Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - M74

Pagine: [1] 2 ... 4
1
antenne radioamatoriali / Re:antenna END FED
« il: 31 Maggio 2021, 20:11:39 »
perchè non direttamente 2450-j0 ?
se è HalfWave non dovrebbe essere j0 per definizione?
Avere la stessa reattanza per tutte le frequenze non credo sia "banale", se devi variare allora forse è davvero meglio un circuito di accordo, magari con posizioni predeterminate per facilitare l'accordo.
Se metto direttamente 2450-j0 l'swr della simulazione è 255 che non mi pare utile (vedi allegato).
Allora ho messo come valore di default 2450 con jX come da simulazione per vedere come andava sulle altre frequenze.
Se guardi le immagini dei post precedenti vedrai che non l'ho più cambiato e tranne che per i 15m tutte le altre hanno swr ottimale.
Quindi una volta messa a punto per lavorare a mezz'onda dovrebbe andare bene anche per i vari multipli di mezz'onda senza dover toccare nulla.
Bisogna anche tenere conto che il trasformatore probabilmente essendo un induttanza corregge di suo la componente "sballata".
Io ne avevo fatta una monobanda per gli 11m con un trasformatore analogo (1:64) e sono riuscito a metterla a punto solo regolando la lunghezza del filo (è venuto un 5% in meno di mezz'onda).

2
antenne radioamatoriali / Re:antenna END FED
« il: 30 Maggio 2021, 19:23:07 »
Ottimo.
Grazie
Di nulla, è stato un piacere.
I 15 m però con lo stesso trasformatore non li fai, vedi in allegato.
Se però curiosi un po' in rete trovi vari tipi di trasformatori d'impedenza con rapporti multipli che poi fare con lo stesso toroide e più avvolgimenti.
Se ne realizzi uno hai più possibilità!

3
antenne radioamatoriali / Re:antenna END FED
« il: 30 Maggio 2021, 18:02:57 »
Già che c'è, anche per i 160m che non mi faceva allegare prima.

4
antenne radioamatoriali / Re:antenna END FED
« il: 30 Maggio 2021, 18:02:01 »
Se può essere d'aiuto, qualche simulazione del conduttore lungo 20,20 m alimentato a 2450-j30593Ω su quattro bande.
I 2450Ω dovrebbero risultare in uscita dal trasformatore 1:49, l'altro parametro probabilmente dev'essere messo a posto con qualche trucco però l'ho considerato costante per tutte le simulazioni, quindi si fa una volta sola.
Come può andare nella realtà non lo so ma non sembra proprio impossibile che funzioni.

5
antenne radioamatoriali / Re:END FED o LONG WIRE
« il: 23 Maggio 2021, 23:49:04 »
Se non ricordo male la long wire dovrebbe essere lunga più di due lunghezze d'onda mentre la end fed una lunghezza indefinita più corta di quella sopra.
Può essere risonante come la end fed mezz'onda oppure calcolata per fare più bande sfruttando varie armoniche tipo l'olandesina.
Il balun dipende da quale vuoi realizzare, volendo ci sono schemi in rete di balun multipli con vari rapporti di trasformazione che non sono molto più complicati di uno con rapporto fisso.
Il cavo penso vada bene tutto, non conviene esagerare con la sezione perché poi diventa molto pesante ed è difficile da gestire, servono isolatori meccanicamente robusti e tante altre cose.

6
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 23 Maggio 2021, 19:38:42 »
Ottimo lavoro!

7
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 22 Maggio 2021, 21:20:46 »
Se così tra choke e antenna ci vuole un prolunghino almeno da 20 cm?

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile
Non ti servono connettori, ti basta avere il cavo più lungo ed avvolgerlo subito sotto l'antenna.
Meno giunzioni con connettori fai meglio è, portano perdite spesso considerevoli.

8
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 22 Maggio 2021, 20:05:57 »
La potenza che utilizzo e solo apparato quindi se va bene 4 w ho letto un po' in giro e credo sia il caso di provare con un choke perché credo che ci sia un ritorno di radio frequenza nella calza non ho capito bene questo come va collegato all'antenna?

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile
Lo devi mettere subito dopo l'attacco dell'antenna, in pratica "separa" la stessa dal cavo di discesa.
Su come farlo trovi in rete tutte le varianti possibili immaginabili, dal solito ugly balun a cose con due toroidi.
Quello più semplice che puoi fare è avvolgere il coassiale in cinque/sei spire su un diametro di 80-100mm subito sotto l'antenna.

9
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 22 Maggio 2021, 18:12:38 »
Esattamente sto perdendo un po' di tempo in sperimentazione questa è l'ultima stazionarie 1,1 sul 1  sul 40 1,0 però sul 40 succede una cosa se stai altre il minuto in trasmissione piano piano si accende la spia AWI ma stazionarie  1,0 ho fatto lo stilo 65 cm con bobina  MT 5,22 calcolato vai radioutilitario

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile
Per me stai solo surriscaldando l'antenna, non so con che potenza esci ma il risultato è quello.
Oltretutto non si sa con precisione cosa c'è dentro la thunder, se c'è solo il filo avvolto a spirale o se c'è qualche trasformatore d'impedenza (mi viene da pensarlo, altrimenti come fa ad essere a larga banda?).
Potrebbe esserci pure solo una resistenza che fa da carico fittizio ed un filo random attaccato...come qui:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=54289.0

Per il resto rimango dell'idea che su quella ringhiera ci sta comodo un dipolo.
Non si vede bene lo spazio disponibile, se hai poco più di 5,5 mt ci sta orizzontale, altrimenti lo alzi in mezzo e lo fai a v invertita.
Ci guadagni pure in "mimetismo", un filo teso tra due pali (o uno solo se a v) si nota molto meno della thunder.

10
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 19 Maggio 2021, 23:55:34 »
Grazie per il suggerimento ma non posso alzare più di tanto in altezza perché arrivo al piano di sopra e la signora non è molto contenta della mia passione per la radio al massimo posso usare uno stilo poco sopra il metro

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile
Ed in orizzontale, non hai spazio?
Piuttosto che usare quella, un dipolo orizzontale potrebbe essere un alternativa.
Quella in verticale non guadagna nulla, l'altro in verticale perde per via della polarizzazione però è un antenna decisamente migliore.
Se hai sei metri dove tenderlo lo fai con cose che probabilmente hai già.
Se puoi alzarlo al centro un paio di metri ancora meglio e non viene troppo invadente con la tizia del piano di sopra.

11
antenne per CB / Re:ricostruzione radiale boomerang
« il: 18 Maggio 2021, 23:30:46 »
Potresti prendere un pezzo di tubo in alluminio di buon diametro (14 o 16 mm) appiattire l'estremità e forarla al centro.
Una bella stondata ed hai l'attacco abbastanza simile, se viene sottile aggiungi ranelle in ottone.
Da quello poi vai a scendere col diametro e fai il radiale telescopico.
Occhio che se usi alluminio anodizzato va ben scartavetrato dove deve fare contatto.

12
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 18 Maggio 2021, 23:24:26 »
a me sembra che la sfida principale è quella di rendere la thunder indipendente dalle misure obbligatorie della discesa in coassiale.
ovvero forse sarebbe necessario disaccoppiare elettricamente il cavo coassiale se vengono usati i radiali (ma è una mia idea, magari sbagliata).

Eh li il problema è sapere realmente cosa c'è dentro l'antenna, dal manuale la danno per 5 MHz di banda utile senza taratura, vien da pensare che non è solo uno carico elicoidale col coassiale che fa da braccio inferiore.
Sarebbe ben più stretta di banda in quel caso, deve avere qualche trasformatore d'impedenza alla base.
Se è così, aggiungere radiali non aiuterebbe molto.
Può essere che smontandola completamente (se fattibile senza distruggerla) e facendo reverse engineering dell'idea di base qualche spazio di miglioramento si trova, se ne vale la pena non lo so!
In teoria restringendo la banda passante dovrebbe aumentare la resa di qualcosa, se però la posizione dove è installata è sfortunata al di la della soddisfazione di aver provato rimane poco.
La mini boomerang in quest'ottica è già come detto da Gigibuatta vincente, per quanto sacrificata è un antenna tarabile con 800 kHz di banda passante, qualcosa in più guadagna di sicuro (o perde di meno).
Rimane anche l'opzione di fare l'antenna da zero su misura per il luogo d'installazione, un po' con radioutilitario ed un po' rubando qua e la in rete di idee non ne mancano.


Ok. Non ti arrendere mai. Ciao
73

Quoto in pieno!!

13
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 18 Maggio 2021, 16:53:31 »
Scusa radioutilitario mi chiede la lunghezza radiatore (radiale)
Diametro medio radiatore (radiale)
Lunghezza della bobina e diametro  in cm come  faccio a sapere la lunghezza e diametro devo sempre mettere quella dello stelo

Grazie

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile
Dimenticavo i radiali che sono montati sono in plastica mi conviene rifarlo in plastica o alluminio?

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile



Il diametro della bobina se la avvolgi sul radiale ovviamente è il diametro del radiale che deve essere di materiale isolante.
Se vuoi fare la bobina di carico a parte il radiale lo puoi fare in alluminio ma si complica molto l'assemblaggio.
Se hai spazio ai lati potresti fare una cosa migliore (per modo di dire) mettendo due radiali filari da 1/4λ a mo' di tiranti laterali, variando l'inclinazione aggiusti l'impedenza dell'antenna.
Essendo il radiatore molto caricato è difficile sapere prima quale angolazione può andare meglio e dipende molto da cosa c'è attorno che può interferire (ringhiere, cemento armato ecc.).
Va da se che se hai quello spazio a quel punto ti conviene fare direttamente un dipolo a V invertita che almeno è una vera antenna e lasciare perdere la thunder.
Se la posizione è infelice però puoi fare tutte le modifiche e le prove che vuoi ed il risultato sarà sempre deludente.
La cosa più utile che puoi fare è solamente aggiungere palo sotto all'antenna ed andare più in alto o meglio ancora metterla sul tetto.
Se la metti su un palo da 5 o 6 metri in campo libero con il cavo della giusta misura per me va sicuramente meglio di qualsiasi altra modifica o aggiunta.
Se hai voglia di sperimentare piuttosto che perdere tempo su quest'idea che non ti porterà gran risultati vedi qualche idea migliore (e più semplice) tipo la T2LT o la EFHW monobanda, entrambe sono antenne che puoi fare quasi "filari" a basso impatto visivo ed almeno hanno qualche possibilità di rendere qualcosa.
Per la T2LT qui trovi la guida ben fatta:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=76898.0
Per l'altra se cerchi un po' in rete trovi di tutto ma richiede un po' di pratica per farla funzionare.

14
antenne per CB / Re:modifica thunder 27
« il: 17 Maggio 2021, 23:33:49 »
Ho dato un'occhiata su radioutilitario ma non capisco come  procedere qualche esperto ?

inviato M2003J15SC using rogerKapp mobile
Non è così facile come sembra risponderti.
La thunder usa come piano di massa il coassiale che la alimenta, per quello ci sono varie misure usabili nelle istruzioni.
Se vuoi sostiuirlo con dei radiali dovrebbe essere fattibile ma non è che basta avvolgere 2,75 m di filo a spirale per avere fatto giusto, anzi, è certo che non funzionerà.
Quella spirale diventa un induttore, come influenza la lunghezza elettrica del radiale è complesso da calcolare.
Su radioutilitario devi andare in antenne/verticali/accorciata alla base e calcolare il radiale accorciato.
Li ti calcola ovviamente uno stilo generico, se lo devi usare come radiatore o come radiale non cambia molto però.
Il diametro metti quello del supporto, una volta calcolato tutto avvolgi il primo tratto a bobina con spire vicine ed il resto metti il filo disteso fino alla fine del radiale.
Ti conviene lasciarlo più lungo perché è raro che dal calcolo alla pratica ti cada esatto.
Già che il cavo di discesa non deve più svolgere il suo lavoro un choke alla base dell'antenna non guasta.
Forse può funzionare, prima di fare tutto questo lavoro considera che al 99% nella migliore delle ipotesi potrebbe andare uguale che installata correttamente così come l'hanno progettata, non lo so se ne vale la pena!

15
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 04 Maggio 2021, 20:57:31 »
La costruzione procede ed ho assemblato tutta la parte elettrica.
Nelle foto sotto qualche dettaglio.
Nella prima ci sono le ferriti fissate assieme col termorestringente, si riesce a farle scorrere sul cavo per la taratura senza problemi.
Nella seconda c'è la bobinetta di corto circuito già saldata, ho fatto alcune prove e non "mangia" segnale utile.
In pratica ho steso l'antenna per terra (al secondo piano su pavimento in legno) ed ho cercato qualche segnale a filo del qrm, collegando la bobina di corto è rimasto tale e quale con una leggera diminuizione solo del rumore di fondo.
Nei prossimi giorni qualche test più operativo!

16
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 02 Maggio 2021, 20:09:09 »
La ricerca delle ferriti si è conclusa velocemente, ho trovato altre cfl e penso che ora bastano, come da foto mi pare un buon valore complessivo.

17
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 02 Maggio 2021, 11:11:43 »
ottima idea questa del cortocircuito, voglio proprio vedere come va a finire

Pure io...in teoria dovrebbe andare bene, in pratica è da provare.
Nel dipolo a V fatto tempo fa per quello scopo ho usato un resistore da 47kΩ e funziona, un corto di frazioni di ohm in continua però è sicuramente meglio per eliminare le cariche elettrostatiche da cui ho pensato a questa soluzione.
La bobinetta da 250µH a 27MHz dovrebbe avere una resistenza equivalente di più di 40kΩ e non creare problemi al funzionamento dell'antenna.
Metto una foto, perdonate la qualità ma essendo piccola l'ho fotografata sotto ad una lente.
Il filo è da 0,6mm ed il toroide è veramente minuscolo.

18
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 02 Maggio 2021, 00:04:26 »
"dal letame nascono i fior" ovvero "dall'isola ecologica fioriscono antenne"
Da li fiorisce di tutto, è terreno fertile per le idee, il cassone delle lampadine poi ne è quasi il simbolo...

Tornando all'antenna, senza aprire un altra discussione continuo qui.
E' anche inerente già che la versione della GM a mezz'onda non è altro che la T2LT fatta in serie.
Come si fa "classica" ed il principio di funzionamento ormai sono noti per cui non mi dilungo in tema.
Le differenze in quella che voglio provare sono il choke come nella precedente e le dimensioni.
Giocando con mmana ho provato a simulare la versione che si fa di solito e poi ho provato a vedere se si poteva ottimizzare in qualche modo senza però complicare la faccenda con bobine di carico o altro.

La versione standard prevede 2,70 mt di coassiale dopo il choke ed altrettanti di cavo (o solo il centrale) che forma l'altro braccio del dipolo.
Nella figura 1 sotto c'è come dovrebbe andare installata a 9mt (ho messo questa quota perché è quella a cui sarà installata).
Una volta fatta di solito ci si mette a provare ad accorciare per trovare l'accordo, io ho preferito farlo simulato e mi è venuta fuori da 2,55 per il braccio inferiore e 2,775 ed il risultato è la figura 2.
Il guadagno è uguale, l'angolo pure ma si adatta meglio alla linea di alimentazione (di poco ma tutto aiuta).
Ovviamente è tutto da vedere se poi corrisponde, è anche per vedere se il simulatore può essere d'aiuto o meno.
In ogni caso avendo un braccio più lungo e l'altro regolabile facendo scorrere le ferriti in qualche modo c'è il piano B.
Per cortocircuitarla ho previsto un impedenza da 250µH che ho realizzato con un altro piccolo toroide come quelli sopra, troppo piccolo per passare sul cavo.
Quella la metto dopo averla provata senza, così vedo se si mangia segnale o meno.
Il supporto è una canna in vtr da sei metri presa dal cinese e ci sta giusta col trucco del cimino in alluminio come la precedente.
Per il momento è tutto, come procede aggiorno!

19
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 01 Maggio 2021, 20:13:28 »
gran parte del prezzo di quei choke W2DU lo fanno il cavo RG142 e i connettori.
se non ci si applicano 500w e se si vogliono cercare prestazioni specifiche per gli 11 metri si può usare tranquillamente un buon rg58, che lo stesso venditore usa come riferimento prestazionale per le ferriti, e il costo scende molto; se poi togliamo i connettori e lo mettiamo direttamente sull'antenna come nel progetto di M74 il costo scende ulteriormente.
sarebbe comunque interessante riuscire a misurare le reali prestazioni del W2DU venduto "pronto" per verificare l'effettività linearità.

le banali nickel-zinco cinesi costano circa 5 euro per 100 pezzi.
Già, in più con quello già fatto se si deve in qualche modo tarare la distanza dal centro antenna è un problema, bisogna accorciarla e risaldare il connettore e va calcolata considerando la lunghezza dei connettori e del tratto di coassiale del choke, non è impossibile ma complica un po' il tutto.
Di contro le ferriti sono sicuramente migliori, mi pare che sono quelle citate nell'articolo che si trova in rete inerente (https://www.iz2zph.eu/?p=428).
La linearità rimane da vedere, però con la diffusione degli apparecchietti di misura mi sa che chi vende non può più fare tanto il furbo come in passato...

In anteprima, per la prossima antenna ho immolato alla causa una decina di lampadine cfl esaurite, in ognuna c'era un minuscolo toroide dalle caratteristiche interessanti (anche se pressoché ignote!).
In foto c'è il prototipo, quando apre l'isola ecologica vado a vedere cosa offre il reparto sorgenti luminose che di solito è ben fornito e vedo quanti altri microtoroidi posso recuperare.
Non potranno gestire chissà che potenze ma per un antenna da QRP penso possano andare bene!

20
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 01 Maggio 2021, 00:04:23 »
Grazie Maurizio per la disponibilita' ;-)

Come mi aspettavo il choke in ferrite "choka" meglio dell "ugly" ...
ma anche io ho una novita':

aggiugendo due spire alle 16 "canoniche", con 18 spire di RG58 su diametro 60mm il ritorno RF ha subito un drastico abbattimento, da quasi un centinaio di mA nel punto di massimo a poco piu' di una decina, sempre operando con 4W ...

Nei prossimi giorni posto qualche immagine, ma adesso basta con filo, forbici, rosmetro e ... QLO ;-) ... visto che mi sono divertito assai a fare le cose alla vecchia maniera, mi sono assegnato un miniVNA in regalo, che ha gia preso la sua strada verso di me ;-) ...

Figurati, è stato un piacere!
Ho fatto questa misura appunto per capirci qualcosa in più su come lavorano le due tipologie di choke.
Ad essere onesto dice tutto e niente il risultato, perché la misura fatta dallo strumento a 500kHz ha un significato appunto solo a quella frequenza, su altre ci sono troppi fattori rimasti in sospeso che possono mettere i bastoni tra le spire.
Sicuramente nella versione a bobina col coassiale sarebbe da tener conto della capacità tra le spire che può creare risonanze imprevedibili e di conseguenza funzionamento anomalo.
Potrebbe essere l'origine del problema che hai risolto con due giri in più.
La versione con le ferriti dipende dalle caratteristiche della mescola, quelle che ho misurato danno quel risultato a quella frequenza ma a decine di MHz non lo so non avendo strumenti adatti.
L'antenna però funziona bene, quindi vuol dire che estraendole dal cilindro magico del contenitore raee sono stato fortunato.
Hai fatto benissimo a prendere strumentazione più idonea, sono curioso di vedere cosa ne esce fuori, prima o poi cederò anch'io alla tentazione ma ora non mi è possibile.
Se voglio divertirmi a fare qualche cosa in tema rimane solo la vecchia maniera con qualche strumento obsoleto di supporto...si fa di necessità virtù.


Faccio un post separato,
sperando di non infrangere le regole di RK sulla pubblicita':

Buono e giusto il principio di riutilizzare quel che hai nel cassetto, come hai fatto tu ;-) ma, visto che un giro con la ferrite me lo voglio fare e ho il cassetto vuoto, e' facile che l'acquisto di questo W2DU gia fatto risulti piu' economico che metterlo insieme a mano:
https://www.dx-wire.de/lng/en/choke-baluns-w2du-style/wide-band-choke-balun-2kw.html

Sempre credendo all'onesta' dei venditori e alla veridicita' della documentazione, ne hanno anche uno piu' economico ...


In effetti se vai a prendere i pezzi spendi simile o di più, sulla documentazione a parte i 2kW che sono un non problema per uso comune mortale mi pare che sono stati al ribasso, non ti resta che provarli col vna (ci sono vari video in rete su come fare).
E ovviamente postare i risultati!

21
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 29 Aprile 2021, 15:41:18 »


Sto cercando di capire come funziona quell'antenna e non mi aspettavo tanta corrente di ritorno, forse sbagliando, forse avendo costruito male l'antenna ..

Riesumo la discussione perché ho un nuovo tassello da aggiungere al puzzle antenna da titolo.

Per curiosità ho provato a misurare il valore dell'induttanza di un choke in coassiale e di uno con le ferriti.
Ho usato del vecchio cavo tv, non mi andava di sprecare cavo utilizzabile e penso che il risultato sia simile giusto per fare un confronto.

Nella prima foto c'è la misura di quello in coassiale, sette spire su Ø80mm e mi da lettura 6,105 µH.
Nella seconda c'è quella della versione con ferriti con sei nuclei (presi a caso) infilati su un tratto dello stesso coassiale lungo 10cm e mi da come lettura 10,93µH.

Se andiamo a calcolare la reattanza induttiva dei due a 27 MHz viene fuori per la bobina in coassiale 1035Ω e per l'altro 1853Ω.
Come freno rf vince la versione random in ferrite, rimane solo l'incognita di come effettivamente lavorano le stesse alla frequenza voluta, lo strumento che ho dice qualcosa ma non arriva a tanto.

Il W2DU che ho montato sull'antenna putroppo al momento non lo posso misurare, ad occhio con tutte le 18 ferriti potrebbe misurare 20-25µH con una probabile xl tra 3400Ω e 4200Ω.

Già che ho in programma di fare la T2LT (o Gain Master HW se preferite...) con lo stesso tipo di choke vedrò di fare delle misure in corso d'opera e vedremo cosa ne viene fuori.

22
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 19 Aprile 2021, 00:49:24 »
Mi accodo ai ringraziamenti, immaginavo che esistesse un programma per usare la carta di Smith senza essere uno scienziato, ottimo!

Per i choke, penso che il "trucco" sia nella maggior prevedibilità del comportamento delle ferriti rispetto alla bobina in coassiale.
Nella versione originale ha molte spire in più di quelle che dovrebbero servire vista la tipologia d'antenna, in gran parte degli schemi delle T2LT ne servono molte di meno per un buon funzionamento.
In più con il choke in coassiale c'è il problema del giusto posizionamento che con le ferriti si risolve facendole scorrere.
A me non è servito, può essere che però andando a metterci mano si può ottimizzare ulteriormente, ad occhio o con strumenti di misura metrici non si riesce a valutare effettivamente come lavora, è un lavoro da fare con un analizzatore adatto.

Se hai modo di misurare eventuali rientri rf sul modello originale ben venga, però in quel caso c'è da vedere anche come è montata l'antenna, se non è un lavoro ben fatto le misure sono poco significative.

23
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 14 Aprile 2021, 23:53:34 »
Dito sulla piaga ...
e' dalla Befana che mi sto chiedendo "ma dove * lo piazza ???" ...
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=77106.msg806523#msg806523
grazie per il link, vediamo se ce la facciamo a sbrogliare anche questa

Non sarà semplice, in rete si trova molto ma piuttosto ostico da metabolizzare.
Penso che per capirci qualcosa sarebbe bello partire dal capire come si usa la carta di Smith.
Qui ad esempio c'è un bel tutorial che prometteva bene se non fosse stato privato delle immagini...


Ciao,
avrai pure la terza media, ma col simulatore e con l'Italiano te la cavi benissimo. Grazie perchè con la tua spiegazione e con la simulazione, anche io ho compreso meglio come funziona la GM


Ottimo, l'importante è essere arrivati ad una conclusione univoca, poi come ci siamo arrivati è secondario.


Questo è il nesso della questione: menti una volta e ti bruci (cfr il guadagno della Sirio 827). Del resto dalla tua simulazione, il plot è simile a quello di un dipolo alimentato al centro, ma l'angolo di massima radiazione non mi pare esattamente a zero gradi sull'orizzonte come avrebbe un dipolo mezz'onda verticale. Seconda menzogna del sito?
Sul principio di funzionamento lo hai spiegato meglio tu, per quanto mi riguarda. Forte anche gli 0 dBd di guadagno (come recitano sul sito "guadagno superiore di 2 dB rispetto ad ogni altra 5/8 commerciale - si riferiscono alle 5/8 GP immagino - ). Che dire....


Eh la veridicità del materiale contaminato dal marketing è un serio problema dei giorni nostri, in tutti i campi più o meno.
Non si può però rigettarlo in blocco perché come nelle leggende c'è sempre un fondo di verità.

Per il guadagno, io ad essere onesto non lo prendo nemmeno in considerazione, come l'angolo, è per i comuni mortali insondabile.
Dice di più (anche letteralmente) l'altoparlante della radio quando è possibile testare più antenne in uso pratico.
Quello che affermano sul confronto con altre antenne è chiedere all'oste se il vino è buono

Quel diagramma la è calcolato in spazio libero, simulando un piano di terra si capisce qualcosa di più, lo aggiungo in allegato.
Difficilmente sarà come una situazione reale ma ci permette di confrontarla con altre simulazioni che per forza di cose saranno sullo stesso "terreno" virtuale.

Nella seconda immagine ho messo il dipolo 5/8 verticale (in rosso) vs 5/8 "classica" con radiali (in nero, c'era come file esempio nel simulatore!).

Nell'ultima c'è il pensar male che fa peccato ma a volte azzecca, la gp 5/8 simulata ha un angolo ancora più basso con lo stesso guadagno e abbastanza di più ad angoli superiori.
Tutto sommato però non le vedo molto differenti dall'equivalenza in uso pratico comune e si ritorna al concetto di antenna plug e play che ogni tanto esce...la botte piena e la moglie ubriaca rimangono utopia.

Perdonatemi se sono un po' lento nel rispondere, ho tante cose a cui pensare ed il tempo è sempre troppo poco!

24
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 14 Aprile 2021, 00:11:05 »
 ... ma solo se mi spieghi come diavolo funziona l'opzione "HF Components" di MMANA (seconda immagine) sulla quale mi arrovello da settimane ...

Grazie ancora a te e a tutti quelli che sono intervenuti
In realtà HF Components fa tutto da solo, una volta che hai disegnato l'antenna, aggiunto il punto di alimentazione e premuto Calculate i campi delle varie schede sono già compilati.
Manca solo qualche opzione da scegliere che dipende da cosa vuoi fare.
Quella scheda li è intuitiva, le altre un po' meno e non le ho ancora esaminate bene per cui non ti so dire molto di più.
La pagina stub ad esempio mi fa pensare che mi da appunto le dimensioni del medesimo ma non so di preciso dove lo piazza "fisicamente".
Presumo al punto di alimentazione ma non ne sono sicuro, può anche essere che si possa spostare (con la storia dei segmenti che non ho ben compreso).
Usandolo pian piano se ne viene fuori, vedi in questa pagina qui che alcune cose si capiscono molto meglio e poi le ritrovi nel simulatore in forma più criptica:

http://www.ir3ip.net/i0jfe/impedenza/impedenza.htm

Grazie a te per aver sollevato la questione, senza uno start la macchina delle idee non produce!

25
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 13 Aprile 2021, 18:14:07 »
Nemmeno io ho letto interventi a scopo litigioso.
Non mi pare che ci sia qualcosa di tanto complesso nel capire che quest'antenna sfrutta a suo favore quello che normalmente è un problema, la corrente di ritorno rf, usata per "creare" uno dei due bracci di un dipolo sulla parte esterna della calza schermo.
Il choke alla base, comunque sia realizzato, ne determina la lunghezza.
Non ci vedo nulla di alieno o assurdo a meno che non si debba partire dall'assioma che quanto scritto dal produttore sulla sua pagina sia per forza menzogna finalizzata al marketing.
Probabilmente guadagni, diagrammi di radiazione ecc lo saranno ma il principio di funzionamento per me no.
Se poi qualcuno ha altre idee in merito che spiegano in altro modo il funzionamento dell'antenna ben venga...io con la mia terza media e nessun altro titolo più di qui non arrivo.
In merito al condensatore ed allo stub va da se che non sono da considerare per comprendere appunto il principio di funzionamento a grandi linee perché hanno una funzione "secondaria", quella di adattare l'antenna alla linea di alimentazione.
Nella versione a mezz'onda non ci sono perché appunto non servono come non servirebbero in un dipolo filare con due bracci da 1/4λ.
Volendo potevano fare pure in altro modo, io ho provato a simulare un dipolo lungo 5/8λ con alimentazione al centro come da figure allegate.
Potevano usare un condensatore ed un induttanza al posto dello stub per avere l'adattamento, però in quel caso l'antenna non sarebbe stata in corto e con lo stub invece si.

26
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 11 Aprile 2021, 19:53:35 »


Per ora sono arrivato a queste conclusioni, che mi soddisfano abbastanza:

1) La GM applica il principio dell' adattamento di impedenza tramite una linea di trasmissione, come la JPole ...
2) La parte di adattamento della JPole non irradia perche' e' bilanciata, invece quella della GM e' sbilanciata quindi presenta delle correnti anche sull'esterno della calza del cavo, come la T2LT
3) la GM non e' una JPole, la GM non e' una T2LT, la GM e' ... la GM

Il trucco (o, se preferisci, l'origine del caos ;-) ...) e' quello di aver ridisegnato la GM di figura A come in figura B ... jpolizzandola ...

OK, vedo adesso che M74 e' stato piu' svelto me, rispondo qui al suo post:
si vede proprio che quando ho letto il verbo Sirio che hai riportato ero cosi' sopraffatto dal linguaggio "marketinghese" che non mi sono accorto che, alla fin fine, viene proprio affermato quanto sopra ...
RTFM (at last twice ;-) ...)  Grazie!

Per me non ci sei ancora, o almeno io ho capito la cosa in maniera diversa (non per forza quella giusta!).

La T2LT e la GM sono quasi sorelle, sfruttano la stessa idea di base, si capisce bene guardando le due figure sotto tratte dal manuale della GM 5/8 e della GM HW (che non è altro che una T2LT).
Nella versione "lunga" hanno dovuto mettere lo stub ed il condensatore perché altrimenti non era compatibile con una linea di alimentazione a 50Ω, nella versione a mezz'onda no per via che è accomunabile ad un dipolo "normale" (quindi con 70-75Ω di impedenza) e non causa grossi problemi di adattamento.
La J-Pole per come la vedo io non ha niente in comune con le due di sopra, è proprio tutta un altra idea di antenna.
In parole povere sono entrambe due dipoli alimentati al centro, uno lungo 5/8λ e l'altro 1/2λ, il "trucco" per alimentarli da un lato è solamente che il coassiale coincide con il braccio inferiore, il segnale rf ci passa dentro per poi andare ad alimentare i due bracci.
Uno è il filo che prosegue alla fine del coassiale e l'altro è la parte esterna della calza schermo.
Di sicuro non è una soluzione allo stato dell'arte, ci saranno sicuramente interazioni più o meno problematiche tra braccio inferiore e coassiale (visto che sono concentrici) ma in pratica funziona e non è nemmeno un idea tanto nuova (almeno nella versione a mezz'onda).
A me pare abbastanza chiaro, se poi qualcuno che ne sa di più lo sa spiegare meglio ben venga!!

27
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 11 Aprile 2021, 12:13:33 »
Ciao,
boh, io la GM tanto dipolo non ce la vedo. O almeno, forse dipolo alimentato ad un lato, non di certo al centro (ma cosa è di fatto la T2LT se non un dipolo alimentato ad un lato?).

Anche io, come kz, non la vedo tanto j-pole questa GM: la J-pole prevede che la linea di adattamento sia alimentata ad una certa altezza, la GM è alimentata ad un estremo.
Con tutta probabilità non capisco io bene come funziona la T2LT, cmq più la guardo la GM e più mi sembra un T2LT allungata e di conseguenza "stubbata" per riportare l'impedenza a qualcosa di prossimo ai 50 ohm.

Mi pare indubbio che ci stiamo facendo domande cui sia difficile trovare una risposta certa...

73 a tutti.


"Meccanicamente" è sicuramente alimentata da un lato ma elettricamente no, lo spiegano sul sito ufficiale della GM:

"Come funziona in dettaglio Gain-Master™ (Brevetto Pendente)

..il segnale RF proveniente dal generatore percorre il cavo coassiale della bobina d’arresto, quindi prosegue lungo la prima parte dello stilo fino ad incontrare lo stub coassiale che funziona da adattatore d’impedenza, quindi prosegue fino ad arrivare alla terminazione della linea coassiale (centro di fase dell’antenna).

A questo punto la parte di segnale presente sul conduttore centrale attraversa il condensatore e si propaga lungo la metà superiore della parte radiante, mentre le correnti RF che viaggiavano all’interno della schermatura del cavo, fuoriescono scorrendo all’esterno della schermatura e ridiscendono verso la bobina d’arresto, dove l’elevata impedenza della bobina
fa si che si arrestino (funzionamento equivalente ad un dipolo alimentato nel suo centro)."

Mettendo da parte il marketing puro su guadagni e prestazioni mirabolanti la spiegazione mi pare logica e filante.
Per fugare eventuali dubbi io ho trovato qui la chiave di lettura del meccanismo di funzionamento di quest'antenna:

"Domanda: da quanti conduttori è formato un cavo coassiale?

Sicuramente, quasi tutti risponderanno due: il centrale e la calza.
Questa risposta è corretta solo se lavoriamo in corrente continua: se puntiamo il nostro tester sulla funzione ohmetro, vedremo che i conduttori sono effettivamente due.
Se però applichiamo una corrente alternata ad alta frequenza le cose cambiano. Infatti entra in gioco un fenomeno chiamato effetto pelle: la corrente alternata non scorre in tutto il conduttore, ma solo su un sottile strato vicino alla superficie. Lo strato utilizzato è tanto più sottile tanto più alta è la frequenza. Già ad 1 MHz viene usato uno strato di soli 66 micron.
Il risultato di questo effetto è che se facciamo scorrere della corrente alternata all’interno di un tubo di rame, all’esterno del tubo non ne avremo traccia: potremo farci scorrere una seconda corrente alternata come se fosse completamente isolata da quella interna.
Nel cavo coassiale, per via del modo in cui si concatenano i campi elettromagnetici che trasportano l’energia, le correnti scorrono sulla superficie esterna del centrale e su quella interna della calza.
Quindi, se parliamo di correnti alternate ad alta frequenza, la risposta alla domanda “quanti conduttori ha un cavo coassiale” è TRE: il centrale, la calza interna e la calza esterna!"


Si potrebbe discutere a lungo su tanti altri fattori ma in linea di massima mi pare che l'idea è logica e filante.
Che un vero dipolo alimentato al centro con una linea perpendicolare al punto di alimentazione vada sicuramente meglio è scontato, la praticità di questa soluzione "coassiale" però per me merita il sacrificio di qualcosa in prestazione.

28
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 10 Aprile 2021, 00:51:21 »
Per me ti stai complicando le cose quando sono (quasi) semplici.
La gm è un dipolo "allungato", la somma dei due bracci è 0,625λ ed è alimentato al centro.
Lo stub ed il condensatore servono per adattare l'impedenza e metterlo in fase con la linea dove si collega.
Il choke serve a definire in qualche modo il braccio inferiore che altrimenti sarebbe tutto il coassiale fino alla radio, per me non ha altre funzioni, altrimenti quella che ho fatto col W2DU non potrebbe funzionare.
Non vedo altri misteri nel meccanismo di funzionamento, se non eventualmente come calcolare stub e condensatore dovendo ad esempio adattarla ad altre frequenze o con altri tipi di cavo (il metodo empirico già noto non spiega molto pur essendo funzionale).

29
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 07 Aprile 2021, 23:53:17 »
A titolo di curiosità ho provato a mettere un resistore da 47Ω in parallelo alla bobina sonda (come da schema originale dell'idea di IZ2UUF) per vedere che valori segna il tester con il carico aggiunto.
In trasmissione con circa 10W ho letto 8.2µA e 9.2 mV di rientro rf.
Per aver fatto tutto con pezzi di recupero e ferriti a caso non mi posso lamentare!
Rimane da vedere cosa succede con più watt, sarà per quando rimetto in funzione il lineare.

30
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 07 Aprile 2021, 23:44:21 »
@M74:
Scusami, ho seguito il tuo post ma mi era sfuggita la parte delle misurazioni ...
I tuoi risultati mi confortano sia perche' il ritorno c'e', e questo ce lo aspettavamo, sia perche' il choke W2DU mi pare piu' efficace dell' "ugly" ...
non ho calibrato l'amperometro RF lo faro' nei prossimi giorni e postero' i risultati nel tuo thread ...


Eh capita di perdere pezzi su varie discussioni.

Anche a me sembra che non vada male il W2DU, però nemmeno io ho calibrato lo strumento in qualche modo e fornisce una lettura diretta di quello che butta fuori l'avvolgimento sulla clip di ferrite.
In più ho fatto un sacco di spire con filo molto sottile, 0.15 mi pare, per avere misure confrontabili sarebbe almeno da avere strumenti compatibili.
Ho fatto qualche altra prova, aggiorno di la così è tutto assieme.

Se hai sottomano un grosso toroide o un nucleo di un trasformatore at delle vecchie tv potresti provare ad inserirlo nella bobina, non è come avvolgerci il cavo alla solita maniera ma potrebbe fare una gran differenza.
Da quello che ho capito i choke in coassiale avvolti in aria possono essere molto efficaci ma difficilmente su una banda molto estesa.
La gm appunto ha questa peculiarità ed azzeccare il choke giusto senza avere strumentazione può essere difficile, magari va bene su frequenze più basse e male su più alte o viceversa.

31
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 07 Aprile 2021, 13:16:56 »

@M74:
Come promesso a suo tempo eccoci qua, ognuno con la "sua" GM ;-) ... io ho seguito alla lettera il "verbo" di Darek ma, salve le caratteristiche ormai arcinote (banda e qrm) rilevo un bel ritorno rf sul cavo, cosa che mi aspettavo si, ma in minor misura ... hai, per caso, fatto un test simile sulla tua versione "W2DU" ? mi piacerebbe saperlo, grazie ;-) ...

Si, mi sono attrezzato (anche se in modo molto rudimentale) ed ho postato i risultati nella discussione in merito alla mia versione:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=77112.msg811510#msg811510
Un po' di ritorno c'è ma lo considero trascurabile, almeno per le potenze che uso io (i watt della radio).
Quando sistemo il lineare vedrò di rifare la verifica e li probabilmente il ritorno rf potrebbe essere significativo e richiedere qualche altro accorgimento.
Niente di incredibile, a titolo informativo già che mi avanzava coassiale dalla linea l'ho avvolto a mo' di choke ed i valori si sono azzerati o quasi.

32
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 07 Aprile 2021, 10:14:40 »
Quello che non capisco è perchè abbiano fatto una seconda gain master più corta (hw), se fosse per ovviare ai fantomatici problemi con forte vento di cui qualcuno si è lamentano, avrebbero potuto chiedere una consulenza ad un ingegnere strutturale e uno aerospaziale, riprogettarla e poi proporre la nuova versione sul mercato. 

Se invece fosse per un semplice motivo di dimensioni ne comprenderei di più le ragioni, anche se parliamo sempre di 5 metri e fischia di antenna.

Qualcuno ha provato la versione accorciata? Magari per confrontarla con quella "full length"?
La versione "corta" ha un suo perché, non essendo a larga banda (è da tarare in fase d'installazione) forse rende qualcosa in più rispetto alla sorella più lunga.
Rimane di fondo una T2LT coi suoi pregi e difetti venduta non proprio ad un prezzo regalo e non c'è nemmeno dietro qualcosa di innovativo che la rende interessante come l'altra.

33
antenne per CB / Re:Il Giorno della GainMaster
« il: 04 Aprile 2021, 00:40:49 »
Ottimo, però qualche immagine dell'opera compiuta potevi mostrarcela!
A me una sera è capitato che eravamo tutti con la GM, chi con l'originale e chi col clone...
Se devo proprio trovare un difetto a quest'antenna è che una volta fatta poi rimane su perché tutte le altre per un motivo o per l'altro diventano "scomode" e non si sperimenta più!

34
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 28 Marzo 2021, 18:09:08 »
Riesumo la discussione perché ho realizzato una rudimentale sonda rf per fare qualche misura come da schema allegato, nella foto si vede come l'ho realizzata.
C'è la solita clip in ferrite con le spire avvolte e nella scatolina rossa sotto ci sono il diodo al germanio ed il condensatore.
Per le letture uso un tester digitale.
Ho provato a verificare se l'antenna da titolo ha ritorni di rf o meno e sembra che il W2DU non ha molto da invidiare al bobinone in coassiale.
Sulla scala 200µA nel punto del cavo dove misuro la massima corrente trasmettendo con 10w circa ho una lettura di 180µA.
Se provo a misurare la tensione misuro circa 890mV (lo strumento ha 2MΩ di resistenza d'ingresso) nel punto dove la stessa è massima.
Non avendo messo nella sonda nessun resistore di carico né di attenuazione penso che sono valori compatibili con un buon funzionamento, sarebbe stato bello leggere zero ma non si può avere tutto.
Se mi capita l'occasione proverò a vedere se c'è differenza con l'antenna originale, conosco un paio che ce l'hanno ma per via della zona rossa si farà quando possibile!

35
Autocostruzione / Re:Come recuperare il rame ossidato
« il: 20 Marzo 2021, 13:59:07 »
Io andrei di coca cola!

36
Autocostruzione / Re:Rame, piastre, barre, etc. dove comprare?
« il: 11 Marzo 2021, 19:55:29 »
Se ne hai uno in zona, vedi anche dai ferrivecchi, piccoli o grandi che siano hanno sempre da parte materiali pregiati lavorabili.
Specialmente da quelli che ritirano i rottami da grandi aziende trovi ritagli di rame o allumino che per piccoli lavori sono perfetti a prezzi simbolici.

37
Autocostruzione / Re:Gain master autocostruita
« il: 06 Marzo 2021, 15:18:48 »
Ahh..ok..ho sbagliato. Pensavo si riferisse al video
Colpa mia, avevo dimenticato di citare a cosa facevo riferimento!
Nel video di Darek la spiegazione è giusta, io la mia l'ho fatta proprio guardando quello come base, poi ho fatto la modifica del choke ma sostanzialmente è la stessa.
Avevo visto anche il pdf di IZ4YKJ quando cercavo info ma appunto non mi aveva convinto il metro in meno della versione originale, ho qualche dubbio che funzioni realmente.

38
Autocostruzione / Re:Gain master autocostruita
« il: 06 Marzo 2021, 09:47:05 »
No lo schema che ho seguito è questo...e ho rispettato le misure dello schema senza tenere conto del f.v del cavo.... provo a rifare tutto.. grazie
Io l'ho fatta in altro modo con le misure simili alla versione originale, qui:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=77112.0
Nella versione di cui hai postato le istruzioni c'è scritto che il radiatore è lungo 245cm, non ha senso, è un antenna pensata come un dipolo da 5/8 alimentato al suo centro.
Manca un metro di antenna, per me è un refuso nel pdf quel valore la.

39
Ovvio!

Soprattutto se mi trovo d'avanti qualcuno che non vuole capire che un somaro non sarà ma in cavallo vincente.
Dopo questa penso che abbiamo capito tutti chi non è il cavallo vincente, non credo ci sia possibilità di portare ad un livello letteralmente da abc questa discussione.
Comincio a pensare che stai trollando, cose così non ne leggevo da tempo (forse perché non ho l'abitudine di frequentare social network).

40
Se devi fare un dipolo coassiale tipo la T2LT con due bracci da 1/4 non hai problemi d'impedenza, devi fare solo il choke alla base.
Se invece vuoi fare un dipolo coassiale 5/8 alimentato al centro tipo la Gain Master serve lo stub, il condensatore più il choke.
Il gamma match si fa su dipoli rigidi tubolari o simili, non è un sistema adatto ad un antenna fatta col cavo coassiale.
Il diagramma di radiazione dipende più dal tipo d'antenna che vuoi fare che da come la adatti alla linea, è chiaro che meglio la installi (sia meccanicamente che elettricamente) più si avvicinerà a quello previsto.
Se hai capito quanto sopra hai la risposta all'ultima domanda perché non ci sono grandi alternative.

41
il restante 50% del guadagno (inteso sempre come minori perdite) è dato dalla bobina di adattamento AD ALTISSIMO "Q" avvolta in aria, con ottimo alluminio, con le misure e dimensioni giuste e senza nulla all'interno che crei capacità parassite!...


PICCOLA NOTA A MARGINE: Avendo un piano di massa eccelso -e con i radiali della giusta lunghezza-  l'antenna, a differenza di molte altre, o la tarate su 1 metro di palo o 10 non si sposta di una virgola!; quindi è molto comoda da tarare in quanto la potete tarare "a terra" e poi alzarla, il R.O.S. non varierà così come non varierà la frequenza di risonanza.

Se non ti piace spiegare l'abc potresti iniziare col non ripeterlo come un mantra ossessivo in ogni occasione, i concetti che ho citato penso li sappiano tutti come sanno anche che possono fare una differenza ma non i miracoli.
Per il resto lo stile televendita Handy Heater/American Diet System per me non si addice a presentare un antenna così, poi fai come ti pare ma se vuoi fare promozione sarebbe più logico mettere da parte il brutto carattere e tante altre inutili dissertazioni di dubbio fondamento e presentarla per quello che è, si presenta da se per come hanno voluto realizzarla!

42
Per me il vero peccato in tutta questa faccenda è che non si è ancora vista in azione questa antenna...
Per logica prima di andare a cercare confronti con altre era da attaccare ad una radio ed usarla, se è una buona antenna (ed ha tutte le carte in regola per esserlo) la recensione la faceva lei da sola.

43
antenne per CB / Re:[Guida] T2LT Antenna
« il: 27 Febbraio 2021, 23:53:15 »
Se può tornare utile..

44
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 25 Febbraio 2021, 00:20:24 »
Io mi sono trovato bene con la versione a V dritta, tipo antenna cornuta.
Mi sono divertito ad usarlo per tutto l'inverno e fa bene il suo lavoro, messo anche relativamente basso funziona lo stesso.
Qui c'è la costruzione:
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=76611.0

45
antenne per CB / Re:NUOVISSIMA GRAZIOLI 5/8 IN ANTEPRIMA PER VOI !!!
« il: 22 Febbraio 2021, 23:47:09 »
Giusto per curiosità, quest'antenna ha ricevuto/trasmesso qualche segnale utile al momento?
Perché nel video era su, collegata ad una radio, io piuttosto che perdere tempo a fare misure di campi rf vaganti col tester (penso che sotto l'antenna anche solo coi puntali a penzoloni segna qualcosa) avrei cercato qualcuno con cui scambiare due parole, magari su come gli arrivo.
Poi sarò strano io non so, tra balun che non lo sono, contrappesi ad una 5/8 coi radiali da 1/4 d'onda sinceramente sto perdendo il filo del discorso.

46
antenne per CB / Re:NUOVISSIMA GRAZIOLI 5/8 IN ANTEPRIMA PER VOI !!!
« il: 20 Febbraio 2021, 15:37:24 »
Per me non ha un gran senso mettere a confronto un antenna che richiede una taratura ben precisa con una a larga banda come la Gain Master, sono due prodotti troppo differenti anche se fanno un lavoro simile.
Se a uno serve la larghezza di banda voglio vedere se ogni volta va sul tetto a regolare la lunghezza dello stilo, se va di accordatore il risultato non sarà molto diverso dall'altra tranne che sui canali per cui l'ha tarata.
Con altre antenne simili il confronto ci sta ma penso che a quel punto siano più interessanti altre caratteristiche, tipo la resitenza meccanica agli agenti atmosferici ecc.
Un limone più di tanto non lo puoi spremere e l'idea di base è sempre la stessa...

47
antenne per CB / Re:NUOVISSIMA GRAZIOLI 5/8 IN ANTEPRIMA PER VOI !!!
« il: 18 Febbraio 2021, 23:53:06 »
Ciao ragazzi, l'azienda GRAZIOLI sta facendo breccia nel mercato delle 5/8 con una nuova antenna top di gamma e a dir poco STREPITOSA !!!


Al di la di come può andare l'antenna che al momento non si sa, fare breccia nel mercato col sito in costruzione non mi pare promettente...se uno la vuole prendere finisce che vede altro subito.

48
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 08 Febbraio 2021, 23:34:03 »
e prima di 20 anni fa?

Prima si faceva con quello c'era, e visto che gli strumenti costavano un botto anche con poco o niente.
E' vero che oggi è un peccato non cogliere l'occasione di averli ad un costo molto ragionevole, però si fa in qualche modo lo stesso, poi se c'è passione l'attrezzarsi vien da se.
Se a qualcuno serve un antenna, gli piace la mia variante sul tema ed ha il non plus ultra della strumentazione non ci mette molto a verificare se le mie ipotesi trovano riscontro nella realtà o meno...a me basta che l'antenna fa il suo dovere per il momento.

49
Ti allego il file della Morgain da me disegnata per le gamme 40-20m, così ti fai un'idea di come realizzare i ponticelli.

Grazie! Vediamo se riesco a capire come hai fatto tu.

50
Ottimo, hai fatto prima di me, credo che uno dei due rami, si possa sostituire con un piano di massa, ottenendo un ottima antenna verticale bibanda.
La simulazione sembrerebbe corretta.
Già che ti trovi simula anche due dipoli sulle corrispettive frequenze di accordo che hai scelto per la Morgain.

inviato iPhone using rogerKapp mobile

Eh avevo li il programma installato da mesi in attesa del momento buono per cercare di capirci qualcosa ed è arrivato.
Ho provato a simulare un dipolo ed effetivamente come avevi detto su è molto simile, qualche frazione di db in più (vedi sotto).
Quello che non ho trovato come fare è simulare i ponticelli, anche uno solo visto che a me interessava farla monobanda.
Visto che non è un gran lavoro realizzarla ci proverò, forse dal prototipo si può capire meglio se merita o no.
Non è male nemmeno l'idea della "metà" per fare la bibanda con radiali.

51
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 07 Febbraio 2021, 19:22:09 »
73 a tutti, al pari del rosmetro e carico fittizio non deve mancare l'amperometro rf a chi traffica con antenne, choke ecc... https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2016/01/24/amperometro-rf/ il nanovna è veramente molto utile per un sacco di cose ma i tre sopra vengono prima...

Quello lo avevo fatto, poi l'ho prestato ed ora non ce l'ho più, un grande classico!
Appena posso ne costruisco un altro.

52
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 07 Febbraio 2021, 18:07:53 »
M74, prima di fare altre prove o altre antenne simili, ti consiglio di spendere qualche decina di euro e prendere un NanoVna, con il quale puoi misurare con estrema precisione l'isolamento dei tuoi choke o isolatori W2DU, così da determinare la presenza o meno di correnti di ritorno. Andare a braccia come fai tu non lo vedo un metodo molto efficace.

Hai ragione su tutta la linea, però al momento non c'è trippa per gatti e le alternative sono due, o si fa con quel che c'è o non si fa niente.
Tra le due scelgo la prima altrimenti le idee rimangono per sempre tali, poi col tempo vedrò di attrezzarmi meglio.

53
Intanto ho provato a fare io la simulazione, non lo so se è giusta perché il programma ho iniziato ad usarlo ieri pomeriggio!

54
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 04 Febbraio 2021, 23:35:09 »
del resto, per chi ha messo mano ai vecchi motori a 2 e 4 tempi a carburatore, "choke" e "starter" sono sinonimi :-)

E' vero, però a forza di chiamarlo "aria" me lo ero dimenticato proprio!

55
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 04 Febbraio 2021, 17:28:18 »
la misura di ROS che hai verificato è coerente con la spropositata larghezza di banda della GM, le prestazioni pure, è fatta così, teniamocela buona per i pregi: la flessibilità d'uso, la leggerezza, la facilità d'installazione; e chiudiamo un occhio sui difetti: la scarsa efficenza, la permeabilità al QRM

In realtà in merito al qrm devo rivedere un po' la prima impressione, per avere quei valori di ros ho dovuto mettere mano al PL sul cavo che arriva dalla stazione.
L'altro giorno l'ho messa su che quasi pioveva e di conseguenza non sono stato li a guardare tutto, il connettore era piuttosto ossidato e le misure non corrispondevano con quelle fatte in giardino.
Ora che ho sistemato tutto ad esempio il pc acceso non lo sento più in radio!
E' probabile che anche in trasmissione perdevo qualcosa (ed è già poco di partenza), stasera se c'è gente vedo se va meglio, da quanto hanno rimesso la zona gialla non c'è più nessuno di giorno..

Per me nell'insieme è una buona antenna per come l'hanno ideata, paga un po' lo scotto di tutto il marketing che ci hanno costruito su, uno si aspetta chissà che ed invece è "solo" una buona antenna.
Per chi vuole autocostruirla la vedo perfino più adatta di altre, a me solo rispettando le misure ha funzionato al primo colpo e non me l'aspettavo, di solito qualche ritocchino serve sempre.


Sì, grazie per il tuo aiuto, è quello che volevo dire :-). Cordiali saluti e grazie :-).

Ottimi risultati di misurazione.

Grazie! Ora è più chiaro!

56
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 04 Febbraio 2021, 11:56:13 »
È anche possibile verificare il funzionamento dello starter sotto forma di 5 spire del filo avvolto sul nucleo FT240-43.

Perdonami ma non l'ho capita questa...


Per tornare alle prove pratiche, qualche misura dell'swr a varie frequenze:

25.615 - 1.8
25.855 - 1.6
26.055 - 1.5
26.515 - 1.4
26.755 - 1.4
26.965 - 1.2
27.205 - 1.2
27.405 - 1.2
27.555 - 1.2
27.865 - 1.2
28.315 - 1.2
28.555 - 1.3
28.755 - 1.3
29.215 - 1.5
29.455 - 1.6
29.655 - 1.8
29.905 - 2.0
30.105 - 2.2

Non mi pare male, volendo forse si può ottimizzare ancora un po' variando qualche misura ma non ne vedo la necessità se non per pignoleria estrema.

57
L'antenna che ho simulato è la versione 40-20m, sulla banda dei 40m presenta un guadagno leggermente più basso del dipolo, circa 1db in meno. Sulla banda dei 20m presente invece lo stesso guadagno del dipolo. Anche i diagrammi di irradiazione sono sovrapponibili. Dopo ti simulo la versione verticale.

Ottimo, grazie!!!

58
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 04 Febbraio 2021, 00:35:49 »
Non ho l'originale ma una copia e le prestazioni sono quelle, più o meno.
La cosa più interessante sarebbe riuscire a definire e rendere riproducibile il tuo choke W2DU.

La vedo dura, è composto da ferriti casuali prodotte in epoche diverse, si va dai primi monitor a colori per pc a cavi usb di qualche anno fa come fonti.
Penso che qualcuno con uno strumentino adatto volendo potrebbe fare qualche test e non dovrebbe essere difficile trovare dei modelli più reperibili.
Io non lo so come si fa ma ho visto spesso questo tipo di prove su choke fatti in vari modi.
In rete cercando W2DU ci sono articoli dove indicano qualcosa in più, avevo cercato e sono barilotti che non costano nemmeno molto.
E' probabile che ne servano di meno, io ho abbondato per evitare di essere in difetto.
Ne ho pure un altra versione di simil GM in testa, però prima la voglio provare, ho ancora molti punti oscuri da dipanare prima di proporla.

59
Io la mia Morgain autocostruita la uso da circa un'anno, l'ho scelta perché è una bibanda che non richiede bobine. Ma non credo che sulla banda più bassa abbia prestazione superiori al dipolo. L'ho anche simulata con il programma Mmana-gal e sembra confermarlo.

Ottimo! Più di qualcuno che la sta usando non potevo chiedere!
Nemmeno io penso che sulla banda più bassa renda gran che, al momento mi interessa la più alta (me ne serve una sola).
Visto che sai usare il programma, se non ti crea problemi potresti vedere cosa ne esce messa in verticale?
Al di la della frequenza di utilizzo, giusto per capire che tipo di diagramma potrebbe avere.

60
eccoti un altro spunto....
Visto che hai spazio, perchè non provi un dipolo verticale ad onda intera con il braccio superiore di 3/4 d'onda e quello inferiore di 1/4 d'onda?
l'impedenza dovrebbe essere bassa come un dipolo 1/2 onda alimentato al centro, ma avresti piu superficie di irradiazione.
buone sperimentazioni
73.

Certo che lo posso provare, però esula un po' dall'idea originale per cui ho aperto questo topic.
Poi da quanto ne so una 3/4 verticale (che sia ground plane o dipolo) ha un buon guadagno ad un angolo molto alto che in pratica non serve per nessun tipo di collegamento utile (almeno in 27).
A quel punto forse sarebbe meglio fare un dipolo con due bracci da 3/4 messi a V invertita, viene meno alto e abbastanza omnidirezionale.
Appena posso faccio un disegno più chiaro dell'idea iniziale perché mi pare che non è stata ben compresa, così almeno parliamo della stessa cosa!

Pagine: [1] 2 ... 4