banda cittadina (27 mhz) > riparazione radio CB

Alan 68s old con rumore tipo QRM santiago 2....

<< < (4/5) > >>

kevin98:
Si, può risolversi ma così facendo perdo sensibilità, infatti con generatore rf collegato e oscilloscopio sull'uscita spostando anche di poco la bobina nera si ha una sensibile diminuzione del segnale, quindi credo che seguirò il consiglio di rommel.

inviato LYA-L29 using rogerKapp mobile

LuckyLuciano®:

--- Citazione da: kevin98 - 15 Maggio 2021, 23:33:07 ---Si, può risolversi ma così facendo perdo sensibilità, infatti con generatore rf collegato e oscilloscopio sull'uscita spostando anche di poco la bobina nera si ha una sensibile diminuzione del segnale, quindi credo che seguirò il consiglio di rommel.

inviato LYA-L29 using rogerKapp mobile



--- Termina citazione ---
Non è detto.
Perchè se hai già provato con un generatore RF modulato, avrai notato che la migliore taratura agendo sulla bobina bianca e nera è quella di compromesso. Non quella di massima ricezione (e rumorosità)
La taratura di compromesso va fatta avendo almeno 2 segnali noti. uno mediamente alto ed uno mediamente basso.
Per esempio -73dbm e -103dbm.
Infine si ritara lo smeter.

E' anche vero che se chiudi RF Gain e ritari lo smeter per "vedere" i segnali forti nel modo corretto accade che:
1. hai ridotto il "quanto" ricevi. E quindi quando tornerai al livello massimo del RF Gain, il problema si ripresenterà.
2. quando sei con RF Gain a metà o quel che sia, ti perdi tutta quella fetta di segnali piccoli (che nel caso di un Alan48 ben tarato vuol dire da S3 in giu).

Quindi questione di scelta sul metodo da utilizzare.
Io trovo più ortodosso il primo.
C'è chi magari trova più comodo il secondo.

Rommel:

--- Citazione da: LuckyLuciano® - 16 Maggio 2021, 10:05:42 ---Non è detto.
Perchè se hai già provato con un generatore RF modulato, avrai notato che la migliore taratura agendo sulla bobina bianca e nera è quella di compromesso. Non quella di massima ricezione (e rumorosità)
La taratura di compromesso va fatta avendo almeno 2 segnali noti. uno mediamente alto ed uno mediamente basso.
Per esempio -73dbm e -103dbm.
Infine si ritara lo smeter.

E' anche vero che se chiudi RF Gain e ritari lo smeter per "vedere" i segnali forti nel modo corretto accade che:
1. hai ridotto il "quanto" ricevi. E quindi quando tornerai al livello massimo del RF Gain, il problema si ripresenterà.
2. quando sei con RF Gain a metà o quel che sia, ti perdi tutta quella fetta di segnali piccoli (che nel caso di un Alan48 ben tarato vuol dire da S3 in giu).

Quindi questione di scelta sul metodo da utilizzare.
Io trovo più ortodosso il primo.
C'è chi magari trova più comodo il secondo.

--- Termina citazione ---
Salve a tutti.

Premetto che ognuno è libero di scegliere il metodo che preferisce di più.

L'unica considerazione che vogli fare riguardante la taratura dei circuiti di media frequenza è la seguente:
Ogni media frequenza, che sia a 10,7 MHz oppure a 455 KHz, ha una risposta a "campana" con l'apice corrispondente alla frequenza centrale su cui è regolata.
Se tutte le medie frequenze hanno la "campana" centrata sulla stessa identica frequenza, il risultato finale è una campana stretta con apice centrale altissimo e fianchi ripidissimi.
Questa è la situazione migliore per quanto riguarda la sensibilità ma anche la selettività dell'intera catena.
Se per diminuire la sensibilità si spostano leggermente le frequenze centrali dell'una rispetto all'altra, il risultato sarà una campana più larga, con apice più basso, quindi minore sensibilità, ma anche minore selettività.
Abbassando l'RF gain, attenui solo il livello generale di una campana stretta ed alta, quindi non peggiori in alcun modo la selettività.

