banda radioamatoriale (patentati) > ricetrasmettitori radioamatoriali

COME ACCOPPIARE 2 LINEARI HF E CB

<< < (2/6) > >>

IW4BJG:

--- Citazione da: marcolino - 18 Ottobre 2012, 13:41:31 ---E' semplicemente un divisore di potenza....uno splitter....a due vie....lo schema si evince dalle foto......un  abbraccino...a tutti....

--- Termina citazione ---


ciao.
non ho mai visto uno splitter che divide il segnale RF per due che non presenti sulle due uscite un segnale attenuato di almeno 3db rispetto all'ingresso.devo calcolare che all ingresso di ogni lineare si presenta metà potenza (3 db,appunto)di quella erogata dal TX?
73

marcolino:
Certo divide la potenza al 50% su ogni uscita....quindi dovremo raddoppiare la potenza del tx..per pilotare al massimo i due ampli....

IW4BJG:

--- Citazione da: marcolino - 18 Ottobre 2012, 14:09:27 ---Certo divide la potenza al 50% su ogni uscita....quindi dovremo raddoppiare la potenza del tx..per pilotare al massimo i due ampli....

--- Termina citazione ---

infatti mi sto chiedendo a cosa serve in pratica mettere in parallelo due lineari,se non puoi raddoppiare la potenza in uscita del tx .. a parte il generare spurie e intermodulazioni.
e poi mi auguro che chi usa questa configurazione abbia l'accortezza di usare tra splitter e ingresso dei due lineari cavi della stessa identica lunghezza. e che siano della stessa lunghezza tra di loro anche i cavi tra le uscite dei lineari e l'accoppiatore finale (che avrà anche lui la sua brava attenuazione).
un ultima domanda... cosa succede se uno dei due lineari per caso non commuta in tx?
73

shineime:
allora......appare evidente che lo schema è semplice, ma mi chiedo:
perche scomodare tutta sta robetta se poi perdo lo stesso 3db ( come ovvio) . lo stesso divisore, usando lo schema del wilkinson lo posso fare SOLO con cavo coassiale ( solo su una banda ) e altrettanto lo posso fare in combinatore. se interessa solo per la 27 per esempio. diverso se lo devo fare a larga banda. ma non ha molto senso a meno che si devono irradiare potenze considerevoli che con un solo 300-500 watt non si possono raggiungere.
mi spiego meglio. se con un solo ampli posso fare quello che devo, inutile spendere soldi per fare lo stesso con due ampli.

CODICE_ROSSO:

--- Citazione da: IW4BJG - 18 Ottobre 2012, 15:01:10 ---
--- Citazione da: marcolino - 18 Ottobre 2012, 14:09:27 ---Certo divide la potenza al 50% su ogni uscita....quindi dovremo raddoppiare la potenza del tx..per pilotare al massimo i due ampli....

--- Termina citazione ---

infatti mi sto chiedendo a cosa serve in pratica mettere in parallelo due lineari,se non puoi raddoppiare la potenza in uscita del tx .. a parte il generare spurie e intermodulazioni.
e poi mi auguro che chi usa questa configurazione abbia l'accortezza di usare tra splitter e ingresso dei due lineari cavi della stessa identica lunghezza. e che siano della stessa lunghezza tra di loro anche i cavi tra le uscite dei lineari e l'accoppiatore finale (che avrà anche lui la sua brava attenuazione).
un ultima domanda... cosa succede se uno dei due lineari per caso non commuta in tx?
73

--- Termina citazione ---

Ciao..e 73  purtroppo non trovavo più questo 3D
Io non conosco la tua esperienza in materia..ma ci sono alcuni errori di concetto....cosa centra l' attenuazione di 3 db in ingresso ad un amplificatore rispetto la potenza d' uscita ? 
Mi spiego meglio..
Il segnale non è attenuato o meglio, ci sono anche delle attenuazioni per ogni canale in ingresso ma non riguardano il divisore..riguardano le perdite di inserzione proprie di ogni circuito LC..
Pilotando con 20 watt di apparato il divisore, divide 10 watt x 2 canali 50 ohm, potenza necessaria per pilotare amplificatori di questo tipo con 4 finali tipo il MS1051 o mrf 455 o sd1447 ecc etc .. sono tutti transistor che hanno un alto guadagno...per ogni amplificatore la potenza di uscita sarà approssimativa al max Pwr del gruppo TR con cui è realizzato..cioè, 4 TR mrf 455 daranno 60 watt x 4 = 240 watt X 2 lineari con un totale di 480 watt..credo che passare da 100 watt di un hf a 480 ci sia qualche differenza.... io guadagno quasi 1,5 punti S rispetto i 100 Watt..se poi considero la potenza di 20 watt iniziali il guadagno è notevole..

la cosa cambia in modo esagerato se gli stessi amplificatori RM che sono commercializzati in diverse soluzioni sono equipaggiati con i TR MS1051, 2sc2879 2SC 3240 che sono finali da 100 watt 

4 x MS1051 = 100x4 ..X  2 lineari = 800 watt..vedi come cambiano i numeri e cosa si ottiene con 20 watt di pilotaggio....fallo ora il calco in db !!

Ovviamente parliamo di amplificatori per HF, quindi dovremmo avere una certa consapevolezza dei termini IMD3 IM, IP3, db0 , distorsione, spurie ed ARMONICHE..

Ma scusa..la IMD3 di un apparato HF con finali a transistor secondo te è migliore di quella di un lineare transistorizzato ?  ci sono degli HF che montano finali da 100 watt x 2  e tantissimi usano i 2869..  ma la IMD3 dei 2869 quanti radioamatore la conoscono, oppure la sanno interpretare....si parla di armoniche, ma quanti conoscono realmente la potenza trasmessa sulle ottave superiori ed inferiori partendo da una fondamentale di 500 watt generata con 2 toni come chiesto dalla FCC e dalla ARRL..

Io non voglio convincere nessuno..è chiaro, ma noi istintivamente anche nella CB nelle trasmissioni in AM abbiamo saputo riconoscere la IMD3 che è scarsa se la voce non è cristallina...la IP3 come modulazione COMPRESSA o super compressa..
la soluzione era quella di abbassare il driver ed utilizzare un 30 % del potenziale di un transistor.. 3 di portante 10 di picco.. :-D 30 di portante 100 di picco.. 300 di portante 1000 di picco...questo in AM dove è richiesta una larghezza di banda diversa dalle SSB....la IMD3 è direttamente proporzionale alla potenza erogata dal transistor..quindi, quando si parla di intermodulazione bisogna conoscere i transistor utilizzati e la potenza erogata per determinare la effettiva distorsione...

Domani metto i grafici di un ampli con 2 transistor.. ottenuti con 2 generatori puri da 100 watt con attenuazione di 6 db per canale accoppiati con un altro attenuatore da 3db  tutto solo per generare 2 toni di 50 ohm
solo facendo così.. si eliminano molti rumori spettrali e compositi..in questi test è importante la bontà del segnale d' ingresso..la stessa cosa vale per tutti gli amplificatori ..se il segnale d' ingresso è pulito quello in uscita sarà soddisfacente..


73 Gianluca.....

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa