forum radioamatori > Autocostruzione

costruzione coppia walkie talkie partendo dal contenitore

<< < (2/171) > >>

r5000:
73 a tutti, complimenti!!! il mobile poi è perfetto, l'oscillatore libero come tx funziona bene con il ricevitore superreattivo perchè non è tanto selettivo da perdere il segnale, se quarzato è molto più stabile ma anche molto più grande a meno che di usare degli oscillatori txo fatti già per la frequenza che vuoi usare, una cosa del genere http://www.abracon.com/Oscillators/ASEMP.pdf è microscopica e ci vuole poco per modulare in ampiezza, come ricevitore direi che una conversione diretta con un'altro oscillatore uguale è fattibile, bisogna aggiungere un mixer e poco altro se non basta un semplice diodo rilevatore... i telecomandi dell'antifurto ecc... usano questo tipo di componenti...

r5000:
73 a tutti, un calcolo approssimativo della potenza d'uscita può essere fatto calcolando la potenza dissipata dal transisto finale, se poi si tratta di un'oscillatore è lo stesso anche se non si tiene conto dell'efficienza sai che non potrà mai essere più potente di quello che consuma, poi sul discorso che aumenta il consumo quando tocchi il transistor bisognerebbe vedere l'emissione con un'analizzatore di spettro per capire cosa esce quando innesca e consuma di più, probabilmente produce molte più armoniche e spurie di quando oscilla in modo pulito, la forma d'onda è sinusoidale solo quando la reazione dello stadio mantiene in zona lineare la curva di lavoro del transistor e con le dita probabilmente lo porti verso la saturazione con la sinusoide che diventa più simile a un'onda quadra...
per l'antenna puoi fare il solito gommino o la bobina alla base con lo stilo più corto, con il radiutilitario ti fai un'idea di come fare lo stilo caricato anche se probabilmente non si tiene conto dell'impedenza caratteristica del tuo trasmettitore e quindi è un'incognita se funziona meglio o peggio di un semplice stilo più corto,  dovresti confrontare il segnale trasmesso delle due antenne  con un misuratore di campo rispetto al consumo per avere una misura indiretta del migliore adattamento \ efficienza...

microonda:
salve a tutti.   ciao r5000, avevi ragione.   non ho voluto ascoltare il consiglio!!!  me l'avevi detto che il trasmettitore avrebbe slittato di frequenza e così è stato e anche questo montaggio è fallito!   quando è tutto aperto si sente bene, ma quando chiudo il coperchio slitta di frequenza e non si sente più. quando poi lo prendo in mano e muovo un poco la mano, peggio ancora si sposta pure di 6 o 7 mhz.   adesso, però, l'ho faccio quarzato come vedi nella foto.  lo stadio di bassa frequenza ho preso spunto da ne 97 e lo stadio di alta frequenza da ne 194.  le bobine userò le 1295.1 di ne     come vedi ho messo un quarzo a 18mhz e voglio sfruttare l'armonica a144mhz per fare un tx a 144 mhz quarzato. per il momento questi 4 transistor funzionano benissimo. l'assorbimento è 15ma.  più appresso metterò lo schema.  da oggi in poi i miei montaggi falliti non li cancellerò più. scusatemi



r5000:
73 a tutti, sbagliando si impara e si migliora, se funzionasse tutto al primo colpo manca la voglia di fare meglio, secondo me se vuoi alzare la frequenza di lavoro devi cambiare modo di costruzione e passare alle scatole metalliche e componenti rf saldati in aria, il tutto poi sarà comunque microfonico ma se abbastanza rigido non è problematico se non prendi la scatola a martellate, la basetta 1000 fori và bene ma ti obbliga a lavorare in piano mentre in aria hai la possibilità di usare tutte le direzioni e posizionare i componenti in modo che non interagiscono troppo tra loro, ovvio che per integrati o componenti fragili servono degli ancoraggi o supporti ma sono anche facili da fare con pezzi di basetta ramata ecc... comunque continua così che il divertimento è assicurato...

forza12:
anche se intuibile dalla foto, ma uno schemino ogni tanto perchè non lo metti?? 73s

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa