Antenne cavi e rosmetri > antenne radioamatoriali

Motorizzare una loop magnetica: come?

<< < (3/3)

trodaf_4912:
La ISOLOOP funziona esattamente cosi'. L'unico particolare e' che il periodo tra un passo e l'altro e' fisso e definito dal clock generato dall'NE555 che lo fornisce come base tempi all'SAA1027. Non vi e' alcun microcontrollore, e' un HW molto semplice e funziona bene.
Per fare quello che chiedi tu, chio, avendo a disposizione Arduino, la cosa si risolve semplicemente. Si genera una base tempi con uno o due timer, a seconda delle caratteristiche coppia/velocita' del motore. La velocita' e' da calcolarsi in giri/minuto e questa si ottiene in base al numero di impusi da dare al motore in un giro. Questi impulsi devono essere distanziati da un periodo T minimo (corrispondente alla max velocita') per evitare di perdere passi e questo periodo minimo e' una delle caratteristiche del motore scelto.
La base tempi generata da arduino si ottiene generando un interrupt ogni X millisecondi corrispondente alla velocita' minima del motore. Leggendo poi un potenziometro si potra' diminuire il periodo della base tempi in modo che ogni impulso avvega piu' ravvicinato aumentando cosi' la velocita'. In sintesi e' come una "fisarmonica" di impulsi con periodo variabile che permette di variare la velocita' dal valore minimo, corrispondente al periodo max, al valore massimo, corrispondente al periodo minimo.
In pratica quando premi per un istante uno dei due tasti viene eseguito in incremento di passo, se lo tieni premuto per piu' di 1 secondo allora entra in funzione questa procedura che legge il potenziometro e genera gli impulsi al motore con un periodo definito da una formula che mette in relazione il valore letto su un canale dell'A/D converter con il periodo da impostare per la velocita' di incremento passi.
Scusami ma non so come descrivere piu' semplicemete la cosa. Chi conosce i microcontrollori mi avra' capito.
Comunque, buon lavoro.

dattero:

--- Citazione da: trodaf_4912 - 10 Settembre 2021, 11:18:55 ---Scusa ma non capisco



--- Termina citazione ---
quello che voglio dire , che tu non capisci (scusami la mia ignoranza), è il passo generato dal solo motore: prendiamo per esempio un motore da 100 passi (step), su di un variabile normale ci occorre una rotazione di 180°, quindi ci bastano 50 step del motore e fin qui tutto bene.
Ogni step del motore sono 3,6 gradi e sono troppi quando sei quasi a limite di banda.
Ho corretto l'intervento di prima , avevo sbagliato.
Ti porto l'esempio della mia ultima loop mag che avevo realizzato (per gioco):
1 metro di diametro , condensatore da 150 Pf , freq di lavoro 40 - 10 metri.
A 7 Mhz ho una C 124,5 Pf , a 7.2 Mhz una C di 131.5 Pf >> 7 Pf di sintonia
A 28 Mhz una C di 7,5 Pf , a 29.7 Mhz una C di 8,5 Pf >> 1 Pf di differenza.
Un conto è sintonizzare una escursione di 7 Pf e un conto è 1 Pf con 3,6 ° di step.
Ecco cosa volevo dire, ecco la scelta del motoreriduttore  con encoder , poi utilizzato con un sotto vuoto.
Questa è la mia esperienza , da puro ignorante che stà ancora imparando .
73 tutti.

trodaf_4912:
Questo dipende dal motore che hai scelto e cioe' dal numero di passi per angolo giro.
Tuttavia puoi pilotare le fasi a 1/4 o 1/2  passo ottenendo una risoluzione maggiore. Quindi avrai 3.6/4=0.9 gradi.
Inoltre la scelta del motore e' fondamentale quando si conosce la risoluzione che si vuole avere. Dipende dal dal tipo di motore che scegli e dal circuito di pilotaggio delle fasi del motore. Ti consiglio di leggere questi documenti che fanno riferimento al microstepping in relazione al numero di fasi.

http://hobbytron.altervista.org/circuiti/microstep.htm

http://hobbytron.altervista.org/circuiti/stp1.htm

E mi raccomando quando sei arrivato in posizione alimenta con un chopper (PWM) il motore perche' rimanga in posizione.
Getta uno sguardo anche al circuito molto semplice ma funzionale, te lo assicuro, del controller ISOLOOP che usa un chi SAA1027 del quale ti allego il Datasheet. Spesso la soluzione e' piu' semplice del problema.

Navigazione

[0] Indice dei post

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa