Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Pieschy

Pagine: [1] 2 ... 64
1
Ma và riflettevo ad alta voce...o meglio non so tener ferme le manine quando ho la tastiera davanti...neanche io mi riferivo a nessuno ...filosofeggiavo sul topic :-)

2
Allora per ragionare ad alta voce approccio la cosa in modo opposto. Sono un purista e non userò mai loudness orban o diavolerie varie. Faccio una scaletta di tiè 10 brani anche dello stesso genere..non tutti hanno lo stessa dinamica o volume ...dall'altro lato il mio ascoltatore per almeno 3/4 volte su 10 dovrà ritoccare il volume d'ascolto.
Ooop il volume è basso si alza vero ma peccato che la banda fm commerciale è piena di spurie ed armoniche e quando alzi il volume non lo fai in modo selettivo ma ti porti dietro anche il qrm...però io trasmetto la musica pura..che importa alla fine se gli alti vengono tagliati dalle spurie di M2O che spara in distorsione musica elettronica...tanto Beethoven se non lo senti beh puoi sempre immaginarlo :-P

3
@aldinik: perfetto allora, magari avessero tutti vicini così comprensivi e collaborativi :-)

4
E scusate il carattere ma quando metteranno apposto questo forum a livello di font sarà sempre tardi...malgrado ogni volta mi debba "sbattere" a ricordarmi di selezionare il font piccolo a volte neanche prende il settaggio...ecco un caso OT che disturberà i lettori ma che di certo non è un problema mia...quindi non interpretate questo carattere gigantesco come "gridare" o metter qualcosa in evidenza..mentre sto scrivendo a stento sul monitor da 27" leggo i caratteri...pensa te...

5
Non voglio smorzare entusiasmi ma secondo me il problema resta e sempre di soldi si parla. Aggiungo quanto segue si riferisci anche al fatto che leggendo gli ultimi post non ho capito se il disturbo lo ha "anche" la signora o è solo tuo. Quindi nel caso il disturbo sia esclusivamente tuo e diamo per scontato che siano gli alimentatori delle 3 telecamere urmet che tuttavia però funzionano correttamente, la signora potrebbe non "accollarsi" il costo della sostituzione degli stessi se la cosa non la impatta. Inoltre ogni apparato viene garantito in caso di guasto se utilizzato con quanto fornito dal produttore. Ergo se attacco alla telecamere un'altro alimentatore e la stessa si guasta potrei non godere di garanzia se la casa produttrice lo venisse a scoprire. Inoltre sostituirlo ok ma con quale alimentatore? Sulla carta le specifiche sono A ma nella realtà magari B ed allora che fa si devono provare X alimentatori di adeguato voltaggio/amperaggio fino a trovare quello che non disturba?
Insomma malgrado il passo avanti nella pratica non vedo nulla di facile risoluzione dal mio punto di vista.
Non me ne vogliate ma io faccio l'avvocato del diavolo anche se radiomatore. Facciamo finta che tu scopri che il mio alimentatore da fastidio al tuo impianto ma a me non disturba nulla. Io ti dico che è stato dato in dotazione all'apparato da me acquistato con marchio CE europeo e quindi non è un problema mio se invece e per caso non rispetta le normative in merito a spurie in quanto io ho comprato qualcosa che dovrebbe esserlo per legge. Ergo mi spiace ma io non esco fuori neanche un solo centesimo e non rischio di mettere un'alimentatore a mie spese che poi neanche so se mi danneggia l'apparato...anche no...come la mettiamo? Credo che in questa situazione chiunque darebbe ragione a me e non al radiomatore. Insomma non credo sia una bella situazione ...se partiamo dal concetto che la libertà tua finisce dove inizia la mia se io ho comprato tutto a norma ed il problema è tuo bene che ti vada e sempre e se i soldini li spendi tu mica io :-)

6
discussione libera / Re:Modulo Denuncia Disturbi Radio
« il: 30 Luglio 2022, 15:21:12 »
Mi aggancio all'ottimo spunto sociologico di Kz. Io son sempre stato dell'idea che ogni comportamento ha una sua spiegazione, poco o non condivisibile ma la ha.
Tornando in tema ed al disturbatore sulle HF io non credo che uno spenda migliaia di euro per antenne ed apparati (anche e se ipotizzando non sia un radioamatore ma di sicuro lo è) per poi limitarsi a mandare portanti o ad interferire nelle comunicazioni altrui.
Allora bisognerebbe domandarsi perchè lo fa? E passarsi anche la mano sulla coscenza perchè siamo sempre bravi a dar la colpa agli altri senza chiederci il perchè.
E se lo stesso fosse uno di quelli che non ha una grande stazione e nel corso degli anni magari provara a collegare qualcuno ma vedeva saltarsi addosso portanti incredibili o assatanati di contest poco rispettosi delle operazioni altrui?
Se magari su quella frequenza tranquillamente si faceva il suo qso con l'amico/i e gli saltavan sopra i su citati? Perchè non potrebbe essere? Si lo so per esperienza che i forti si fanno forti dei deboli e a quel paese l'ham spirit ed il rispetto basta imporsi in questo caso con i Watt.
Succede e come se succede. L'etere è di tutti gli autorizzati "a turno". Ma quante volte ho sentito "la mia frequenza", la "nostra" frequenza? Fin troppe volte. E non mi state a dire che basta chiedere educatamente perchè alcuni prepotenti le cose se le prendono fregandosene degli altri. Allora per disperazione magari se non riesce lui fa in modo che quella o quelle persone almeno siano disturbate nelle loro attività radiantistiche. E' una "non inverosimile" chiave di lettura. Spesso alcuni radioamatori si credono dei. Io ho l'esperienza dei ponti analogici..li ancora ancora alcuni erano pirati veri cioè senza patente, ma anche il loro comportamento molesto era dettato dall'indifferenza o peggio dalle offese che ricevevano dai "veri" radioamatori che altro così non facevano che esacerbare le loro frustrazioni.
Ora io se vorrò perchè adesso voglia zero, dovrò spulciarmi i vari regolamenti per capire dove sta scritto che io autorizzato se mi comporto secondo regole non possa rispondere ad uno che le regole non le segue. Per quanto ne so io e la logica mi suggerisce io sono responsabile dei miei comportamenti mai di quelli altrui.
Quello che voglio dire è che a maggior ragione credo che il tizio dei 6mt. (se ricordo bene) non credo che dopo aver speso bei soldoni si sia svegliato dicendo "mò rompo le scatole a tutti" magari in modo errato reagisce ad una ghettizzazione o qualche supruso subito on-air.
E' solo una teoria. 
Per il resto vi invidio, continuate a denunciare sperando che si muova qualcuna, almeno voi ci credete. Io sono molto più realista.

7
discussione libera / Re:Modulo Denuncia Disturbi Radio
« il: 30 Luglio 2022, 09:18:26 »
Ci mancherebbe Giulio mica me la son presa e mica questo discorso va messo sul personale, ci mancherebbe. La pensiamo diversamente ma in democrazia funziona così e meno male :-)
Detto questo è molto difficile scrivere ma anche leggere e interpretare correttamente quello che si vuole dire ma anche come dovrebbe essere recipito.
Ovviamente da radiomatore e liggio cittadino non giustifico in alcun modo i pirati o i disturbatori che andrebbero sanzionati ove non costituisca maggior illecito come nel caso di cui sopra.
Il discorso detto e ridetto (ma in generale, non parlo di te) è che è così difficile o quasi impossibile individuare in modo certo il disturbatore che nessuno si muoverà mai per farlo a meno che (come nel caso di sopra) il disturbo non arrechi maggior danno.
Qui c'è poco da filosofoare è la realtà dei fatti ingiusta per quanto sia ma è così.
Faccio uno dei mille esempi che "forse" (ormai dubito che in molti capiscano il mio scrivere) dovrebbero chiarire le idee.
Se mi rubano l'auto e parlo dell'auto AZZ di qualsiasi valore, se mi rubano il portafogli, qualsiasi. cosa, si denuncia ma nessuno indagherà mai. Non indagano senza se e ma perchè ci sono 10.000 scippi al giorno ed altrettanti furti d'auto, non potrebbero per ognuno metter in moto la macchina investigativa. Ma che dico anche se ti svaligiano la casa!!!
Succede che quando li prendono gli appioppano sul groppone anche il tuo furto/rapina ...ma generalmente li prendono casualmente e per reiterazione di simile reato non di sicuro perchè hanno indagato sui furti denunciati da Pietro!
Insomma non indagano su chi ti ruba l'auto che la più scarsa costa 10000 Euro e dovrebbero indagare per 4 portanti in radio? Se se nel mondo dei sogni.
Ma potrei aggiungere atti vandalice ed una caterba di altri reati commessi a tue spese ai quali nel 99% dei casi non verrà mai data ne giustizia ne riscarcimento quindi a me sinceramente viene da ridere e troppo se questa inesistente giustizia la rivendichiamo per un mero disturbo ad un hobby.

Poi attenzione alle sfumature ed alle contraddizioni. Se dici "per me disturbare le forze dell’ordine o un radioamatore rappresenta lo stesso identico reato" evidenziandolo pure ma poi aggiungi " ci sono anche le aggravanti di avere interrotto un pubblico servizio" c'è poi un mondo di riflessioni da fare. Non è lo stesso identico reato e lo dicono anche le pene e sanzioni inflitte.
Disturbare le frequenze radioamatoriali se "non autorizzati" (se autorizzati rileggete le riflessioni fatte post prima) è un reato civile sanzionato tiè multa ed al massimo sequestro apparati.
Disturbare frequenze di pubblica utilità innesca gli altri reati su citati quindi vai dietro le sbarre non per il "fattuccio" di usare la radio senza autorizzazione ma per il reato che ne consegue, il primo al max si somma a quelli per i quali vai dietro le sbarre.
Cioè è come equiparare guida senza patente ad omicidio stradale da chi ha guidato senza patente. Non mi sembrano affatto lo stesso reato!

8
discussione libera / Re:Modulo Denuncia Disturbi Radio
« il: 29 Luglio 2022, 15:52:47 »
Civilmente ed educatamente ma non posso non dissentire. Assurdo paragonare l'interruzione di chiamate anche di pubblica utilità e/o di emergenza come l'interruzione di un DX che serve esclusivamente ad aumentare l'ego dell'interessato. Mi spiace come si pongano le cose sullo stesso piano.
Rifacendomi esclusivamente a quanto riportato e da me copiato ci sono nell'ordine anche Polizia e Protezione civile. Enti che a quanto mi risulta non siano in radio a pettinar le bambole ma sono essenziali per la nostra stessa sicurezza.
Il QSO di tizio e Caio invece hanno la stessa importanza del nulla se non per loro 2. Ora sinceramente (sono viscerale) che si debbano spendere soldi pubblici sol perchè tizio e caio sono amareggiati nel non poter fare qso a fronte di 5 stupidi euro l'anno che pagano...che solo lontanamente ci sia un paragone a chi manda la portante sulla Polizia ...non me l'aspettavo.

9
discussione libera / Re:Modulo Denuncia Disturbi Radio
« il: 29 Luglio 2022, 12:36:34 »
Ma infatti Giorgio, ho aperto il link e c'è scritto:
"sono stati denunciati dalla polizia Postale perché accusati di associazione a delinquere «finalizzata all’installazione e all’utilizzo di apparati ricetrasmittenti su frequenze riservate a enti pubblici».

Secondo l’accusa, il gruppo avrebbe usato frequenze radio vietate di polizia, Protezione Civile e altri enti pubblici, anche disturbando o bloccando le loro comunicazioni"


Ecco mi sembra che ci sia una leggera differenza fra disturbare le frequenze su citate e quelle radioamatoriali in HF ma bazzecole è solo leggerissima la differenza :-)

10
discussione libera / Re:annunci di vendita sospetti
« il: 29 Luglio 2022, 12:18:53 »
Ovvio Bergio stesso pensiero, d'accordissimo. Le antenne sempre alzate. In questi casi, anzi io direi comunque, la radio va vista e provata. Quindi se sei in buona fede io esiggo quanto sopra specie se sei in zona. Se sei onesto e sopratutto visto che sei un collega anzi un piacere con la scusa vedersi e prenderci un caffè. Nel caso contrario, se si rifiuta allora, come dici tu, la cosa "mi puzza". 
Io ho venduto pc, smartphone ed addiritturo uno per il Mac si è partito da Torino con la famiglia (era molto giovane) nessuno problema : mi cas es tu casa, gli ho offerto il caffè si son provati il computer, soddisfatti e via. 
Idem con uno degli smartphone, ci siam visti in luogo pubblico al centro commerciale, si è provato il tel. contanti e ciao ciao.
Per me oltre che onesto è anche a mio vantaggio perchè nel momento in cui il tutto non solo dichiaro che funziona ma lo provi di mano che funziona poi da quel momento in poi amen non mi devi più rompere anche e se si dovesse guastare il giorno dopo.
Io son fatto cosi' ma vedo che la pensiamo nello stesso modo, pensa te per una radio :-)

11
discussione libera / Re:annunci di vendita sospetti
« il: 29 Luglio 2022, 11:35:10 »
Come spesso sono la voce fuori dal coro (hi). 
Che internet sia pieno di truffe ci sta tutto e non lo metto in dubbio. Commento giusto per dire la mia visto che io, di mio, ho da sempre l'allergia all'usato di qualsiasi tipo. A me le cose piacciono nuove e poi all'affarone di mio non credo...detto questo che è OT, perchè non ipotizzare anche che sia uno che si è rotto delle radio, che ha possibilità economiche di suo che gli permettono di fregarsene dei 100/200 euro ma predilige levarsi dalle scatole merce per lui ormai inutile?
Dobbiamo essere sinceri, specie nel nostro campo ci sono molti radioamatore che della compravendita ne fanno lavoro sia per alimentare il proprio hobby sia per speculazioni (ne conosco e non poco).
Conosco un tipo (non dirò mai chi) chi compra..gli da una spolverata (almeno è onesto e se c'è da aggiustare lo fa) e rivende guadagnandoci pure. Il suo scopo prima del guadagno è provare forse, tutte le radio. Non ricordo che ne abbia tenuta una più di 6 mesi. Ne vende una e ne ricompra magari 2.
Ecco se forse per voi questo è quasi normale perchè non pensare ad uno che si è rotto e vuole liberarsi casa? Uno che magari di star li a mercanteggiare non ha voglia di far bla bla bla..mi fai lo sconto..etc.etc. e quindi mette il prezzo basso in modo che chi prima arriva lo compra al volo e si leva ogni pensiero , ivi compreso, il dover rispondere a molti interessati.
Lo dico perchè io farei parte di quella categoria. Ho venduto poche cose ma quando l'ho fatto, conscio di perderci sempre, ho messo volutamente prezzo più basso della concorrenza ma "non trattabile". Non avendo venduto cose da migliaia di euro a me sinceramente di sbattermi per farci i 50/100 euro in più ...no vale più il mio tempo che lo sbattimento a mercanteggiare con la gente.
Ovviamente è solo l'invito a vedere le cose anche da un'altro punto di vista, fermo restando di diffidare sempre e comunque da chi offre cose troppo fuori mercato.
Il mondo della compravendita radiomatoriale è matto. Vedo radio che costavano 7/800 euro nuove che sol perchè son buone e magari non si trovano facilmente vengono proposte allo stesso prezzo di quanto le hanno comprate nuove...peccato che hanno anni. 
Una vecchia regola che trova applicazioni in diversi settori merceologici dice che già all'acquisto il bene perde il 50% del valore e lo perde esponenzialmente negli anni. Non capisco invece perchè per una radio è quasi l'opposto.
La mia auto ha 16 anni ma è perfetta e con "soli" 37.000 km eppure se la volessi vendere tiè 800 euro son tanti...ma funziona così.

Malignamente potrei anche pensare che magari è onesto ma inquina il mercato degli speculatori di radio che se tutti cominciassero a vendere a prezzi onesti le loro radio morirebbero con loro?

Chi lo sa...

12
discussione libera / Re:Modulo Denuncia Disturbi Radio
« il: 28 Luglio 2022, 19:08:56 »
Del tipo scrivo al mise c'è il tipo che disturba su xxx ..bla bla bla...non mi rispondono , riscrivo e gli dico "non mi avete risposto il tizio continua io proseguo a termini di legge"...
Ok...cambiare hobby no?
Malgrado alla base sia del tutto corretto quanto scritto nella pratica ci vorrebbe anche un pochino di elasticità specie in questo caso dove (scritto e riscritto) non è che intercetti il "pirata" in 2 minuti e forse...(leggi sopra) non serve a nulla.
Quindi da mente pensante che capisce la difficoltà tecnica e l'eventuale sforzo anche economico ...dovrei legalmente "minacciare" via PEC un pubblico ufficiale e/o un'ufficio ministeriale?
Perdonami ma ho altro da fare che inimicarmi mezzo mondo a me di cambiare frequenza costa poco di spegnere la radio un pochino di più ma sopravvivo egualmente...mi sembra che si esageri.

13
Bel progetto e belle sperimentazioni ma atteniamoci a provare a dirla restando su quanto chiede il collega. Le VHF via satellite non sono paragonabili alle FM Broadcast semplicemente perchè dall'antenna del sat alla tua c'è solo l'attenuazione dell'atmosfera ma nessun'altro oggetto fisico, cosa che invece ovviamente c'è nel caso di qualsiasi trasmissione terrestre.
Ma radiotecnica a parte, per come su detto, quelle, se ci sono, trasmissioni "al naturale" sono quasi sicuramente con copertura locale e quindi installate in antenna e potenza per coprire solo l'area designata, magari non son neanche in altura ma sul tetto del palazzo della città/comune (frequente per emittenti locali) ...ergo se disti più di un centinaio di km (e la do buona) non credo ci sia direttiva che tenga.
In ogni caso prima di attrezzarsi bisognerebbe trovare le stazione e capire da dove trasmettono a mio avviso.

14
Ho semplicemente risposto al collega che paragonava l'ascolto del disco all'andare al concerto, non me lo son tirato fuori dal cilindro l'OT. 
In merito ai tuoi gusti penso abbiamo capito tutti in merito al dove ascoltarla anche, dicendo che ormai è raro se non impossibile.
In ogni caso se ed esistono sono piccole realtà che coprono aree ristrette...anche se ce ne fosse una a PA se vivi ad AO te ne faresti poco o nulla, ergo sul dove ascoltarla,se esiste, dire a fortuna :-)

15
@Fabri: ammiro il tuo "romanticismo" che è l'opposto del mio pragmatismo (hi) tuttavia, perdonami, ma non si può paragonare l'emozione di un concerto con la ricezione di un brano in FM.
L'unica cosa che li accomuna (forse) è l'audience ma null'altro.
Che la fonte sia il vinile,cd che sia "pompata" o smussata sempre un disco è e resta e perdonami ma sapere che la stanno ascoltando anche e se 1.000.000 di persone non mi emoziona affatto...
Di contro ad un concerto oltre ad essere fisicamente con la gente (il pubblico) vedi la band o il cantante che suona dal vivo, che stecca, che sbaglia che è migliore/peggiore rispetto alla registrazione ma che stà esprimendo la sua arte in quel preciso istante.
La differenza è oceanica direi :-)

16
discussione libera / Re:Modulo Denuncia Disturbi Radio
« il: 21 Luglio 2022, 18:12:34 »
In merito alla modulistica credo che una PEC scritta di mano con tutti i dati sia sufficente, come già suggeritoti. In merito alla registrazione non mi pronuncio non saprei.
Il problema di fondo secondo me è che a quelle frequenze particolari ci stanno solo i radioamatori. Ricordiamo che trattasi di HF insomma non è il baofeng da 25 euro che compra chiunque online, ci vogliono radio ed antenne ergo sicuro che è un radioamatore.
In questo caso, se è in regola con a.g,patente,versamenti ci si può solo attaccare al "tram" in quanto bisognerebbe in primis trovarlo ed è facilmente immaginabile che non è così facile ne economico. Aggiungerei fra parentesi che finchè non disturba servizi essenziali non si muoverà neanche la mano oltre che per aprire la mail...continuando due dimostrare (anche e se) che il tizio X alle ore ... del giorno ... diceva "bla bla bla". 
Suvvia non scherziamo cosa fai anche e se si ha la registrazione la comparazione vocale?
Poi insomma per come escono le modulazioni in radio sopratutto am,ssb vai a metterci la mano sul fuoco che sia io o un'altro..anzi se e mai (non succederebbe mai) mi accusassero potrei contro denunciare per diffamazione visto che non si può procedere a dimostrare che ero io a modulare.
Insomma stiamo con i piedi per terra già è difficile scovare chi figuriamoci incolparlo in modo puntuale di quell'emissione. E poi chi mi dice che chi ha registrato lo ha fatto a quell'ora o non ha di suo modificato o creato "ad hoc" il file perchè magari gli stò antipatico?
Non sono fantasie si sentono "on air" messaggi registrati con frasi di tipi sconosciuti (almeno a me) mandate in loop o a distanza di giorni, mesi,anni.... ecco è la mia voce e la senti oggi....e magari è invece quello str...z del collega a pochi KM che mi ha registrato e dalla "sua" radio mi manda on-air.
Non scherzo mica. A me ai tempi dell'analogico sui ponti mi è capitato che qualcuno ritrasmettesse frasi da me dette in qso passati. Chi era? Boh...
Ma ripeto è tutta fantascienza nei fatti son sicuro che se si riceve risposta con frasi del tipo "grazie indagheremo e le faremo sapere" sarebbe già tanto.

17
Condivido il tutto Fabry il discorso però secondo me è diverso. Non sono OT ma ogni cosa in questo mondo ha il suo scopo. Le radio FM commerciali (praticamente tutte) non sono nate per servire un'audience di orecchie raffinate piuttosto per seguire le tendenze del momento e più in generale per intrattenere.
A livello di idea che poi però scadeva per limiti tecnici c'era la filodiffusione con canali tematici e fatta per "intenditori".
Su quella l'idea era buona (musica di qualità a tema, no parlato, no pubblicità) il mezzo tutto sommato meno immune a disturbi delle RF ma la qualità ovviamente molto poco definita.
Ma l'idea di ritrovare questo modo di fare nelle emittenti di oggi è come cercare l'acqua sulla luna. Semplicemente non son nate per questo le radio FM commerciali, molto semplice, a prescindere poi da tutte le considerazioni di tipo tecnico e filosofico.
Desiderarlo resta un desiderata che comunque non riesco a capire visto che mi sembra logico che l'unico modo per ascoltare la propria buona musica è palese.
Il resto condivido i tuoi pensieri sullo stupro di opere d'arte musicale ma a chi mette i dischi in radio poco importa...e per favore non chiamatelo DJ uno che mette le playlist...anche no :-)
Stò cominciando a farlo a livello semi serio ma sempre per hobby e non c'entra nulla con il metti dischi delle radio uffi anzi ho scoperto che, come per ogni cosa, devi studiare il suono, aver orecchio ma anche conoscere la musica, le scale musicali...e molto molto altro che vado scoprendo di giorno in giorno altro che muovere il fader da dx a sx :-)

18
@FabriBCL: si infatti era una riflessione ad ampio spettro sul discorso. Comunque radio a parte, se parliamo dei semplici CD dico quelli veri guarda che anche loro sono stati post-processati ed adattati al digitale. Diciamo che estremizzando il problema sarebbe propio la digitalizzazione cioè rendere discreto un qualcosa che varia infinitamente nel tempo basta già quello.
Quindi diciamo che a meno di vinili (ho dubbi ma nn conoscendoli nn mi pronuncio) anche il cd è già artefatto rispetto all'opera originale.
Il discorso viene ancora prima e si applica a tutto. il puro dovrebbe essere una registrazione stereo di una band dal vivo ma non esiste o meglio non la sentiremo mai il motivo è ovvio. Nessun cantante avrà un volume superiore alla batteria o all'assolo di chitarra elettrica..etc...etc...ergo vanno normalizzati i livelli per renderla propio "musica" ove è distinguibile il singolo strumento o un loro sottoinsieme senza quello sarebbe un frastuono tutto tranne che musicale. E' carino l'esempio del video riportato...e spiega il tutto.
Senza andare di teoriz anche nei live c'è comunque il tecnico del suono che equalizza i livelli dei vari strumenti...a maggior ragione in studio quando si registra un evento...ancora dopo per arrivare al master...voglio dire che di "puro" vedi il CD che di puro ha molto poco...ovvio che successivamente quel povero suono viene bistrattato e strabistrattato..ma la colpa è ancor prima del povero Orban :-P

19
Radio Ascolto / Re:"parco antenne" opinioni distanza
« il: 16 Luglio 2022, 09:57:46 »
Ma infatti potendo anche io in primis le antenne le distanzierei...condivido anche sul tentare non nuoce :-)

20
RADIO BERGAMO anni 70

Dichiara di suonare i vinili.... ma non saprei se lo fanno veramente.

www.radiobergamo.it
Già sulla homepage c'è il link al loro streaming internet...qualche dubbio mi sovviene :-)

21
Interessante visto che ultimamente mi occupo di "suono" ma non voglio andare OT.
Io sono sempre pratico, l'ignorantone da strada che va al succo: ma anche e se di cosa parliamo? Lasciando stare compressori,loudness,etc. ma vi ricordate che l'FM è analogica? Ora dico non ricordo in primis se coprirebbe i fatidici 20-20.000 ma lascio stare...ma il qrm? Non neghiamo che ci sia anche nella più potente emissione radiofonica FM. L'etere è saturo di interferenze non ho mai e dico mai sentito il silenzio assoluto neanche in una portante da 9+60 e non solo per il qrm via etere ma per molto altro.
Ergo quale piacere d'ascolto si può avere se ad un suono a volto poco enfatizzato si aggiunge l'innegabile rumore di fondo? Non credo che abbia molto senso cercare propio nelle FM la qualità, quella si può avere (e mai la perfezione perchè in primis le ns. orecchie non sono perfette) solo a casa in cuffia di qualità con sorgenti di qualità e tutto di qualità...
Nascono poi i motivi commerciali e/o meno. Trasmettendo ovviamente diverse fonti (semplicemente diversi dischi anche a parità di supporto) i livelli di output non sono affatto eguali. Quella reclamata pureza significherebbe che il brano A lo ascolto a -3db il B magari a -1 ed il C a 0db...per non parlare di quelli volutamente o no in distorsione. Banalmente l'ascoltatore medio cosa dovrebbe fare alzare ed abbassare il volume ad ogni singolo brano?
Alta considerazione "stradale". Ormai le FM sono relegate quasi esclusivamente alle autoradio e quindi in auto..al qrm dell'etere si aggiungono i rumori ambientali...e cerchiamo fedeltà? Nonsense.
Ultima considerazione meramente commerciale. Ormai le radio i CD non li hanno più e da decenni. Un buon bistrattato mp3 a 320kbps suona al 95% delle orecchie come il CD ma in compenso in una chiavetta da 32gb fino a ieri ci ho messo qualcosa come 5000 tracce...anche a 320kbs con un TB hai praticamente forse tutto il prodotto musicale degli ultimi 30 anni nel palmo di una mano.
In ultimissima...molte radio, oggi, se vogliono sopravvivere devono andare in streaming web/app o ancor prima in DAB/DAB+ ovvio quindi che questo porta ad unificare la fonte per tutti e 2/3/4 modi di emissione.
Quelle radio di qui si parla forse possono ormai essere progetti di quartiere , radio private ma non sicuramente emittenti commerciali.
P.S: non amo modificare l'audio ed aggiungere alle mie creazioni effetti speciali digitali ma è ovvio che prima di pubblicare un progetto almeno la traccia la normalizzo propio per quanto sopra citato.

22
Radio Ascolto / Re:"parco antenne" opinioni distanza
« il: 15 Luglio 2022, 09:54:24 »
r500 Ok "ni" nel senso che mi sembra che si mettano diverse cose nello stesso cilindro.
Una cosa è la direttività che serve a ricevere meglio un segnale che proviene da una ben nota fonte e della quale sappiamo lobo di irradiazione e quanto altro. La direttività e gli accorgimenti costruttivi delle antenne permettono propio di amplificare in modo passivo il segnale ricevuto.
Altro discorso ed è questo quello del topic è l'interazione di antenne "passive" fra di loro che continuo ad essere stra convinto che non esiste.
Nel caso dell'amico mi sembra macroscopicamente palese che l'eventuale differenza in rx delle sue antenne è unicamente data dal tipo di antenne in primis ma anche dalla loro posizione che per alcune frequenze potrebbe dare diversi pratici risultati anche discordanti.
In questo caso il problema è che non essendo in campo aperto la quantità di segnale della fonte X che arriva sul balcone soffrendo di apertura e riflessione/rifrazione delle mura di casa risulta o può risultare differente a seconda della posizione.
Faccciamo 2 esempi molto semplici. 1: se l'amico abitasse all'ultimo piano e potesse installare un palo di X metri installando una sopra l'altra 3 direttive stessa marca,guadagno,etc riceverebbere tutte e 3 la stessa identica quantità di segnale poco ma quasi sicuro. Non possono interagire fra di loro.
Un'esempio più semplice e banale sono le normalissime parabole televisive? La trasmissione via satellite è molto critica sia perchè sono microonde sia perchè il satellite non irradia centinaia di W ...ebbene se sul tetto del condominio metto 100 parabole una accanto all'altra puntate sullo stesso satellite se di pari dimensioni funzioneranno tutti nello stesso modo, in quel caso funzionerà meglio solo quella con un diametro maggiore per ovvi motivi che andrebbero OT.
Ora mi sembra che tutti almeno una volta nella vita abbiamo visto non dico i tetti dei palazzi dove le installazioni son fatte ad muzzum ma anche immagini di intere aree scientifiche piene di parabole anche nella stessa direzione abbastanza vicine l'un l'altra.
Per completare il tutto io parlo di impianti "puri" cioè antenna+filo senza null'altro di mezzo.
Ora nel caso delle parabole è più immediata la cosa perchè puntano verso l'alto...insomma tante parole ma quello che semplicemente voglio dire è che le antenne no si rubano il segnale a vicenda non si interferiscono se non come qualsiasi altro oggetto naturale che si può frapporre fra la fonte che origina il segnale e l'antenna che lo riceve. A me sembrano ovvietà. 

23
Radio Ascolto / Re:"parco antenne" opinioni distanza
« il: 14 Luglio 2022, 23:04:06 »
e di questo sei assolutamente sicuro?

(anche se nella foto sembra che ci siano differenti polarizzazioni e orientamenti)
Partendo dall'unico presupposto che di sicuro c'è solo la morte, ci sono migliaia di esempi di antenne operanti in rx sulle stesse frequenze diciamo molto vicine...banalmente le antenne TV? Se fosse vero ..allora ci sarebbero state stragi di condomini in quanto "eh no grazie a te io non vedo Rai1"....sinceramente non mi risulta.
Sopratutto se si parla di HF ....
Di contro se stai attento ho scritto anche "dipende poi dalle frequenze" ma il papello da saccente sull'antenna diversity...eh no non ci casco...ognuno se lo studi di suo :-P

24
Radio Ascolto / Re:"parco antenne" opinioni distanza
« il: 13 Luglio 2022, 13:01:51 »
Scusate ragazzi ma Martyn ha successivamente scritto che le antenne sono "esclusivamente in ricezione" aggiungendo che mai e poi mai trasmette.
Il problema quindi non si pone in nessun caso. Le antenne in ricezione fisicamente non si possono interferire fra loro..mica una "ruba" la ricezione all'altra :-)
Se nessuna delle tre emette alcun segnale ergo nessuna disturba (emettendo RF) nessuna , il problema non si pone.
In questo caso le uniche osservazioni sono su "chi" riceve di più delle tre.
Ovviamente quelle che hanno più campo aperto e più lontane dalle mura ricevono meglio ma anche pure ,vero e non vero, dipende poi delle frequenze che si vogliono ricevere in quanto le onde radio non si comportano esattamente tutte nello stesso modo. Martyn prossima volta esprimi in primis il dubbio, se ometti di dire che sono "solo" riceventi i colleghi poi vanno fuori strada :-)

25
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento elettromagnetico
« il: 07 Luglio 2022, 18:10:01 »
Concordo con Hawk in toto. Kz non sono pro nucleare ne contro. Quello che dici è vero in parte.Non abbiamo combustibile "fissile" ma vuoi mettere l'energia di una barra d'uranio con quante tonnellate di carbone potrebbe essere sostituita? Tante. Le scorie nucleari? Si sono un problema...come lo sono le scorie in genere (ne ho già parlato) considerando quanto appena scritto sono poche nel rapporto con gli altri tipi di combustibile. Ovvio sono "rognose" perchè decadono dopo migliaia di anni...ma come sempre si ha il paraocchi o meglio (lungi da me offendere nessuno) si guarda solo un piccolo pezzo di un puzzle. Oggi e dico oggi è un dato di fatto che fra poco non respiriamo per la CO2, è un dato di fatto che non piove, è un dato di fatto quindi che si va in contro a carestie, è un dato di fatto la guerra OGGI non fra duemila anni. Quindi OGGI ci creiamo gli scrupoli per le scorie nucleari? Ce ne siamo fottuti del pianeta negli ultimi quanto 100,200 anni ed oggi mi dovrei preoccupare di qualcosa che resta "attivo" ma sotterrato chissà dove e che profondità per 1000 anni? Ma ci sarà il pianeta terra fra 1000 anni? Io dubito. A sotterrare le scorie chimiche invece quelle si...le ecomafie...quelle si...oops quelle decadono in meno di mille anni mi ero scordato .... I comuni denuclearizzati. Beh ci ero arrivato e si sposa con quanto detto prima. La monnezza la facciamo tutti ma deve stare lontano da casa mia. 
P.S e rincaro la dose...ma a chi risulta che una fuoriuscita di scorie radioattive sotterrate abbia mai ad oggi fatto un'ecatombe ...io non ricordo da quando son nato..e sono 50 i lumi....ma scordavo non son passati ancora secoli e millenni ...beh visto che voi 1000 anni ci camperete io di sicuro no mi racconterete della terra inquinata di scorie radiottive..magari proprio via "radio" chissà in quale dimensione ee:-)

26
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento elettromagnetico
« il: 07 Luglio 2022, 16:01:50 »
D'accordo su tutto e l'ho scritto. Meno d'accordo sul nucleare per quanto avevo scritto prima. L'Italia è sismica, vero, ma non ovunque. Se togliamo la tragedia del Giappone che fra l'altro non mi sembra abbia avuto conseguenze disastrose per la gente tranne il maremoto in se stesso, non ci sono dati di incidenti gravi dai tempi di Chernobyl che fra l'altro mi son preso la nube tossica essendo giusto giusto a Trieste in gita scolastica....
Consideriamo che da Chernobyl ad oggi la tecnologia è avanzata e con essa i criteri di sicurezza. Resta il fatto che è veramente stupido bandire il nucleare in Italia ma permettere (non lo si può proibire) che Francia&Co abbiano le centrali a pochi km dal confine. Lasciando star questo i livelli di sicurezza son tali che...insomma come dire "l'aereo è pericolo" quando è il mezzo più sicuro al mondo. Certo mediaticamente impatta perchè se cade un'aereo muoiono tutti così come una sola Chernobyl ha fatto grossi danni..ma ripeto erano gli anni 80. Rinunciare ad una fonte tutto sommato più pulita di molte altre a me sembra assurdo.
La verità è che non possiamo avere senza dare (in questo caso rischi) non ci si può lamentare dell'immondizia ma poi non volere i termovalorizzatori così come lamentarci della mancanza di energia ma bandire nucleare,carbone,etc e comprare l'energia a peso d'oro da paesi che invece quelle fonti le usano.
E' ipocrisia pura che merita almeno che non ci si lamenti della bolletta alle stelle.
E poi e poi....non me ne voglia nessuno, siamo tutti bravi a parlare sempre e solo quando le cose non ci toccano. Criticate giustamente chi non vuole la pala eolica ma vorrei vedere la reazione se ve la mettessero al largo della vostra casa di villeggiatura o dietro la collina di casa. E vale per tutto...si deve fare "si ma non a casa mia". Inutile prenderci in giro che il 90% la pensa così anche se a parole dice il contrario.

27
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 05 Luglio 2022, 17:20:12 »
giuro non avevo ancora visto il video ho immaginato solo come potesse funzionare..e ci ho preso per un buon 90% :-)))

28
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 05 Luglio 2022, 17:13:33 »
Dedalo....lo guardo ora dopo aver scritto....condivido:

29
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 05 Luglio 2022, 16:55:26 »
Grazie Hawk della fiducia. Ne capisco qualcosa quello si ma non sono un'esperto.
Allora tanti spunti che mi hanno stimolato a cercare qualcosa. Andiamo al sodo, lasciando stare l'hacking delle reti 5G mi son soffermato sul succo della storia che ci interessa: la localizzazione dei dispersi e/o eventuali comunicazioni con loro.
Ora senza che nessuno me ne voglia dei sostenitori del thread originale qui parliamo di soccorso serio e di soluzioni serie. Lo sò che penserete che non si possono paragonare i sofisticati marchingegni di vv.ff&co con i pmr ma il mio punto di vista è un'altro. Lo smartphone o più semplicemente un cellulare. Ecco il "core": chiunque e dico chiunque ce l'ha a maggior ragione un'escursionista anche improvvisato per il semplice motivo che oltre al normale schiavismo da smartphone di ognuno di noi hai un gps, contiene mappe,etc. E' un dispositivo che hanno tutti mentre invece un pmr in proporzione non ce l'ha nessuno. Giusto per vedere le cose dal punto di vista utile e reale si cerca quello che la gente ha non quello che potrebbe avere forse si, forse no..quello si cerca "anche" come da prima parte del commento ricerca dei dispositivi speciali per escursionismo citati. Aggiungo che moltissimi degli smartphone in commercio hanno resistenza all'acqua,polvere,etc. almeno da garantirne l'impermeabilità. E' molto verosimile quindi che anche se il malcapitato è deceduto il suo smartphone sotto la neve funzioni ancora e cerchi di agganciare una rete radiomobile. E qui andiamo al sugo: no 5G per tanti motivi. In primis pochissimi smartphone lo hanno, due non interessa rubar dati ma localizzare/voce e per questo cosa di meglio delle vecchie buone reti gsm 900/1800? Niente. Il dedalo, l'apparecchiatura mostrata funziona come una microcella GSM. E' portatile,trasportabile anche a spalla, alimentato a batterie. Crea una rete fittizia gsm alle quali qualsiasi cellulare in assenza di altro segnale noto o comunqe e sempre aggancerà come segnale rf con maggior livello di rx nella zona.
Fatto questo lo smartphone invierà alla finta rete gsm (che finta non è , è solo non i nterconnessa con la telefonia pubblica) il suo imsi (international mobile subscriber identity) in pratica il numerino univoco a livello mondiale della sim inserita nel telefono. L'imsi è facile da ricavare in quanto basta chiedere agli operatori a quale sim e quindi imsi corrisponde il numero 3xx 1234567. In questo caso non credo neanche servano autorizzazioni una chiamata di chi coordina i soccorsi e titolato al manager del NOC (network operation center) dei vari operatori reali (tim,vodafone,iliad,windtre che veicolano poi verso i loro eventuali virtuali) e si ottiene l'imsi del cellulare del sottoscritto. Detto questo una o più microcelle del dedalo isoleranno l'imsi che sta richiedendo accesso e sfruttando la direttività delle antenne che si vedono nel video triangoleranno incrociando i valori rf lo smartphone.
Oddio se (sono ipotesi) il dedalo si sposta e tanto allora grazie a direzionalità si potrebbe in modo relativamente facile localizzare con discreta approssimazione la fonte rf (ll telefono) anche con meno di 3 microcelle. La ricerca di più di un imsi potrebbe quindi anche rilevare se i corpi sono nella stessa area o a distanza.
Ma il tutto in gsm in quanto lato rf non stò qui a spiegarlo ma sopratutto perchè il supporto 2G lo ha qualsiasi cellulare anche degli anni 90 o anche non smart comprato a 15 euro al supermercato.
In altri casi si potrebbe quindi provare anche a chiamare in voce il cellulare e contattare il malcapitato. Purtroppo a distanza di due giorni dubito che ci sia qualcuno che a quei telefoni risponderà ma almeno si possono tecnicamente localizzare con un'approssimazione discreta anche se non precisa al metro.
Delineato il perimetro si cerca poi con rilevatori eventuale calore, sonde a ultrasuoni,metal detector,cani ...e quanto altro adatto alla circostanza.
Questo è quanto suppongo da quanto visto e dai dati che da esterno oggi posso aver a disposizione (non lavoro più per alcun gestore).
P.S: fra i gestori non ho elencato il "mio" Fastweb Mobile che avendo licenza MISE è operatore di rete con MNC 222-08 e quindi rilascia proprie sim con proprio imsi così come tutti i FVMNO (Full Virtual Mobile Network Operator) ma non ricordo fra i nostrani quanti poi in realtà rilascino imsi..parlo di FW perchè ce l'ho ed ho controllato.
P.S2: dedalo a parte è da sempre utilizzato questo meccaniscmo di micro celle e reti virtuali in ambito commerciale. Due esempi fra tutti sono le navi ed aerei che permettono l'uso del cellulare. Per chi ha provato (io si) vi sintonizzerete su una rete sconosciuta tipo xxx-yy è la rete cellulare privata della nave/aereo che poi si interfaccia con la rete telefonica pubblica in vario modo ma credo quasi esclusivamente via satellite.
P.S3: in questo caso, mi ero scordato, il piccolo "hackeraggio" ovviamente a fin di bene sarà nel sostituire l'id della finta rete con una rete conosciuta anzi nel caso specifico diventa complicato se sono diverse persone perchè bisogna inpersonare la rete telefonica del singolo utente. Pochissimi in italia hanno il roaming attivato (fino ad anni fa costava un botto) quindi i cellulari della stragrande maggioranza degli italiani cercheranno sempre la home network senza andare in roaming di nessun tipo. Un Tim quindi cercherà il segnale TIM e via dicendo...

30
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 04 Luglio 2022, 21:05:49 »
Ahah ma si dai spazio a tutti beh una cosa gliela dobbiamo riconoscere ..il brand lo sa vendere...
Iscrivermi io? Anche no...ma per principio non sono tipo da associazionismo ma di mio e vale anche per le ass. di radioamatori.
E poi parli con uno che non sopporta i single point of failure? Ho fatto del piano B,C,D e se ce l'hai anche F il mio stile di vita. 6 sim su almeno 3 gestori diversi, connessione telefonica ancora in rame per la fonia, link digitali backuppati, blog su datacenter tedesco, ups, e mi fermo perchè ho così tanto di ridondato che manco ricordo...non mi ci vedo a sgolarmi sperando che qualcuno ascolti un giocattolo da pochi euro...resto sicuro che è moolto più probabile che vinca la lotteria degli scontrini considerando che ogni giorno faccio la spesa e le estrazioni sono settimanali, mensili, annuali :-)

31
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 04 Luglio 2022, 15:25:07 »
Penso si sia fatta confusione e forse mi ci metto anche io ma è un thread di 24 pagine che è su da anni e quindi ci può stare.
Per come la vedo io il collega Poker stamattina ha evidenziato, con riferimento alla tragedia di ieri come l'autogestione non sia consigliabile. Così ho capito. Se da un lato, ma penso che per quanto ho scritto dopo, penso sia stato fuori luogo come commento, perchè non credo che rrm o similari pensino che "si poteva essere d'aiuto o che il  pmr avrebbe salvato", dall'altro condivido di base quello per il quale poco mi tollerano qui, cioè che l'iniziativa lodevole fa acqua da tutte le parti dal punto di visto sia tecnico che del fattore umano. Ovviamente sono 2 discorsi che non hanno nulla in comune e credo che in primis ho sbagliato a rispondere perchè per me era implicito che pmr ma io questo caso qualsiasi altro sistema di comunicazioni non sarebbero serviti a nulla quindi totalmente OT. Poi siccome siamo chiaccheroni abbiamo continuato. Io mi fermo in questa sede in quanto come detto la Marmolada non c'entra nulla con RRM e sopratutto perchè su questa iniziativa ho scritto già fiumi di parole. Per metterci la pietra sopra ripeto come scrissi qualche giorno fà non so se qui o altrove. Io se fossi uno da "montagna" in modo serio andrei solo di satellitare. pmr e ci metto anche le nostre belle bibanda da 200 e passa euro in analogico e digitale non ci farei affidamento semmai mi fiderei di più di un vecchio GSM a 900Mhz. E lo dico da radioamatore che conosco un poco poco..ma dico poco le cose. Finchè si tratta di caxxeggiare o di dire "Carmela butta la pasta" ci stà il nostro hobby..ma per la sicurezza io andrei di cose serie e non sarebbero i soldi il problema. EOD (End Of Discussion).

32
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 04 Luglio 2022, 08:57:49 »
Si Hawk ma io andavo di più umano e pratico. Allora nella fattispecie mi è sembrato di capire che non si trovavano nel Katmandu (se esiste sennò nome inventato per indicare posto poco conosciuto) ma alla Marmolada ed a quanto pare non per escursioni estreme. Anche e se bisogna sempre mettere da parte la passione che a volte ci acceca per pensare alla quotidianità .Quanto scritto detto e che si potrebbe scrivere può anche e se, andar bene per chi è assiduo della montagna, lo fa per sport e non solo a livello amatoriale, ha le competenze ed i soldi per tutto quello che si possa qui descrivere. Non di sicuro per l'escursionista da weekend anche se sono 10/20 weekend l'anno, non per chi non fà cose estrme ma sopratutto valutiamo i casi singolarmente e pensiamoci. Io come tutti ascolte le notizie su 6 deceduti solo 3 sono stati riconosciuti significa che gli altri tre non sono in condizioni tali neanche di capire chi siano...e lascio immaginare il perchè. Non credo, ahimè, che vista la dinamica del tutto e che a quanto pare forse erano della stessa o simil spedizione/escursione/passeggiata, i dispersi siano in condizioni nettamente migliori. In questo caso anche e se (bisogna vedere quanto sei sotto la neve oltre che il punto...e ricordo che non era solo ghiaccio ma anche rocce) min...anche e se a che servirebbe? Forse solo a velocizzare i funerali ai parenti non penso a salvare alcuna vita. Ma ripeto stiamo andando OT dell'OT ...allora compriamoci tutti quelle radio perchè se viene il terremoto ci trovan sotto le macerie. Che c'entra..una cosa è il disastro naturale (e questo lo si può considerare, è una slavina/valanga al pari di un terremoto,maremoto,etc.) una cosa è l'incidente di percorso dell'escursionista più o meno esperto.  Mi spiace ma stavolta non sono d'accordo ahahah :-)

33
LPD - PMR - SRD / Re:RETE RADIO MONTANA
« il: 04 Luglio 2022, 07:23:37 »
Pur avendo da sempre manifestato i miei dubbi ed in due parole il non essere simpatizzante di RRM mi sembra però OT parlare di rrm,radio,etc. Chiedo sempre di pensare prima di tutto. Se ti arriva mezzo ghiacciaio a 300km/h sopra tanto è che neanche riescono a riconoscere i corpi trovati non c'è sistema di emergenza che tenga visto che muori sul colpo. Per il resto chi stà gestendo l'emergenza ed in questo caso OVVIAMENTE sono VV.FF, Soccorso Alpino, ed eventualmente unità altamente specializzare della P.C. ha ed usa sistemi di comunicazioni d'emergenza affidabilissimi nella gestione di queste terribili situazioni. Le altre riflessioni sono "fuffa". La radio o il tel. o le comunicazioni possono essere d'ausilio se ti sloghi la caviglia e cadi in un posto poco coperto, per incidenti diciamo di lieve/media entità ma una montagna di ghiaccio e pietre che ti prende all'improvviso...lì non c'entra alcun tipo di comunicazione. in questo caso infatti mi sembra logico che per la dinamica del tutto i dispersi sono personcine decedute che forse neanche troveranno visti i metri di neve e detriti dai quali son stati sommersi. Pace all'anima loro. 

34
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento eletrromagnetico
« il: 03 Luglio 2022, 18:29:39 »
Esatto non avevo parlato di pale eoliche visto che si parlava d'acqua. Anche lì Lanzarote bell'impiantino..ci son stato sotto le pale eolice...col vento che c'è.
Ok stop. L'Italia ? Anche qui in molti posti non manca di certo il vento o il sole per il fotovoltaico ma arranca. E' vero quello che dici tu Arnaldo,licenze etc. ma perchè ovvio (scusate ma ho il dente avvelenato) poi ci si mettono gli ecologisti ed allora il desalinizzatore deturba l'ambiente, idem le pale eoliche. Abbiamo anche un pochino di petrolio ma non si trivella ...Avevamo il nucleare ..l'hanno fatto chiudere ma poi compriamo l'energia elettrica dalla Francia con le centrali a pelo del confine...Chernobyl docet i danni...ed era lontana Chernobyl. Ma dico io ...ma che dire solo che mi vergogno profondamente di essere italiano ed ormai da troppi anni. Prima che si levi giustamente qualcuno che mi dice "ma chi ti vuole vattene dall'Italia..." ragione..e ci ho anche provato ma le ciambelle non sempre riescono col buco e qui anche se non mi piace quasi nulla per istinto di sopravvivenza legato a cose che qui non si dicono..ahimè ci devo restare e crepare. Attenzione: io non mi lamento sono solo incaxx per quello che noto. Non piagnucolo e le cose ho provato a cambiarle a colpi di voto..ma non serve a nulla. Mi fa rabbia perchè potrebbero andar meglio tante cose ma non ci sono soluzioni il problema e' culturale la logica del fotti il prossimo, pensa ad oggi che domani poi si vede...pensa ai fatti tuoi e fregatene del resto è nel dna...tutto il resto (criminalità compresa) sono solo il frutto di questi geni bacati che abbiamo. Nel mio piccolo qualcosa di civile la faccio ma a volte mi sento solo il più fesso di tutti il che no ripaga sotto nessun punto di vista.

35
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento eletrromagnetico
« il: 03 Luglio 2022, 16:56:53 »
Lasciando stare i romani e tornando all'acqua Arnaldo ha sottolineato il problema degli acquedotti fatiscenti. Si perde il 30% d'acqua strada facendo e di certo non è colpa della siccità.
Altra cosina. Perchè no i desalinizzatori? Abbiamo fortunatamente tanto di quel mare. In posti come Israele e via dicendo l'acqua desalinizzata supera il 50% del consumo totale.
Andando a cose viste e non lette a Lanzarote dove ho vissuto c'era il desalinizzatore anzi è stato se non il primo uno dei primi in Europa e come mai le palme erano rigogliose visto che è maledetto deserto roccioso? Perchè l'acqua desalinizzata gliela portavano col tubicino ad ogni albero...C'erano migliaia di km di tubicini solo per le palme...
In Italia? Nel nostro bel sud? Un paio e mal funzionanti.
La smetto col qualunquismo e dico che tutto quello che succede ce lo meritiamo e ci meritiamo anche di peggio visto che una e dico una sola cosa non la sappiamo fare. Ah una si anzi un paio...rubare e lamentarci sempre.
Abbiamo ciò che meritiamo. Punto.

36
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento eletrromagnetico
« il: 03 Luglio 2022, 08:14:57 »
Continuando l'OT ma è pur sempre attualità. Oggi a Rai News 24 propio mezz'ora fa...è nato un'altro cominato del NO. I NO-SIC cioè No Siccità che postano foto di dighe strapiene e che per loro la siccità è una menzogna il solito "gomblotto".
Perchè non convergono tutti in un'unico movimento mondiale che chiamerei NO BRAIN? Assurdo. Quindi non c'è siccità ed io che a Milano da Gennaio ad oggi ho visto piovere 3/4 volte in 6 mesi..boh sarò fatto perennemente di chissà quale sostanza ahahha :-)

37
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento eletrromagnetico
« il: 01 Luglio 2022, 09:37:13 »
Basterebbe capire che ogni medaglia ha il suo rovescio, ogni farmaco i suoi effetti collaterali, che non esiste botte piena e moglie ubriaca. Bisognerebbe spegnergli in diretta la bts e dirgli non c'è più inquinamento ora dillo via fb o whatsapp alla tua amica e vedere che faccia fà...
Ma ahimè covid docet , certi elementi fanno proprie convinzioni o totalmente false o vere a meno della metà e neanche se gli dimostri in diversi modi l'esatto contrario resteranno delle loro idee.
Fermo restando che ognuno ha le sue idee e convinzioni io trovo estremamente da "menti pensanti" cambiare alla luce dei fatti ed eventi le nostre idee o punti di vista. Di certo per chi nasce c'è una sola cosa il resto non è mai una verità assoluta e bisognerebbe. Esempio OT da sempre prendo l'aereo ma per una stupida pseudo ansia che poi ho scoperto non è paura di volare ma mi scoccia sapere di essere in un posto dal quale non posso in nessun caso fuggire...beh ho sempre e solo voluto e pagato per stare al finestrino. Scorsa settimana con l'aereo pieno così me la son tenuta per 1 ora e mezzo perchè dal posto finestrino avrei dovuto far alzare 2 persone...etc....oggi mi è stato assegnato corridoio e sono contento. Carico e scarico facilmente,se devo andare ai servizi non scomodo nessuno...sbarco prima essendo già lato corridoio. Ed il finestrino? Ma chi se ne frega quella tratta l'ho fatta migliaia di volte...ed a 9000 metri vedi ben poco...ecco a 50 anni ho cambiato idea...è solo un'esempio :-)

38
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento eletrromagnetico
« il: 01 Luglio 2022, 07:12:47 »
Infatti scordandoci per qualche tempo i 26Ghz perchè tutti gli smartphone odierni o quasi sono per le reti 5G sub 6Ghz a quanto letto.
L'unica che potrebbe e neanche tanto destar preoccupazione resta quindi i 3600Mhz. Inutile preoccupazione perchè non tutti sanno che le bts non emettono più di una decina di watt se non erro e quindi facendo due conti... la quantità di inquinamento non è così elevata. Fra l'altro hanno copertura ad ombrello quindi paradossalmente averle di fronte (a distanza ovvio) è più sicuro di starci sotto (in linea di principio). Sorrido perchè uno i benedetti studi su quanto il tutto influisce ..mah o per interessi o per altro lasciamoli da parte ma due perchè la sola banda 7 4G và sui 2600Mhz e che per i fifoni sono Microonde come i 3600... eppure il tel. 4G lo usiamo quotidianamente a pochi cm. dal nostro corpo e testa. Ora più in generale senza che di prima mattina vada a ristudiare dati ma la quantità di RF alla quale siamo esposti usando il cellulare è molto maggiore, vista la distanza da noi, da quella della bts che stà a 100 mt e passa (ipotesi peggiore). In termini pratici ad oggi sono tutti buttati sugli 800Mhz (EUDD=Europe Digital Divide) o banda 20 in quanto è quella che avendo frequenza inferiore copre un'area maggiore. Inutile ri-spiegare che il 5G a 800Mhz è solo un'iconcina sul display a fini di marketing in quanto le prestazioni sono eguali se non peggiori ad un buon 4G/4G+. 

39
discussione libera / Re:Nuovo inquinamento eletrromagnetico
« il: 30 Giugno 2022, 20:17:35 »
Hawk penso che io tu e pochi qui ci stiamo facendo tanti nemici ahahah. Come non condividere. Siamo in tutto il popolo dei paradossi. Ne hai dette tante tutte giuste...aggiungo ci lamentiamo della sanità ma quando ci vogliono curare ed a spese loro (o meglio evitare di curar dopo) gomblotto e di fantasie hai voglia che ne ho sentite.
No TAV ma poi si lamentano se il treno regionale ci mette 3 ore per 30km...
Si lamentano che la rete autostradale fà skifo ma poi oddio se dovesse passare sui loro terreni una superstrada...
No alle trivelle a 40 km dalla costa ma no al caro energia perchè di fatto poi compriamo dall'albania che le ha a 10km più lontano nello stesso mare...
No gasdotto e min..ia ora da chi lo compriamo il gas?
Le città annegano nell'immondizia ma sticaxxi che l'inceneritore ai confini della città inquina...
Azz il 5G uccide ma mink...stà internet và lentissima ed io pagooo...
Il 5G inquina..ma 2 ore con 1/2W col cell alla capoccia fà bene al cervello...direi si vede!!!
E potrei continuare all'infinito...
Una delle ultime che mi è capitata in giro su internet: no alla nave cisterna gas a 30km dalla costa di Taranto ma zio cantante azz ti giri e con una boccata prendi anche i tumori non scoperti e no l'ILVA non si tocca perchè dà lavoro...
Ma una fetta di C..o la vogliono pure?
Unica soluzione=estinzione di questo genere e sperare che quelli che verranno fra millenni saranno più evoluti degli attuali primati...senza offesa per le scimmie :-))))

40
discussione libera / Re:L'antenna della storica causa di Bolzano
« il: 30 Giugno 2022, 19:57:11 »
Grande Davj, tanto tempo che non ci incrociamo qui ed in etere.
Sante parole. Ho riascoltato il video ..o per distrazione o per filtro naturale non mi ero accorto del "lo scopo del radioamatore è di fare ricerca ed innovazione di fatto tutte le scoperte scientifiche più importanti sono tutte bene o male dei radioamatori...." questa da sentire è ancora peggio degli astronauti e della nasa...io sinceramente non ho parole. Ragazzi non è cattiveria ma la gente che su una piattaforma mondiale sente a questo qui cosa pensa di noi tutti? E' un messaggio assolutamente errato in ogni sua parola. Ora la cosa grave non è tanto pensarlo , alla fine ognuno si può credere chi vuole ma dirlo con così tanta convinzione, ma veramente ci crede? Ma quale innovazione porta quello che fà il dx o io che parlo sui ponti dmr o chissà credo il 99% di tutti noi se non scambiarci 4 opinioni su una passione ed un HOBBY che alla fine interessa solo ed esclusivamente noi? In cosa si è evoluto il mondo grazie ai radioamatori? Il resto l'ho già scritto.
Idem ancora il termine "servizio" ..ma de che? Che alcune volte spengono i ponti a loro piacimento, cambiano parrocchie e parrocchiette , mostrano antipatie e sarebbe un servizio de che? Non è servizio a volte neanche fra noi che ci dovremmo capire figuriamoci se eroghiamo servizio a chicchessia.
La chiudo qui ricordanto che nel 2022 esistono anche i telefoni satellitari che collegano gente da una parte all'altra del mondo anche in caso di calamità in modo sicuramente più affidabile delle HF e letteralmente "al volo". Nel mentre che ti monti radio antenna e sintonizzi un'australiano terremotato parla con il siberiano alluvionato via satellite ..giusto il tempo di trovare l'aria aperta ..che serve anche alle antenne...e di comporre un numero azzzz solo un numero ed una stupidissima batteria al litio e chiami il mondo! Quanto ancora durerà nel 21 secolo la leggenda metropolitana del radioamatore superman che alla faccia della tecnologia salva il mondo che le sue stratosferiche capacità? Ed ho voluto semplificare al massimo con il "top" che c'è ed alla portata di tutti e non mi dite che "costa" beh 1500 euro e 2euro al minuto non son poi tanti per salvare il mondo...forse anche meno di una degna stazione HF. Limitiamoci a dire come è giusto che sia , raccontarci le nostre sperimentazioni di fatto belle ed utili solo ed escusivamente a noi ed al nostro ego ma a nessun altro. 
Vogliono salvare il mondo ma non hanno i piedi per terra, un paradosso.

41
Si, vero, mi sono espresso male, volevo rimarcare il fatto che le eventuali microcelle oltre alle zone "non problematiche" dell'aereoporto dovrebbero coprire eventuali zone limitrofe; mi rendo conto che si tratta di una spesa per gli operatori di telefonia, ma considerando le conseguenze di un'eventuale interferenza, direi che forse sarebbe meglio pensarci prima che cercare di rimediare dopo ... come (purtroppo) si fa spesso qui nel "Bel Paese"  [emoji87]



Ragionissima ma in Italia parliamo per assurdo, la realtà per buona pace dei RADALT ancora e per un pò è diversa. Il 5G oggi (e lo dico per prove che faccio giornalmente con telefoni e gestori) è al 70% pubblicità. Poche antenne, pochissime a 3.5ghz. Pochissimi piani tariffari che includono a prezzi umani il 5G, pochissimi telefoni economici che supportano il 5G ergo pochissima copertura. Anche la strategia dei gestori è alquanto ambigua. Avevo Iliad..beh a LIN non ho visto 5G ne dentro ne fuori...tim nel paesino in un solo punto ho beccato qualche microcella ..giorno dopo dall'8 piano del S.Carlo zero 5G neanche l'icona. Windtre copre di più e di quella parlavo ma anche lì andando molto di aggregazione di portanti (leggo 800+1800+2100+2600+5G NSA) neanche ho la certezza che una goccia di quella RF venga da cella in 3Ghz...
Ovviamente non sarà sempre cosi' infatto l'eurocontrol tiene il tutto in osservazione. A tendere potrebbe essere un problema ma come dire si devono metter d'accordo fra loro. Ovviamente, malgrado il business dell'aria sia notevole, a livello mondiale è più facile un refarming lato aeronautico che lato antenne mobili almeno per oggi ed il pregresso. Insomma tecnicismi a parte la scienza evolve ma lo deve fare su tutti i fronti..come si son inventati qualcosa per il 5G che se lo inventino per i radalt...non mi sembra impossibile...solo questione, come sempre, di metter mani al portafogli. E checchè se ne possa dire, malgrado le varie crisi che non nego, tutto si può dire tranne che "poverelli" a compagnie aeree e gestori aeroportuali..ergo..volere e potere :-)

42
@AZ "..non me ne vogliano gli abitanti limitrofi " l'avevo già scritto nel post.

43
Interessante case-study. Prendo la parte che penso sia più importante a tutto vantaggio degli utenti:" Aircraft radio altimeters, or RADALT for short, enable aircraft to land on the runway in all weather conditions while meeting highly demanding safety requirements. RADALT use the 4.2-4.4 GHz frequency range. The band allocated in the US to 5G (3.7-3.98 GHz) is closer to the RADALT band than in Europe, where it is 3.4-3.8 GHz. Furthermore, the US permits higher maximum power compared to what is generally implemented in Europe. Taken together, this has created a real risk of interference in the US that, for now, is not considered to be a problem requiring immediate safety mitigations in Europe; nonetheless, the interference risk remains also in Europe, which is why studies on this topic continue"

Trad (no google): I radio altimetri degli aerei, o RADALT (abbreviazione), permettono agli aerei di atterrare sulla pista in qualsiasi condizione metereologica soddisfacendo gli alti livelli di sicurezza richiesti. i RADALT lavorano sulle frequenze 4.2-4.4 Ghz.  La banda allocata negli Stati Uniti al 5G è compresa fra 3.7-3.98 Ghz risultando più vicina quindi alle frequenze utilizzate da RADALT rispetto alla situazione europea ove al servizio 5G è stata allocata la banda 3.4-3.8 Ghz. Consideriamo inoltre che negli Stati Uniti è permesso l'utilizzo di potenze maggiori rispetto all'Europa. Le due variabili si combinano e rappresentano quindi oggi un reale rischio per l'aviazione civile e militare statunitense. La situazione europea attuale, per quanto sopra, quindi viene considerato non critica e quindi non richiede urgenti misure di contenimento. Tuttavia anche in Europa il rischio di interferenze esiste, non viene sottovalutato e continua ad esser oggi studiato e tenuto sotto osservazione.

Aggiungo che per noi che ne capiamo un pochino basta guardare il grafico sotto riportato nel link di AZ per capire come in EU ci sono bene 400Mhz di distanza fra il 5G ed il RADALT e "telefonicamente" parlando per quanto sopra da me scritto le potenze 5G non sono elevate per il discorso riutilizzo banda/copertura che avevo scritto prima. Nella mia ignoranza penso di aver capito il tutto :-)

Tuttavia spassionatamente da ignorante magari magari mettere le picocelle  dentro l'aeroporto evitando di "sparare" sulla pista di LIN non sarebbe una cattiva idea. Per esperienza di scorsa settimana (oggi sono a PA e domani torno a MI) in attesa al gate il segnale W3 era miserabile ma in pista sull'aereo in 5G ha raggiunto 500mbps...voglio dire propio in aereo un minuto prima che si chiudono le porte che me ne faccio? Meglio sarebbe dotare l'interno di picocelle perchè la gente al max staziona lì e lasciare almeno in area aeroportuale il 4G che si spinge al max a 2600Mhz ed in CA (Carrier Aggregation) arriva e supera i 150mbps...non me ne vogliano gli abitanti limitrofi tanto ho sperimentato che quel "turbo" del 5G reale basta spostarsi di pochi metri che "evapora"....entonces (e quindi) tanto vale se pur lontane non rompere ai poveri RADALT che a tanto servono :-P

44
Non sono affatto esperto mi limito a semplici riflessioni. La prima è che la gestione dello spettro RF in USA è notevolmente differente da quella in Europa ed Italia nonchè i rispettivi enti hanno logiche che non sempre convergono.
Detto questo una rapidissimissima lettura sulla banda-c ha confermato quello che sapevo. Oltre al 5G viene utilizzata e neanche massivamente da alcune operazioni satellitari in generale da quell'unico articolo letto non mi ha dato il feeling di essere ampliamente utilizzata per molto altro tanto è che appunto la disegnavano come banda a grandi potenzialità per l'uso 5G.
Detto questo non mi torna troppo la storia letta sull'alta potenza o forse ho letto male io. A quelle frequenze (3.5-4Ghz) ..beh evitando pipponi pazzeschi..quelle frequenze son pazzerelle basta il minimo ostacolo per andare un pò dove vogliono. Le microcelle a quelle frequenze infatti coprono molto poco in termini di superficie. Proprio per questo si può riutilizzare il range in posti relativamente molto vicini con fette anche di 100 e più Mhz...propio perchè già ad un paio di Kmq pratiicamente la torre B interferisce pochissimo con la A. Detto questo perchè utilizzare quindi alte potenze? Giusto per ridere...il wifi di casa và a 2.4 ed a 5Ghz. Bene in questo istante a parità di distanza dal router in una stanza vado a 500mbps in quella adiacente i 5Ghz spariscono del tutto eppure..per dire come alle alte frequenze sò strane le onde...Fra l'altro mi sembra un pochino strana la cosa per una semplice riflessione. Anche e se la bts aumentasse la potenza il mio smarphone riceverebbe meglio ma non potrebbe di certo trasmettere a potenza maggiore per una serie di motivi ergo la bts avrebbe un gap in rx...almeno credo. E per il resto ammetto ignoranza e mi mancano pezzi. In cosa e come userebbe i qusi 4Ghz l'aviazione civile? Insomma ho appena scritto che basta muoversi di un metro che non và na cippa figuriamoci un'aereo a 800 e passa km/H. Semmai terra/sat ma anche lì non solo mi sembra ci sia band plan ma le parabole sono iperdirettive semmai è l'aereo che passa ad interrompere il flusso ahahah...i ripetitori 5G sono con copertura ad ombrello ..almeno a che ricordi...forse ho solo sparato fesserie...eruditemi..beh almeno rifletto sulle cose :-)
Comunque. andando un pelo OT sto povero 5G non piace a nessuno ora ci si mette pure l'aviazione...però poi tutti a piagnucolare se il cell non và sopra i 5mbps perchè netflix và a scatti ...botte piena e moglie ubriaca non si posson avere.

45
Radio Ascolto / Re:Stop trasmissioni Rai onde medie
« il: 29 Giugno 2022, 00:50:24 »
Rommel hai perfettamente ragione come darti torto, il discorso è che si parla di grandi numeri. Per un Rommell ci sono milioni di persone che neanche sanno cosa sono le onde medie. Mi basterebbe domani chiedere a mia nipote che ha 19 anni ..non dico a quello di 14...ma credo che se chiedessi anche ad un 25enne al massimo mi direbbe "zio che ne sò io accendo l'autoradio e giro la sintonia"...per dire. 
Il discorso quindi và affrontato non ad personam ma per numero di utenti che di sicuro sono esigui in rapporto alle risorse necessarie per tener su il tutto.
Se dobbiamo andare di personale io ti posso sinceramente dire che son stato per ben 20 anni senza accendere alcun tipo di TV. Mi informo su Internet ed i film li vedo in streaming senza pubblicità, agli orari che preferisco e mettendoli in pausa se devo fare "plin-plin". Anzi ad oggi il mio orario di pranzo coincide col TG1 che vedo giusto per sentire voci umane visto che vivo da solo..idem la mattina Rai New 24...ancora meno le FM ...per quei brevi tragitti in auto ascolto i CD o trasmetto le playlist dallo smartphone..ho allergia cronica alla pubblicità è più forte di me. Aggiungo che anche quei 40/50 minuti al giorno di news le vedo con chiavetta internet...non mi funziona da sempre l'antenna centralizzata e mai ho pensato di farmela aggiustare..ho rottamato una tv lcd che manco aveva il ddt di prima generazione...solo per prendere una 4K con l'incentivo rottamazione. Si capisce benissimo che per quanto mi riguarda spegnerei del tutto am,fm e digitale terrestre in primis per dar dar più frequenze al 5G con il quale potrei, senza avere (visto che non arriva) fibra a casa vede i contenuti 4K che necessitano di circa 80mbps quasi costanti...ecco fatto. Ma ovvimente il mio interesse non è quello della moltitudine della gente e quindi io non avrò il mio bel 5G dentro casa ,almeno in tempi brevi, e la sciura continuerà a guardare la D'urso&Co. Il "vecchio" piace perchè il nuovo è fatto male. Quanto detto da te è verissimo ma se ci fosse armonia in FM, maggiore copertura, minore o nulla pubblicità credo che saresti il primo a bocciarle come fatto da me. 
In due parole quindi oltre alla parte "nostalgica" siamo affezionati al vecchio perchè funziona mentre il nuovo zoppica...dovremmo quindi (noi ahimè non possiamo) spingere affinchè non rimanga il vecchio ma si vada seriamente verso il nuovo :-)

46
Radio Ascolto / Re:Stop trasmissioni Rai onde medie
« il: 28 Giugno 2022, 23:24:42 »
Concordo in toto con Arnaldo. Ovviamente se si risparmia su cose obsolete non vuol dire intascarsi i soldi ,o meglio non dovrebbe essere così, ma investire in nuovi contenuti divulgativi attraverso i nuovi strumenti che i giovani hanno a disposizione. La RAI ad oggi diciamocela tutta è una TV per anziani (signori son dei vostri, ci mancherebbe) quelle poche volte che per sbaglio vedo qualcosa son sempre le solite facce che vedevo da bambino ed i soliti format che sono totalmente poco appetibili ai minori di 50 anni. Ma lì ahimè se, come in politica, non schiattano i dirigenti che in RAI ci son nati e li dimoreranno (non uguro il male a nessuno, ci mancherebbe) penso siano poche le speranze. Finito questo piccolo OT diciamo pure che le FM ormai si costeranno come dice il collega, ma sono ormai assodate. In merito alle AM ormai credo che da anni neanche siano più presenti sulle autoradio ancor prima le LW. Per noi "vecchi" credo ci sia poco da soffrire, abbiamo avuto mezzo secolo e più per sentire voci vicine e lontane in LW/MW. Il DAB è stato una buffonata e non decollerà mai perchè nato storpio. Io lo conosco da prima di molti ...in uk sopratutto era quasi a livello delle FM già 15 anni fà ...in molti pionieri lo stanno spegnendo ..l'ungheria l'ha già spento e credo altri stati...noi proviamo a lanciarlo. Lasciando stare i ricevitori...bene ne ho preso un secondo portatile neanche un mese fà. Prezzo abbordabilissimo ma sia a Milano che qui a Palermo pur essendo sotto i ripetitori in casa si prende facendo fare al cavo auricolare strane contorsioni per non dire che la qualità ..altro che cd....molte stazioni sono a 32 o 64Kbps poche a 96Kbps ...e per fare un paragone anche i buoni vecchi mp3 a 128kbps sono ritenuti di bassa qualità vista ormai la capacità delle reti fisse e mobili e il costo irrisorio, volendo, delle memorie di massa....pensa te che rivoluzione ascoltare quelle stazioni in dab. Da prove effettuate la stessa stazione si ascolta meglio in FM analogica stereo che in dab, ovviamente a meno che il segnale non sia troppo disturbato. Tuttavia non stupitevi che a tendere anche le FM spariranno, non subito...io fui uno dei primi a fare streaming "domestico" su rete umts in autostrada ma solo perchè ai tempi avevo sim di test del gestore per il quale lavoravo ...oggi con 8 euro ho il 5G e 150gb al mese...non c'è più la paura di finire i GB e le radio trasmettono tutte in streaming internet ..se vi interessa c'è radioplayer il lettore ufficiale di tutte le emittenti italiane private...su android,ios,computer....considerando anche streming a 128k (di già quindi migliore del dab+) fruibilissimo con qualsiasi telefono in 4G...e sarà questo il futuro della broadcast commerciali. Non facciamo i nostalgici, non storciamo il naso come in molti fanno quando si parla di dmr o c4fm o dstar...guardiamo al fatto che in streming puoi sentire da Canicattì anche radio Dallas City (esempio) cosa che neanche col più potente trasmettitore AM sentiresti con qualità e continuità....e fine...o meglio nuovo inizio..non scordiamoci che cambia la distanza ma am,fm,dab,telefonia mobile,satelliti...tutti onde radio utilizzano...cambia solo che invece di ricevere da migliaia di km riceviamo magari dalla bts a 500mt da casa...ma alla fine l'rf vive e vivrà sempre :-)

47
Da sfegatato no-rosfobia un solo pensiero mi sovviene. Perchè se ne parla poco di r.o.s. in ambito veicolare? Beh forse forse perchè un'antenna in movimento ha un comportamento influenzato dagli ostacoli naturali e non che si incontrano? Mhhh direi propio di si..se si volesse il ros 1 in movimento sempre e comunque in molti avrebbero perso il senno..detto questo mi è piaciuto il collega che ha scritto una santa verità sul "bruciare i finali"....Non ho esperienza di qualcuno che abbia bruciato un finale per ROS dagli anni 80....evidentemente il problema oggi non è così impattante come 40 anni fà per la salute dei finali. Altra roba il rendimento ma quelli sono altri discorsi.

48
Radio Ascolto / Re:Stop trasmissioni Rai onde medie
« il: 28 Giugno 2022, 17:40:12 »
Come al solito sono il solito tarlo controcorrente. Allora, premessa, avendo da poco passato il mezzo secolo conosco le emittenti AM. Compagne di viaggi in macchina sud-nord di 15/16 ore prendevano sempre ovviamente si ascoltava per lo più la voce..quindi traffico,news,qulcosina di culturale. Ecco anche allora però e parlo di 35 anni fà anche il mio "vecchio" le relegava a quel viaggio annuale. Poi apparve isoradio in FM ed anche la necessità dell'infotraffico am venne meno visto che prende praticamente ovunque. In modo provocatorio e scordandoci per un'attimo il canone rai. Per assurdo chi di noi/voi pagherebbe anche 5 euro l'anno per mantenere attiva la RAI in AM? Di sicuro nessuno perchè già in molti quasi piagnucolano per la ns. tassa di 5 euro...pensa te se pagherebbero un solo euro per qualcosa che è più nostalgia da vecchiaia che altro. Su sinceri. Eppure quel nostro "vezzo" costa..lasciamo stare gli RTX, le antenne insomma cose che si possono anche guastare..noo andiamo di banale ...quanto costa tenere accesa h24 una stazione AM in termini di energia elettrica? Ecco solo quella, specie in un periodo dove fra poco saremmo noi a dover ridurre i consumi, basterebbe a far riflettere sulla totale inutilità di mantener attiva qualcosa che oggi forse in contemporanea in tutt'Italia solo 10 persone ascoltano in questo istante che scrivo (ma 10 son anche tante). Quindi che senso ha? Son passati decenni e fortunatamente o purtroppo non ci mancano le news anzi siamo bombardati fra fm,tv,rai,dab,internet,social e più ne ha più ne metta. Ah satelliti insomma son così tanti i modi di emissione che di sicuro non rischiamo l'ignoranza mediatica rinunciando a qualcosa che forse abbiamo usato l'ultima volta 20 anni fà ma che per nostalgia vorremmo sempre up&running per ricordarci la gioventù.
Insomma cerchiamo di essere ogni tanto pragmatici. Tener acceso un network nazionale per 4 gatti è solo uno spreco...e se fossi la thumberg direi ma quanto co2 per quei trasmettitori che gridano, inquinano e sciupano per parlare a 4 ascoltatori. Non sono la thumberg e del pianeta me ne frego ma le cose che non servono alla massa , se costano si aboliscono ed è giusto che sia così. P.S: solo 50 anni fa si usavano e per emergenza...la musica in AM è praticamente un'offesa per i timpani e ricordo che quella modulazione così cupa stancava l'ascolto dopo max 1 ora. Ma allora aveva un senso oggi no.

49
discussione libera / Re:L'antenna della storica causa di Bolzano
« il: 26 Giugno 2022, 09:30:11 »
Ultimamente con Hawk ci troviamo d'accordo su molte cose. Forse perchè, un pò come me, è obiettivo e competente ma più di me :-)
Confermo la verità/leggenda degli astronauti radiomatori. La Cristoforetti (basta cercare su qrz) ma tutti e dico tutti. A prescindere dal pavoneggiamento del tipo dell'ARI quella patente e nominativo vengono dati d'ufficio e per meri fini di Marketing o meglio di Pubbliche Relazioni. Gli astronauti fanno connessioni ad esempio con le scuole in banda radioamatoriale ed è ovvio che non son figli della gallina bianca e nelle bande radioamatoriali devono per legge avere nominativo ed A.G. anche loro. Quindi è d'ufficio la cosa. E' chiaro e logico che le loro comunicazioni avvengono altrove se non per quei fini di P.R. citati. Detto questo può essere che poi ci sia chi sia anche appassionato o si appassioni ma con la mole di lavoro che hanno nutro qualche perplessità. La radio per loro è strumento di lavoro principalmente. Sull'antenna la penso nella stessa maniera. Ci vuole un bel coraggio a montare un'antenna più grande quasi della superficie della casa in pieno centro su palazzina così bassa. Che abbia vinto cause ci stà che sia eticamente giusto molto meno.
Il discorso del diritto propio finisce dove cominciano i diritti altrui e non ripeto quanto scritto in merito. Tengo inoltre a precisare che ci sono zone ove esistono particolari vincoli di tipo paesaggistico che vientano la "deturpazione" della vista (l'ho detto in modo elementare). Vi dico solo e per esperienza visto che ci ho lavorato che tutti i gestori telefonici hanno dovuto combattere e non poco per installare antenne per la telefonia mobile in alcune zone. Se i nostri centri storici sono coperti è perchè per adeguarsi ai vincoli paesaggistici hanno dovuto "camuffare" le installazioni. Ci sono celle poco sporgenti e dipinte come le facciate o camuffate da alberi o veramente cose assurde tutte fatte propio per rispetto ai vincoli paesaggistici. Vincoli che il nostro bonanima collega non avrebbe di sicuro potuto superare neanche bussando in paradiso. Quindi occhio che non è del tutto così trionfalistico il proclamo a mò di tifoso sfegatato del personaggio dell'associazione.
Resta il fatto che io per rispetto altrui anche autorizzato non mi inimicherei l'intero quartiere che del fatto dei sui 335 country non gliene può fregar de meno. P.S: come al sempre lo sfegatato tifoso vuole vendere la storia della tecnica e bla bla bla...che con una batteria si collega il mondo e bla bla bla...e poi dicono che sono asociale perchè fuggo come covid le associazioni...da rabbrividire sentire certe cose vere a metà. I 335 country te li fai per sproporzionato ego e per dire ce l'ho fatta e in molti lo fanno costi quel che costi (in termini di antenne e potenze e modi di emissione)...il fatto che attacchi la batteria e parli con il mondo beh..sol per questo gli revocherei anche l'A.G. a questo radioamatore.

50
discussione libera / Re:Problema condominiale
« il: 25 Giugno 2022, 23:31:55 »
@Hawk: complimenti veri ma guarda che sapevo tutto e sapevo che lo sai..grazie anche per aver avuto la pazienza di spiegarlo io ci avrei messo di più.
@IK3OCA: basterebbe un'attimino pensare cosa significhi rispetto per gli altri. La spiego semplice. Al resto del mondo del tuo diritto di antenna gliene frega nulla ma diverso è se lo zio pino che chiami fa cadere l'antenna o uno dei suoi strumenti e spacca anche solo la mattonella della sign.ra del piano di sotto...per non dire spacca una macchina...o semplicemente il maldestro operaio cammina male e rovina la coibentatura del tetto condominiale che necessita di riparazione che se non paga lo zio pino paghi tu di tasca tua in quanto non è giusto che la sciura Maria debba pagare i danni da te combinati (nel senso da chi per te). Penso che abbia elencato solo alcuni dei motivi per i quali è non solo moralmente ma legalmente obbligatorio che quanto sopra venga fatto considerando tutto e dico tutto. Quindi quando queste garanzie non ci sono senza questi ragli da chat semplicemente non ti dò le chiavi e non vai a tetto a montare nulla e se pensi che sia un'abuso a questo punto perora la tua causa. Insomma la libertà mia finisce ove inizia quella altrui il che non credo che abbia bisogno di ulteriori approfondimenti.

51
discussione libera / Re:Problema condominiale
« il: 25 Giugno 2022, 16:10:13 »
Tutto esattamente come descritto dal buon Hawk. Ora si può capire il perchè solo quanto sopra mi ha fatto passare ogni voglia di antenne...anche perchè la suddetta ditta X questi lavori se li fà pagar a peso d'oro..mettici poi tutto il materiale (cavo,antenne,rotori a seconda) ah e per ultimo se non si fosse capito anche dopo il tutto a tetto non ci puoi andare tu ma sempre la ditta e con i soldoni.
Forse per questo non me ne pento di dire "anche no..grazie..ho già dato di antenne in gioventù".
In una prossima vita, se sceglierò di viver per i fatti miei sempre se rinascerò con la radio come hobby...forse ci ripenserò :-P

52
discussione libera / Re:Problema condominiale
« il: 22 Giugno 2022, 15:43:10 »
Successe qualcosa del genere anche a me ma poi, e non per questi problemi, non ho installato nulla ma mi ero "portato avanti".
Detto questo io eviterei di fasciarsi la testa prima di rompersela e sopratutto di andarci piano con gli scritto perchè verba volant scripta manent (gli scritti rimangono le caxx.te dette volan via).
Detto questo è tutto complicatamente semplice. Esiste il sacrosanto diritto d'antenna ma ad ogni diritto che si reclama devono seguire dei doveri ai quali attenersi. Scordiamoci i tempi (miei) che si saliva col bene placido del portiere sul tetto e si montavano le antenne. Nei condomini a tetto vanno solo ditte autorizzate e coperte da regolari abilitazioni/assicurazioni per lavorare sui tetti. Il lavoro deve essere effettuato non solo a regola d'arte ma certificato dall'installatore. Non basta presentare il capo mastro e la fattura :-)
E ci fermiamo alla parte edile, lascio da parte la storia emissioni,interferenze,etc.
Detto questo non devi chiedere autorizzazioni ma semplicemente comunicare una data di inizio/fine lavori, la ditta incaricata con i riferimenti. Assicurare che non saranno impattate parti comuni, eventuali interruzioni ad acqua,gas,ascensori o quanto altro, etc. etc.
Detto e fatto questo non esiste un no che possa vietarti di farlo. Attenzione però che se becchi l'amministratore pochino sapientone, specie dopo il "bla bla bla" che gli hai fatto se solo una delle tante cose elencate non è al 1000 per mille ok ti blocca i lavori e ti manda a casa ditta e con ragione pure. 
Quindi attenzione che la cosa di suo è già un campo minato, se ne aggiungi altre di mine rischi che quello che salta in aria e la tua antenna ed il tuo portafogli :-)

53
Ottima riflessione. Io parlo della mia esperienza. Ero (credo come tutti) CB. Nei lontani anni 90 misi una semplice Sigma VR6 sul tetto del mio palazzo di 7 piani a 200 mt. in linea d'aria dal mare (ove sarò oggi pomeriggio n.d.r) con un palo di circa quanto 3mt non di più. Ebbene ai tempi la tarai per la 27Mhz ma poi venne la "fame" e comprai il mio bel President Lincoln 26-30Mhz sintonia continua (non canalizzato) ebbene a quel punto visto il lavoraccio neanche sotto tortura sarei tornato a tetto a toccare l'antenna tarata e quindi usai accordatore per lavorare ben 4Mhz...ebbene grazie alla propagazione ed alla posizione collegai in modo mediamente facile (non son tipo da dx estremo ne da contest) 30 e passa country in poco più di un'anno e sempre con potenza d'uscita di max 30W che si perdeva fra accordatore, rosmetro,cavo rg58 (ai tempi vuoi per soldi che per difficoltà solo chi poteva andava di rg8...difficile per quelle "calate") ...amici molto più "fighi" di me con la Mantova5 e le "vitamine" sotto fecero non molto più di me nello stesso periodo. in verità vi dico che chi fece relativamente molto più di me ci riuscì in quanto aveva il DX compulsivo nel sangue con levatacce mattutine da paura e notti insonne ..cosa che io mai mi sognai di fare.
Con i pochi veri amici ...quelli non competitivi per intenderci, quelli che si autovalutavano per qsl ricevute...alla fine vedemmo che fra il mio ed il loro setup (migliore del mio) a parità di giornate ed orari la differenza era un +/- 2 (e ci vado largo) di punti s-meter. Come a dire io collegavo a 5 e loro a 7 ... qualcuno mi dirà: eh beh ma loro a 3 e tu a 1...rispondo spegnendo gli entusiasmi col dire che collegare country in più o in meno non mi avrebbe cambiato la vita e sopratutto che non dico pretendevo il 9 ma a tirar fuori 4 parole da segnali <3 ci rinunciavo propio.
Ecco la mia esperienza "reale" al di là dei voli pindarici da manuali di radiotecnica.
Poi ognuno liberissimo di fare ciò che vuole per quei 2 punti in più. Per me già allora il gioco non valeva la candela. Oggi propio con il ritorno on-air dopo 20 anni e da radioamatore al dx sarei propio allergico ma questo è discorso personale.

54
le sigma mantova sono, fortunatamente, relativamente larghe di banda (quasi 2 MHz); quindi per avere un buon rendimento basterebbe accorciarla un poco facendo rientrare gli elementi e adattare l'impedenza con la bobina che sta lì per questo; l'accorciamento dei radiali è poco significativo, inoltre se i radiali fossero del tipo caricato in vetroresina (Mantova5) il taglio sarebbe da evitare, non si torna indietro, quel tipo di radiali non è più in produzione.
scusate ma tutto questo spaccare il capello in 4 per la conversione di un'antenna da 11m in 10m mi sembra un po' ridicolo dopo aver letto decine e decine di topic su antenne multibanda miracolose senza accordatore: per far andare le mantova in 10 metri io userei un buon accordatore e basta, senza toccare l'antenna; non ci saranno rendimenti miracolosi ma non si fanno danni e si fa poca fatica (soprattutto non si va sul tetto).
Quotone ...ed alla mia risposta su quanto renderebbe meglio nella pratica dopo tagli e ritagli chissà perchè di dati reali non ne ha forniti nessuno :-)

55
Giusta osservazione Nikis e penso il tutto era sottointeso. Certi suggerimenti li ho dati esclusivamente nell'ottica di voler,subito o magari dopo, utilizzare ancora gli 11mt. antenna per la quale è costruita. Logico che se uno invece dice "chi se ne frega degli 11 con questa antenna non ci andrò mai più" allora che vada anche di motosega :-)

56
La penso come Hawk. Lasciando stare il condominio diciamo che accorciare fisicamente non è troppo pratico e poi ci si toglie il doppio uso. 
Soluzioni a parte (e ce ne sono tante) sarebbe utile che si scrivessero le differenze, una comparazione di quello che si ottiene e sul come lo si ottiene. Es: ho la mantova accordata ed il tizio/country X lo ricevo Y e mi riceve Z, di contro accorciandola fisicamente ottengo questo e quello. Io sono propenso a pensare che queste grandi differenze non ci siano. ROS a parte (che si corregge con accordatore) non credo ai miracoli accorciando l'antenna ne tantomeno leggere 7 o 6 sull's-meter cambiano la vita.

57
LPD - PMR - SRD / Re:Audio in dPMR
« il: 15 Giugno 2022, 10:39:40 »
Confermo e te “lo appoggio”!!!

Per lavoro ho due pmr446 digitali Motorola  (xt660d),
E posso garantire la vittoria a mani basse in digitale , in mezzo all’rf di ripetitori telefonici (per lavoro parlo con tecnici fisicamente dentro i tralicci ,ad un massimo di distanza di 100m)….

In analogico spesso ,tiro dentro ronzii, interferenze e a volte la sfiga fa entrare spezzoni di conversazione (soprattutto ai ragazzi in quota) di altri pmr tipicamente pre impostati su canali e subtoni che casualmente coincidono con il mio…

Di contro, in digitale c’è un lieve ritardo nella comunicazione ,che unita alla tipica “fretta di premere il PTT “ dell’operatore medio, e di conseguenza il taglio delle prime parole se non tutte,
Unita ai tempi di reazione miei ,tra la ricezione conando e l’esecuzione o lo stop della manovra ,
Unita anche all’isteresi dei movimenti del macchinario che controllo,
Mi portano dei ritardi di anche un secondo un secondo e mezzo (che nel mio lavoro equivale a fare tanto danno!!!)…

Quindi io rimango in analogico con tutti i suoi difetti, e in Digitale passo nel caso di alta interferenza!!


Inviato dal mio iPhone utilizzando RogerKApp
Si concordo, il mio discorso era molto in generale con enfasi sull'aspetto "ludico" ovviamente per motivi di lavoro il tutto và considerato diversamente e ti dò ragione.
Strano il discorso del ritardo che lamenti. A dire il vero non è che abbia fatto mai vere e proprie dirette in dmr ma ho provato con mezzo watt a parlare da una radio all'altra che ho e devo dirti che ritardo non ne ho riscontrato, cosa che invece (ovviamente) avviene nei qso digitali transitando gli stessi via internet e quindi la tipica regola di attendere 4/5 secondi diventa un "must" non per educazione ma per dar tempo che il flusso si propaghi correttamente. In ogni caso comunque, ecco nel tuo caso, mi hai risposto ..il dpmr ha i suoi vantaggi ed ha totalmente senso.
Per il ritardo penso che non siate in 100 quindi "educare" i collabboratori potrebbe coprire quel ritardo lamentato, ipotizzo :-)

58
LPD - PMR - SRD / Re:Audio in dPMR
« il: 14 Giugno 2022, 23:53:55 »
Leggendo leggendo mi sembra di leggere quel che spesso si sente in dmr: mi che skifo sto digitale quanto vale l'analogico. Ipocrisia a parte (se lo dici in dmr il minimo che ti si può dire è: che ci stai a fare in digitale se non ti piace?) bisogna, secondo me, cercare di guardare non dico a 360 gradi ma almeno avere una visuale a 180 gradi. E' più gradevole la fonia in analogico? SI o forse? Perchè attenzione un segnale di 9.40 da una buona radio con un discreto microfono è una cosa ma un segnale pieno di qrm è veramente inascoltabile. Ovviamente parliamo di v/u, mi sembra sottointeso visto che dmr,dpmr,etc. funzionano su quelle bande, quindi mettiamo da parte la bellezza del dx in mezzo al qrm in hf..è un'altro discorso.
Tornando al digitale sembra sembra ma anche lì il microfono fà la sua parte. Le modulazioni non sono affatto scadenti come sostengono alcuni eccezion fatta per il dstar (a quanto leggo paragonabile tecnicamente al dpmr) che risulta un pò stretto. Verissimo quindi che come qualità in senso assoluto non siamo al top ma una radio serve a comunicare e farsi capire non a ricevere la voce in alta definizione. E' out of scope la qualità cioè è una variabile che passa in secondo piano a patto che ci sia la comprensibilità. E tutti e dico tutti i sistemi digitali che ho ascoltato (d-star compreso) sono più che comprensibili. Se a questo togliamo il qrm che non esiste per definizione in digitale direi che ci vuole poco a fare 2+2 su cosa sia meglio per comunicare. Fra l'altro alcuni non sanno che spesso l'impostazione "passa-alto" è fatta di proposito sia a livello bf che di codec stessi per il semplice motivo che le tonalità alte risultano meno impattate dal rumore ambientale. Detto questo io mi chiederei invece a cosa può servire il dpmr? Ricordiamoci che siamo limitati ai 500mw e che comunque gli standard digitali sono in chiaro quindi se nella pratica è possibile che visto l'esiguo numero di apparati dpmr la conversazione non è intellegibile da chi ha un pmr analogico lo è ...solo per l'esiguo numero di utenti.
Quindi se da un lato i sistemi digitali radiomatoriali hanno un senso perchè connessi a ripetitori e successivamente via internet al mondo intero...il dpmr risulta castrato di suo per il fatto che sempre e solo di diretta si parla. Qualità della voce a parte ne vale la pena? Non saprei.

59
discussione libera / Re:Non si vive di sola radio !
« il: 07 Giugno 2022, 11:07:50 »
Quoto al 1000
In vacanza ci siamo soli io e mia moglie, stacco la spina da tutto.
Bravissimo, ti auguro di rilassarti e goderti la tranquillità sopratutto mentale della vacanza.

60
discussione libera / Re:Esercitazione R.N.R.E. Monopoli
« il: 07 Giugno 2022, 11:05:08 »
Interessante sarebbe curioso esserci e chiedere..imparerei un sacco di cose.
Mi intriga molto quel link satellitare...moolto interessante.
P.S. non per polemica: in un'area (qualsiasi essa sia) che viene delimitata per un determinato evento per un periodo più o meno lungo la segnaletica stradale ordinaria cessa di avere alcuna valenza. Ergo anche se fosse stata piena di divieti di sosta potevano parcheggiare come volevano ...per il tempo durante il quale quello spazio gli è stato dato in concessione :-P

Pagine: [1] 2 ... 64