Elettronica e Radiotecnica > Programmazione microcontrollori

Eeprom si puo programmare con entrata poi uscita diverso?

(1/8) > >>

nic:
Salve a tutti ,vorrei usare un eeprom per sperimentare con una radio vecchio che ho , mi serve sapere se' possibile che il codice binario al ingresso del eeprom puo uscire cambiato ,es entrata 1111 0000 e vorrei l'uscita 1010 1010 , io faccio il falegname nella vita pero per passione mi piace la radio communicazione , e adesso sto leggendo molto sui PLL circuiti ,molto affascinante , poi serve anche sapere che eeprom usare perche non ho una lampada UV per cancellare un Eprom ,che crea solo piu spese , grazie a tutti 73s to all ,nic.

rebQQtz:
Cao Nic, massimo rispetto per i falegnami ...
io non saprei tagliare un'asse in squadro senza uccidermi o, almeno, ferirmi seriamente ;-) ;-) ;-) ... ma con le *ROM posso darti una mano.

Prima di tutto occorre identificare il dispositivo..
parli di lampada UV, ma citi le EEProm ...

Se ha una finestrella e' una Eprom
https://it.wikipedia.org/wiki/EPROM
Se invece e' un rospetto nero, generalmente con 8 piedini allora e' una EEprom ...
https://it.wikipedia.org/wiki/EEPROM

Le principali differenze stanno nel fatto che, generalmente, le Eprom sono dispositivi paralleli, cio' significa che hai un gruppo di linee elettriche (BUS) sulle quali puoi impostare una combinazione di segnali che costituiscono l'indirizzo del tuo dato all'interno del dispositivo, e un gruppo di line elettriche sulle quali compare il valore del tuo dato composto da N bit (generalmente 8 o 16)

Diversamente, le EEprom sono dispositivi seriali, vale a dire che comunicano col mondo mediante un BUS a due linee, secondo un protocollo seriale (tipicamente I2Cbus o SPI ...)
https://it.wikipedia.org/wiki/I%C2%B2C
https://it.wikipedia.org/wiki/Serial_Peripheral_Interface

Su queste due linee scrivi comandi vari per il dispositivo e ricevi informazioni di ritorno che, alla peggio, sono il semplice valore del dato che e' memorizzato in una data posizione.


Difficolta' in agguato per l'uomo:

Eprom:
1) Se vuoi metterci le mani devi avere un programmatore apposito, mediante il quale scrivi nel dispositivo i contenuti che ti servono e poi lo trasferisci sul circuito dove deve stare.
2) Prima di scriverci sopra devi cancellare il dispositivo con una lampada a raggi ultravioletti

EEprom:
Devi sapere utilizzare un qualche microprocessore che comunichi col dispositivo, la bella notizia e' che generalmente esistono librerie gia fatte per lo scopo e non ti devi sbattere piu di tanto con la programmazione a bassi livello ...



Spero solo che il tuo problema non sia uguale al mio ... e cioe'  Midland 70/530 !!!

https://www.radiomuseum.org/r/midlandint_uhf_transceiver_70_530b.html

Ho quattro di questi gioielli degli anni '90 ma i parametri dei canali si impostano scrivendoli, per l'appunto, su una Eprom (27256), mediante un programmatore apposito (Midland 70-1000), che avevano solo i centri assistenza, ho cosumato quattro paia di occhiali dragando la Rete alla ricerca di informazioni ;-( ;-( ;-( ...

Fammi sapere se posso esserti d'aiuto in qualche modo ;-) ...

nic:
Grazie rebQQtz , grazie per i link ,si so che i Eprom si cancellano con UV e i EEPROM  elletricamente , in fatti sto valutando , se vale la pena fare questo esperimento , volevo fare una scheda dove il codici binario  dal commutatore possa essere diverso al uscita del eprom verso il PLL, ES: 1010 1111 dallo switch 40ch poi in mezzo il eprom che da un codice binario 1100 1010 diverso al PLL ,se questo e possibile allora si che mi diverto ,73s to all,nic .

trodaf_4912:
Peccato che le EEprom si programmano e si leggono con una sequenza seriale, inviando prima il codice dell'operazione che si vuole eseguire (read/write/cancellazione), poi l'indirizzo e poi il dato. Per leggere occorre la stessa sequenza e il dato ottenuto e' bit a bit e non in formato parallelo a 8 bit come per le Eprom che hanno 10 pin di indirizzo e o pin di uscita. L'indirizzo e' in formato parallelo e cosi' pure il dato. Pertanto sono piu' adatte per una operazione di transcodifica anche senza un logica di controllo, mentre le EEprom necessitano di una logica di controllo come un microcontrollore che si occupa di fornire le sequenze temporizzate per il loro funzionamento e i dati in formato bit singolo devono essere letti e formattati in parallelo. Oramai le Eprom sono scomparse nel loro utilizzo, in quanto e' sempre presente un microcontrollore che puo' gestire le EEprom.

nic:
Grazie Trodaf per la spiegazione del ,EEPROM , ma sta veramente andando in disuso le eprom , comunque mi serve solo sapere se e' possibile usare un Eprom per modificare i codici binari in uscita del Eprom verso il PLL ,73s to all ,nic.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa