banda cittadina (27 mhz) > ricetrasmettitori banda cittadina

President Lincoln II Plus e CRT9900 : fratelli quasi ... gemelli

(1/9) > >>

c64new:
Forse già pubblicato altrove e se così fosse chiedo 'venia' ma un approfondimento mi pare interessante.
Posseggo il CRT 9900 V4 e come in genere fa il CB o radioamatore incallito ci si mette sempre alla ricerca di qualcosa ... di più.
In questi giorni sono stato attratto dai 'soliti' President e in particolare dal Lincoln II+ (o Plus), documentandomi un pò noto che le funzioni dichiarate sono troppo simili al mio 9900. Presa qualche foto in rete e, aperto il 9900 vedo che la motherboard è praticamente la stessa.


Delle 2 foto, quella del Lincoln è stata presa in rete mentre quella del 9900 è la foto del mio apparato. Tra le 2 motherboard maggiormente si nota una schedina in più sul CRT9900 che è quella relativa il CTCSS/DCS. Tali codifiche sono presenti anche sul Lincoln e qui si pongono 2 scenari: o sul Lincoln è stata integrata sulla motherboard oppure la foto del Lincoln è di un modello/serie precedente.
Ed ora andiamo un pò sulle differenze che, come si supponeva non sono troppo 'distanti' tra loro.
- Potenza erogata: più watt dichiarati in AM per il Lincoln e più watt in SSB per il CRT. In ambedue i casi forse un pò ottimistiche le dichiarazione delle 2 case e probabilmente dovute ai vari modi di misura.
- Estetica: qui si va sul campo soggettivo e, personalmente 1 punticino a favore del CRT nell'insieme fronte/retro più compatto, più moderno e con una bella alettatura posteriore pressofusa a differenza del Lincoln con la classica aletta sporgente 'decentrata e spigolosa'.
- Funzionalità: qui vince a mani basse il Lincoln staccando abbastanza il CRT. Tutte le classiche manopole e pulsanti sono quasi al 'solito classico punto giusto'. Anche il suo display più grande e con più info contemporanee (vedi frequenza + canale) è certamente più comodo e immediato, sul display del CRT si può far comparire o la frequenza o il canale. In più il Lincoln ha la modalità CW, assente sul CRT. Insomma sulle funzionalità secondo me non c'è storia. President e stop. Sul CRT per abilitare delle funzioni (per es.: roger beep, echo, ecc), bisogna per forza ricorrere ai vari menù e sottomenù cosa che con il President si fa con la pressione di 1 pulsante, quindi immediatamente e 'al volo'.
- Software: ho avuto modo di provare i 2 software e quello più completo è del CRT. Stranamente sul Lincoln non è possibile variare la tonalità beep o le sue note 'suonate' in sequenza (8 note) o la scelta del numero di toni e pause, sono assenti anche dei sottomenù secondari presenti invece sul CRT. Chissà che nelle prossime release President decida di ampliare o aggiungere altre funzioni.
- Difetti: i difetti o, per ora, il difetto che ho rilevato sul 9900 è lo stesso lamentato dagli utenti del Lincoln II+. La manopola principale dei canali che, premendolo, fa anche da selezione sui menù, non ha uno scatto deciso e preciso come sui 'vecchi' apparati. Oltre alla sensazione meccanica di 'leggerezza' c'è da aggiungere una imprecisione 'elettronica' fastidiosa che si traduce, alcune volte, in una certa instabilità se la manopola stessa viene ruotata velocemente: la frequenza/canale torna alla selezione precedente oppure provoca salti in avanti o indietro di 1-2 canali in modo imprevedibile. Il difetto scompare quasi completamente se la selezione è fatta più lentamente.
- Conclusioni: alla fine sono quasi sempre anche soggettive. Personalmente l'ago della bilancia lo vedo pendere per il President più completo e immediato, più complesso e meno intuitivo il CRT.
- Prezzo: nota dolente per il President. Quasi 100 euro di differenza con il CRT sono tanti. Se sono troppi o giusti a voi tutti l'ardua scelta, sappiate comunque che l'elettronica di base proviene ... della stessa mammà. 
Saluti e grazie a chi ha avuto la pazienza di leggere fin qui. 

plotino:
chi l'avrebbe mai detto, due apparati che sulla carta sono differenti, esteticamente ancor di più, internamente identici!

grazie per lo spunto c64new 

'73
Luca

Aquila IU0OGA:
Economia di scala... Il mondo industriale vive di questo. Daltronde la famosa ept36000xx ha equipaggiato decine e decine di apparati sui quali per decenni centinaia di ignari CB si sono accapigliati su quale fosse il migliore quando sotto la scocca c' era la stessa identica elettronica... Una volta lo scalo di partenza era il Giappone ora è la Cina...

c64new:

--- Citazione da: plotino - 24 Maggio 2020, 22:15:20 ---chi l'avrebbe mai detto, due apparati che sulla carta sono differenti, esteticamente ancor di più, internamente identici!

grazie per lo spunto c64new 

'73
Luca

--- Termina citazione ---

Grazie a te Luca per aver seguito il thread!


--- Citazione da: Aquila tw71 - 24 Maggio 2020, 22:54:16 ---Economia di scala... Il mondo industriale vive di questo. Daltronde la famosa ept36000xx ha equipaggiato decine e decine di apparati sui quali per decenni centinaia di ignari CB si sono accapigliati su quale fosse il migliore quando sotto la scocca c' era la stessa identica elettronica... Una volta lo scalo di partenza era il Giappone ora è la Cina...

--- Termina citazione ---

Completamente d'accordo! Del resto 'provengo' da quegli anni (es.: Matsushita=JVC=Panasonic) made in Japan 

kz:
forse mi sbaglio, ma questa ipotesi mi pare di averla visto su qualche forum straniero.
il confronto è molto ben fatto e indica che a parità di hardware o in caso di hardware molto simili la differenza la fanno la semplicità dell'interfaccia, l'ergonomia e, nel caso sia differente, il firmware.
ma viste le economie di scala sarà poi così differente il firmware o pure lì si saranno limitati alle interfacce?

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa