forum radioamatori > discussione libera

no comment

<< < (2/7) > >>

dattero:

--- Citazione da: kz - 21 Settembre 2021, 10:53:17 ---ma perché volete portare qui l'orrore che c'è altrove?
rispetto ad altri luoghi virtuali rogerk è un'isola felice: la moderazione è presente ma estremamente liberale e rispettosa, la gran parte degli utenti assidui è competente ed educata, le discussioni non cadono quasi mai nell'insulto e la comunità dimostra di essere in grado di reagire ai provocatori isolandoli.
sembra quasi di essere tornati ai tempi delle BBS come qualità.

--- Termina citazione ---
E chi vuole portarlo qui?
Appunto che qui si può parlare che volevo riuscire a capire cosa spingono queste azioni.

IZ2UUF (davj2500):
Ciao a tutti.

Vorrei anche aggiungere che, secondo me, non ha senso aspettarsi da quelli che parlano di radio un comportamento migliore della media di quelli che parlano di qualunque altro argomento.
Anzi, probabilmente è il contrario e questa idea è supportata dall'esistenza del concetto di "ham spirit".
Se guardate i dettami dell'ham spirit, non sono altro che normali regole della buona educazione. Come mai il radioamatore ha bisogno che gli siano continuamente ricordate le regole della buona educazione? Evidentemente perché, mediamente, non ne ha poi così tanta.

In autostrada in rettilineo a 130km/h, se giro all'improvviso lo sterzo tutto a destra, eseguo una manovra pericolosissima e probabilmente causo un incidente grave. Eppure non ci sono cartelli "vietato girare improvvisamente lo sterzo tutto a destra". Invece ogni due metri c'è un cartello che ricorda il limite di velocità, che minaccia punizioni sul superamento del limite di velocità, macchinette automatiche che danno multe per eccesso di velocità... Evidentemente il legislatore sa che i comportamenti pericolosi sono infiniti, ma quelli su cui insistere sul serio perché più diffusi sono relativi al nostro "piede pesante". Se uno da Marte approdasse sulle nostre strade e vedesse la segnaletica, certo non penserebbe che siamo esseri che vanno sempre pianissimo ma che anzi l'andare troppo forte sia un problema serio ed importante.

La stessa cosa è l'ham spirit per i radioamatori. Il solo fatto che si propaghi continuamente un testo in cui si ricorda che il bravo radioamatore è cortese, altruista, leale ed equilibrato è perché il radioamatore di solito non è cortese, non è leale, non è altruista e men che meno equilibrato.
Pertanto è più difficile mantenere civile un ambiente popolato da radioamatori ed affini che da altre categorie di persone.

Ciao
Davide

1vr005:

--- Citazione da: IZ2UUF (davj2500) - 21 Settembre 2021, 11:23:23 ---Ciao a tutti.

Vorrei anche aggiungere che, secondo me, non ha senso aspettarsi da quelli che parlano di radio un comportamento migliore della media di quelli che parlano di qualunque altro argomento.
Anzi, probabilmente è il contrario e questa idea è supportata dall'esistenza del concetto di "ham spirit".
Se guardate i dettami dell'ham spirit, non sono altro che normali regole della buona educazione. Come mai il radioamatore ha bisogno che gli siano continuamente ricordate le regole della buona educazione? Evidentemente perché, mediamente, non ne ha poi così tanta.

In autostrada in rettilineo a 130km/h, se giro all'improvviso lo sterzo tutto a destra, eseguo una manovra pericolosissima e probabilmente causo un incidente grave. Eppure non ci sono cartelli "vietato girare improvvisamente lo sterzo tutto a destra". Invece ogni due metri c'è un cartello che ricorda il limite di velocità, che minaccia punizioni sul superamento del limite di velocità, macchinette automatiche che danno multe per eccesso di velocità... Evidentemente il legislatore sa che i comportamenti pericolosi sono infiniti, ma quelli su cui insistere sul serio perché più diffusi sono relativi al nostro "piede pesante". Se uno da Marte approdasse sulle nostre strade e vedesse la segnaletica, certo non penserebbe che siamo esseri che vanno sempre pianissimo ma che anzi l'andare troppo forte sia un problema serio ed importante.

La stessa cosa è l'ham spirit per i radioamatori. Il solo fatto che si propaghi continuamente un testo in cui si ricorda che il bravo radioamatore è cortese, altruista, leale ed equilibrato è perché il radioamatore di solito non è cortese, non è leale, non è altruista e men che meno equilibrato.
Pertanto è più difficile mantenere civile un ambiente popolato da radioamatori ed affini che da altre categorie di persone.

Ciao
Davide

--- Termina citazione ---
Doveroso applauso 

Penso anch'io che sul piano delle regole interiorizzate di condotta il mondo radiantistico sia un filino disadattato rispetto al complesso della popolazione.
È da notare però che un aspetto è in comune fra traffico radio e forum: la comunicazione non a faccia a faccia ma mediata da congegni vari. La maggior uscita dalla latenza di larvati problemi di capacità di interazione con gli altri nella comunicazione mediata è cosa ben nota. Non è solo nei forum radiantistici che si osservano aggressività, maleducazione, tendenza al desiderio di prevaricazione, disponibilità a ingaggiare conflitto per imporre il punto di vista, eccetera.
Da questo punto di vista, RogerK a me pare un forum d'oro: i modelli di condotta mi sembrano molto buoni rispetto ad altri lidi e non solo radiantistici.

kz:

--- Citazione da: dattero - 21 Settembre 2021, 11:09:21 ---Appunto che qui si può parlare che volevo riuscire a capire cosa spingono queste azioni.

--- Termina citazione ---
ma che ti importa?
sono dinamiche sociali diffuse in tutti i gruppi, il malinteso di fondo è ritenere i radioamatori "migliori" del resto dell'umanità.

ri-"ottone":

--- Citazione da: kz - 21 Settembre 2021, 10:53:17 ---...
rispetto ad altri luoghi virtuali rogerk è un'isola felice: la moderazione è presente ma estremamente liberale e rispettosa, la gran parte degli utenti assidui è competente ed educata, le discussioni non cadono quasi mai nell'insulto e la comunità dimostra di essere in grado di reagire ai provocatori isolandoli.
sembra quasi di essere tornati ai tempi delle BBS come qualità.

--- Termina citazione ---
73,
Quoto con piacere quanto scrive kz, io la penso come lui, avendo frequentato più di un forum, anche completamemte diversi da RogerK, sia per argomenti, che per livello di moderazione.
Ci sono forum in cui se quoti una riga di un post di altro utente, vieni richiamato per quote inutile (vai a capire, dopo 3/4 post in mezzo a chi ti riferivi) e al successivo richiamo vieni sospeso. Che posso capire che lo spazio sui server magari si paga a Gigabyte e i database si appesantiscono, ma se le cose stanno così, credo sia meglio chiudere forum di quel tipo. Tanto è vero che a fine giornata ci sono 5-7 post nuovi su 5 thread differenti... bel livello di informazione...!
Poi c'è il forum in cui sono tutti super esperti, ma assai più nerd del nostro livello medio tra radioamatori, per cui quando flammano o fanno sarcasmo, riescono ad esser davvero, ma davvero pesanti poichè si sentono almeno 5-6 gradini socialmente, tecnicamente ed intellettualmente superiori alla maggior parte degli interlocutori che incontrano.

Lo stesso RogerK ha avuto in tempi passati, situazioni ben più pesanti di quella attuale, essendo uno strumento a suo tempo molto utilizzato da smanettoni modificatori che, se contraddetti, possono lanciare invettive dai più alti strali (magari contraddicevano leggi della fisica o la legge di ohm stessa, ma poco importa pur di diffondere il verbo della religione).
Insomma mi pare che la situazione oggi quì su RogerK non sia così male e speriamo che tale rimanga.
Buon forum a tutti.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa