Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Wolf1995

Pagine: [1] 2 ... 11
1
Grazie per l'aiuto vedrò il da farsi

inviato XT1032 using rogerKapp.


2
Mi sono espresso male. L'auto me la dovrebbero assegnare a breve (quando però non lo so... È già qualcosa aver convinto chi di dovere), ma questo è un altro paio di maniche, ora a prescindere dalla proprietà dell'auto, senza effettuare nessuna modifica, nemmeno lo smontaggio dell'antenna autoradio, fra soluzioni di compromesso, qual'è la più indicata? Acquario ha detto la sua, ma mi piacerebbe avere anche altri pareri...

inviato XT1032 using rogerKapp.

3
Le opzioni purtroppo sono  quelle, contrariamente a quanto scritto nel primo messaggio, non essendo mia nessuna modifica possibile anche se reversibile, è un auto aziendale e voglio evitare il più possibile eventuali problemi... Anzi a dire il vero sto ancora cercando di farmi assegnare l'auto, visto che al momento uso quella libera in quel momento...

inviato XT1032 using rogerKapp.

4
Ciao Trevor, ho chiesto apposta le dimensioni del connettore visto che ho già la base...

inviato XT1032 using rogerKapp.


5
discussione libera / Re:DAB chi di voi lo conosce?
« il: 01 Luglio 2016, 18:22:14 »
Probabilmente le riceviamo perché l'investimento è stato "contenuto", se non sbaglio ci sono 3 o 4 grandi consorzi e ne consegue che il costo è stato notevolmente suddiviso, ed il sistema in Italia dovrebbe essere ancora i fase sperimentale...
Sulla pubblicità in effetti è molto poca a differenza di quella in favore delle web radio che vengono nominate molto più spesso, a quanto pare avranno più introiti da quest'ultime

6
discussione libera / Re:DAB chi di voi lo conosce?
« il: 01 Luglio 2016, 16:24:40 »
Ciao Pietro, tempo fa feci delle prove con la chiavetta rtl-sdr, visto che l'autoradio che ho in auto è predisposta e prima di acquistare l'interfaccia ho preferito provare in alto modo, in provincia di Siena e Firenze nessun problema e a memoria ascoltavo qausi tutte le grosse emittenti, feci lo stesso in Basilicata, beh lì non ci fu versi di ascoltare qualcosa... Probabilmente come successo per il dtt prima dello switch off, la maggiorparte delle persone ha paura di ritrovarsi con un gadget inutile e a volte costoso, soprattutto in alcune zone orograficamente strane, oltre al fatto che la maggior parte della gente che ascolta la radio lo fa in auto e per quanto ne sappia non c'è un modo economico e integrabile per aggiungere questa funzione.

7
Buonasera a tutti, vorrei installare un antenna bibanda sull'auto, quasi sicuramente la scelta cadrà su una tipo nr-770h, ma ho un piccolo dubbio, la base so-239 in genere che dimensioni ha? La dovrei installare su una base magnetica tipo Lemm BA150 e lo spazio ho paura non sia sufficiente al corretto montaggio.
Un' altra cosuccia, visto il dubbio sulle dimensioni, nel dubbio mi porto avanti: fra la base magnetica a centrotetto ed una staffa a lato del baule, quale avrebbe resa migliore?
Ovviamente mi rendo conto che sono entrambe soluzioni di forte compromesso, però essendo un auto che ho in comodato d'uso non posso fare modifiche irreversibili.
Grazie dell'aiuto!!!
Nicola Simone

8
Davvero piccolo!!!  :) Comunque io abito vicinissimo ai palmenti, a circa 40-50 metri e se può interessarti ultimamente li hanno ristrutturati, ma non ho ancora avuto modo di visionare per bene e il risultato.
Tornando in topic si hanno assegnato la zona 8, ignorando la dichiarazione, alla fine era più che altro una questione di correttezza nulla di più, l'importante è averlo.
Inoltre ho inviato via pec la richiesta di autorizzazione generale all'ispettorato di Puglia, Basilicata e Molise, ed ho ricevuto dopo pochissimo il numero di protocollo, ho specificato che la stazione è al mio indirizzo di residenza per evitare potenziali grane, però non ho capito una cosa la regola del silenzio assenso deve essere specificata nel modulo oppure va tassativamente rispettata? Visto che nel modulo non è menzionata.

9
Aggiornamento!!! Oggi mi è arrivato il nominativo, protocollato il 16 Maggio e spedito il 20... Sorvolando i tempi biblici (ho l'opzione seguimi delle poste i tempi diventano il doppio) ovviamente hanno ignorato la dichiarazione, comunque il nominativo è IU8HCW  :abballa:.
Domattina inoltrerò l'autorizzazione generale all'ispettorato di Puglia e Basilicata, ho solo un dubbio, per l'ubicazione cosa mi consigliate, metto Pietragalla e faccio "finta" che qui a Certaldo ci abito provvisoriamente? Poi quando cambierò residenza chiederò l'adeguamento.

10
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baojie BJ-218 136-174/400-490MHz
« il: 12 Giugno 2016, 21:42:15 »
Salve a tutti, sto cercando un apparato economico con cui iniziare, inizialmente ero orientato sul qt-8900/gt-890, ma avendo visto questo che costa ancora meno cosa ne pensate come primo acquisto? Inoltre sul sito 445+1 c'è un apparato che semprebbe il clone del bj-218, è l'hg-808 ha 25w e ad oggi costa qualche € meno 56-57€ contro 61-62€... Sarà comunque valido? Inoltre qualcuno di voi ha mai acquistato da quel sito?

Grazie!!!
Nicola Simone

11
Vi ringrazio nuovamente per la risposta, ora mi è tutto più chiaro, come già detto son tutti modi di adattare l'impedenza, va solo visto quale sia migliore sul singolo caso, comunque in realtà un antenna di questo genere l'ho costruita qualche anno fa quando a malapena sapevo cos'era un filtro (ora non che ne sappia molto di più, però almeno una mezza base c'è), per la 27 Mhz e con buoni risultati, con autotrasformatore e capacità in parallelo alla base, infatti fino a qualche giorno fa credevo fosse una rete ad L cablata in modo diverso...

12
Innanzitutto grazie ad entrambi per la risposta, Ora mi è più chiaro, mi aveva confuso il fatto che in alcuni articoli venissero chiamati allo stesso modo...
Comunque alla fine son due dei tanti modi diversi di adattare l'impedenza, correggimi se sbaglio, ma potrei usare anche un filtro a T o a pi greco senza problemi giusto? Sempre riferito alla endfed 1/2 onda.

13
Salve a tutti, cercando sul web qualcosa per capirne di più sugli accordatori e sul loro dimensionamento, ho notato che nella tipologia ad L l'induttore viene collegato in due modi differenti, nel primo caso a massa, e a quanto ho visto questo viene usato principalmente come adattatore nelle endfed 1/2 onda, e nell'altro al polo caldo (allego due immagini per evitare fraintendimenti dovuti alla descrizione forse un po' grossolana).
Potreste spiegarmi il perché di questa piccola differenza e in base a cosa viene scelta?
Grazie!
Nicola Simone

14
Pietro ti ringrazio se lo ritrovi potrebbe fare comodo.

15
Ormai l'ho inviata con la "dichiarazione", anzi risulta già consegnata, al limite come avete detto la ignoreranno e/o faranno capo a quanto scritto sulla patente che per l'appunto è /FI... Staremo a vedere.
Comunque il responso come viene inviato? Se è una raccomandata, e nel dubbio considero che venga inviata a Pietragalla dovrei avvertire qualcuno per verificare più spesso la posta.

16
Ho fatto stamattina una raccomandata semplice, direttamente a Roma, spero vada tutto per il verso giusto.
Purtroppo non ho una casella PEC quindi non avrei comunque potuto, per via telematica...

17
Dall'ispettorato mi hanno detto di fare una dichiarazione in cui spiegavo perché facevo la richiesta in quell'ispettorato e che non c'erano problemi a farlo. Altro non so dirti...

18
Buona Domenica a tutti, altri due piccoli dubbi: la richiesta va inviata con raccomandata A/R o basta la raccomandata semplice? Mentre il responso come sarà inviato?

19
Le origini sono relative, era per correttezza, visto che difficilmente tornerò a Pietragalla in via definitiva, e la stazione per un bel po' resterà a Certaldo mi sembra più giusto avere il prefisso della reale ubicazione...

20
Salve a tutti, mi è finalmente arrivata la patente!!! A questo punto dovrei presentare la richiesta di nominativo, ma c'è un però, sono residente in provincia di Potenza, quindi sicuramente sarebbe con il prefisso IU8, ma da ormai 7 anni vivo in Toscana e la stazione verrà installata qui. La responsabile del ministero di Firenze mi ha consigliato di allegare alla richiesta una dichiarazione in cui dico di essere domiciliato a Certaldo e che la stazione verrà ubicata in questo comune in modo da farmi assegnare il prefisso IU5, dicendomi che altri radioamatori lo avevano fatto con successo. Sottolineo che anche la patente è stata rilasciata dall'ispettorato Toscana.
Secondo voi una cosa del genere potrebbe andare bene?
Grazie dell'aiuto.
Nicola Simone

21
Sezione Amministrativa / Re:Chiarimenti Autorizzazione Generale
« il: 30 Aprile 2016, 22:37:22 »
Ho letto il suballegato A ma in quel paragrafo parla di stazione radioelettrica, a noi dovrebbe interessare stazione di radioamatore, purtroppo non ne conosco la differenza, quindi anche qui non saprei come comportarmi.
Per il resto non saprei... Su due piedi direi come si fa a stabilire l'effettiva ubicazione e la durata dell' installazione in un luogo diverso da quello in cui abito e dove dovrei avere la stazione principale? Escludendo ovviamente l'estero dove la durata di 3 mesi riguardano il così detto "visto", sempre se si chiama così...

22
Sezione Amministrativa / Re:Chiarimenti Autorizzazione Generale
« il: 30 Aprile 2016, 21:35:39 »
Per stazione, visto che non c'è numero di apparti, non si intende in sostanza il nominativo, che a quanto so non è legato al soggetto ma alla stazione? A conferma di questo, tempo fa su un pdf a memoria edito da una sezione Ari, affermavano che in caso radioamatore A, modulasse dalla stazione di radioamatore B dovesse usare il nominativo radioamatore B... Però ecco magari era vecchio e/o mal interpretato da me, non lo trovo altrimenti lo posterei voletieri.

Edit pdf ritrovato, la parte che afferma ciò che ho scritto è al penultimo paragrafo: www.aricuneo.it/news-in-arrivo/nominativi%20radioamatoriali.pdf

23
Sezione Amministrativa / Re:Chiarimenti Autorizzazione Generale
« il: 30 Aprile 2016, 21:24:17 »
Buonasera a tutti, approfitto della discussione di Rosco per chiedere anch'io chiarimenti sull' A.G., per inciso come Rosco sto ancora aspettando la patente dall'ispettorato della Toscana, quindi di tempo ne passerà prima di inoltrarla ma nel modulo non vedo nessun riferimento agli apparti: http://www.ispettoratocomunicazioni.toscana.it/index/03/aut_gen.pdf o è quel rettangolo vicino a stazione di radioamatore si - no?

24
Alla fine ho visualizzato un canale per volta salvato le due onde e confrontate staticamente, alimentando l'amplificatore tramite batteria, però cercherò di capire la faccenda della funzione differenziale, sul manuale non ho trovato nulla a riguardo, ma visto che con l''inglese non sono granché probabilmente c'è ma non la trovo...

25
Ciao Carlo grazie per aver risposto, questo transistor è marchiato Nec come gli altri che ho, ma non ho trovato nulla riguardo al case diverso tanto meno le curve caratteristiche, sembra che schemi e datasheet componenti dei vecchi amplificatori siano top secret  marameo
Comunque, visto che non avevo altra scelta, alla fine l'ho provato, anche se con un bel po' di dubbi, ma alla fine sembra essersi dimostrato funzionante, ora spero solo resista...
Comunque una domanda leggermente ot riguardo al traccia curve che può essere sempre utile: ha problemi con gli oscilloscopi digitali? Ho visto che nuova elettronica ha pubblicato dei kit, e magari quello più recente che fa riferimento alla rivista 214/2003 si riesce a trovare, però se con il mio oscilloscopio ha problemi non perdo tempo.

26
Salve a tutti, la scorsa estate ho acquistato in un negozio di componenti (Euroelettra di Potenza, è molto fornito ed è diverso tempo che lo conosco ed ovviamente non ne hanno colpa) un transistor 2SA1232, complementare del 2SC3012 per un finale audio, quando lo comprai non feci caso al case diverso da quello bruciato e altri montati che avevo, ora dovendolo rimontare mi sono accorto di questa differenza abbastanza sostanziale.
L'originale ha case to-3p ed è di colore verde, mentre quello acquistato, ha case simile al to-220 ma delle stesse dimensioni del precedente (non so quale sia la sigla esatta), ora ho il dubbio di trovarmi di fronte ad un falso, ad una prima prova con la funzione provadiodi del multimetro le cadute di tensione sono simili agli altri, quindi potreste aiutarmi a capire se lo è davvero ed eventualmente dove reperirne uno buono?
Grazie!

27
Grazie  per aver risposto, comunque ho verificato fra negativo alimentazione e negativi altoparlanti e sono isolati, mentre fra il negativo dei cavi di segnale e le due uscite ho una cosa strana su un negativo ho 0,30-40 Ohm e sull'altro un valore abbastanza elevato (il multimetro non si fermava completamente) ma si aggirava sui 35 kOhm, stessa cosa sui positivi degli altoparlanati per sfalsati rispetto ai negativi, per scrupolo, siccome quest'amplificatore ha subito una modifica ai connettori (aveva un connettore strano tipo quello  4 poli che usano i pc con processore Pentium 4 ed al suo posto è stato messo un mammuth a 4 poli con i fili saldati direttamente a quelli che arrivavano al vecchio connettore), ho controllato che internamente fossero collegati correttamente secondo la serigrafia sul pcb e lo sono... Quindi il sistema con i coccodrilli collegi ai negativi dei cavi di segnale non so se possa funzionare.
Per Rommel volevo fare entrambe le cose, sia verificare l'ampiezza, che la forma d'onda per verificare che non ci fossero distorsioni o anomalie nel segnale, per l'ampiezza ho usato un multimetro lafayette dmb-usb2 che viene dichiarato da 40 a 400 Hz, ma ho notato che oltre da gli stessi risultati dell'oscilloscopio quindi prendo i valori per buoni.
Comunque potresti spiegarmi meglio la faccenda della funzione differenziale? Se può esserti utile il mio oscilloscopio è un Rigol Ds1054Z e probabilmente quelle funzioni dovrebbe averle...

28
Autocostruzione / Re:Incisione pcb domestica
« il: 10 Aprile 2016, 15:25:01 »
Di nuovo grazie, comunque avendo qualche minuto libero ho riprovato aceto e perossido 3 volumi, bene metodo scartato definitivamente... il rame diventava rosso e così restava, come l'altra volta...
Ora cercando sulla baia, oltre al cloruro ferrico,alcuni venditori pubblicizzano anche il persolfato di sodio, come alternativa al cloruro dicendo che non macchia, è inodore ed è trasparente in modo da vedere lo stato della corrosione.
Il prezzo è all'incirca lo stesso 5-6€ per 1lt di cloruro contro 7€ per 500gr di persolfato (dovrebbero venire fuori circa 2 lt di soluzione), quale mi consigliate?
 

29
Autocostruzione / Re:Incisione pcb domestica
« il: 07 Aprile 2016, 21:18:19 »
Grazie ad entrambi per la risposta, il pdf lo avevo già letto ma è sempre utile, comunque credo di provare con l'acido muriatico, ho provato il metodo che avevo proposto ed effettivamente funziona, ma probabilmente sbagliavo qualcosa visto che ci son voluti 3 tentativi per un risultato accettabile.

inviato XT1032 using rogerKapp.


30
Autocostruzione / Incisione pcb domestica
« il: 06 Aprile 2016, 10:37:46 »
Salve a tutti, vorrei provare ad autocostruirmi qualche basetta, per il master al momento ho usato il metodo con il pennarello indelebile, essendo una prova mi è sembrato il più veloce ed economico, l'unico problema è che in zona il cloruro ferrico non lo hanno ed acquistarlo sul web è sconveniente viste le spese per la spedizione, cercando un alternativa sul web ne ho trovate diverse,  escludendo perossido di idrogeno 130 volumi + acido cloridrico/muriatico, che non mi convince vista la possibile produzione di gas tossici, mi ha incuriosito questa ricetta: 2 parti di perossido di idrogeno 10 o 12 volumi, 3 parti di aceto di vino bianco e sale quanto basta per far partire la reazione. Purtroppo con la chimica non sono un granché, quindi c'è qualcuno che possa aiutarmi a capire se questa soluzione è valida ma soprattutto sicura per il mio uso?
Grazie.
Nicola Simone

inviato XT1032 using rogerKapp.


31
Salve a tutti, mi scuso in anticipo per la sezione sicuramente sbagliata, ma non sapevo dove postare, comunque avrei bisogno di un consiglio per verificare la "simmetria" fra i canali di un amplificatore audio, un Alpine 3540, visualizzando contemporaneamente i due canali d'uscita.
Inizialmente ho applicato un segnale isofrequenziale all'ingresso, collegando le sonde dell'oscilloscopio alle 2 uscite, nulla di strano fin qui, se non fosse che su un canale visualizzo la configurazione bridge e sul'altro la normale questo credo sia dovuto ai riferimenti di massa comuni dell'oscilloscopio.
C'è una soluzione a questo "inconveniente" che mi permetta di visualizzare entrambi i canali insieme?
Grazie dell'aiuto.

32
Autocostruzione / Re:Autocostruzione "Parallelatore"
« il: 16 Marzo 2016, 19:16:12 »
Salve a tutti, innanzitutto grazie per aver risposto, era solo una mia idea/fissazione nulla di che semplicemente preferivo avere le due cose separate.

33
Autocostruzione / Autocostruzione "Parallelatore"
« il: 15 Marzo 2016, 22:04:46 »
Salve a tutti, ho bisogno del vostro aiuto nel collegare due generatori ad un carico, più precisamente un alimentatore ed una batteria ad un autoradio ed un caricatore a 10 cd, in modo da mantenerne le impostazioni, giustamente non è nulla di impossibile ponendo 2 diodi in serie ai generatori, però vorrei escludere la batteria quando l'alimentatore è acceso in modo da evitare di scaricarla inutilmente in caso di assorbimento maggiore...
La prima idea, nonché la più semplice, è stata usare un relè, ma, vista la presenza dei condensatori di livellamento nell'alimentatore è risultato lento nello scambio e quindi l'autoradio perdeva la memoria.
Ora mi trovo un po' spiazzato e al momento non mi è venuto nulla in mente che possa essermi utile, quindi avete qualche idea che possa andar bene?
Grazie.
Nicola Simone.

34
discussione libera / Re:Diffusori HI-FI
« il: 10 Marzo 2016, 22:57:26 »
Ciao Titano, anch'io ho molto interesse per questo campo... Comunque viste le ristrettezze economiche ho solo una coppia di pseudo monitor due vie, auto costruiti con caricamento reflex e un vecchio kit Coral, la serie disegnata in collaborazione con Pininfarina, collegati ad un autoradio, nulla di che ma il loro lavoro lo fanno abbastanza discretamente, considerato che è tutto materiale di recupero.
Se poi c'è spazio anche per gli impianti in auto aggiungo anche quello.


Sent from my XT1032 using rogerKapp mobile .com/byo/displayAndDownloadByoApp?rid=263']rogerKapp [/URL]


35
Rispolvero la discussione per ulteriori consigli... L'alimentatore è ancora in attesa di essere rimesso in sesto.

Ps. Giorgio alla fine il tuo consiglio è comunque servito: quel modulino mi è d'aiuto per un altro progetto, alimenterà una targa led in modo da regolarne a piacimento la luminosità. :)

Sent from my XT1032 using rogerKapp mobile .com/byo/displayAndDownloadByoApp?rid=263']rogerK radioamatori & CB mobile app[/URL]


