Autore Topic: UNUN 9:1 per longwire  (Letto 1026 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
UNUN 9:1 per longwire
« il: 24 Aprile 2022, 12:00:06 »
Ciao a tutti,
ho intenzione di realizzare l'antenna in oggetto anche seguendo le indicazioni fornite su altro post sempre di questo forum.
Ho iniziato a realizzare il UNUN  su FT140-43 (uso poca potenza) avvolgendo 9 spire trifilari seguendo lo schema di connessioni che si trova in rete .
Per vedere se almeno i collegamenti erano giusti l'ho provato con un analizzatore mfj: collegando una resistenza da 450 ohm come carico (anche se questa prova non è molto affidabile...) ad ogni modo ho visto che fino ai 20m lo strumento segnala un ROS di 1.2 , salendo di frequenza saliva anche il ROS tanto che in 10m è arrivato a  2  .
Ho rivisto i collegamenti ma sembrano corretti; ho forse sbagliato qualcosa?


Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #1 il: 24 Aprile 2022, 12:28:41 »
troppe spire, vedi qui

https://vk6ysf.com/unun_9-1_v3.htm

occhio che subito dopo l'UnUn dovrai piazzare una buona choke, come ad esempio

http://vk6ysf.com/balun_choke_balun_hf_reisert.htm

ed ovviamente connettere un sistema di contrappeso all'UnUn

ciao

[edit]

per quanto riguarda la lunghezza del radiatore, fai riferimento a quanto riportato qui

https://www.hamuniverse.com/randomwireantennalengths.html

convertendo le misure in metri; per il contrappeso, al minimo usa un conduttore di lunghezza pari a circa 0,05 lambda sulla banda più bassa

[edit]

una random che consiglio spesso è composta da un radiatore di quasi 26m cin il punto di alimentazione (unun+choke) a 9m di altezza ed il punto estremo ad almeno 5m di altezza, il contrappeso è un filo lungo 9m che scende in verticale dal punto di alimentazione sino a terra (ma non è connesso a terra), in quel punto fai partire due tratte di filo isolato di 3m ciascuna, stese al suolo perpendicolarmente al radiatore in modo da formare una T rovesciata

Un'antenna del genere accorda dai 160 ai 10 metri anche se su 160 ed 80 ha efficienza ridotta

[edit]

per quanto riguarda il test, occhio ad usare resistenze non induttive come carico
« Ultima modifica: 24 Aprile 2022, 17:10:42 da AZ6108 »

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #2 il: 24 Aprile 2022, 20:41:36 »
Si, esattamente come l'hai descritta è la longwire che vorrei realizzare...ho provato a modificare il unun con 5 spire: effettivamente c'è stato un netto miglioramento. Ora in banda 28 Mhz il ROS è sceso a 1.6 ma lo ritengo ancora molto alto...
Proverò a realizzarlo sempre con cinque spire ma in filo di rame...suppongo che l'isolante che circonda il conduttore che ho usato lo tenga distante dal nucleo...altra prova cercherò di realizzare l'avvolgimento tenendo i fili più distanziati...altro non saprei perchè salendo di frequenza aumenta il ros; fino ai 30m il ros è 1:1  .
Grazie comunque per le info!

Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16891
  • Applausi 450
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #3 il: 25 Aprile 2022, 01:43:20 »
73 a tutti, considera comunque che tutto influisce su quel tipo di antenna e quando dopo molte prove arrivi a ros 1.1 e per qualche motivo sposti l'antenna, cavo ecc... difficilmente ottieni ancora ros 1.1 , è tutta esperienza ma aspettati che basta poco per cambiare ros, se poi ottieni sempre ros 1.1 non pensare di aver risolto perchè a quel punto scopri che hai il cavo invecchiato con perdite elevate, ricordo uno spezzone di cavo rg58 che usavo all'inizio, 30 mt e ground plane cb, dopo qualche anno  ho montato la 5\8 e l'rg213, questo cavo messo da parte l'ho poi usato in ferie e "magicamente" sia i dipoli che le verticali che provavo avevano sempre ros contenuto, facevo i collegamenti ma con fatica o almeno avevo qell'impressione ma si sà che in qrp è normale, tornato a casa misuro la perdita del cavo (rtx-cavo-wattmetro-carico fittizio) e scopro che si magia 3 dei 5 watt dell'817, tolgo il cavo e misuro i 5 watt dell'apparato, a quel punto taglio a metà il cavo e provo i due spezzoni da soli, uno perde più dell'altro, segno che quel cavo rimasto sul tetto si è degradato peggio rispetto a quello in casa e comunque non era più da usare come cavo coassiale e l'ho utilizzato per i contrappesi perchè poi scopri che la verticale funziona meglio con i radiali e con il cavo "buono" non ottieni mai ros 1 con quel tipo di antenna..
ps: in ricezione non dava dubbi, la mancanza di qrm pensi sia dovuta alla posizione favorevole rispetto al qrm cittadino ma in realtà c'era e tanta e pensare che abbiamo fatto qso anche con la potenza minima dell'817...


Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #4 il: 25 Aprile 2022, 07:23:47 »
Sono d'accordo, le variabili sono tante da considerare e spesso imprevedibili..la sperimentazione in questo tipo di antenna è d'obbligo. 
Ma , partendo da dati presi non a caso, la cosa la si affronta con un pizzico di facilità...
Naturalmente un  "unun" che introduce di suo già un ros alto non farebbe altro che complicare ancora di più le cose
Farò, come detto, la prova a realizzarlo con filo di rame e spaziando uniformemente le spire. Se il ros continua a essere alto su quella porzione di banda, fermo restando la correttezza dei collegamenti, mi verrebbe da pensare che il toroide che mi hanno fornito non sia quello richiesto ma altro tipo. Non mi viene altro da pensare.

Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #5 il: 25 Aprile 2022, 14:21:24 »
@chio

Il fatto che la risposta dell'unun non sia piatta, a meno di deviazioni estreme, non ha molto significato se andiamo a guardare alle variazioni R/X di una random, e direi che i valori rilevati siano più che accettabili (sempre che la misurazione sia stata effettuata su carico NON induttivo); per cui... vai avanti e metti in opera l'antenna, poi avrai tempo per correggere ed ottimizzare; ovviamente con un'antenna del genere DOVRAI avere un accordatore decente.

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #6 il: 25 Aprile 2022, 19:32:25 »
Si, la misurazione è stata fatta su una R a carbone il cui valore non era proprio 450 ma leggermente superiore (circa 460) .
Sono entrato in possesso di un tuner remoto (LDG RT-100) e la soluzione che vorrei adottare è quella di mettere il tuner e l'UNUN entrambi in un contenitore come da foto.
Non ho mai fatto questo tipo di prove quindi non so quali saranno i risultati. Non so per esempio, se è meglio mettere l'UNUN in un contenitore esterno e quindi collegarlo al tuner con un breve coassiale o metterlo direttamente dentro senza contenitore, come ho pensato di fare.


Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #7 il: 25 Aprile 2022, 19:34:54 »
Si, la misurazione è stata fatta su una R a carbone il cui valore non era proprio 450 ma leggermente superiore (circa 460) .
Sono entrato in possesso di un tuner remoto (LDG RT-100) e la soluzione che vorrei adottare è quella di mettere il tuner e l'UNUN entrambi in un contenitore come da foto.
Non ho mai fatto questo tipo di prove quindi non so quali saranno i risultati. Non so per esempio, se è meglio mettere l'UNUN in un contenitore esterno e quindi collegarlo al tuner con un breve coassiale o metterlo direttamente dentro senza contenitore, come ho pensato di fare.

se hai un ATU remoto, sarebbe da verificare se riesca ad accordare la random senza unun, in tal caso...

metti una choke 1:1 dopo l'accordatore e via
« Ultima modifica: 25 Aprile 2022, 22:36:15 da AZ6108 »

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #8 il: 26 Aprile 2022, 07:14:35 »
Le caratteristiche tecniche danno un range di accordo compreso fra 6 e 800 ohm . Teoricamente dovrebbe accordare anche le longwire basta tenersi lontano da lunghezze lambda/2 ; ho visto tra i link che hai indicato, la  lunghezza di 84 ft. sarebbe nel mio caso ideale in quanto corrisponde circa alla massima lunghezza che potrei stendere.
Appena possibile proverò questa configurazione, senza 9:1 .
Grazie per le info.


Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #9 il: 26 Aprile 2022, 09:40:38 »
Le caratteristiche tecniche danno un range di accordo compreso fra 6 e 800 ohm . Teoricamente dovrebbe accordare anche le longwire basta tenersi lontano da lunghezze lambda/2 ; ho visto tra i link che hai indicato, la  lunghezza di 84 ft. sarebbe nel mio caso ideale in quanto corrisponde circa alla massima lunghezza che potrei stendere.
Appena possibile proverò questa configurazione, senza 9:1 .

Fai sapere !

Il discorso è semplice, se NON si possiede un accordatore remoto si usa un compromesso, ossia l'UnUn 9:1, ma se si ha un accordatore remoto, è sicuramente meglio piazzarlo al punto di alimentazione e connettere allo stesso il radiatore ed il sistema di contrappeso, piazzando poi una choke sul coassiale, in quel modo il coassiale vedrà un carico accordato. Occhio a fissare il radiatore ed il contrappeso in modo da non mettere sotto sforzo i connettori dell'accordatore, per il radiatore usa un cordino per sostenere il filo a circa 50cm dal palo da dove il filo andrà poi all'accordatore, per il contrappeso fai circa lo stesso, l'idea come ho scritto è di evitare di danneggiare i connettori dell'accordatore, a quel punto il toroide FT140-43 che hai potrà essere usato per avvolgere la choke, la stessa potrà essere piazzata alla base del palo

per chiarire

« Ultima modifica: 26 Aprile 2022, 11:24:34 da AZ6108 »

Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #10 il: 26 Aprile 2022, 12:12:40 »
Sono entrato in possesso di un tuner remoto (LDG RT-100) e la soluzione che vorrei adottare è quella di mettere il tuner e l'UNUN entrambi in un contenitore come da foto.

Per connettere l'antenna al tuner, ti conviene usare un normale connettore PL saldando il radiatore al centrale, mentre il filo di contrappeso sarà connesso alla vite a galletto "gnd" del tuner; il connettore PL ti garantirà un contatto corretto e meccanicamente stabile; se poi, per qualche motivo il tuner non riuscisse ad accordare, potrai provare ad inserire l'UnUn collegandolo tra il PL ed il radiatore di antenna

Per quanto riguarda il range di impedenze, quello sotto è il risultato di una simulazione NEC relativa ad una longwire da 84ft (25.6 metri) con il punto di alimentazione a 9m dal suolo, il punto finale a 5m, ed un contrappeso a "T" invertita lungo 9m e con con i bracci di 4m stesi al suolo

« Ultima modifica: 26 Aprile 2022, 12:23:45 da AZ6108 »

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #11 il: 26 Aprile 2022, 13:21:45 »
Due cose : 
1-quando parli di contrappeso a T rovesciata , significa che devo stendere altri due contrappesi collegati a quello che scende in modo verticale e stesi in modo orizzontale sul lastricato del terrazzo?
2-non ho afferrato il significato della simulazione. Mi pare di capire che per la resistenza pura il tuner dovrebbe farcela ad accordare; mentre vista come impedenza (r+x) la cosa la vedo più difficile...secondo quando indicato dalla simulazione e  considerato anche che nella realizzazione sarà difficile che arrivi a montare il dispositivo a 9m  di altezza e che sicuramente non mi sarà consentito stendere altri contrappesi sul lastricato (sono in condominio...) premesso questo vedo improbabile che il tuner accordi da solo  almeno sulle bande basse. Nel caso la sequenza modificata sarebbe: ANT-UNUN-TUNER-CHOKE-RTX.

Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #12 il: 26 Aprile 2022, 13:59:54 »
permettimi una domanda, poi risponderò alle tue; che misure ha il perimetro della terrazza ?


Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #13 il: 26 Aprile 2022, 14:39:33 »
Due cose :

eccomi, nel frattempo, mentre attendo tua risposta...

Citazione
1-quando parli di contrappeso a T rovesciata , significa che devo stendere altri due contrappesi collegati a quello che scende in modo verticale e stesi in modo orizzontale sul lastricato del terrazzo?

Vedi l'immagine sotto al grafico dell'impedenza; i due bracci non sono obbligatori, ma siccome di antenne come quella ne ho messe in opera alcune, sempre senza problemi, consiglio quella soluzione, ma di nuovo, si tratta solo di esperienza diretta, non è che "si deve" fare forzatamente in quel modo

Citazione
2-non ho afferrato il significato della simulazione. Mi pare di capire che per la resistenza pura il tuner dovrebbe farcela ad accordare; mentre vista come impedenza (r+x) la cosa la vedo più difficile

La simulazione serve solo a mostrare quello che saranno i valori R/X (previsti) e verificare, appunto, se l'accordatore che hai "ce la possa fare"

Citazione
premesso questo vedo improbabile che il tuner accordi da solo  almeno sulle bande basse. Nel caso la sequenza modificata sarebbe: ANT-UNUN-TUNER-CHOKE-RTX.

No, partendo dal punto di alimentazione in cima al palo, avremo:

antenna e contrappeso connessi all'UnUn 9:1

coassiale che scende lungo il palo sino alla base (circa)

choke

accordatore

coassiale dall'accordatore alla stazione

in questo modo, il coassiale (libero) fungerà da parte del sistema di contrappeso (tra l'UnUn e la choke), l'accordatore non dovrà "combattere" con le CMC, le perdite del coassiale saranno minimizzate data la lunghezza tra ATU ed UnUn piuttosto breve, e... tutti vissero felici e contenti

Per quanto riguarda l'altra mia domanda, ossia il perimetro del terrazzo, l'ho posta perchè, avendo un perimetro di circa 80 metri, usando quattro o più supporti, potresti mettere in opera una "skyloop" che avrebbe un rendimento migliore (e di parecchio) rispetto alla "random"; per calcolare la lunghezza della skyloop devi prendere la frequenza più bassa di utilizzo e poi dividere 306 per la stessa, ad esempio, volendo una skyloop che copra le bande dagli 80 ai 10 metri, il calcolo sarebbe (306/3.5) ossia 87.42 metri; in tal caso, avendo un perimetro che lo permetta, avresti un'antenna MOLTO più efficiente della random [emoji56]
« Ultima modifica: 27 Aprile 2022, 13:43:47 da AZ6108 »

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #14 il: 26 Aprile 2022, 15:36:40 »
Queste le misure. Non credo che rientri per quel tipo di antenna.
Quando hai descritto la giusta sequenza se si volesse utilizzare l'unun...mi sono perso un pò.
Proverò a modificare il disegno che hai fatto adattandolo con l'uso del unun...vediamo se ho capito.


Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #15 il: 26 Aprile 2022, 15:48:16 »
Dovrebbe essere questo lo schema di montaggio con unun?

Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #16 il: 26 Aprile 2022, 15:52:52 »
Queste le misure. Non credo che rientri per quel tipo di antenna.

Beh... hai circa 50m di perimetro, in uno spazio del genere ci va una skyloop che copra dai 40 ai 10 metri; la lunghezza calcolata sarebbe 306/7 = 43.7 ma considerando che con il torrino si potrebbe inclinare in verticale parte del filo, dovresti starci dentro; considera anche questa idea !


Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #17 il: 26 Aprile 2022, 15:53:53 »
Dovrebbe essere questo lo schema di montaggio con unun?

Non esattamente; mi spiego, monta l'accordatore alla base del palo DOPO la choke, ossia tra l'accordatore e l'UnUn avrai la choke ed una tratta di coassiale; facendo riferimento all'immagine, l'accordatore andrebbe sulla parte orizzontale del coassiale a sinistra

per chiarezza, vedi sotto; il vantaggio in questa config è che, passando il cordino in due cartucole. è facile abbassare l'antenna per manutenerla; la tratta di coassiale verticale funge da parte del sistema di contrappeso e l'accordatore è a portata di mano e riparato, volendo stare sul sicuro, blocca il cordino sul lato di alimentazione (dove c'è l'UnUn) mentre all'estremità dell'antenna, lega il cordino ad un peso che lo mantenga in tensione, in questo modo se, a causa di vento/ghiaccio/... il filo del radiatore venisse messo sotto sforzo, il cordino scorrerebbe nella carrucola sollevando il peso ed evitando che il filo del radiatore subisca uno sforzo eccessivo, quando poi lo sforzo cesserà il peso ridiscenderà riportando il radiatore in posizione; è un vecchio trucco ma funziona, per il peso, suggerisco di usare piccola una "tanica" di plastica, si lega il manico al cordino e poi si aggiunge alla tanica una quantità di acqua (miscelata con candeggina per evitare "fioriture algali") sufficiente a mantenere in tensione il radiatore ma abbastanza "leggera" da permettere al peso di sollevarsi nel caso in cui lo sforzo sul radiatore aumenti

[edit]

da notare che l'accordatore remoto può tranquillamente essere montato alla base del palo, se necessario, ovviamente sul tratto di coassiale tra l'accordatore e l'unun che alimenta l'antenna ci sarà comunque una choke, in OPZIONE una seconda choke (anche a bassa efficienza, come un "ugly balun" avvolto su coassiale) potrà essere installata tra l'accordatore remoto e la stazione
« Ultima modifica: 27 Aprile 2022, 09:19:56 da AZ6108 »

Offline chio

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 286
  • Applausi 18
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #18 il: 27 Aprile 2022, 08:05:50 »
Ok, appena possibile renderò noti i risultati.
Intanto grazie per questo piacevole scambio di informazioni.

Online AZ6108

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2582
  • Applausi 45
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:UNUN 9:1 per longwire
« Risposta #19 il: 27 Aprile 2022, 10:23:55 »
Ok, appena possibile renderò noti i risultati.

Si, fai sapere, sono curioso !!

Giusto come nota, se guardiamo alle lunghezze suggerite per le random, dai 25.6m si passa a 32.6m ora, la differenza tra le due è pari a 7m il che, avendo un supporto in vetroresina o altro materiale non conduttivo, permetterebbe di sfruttare lo stesso spazio che hai per mettere in piedi un'antenna da 32.6m ma con una tratta verticale di 7m e posta in configurazione L-invertita, ossia qualcosa di simile a quanto vedi sotto; ovviamente le misure sono indicative, nel senso che, volendo, potresti allungare la tratta verticale ed accorciare quella orizzontale; nel caso la cosa ti interessasse, vedi qui per approfondire
« Ultima modifica: 27 Aprile 2022, 10:32:07 da AZ6108 »