusto per dare una buona solidità meccanica) dove avvitare la piattina esterna (lasciando sempre la curva verso l'alto per non tirare la goccia) e avvitare la piattina interna fino all'accordatore, fare i fori sopra o sotto o di lato alla finestra dipende da come sei comodo per arrivare all'accordatore, sotto se hai subito l'accordatore vicino alla finestra, sopra se devi attraversare la stanza  fino alla parete opposta, di lato se l'accordatore sarà posizionato a fianco della finestra... io faccio così quando sono in ferie, ovviamente non buco i serramenti ma schiaccio i fili sotto la finestra, preferisco sotto perchè metto l'accordatore  sul tavolo di fronte alla finestra ma è capitato anche di farlo sopra con la scaletta appesa al lampadario, chiaro che è una soluzione difficile da far digerire alle donne ma se parliamo di sala giochi...

60
antenne radioamatoriali / Re:Un coassiale, quattro antenne
« il: 15 Novembre 2021, 18:06:03 »
purtroppo ho avuto un'esperienza negativa con questo in particolare, installato per circa 3 mesi è andato in corto a causa della salsedine, posizione a 500m in linea d'aria dal mare, nonostate avessi opportunamente sigillato tutte le fessure col silicone

'73
73 a tutti, con la salsedine c'è da usare solo relè sotto vuoto, tutto il resto prima o poi si ossida... ora se serve ancora (non hai aumentato il numero di cavi coassiali...) si può pensare di utilizzare lo stesso circuito per i relè sotto vuoto...

Pagine: [1] 2 ... 280