Poi non perdi assolutamente i segnali più bassi, perché un segnale per esempio
S2 che supera di un punto il rumore ad S1, negli apparati ipersensibili con rumore ad S5 lo ricevi ad S6. Se abbassi l'RF gain si abbassano entrambi mantenendo comunque la loro distanza.
In pratica se un segnale supera anche di poco il QRM, lo supera sia su un apparato che capta un QRM ad 1 sia uno che capta un QRM a 5.

Comunque ognuno può scegliere il metodo che preferisce, l'importante è che sia soddisfatto del risultato, compatibilmente con le prestazioni dell'apparato che ha sotto mano.
Da apparati super economici (perlomeno nella circuiteria) tipo Alan 48 o Tristar 848 o Alan 88s e simili, non ci si può comunque aspettare prestazioni come quelle di un apparato radioamatoriale, ma dalla loro parte hanno il fascino della semplicità al quale io sono molto sensibile ed è uno degli aspetti che mi piaccioni di questi apparati.

Saluti a tutti da Alberto.

kevin98:
Salve, questa procedura dei due segnali non la sapevo, puoi spiegarmela un po' meglio, purtroppo non ho molta esperienza con la taratura della catena rx quello che ho fatto fin ora è per ragionamento, ri sarei molto grato se potessi spiegarmi un po' meglio la taratura. Ringrazio anche rommel per l'aiuto e l'interessamento.

inviato LYA-L29 using rogerKapp mobile

LuckyLuciano®:

--- Citazione da: Rommel - 16 Maggio 2021, 14:00:53 ---Salve a tutti.

Premetto che ognuno è libero di scegliere il metodo che preferisce di più.

L'unica considerazione che vogli fare riguardante la taratura dei circuiti di media frequenza è la seguente:
Ogni media frequenza, che sia a 10,7 MHz oppure a 455 KHz, ha una risposta a "campana" con l'apice corrispondente alla frequenza centrale su cui è regolata.
Se tutte le medie frequenze hanno la "campana" centrata sulla stessa identica frequenza, il risultato finale è una campana stretta con apice centrale altissimo e fianchi ripidissimi.
Questa è la situazione migliore per quanto riguarda la sensibilità ma anche la selettività dell'intera catena.
Se per diminuire la sensibilità si spostano leggermente le frequenze centrali dell'una rispetto all'altra, il risultato sarà una campana più larga, con apice più basso, quindi minore sensibilità, ma anche minore selettività.
Abbassando l'RF gain, attenui solo il livello generale di una campana stretta ed alta, quindi non peggiori in alcun modo la selettività.

Poi non perdi assolutamente i segnali più bassi, perché un segnale per esempio
S2 che supera di un punto il rumore ad S1, negli apparati ipersensibili con rumore ad S5 lo ricevi ad S6. Se abbassi l'RF gain si abbassano entrambi mantenendo comunque la loro distanza.
In pratica se un segnale supera anche di poco il QRM, lo supera sia su un apparato che capta un QRM ad 1 sia uno che capta un QRM a 5.

Comunque ognuno può scegliere il metodo che preferisce, l'importante è che sia soddisfatto del risultato, compatibilmente con le prestazioni dell'apparato che ha sotto mano.
Da apparati super economici (perlomeno nella circuiteria) tipo Alan 48 o Tristar 848 o Alan 88s e simili, non ci si può comunque aspettare prestazioni come quelle di un apparato radioamatoriale, ma dalla loro parte hanno il fascino della semplicità al quale io sono molto sensibile ed è uno degli aspetti che mi piaccioni di questi apparati.

Saluti a tutti da Alberto.

--- Termina citazione ---


Concordo al 100% quanto hai scritto.
Per questo ribadisco che è sempre una questione di compromesso. Per lo meno con le radio in oggetto.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa