Post recenti

Pagine: [1] 2 ... 10
1
Ciao , io ho ed uso un HOXIN TD-14SS50 da circa 3 anni,, funziona piu che bene ci alimento un Icom 756, un Kenwood TS450s e altri apparati, è sempre andato egregiamente anche se l'ho comperato usato :)
2
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:NUOVO SUPER STAR 3900
« Ultimo post da acquario58 il 06 Febbraio 2023, 14:14:58 »
un altro cb che dopo anni è rimodulato in matrice Cinese... meglio le vecchie EPT 3600 e i tradizionali superstar 3900
3
discussione libera / Re:esoneri x esami RADIOAMATORI
« Ultimo post da nik77 il 06 Febbraio 2023, 13:58:23 »
Salve a tutti ,comunque posso dirvi che se uno non studia tutto quello che implica quello che serve per la patente radio amatoriale ,e prende con leggerezza l'esame si crea dei problemi di non supperare l'esame e perdere un anno ,poi chi ha abilitazione radio technica tramite scuola o universita e solo esente da parte delle domande radio technica , ma non sul regolamento radio amatoriale ,io personalmente studiando da auto didatta senza frequentare un corso e essendo anche di madre lingua Inglese ,era un po difficile ,Ma non impossibile ,poi anche oggi non regalano la patente a tutti ,questo e solo una favola ,dico che certo era piu difficile ottenere la patente quando si faceva anche la prova di morse code di tot lettere al minuto ,73s to all,nik.
4
discussione libera / Re:esoneri x esami RADIOAMATORI
« Ultimo post da Consigliere il 06 Febbraio 2023, 13:20:23 »
Da quel che so io, regalate, le patenti di radioamatore non le hanno mai regalate, per cui se uno non aveva studiato un minimo, nisba...
Sì, certamente con il passare degli anni, l'esame è diventato via via sempre meno difficile da superare, soprattutto rispetto al passato, prima dei quiz a crocette; sempre studiare però si doveva e si deve.
6
Microfoni / Re:LEIXEN VV-898
« Ultimo post da Consigliere il 06 Febbraio 2023, 13:09:08 »
Grazie per aver condiviso la modifica, Geremia.
Personalmente ricordo che l'intervento di allargamento del foro del microfono fosse appannaggio dei BAOFENG UV3R.
Possiedo un LEIXEN VV-898 (10W) e un LEIXEN VV-898S (25W) e non ho mai riscontrato problemi di "modulazione bassa e cupa".
Ricordo anche che invece qualcuno aveva segnalato la non intercambiabilità dei microfoni fra apparati LEIXEN VV-898 dello stesso modello.
7
Microfoni / LEIXEN VV-898
« Ultimo post da Geremia il 06 Febbraio 2023, 12:55:26 »
Vi ricordate il famoso LEIXEN VV-898 ?. Uno dei suoi punti negativi era la modulazione bassa e cupa che si tento' di migliorare con una modifica meccanica allargando il foro sul frontale del microfono con risultati non molto incoraggianti.
Mi e' stato portato alcuni giorni fa proprio questo rtx VHF/UHF dual band per vedere di risolvere questo problema.
Dopo avere aperto il microfono e studiato il circuito ho eliminato il problema attraverso una modifica al suo HW.
Lo schema con la modifica e' il seguente :

Come si vede ho eliminato la rete successiva al condensatore da 550nF e sono andato direttamente sul pettine di uscita dove e' presente il pad del microfono a cui e' saldato il cavo spiralato.
Il risultato e' stato notevole, aumentando sensibilmente il livello di modulazione e con una tonalita' decisamente piu' squillante che non ha piu' niente a che fare quella precedente.
Una nota : porre attenzione quando si tagliano le due piste nei punti con le due X poiche' i componenti sono  in SMD 0603. Ho spostato il condensatore da 550nF nelle piazzuole superiori che sono libere in modo da permettere di tagliare la pista.






 
8
DX su banda cittadina / Re:Nominativo in CB?
« Ultimo post da Consigliere il 06 Febbraio 2023, 12:54:06 »
Beh, la questione ha un sottostante di complessità dovuto per lo più alla discrezionalità di interpretazione da parte degli enti di rilascio e controllo.
Per capirci ecco cosa recita un classico DISCIPLINARE - NORME DI ESERCIZIO di trent'anni fa:

Citazione
Art.20 - Divieto di nominativi diversi da quelli dichiarati
É fatto divieto di usare nello scambio delle comunicazioni nominativi convenzionali o sigle diverse dal nome e cognome del titolare o dal soprannome preventivamente dichiarato nella domanda di autorizzazione.
L'Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso d'uso di identico nominativo o soprannome da parte di altro titolare salvo in ogni caso l'applicazione delle sanzioni previste dall'art. 404 del Codice P.T. nei confronti di chi trasgredisce al divieto di cui al primo comma.

Tornando alla discrezionalità di cui sopra, il primo comma dell'articolo che ho riportato dice però che non si possono usare nominativi convenzionali, allora dunque quanto ho scritto sopra è contradditorio?
Cerco di spiegarlo; se ai tempi di cui al DISCIPLINARE che ho documentato in parte, si provava a denunciare qualcosa di non consentito all'Autorità locale di Pubblica Sicurezza, sarebbe stato lì che le cose sarebbero state sistemate:
-Denuncia di apparati di debole potenza riportante sigla "Inlll" (dove alla prima lettera seguono n=un numero e l=una lettera).
 Come ho scritto sopra, il cittadino che voleva usare un CB, non è detto che fosse al corrente dei nominativi radioamatoriali e di solito pure in Questura tale argomento era (è) piuttosto sconosciuto, ecco quindi che la sigla poteva venire accettata e se poi anche la Direzione Compartimentale P.T. competente la confermava, diventava tale a tutti gli effetti dell'utilizzo CB, con buona pace del comma 2 dell'Art. 20;
-Denuncia di apparati di debole potenza riportante sigla "Ministero delle Poste e Telecomunicazioni", oppure "FORZE ARMATE", "CROCE ROSSA", "CARABINIERI". "POLIZIA", ecc.
 Come scritto sopra se è vero che il cittadino che voleva usare un CB, non è detto che fosse al corrente dei nominativi radioamatoriali, altrettanto vero è però che invece per quanto riguarda gli esempi che ho virgolettato come sigle in questo caso, ciò così non fosse e che dato che in pratica la questione ricadeva nel campo della comune semplicissima cultura generale, anche in Questura ragionevolmente conosciuta da TUTTI, ecco quindi che la sigla DI SICURO NON sarebbe stata accettata direttamente lì, oppure in caso contrario sobordinatamente sarebbe stata la Direzione Compartimentale P.T. competente a non accettarla.

A rigor di logica, la situazione è meno complicata se come propria sigla CB si volesse usare il proprio nominativo radioamatoriale, visto che appartiene a sè stessi come il proprio nome e cognome.

Per togliersi però ogni dubbio, caso, per caso, bisogna interpellare la sede MIMIT di propria competenza. [emoji106]
9

Se ti va di sperimentare, prova quanto segue: sposta il punto di alimentazione al centro del lato orizzontale superiore della loop, usa un 1:1 per alimentare l'antenna, interrompi il filo al centro del lato orizzontale inferiore e piazza tra i due estremi un condensatore (ceramico o poliestere) da 15pF [emoji56]

ciao, Andrea.


10
discussione libera / Re:consiglio su un alimentatore decente 30 o40 ampere
« Ultimo post da Maurizio Angelini il 06 Febbraio 2023, 12:24:41 »
Io,dall'alto della mia taccagneria,sono circa quarantanni che ho abbinato ad un alimentatore lineare 12V/2Ampere,una batteria auto.Mi ritrovo,in pratica con un alimentatore che eroga nominalmente 48A e 300Ampere di spunto.
Penso che per la nostra attività,tale corrente,possa bastare.
Ovviamente la batteria in carica deve essere posizionata all'esterno(balcone).
Con una sessantina di Euro ho corrente a iosa.
Pagine: [1] 2 ... 10