Autore Topic: Maledetti ponti digitali...  (Letto 577 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Andrea 2MBJ

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 12
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ2MBJ
Maledetti ponti digitali...
« il: 24 Gennaio 2023, 05:57:07 »
73 Radiosperimentatori.
Non che un
 " buon radioamatore "
abbia bisogno dei ripetitori vhf o uhf ecc. ma almeno per quel poco ascolto che faccio io i digitali allocati con gli analogici creano un gran fastidio......
Quanto ci voleva a pianificare una separazione delle allocazioni ?
Non so se mi sono espresso correttamente ma penso abbiate capito........
73 IZ2MBJ


Offline didino

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 37
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #1 il: 24 Gennaio 2023, 06:06:23 »
Scusami ma io non ho capito !
Cosa intendi per allocazioni?
Buona giornata.
didino

Online Maurizio Angelini

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 136
  • Applausi 7
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: Maurizio
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #2 il: 24 Gennaio 2023, 11:27:13 »
Qui in zona zero abbiamo l'R3 che è analogico o C4FM a seconda di come lo si eccita.Che vogliamo di più con 5 Euro l'anno?Due sistemi al costo di uno...!


Offline HAWK

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4699
  • Applausi 195
    • Mostra profilo
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #3 il: 24 Gennaio 2023, 12:32:21 »
Buon giorno.
Penso di aver capito quello che vuoi dire; ci sono delle frequenze apposite, nelle bande amatoriali dove, si può mettere un ponte in digitale, altre dove sono previti quelli analogici.
Da piano regolato dalle normative.
Quindi ci sono allocazioni diverse stabilite.

Il fenomeno che tu accusi, è parte dei sistemi bivalenti; ovvero, dei ponti analogici che hanno una funzione anche digitale.

Questi ponti, nella normalità ricevono e trasmettono in analogico, però, se qualcuno ci entra in forma digitale, viene riconosciuta l' emissione e si auto commuta in digitale.

E' una funzione attivabile e disattivabile dal sysop del ponte.
(Proprietario).

Quando è commutato in digitale in esclusiva, si deve allocare nella frequenza apposita per i sistemi digitali, leggi la suddivisione delle bande e c'è scritto.

Un problema lo puoi anche avere se, il proprietario, mette su una frequenza analogica, un ponte che funziona in digitale...ovvio che disturba ed anche parecchio, le varie ricetrasmissioni in analogico.

In questo caso, è uno sbaglio del sysop non fare le cose come si  devono fare.

73'.


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 58
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #4 il: 24 Gennaio 2023, 12:57:42 »
Penso di aver capito quello che vuoi dire; ci sono delle frequenze apposite, nelle bande amatoriali dove, si può mettere un ponte in digitale, altre dove sono previti quelli analogici.
Da piano regolato dalle normative.
Quindi ci sono allocazioni diverse stabilite.

Buongiorno Hawk,

a quali normative ti riferisci?
I band plan IARU e italiani nelle V e U per i ripetitori dicono FM/Digital voice o All mode.

73 Maurizio

Offline HAWK

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4699
  • Applausi 195
    • Mostra profilo
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #5 il: 24 Gennaio 2023, 13:09:08 »
IK1AMC (calvibit.net)

Ne metto uno a caso, per esempio, 144.800 digitale, 433.425 etc... e via andare, digital voice cmq.

Nella nominazione dei ponti, fatto dal MiSE bypassando Roma, abbiamo dovuto riconfermare la frequenza 145.7875 come emissione digitale C4FM...diversamente dovevamo spostarci se lasciato sempre in digitale...IZ1ZZF.
Esempio.

Oggi anche al MiSE, caldeggiano le regole IARU, cosa che fino a tempo fà dicevano che erano suggerimenti ma non obbligo a seguirle...
« Ultima modifica: 24 Gennaio 2023, 13:14:18 da HAWK »

Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 58
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #6 il: 24 Gennaio 2023, 13:29:16 »
IK1AMC (calvibit.net)

Ne metto uno a caso, per esempio, 144.800 digitale, 433.425 etc... e via andare, digital voice cmq.

Nella nominazione dei ponti, fatto dal MiSE bypassando Roma, abbiamo dovuto riconfermare la frequenza 145.7875 come emissione digitale C4FM...diversamente dovevamo spostarci se lasciato sempre in digitale...IZ1ZZF.
Esempio.

Oggi anche al MiSE, caldeggiano le regole IARU, cosa che fino a tempo fà dicevano che erano suggerimenti ma non obbligo a seguirle...
ok grazie per la precisazione, il problema dei ponti fuori band plan purtroppo nasce da autorizzazioni concesse dal ministero (in modo "inappropriato"?)

Grazie anche per il link (è un tuo sito?), ma ritengo più opportuno leggerli alle fonti.

73 maurizio


Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 17149
  • Applausi 466
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #7 il: 24 Gennaio 2023, 13:55:10 »
73 a tutti, sono sicuro che è riferito ai 145.550 MHz dove appena sopra ci sono ponti digitali che danno parecchio fastidio tanto da dover alzare lo squelch per ridurre le pernacchie ma spesso non basta... Stessa cosa succede a 145.800 MHz dove per ascoltare la ISS  non hanno previsto l'effetto doppler e capita di ricevere un ponte sovrapposto alla sstv e le direttive servono a poco quando il ponte è in portata ottica a 20 km scarsi...

Offline HAWK

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4699
  • Applausi 195
    • Mostra profilo
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #8 il: 24 Gennaio 2023, 15:53:59 »
@ Maurizio, concordo sulle fonti ufficiali, no il sito non è il mio, era il primo band plan consigliato che ho trovato come esempio, su qrg ad uso diversificato,  ero al lavoro e dovevo passare consegne sul cambio.

Vedo di qualcosa di diverso, sulle raccomandazioni, IARU, le quali non sono legge per Noi, ti posso assicurare come responsabile legale di ponti, ho contatti con gli uffici appositi, c'è una controtendenza amministrativa, consigliano e caldeggiano di seguire le regole IARU...

Poi in altri uffici di altri posti non lo sò.

@R5000, ciao caro amico, anche lì ti confermo la problematica, sia sugli shift a 5000 in UHF che RPT digitali messi in piena emissione analogica, senza seguire nessuna raccomandazione.

Le raccomandazioni, non servono a dare ordini a nessuno, ma è un modo di cortesia e rispetto, una libertà sotto il buon senso per gestire.

Noi abbiamo avuto, esplicita richiesta del MiSE di togliere il 5000 in UHF, dopo 5 anni, in base alle nuove regole delocalizzate.

In altre parole, NUOVE CONCESSIONI e RINNOVI, se non si è a posto come shift a 1600 UHF, ed in iso su "consigli" IARU, non danno nessuna autorizzazione ne rinnovo.

Questo è quanto ci hanno detto di persona quando siamo andati a prendere i nominativi dei ponti.

Il problema della ISS, è reale, non faccio codesti collegamenti ma capisco al pieno il tuo discorso.
Su di noi - Benvenuti su wiresx-cuneo! (jimdofree.com)

Questa è la Ns pagina, di uno ne sono il responsabile legale  diretto, quello in VHF.

Concordo che, a suo tempo, le concessioni sono state date in modo ad interim, era importante stare in banda, stop.

Riscrivo che nella mia zona, con il decentramento in atto, sono più draconiani e fanno sul serio.

Grazie, gentilissimi per le vs repliche.
« Ultima modifica: 25 Gennaio 2023, 07:21:34 da HAWK »


Offline IU2IDU

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1194
  • Applausi 76
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • Mostra profilo
    • IU2IDU Official Page
  • Nominativo: IU2IDU
Maledetti ponti digitali...
« Risposta #9 il: 25 Gennaio 2023, 06:45:47 »
Bellissimo tread. A volte oltre alle “pernacchie” capita che il ponte digitale mitragli l’ingresso del ripetitore analogico, con conseguente frittura delle trasmissioni FM....sembra di ascoltare un vecchio vinile che scoppietta e frigge.

La domanda oggi è: facciamo ancora in tempo a rimettere ordine? Serve una fetta di frequenze per i ripetitori esclusivamente analogici, una per quelli analogico-digitali ed una per quelli solo digitali?

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
686-SM COTA - Associazione Radioamatori Carabinieri


Offline HAWK

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4699
  • Applausi 195
    • Mostra profilo
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #10 il: 25 Gennaio 2023, 07:20:29 »
Band Plan (ari.it)

Ciao Giulio.
Una base ci sarebbe, leggi il band plan, su indicazione IARU sempre.
Vai nelle specifiche di emissione e ci sono modi di emissione.

Il problema si colloca nelle persone che usano la radio, c'è chi va in fonia o altro anche nel settore CW, viceversa; 
in altre parole, prima o poi passerà a norma di Stato sicuramente, nel frattempo si deve andare col buon senso personale, anche se, li avrai sentiti, ci sono fior di O.M. che fanno e vanno nei modi che vogliono, recitando che i suggerimenti IARU non sono legge da seguire.

Un problema di vacazio normativo che può essere superato al momento dal buon senso solamente.
73'

Offline Andrea 2MBJ

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 12
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ2MBJ
Re:Maledetti ponti digitali...
« Risposta #11 il: 26 Gennaio 2023, 07:17:45 »
[emoji106]