News:

[emoji295] [emoji295] PUBBLCITA' MOSTRATA SOLO AI VISITATORI, REGISTRATI PER NON VEDERLA [emoji295] [emoji295] [emoji295]

Menu principale

Verticale multibanda: piccolo chiarimento.

Aperto da chio, 20 Marzo 2022, 08:44:46

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

chio

Ciao a tutti,
ho realizzato una verticale multibanda portatile, per le bande che mi interessano, ovvero :60, 40, 30, 20 e 17 m .
Ho solo modificato un progetto trovato in rete adattandolo appunto alle mie esigenze, realizzando una bobina di carico  simile a quella del modello MFJ 2286 di circa 30uH .
Solo per le bande dei 60 e 30 m trovo un ROS di 1.7 che non riesco ad abbassare. L'antenna è munita di piano di massa realizzato con fili (circa 10 di varie lunghezze) elettrici stesi alla base.
 L'analizzatore MFJ 259B per le bande sopra citate mi segnala:
per i 60m (5360 Khz)   R=61  X=29 ROS 1.7
per i 30m (10100 Khz) R=62  X=27 ROS 1.7

Domanda: dai dati indicati dallo strumento rilevo che la  R è ben lontana dai 50 ohm , ma  cos'altro potrei rilevare da quei dati? Ho provato a spostare la presa sulla bobina dalla posizione di ros 1.7  - in basso o in alto - ottenendo però un valore maggiore di ros.


Geremia

#1
Dai valori di Z che hai indicato sembra che l'unico problema sia che la reattanza e' dello stesso ordine di grandezza della resistenza. Se tu riuscissi a ridurre la reattanza e portarla vicino alla risonanza, a parita' di resistenza che e' molto vicina a ai 50OHm, otterresti un SWR di 1.2. Poiche' anche variando la presa non ti risulta possiblile, l'unica alternativa che ti rimane e'  agire sulla lunghezza dello stilo. Se conoscessi il segno della reattanza potresti dedurre se allungarla o accorciarla.
S = k * log W

dattero

potresti provare ad inserire un variabile il parallelo alla induttanza, creando così un accordo LC

AZ6108

#3
Ciao

Hai provato a spostare la presa di una frazione di spira, invece che di una spira intera ?

Detto questo, potresti considerare l'idea di aggiungere un condensatore variabile e trasformare la sezione di alimentazione in una rete di accordo ad L

per chiarezza, qualcosa di questo genere



[edit]

considera che una volta trovati i valori di capacità ed induttanza per le varie bande, potresti sostituire il variabile con dei condensatori fissi ed uno switch rotativo
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)


chio

Vi ringrazio per i consigli!!

geremia: purtroppo lo strumento non riporta il segno della reattanza ; posso però provare prima ad aggiungere uno spezzone di cavo  e se le cose non vanno bene , provare a tagliare ....

dattero-az6108: ottimo suggerimento...farò anche questa prova....se la cosa funziona sostituire con condensatori fissi...con quale valore di capacità partire? Credo di avere un cond. variabile da circa 300 pF (o forse meno) ...inizio con quel valore...

az6108: si ho provato anche a spostare la presa leggermente sulla stessa spira, ma senza vantaggi...

Appena le  condizioni meteo migliorano (sono previsti venti forti nella mia zona) farò subito le prove e terrò informati sui risultati, se volete.

Grazie ancora.

AZ6108

prendi come spunto il circuito che ho postato, parti dal 300pF variabile che hai, eventualmente aggiungendo condensatori fissi in serie od in parallelo e trovando il punto di connessione ottimale, a quel punto misura il valore del variabile e, nel caso di condensatori aggiuntivi, calcola anche quelli ed avrai i valori di riferimento

volendo comandare il tutto da stazione, potrai successivamente usare una tratta di economico cavo CAT5 (cavo di rete) per controllare dei relays [emoji56]
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)


dattero

Citazione di: chio il 20 Marzo 2022, 11:48:44

dattero-az6108: ottimo suggerimento...farò anche questa prova....se la cosa funziona sostituire con condensatori fissi...con quale valore di capacità partire? Credo di avere un cond. variabile da circa 300 pF (o forse meno) ...inizio con quel valore...



il variabile lo lascerei sempre connesso , e nel caso aggiungi dei condensatori fissi.
Il bello del "portatile" è che puoi inventarti soluzioni in base alle esigenze del momento


AZ6108

#7
Citazione di: dattero il 20 Marzo 2022, 12:17:17
il variabile lo lascerei sempre connesso , e nel caso aggiungi dei condensatori fissi.
Il bello del "portatile" è che puoi inventarti soluzioni in base alle esigenze del momento

se l'antenna è sempre la stessa, eviterei il variabile; certo in alcune installazioni l'adattamento potrebbe non essere perfetto, ma quello lo si può risolvere e comunque il valore di SWR sarà basso ed i condensatori fissi anche ad alto voltaggio costano meno di un variabile spaziato [emoji41] (o di uno sotto vuoto)
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

trodaf_4912

Il segno della reattanza lo puoi vedere indirettamente  attraverso l'allungamento dello stilo. Se la reattanza aumenta allora e' positiva e' induttiva e ti stai allontanando dal punto di risonanza e per tale motivo devi accorciarla. 
Viceversa se allungandola si abbassa la reattanza allora e' capacitiva e ha segno negativo. Allungandola dovresti vedere una riduzione della reattanza.
Basta tenere sotto controllo il valore reattivo che ti indica l'MFJ mentre fai le tue prove.
Se qualcuno ti dedica del tempo apprezzalo sempre perché lo toglie al suo per dedicarlo a te


dattero

Citazione di: AZ6108 il 20 Marzo 2022, 13:52:10
se l'antenna è sempre la stessa, eviterei il variabile; certo in alcune installazioni l'adattamento potrebbe non essere perfetto, ma quello lo si può risolvere e comunque il valore di SWR sarà basso ed i condensatori fissi anche ad alto voltaggio costano meno di un variabile spaziato [emoji41] (o di uno sotto vuoto)

visto che siamo in ambito di portatile potrei dedurre che la potenza in gioco sia QRP?? quindi un variabile da usare come tuning e dei fissi dedicati per ogni banda ove sia necessario credo e son convinto che sia la miglior configurazione.
Io in portatile uso semplicemente un circuito LC variabile, che in base alla location e la posa dell'aereo (filare o rigido) riesco ad accordare

chio

Perfetto trodaf, grazie per il suggerimento , ne terrò conto nelle prossime prove.
L'antenna è nata per uso portatile e come qualcuno ha intuito per uso qrp....proprio per questa caratteristica di semplicità che caratterizza le antenne per uso portatile, che vorrei iniziare le prove che mi avete suggerito con l'allungamento dello stilo, come suggerito da geremia e vedere se in 60 e 30 m ottengo dei buoni risultati di ros .....in alternativa proverò con il condensatore in parallelo.
A questo scopo, se in banda per es. 60m la bobina parte dalla quarta spira  il condensatore in parallelo lo devo inserire a partire da questa presa, giusto? Come da schema, e non con il tratto tratteggiato....
Dattero, mi piacerebbe vedere come hai realizzato il circuito LC che usi per le tue antenne in portatile...in effetti in portatile si ha  più libertà di operazioni possibili sulle antenne.

gattonero

Citazione di: chio il 20 Marzo 2022, 08:44:46
Ciao a tutti,
ho realizzato una verticale multibanda portatile, per le bande che mi interessano, ovvero :60, 40, 30, 20 e 17 m .
Ho solo modificato un progetto trovato in rete adattandolo appunto alle mie esigenze, realizzando una bobina di carico  simile a quella del modello MFJ 2286 di circa 30uH .
Solo per le bande dei 60 e 30 m trovo un ROS di 1.7 che non riesco ad abbassare. L'antenna è munita di piano di massa realizzato con fili (circa 10 di varie lunghezze) elettrici stesi alla base.
L'analizzatore MFJ 259B per le bande sopra citate mi segnala:
per i 60m (5360 Khz)  R=61  X=29 ROS 1.7
per i 30m (10100 Khz) R=62  X=27 ROS 1.7

Domanda: dai dati indicati dallo strumento rilevo che la  R è ben lontana dai 50 ohm , ma  cos'altro potrei rilevare da quei dati? Ho provato a spostare la presa sulla bobina dalla posizione di ros 1.7  - in basso o in alto - ottenendo però un valore maggiore di ros.
Di quale antenna verticale multibanda dici ? non ho capito....anch'io sto cercando qualcosa del genere.
1-R G K-129   Station Dx 11meter
                        Radio Penisola Salentina  1-RPS-72 
                 1 F R I 1857 -  Free-Radio-Italia
                             PMR/LPD Italy 
                                 Op.Fabio
                   Yaesu FT920+SP8 Mic.Mh31
         Icom IC2820 D-Star / Kenwood TM241A digiAPRS
       President Jackson Mic.Echo Master Plus /Lafayette Hawaii                
   Ant. Dipolo 30/40m  Dipolo L 60m Butternut HF2V 40/80/160?     Vertical 11m / Ant.FishRod / Diamond x510 / Deltaloop 50MHz

dattero

diciamo che il variabile è meglio collegarlo così:
(scusate la qualità , ho i ditoni)


chio

Grazie dattero per la precisazione...è lo stesso schema che ha proposto AZ6108....sono io che ho fatto un gran confusione...ora però,  tutto ok. Grazie a voi.

Per gattonero: la verticale che ho realizzato è stata un puzzle di vari progetti trovati in rete adattandoli alle bande di mio interesse e alla lunghezza della canna da pesca che avevo, realizzando una bobina come quella che presenta la commerciale della mfj che ho citato all'inizio dell'articolo. Ho solo problemi, come detto, solo in banda 60 e 30 m.
Appena effettuo le modifiche e rilevato i miglioramenti in quelle bande, se a qualcuno interessa inserisco l'intero progetto.

Grazie a tutti!

AZ6108

#14
Citazione di: chio il 21 Marzo 2022, 06:59:19
Grazie dattero per la precisazione...è lo stesso schema che ha proposto AZ6108....sono io che ho fatto un gran confusione...ora però,  tutto ok. Grazie a voi.

Per chiarezza, ho ridisegnato lo schema (vedi sotto), considera che il variabile potrà successivamente essere sostituito con una serie di condensatori fissi e che inizialmente gli switch nello schema potranno semplicemente essere delle pinze a coccodrillo

[edit]

durante i test, riduci la potenza dato che altrimenti se il variabile non ha sufficiente spaziatura, potrebbero generarsi degli archi voltaici, successivamente con i condensatori fissi, basterà selezionare dei condensatori con un voltaggio massimo sufficiente a supportare la piena potenza che andrai ad inviare in antenna
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

chio

Citazione di: AZ6108 il 21 Marzo 2022, 09:04:25
Per chiarezza, ho ridisegnato lo schema (vedi sotto), considera che il variabile potrà successivamente essere sostituito con una serie di condensatori fissi e che inizialmente gli switch nello schema potranno semplicemente essere delle pinze a coccodrillo

[edit]

durante i test, riduci la potenza dato che altrimenti se il variabile non ha sufficiente spaziatura, potrebbero generarsi degli archi voltaici, successivamente con i condensatori fissi, basterà selezionare dei condensatori con un voltaggio massimo sufficiente a supportare la piena potenza che andrai ad inviare in antenna

Grazie per la precisazione AZ6108....si, infatti, durante i test tutto pinzato, poi se tutto è ok , migliorare dal punto di vista contatti.
Ciao e grazie.

AZ6108

Citazione di: chio il 21 Marzo 2022, 10:03:09
Grazie per la precisazione AZ6108....si, infatti, durante i test tutto pinzato, poi se tutto è ok , migliorare dal punto di vista contatti.

Ok, per quanto riguarda la versione finale, se deciderai per l'uso di condensatori fissi, potresti valutare l'idea di utilizzare uno switch rotativo che permetta di selezionare sia la spira della bobina sia il condensatore in modo da poter rapidamente effettuare il cambio banda
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

chio

Ciao a tutti, riprendo giusto per un aggiornamento....
L'antenna in questione è montata su un treppiede tipo fotografico...come detto all'inizio , sulle bande dei 30 e 60 m , il ROS circa  1.7  non voleva saperne di abbassarsi...
Bene, per  puro caso , ho allungato i piedi del supporto, diciamo fotografico, e fermo restando tutte le condizioni , il ROS si è  portato  a 1.4 ; ritenendolo più che sufficiente non ho operato tutte le altre condizioni che mi ero riproposto e che gentilmente mi avete suggerito...quindi sollevando l'antenna da terra si è notato un netto miglioramento.
Vorrei ringraziare tutti per i consigli e suggerimenti. Grazie!