forum radioamatori > la nostra stazione radio

Alimentatori Proxel, Lafayette, Telcom ...

(1/4) > >>

Franco Balestrazzi:
Parlo di quel tipo di alimentatori switching da 20/30A che sembrano dei panetti di piccole dimensioni come in figura :





Mi sono accorto che hanno il negativo delle boccole di uscita collegato alla carcassa metallica e collegato anche alla terra della 220Vac.
Se il collegamento a terra della carcassa mi puo' anche andare bene, non mi sembra corretto che il polo negativo della tensione di uscita sia collegato alla carcassa metallica bensi' dovrebbe essere isolato.
Qesto puo' produrre percorsi di massa non voluti se allo stesso alimentatore sono collegati piu' dispositivi.
73'  Franco

kz:
soluzione applicabile?

HAWK:
@IK4MDZ, caro amico, bella la tua frase che cito :
Qesto puo' produrre percorsi di massa non voluti se allo stesso alimentatore sono collegati piu' dispositivi.
73'  Franco

Sai x quale motivo ?
Sul forum di AF, sono un sostenitore di una radio un alimentatore, sia per il motivo che hai descritto, sia che se parte la corrente per guasto, si brucia sia la radio in uso che quella spenta...la quale riceve cmq la tensione...lo stesso.

Vedasi delle radio che aprendole e tenendole spente hanno dei led accesi dentro se sempre collegati ad un alimentatore acceso.

Qualche IK, quindi lasciamo perdere gli IZ e ancor di più gli IU, mi ha assalito, sostenendo il contrario, ovvero che nulla fa...servendo a niente una radio un alimentatore.

Beata scienza infusa loro...io arrivo dal professionale e pecco di tutta la scienza radiantistica ...da modesto ex IT9...dell' 80, ora leggo la tua frase, mi rincuora e mi conforta...conoscendo la tua preparazione.

Ma quei 3D, li avrai visti anche tu…
73'.

Franco Balestrazzi:
Innanzitutto non avere la "terra" sul negativo dell'uscita per ragioni di sicurezza. Poi non avere lo chassis dell'alimentatore connesso al negativo. I tanto bistrattati ZETAGI sono congruenti con questo. Ho testato un 1250 Zetagi e si comporta correttamente, cosi' come un alimentatore da laboratorio Conrad di produzione tedesca e anche lui si comporta correttamente.
73' Franco

kz:
ho aperto il proxel nfa 832: per staccare il negativo dalla carcassa metallica e dalla terra credo vada fatto un intervento abbastanza importante, ho il sospetto che alcuni componenti collegati al negativo siano imbullonati direttamente alla carcassa.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa