forum radioamatori > Autocostruzione

Transceiver valvolare autocostruito: ha senso nel 2009?

<< < (3/17) > >>

Ottone:

--- Citazione da: undo - 28 Aprile 2009, 12:51:42 ---...cut...

per la sezione finale utilizza una valvola ceramica, così ti dura un sacco di tempo, più in là ti dirò il tipo da utilizzare costano pure pochissimo,

...cut..

--- Termina citazione ---


Usare una valvola ceramica comporta la necessità del circuito di ritardo sia per il filamento che soprattutto per l'anodica, non complica un po' le cose per 50-60 watts RF?

oscar 3:
Sono sicuro, che quando saranno postati schemi e foto, si vedrà il tutto su eBay al costo di € 10,00... ...HAHAHAH!
73 a tutti e comunque, le valvole prima o poi si esauriscono, ma fino a che vanno è un vero piacere!!!!
Sono un musicista è per comodità uso amplificatori allo stato solido, ma il mio ricordo va ad un amplificatore lesley valvolare usato con un organo meccanico/valvolare che era è continua ad essere dopo oltre 40 anni di onorato servizio, perfetto e ancora un immenso piacere e soddisfazione suonarlo.
Bye

dantinca:

--- Citazione da: luca2772 - 28 Aprile 2009, 12:05:56 ---Inizierò pian piano a buttar giù degli schemi con fidocad e a proporverli, sarà una sorta di passo-passo e mi piacerebbe che il progetto fosse sviluppato in team, per quanto possibile

--- Termina citazione ---

Quoto l'idea dello sviluppo in team  :up: :up: :up:
I cortocircuiti ce li metto io  :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
(P.S. ho un pò di "bibbie" dell'epoca delle valvole..tipo "the radio amateur's handbook" del 1936  :mrgreen: al massimo potrei fare da archeologo :mrgreen:)

luca2772:
oscar 3 Io ho un Marshall...  ;)

Allora, andiamo per capi, che a brevo posterò lo schema a blocchi  :-D ma ho già il mal di testa ancor prima di cominciare  :grin:

- cabinet: mi costa meno far piegare e forare del lamierino che comprare un telaio rack ed adattarlo alle mie esigenze. Se riesco a stare nei 40x40x20cm faccio i salti di gioia... Per le schermature, no problem. Per queste realizzazioni ho sempre confinato ogni stadio in un suo scatolino (teko o fai da te in lamierino stagnato). Il trasformatore di alimentazione dovrò farmelo avvolgere, e tanto vale sia toroidale per evitare problemi di microfonicità da flusso disperso.
Niente duplicatori ma ponti con diodi AT. Ci sarà da ridere per portare in giro i 6.3V dei filamenti, comunque vedrò di curare bene la faccenda per contenere le condotte.
- per la BF la ECL82 me gusta,e ho in giro alcuni schemi classici
- amplificatore microfonico con doppio triodo (una metà amplifica, l'altra in retroazione che fa da compressore della dinamica. Tutto da progettare HI)
- mixer: credo resterò sui diodi, sia in ricezione che per generare la DSB
- front-end: preselettore LC ed ingresso diretto in griglia del primo pentodo
- media frequenza: vedo cosa esce dal cilindro, alla peggio scopiazzo un pezzo del Geloso G207  ;-) )
- finale RF: non mi voglio imbarcare con le 4CX250B o simili, che poi avrei 2kV in giro nel transceiver  ;) Una 6KD6 con 850V di anodica mi basta ed avanza, e il driver con EL84 non si spompa (ah, ho previsto un circuito ALC...) Potrei anche restare in QRP, ma voglio tenermi una riserva di potenza.
- VFO (e qui spiego il perchè della mia iniziale idea ibrida): ne ho realizzati alcuni in passato, e tutte le volte ho dovuto invecchiare la bobina col metodo delle bolliture per avere una buona stabilità. Certo niente di paragonabile ad un quarzo, ma il drift era accettabile. Ho da qualche parte lo schema di uno stabilizzatore (by RkE) che potrei abbinare al VFO, ecco perchè pensavo di realizzarlo col solito fet + buffer a bjt.
- filtri: ladder a 8 poli per contenere i costi o "metodo Geloso"; per il CW contavo di segare con dei passabanda del 4° ordine da 500 e 200 Hz di banda passante in BF, con una manciata di operazionali, ma potrei veramente usare il sistema del G207

undo:
Salve a tutti!! Non ho parlato di usare una cx come sigla ma è tutta altra cosa con spesa irrisoria, tensione max 1500V perfettamente ottenibili  potenza circa 300Watt con pilotaggio di 20Watt, per il resto timer etc.. un gioco da bambini di tre anni, ho gia detto che la sezione finale secondo me per i costi etc.. deve essere costituita da una valvola ceramica di trasmissione, lasciamo perdere le valvole di deflessione TVC ne ho le tasche piene e non solo le scatole e quindi la bocciatura è assicurata in quanto la 6KD6 non è affidabile con conseguente costo di partenza elevato e sicura obsolescenza della stessa non voglio parlare delle capacità di questa valvola manco morto in quanto non ne vale la pena poi fate voi del resto è chiaro che una vera valvola RF  collocata nel posto giusto svolge un lavoro letteralmente e matematicamente superiore a quella tuttovetro per resa in potenza e a parita di classe di funzionamento anche di consumo/i  durata e costi, comunque non mettiamo il carro d'avanti ai buoi FATTI NON PAROLE!! Quando tutti gli amici di ROGERK vedranno gli inizi di questo progetto allora vedremo gli effetti della valvola tuttovetro e di una valvola ceramica specifica per la trasmissione montata in un finale lineare personalmente inviero all'amico Luca schemi e sistemi di montaggio tipi di "dissipatore" ho detto proprio dissipatore per la valvola in questione, non solo se mi da l'indirizzo le invio un dissipatore tagliato a misura dove l'amico Luca si divertirà a smerigliarlo per la sede anodica della valvola ceramica. Non voglio scoraggiare gli amanti della PL~EL509 o 6KD6 ma non posso assolutamente confrontare le capacità di una valvola ceramica con le valvole tuttovetro pregando i cari amici di ROGERK di non sollevarmi polemiche per la scelta da me optata. BYE BYE

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa