forum radioamatori > discussione libera

Misura permeabilita' magnetica

(1/2) > >>

trodaf_4912:
Quanto sto per descrivere non e' farina del mio sacco ma di IW2FND riportato su R.R del 2014.
Io ho solamente ampliato il foglio di calcolo Excel e spero di non avere fatto "danni".
L'obbiettivo e' misurare la permeabilita' magnetica di un toroide o di un "manicotto" in ferrite (quelli che si inseriscono lungo il cavo coassiale per ridurre le correnti di modo comune. Spesso si ha nel cassetto alcuni di questi dispositivi senza alcun colore da cui non e' facile risalire alla loro permeabilita' attraverso le tabelle che ne individuano le caratteristiche.
Cosa serve ?. Un analizzatore di antenna decente, un calibro, un foglio di carta, una penna e una calcolatrice. Attraverso il foglio di calcolo allegato si puo' fare a meno degli ultimi tre elementi.
Il parametro fondamentale di un toroide in ferrite e' il fattore di induttanza AL che dipende dalle dimensioni fisiche. La relazione che lega AL al numero di spire N e l'induttanza L e' la seguente (che troverete anche sul foglio di calcolo)
AL=L/N^2 e varia anche con la frequenza.
Se io faccio una sola spire allora AL=L. Come la trovo L ?. Con l'analizzatore di antenna in questa configurazione

Come si puo' vedere si misura la Z=Rs+jXs, e la L ad una determinata frequenza.
Da qui in avanti si modifica la frequenza e si riempie il foglio di calcolo per tutte le bande  in modo da vedere l'andamento della permeabilita' μ. Questo parametro e' un numero complesso (vettore) e dipende da due componenti : μ1 in fase con la reattanza Xs e μ2 in fase con la resistenza Rs. Utilizzando il teorema di Pitagora si calcola μ.

AZ6108:

--- Citazione da: trodaf_4912 - 08 Agosto 2022, 13:51:10 ---Il parametro fondamentale di un toroide in ferrite e' il fattore di induttanza AL che dipende dalle dimensioni fisiche.

--- Termina citazione ---

E dal materiale, un toroide in ferrite, rispetto ad un in miscela (es.) NiZN avrà una permeabilità diversa; ovvio che, come giustamente scrivi, se uno si trova un toroide "ignoto" nel cassetto della "rumenta" e necessita di conoscerne le caratteristiche, l'unica è misurarlo e poi andare a confrontare i risultati con i parametri dichiarati (es. qui) e trovare il materiale più probabile, cosa non facile ma non del tutto impossibile

Rommel:
Salve a tutti.

Tutto OK per le indicazioni riportate.

L'importante è che sia possibile effettuare le misure alla frequenza di utilizzo della ferrite, perché normalmente per le ferriti si fanno test ad 1 KHz o 10 KHz, per stabilire l'AL oppure direttamente l'induttanza che "in teoria" non dovrebbe dipendere dalla frequenza, mentre nella pratica dipende sempre dalla frequenza soprattutto per quanto riguarda le perdite.

Infatti una ferrite potrebbe sembrare, all'interno di un avvolgimento, una perfetta impedenza mentre a frequenze elevate non ha assolutamente il funzionamento che ci si aspetta.

La cosa particolare è che quasi sempre le ferriti che, a parità di spire, hanno un AL più alto, hanno anche una frequenza massima di utilizzo più bassa.

Per lavoro ho a che fare molto spesso con le ferriti, ma nel mio caso sempre a frequenza più basse, diciamo max 300KHz.

Saluti a tutti da Alberto

trodaf_4912:
Aggiornato il foglio di calcolo.

AZ6108:

--- Citazione da: trodaf_4912 - 08 Agosto 2022, 20:53:54 ---Aggiornato il foglio di calcolo.

--- Termina citazione ---

bel lavoro; ora voglio sperare che il branco di pecoroni ciechi ed ignoranti che usa i T200-2 per avvolgere trasformatori a larga banda o (Dio ci scampi) chokes, si possa ravvedere e possa, finalmente, vedere "la luce" (non mi riferisco alla bolletta )

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa