Tutto sul radioascolto > Radio Ascolto

La radio nelle scuole 2006/07

(1/5) > >>

IZ1KVQ:

--- Citazione ---
La radio nelle scuole 2006/07 è un'iniziativa che ha la finalità di consentire agli studenti e ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado di diventare protagonisti della radio e della comunicazione radiofonica, senza alcun onere, né acquisto di apparecchiature.
Per la partecipazione al progetto non è altresì necessario per la scuola dotarsi di apparati ricetrasmittenti, né occorre essere in possesso di concessione rilasciata dal Ministero per le Comunicazioni.
Grazie infatti alla collaborazione volontaria dei soci dell’ARI, operanti su tutto il territorio nazionale, i quali metteranno a disposizione le proprie apparecchiature, sarà possibile per studenti e docenti diventare i diretti protagonisti dell’uso della radio e della comunicazione, attraverso la comunicazione radiantistica.


Le istituzioni interessate potranno registrarsi entro il 30 ottobre 2006, accedendo al sito Web del progetto www.scuola.ari.it

I docenti, previa registrazione entro la fine del mese di Ottobre, avranno accesso al Forum in rete dedicato allo scambio ed alla condivisione dei progetti in corso. La registrazione, al fine di garantire l’effettiva identità dei partecipanti, prevede l’indicazione da parte del docente del proprio indirizzo di posta elettronica “@istruzione.it“
Sul medesimo sito web sopraindicato sono reperibili le modalità per l’individuazione dei radioclub radiomatoriali e degli associati, per richiedere il gemellaggio con la sezione ARI territorialmente più vicina e per avviare, con il supporto volontario dei radioamatori che si sono resi disponibili, molteplici attività.
Rientrano fra le suddette attività l’attivazione di corsi di formazione rivolti a studenti, famiglie e altri stakeholder; la realizzazione di progetti ed eventi riguardanti le tematiche connesse allo sviluppo della comunicazione e del linguaggio, nonché approfondimenti tecnologici e scientifici.
Le metodologie didattiche da adottare per lo sviluppo dei progetti si avvarranno dell’impiego di strategie per la diffusione di metodi di apprendimento di tipo collaborativo (in rete fra studenti e docenti), prevalentemente focalizzate su modalità “problem solving” e “investigation group“, contesto nel quale gli studenti risulteranno essere “attori protagonisti” dell’azione educativa.
Sarà possibile per l’istituzione scolastica inserire nel portale del progetto la documentazione di tutte le esperienze, dei metodi e processi per l’apprendimento sviluppati nell’ambito del progetto medesimo, alimentando in tal modo l’archivio nazionale dei progetti e delle buone pratiche.
Al termine dell’ anno scolastico,in occasione di apposita cerimonia, saranno premiati i tre migliori progetti, valutati dal comitato tecnico che sovrintende all’attuazione della convenzione ARI/MPI.
I docenti, inoltre, avranno accesso, entro la fine del mese di Ottobre, previa la registrazione, ad un Forum in rete, dedicato allo scambio e la condivisione dei progetti in corso. Questa registrazione, al fine di garantire l’effettiva identità dei partecipanti, dovrà avvenire indicando da parte del docente, l’indirizzo di posta elettronica personale “@istruzione.it“ Le attività della “ La Radio nelle Scuole” saranno inoltre oggetto di ulteriori sviluppi, sia sul piano nazionale che internazionale che vedrà, in una fase successiva, coinvolte le scuole dei paesi europei - extra europei e le scuole italiane all’estero con la finalità di un sempre maggiore ampliamento di in una rete scolastica internazionale di tipo collaborativi, improntato nel segno della comunicazione e del dialogo fra i giovani.
Il 18 Aprile 2007 in concomitanza con l’anniversario IARU (International Amateur Radio Union) lo stesso progetto verrà ufficialmente proposto alle scuole europee; in tale circostanza, le scuole italiane attiveranno i radiocollegamenti con le scuole di altri Paesi (“Amateur Radio: allowing youth to connect the world“).
Nell’ambito del suddetto evento vedra altresì luce la prima edizione di Spring Day Europe on the Air che prevede l’avvio dei Radio Gemellaggi (RADIO-TWINNING), che saranno a regime nell’ a.s. 2007/2008.

--- Termina citazione ---


ottima iniziativa quoto al 1000 per 1000  :idea:

pex1986:
ottimo W la radio forza ai giovani!!

maury70:
E una iniziativa che va avanti da un po e comunque giusto far vedere ai ragazzi che mezzo potente e la radio in tutte le sue forme bene anzi benissimo.73

1et078:
eliminate le chat e i videofonini che rincoglioniscono le giovani menti e forse ne possiamo parlare, delle radio nelle scuole.
i giovani di oggi gli devi dare SOLAMENTE MSN, VIDEOFONINI, CHAT SKYPE, e strambellerie varie, della radio o dell'attrezzo inutile con cui parlano solo i rintriciulliti e le persone vecchie  che non hanno da fare (questo mi son sentito dire da una ragazza di 14 anni), arretrati e paleozoici.
ma per favore mandateli a zappare  le vigne....

cimabue:
è una buona iniziativa, ma dubito che ai giovani interessi.  :cry:

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa