Elettronica e Radiotecnica > Elettronica & Radiotecnica

il miglior modo di creare schede rf

<< < (3/4) > >>

matteo_:

--- Citazione da: r5000 - 17 Maggio 2021, 12:31:44 ---73 a tutti, con l'smd si risolvono alcuni problemi di capacità parassite e componenti non fatti per la radiofrequenza, tipo condensatori poliestere o ceramici per bassa frequenza che di fatto non sono ottimizzati per l'rf, invece con la tecnologia smd questo problema non si pone, il rovescio della medaglia è il circuito stampato necessario per rendere solido il circuito (l'smd è troppo fragile e delicato per i circuiti in aria...) e si torna al disegno "sbagliato" per la radio frequenza, se riduci al minimo la lunghezza delle piste, tieni distante le piste che poi si accoppiano tra loro e hai delle piste di schermo ecc... il circuito smd và benissimo ma prima di arrivarci impara con i componenti tradizionali e piazzole incollate su una lastra di massa, anche la basetta 1000 fori è utilizzabile ma sempre rispettando le regole di base, collegamenti corti, ridurre al minimo le capacità parassite e l'accoppiamento induttivo indesiderato, filtrare al meglio alimentazione e disaccoppiare gli stadi con schermi, avvolgere le bobine considerando il mutuo accoppiamento e posizionarle correttamente ecc... poi si penserà alla miniaturizzazione con gli smd ma se vuoi capire come funziona si parte dai montaggi con gli ancoraggi o piazzole e poi è bene avere anche una base teorica  certa, per montare un kit preassemblato non serviva una base teorica, bastava riconoscere i componenti e saldarli seguendo le istruzioni, senza un kit preassemblato devi pianificare il montaggio e all'inizio è difficile, non hai idea di quanto spazio serve, se parti da un'angolo invece che dal centro poi arrivi a un punto che serve una basetta più grande, oppure monti i componenti e poi ti accorgi che il circuito autooscilla perchè l'ingresso e uscita sono troppo vicini ecc...

--- Termina citazione ---
e fai conto che io che io andavo man mano al montaggio a mettere i componenti, più che altro le mie sono prove, tipo breadboard, ma devo anche accettare il fatto che è complicato ed far  andare tutto senza un minimo di progettazione, per quanto riguarda saldare i componenti ecc, per quanto riguarda sdm, ho fatto un circuito grande quanto unghia, anche meno, forse anche tanto vicini tra loro ma con lo stesso risultato, quindi devo prima farmi un po di cultura e altre prove se no cosi non vado da nessuna parte a meno che non usi quarzi che allora si, puoi far tutto quello che vuoi ed hai tutto preciso


inviato iPhone using rogerKapp mobile

matteo_:

--- Citazione da: microonda - 17 Maggio 2021, 14:10:47 ---Salve a tutti . Sto cercando di fare un walkie talkie a 110 mhz in wfm . Sotto ho disegnato come devo mettere il trasmettitore lx7 del n.28 di nuova elettronica . Ho pensato di alimentare con 4 ministilo ricaricabili e perciò ancora devo scrivere i valori . Sopra ancora devo disegnare il ricevitore . Secondo è meglio la millefori monofaccia , in modo che se si cambia la disposizione di un componente non ci sono problemi . Vi farò sapere come funziona il trasmettitore lx7

--- Termina citazione ---
non male, interessante come progetto, ma anche da parte tua da quel che ho letto velocemente hai instabilità ma rimossa con l’amplificazione finale, ed semplice da fare, non dovrebbe essere difficile a costruirlo, intendo a riscontrare eventuali problematiche, se vuoi usa dei quarzi se hai solo una determinata frequenza


inviato iPhone using rogerKapp mobile

microonda:
Buongiorno matteo_ . Cosa vorresti costruire ? Forse vorresti partire da un oscillatore a frequenza variabile molto stabile ? Ho capito bene ? In hf o in vhf ? Da modulare in frequenza o in ampiezza ? Vorresti sentire i radioamatori ? Se parli prima tu riguardo a ciò che vorresti fare , è meglio . Così possiamo vedere meglio insieme e se vogliono unirsi altri è meglio ancora... Comunque , non esistono quarzi vicini vicini di frequenza . Ti faccio una foto più o meno di ciò che esiste in commercio e tieni presente che i quarzi a frequenza bassa possono variare massimo di 1 khz . Ecco perché sulle frequenze basse conviene fare un oscillatore variabile . Invece per le frequenze alte conviene fare il pll

matteo_:
in realtà sto cercando di provare un po tutto, sia in trasmissione e in ricezione (ovviamente con potenze di micro watt in tx), ho provato la trasmissione con quarzi in am, funziona perfettamente, ho provato anche a variare la frequenza vedendo appunto che hanno un limite per poi perdere il controllo diciamo, ma si come non ne ho tanti, ovvero ne ho parecchi recuperati ma le frequenze son sempre le stesse, ho provato a fare il circuito oscillante,  ma con risultato che ho descritto, oggi ho provato in ricezioni e ho fatto certi accorgimenti che forse ritorneranno utili per realizzare qualsiasi progetto che mi venga in mente di fare, an e comunque tutto in hf


 


inviato iPhone using rogerKapp mobile

microonda:
Carissimo Matteo_ , buongiorno e buongiorno a tutti . Da come ho potuto capire a te piacciono i montaggi hf . Se la banda che vuoi ricevere è bassa , allora andrebbe bene ( ma parlo al condizionale ) ne602 o ne612 . E cioè massimo 7 mhz . Il problema è che i radioamatori non parlano in am e cioè con 9khz , ma parlano con 2,7 khz ( qualcuno mi corregga se sbaglio ) . Quindi c'è bisogno di un b.f.o. . E allora accade che anche un oscillatore libero in hf avrebbe bisogno di un circuito a pll . Questo perché con tutti gli accorgimenti che si prendono a valle , a che servono se all'entrata c'è una deriva di frequenza superiore ai 7 - 8 khz ? Comunque continua , senz'altro troverai dei consigli migliori dei miei . Da parte mia ho costruito quella microspia lx7 ma la portata è ridotta e quindi non consiglio di montarla . Io sono di Castel San Giorgio ,provincia di Salerno . Se la domanda non è indiscreta , di dove sei ? Ti faccio questa domanda perché gli autocostruttori sono pochi .

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa