forum radioamatori > Autocostruzione

oscillatore con mav.11 fino a 1 ghz

(1/2) > >>

er colaneri:
salve a tutti sulla rivista di nuova elettronica c'è un proggetto che descrive un oscillatore con cn un transistor (mav.11)solamente che il proggetto viene utilizzato come generatore di frequenza vhf e come pilota per modulare in fm,quello che mi chiedevo era come utilizzare questo oscillatore per le hf e non frequenze superiori,qualcuno mi può aiutare?

r5000:
73 a tutti il mmic MAV11 è di fatto un'integrato composto da due o più transistor e resistenze e ha la particolatità di essere utilizzabile per amplificare segnali dalle hf alle microonde ma il meglio lo dà dalle vhf in sù,solitamente non sono utilizzati a frequenze inferiori anche se ho provato e amplifica anche a 10.7mhz,hanno l'enorme vantaggio di presentare sia in ingresso che in uscita i 50 ohm caratteristici  e quindi non c'è bisogno di adattatori d'impedenza,al massimo si usano degli attenuatori per disaccoppiare eventuali disadattamenti ma non servono circuiti risonanti e questo li fà lavorare veramente a larga banda,il progetto dell'oscillatore è una trovata ma solitamente i mmic vengono usati come amplificatori di potenza a basso rumore e non come oscillatori,anche se di fatto il circuito funziona e penso anche bene,potresti farlo oscillare anche a frequenze più basse con il corretto circuito LC ma propio perchè i mmic sono ottimizzati per le vhf e superiori non è detto che i risultati a 7mhz sono buoni,ti consiglio di prendere il kit e poi provi,alla peggio lo usi come amplificatore che è poi il suo utilizzo per cui è nato,NE aveva dei vfo che usavano fet come oscillatore e un mmic per amplificare e disaccoppiare il vfo dal resto e questa è un'ottima soliuzione per rendere stabile il vfo,partire con un vfo di potenza direttamente collegato a un finale può solo peggiorare la stabilità in frequenza e anche il prodotto armonico,ma  questo poi dipende da quanto è pura la sinusonide dell'oscillatore ecc...

er colaneri:
capito tutto,però nn ci sono transistor affini oppure schemi poveri di componenti come questo?

r5000:
73 a tutti lì c'è gia una serie di transistor con resistenze di polarizzazione e accoppiamento,quindi la parte complessa è dentro il contenitore,usare componenti sciolti è sempre più complesso che usare un'integrato,se per fare un'amplificatore audio a transistor servono almeno 30 componenti con un finale integrato ne bastano 10 o meno  se si vuole usare i finali delle autoradio o comunque ad alta integrazione,per i mmic esistono anche con integrati i condensatori di disaccoppiamento e quindi per funzionare hanno bisogno solo di un condensatore d'uscita,la resistenza di bias ,condensatore di filtro e impedenza,con 4 componenti hai un'amplificatore di tutto rispetto e pensare a circuiti equivalenti con pari numero di componenti è difficile,solo i circuiti  ibridi hanno pari caratteristiche ma all'interno dell'involucro c'è una scheda piena di componenti...

er colaneri:
capito ,mi tocca solamente che provare :sfiga: :sfiga: :sfiga:

ma quell'integrato costa molto ed è facile reperirlo oppure è costoso e diffiilmente reperibile?

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa