Autore Topic: Gain Master sperimentale con choke W2DU  (Letto 6217 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #75 il: 13 Settembre 2021, 16:22:26 »
è veramente un bel progetto.
riguardando lo schema mi è sorto un dubbio: si comporterà più come un dipolo verticale  1/2 λ o come un 1/4 λ?
perché, in fondo, lo spezzone da 1/4 λ da 75 ohm potrebbe fare da adattatore d'impedenza.
hai provato a simularla usando tutti i parametri?
comunque sia complimenti per il gran lavoro, per lo studio e la creatività.
(potrebbe andare a finire come il noto aforisma sul calabrone: che per massa, misura delle ali e velocità non potrebbe volare, ma lui non lo sa e vola lo stesso)
Grazie!
In realtà un bel lavoro sarebbe fatto molto meglio, non sapendo se funzionava o meno però non mi andava di fare le cose troppo di fino.
Sul principio di funzionamento sono aperte tutte le ipotesi, non è raro che si pensa una cosa e poi ne viene fuori un altra, vedremo quando sarà installata meglio come si comporta.
Visto che va al posto della GM di inizio discussione potrò fare un confronto con come va quella che tanto male non è.
La simulazione l'ho fatta solo come dipolo verticale, non so però come simulare la linea, l'adattatore ecc.
Non so nemmeno se si può fare, non conosco bene il programma e per studiarlo a fondo serve tempo che non ho.


PREMESSA: ADORO E AMMIRO LA SPERIMENTAZIONE, ma non capisco perchè complicarsi la vita procedendo dal semplice al complesso passando per l'inutile!

RIPETO AMMIRO L'IMPEGNO, ma un volgare choke è più seplice, più leggero, più economico, alla portata di tutti, e nel complesso anche più stabile ed efficiente in QRO.

A me sembra che tra ferriti e induttanza di "corto" si stia complicando il progetto originario della GM che di per se è abbastanza semplice e funzionale.

Poi sicuramente sbaglio.

Saluti.

Ok.


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #76 il: 14 Settembre 2021, 00:34:02 »
L'ho installata al posto della gm clone, tutto sommato va come mi aspettavo, un po' meno.
Non è male però, ho ascoltato tre in banda laterale molto lontani, non mi sentivano ma non mi stupisce, uscivano con un centinaio di watt per parlarsi a pochi km e figuriamoci se potevano sentire il mio microsegnale di sottofondo.
In mancanza di altri interlocutori ho ripiegato sull'sdr più vicino che è a 40km, li arrivo comprensibile (curiosamente tanto quanto gli altri tre con dieci volte più watt).
La bobinetta di corto fa il suo lavoro molto bene, in am si sentono lo stesso qua e la segnalini a filo del qrm da cui deduco che non taglia troppo in alto.
Dovrò comunque metterci mano nuovamente perché ho dovuto rispolverare un piccolo accordatore per portare il ros da 1.8 a 1.2, può dipendere dalla diversa installazione (prima era in giardino ad 1 mt da terra ed ora a 5mt).
Sono cose che farò nell'installazione definitiva nella seconda casa dove la piazzo ad una decina di metri.
La abbino ad un Midland 13-866 23 canali solo am, viene fuori una stazioncina da futuro post atomico, dove si usa solo ciò che c'è rimasto funzionante dalla civiltà precedente.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #77 il: 14 Settembre 2021, 20:11:32 »
Qualche immagine dell'installazione di prova, il cavo c'è ma non si vede, passa dentro al palo di supporto.


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #78 il: 16 Settembre 2021, 15:49:45 »
Visto che quella appena montata non va affatto male, mi sono messo all'opera per la successiva.
Questa volta la faccio col choke in coassiale come da idea originale, così posso confrontare le due versioni (con ferriti o con bobina).

Il lavoro principale è realizzare il supporto per il coassiale avvolto, allego qualche foto di come lo sto costruendo.
Il tubo in plastica nero è da Ø63mm e l'arancione da Ø40mm che farà da supporto per la solita canna sopra e sotto da attacco per il palo.
Non disponendo di un tornio, ho fatto i due "tappi" come in foto tagliando diversi dischi di compensato marino.

Offline 1vr005

  • 1RGK105
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3820
  • Applausi 50
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #79 il: 16 Settembre 2021, 18:33:36 »
Forse per fare i tappi potresti usare delle punte a tazza tagliando del plexiglass o qualche altra plastica recuperata dalla cesta degli scarti di qualche ditta che produce targhe, insegne, barriere covid eccetera. Ma per istallazioni temporanee dovrebbe andare bene anche quel compensato.
Vorrei chiederti un chiarimento sulla bobinetta di corto circuito per la continua che hai realizzato, cioè come hai scelto la ferrite. Con calcoli vari ho trovato che con bobine in aria ci sarebbero volute decine di spire o anche 100 o più, ma vedo che con la ferrite toroidale te la sei cavata con una decina di spire. Che tipo di ferrite è?
Al momento sto provando una soluzione con resistore da 100k e in trasmissione pare non dare problemi finora, ma ho la sensazione che eventuali cariche con una resistenza così elevata potrebbero metterci un bel po' a scaricarsi e una soluzione a resistenza ohmica zero potrebbe essere preferibile. Magari il risultato è più legato alla banda ed è più difficile poi allungare o accorciare l'antenna per usarla altrove, ma scarica subito la continua.


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #80 il: 17 Settembre 2021, 00:11:57 »
Forse per fare i tappi potresti usare delle punte a tazza tagliando del plexiglass o qualche altra plastica recuperata dalla cesta degli scarti di qualche ditta che produce targhe, insegne, barriere covid eccetera. Ma per istallazioni temporanee dovrebbe andare bene anche quel compensato.
Vorrei chiederti un chiarimento sulla bobinetta di corto circuito per la continua che hai realizzato, cioè come hai scelto la ferrite. Con calcoli vari ho trovato che con bobine in aria ci sarebbero volute decine di spire o anche 100 o più, ma vedo che con la ferrite toroidale te la sei cavata con una decina di spire. Che tipo di ferrite è?
Al momento sto provando una soluzione con resistore da 100k e in trasmissione pare non dare problemi finora, ma ho la sensazione che eventuali cariche con una resistenza così elevata potrebbero metterci un bel po' a scaricarsi e una soluzione a resistenza ohmica zero potrebbe essere preferibile. Magari il risultato è più legato alla banda ed è più difficile poi allungare o accorciare l'antenna per usarla altrove, ma scarica subito la continua.
Beh si, i materiali possono essere i più disparati per fare questo pezzo, avrei anche plexi da 10mm di spessore, forex ed altre plastiche ma alla fine preferisco il legno perché si incolla a meraviglia e se ben trattato ha una vita molto lunga.
Non è improbabile che ceda prima il pvc arancio con gli uv, diventa prima bianco e poi fragile.
In foto sotto c'è il pezzo dopo l'incollaggio dei dischi ed una mano di bomboletta, ha già un aspetto più vincente...
Poi tra l'altro non è nemmeno una parte strutturale, è il tubo che ci passa dentro che regge tutto il carico, spero che non diventi bianco e fragile troppo rapidamente..

Per la bobinetta di corto, il piccolo toroide ha caratteristiche ignote ma è facile procurarselo, viene da una lampadina cfl, è come quelli infilati nel cavo dell'antenna precedente assieme agli altri NiZn cinesi.
Il valore in µH l'ho misurato direttamente dopo aver avvolto le spire, il problema è che il mio strumento fa la misura solo a 500kHz per cui non so realmente come si comporta quella ferrite ad una frequenza ben più elevata.
Però funziona, da cui tanto male non dev'essere.
Se vuoi una cosa più certa devi passare un bel po' di tempo a scartabellare datasheet di nuclei commerciali e trovare quelli che hanno permeabilità maggiore alla frequenza che ti interessa.
Io per fare il choke W2DU avevo visto alcuni della Wurth con µ1500 (materiale 4W1500), poi però non li ho presi perché va anche con quelli che avevo già.

Il resistore funziona anche molto bene, però dev'essere ad impasto di carbone, altrimenti potrebbe essere leggermente induttivo ed essere più un corto per l'rf che per la cc.
Nel dipolo a V ho messo pure io un resistore da 47kΩ, quello sono sicuro che è a carbone e fa bene il suo lavoro, però il corto di frazioni di Ω è meglio per la statica.
Il problema come hai intuito può essere se l'antenna deve lavorare su più bande, la bobinetta che ho usato io da 250µH scendendo in frequenza diventa più una trappola che un corto per la cc.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #81 il: 18 Settembre 2021, 20:51:57 »
Sono andato avanti, ho incollato i pezzi tra loro con bicomponente ed ho pitturato tutto quanto così almeno il sole deve distruggere prima la pittura che i materiali sotto.
Ho avvolto la bobina in coassiale, per evitare le curve troppo strette i buchi dove entra/esce il cavo li ho svasati a dovere (purtroppo in foto non si vede bene).
Ora mi manca un SO239 montaggio volante per l'RG59 e la parte sotto è quasi finita. Se un mio amico mi porta un pezzo di termorestringente Ø80 mm riesco a sigillare tutta la bobina che non sarebbe una cattiva idea.
L'ho prevista a 75Ω perché dove la vado a mettere non c'è cavo di discesa al momento e l'RG59 lo trovo al brico per due spicci.
Subito dopo la radio ci metto un accordatore e dovrebbe andare bene, antenna e linea sono compatibili e la correzione è minima.


Offline rebQQtz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 166
  • Applausi 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IK4UPY (Paolo)
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #82 il: 19 Settembre 2021, 12:11:29 »
Complimenti !!!, mi sa proprio che stai facendo un lavoro di lusso ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ...

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #83 il: 20 Settembre 2021, 00:21:04 »
Complimenti !!!, mi sa proprio che stai facendo un lavoro di lusso ;-) ;-) ;-) ;-) ;-) ...
Grazie!!
Eh ogni tanto anche l'occhio vuole la sua parte!


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #84 il: 20 Settembre 2021, 20:55:07 »
Piccolo up per il lavoro alla parte superiore.
La canna che ho a disposizione ha gli anelli metallici alla fine di ogni elemento, già che non mi va l'idea di avere elementi parassiti (per quanto probabilmente ininfluenti) lungo la parte radiante li ho tolti.
Questo però potrebbe indebolire quei punti, vabbé che non deve tirare su pesci ma il vento può essere peggio.
Per rinforzarli senza usare metallo ho rifatto gli anelli usando nastro retato in fibra (quello che si usa per il cartongesso) impregnato con la colla bicomponente, che non è altro che la resina epossidica con cui si fanno gli oggetti in vetroresina.
In foto si vedono le varie fasi.
Una volta polimerizzata la resina il punto debole penso sarà decisamente più robusto.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4369
  • Applausi 179
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #85 il: 20 Settembre 2021, 21:01:05 »
in pratica hai usato la stessa tecnica che si usa per riparare le ali e gli scafi (con la rete in fibra di vetro), ottima idea.


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #86 il: 20 Settembre 2021, 23:50:35 »
in pratica hai usato la stessa tecnica che si usa per riparare le ali e gli scafi (con la rete in fibra di vetro), ottima idea.
Già, l'idea è proprio quella, non era strettamente necessario ma evita che una piccola crepa sul bordo si faccia strada lungo l'elemento.
Col vento che fa lavorare la struttura non è affatto improbabile.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #87 il: 22 Settembre 2021, 20:54:16 »
Finito il lavoro dei rinforzi, ho dato una mano di colore ai segmenti dello stilo per vedere cosa viene fuori.
La scelta dei colori non è casuale, corrisponde esattamente alle bombolette smezzate che mi avanzavano!


Offline BarboneNet

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 517
  • Applausi 26
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Canale Youtube DXing
    • E-mail
  • Nominativo: 1AT865 (ex 1TW615)
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #88 il: 22 Settembre 2021, 23:24:38 »
Foto dell antenna installata?

Inviato dal mio SM-M127F utilizzando rogerKapp mobile

West & Europe BM: | Crt SS 7900 | Telecom LS-145 | PNI Echo mic | RM KL503 |

Est & South Field Station: | Crt SS 9900 | HomeMade SKYREX@9m | Road Devil modded | RM KL805+ 28v 700W |

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #89 il: 22 Settembre 2021, 23:38:21 »
Eh devi aspettare, è in corso d'opera!
Mi mancano ancora diversi pezzi e devo appena pensare dove trovarli.
Nei prossimi giorni vado avanti con la parte elettrica che è rimasta al coassiale mozzato.


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #90 il: 24 Settembre 2021, 00:35:13 »
Come sopra, sono andato avanti qualcosa.

Ho lasciato come da progetto T2LT 2,7 metri di coassiale dalla bobina al centro antenna, già che non mi piace sguainare coassiale ho preferito proseguire con cavo elettrico da 1,5 mm² per il braccio superiore.
Questa volta per il cortocircuito della statica ho preferito il resistore da 47kΩ che avevo già sottomano.
In foto qualche fase dell'operazione, la saldatura del cavo, del resistore ed il rivestimento prima con pezzi di guaina del coassiale e successivamente col termorestingente.
Pian piano a forza di mezz'orette dopo mezzanotte ci arrivo alla fine, basta avere pazienza.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 246
  • Applausi 55
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« Risposta #91 il: 25 Settembre 2021, 00:56:21 »
Per concludere la parte sopra, ho saldato uno stilo telescopico di una vecchia radio al filo così posso regolare la lunghezza senza tagliarlo.