Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - jetway72

Pagine: [1] 2
1
antenne radioamatoriali / Re:Dubbi antenne long wire
« il: 06 Luglio 2018, 19:39:41 »
73 a tutti, sono nuovo nel mondo delle radio, ho comprato un sdr e la sto utilizzando da un mesetto per fare ascolto. Pian piano mi sto appassionando all'ascolto delle onde corte. Ieri sera ho steso 10 metri di filo sulla terrazza, avevo a disposizione solo quello, collegato senza un bal un ma in maniera rozza con un morsetto sullo stilo dell'sdr, mi sono divertito ad ascoltare anche se solo per poco un QSL dalla Germania, e poi il nulla, chiaramente ascoltavo molto rumore per via sicuramente del collegamento fatto in modo molto approssimativo.
Ora devo trasferirmi in campagna per un periodo e volevo mettere una long wire con balun 9 a 1 e collegarlo alla Sdr tramite cavo coassiale.
Ho la possibilità di mettere 25 metri di filo parallelo al suolo ad una altezza di circa 1,5 mt passerebbe tra gli alberi, quindi a contatto con rami e foglie (questo potrebbe causare problemi?). E poi la lunghezza del filo? Ci sono misure precise da rispettare oppure metto tutti i 25 metri che ho a disposizione? Faccio solo ascolto non devo trasmettere. Grazie

Ciao ho fatto un po' esperienza con le end fed... devo dire sempre tenendo conto del compromesso che con la versione 16.2m e UN-UN 9:1 ed un solo contrappeso di circa 10m... si hanno buoni segnali dagli 80m alle frequenze superiori.... io la uso anche per trasmettere (ma solo sugli 80M) in quanto su questa banda rende meglio dell'altra end fed mezz'onda invece per in 40 e 20m... lunga appunto 20.30m e un-un 49:1... quindi direi che potresti iniziare con la prima che ti ho detto...
saluti e buona esperienza.... sulla mia pagina di qrz ti fai una idea di come le ho installate....

https://www.qrz.com/db/IU1JQV

tieni comunque conto che ogni esperienza è a se stante....


2
Ok, infatti confermo che la modalità RAW fa fare i conteggi al software del PC... mentre senza modalità RAW i calcoli li fa l'analizzatore e l'invia già belli e pronti al PC... io uso sempre RAW...questi analizzatori vanno "conosciuti" e ci vuole un po' di sbattimento.. altrimenti andrebbero subito parcheggiati nel cassetto...se infatti non dessero i valori di reattanza non consentirebbero di fare le giuste valutazioni sull'andamento di una antenna.. non ho mai avuto modo di confrontarlo con un analizzatore "serio" ma credo che comunque analizzano piu che bene per quello che costano...



3
ciao non credo che Q in quella tabella rappresenti il fattore di merito...ma non so dirti cosa sia....
come dicevo prima anche a me il software fino a quando non esporto i dati in excel per la prima volta in quella sessione mi da valori della reattanza realistici solo quando sono positivi (induttivi) mentre quando sono negativi (capacitivi) da sempre 0... subito dopo avere generato un file excel e averlo chiuso nella successiva analisi tutti i valori sia positivi che negativi vengono indicati correttamente... non chiedermi perchè ma credo appunto sia un bug del software o il fatto che lo sto usando su win10 64bit...

4
ciao a tutti...mi intrometto anche se uso un analizzatore sempre economico ma diverso... sark 100 (credo però sia molto simile al tuo rosco)...... anche nel mio caso spesso sul display quando faccio le misurazioni appare la reattanza a 0, anche se per certo non dovrebbe esserlo... specialmente sulle frequenze da 7 mhz in su... mentre sugli 80m e 160m molto piu spesso i valori di reattanza vengono correttamente indicati anche sul display.......  è un bug a mio parere...
quando invece utilizzo il software da pc i valori di impedenza (resistenza e reattanza) sono corretti.....sempre considerando che è un analizzatore ecomonico...
ti consiglio di utilizzare questo software.. non proprio facile da far andare ma una volta che lo capisci è molto utile da PC...
anche il software purtroppo presenta un bug e cioè non interpreta correttamente le virgole e i punti, fino a quando non si fa una esportazione, le letture e i grafici quando si usa la modalità raw sono errati...
se avrai bisogno di supporto scrivimi e cercherò di condividere come fare per utilizzarlo e generare i file excel con grafici e tabelle di valori..
allego esempio di una delle mie end fed..

link software
http://www.sm6why.n.nu/sark-100



5
antenne radioamatoriali / Re:autocostruzione carico fittizio
« il: 05 Maggio 2018, 12:42:30 »
Salve, sicuramente già è stato fatto in questo modo... ma avendo in casa un vecchio dissipatore PC con ventola (circa 90w potenza dissipata...) una resistenza 50ohm come foto presa in cina 3 euro.. e non avendo la necessità di grandi potenze ho fatto questo facile facile con ventola da accendere all'occorrenza con piccola batterie 3 celle lipo (che uso nel modellismo)
provato con analizzatore tutto ok... provato sul campo in FM con 75w temperatura resta ottimale anche senza pasta termica che provvederò a mettere comunque, il resistore viene dato per 200w..ma appunto a me non serve arrivare a quelle potenze.

Condivido...
ciao





6
antenne radioamatoriali / Re:END FED 16.2m UN-UN 9:1
« il: 08 Gennaio 2018, 11:03:23 »
@IU0JKU
il mio caso dove con 2 end fed mi sono trovato una accordata per gli 80m e l'altra per i 40 e 20.. è stato possibile, se leggi i vari post, dopo varie prove smonta e rimonta ed anche modificando i miei UN UN in fatto di rapporto trasformazione, togliendo eccorciando bobine ecc.ecc.. tutto grazie ai consigli degli amici radioamatore esperti qui del forum... ciò è possibile grazie ai ragionamenti e analizzatore di antenna...altrimenti a tentoni non avrei "ottimizzato"...
nelle prime sperimentazioni quando non erano affatto accordate sulle suddette bande l'accordatore automatico non le accordava se superavano i 4:1 di ROS sui 80 e 40m.. mentre il buon vecchio magnum MT500dx le accordava senza problemi...ergo... un buon accordatore manuale serve sempre
 

7
ciao, a mio parere prima di installare queste antenne nelle "nostre" condizioni non ottimali sarebbe sempre meglio poterle provare in campo aperto abbastanza alte.... cosi intanto da vedere se tutto è stato costruito/assemblato a regola d'arte... poi ovviamente spostando l'installazione nella nostra abitazione si potrebbero tirare le giuste conclusioni... ma non sempre si può fare....oppure comunque avere un analizzatore d'antenna....
saluti

8
Buone feste, da quello che capisco dalla domanda probabilmente è una end fed o long wire, e i 2/3 loop di cavo di discesa siano riferiti ad un classico RF-choke in aria....
2-3 giri di cavo su un diametro di 30cm non sono sufficienti per una larga banda a fermare le correnti di modo comune e quindi non avresti l'effetto desiderato... è consigliato un RF choke su ferritte  o toroide per avere l'effetto desiderato...oppure fare piu spire di rg8 in aria su diametri e lunghezze calcolate
Allego link di una realizzazione di un "ugly balun" cosi potrai documentarti un po'... la materia qui sul forum è ampiamente trattata....
https://nababalao.wordpress.com/2014/05/20/2kw-broadband-rf-choke-per-hf-ugly-balun/
Saluti

9
Ciao a tutti, mentre sto aspettando che si compia la trafila burocratica, dopo l’esame andato a buon fine, ho deciso di costruirmi una filare da 16,2 m con materiale che avevo già in casa; ho spulciato qua e là in rete e ho preso spunto da un progetto di Ivo Brugnera I6IBE lo “smanettone” HI. L’elemento radiante è una comune cordina in rame da 1,5 mmq isolata, per l’adattamento dell’impedenza ho optato per l’UN-UN 9:1 realizzato con 9 spire trifilari su toroide Amidon T200-2 rosso, sempre con la stessa cordina (perché non avevo altro) e l’alimentazione in cavo rg58c/u che appena sotto la scatola forma un rf choke di 5+5 spire su toroide T140(?forse).
Ancora non so come funzioni, appena potrò la proverò e poi vi farò sapere. Sarà stesa in condizioni per così dire “di fortuna”, un po’ bassina ma non ho alternative, ed abbinata ad uno Yaesu FT-897D.
A proposito, mi sa che il prossimo acquisto sarà un analizzatore

73 de Max KD2OXS


ciao, vedrai che avrai modo di divertirti e collegare parecchie parti dell'europa con quell'antenna... nelle piu disparate soluzioni di installazione è una soluzione a mio parere ottima per iniziare e avere quindi dei riferimenti futuri per migliorare la propria esperienza antennistica sulle filari....
ottima scelta... se leggi nei vari post ne ho cotruite 2, una come la tua, poi allungata a 21,65m va bene sugli 80m e fa anche discretamente 40 e 20.. e una end fed hal wave multibanda poi ritrasformata diciamo in bibanda 40/20.... è una bella esperienza... ho l'analizzatore di antenna (economico) e ho potuto capire molte cose... ottimo avere l'amperometro RF che sto costruendo...
saluti
 

10
ciao, uno dei miei RF choke su toroide ft 240-43  lo tengo all'aria subito sotto alla scatola del trasformatore d'impedenza...appeso li... essendo avvolto nell'ultimo (o primo) metro di RG58..cosi da non utilizzare doppi connettori...non ti so dire quanto durerà ma da un anno all'aperto, neve gelo sole al momento il toroide sembra sempre uguale....

Saluti

11
antenne radioamatoriali / Re:lunghezza cavo long wire
« il: 22 Dicembre 2017, 22:40:59 »
@iw2mur veramente mi hai dato una ottima dritta... grazie ci penso nelle future installazioni.... essendo grigio si vede molto meno del nero.....
Saluti e Buone Feste!!!

12
ciao, tra l'olandesina e la end fed con trasformatore 9:1 nella mia personale esperienza sugli 80mt da molto piu rendimento la seconda random di 21.65m...
magari è un caso della mia installazione, comunque sono parallele... tanto è vero che ho tolto la bobina dell'olandesina con trasfomratore 49:1 alla fine e la sto usando prettamente sui 40 e 20m.... bande dove l'olandesina (stesso progetto del sito di fabio bonucci versione da 23mt circa) rende invece molto di piu rispetto all'altra... se cercate gli 80mt valutate... comunque sperimentare è la cosa giusta visto che ogni zona, ogni installazione e ogni autocostruizione ha una storia a se....
saluti e buone feste ragazzi....

allego video della differenza tra le 2 in 80mt


 

13
ciao ti ho risposto anche nell'altro tuo post...  qui ti ringrazio per aver condiviso il tuo cavo "rosso"....
saluti e buone feste...


14
antenne radioamatoriali / Re:lunghezza cavo long wire
« il: 20 Dicembre 2017, 22:04:23 »
ciao, sono contento che inizi a vedere i frutti del tuo lavoro sul tetto al freddo e al gelo!!!
Auguri e buone feste....
sperando di sentirci on air....
Angelo

15
antenne radioamatoriali / Re:Canna da pesca Rybakov modificata
« il: 20 Dicembre 2017, 01:05:02 »
ciao, effettivamente la tua domanda è lecita, il fatto di utilizzare un trasformatore di impedenza fisso ad esempio nel mio caso 4:1 è un compromesso studiato credo dopo varie analisi e lunghezze... perchè nelle frequenze radioamatoriali si è analizzato che un filo con una determinata lunghezza non risonante comunque in nessuna banda mostra una impedenza di circa 200 ohm... e quindi trasformarlo con un 4:1 lo riporta approssimativamente a 50ohm.. poi nella realtà avere una condizione dove l'impedenza sia realmente sulle frequenze radioamatoriali sempre intorno ai 50ohm è utopia, tutto dipende dalla installazione dall'eventuale numero di radiali/contrappesi, dall'utilizzo di un RF choke o meno... insomma ogni esperienza è a se stante..
allego un plots delle curve di impedenza ros e altro della mia, in una prova fatta quando la stavo mettendo su....il filo "radiatore" è lungo 9.60 metri, il coassiale è un ultraflex 7 lungo 10m, utilizzo un RF choke e il contrappeso 10m e installata a fianco del tetto di un palazzo... cambiando uno di questi elementi tutto cambia....la stessa antenna montata a terra dai miei suoceri era tutta diversa..proprio per la vicinanza al terreno..
saluti



questa è la mia spiegazione semplicistica ....e quello che ho capito io...

16
errore messaggio cancellato sorry

17
io ho utilizzato il t200-2 per potenze fino a 100w... esiste il t200-2b che regge potenze maggiori...
lo schema dell UNUN 9:1 eccolo...



io mi sono affidato a questo schema e i risultati sono giusti in fatto di trasformazione da test eseguiti con carico atiinduttivo di 450ohm..
non so dirti in relazione alle perdite del toroide ma su questo tipo di progetti il t200-2 è tra i piu consigliati...

toroide link
https://www.ebay.it/i/162512176106?chn=ps

trattazione unun 9:1
http://vk6ysf.com/unun_9-1.htm

mia realizzazione se hai rame smaltato puoi fare così..



18
OT....grazie era una curiosità, credo guaina in silicone, ma non avendolo mai visto volevo appunto conoscere meglio questo cavo e chi lo produce...eventuale tabella caratteristiche...
saluti

19
ciao, piu spire fai maggiore sarà l'impedenza che si crea al passaggio delle correnti di modo comune nella parte esterna della calza del tuo coassiale ... usando 160 80 40 metri va bene a mio parere anche con piu spire come hai fatto tu,  dall'immagine allegata precedentemente bastavano 17 manon cambia molto...... ma mi dici che RG58 stai usando ..rosso?

20
Riuscite sempre a stupirmi con il vostro linguaggio tecnicamente ineccepibile ma sempre chiaro anche per uno come me che mastica poco l'elettronica. Effettivamente dopo aver tolto il Choke e messo il cavo RG58 ho allungato il contrappeso con un cavo elettrico di 2 mm di ca 16 metri che ho fatto scorrere sul tetto e che ho intenzione di collegare alla grondaia oppure alla ringhiera che è enormemente lunga. Proverò appena scongelato a rimettere il choke con la lunga massa. Riguardo alla misurazione del ROS, alfine di non bruciare l'apparecchio, ho sempre pensato che dovesse essere intorno a 2 e non superiore a 2,5. Il problema è che nel mio caso supero di gran lunga in alcune frequenze il 3 e che non viene corretto dall'accordatore dell'icom. Per di più nella stessa banda è oscillante dall'inizio della stessa alla fine, ad esempio negli 80 metri a 3,800 è 2,7, scende a 1,5 a 3,600 e risale a oltre 2 a 3,500. Nei 160 e 40 invece è sempre alto. Altra caratteristica è che le misurazioni cambiano in continuazione anche a distanza di 5 minuti, anche con l'accordatore, a volte è più efficiente altre invece no.


io appunto non starei troppo focalizzato sull'andamento delle onde stazionarie su una random, che come detto non è sempre sinonimo di efficienza o rendimento di una antenna....certo devi avere modo di accordare l'antenna per il bene dei finali del tuo RTX, e poi vedere se riesci a farti sentire e se riesci ad ascoltare bene magari con basso rumore ( e qui l'RF choke aiuta fidati), mi sembra di aver capito che hai un ottimo temine di paragone con la comet 422 installata sul tuo tetto con la quale confrontare i tuoi esperimenti...
allego screen dell'andamento sul campo della mia end fed ora allungata a 21.65mt con 9:1 e installazione personalizzata di fianco al palazzo e in diagonale.. come vedi apparte la fortuna che ha voluto che sui 3.720Mhz ho un ROS 1.2 e sembra una buona efficienza/rendimento, in quanto mi sentono con buoni segnali.. per il resto devo sempre accordare....
p.s. il mio contrappeso da 10m non è collegato a nessuna massa/ringhiera...ne trovo giovamento...ma ogni esperienza è a se stante... prova e trova la soluzione migliore per te...



21
ciao, innanzi tutto non ci stai "rompendo" anzi è proprio la condivisione della propria esperienza che rende il forum interessante...
dopo aver messo l'rf choke hai messo un contrappeso almeno di 10m? altrimenti è abbastanza normale che peggiora.... visto che l'antenna non ha piu la controparte per poter funzionare...
facci sapere...

22
ultima prova oggi tirata di nuovo giù, la EFHW caricata (olandesina) e tolto la bobina di carico visto che tanto sugli 80m uso l'altra..lasciando solo la parte iniziale di filo di 20.30m (forse un po' meno dopo la taratura)... sui 40 e 20 non è cambiato nulla se non che adesso i ROS sono ottimi a centro banda... sugli 80m udite udite invece...sembrerà strano ma apparte i ros che prima erano quasi giusti ed ora sono schizzati sui 4:1, sembra meno sorda di prima cioè la differenza che prima era quasi sempre di 1,5 o 2 punti di Smeter rispetto all'altra antenna ora la differenza è 0,5 punti di Smeter... la bobina e il codino nonostante la portassero quasi in risonanza la rendevano sorda... a breve farò le prove in trasmissione comparative con qualche amico corrispondente dove la differenza era notevole in trasmissione...cosi da vedere come và sempre rispetto all'altra che reputo discreta per la mia condizione...tutto questo sempre per condividere a chi vorrà magari fare la stessa antenna... anzi fatemi sapere come andrà la vostra "olandesina" 80 40 20 15 10..


23
@LP_65
per quanto mi riguarda la scelta end fed è per avere la linea di alimentazione vicino al balcone da dove parte molto comoda... la doublet con piattina sicuramente piu performante ma necessita di calata perpendicolare al centro se non erro,  molto piu visibile essendo piattina.... e a valle si deve poi usare un accordatore per bifilare mentre la maggior parte dei nostri accordatori sono per coassiale...anche se ho visto che si potrebbe passare da bifilae a coassiale e poi andare all'accordatore...

correggimi se sbaglio...

24
Purtroppo non riesco a visualizzare l'immagine. Procedo. Grazie

prova a cliccare qui
http://www.karinya.net/g3txq/chokes/choke_impedances.png

25
73 a tutti, se per esempio parliamo di banda 80 mt e  hai un filo lungo 30 mt e ci metti la bobina e codino il contrappeso portà anche essere molto corto perchè effettivamente il filo lo porti a risuonare a 1\2 onda (caricato all'estremità risuona...) ma se hai il filo più corto del 1\4 d'onda e carichi non sarà mai una 1\2 onda caricata ma sempre un 1\4 caricato che vuole almeno un contrappeso lungo 1\4 d'onda, che poi sia sufficiente il cavo di discesa o una massa terra ecc... è da sperimentare sul posto ma se vuoi un minimo di resa non si scappa da questa regola... se il filo è più corto di 1\4 d'onda vuole contrappesi adeguati, se più lungo di 1\4 d'onda è sufficiente un contrappeso minimo, poi con interposto il toroide avvolto in modo tale che adatta l'elevata impedenza della 1\2 onda e compensa le reattanze funziona ma il principio di funzionamento non è ben chiaro come lo descrivono in rete...

Grazie molto utile questa altra informazione ne farò tesoro..infatti ora che ci penso la end fed da 16.2mt che avevo prima (con toroide 9:1 e rf choke rg 58 8+8 spire su FT 240 43) andava molto meglio con contrappeso lungo proprio sugli 80m...  il choke lo uso sempre su queste antenne anche se spesso non viene consigliato nei progetti perchè mi piace poter evitare che il cavo sia troppo partecipe all'irradiazione dell' antenna con conseguenti fientri di RF.. e da non farmi piu capire nulla sulle modifiche che faccio..
73

26
Oggi mi arriva il toroide rt240-43 per costruire rf choke. Quante spire di RG58 mi consigliate per ottenere un eccellente risultato con il mio balun 9:1 frequenza 1,5-50 mhz e lunghezza filo antenna di 16,2 metri? Grazie

allora fai 8+8 spire contrapposte cosi avrai una buona/ottima attenuazione delle correnti di modo comune sulle basse frequenze, sulle alte basterebbero meno spire...
vedi l'immagine sotto certo con quel toroide forse sopra i 30mhz non non so come si comporta... io i miei rf choke li faccio sempre 8+8 spire e a quel punto il cavo non è piu parte radiante dell'antenna cosi da consentirmi delle misurazioni piu "reali"





27
l'857D l'ho visto, mi attira il quadribanda per la sua versatilità, ovviamente per ogni scelta ci sono dei compromessi..il mercato dell'usato è piuttosto alto, forse nei mercatini radioamatoriali potrei trovare qualche occasione, ma chiaramente non vedo l'ora di iniziare..
Provo a fare qualche nuova ricerca on-line con le vostre indicazioni.
grazie dei consigli


io l'ho preso 8 mesi fa aveva 2,5 anni ed era in garanzia.. pagato 600 compreso kit remotizzazione frontalino e strumento analogico smeter (autocostruito) avevo fatto una ricerca con i numeri di seriale e relativi anni di produzione cosi da valutare l'acquisto... esiste in commercio da piu di 15 anni se non erro quindi importante in base al prezzo vedere l'anno di produzione.....

28
ciao, mi permetto di dire la mia se sei agli inizi potresti iniziare con un FT-857D usato si trovano ad un prezzo discreto e sono quadribanda cioè fai tutto, cerca magari uno delle ultime serie perchè esenti da alcuni problemi noti sui filtri..... certo non è un apparato da base e quindi la ricezione è di un veicolare... ma io lo uso e mi trovo bene, fa tutto e discretamente.... poi nel tempo cercherai di selezionare l'apparato per stazione base....
per i discorso di IZ1YFE, quoto appieno...il 450D piace anche a me...

29
ciao ti ringrazio per il complimento, posso dirti che anche provenendo da altri studi (non elettronici) e novellino di nominativo, ho sempre avuto la passione per l'elettronica ed ho sempre masticato la materia... ma non sono assolutamente nessuno e conosco un po' di teoria studiata di volta in volta si presentava il progetto e di conseguenza il problema!!!
Sto condividendo la mia esperienza in campo perchè ci sto passando prima di te, anzi non prenderla come oro colato... ci fossero gli interventi di altri  amici piu preparati avresti sicuramente dei consigli migliori....io sono il primo a chiedere aiuto..
il mio consiglio per verificare che il tuo materiale (UNUN e antenna) sono OK è quella di smontarla cosi come è, portarla in un campo aperto e istallarla tra 2 alberi magari a 5-6 metri da terra senza rf choke e con circa 20 mt di RG58 o simile cosi da usarla per come è stata progettata... anche se il cavo di calata farà parte del sistema irradiante dovrebbe funzionare bene sulle frequenze per cui è nata.. se anche in quella circostanza presenta dei ros e rendimento pessimo... allora saresti quasi sicuro che il tuo BALUN non va bene per qualche motivo... tutto ciò non avendo strumenti idonei a fare le giuste valutazioni...
rispondendo alla tua domanda se il tuo è un commutatore elettronico remoto allora tutto compartecipa all'irradiazione dell'antenna essendo una antenna random non risonante, perchè è la calza del coassiale che si unisce all'altro cavo e commutatore e quindi succede un pastrocchio.... fai delle prove con calata unica mentre fai gli esperimenti sulla end fed te lo consiglio...
un RF choke appunto aiuta molto anche a risolvere questo problema....
saluti

30
ciao perche non provi a costruirtelo con 9 euro fai tutto è molto facile.....se non usi potenze elevate fino a 200w puoi farlo con il t200-2...poi il tuo è un BALUN o UNUN?
il fatto che avvicinando alla comet ti dia stazionarie anche su quella è abbastanza normale... quasisasi antenna filare o filo o tirante di metallo posta vicina ad un altra antenna viene vista come capacità parassita su queste frequenze e quindi cambia l'andamento delle antenne, comunque immagino che avendo la 422 sui 40 e 20 sei già piu che apposto... e stai sperimentando questa end fed per gli 80m... giusto? non credo potrai ottenere sui 40 e 20 un rendimento maggiore della comet 422 di cui si parla un gran bene
posso dirti che il il contrappeso della mia end fed 16.2mt con UNUN 9:1, l'ho fatto lungo 10 metri e ho messo l'RFchoke sul cavo di discesa subito dopo l'UNUN.. ma il contrappeso però non l'ho avvolto ma l'ho steso il piu possibile quasi a simulare un dipolo a v invertita... il ROS sugli 80mt è circa 3 ma il rendimento della antenna va bene accordata con accordatore
....
purtroppo solamente tu puoi sperimentare la tua antenna che è installata diversamente da come dovrebbe essere per natura quindi ogni installazione è a se stante.. quello che ho fatto io potrebbe non andare bene per la tua situazione... i progetti delle end fed sono funzionali se possono essere installate a dovere.. altrimenti bisogna adattarle e scendere a compromessi, io ad esempio su un'altra end fed ho dovuto ridurre il rapporto di trasformazione da 64:1 a 49:1 per ottimizzarla modificare l'induttanza della bobina di carico, tutte queste prove però le posso fare perchè ho un analizzatore di antenna e quindi ci posso ragioanare sopra vedendo sia i ROS (che sono importanti ma non ti fanno capire molto) che la reattanza, impedenza e tutti i dati.. .. cosi come fai tu vedendo solamente i ROS posso dirti che l'impazzimento è dietro l'angolo.... :28: :287716_Faccine: :brancard:


io l'ho fatto cosi e misurato con l'analizzatore di antenna trasforma bene 9:1

31
infatti si può mettere con piu curve da quanto ne so io, se la long wire è veramente long... ma a zig zag sempre verso una direzione... ma non ripegando su se stesse le curve....altrimenti cambia tutta l'impedenza...

32
ciao, ok chiaro ma il contrappeso è lungo 0,05 lambda della frequenza piu bassa cioè il 5% ... 4 mt non mezz'onda ... cosi avevo scritto all'inizio...

ecco perche non capivo il tuo ragionamento...

comunque grazie per il tuo prezioso intervento...

33
scusa r5000 ma non seguo il tuo ragionamento quando dici
"cioè in 80 mt hai quasi 1\4 d'onda e con la bobina di carica ci arrivi sicuramente, in pratica hai quasi i 50 ohm che disadatti tramite unun che ha un rapporto differente da 1:1 quindi peggiora"
se ho capito bene la teoria che ho studiato dal progetto il filo + la bobina e codino simulano per gli 80m.. un unico filo di mezz'onda (40m)  e l'impedenza alimentato all'estremità non è 50 ohm ma altissima... o sbaglio? di qui la necessità di alta trasformazione di impedenza...
qui parliamo di end fed half wave progetto di 20,30 + bobina + 2.40m di codino
dove sbaglio?
 

34
allora mi rispondo da solo che è sempre bene condividere sul forum....grazie ad esperimenti e prove fatte suggeritemi da altri amici radioamatori in altro forum specializzato, alla fine i problemi erano molteplici, uno... installazione purtroppo vicino ai palazzi, due... altra antenna filare montata parallela a circa 70cm di distanza (end fed non risonante 16.2mt UNUN 9:1), tre.... la bobina nonostante fosse giusta come progetto 110uH, nel mio casso era troppo alta proprio per la posizione personalizzata di installazione obbligata... causa condominio...e quindi l'antenna risultava elettricamente piu lunga abbassando di parecchio il punto di risonanza come da file excel allegato..circa 3.2mhz...
piano piano togliendole da vicino l'altra antenna e accorciando un po' alla volta la bobina togliendo circa 12-13 spire... adesso sono quasi riuscito a portare in risonanza anche gli 80m... ROS 2:1 sui 3.7 mhz....accordabilissimi con magnum mt500
 
non mi da però soddisfazione...mi spiego, sui 40 e 20m è precisa sia come ROS che rendimento... sugli 80m, forse causa bobina di carico, non è cosi performante come mi sarei aspettato rispetto alla prima end fed da 16.2mt che avevo assieme come confronto... quell da 16.2mt è molto piu silenziosa e i segnali piu forti sia in RX che TX parlando degli 80t.. installata nella stessa posizione.... sui 40 e 20m invece è molto meglio quella oggetto di questa discussione...cioè la EFHW multibanda da circa 23mt con induttanza e trasformatore di impedenza 64:1 che comunque durante gli esperimenti ho portato a 49:1 come indicato su un altro progetto..
vedrò di capire se c'è qualche altro errore da parte mia nella costruzione, oppure se è proprio cosi come antenna con un rendimento buono sui 40-20 e un po' sorda sugli 80m..
vi terrò aggiornati
73

35
diciamo che come installazione non è consona.... si consiglia a v invertita a L o in sloper  o ideale stesa parallela al terreno come un dipolo classico possibilmente alta...ma ripiegata su se stessa non credo vada bene... comunque il BALUN o meglio l'UNUN 9:1 io l'ho costruito da solo con toroide t200-2 e misurato con strumento trasforma correttamente... non hai modo di provare la tua antenna stesa magari solo in diagonale verso il basso con una sola curva? o meglio ancora parallela al terreno  ad esempio dal tuo tetto fino al tetto di un vicino che ti fa fare la prova? e vedi l'andamento dei ros che sicuramente sarebbe meglio

36
antenne radioamatoriali / Re:lunghezza cavo long wire
« il: 08 Dicembre 2017, 20:20:03 »
ciao, quel tipo di antenna è ostica da accordare con gli accordatori interni se non è installata in un luogo ideale, non impazzire con il tipo di filo un comune filo di rame da 1.5mm quadri va piu che bene..... stessa mia esperienza con LDG  esterno automatico... se è disadattata e mostra un ros (senza accoradatore) di 3.5 o superiore l'automatico non la accorda sulle frequenza basse... invece con il magnum mt500 manuale la accordo tranquillamente... piu che vedere il ROS, che puo dipendere da 100 cose come ad esempio tipo di installazione vicina al palazzo, toroide non proprio perfetto nell'avvolgimento,  e altre cause, dovresti avere qualche confronto per vedere se è "sorda" in quelle bande... su questo tipo di antenna se non hai campo aperto e altezza giusta da terra, il ros può variare molto dal progetto iniziale... sto impazzendo anche io con un'altra end fed "risonante" non random come la tua... e il problema è il luogo dove posso metterla che mi sta facendo fare molte modifiche per renderla piu risonante possibile proprio sugli 80mt...... con quella da 16.2mt invece con UN UN 9:1 tipo la tua i ros non sono ottimali ma in 80mt va benone ed anche sui 40 e 20 discreta... come metro di giudizio non uso i ROS ma vedo il segnale di chi i ricevo e quando lo chiamo se mi sente subito e il segnale è lo stesso posso ritenermi soddifatto.... oppure switcho tra 2 antenne di riferimento che so come vanno e vedo se i segnali peggiorano... certo se il ROS è altissimo collegata diretta, e anche con un accordatore "serio" non riesci ad accordarla allora c'è qualcosa che non va...
altra cosa che devi tener conto che se non hai montato un RF choke la lunghezza del cavo di alimentazione influisce molto in quanto irradia...rendendoti l'antenna imprevedibile...
mi sembra di ricordare che una lunghezza da usare vicina alle tue misure sia 36,27mt.. ma non l'ho mai provata... sono partito per problemi di spazio con 16.2 e mi sono trovato bene ma ripeto non in fatto di ros ma perche mi sentono in tutta italia con buoni segnali... tanto ricevo tanto mi sentono... a parità di W


37
antenne radioamatoriali / Re:lunghezza cavo long wire
« il: 08 Dicembre 2017, 11:12:40 »
ciao per quanto riguarda l'RF choke che seguito questa tabella trovata in rete, l'ho realizzato con 8+8 spire di RG58 contrapposte avolte su toroide FT240-43 il massimo che ci si possono fare causa spazio...dalla tabella si evince la sua attenuazione alle correnti di modo comune principalmente sulle frequenza basse e non certamente per i 50mhz...l'ultraflex 7 è il cavo per la discesa che collega l'antenna (dopo l'rfchoke) al RTX.... le immagini potranno chiarirti come realizzarlo...
la copertura dell RFchoke è indifferente dal tipo di antenna e come viene costruita...ma dipende dal numero di spire e materiali utilizzati come nucleo, anche l'aria va bene ma molto meno efficace...
poi un mio parere... una antenna long wire è preferibile e da comunque il meglio di se per fruequenza basse... io mi trovo bene sui 3.7mhz 7 mhz e 14mhz... piu su trovo giovamento con le verticali.... o meglio direttive che però non posseggo....
per i 50metri non credo proprio sia una antenna idonea.... 

comunque la sperimentazione personale su questo tipo di antenne è fondamentale da cosa ho imparato in queste esperieze... puoi anche omettere l'RFchoke e valutare cosa accade nel tuo caso come rientri di RF...alcuni progetti non prevedono l'RFchoke... ma dalla mia pochissima esperienza quando non è presente entra di tutto in antenna anche a livello di disturbi....








38
antenne radioamatoriali / Re:lunghezza cavo long wire
« il: 05 Dicembre 2017, 19:03:06 »
ciao e ben arrivato...per quando riguarda la linea di alimentazione, meglio evitare saldature, cerca di calcolare subito quanto ne serve e abbonda sempre un po' poi in extremis se non sarà sufficiente prendi  un femmina femmina pl259 e via, poi consiglio visto che hai montato un contrappeso di mettere un RFchoke subito dopo l'attacco sotto antenna in quanto per esperienza i rientri di RF sono veramente tanti su quel tipo di antenna.... io ce l'ho da 16.2mt va benone proprio con contrappeso di 10mt.. ma con RF choke.... come foto....e 11 metri di ultraflex7, tieni conto che cambia sempre da installazione a installazione e avere valori di ros ottimali su tutte le bande dichiarate presupporrebbe una installazione in campo aperto alla giusta altezza e con discesa perpendicolare.. insomma beato chi può...
la lunghezza della linea di alimentazione essendo una multibanda e mettendo il choke non si calcola più...mettine quanto serve e basta..



39
molto bene io sono passato a settembre e sono già onair..... ottimo nuovi IU1 in arrivo!!!!
congratulazioni a tutti....

40
Ciao, dopo la versione da 16.2  metri con UN UN 9:1 con la quale mi sto divertendo,  ho deciso di costruire questa antenna EFHWA multibanda come da numerosissimi progetti online..con trasformatore impedenza 64:1 su toroide ft240-43, ho aggiunto un rfchoke di 8+8 spire di rg58 su altro toroide ft240-43 e un contrappeso di 0.05 lambda della frequenza piu bassa (80m) cioè lungo circa 4mt...

l'induttanza l'ho calcolata con un software trovato sempre in rete ottenendo 85 spire rame smaltato 1mm diametro su tubo pvc da 40mm diametro, la stessa bobina è stata misurata con induttanzimetro (non professionale) e segna 110uH come da progetto...
https://officinahf.jimdo.com/antenne-hf-mf/hf-end-fed-multibanda/
posizionata parallela all'altra cioè in diagonale verso un albero partendo da sopra il mio tetto ancorata ad un palo alto sul balcone...
sui 40 metri va meglio dell'altra avendo provato e riprovato con corrispondenti lo switch in tempo reale delle 2 antenne... oltretutto sui 40 è abbastanza accordata...sui 20 anche rende meglio dell'altra ma non è accordata forse perchè non ho messo il condensatore di 100pF come da progetto
il mio problema nasce sugli 80m dove invece fa un po' come vuole, cioè è molto meno performante rispetto a quella di 16mt e invece sui siti spesso dicono che dovrebbe essere meglio...
allego il file con i dati ricavati sulla scansione del mio analizzatore sark100 dove si vede l'andamento della impedenza e reattanza (sia induttiva valore positivo Xs che capacitiva valore negativo Xs), per la taratura sugli 80mt dovrei agire sulla bobina e sull'ultimo spezzone di filo dopo la bobina ma anche avendo provato ad accorciare sia il numero di spire che il filo varia pochissimo....e non arriverò mai a farla risuonare sugli 80m visto che al momento sembra risuonare  sui 3.2mhz... sicuramente la posizione vicino ai palazzi capannoni non aiuta (però sui 40 va).. ma essendo ad alta impedenza avevo letto che veniva poco influenzata da ciò che si trova vicino (quanto meno per le stazionarie)...
chiedo gentilmente agli esperti se potete dare una visione al file e darmi qualche consiglio sulle modifiche da fare per ottimizzare gli 80m...

grazie








41
discussione libera / Re:Nuovo radioamatore
« il: 04 Dicembre 2017, 12:30:49 »
congratulazioni!!! a presto on air...

42
antenne radioamatoriali / Re:Analizzatore (super) economico
« il: 04 Dicembre 2017, 09:16:39 »
tratto da un manuale trovato in rete, traduzioone in italiano...
rigexpert aa 54

"Altri  tipi  di  antenna  possono  avere  più  di  un  elemento  da  aggiustare,  come  bobine,  filtri,  etc.  così  questo metodo  non  funzionerebbe.  Si  può  usare  allora  il  modo  SHOW  ALL  per  monitorare  continuamente  edaggiustare i parametri dell’antenna al volo. "

p.s. per l'off topic..ricordare il mondo informatico di 30 anni fa  mi fa tornare alla mente belle emozioni... come ad esempio a 15 anni mio padre mi aveva incaricato di far funzionare il vic20 con l'interfaccia per RTTY.... che roba!!!

comunque siamo OT in tutto qui si parlava di analizzatore economico... sorry...

43
antenne radioamatoriali / Re:Analizzatore (super) economico
« il: 03 Dicembre 2017, 16:55:12 »
Occhio perche', come mi sembra di avere capito, il RIGEXPERT non fa la scansione continua.
ok mi leggo le caratteristiche ma credo AA54 si...

44
antenne radioamatoriali / Re:Analizzatore (super) economico
« il: 03 Dicembre 2017, 14:10:07 »
Ognuno di noi ha i suoi punti di vista, ci mancherebbe. Io ad esempio in uno strumento di questo tipo ricerco la possibilita' di vedere, in tempo reale, la variazione della rappresentazione grafica in un range di frequenza predeterminato al variare della messa a punto del sistema irradiante senza necessariamente rilanciare la scansione manualmente. Inoltre la graficazione su un display, senza necessariamente collegarlo ad un PC, per me e' importante. Ad esempio analizzatori come il RIGEXPERT AA-30 mi sembra necessitino di riarmare la scansione e non da' la visione complessiva sulle bande HF. Se si vuole questo occorre l'AA-54 che pero' mantiene la caratteristica di scansione manuale. Anche il Surecom sa-160 ha questa caratteristica che trovo poco entusiasmante, mentre il metrovna e' sempre in sweep e con una frequenza di refresh molto alta. Da qui, se modifichi qualcosa, vedi immediatamente il risultato sul grafico anziche' lanciare una nuova scansione ed attendere il completamento della graficazione, poi anche lui ha i suoi problemucci adesso in parte risolti con la nuova release FW. E' chiaro che stiamo parlando di oggetti con prezzi diversi di almeno una grandezza rispetto al MINI60. Ho visto un video su youtube sull'utilizzo dell'AA-30 e ho notato che, a meno che sia un problema del video, una lentezza notevole nella graficazione sul display. Per esempio, proprio perche' per me e' importante una graficazione veloce sul display, nel prototipo che ho fatto ho realizzato in assembler la parte di calcolo della frequenza e la sua programmazione sul DSS, quella di misura (media di 10 campioni per acquisizione per singola frequenza) e la parte di graficazione sul display, ottenendo, rispetto alle stesse scritte in c e facendo uso delle librerie che circolano in rete un deciso miglioramento, non come sul metrovna, ma ci sono andato vicino, e tutto questo usando un microcontrollore a 8 bit con l'utilizzo di dati di tipo double. Avrei potuto ulteriormente aumentare la velocita' nella programmazione del DDS utilizzado una programmazione parallela anziche' seriale ma non avevo pin disponibili sul micro che e' un ATMEL ATMEGA328, lo stesso che usa la piattaforma Arduino e che si trova comodamente. Sulle differenze tra uno strumento e l'altro e' chiaro che ci sono ma devono essere contenute.
Questo ovviamente e' il mio punto di vista. Consiglio per chi si cimenta nell'uso del modulo DDS AD9850 o AD9851, abbassare la resistenza collegata al pin I/R da 3,9K a 2.2K ottenendo un deciso aumento della potenza di  uscita dal modulo in modo da fare lavorare i diodi del rivelatore vicini alla zona lineare.

quoto alla perfezione, anche a me capita spesso che mentre sto sperimentando/modificando posizione o lunghezza di antenne, avrei la necessità di renderizzare in tampo reale il grafico ma il sark100 è macchinoso come utilizzo da PC ed il bluetooth aiuterebbe non poco mettendolo in scansione continua..invece sul suo display aggiorna in tempo reale, però non ho i grafici essendo appunto un display a due righe.. .....ero titubante quando l'ho acquistato avendo letto alcune recensioni negative soprattutto per la frequenza che qualcuno dichiarava essere sballata... invece il mio esemplare no, poi comunque come indicato prima fa il suo lavoro discretamente per iniziare a capire l'andamento delle antenne fornendo tutti i dati necessari, impedenza e tutte le sue componenti, SWR ecc.ecc..... un professionista del settore lo butterebbe dopo 2 minuti   :-D ma un appassionato hobbysta come la maggior parte di noi può valutarne l'acquisto senza poi doversi pentire...
passerò in futuro ad un rigexpert quasi sicuramente..
73

45
antenne radioamatoriali / Re:Analizzatore (super) economico
« il: 03 Dicembre 2017, 08:58:50 »
ciao, io posseggo il sark100 che sarebbe il mini 60 senza bluetooth, pagato circa 65 euro spedito... utilizzo 2 software scaricati dalla rete che mi consentono l'uso sul pc... per quanto riguarda la precisione di frequenza di analisi sembra allineato con l'apparato quindi ok, per quanto riguarda la precisione non avendo un rigexpert o altro professionale per confrontarlo ho usato il rosmetro del magnum mt500 per vedere se andava bene... i valori che si ottengono durante l'analisi di SWR sono simili ma non uguali all'apparato... può esserci un errore anche di mezzo punto... sembrerebbe che sugli 80m e 40mt e 20m sia abbastanza preciso, poi salendo la precisione diminuisce... comunque l'analisi che fornisce è verosimile e molto utile per capire l'andamento dell'antenna.... allego file excel generato dal software che utilizzo su delle prove con una rybacov che avevo fatto... sia grafici che sezione dati completi... utilizzato senza pc comunque ha la funzione scan... direi che per quello che costa va piu che bene....

46
antenne radioamatoriali / Re:END FED 16.2m UN-UN 9:1
« il: 27 Novembre 2017, 11:22:53 »
ciao r5000 grazie per la tua risposta, infatti dopo aver letto i molti interventi di iz2uuf e visto il suo sito
http://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/
vorrei proprio contruirmi un misuratore di correnti di modo comune... il progettino sembra facile ed alla mia portata...cosi da fare sempre delle analisi dati alla mano e non valutare solo perchè sento che l'altoparlante del PC fa rumore... :-)
mi sono orientato su quella perchè ho letto in altro sito che risente poco di come viene installata essendo ad altissima impedenza..
la realizzazione dell'antenna  la farò visto il costo esiguo e spazio...
credo che i miei step da autocostruzione da novizio siano stati comunque fatti da molte persone e cerco appunto sempre pareri di chi c'è passato prima, anche sapendo che ogni esperienza è a se stante...

Grazie

47
antenne radioamatoriali / Re:END FED 16.2m UN-UN 9:1
« il: 27 Novembre 2017, 10:57:11 »
ciao, ho effettuato delle modifiche in quanto i rientri di RF non erano gestibili... aggiunto un RF choke su toroide ft240-43 e 8+8 spire rg58 e contrappeso di circa 10m... 
come era prevedibile ho avuto una sensibile riduzione del rumore di fondo qrm misto a rumore alternata (verificato che veniva captato dall'antenna o rg58..e non proveniente da qualche alimentatore in casa) che prima era a volte anche di 9+10... ora siamo intorno ai 7... i segnali sembrano essere come prima in tutte le bande ed anche l'andamento delle stazionarie è abbastanza accettabile e gestibile tramite accordatore... ergo ascolto meglio...in trasmissione sembra andare uguale... cioè leggermente peggio in 40m rispetto alla rybakov, ma nettamente superiore in 80m, anche se corta mi fa fare qso in italia in 80 con segnali intorno al 9...
ora siccome leggendo ho trovato un altro progetto interessante per me, in quanto lo spazio arriva proprio li... di una antenna end fed risonante con trasformatore di impedenza 1:64 per 80 40 20 15 10m con una induttanza di 110uH che ho già realizzato e misurato con l'induttanzimetro..
https://officinahf.jimdo.com/antenne-hf-mf/hf-end-fed-multibanda/
volevo realizzarla... secondo voi o per esperienza o per teoria, avrei dei giovamenti apparte il ROS che se fatta bene essendo risonante dovrebbe essere basso sulle bande suddette, sostituendola nello stesso posto della attuale end fed non risonante da 16.2m e un un 4:1?
Graditi vostri pareri
Grazie
73



48
io i tondini da 4mm siccome devono a distanza di circa 10mm li go girati a mano intorno ad un bullone da 10mm stretto sulla morza...il risultato discreto
@IU1IAZ ti sei trovato meglio con la popovic?
 avevo visto il progetto ma ho scelto questo che però in uhf non mi sembra granchè...in vhf invece sembra andare bene



49
discussione libera / Re:A volte torna la voglia di Vintage..
« il: 25 Novembre 2017, 20:32:10 »
anche se sono nuovo di nominativo.... sono vintage dentro....e funzionano ancora benone....




50
ciao    Fabiorieju, la mia esperienza è che se un po' di basi si hanno di elettronica probabilemente da autodidatta si può ottenere un buon risultato all'esame, ma se si è proprio a zero di elettronica una guida capace ci vorrebbe... altrimenti si rischia di fossilizzarsi su concetti si importanti ma che poi all'esame potrebbero non servire.... io ho preferito frequentare proprio a inizio anno un corso di alcuri amici radioamatori capaci di spiegare bene i concetti e renderli fruibili ai profani (e questo è fondamentale) e mi ha aiutato molto... avevo una buona infarinatura del mondo di radioamatore ed elettronica pur provenendo da altri studi... e questo anche mi ha aiutato... poi altra cosa fondamentale è aver potuto esercitarmi sui quiz radiotest liguria http://www.comunicazioniliguria.it/quiz.php che sono proprio quelli che potrai trovare in sede d'esame... altra cosa da non sottovalutare è il radioascolto per farsi l'esperienza sulla dialettica da utilizzare e familiarizzare con questo fantastico mondo...insomma sicuramente frequentare un corso non fa male... anzi...
in bocca al lupo e mi raccomando provaci e vedrai che ti appassionerai...

51
antenne radioamatoriali / Re:Consiglio toroide
« il: 20 Novembre 2017, 23:12:40 »
ciao sui progetti della canna da pesca sembrerebbe il piu consigliato e alternative se non devi andare su di potenza non ne ho trovate alternative consigliate... io ho costruito con il t200-2, 2 canne da pesca una 10m e una 8mt entrambe vanno benone, quella da 10m oltre all'UN UN è stata corredata di RF choke con un toroide FT240-43 ed 16 spire di RG 58 e radiale come contrappeso avendo messo il choke, perchè comunque la utilizzo in stazione fissa, quella da 8mt che uso come portatile invece ha solo l'UN UN e 15 mt di RG 58 che uso come contrappeso ben steso a terra nei campi...poi sempre con il t200-2 ho anche fatto una end fed da 16.2mt con rapporto 9:1 e anche essa mi sta dando soddifazioni in 80mt addirittura... perche con la canna il rendimento era molto molto basso su quella banda...ci sono molti pareri contrastanti e alcuni utilizzano le bacchette di ferrite e dicono che sono migliori, purtroppo a mio parere non avendo una attrezzatura idonea alla misurazione di perdite, e tutti i valori oggettivi per giudicare un toroide o una ferrite anzichè un altro, restano spesso dei pareri personali ...il mio consiglio visto il costo esiguo è di provare di persona...
73

52
@hulk la mia esperienza è che ho iniziato co una canna da pesca con contrappeso e fino ai 40mt riesco benino... ma sugli 80 non c'era verso... allora ho deciso di farmi una end fed da 16.2mt con UN UN 9:1 anche se è corta mi sta consentendo di fare qso nazionali tranquillamente... con 100w ho fatto quella che si trova nei progetti ... con il cavo che fa da contrappeso... messa un po' in diagonale... ma per l'italia va benino.... facci un pensiero...

53
Kenwood / Re:consiglio microfono vecchio TX KENWOOD T-599S
« il: 20 Novembre 2017, 17:50:59 »
Grazie, si vede proprio la tua passione e conoscenza dal tempo che dedichi a spiegare, e soprattutto come viene effettuata la spiegazione, ricca di particolari tecnici e storici...
Complimenti Massimo e grazie ancora per le tue indicazioni..
Per ora il microfono lafayette fa un discreto lavoro ... ma effettivamente potrei seguire il tuo consiglio smontando la capsula e sostituirla, magari in qualche fiera troverò qualcosa..
Saluti...
Angelo

54
Kenwood / Re:consiglio microfono vecchio TX KENWOOD T-599S
« il: 20 Novembre 2017, 11:40:52 »
cosi giusto per finalizzare a ancora ringraziare ho montato un microfono da base lafayette che avevo... tutto funziona molto bene, anche la potenza di TX è intorno ai 100w dichiarati.... stamattina ho fatto un qso e i rapporti sono stati buoni... purtroppo il microfono che si vede in foto geloso non va piu tanto bene tutti mi hanno detto che la modulazione è strozzata e poco comprensibile...mentre con il lafayette anche se ricca di toni alti tutto ben comprensibile...
73



55
Kenwood / Re:consiglio microfono vecchio TX KENWOOD T-599S
« il: 20 Novembre 2017, 00:02:38 »
Si non ci saranno problemi per adattare i pin del microfono... un po' di esperienza di elettronica ce l'ho...spero quindi poi di sentirci on air  con l'apparato vintage, che a mio parere ha un fascino non da poco...
73...

56
Kenwood / Re:consiglio microfono vecchio TX KENWOOD T-599S
« il: 19 Novembre 2017, 23:14:11 »
Grazie infinite Massimo..per la precisione della spiegazione, confermo che dispongo anche del ricevitore R-599D che è gia in utilizzo da gennaio qui in stazione, l'ho utilizzato per fare SWL prima di prendere la patente ed ancora fa egregiamente il suo lavoro.. anzi rispetto al nuovo ft 857D  ha una ricezione ed  un ascolto molto piu rilassanti si sente e si capisce sempre tutto anche segnali bassissimi...avevo già individuato il selettore da te indicato per impostare l'impedenza...ma appunto credevo che il classico microfono del CB non fosse compatibile... allora proverò con uno di quelli con la giusta piedinatura e poi valuterò per rendere piu onore al TX in futuro, se tutto funzionerà bene, all'acquisto di un MC50..
Angelo IU1JQV...

57
Kenwood / consiglio microfono vecchio TX KENWOOD T-599S
« il: 19 Novembre 2017, 15:23:03 »
ciao a tutti ho iniziato ad operare con un FT 857D, e le apparecchiature che erano di mio padre vorrei rimetterle in funzione, mentre facevo delle prove ho notato che il microfono che utilizzava mio padre sul TX KENWOOD T-599S forse non va piu, parliamo di ultimo utilizzo 27 anni fa circa...quindi desideravo chiedere un consiglio su quale microfono poco costoso potrei utilizzare con questo TX...
http://www.rigpix.com/kenwood/t599s.htm
Grazie

58
Citazione
Radiali includi e fai riferimento anche alla eventuale massa? Grazie


inviato iPhone using rogerKapp mobile

si anche se la rybakov (canna da pesca) non prevede come progetto iniziale i radiali poi ognuno di noi nei vari esperimenti e varie posizioni di installazione ha trovato giovamento o meno, se si utilizza un dell'RF-choke... mettendo dei radiali di varie lunghezze collegati alla massa del connettore pl259 ... io ad esempio ne utilizzo 1 da 10.20m... e la cosa fa migliorare l'antenna ad esempio sui 40m..dovrai poi trovare la tua soluzione migliore man mano che la utilizzerai e capirai il suo comportamento...

59
Sezione Amministrativa / Re:Esami radioamatore Torino 2017
« il: 14 Novembre 2017, 14:09:40 »
congratulazioni abbiamo ovviamente quasi lo stesso nominativo...
Saluti...e a presto in radio....

60
ciao, rispondo sommariamente per quanto ne so, anche se l'argomento è super trattato qui sul forum...... il balun è un "aggeggio" in grado di trasformare/adattare l'impedenza  tra una antenna bilanciata (es. dipolo mezz'onda) e una linea di alimentazione sbilanciata (es. cavo coassiale rg58) l'un-un fa la stessa cosa cioè adatta/trasforma l'impedenza ma tra una antenna sbilaniciata (es..una antenna di cui abbiamo parlato canna da pesca o una end fed) sempre ad una linea di alimentazione sbilanciata come un cavo coassiale appunto... il problema adesso è che dovresti capire cosa si intende quando si dice sbilanciata e bilanciata riferita ad una antenna oppure ad una linea.. e credo tu possa trovare questi concetti nel link che ti è stato postato...spero questo input possa aiutarti... buono studio
p.s. il 4:1 non è altro che il rapporto di trasformazione... se l'antenna ha ad esempio una impedenza di 200 ohm viene riportata ai canonici 50 ohm del cavo coassiale al quale viene collegata 200/4=50...questo perche la maggior parte se non tutti i moderni RTX necessitano di questa impedenza per funzionare correttamente...
Quindi ovviamente per la canna da pesca si sceglie il Un-Un e non il balun? Grazie


inviato iPhone using rogerKapp mobile

si per la canna da pesca si usa l'UN-UN che poi è molto simile al BAL-UN come contruzione tranne per come vanno collegati i fili al radiatore centrale e calza ed eventuali radiali

Pagine: [1] 2