Elettronica e Radiotecnica > Elettronica & Radiotecnica

Tensione e Potenza in trasmissione

<< < (2/7) > >>

Aquila Fr:
Generazioni di CB smanettatori hanno alimentato i propri "baracchini" con tensioni al limite della "fusione" !
Ci sono delle considerazioni da fare sull' utilità di queste pratiche che è pressoché nulla. Alimentare un apparato con una tensione al limite superiore fa guadagnare solo un minimo di potenza ma che ai fini dell' effettivo aumento della "portata" è assolutamente risibile (roba impercettibile su un normale s-meter).
Quindi il consiglio che posso darti è alimenta il CB con la tensione consigliata dal costruttore e problemi non ne avrai.

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile

PapaGolf:

--- Citazione da: kz - 22 Agosto 2022, 12:14:50 ---stai ragionando per induzione: dal particolare al generale.

il mckinley accetta la doppia alimentazione 12/24 volt, per questo l'intervallo tra 10,8V e 31,2V, ma è un caso particolare.

le tensioni di alimentazione dichiarate sono quelle perché sono il minimo e il massimo cui sia possibile alimentare l'apparato ottenendone le prestazioni dichiarate o qualcosa di analogo.
sotto o sopra quei valori magari l'apparato si accende ma non trasmette oppure si rompe qualcosa.

se pure alimentassi il tuo apparato a 31,2V, probabilmente otterresti gli stessi watt in uscita che alimentandolo a 15,6V; dico probabilmente perché non ci ho mai provato, ma solitamente è così quando si tratta di apparati a doppia alimentazione.

--- Termina citazione ---

Quindi l'assioma più tensione più prestazioni non è generalizzabile?

Mi viene da pensare che nelle radio moderne o con concezione moderna (tipo appunto le 12/24V) la tensione di alimentazione non sia così direttamente legata alle potenze di uscita del trasmettitore!

Questo forse era valido nelle vecchie radio, dove non c'erano convertitori DC/DC nella circuiteria!

Potrebbe quindi essere che all'ingresso della circuteria interna inclusa la parte relegata alla RF del mc Kinley e di radio simili, arrivi una tensione stabilizzata da un convertitore dc/dc indipendente dalla tensione di alimentazione sulla quale vengono poi calibrate le potenze di trasmissione?

Mi si sta aprendo un mondo nuovo!

PapaGolf:

--- Citazione da: Aquila Fr - 22 Agosto 2022, 12:25:08 ---Generazioni di CB smanettatori hanno alimentato i propri "baracchini" con tensioni al limite della "fusione" !
Ci sono delle considerazioni da fare sull' utilità di queste pratiche che è pressoché nulla. Alimentare un apparato con una tensione al limite superiore fa guadagnare solo un minimo di potenza ma che ai fini dell' effettivo aumento della "portata" è assolutamente risibile (roba impercettibile su un normale s-meter).
Quindi il consiglio che posso darti è alimenta il CB con la tensione consigliata dal costruttore e problemi non ne avrai.

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile

--- Termina citazione ---

La penso esattamente come te, però mi piaceva poter argomentare circuterie e schemi elettrici alla mano, mo purtroppo non ne capisco nulla. E in radio si continua a dire che è "vietato alimentare" tramite batteria al piombo, perchè le prestazioni calano, anche questa fosse un 20A pienamente carica (3.2V tensione senza carico).

Forse il discorso deriva dai vecchi apparati dove la tensione di alimentazione andava diretta sulla circuteria RF della radio!

kz:

--- Citazione da: PapaGolf - 22 Agosto 2022, 12:30:34 ---Quindi l'assioma più tensione più prestazioni non è generalizzabile?

--- Termina citazione ---

potrebbe esserlo nei limiti di tolleranza dell'apparato: nel tuo caso se a 10,8v riesce a uscire con 3w di potenza RF, a 15,6v potrebbe produrre 4,5w in via ipotetica; idem con le soglie di alimentazione riferite ai 24v.
poi come in tutte le cose sarebbe necessario procedere per via sperimentale.

le tensioni di alimentazione dei CB sono legate, da decenni, alle tensioni delle autovetture; passare da 12v a 15v equivale a un aumento del 25%, pur essendo basse tensioni è un aumento importante. 


--- Citazione da: PapaGolf - 22 Agosto 2022, 12:34:33 ---E in radio si continua a dire che è "vietato alimentare" tramite batteria al piombo, perchè le prestazioni calano, anche questa fosse un 20A pienamente carica (3.2V tensione senza carico).

--- Termina citazione ---

e in auto, a motore spento, con cosa alimentano l'apparato?
raggi cosmici?

Geremia:
Leggendo questo post mi e' tornata alla mente "un sorso di giovinezza" di quando avevo 13 anni.
Se prendi un qualsiasi schema di CB, vedrai che i finali e i driver sono alimentati direttamente dalla tensione di alimentazione. Se la si riduce, la potenza in uscita diminuisce, se la aumenti oltre il limite del componente questo, "puff". Gli altri componenti interni sono generalmente alimentati tramite regolatori di tensione.
Ti consiglio di leggere e studiare i primi passi attraverso il testo che ti allego.
Buon studio !.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa