forum radioamatori > Sezione Amministrativa

[GUIDA] Diventare un Radioamatore: l'iter burocratico con esonero dall'esame.

<< < (3/28) > >>

tre-ciclo:
 :up: :up:

Mio figlio,laureato in ingegneria gestionale,qualche anno dopo finito gli studi,perciò neanche fresco di mente..hi...dopo aver "letto" i vari regolamenti radiantistici...è andato a fare l'esame....ed è stato promosso.Mi ha detto che,per uno che ha affrontato esami universitari,quello radioamatoriale (naturalmente a quiz)è una "baggianata"... ;)
Quindi...va bene tentare di prendere la patente "regalata"...ma se la cosa è così complessa...io prenderei in considerazione il fatto di fare l'esame come tutti gli altri...se non altro per il fatto di "almeno"leggersi i vari regolamenti e leggi...senza buttarsi a capofitto nel mondo radioamatoriale...facendo magari delle figure barbine,come è già successo.. :sfiga:
73 a tutti  abbraccino

Ing.Cinghiale:
Caro conte, contando che
* dopo circa 40 esami spazianti dalla risoluzione di un integrale fino alla progettazione a mano di un circuito VLSI, comprendente tutti gli studi concenrnenti l'elettronica analogica, digitale, campi elettromagnetici, teoria dei segnali, misure elettriche ed elettroniche e quant'altro, il dover sostenere anche solo un altro piccolissimo esame è la cosa che più mi irrita al mondo, senza contare lo stress personale che mi incute la parola stessa che si ripercuote in maniera fisica su me stesso anche oltre i 7 giorni prima;
* la patente è nei miei programmi da oltre cinque anni, (per via di un mio collega patentato con il quale ci siamo tolti parecchi sfizi legati all'autocostruzione) ma per motivi di tempo, (leggasi esami nell'ultima decina di luglio e nella prima di settembre, ogni anno) già è tanto se sono stato così fortunato quest'anno ad avere un esame nella prima metà del mese e trovare tempo per compilare la sola richiesta di esonero;
* gli esami si svolgono una volta l'anno ed il non superamento, vuoi un indisposizione personale, vuoi un impegno accademico (studio ancora), significherebbe posporre l'esame da qui a 15 mesi più le relative attese per nominativo e quant'altro;
* è tutto il thread che sto insistendo invano circa la mia richiesta di qualche libro dove poter studiare tutto quello che non ho potuto apprendere durante il mio iter universitario, dimostrante il mio profondo impegno nell'evitare di fare il novellino, prendere questo pezzo di carta solo per appenderlo al muro o comunque il qrm-ista di turnoringrazio di buon grado il tuo consiglio ma, alla luce di tutto ciò spero mi permetterai se tendo a considerare la proposta come una grandissima c.... ehm.
Nulla di personale.  ;-)

Ti ringrazio per la risposta,
Luca

tre-ciclo:

--- Citazione da: Ing.Cinghiale - 19 Luglio 2013, 12:32:24 ---Caro conte, contando che
* dopo circa 40 esami spazianti dalla risoluzione di un integrale fino alla progettazione a mano di un circuito VLSI, comprendente tutti gli studi concenrnenti l'elettronica analogica, digitale, campi elettromagnetici, teoria dei segnali, misure elettriche ed elettroniche e quant'altro, il dover sostenere anche solo un altro piccolissimo esame è la cosa che più mi irrita al mondo, senza contare lo stress personale che mi incute la parola stessa che si ripercuote in maniera fisica su me stesso anche oltre i 7 giorni prima;
* la patente è nei miei programmi da oltre cinque anni, (per via di un mio collega patentato con il quale ci siamo tolti parecchi sfizi legati all'autocostruzione) ma per motivi di tempo, (leggasi esami nell'ultima decina di luglio e nella prima di settembre, ogni anno) già è tanto se sono stato così fortunato quest'anno ad avere un esame nella prima metà del mese e trovare tempo per compilare la sola richiesta di esonero;
* gli esami si svolgono una volta l'anno ed il non superamento, vuoi un indisposizione personale, vuoi un impegno accademico (studio ancora), significherebbe posporre l'esame da qui a 15 mesi più le relative attese per nominativo e quant'altro;
* è tutto il thread che sto insistendo invano circa la mia richiesta di qualche libro dove poter studiare tutto quello che non ho potuto apprendere durante il mio iter universitario, dimostrante il mio profondo impegno nell'evitare di fare il novellino, prendere questo pezzo di carta solo per appenderlo al muro o comunque il qrm-ista di turnoringrazio di buon grado il tuo consiglio ma, alla luce di tutto ciò spero mi permetterai se tendo a considerare la proposta come una grandissima c.... ehm.
Nulla di personale.  ;-)

Ti ringrazio per la risposta,
Luca

--- Termina citazione ---


 :up:  perfetto... :mrgreen: :mrgreen:

auguri!

speriamo ti diano il "patentino"senza tanta fatica.... :sfiga:


ciao

Vincenzo IZ2WMW (Brian):
Personalmente ho preso la patente con esonero avendo una laurea triennale in ing delle telecomunicazioni. L'iter burocratico è il medesimo di chi fa l'esame con la differenza che nn fa l'esame e nn versa la tassa x l'esame (25 euro se non sbaglio).
Ho semplicemente mandato una raccomandata all'ispettorato territoriale della lombardia con modulo di domanda in cui ho barrato la voce esonero dall'esame. Allegato fotocopia della mia laurea e autocertificazione do copia conforme e fotocopia di carta d'identità. Tempo 20 giorni e mi è arrivata la patente a casa.

Sinceramente è stato un bel vantaggio non dover aspettare la data dell'esame ( una volta l'anno qui in lombardia) prendere una giornata di permesso al lavoro, ed io sono di milano altrimenti anche lo sbattimento di arrivare fin qui.
Perció a voi che avete la possibilità di sfruttare l'esonero fatelo visto che cmq per avere quel titolo di studio avete cmq studiato.
Certo quello che consiglio è cmq studiare le procedure operative, l'alfabeto icao, i vari bandplan e fare ascolto, non molto peró  che con certi esempi che si sentono in giro si rischia di fare peggio.

Ad ogni modo cinghiale la legge parla chiaro la tua laurea vale perfettamente senza dover far convalidare alcun esame. Basta una fotocopia del titolo di studio con autocertificazione di copia conforme.
Purtroppo capita di trovare impiegati non troppo preparati e sta a noi far rispettare i nostri diritti.

Fortunatamente io nn ne ho avuto bisogno visto che qui all'ispettorato della lombardia devo dire sono stati sempre disponibili e preparati.

In bocca lupo x tutto e come hanno detto già altri la patente è solo un inizio: io ho studiato più ora che ho la patente che prima.

Ciauz

r5000:

--- Citazione da: Brian - 19 Luglio 2013, 19:58:59 ---Personalmente ho preso la patente con esonero avendo una laurea triennale in ing delle telecomunicazioni. L'iter burocratico è il medesimo di chi fa l'esame con la differenza che nn fa l'esame e nn versa la tassa x l'esame (25 euro se non sbaglio).
Ho semplicemente mandato una raccomandata all'ispettorato territoriale della lombardia con modulo di domanda in cui ho barrato la voce esonero dall'esame. Allegato fotocopia della mia laurea e autocertificazione do copia conforme e fotocopia di carta d'identità. Tempo 20 giorni e mi è arrivata la patente a casa.

Sinceramente è stato un bel vantaggio non dover aspettare la data dell'esame ( una volta l'anno qui in lombardia) prendere una giornata di permesso al lavoro, ed io sono di milano altrimenti anche lo sbattimento di arrivare fin qui.
Perció a voi che avete la possibilità di sfruttare l'esonero fatelo visto che cmq per avere quel titolo di studio avete cmq studiato.
Certo quello che consiglio è cmq studiare le procedure operative, l'alfabeto icao, i vari bandplan e fare ascolto, non molto peró  che con certi esempi che si sentono in giro si rischia di fare peggio.

Ad ogni modo cinghiale la legge parla chiaro la tua laurea vale perfettamente senza dover far convalidare alcun esame. Basta una fotocopia del titolo di studio con autocertificazione di copia conforme.
Purtroppo capita di trovare impiegati non troppo preparati e sta a noi far rispettare i nostri diritti.

Fortunatamente io nn ne ho avuto bisogno visto che qui all'ispettorato della lombardia devo dire sono stati sempre disponibili e preparati.

In bocca lupo x tutto e come hanno detto già altri la patente è solo un inizio: io ho studiato più ora che ho la patente che prima.

Ciauz

--- Termina citazione ---
73 a tutti, concordo, chi ha la possibilità di richiedere la patente senza aspettare l'esame è bene che la richiede ma allo stesso tempo deve aggiornarsi per tutto quello che riguarda band plan, doveri e diritti  e modalità operativa che di certo non erano tema di studio, propio per evitare figuracce è meglio frequentare una sezione radioamatoriale e fare molto ascolto facendo attenzione a chi si ascolta, non tutto quello che esce dall'altoparlante è da prendere come esempio ma bisogna imparare a distinguere il buon operatore corretto e preciso dall'improvvisato o peggio maleducato e arrogante che và preso solo come esempio da NON imitare... per i libri si trova tutto anche in rete...
http://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=38674.msg448474#msg448474

http://www.qsl.net/iz6clz/documenti/MANUALE%20OPERATIVO%20RADIO%202010.pdf

http://www.arigenova.it/chi%20%C3%A8%20il%20radioamatore_file/mauale%20operativo.pdf

http://iz1kvq.altervista.org/pratica-operativa.PDF

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa