Autore Topic: Invito a trasmettere: K o no?  (Letto 2103 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IK3OCA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 768
  • Applausi 30
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IK3OCA
Invito a trasmettere: K o no?
« il: 08 Febbraio 2020, 10:53:32 »
Signori telegrafisti, chiedo un'opinione.

da qualche tempo ascolto chiamate che non terminano con K (= invito a trasmettere, a parer mio) ma con AR (._._.) e basta. Allora quando sento queste chiamate io aspetto un K che non arriva.
Ci va in tutti i casi il K dopo la chiamata  o no?
Grazie in anticipo de Rosario IK3OCA


Offline IZ1PNY

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2746
  • Applausi 134
  • ARI Milazzo IQ9MY - Qth Saluzzo "CN"
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IZ1PNY/5R8NY
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #1 il: 08 Febbraio 2020, 11:03:19 »
Ciao, una domanda simile me la ero posta…
Non frequento più il CW da tempo…(ex RT), tuttavia mi incuriosisce una risposta da parte di assidui CWisti…
In effetti, determinate abitudini prendono usi a norma comune, sbagliato o no, succede.

Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 306
  • Applausi 51
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #2 il: 08 Febbraio 2020, 15:40:52 »
Ciao Rosario,

bella domanda...

da quello che ho appreso cercando su internet, forse il solo testo che promuove l'uso di "AR" nella chiamata lo trovi qui:
https://www.hamradio-operating-ethics.org/wp-content/uploads/2017/01/10-Eth_operating_Italian4.pdf in "Etica e procedure operative per il radioamatore", dove si afferma che facendo una chiamata, e non sapendo se avrai una risposta o no, devi usare "AR", perché l'uso di "K" sarebbe riservato ai casi in cui hai già un corrispondente, così come "KN" è l'invito a trasmettere riservato solo a chi hai già in QSO (mentre nel corso di un QSO l'uso di "K" consentirebbe a chiunque di affacciarsi al QSO).

Se invece senti i vecchi radioamatore e RT, questa pratica è astrusa, in quanto "AR" significa solo fine messaggio ed è il complemento di "KA" = inizio messaggio.
Invece "K" avrebbe solo il valore di "invito a trasmettere" (a chiunque, anche se ancora nessuno si è fatto avanti), e se vuoi lo ingentilisci con "PSE K".

Io sono per questa interpretazione. Se proprio vuoi ridondare "AR K", ma, secondo me, il K ci vuole
E comunque c'è la normativa ITU per il codice Morse, se la vuoi la trovi qui: https://www.itu.int/rec/R-REC-M.1677-1-200910-I/
che specifica che l'invito a trasmettere è "K", e anche i radioamatori si devono assoggettare ad essa.

Quindi, secondo me, il manualetto di etica e procedure che ti ho indicato sopra, sbaglia, e alla grande, perché in contrasto con le norme ITU a cui ogni nazione deve adeguarsi.

Comunque il nostro è un hobby (davvero?), e ognuno farà quello che vuole.

IO a fine chiamata, un bel "PSE K"

un link dove si è già parlato di questo: http://www.telegrafia.it/forum_telegrafia/forum_show_msg.php?idrecord=19279

73 Maurizio


Offline eco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 294
  • Applausi 49
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU1FOV
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #3 il: 08 Febbraio 2020, 15:44:00 »
Signori telegrafisti, chiedo un'opinione.

da qualche tempo ascolto chiamate che non terminano con K (= invito a trasmettere, a parer mio) ma con AR (._._.) e basta. Allora quando sento queste chiamate io aspetto un K che non arriva.
Ci va in tutti i casi il K dopo la chiamata  o no?
Grazie in anticipo de Rosario IK3OCA

Ciao a tutti,
premetto che sono solo un apprendista del CW.
Di solito dopo il cq... dovrebbe essere corretto usare AR (invito a trasmettere), perchè non c'è ancora un interlocutore dall'altra parte.
Il K (da solo o preceduto da AR) quando è già in corso il qso, KN, quando si desidera svolgere il qso con solo quella stazione (no BK).

Ciao a tutti e buon divertimento in radio, 73

Offline IK3OCA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 768
  • Applausi 30
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IK3OCA
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #4 il: 08 Febbraio 2020, 16:05:19 »
A me hanno insegnato che AR corriponde a fine trasmissione, e K invito a trasmettere... quindi uno può terminare il messaggio con AR, ma se è una chiamata o invita in un QSO qualcuno a trasmettere dovrebbe aggiungere un K.
Senza andare lontano, il link di Wikipedia riporta le stesse cose:
https://it.wikipedia.org/wiki/Codice_Morse
Proprio per questa diversità da quanto mi hanno insegnato e quanto accade (anche se la maggioranza dei telegrafisti usa ancora K) mi chiedevo se si tratti di una regola o un uso generalmente accettato che non conosco.
[emoji12] de Rosario IK3OCA


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 306
  • Applausi 51
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #5 il: 08 Febbraio 2020, 16:06:16 »
dovrebbe essere corretto usare AR (invito a trasmettere)

Ciao,

una precisazione.
In radiotelegrafia, e quando c'era, nel servizio mobile marittimo in telegrafia, a cui i radioamatori hanno attinto, "AR" ha avuto solo il significato di "fine trasmissione", mai di "invito a trasmettere".
Questo per evitare di tramandare informazioni sbagliate.
73 Maurizio

Offline IK3OCA

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 768
  • Applausi 30
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: IK3OCA
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #6 il: 08 Febbraio 2020, 16:14:24 »
Uau grazie Maurizio per l'ampia spiegazione e il materiale allegato!
Io pratico quasi esclusivamente CW fin dall'inizio della mia attività; una volta era come pensavo, ma poi ho sentito tanti AR ... seguiti da niente! Allora ti vengono le domande e io cerco anche le risposte.
TNX Maurizio de Rosario IK3OCA


Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 845
  • Applausi 47
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #7 il: 08 Febbraio 2020, 16:15:25 »
Quindi, secondo me, il manualetto di etica e procedure che ti ho indicato sopra, sbaglia, e alla grande, perché in contrasto con le norme ITU a cui ogni nazione deve adeguarsi.
Per quello che può valere ... io non sono d'accordo ;-)
La norma parla di chiamata selettiva, non di CQ.

73

Still learning, correct me if I'm wrong please.

Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 306
  • Applausi 51
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #8 il: 08 Febbraio 2020, 16:18:46 »
La norma parla di chiamata selettiva, non di CQ.

Scusa, ma non ho capito
Maurizio


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 306
  • Applausi 51
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #9 il: 08 Febbraio 2020, 17:06:41 »
La norma parla di chiamata selettiva, non di CQ.

Ciao Mauro,

rileggendo forse ho capito che ti stai riferendo ai primi paragrafi della "Part II – General transmission rules" della Raccomandazione ITU.

È vero: è l'unico punto in cui esplicitamente viene affermato che si deve usare il K.

Ma prima viene anche affermato che il "K" è l'invito a trasmettere.

AR, indicato come "cross sign" "+" (ed è quello il suo primo significato), è indicato come "fine telegramma" o "fine trasmissione" se seguito da K.

L'utilizzo di AR come invito a trasmettere dopo una chiamata generale, secondo me, è arbitraria e non si basa su norme o abitudini consolidate.

Certo che leggerla su un opuscolo tradotto in varie lingue e sponsorizzato dalle associazioni nazionali di radioamatori di diversi paesi è un bel canale di diffusione.
Posso essere d'accordo su tante cose, ma su questa dissento ed esercito il mio diritto di critica. Magari sbaglio, ma voglio dei documenti, non delle opinioni...

73 Maurizio




Offline rosco

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 845
  • Applausi 47
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU2HDS
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #10 il: 08 Febbraio 2020, 17:22:23 »
Sempre per quello che vale ( opinione di chi sta ancora tentando di ricevere )
la norma indicata non mi sembra sia da usare rigorosamente per noi radioamatore, es.
 - non vedo KN
 - si parla specificatamente di telegrammi
 - non ho mai letto dell'uso di
   " Starting signal (to precede every transmission)"
   nelle guide per radioamatore, ma potrei essermelo perso.

73

Still learning, correct me if I'm wrong please.


Offline ik2cnf

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 306
  • Applausi 51
  • Sesso: Maschio
  • Maurizio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: ik2cnf
Re:Invito a trasmettere: K o no?
« Risposta #11 il: 12 Gennaio 2021, 12:10:29 »
Buongiorno, riprendo questo argomento per aggiornarlo alla luce della recente General Conference IARU Region1 (ottobre 2020).

Tra gli atti, disponibili a questo indirizzo è rilevante il Paper NS20_C4_14_V3.

Vi si legge:


La Conferenza di Varna-Albena (2014) ha concordato e approvato la Raccomandazione VA14_C3_REC_21, che dice:

  • Considerando la prassi consolidata in uso dalla maggior parte dei radioamatori, la Regione 1 IARU raccomanda che le procedure CW consolidate possano ancora essere utilizzate, oltre alle procedure alternative introdotte nel libro "Etica e procedure per i radioamatori" di ON4UN e ON4WW. Il Consiglio di amministrazione della IARU ha approvato i principi stabiliti nell'opuscolo.
  • La procedura operativa consigliata in CW (e modalità digitale) prevede quanto segue:
    a) "K" è un invito a trasmettere alla fine della trasmissione.
    b) Una stazione che termina la trasmissione con "AR" da sola non sta invitando i chiamanti.
    c) "K" è anche la fine più comune di una chiamata "CQ" generale.
  • Che la massima pubblicità dovrebbe essere data, tramite le società membri e altri canali disponibili, a questa raccomandazione.


Il documento termina con la seguente raccomandazione:

Tale Raccomandazione VA14_C3_REC_21 dovrebbe accompagnare il libro "Etica e procedure per i radioamatori" quando pubblicizzato dallo IARU e dalle sue società membri, a meno che il libro non sia stato rivisto per riflettere il contenuto del 2 ° paragrafo di tale raccomandazione.

Quindi già dal 2014 la IARU R1 aveva indicato le procedure consigliate, considerando quelle del "Etica e procedure..." come alternative.

73 Maurizio
« Ultima modifica: 12 Gennaio 2021, 12:25:12 da ik2cnf »

Offline bergio70

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3526
  • Applausi 116
    • Mostra profilo