36
Salve a tutti, vorrei acquistare un rosmetro adatto alle hf e vhf/uhf, ma ho un grosso dubbio sui connettori con cui comprarlo, se con una coppia di SO-239 o SO-239 + N, sorvolando il dibattito è meglio l' N o PL/SO-239, gli attuali apparati bibanda con quale di questi due sono più diffusi nel nostro mercato?
E se ne avete, consigli su un buon prodotto che cosi intorno ai 100€?
Grazie!
Nicola Simone

37
Grazie per il consiglio Giorgio, ma quei moduli non mi ispirano fiducia...

38
antenne radioamatoriali / Re:Prevenire l'ossidazione del rame
« il: 29 Gennaio 2016, 13:41:40 »
Ciao Ik1npe grazie per aver risposto, mi daresti qualche informazione in più su questo flatting e in cosa differisce da una normale vernice trasparente?
Inoltre mi è venuto in mente un idea un po particolare: se li ricoprissi di semplice colla vinilica? Dovrebbe avere una buona resistenza all'acqua e ad altri agenti atmosferici, oltre ad essere molto economica e facilmente reperibile.

39
antenne radioamatoriali / Re:consiglio crimpatrice
« il: 27 Gennaio 2016, 21:18:35 »
Ciao Michele, da un occhiata a questa: http://www.knipex.com/index.php?id=1216&L=7&page=art_detail&parentID=&groupID=1318&artID=30328 può chiudere sia capicorda preisolati (quelli col tubetto in plastica) che non isolati (i comuni fast-on a lamina), knipex in merito alle pinze a detta di molti è fra le migliori, su amazon la trovi a poco più di 20€, non dovrebbe essere male.

40
antenne radioamatoriali / Prevenire l'ossidazione del rame
« il: 27 Gennaio 2016, 16:23:34 »
Salve a tutti, ho costruito una groundplane 144 MHz con dei tubi in rame da 6mm, però ovviamente il rame ossida in pochissimo tempo, la prima idea era verniciarlo, ma non sono sicuro che possa andare bene per un'antenna...
Avete qualche consiglio per prevenire questo fenomeno, senza intaccare le prestazioni dell'antenna stessa?
Grazie dell'aiuto

41
Grazie per la precisazione, comunque per il raddrizzatore ho trovato dei dippi diodi schottky con i relativi dissipatori, che probabilmente vengono da alimentatori pc, più precisamente un SBL3040PT http://www.vishay.com/docs/88732/sbl3030p.pdf
ed un SBL2040CT http://pdf.datasheetcatalog.com/datasheet/GeneralSemiconductor/mXrwzzq.pdf a primo impatto mi sembrano entrambi idonei, o è meglio usare due diodi singoli?
Ed un altra cosuccia la batteria di condensatori per il livellamento come va calcolata? Quando due/tre anni fa affrontammo l'argomento a scuola, ci fu dato un valore per ogni Ampere, finita lì, ed a memoria era di circa 1500uF.
Inoltre per lo stabilizzatore altri consigli?

42
Il raddrizzatore a doppia semionda in effetti potrebbe essere un' ottima alternativa, dovrei avere in uscita al raddrizzatore comunque circa 28V di picco e sfruttare tutto il trasformatore, infatti chiaritemi un altro piccolo dubbio: se prendo solo mezzo secondario la potenza in uscita resta la stessa o è dimezzata? Perdonate la quasi sicura eresia ma al momento avrei bisogno di un ripasso di elettrotecnica. :'(

43
Nessun altro consiglio?  :-\

44
Grazie ad entrambi per aver risposto, ho dimenticato di precisare una cosa nel primo post, che ora ho aggiunto, se possibile la tensione inferiore deve partire da 1-1,5V e quindi se c'è un' alternativa gli schemi proposti da Denis al momento lo metterei nei forse visto che se non ho frainteso il datasheet l'L200 parte da 2,85V...
Comunque avevo considerato il trasformatore intero perché lo stabilizzatore da me proposto aveva un range da 1 a 30-32V, sostanzialmente inutile, ma visto che era possibile perché non sfruttarlo?
Denis come mai mi sconsigli LM338?

45
Autocostruzione / Alimentatore stabilizzato autocostruito ex-novo
« il: 17 Gennaio 2016, 15:43:31 »
Salve a tutti, ho bisogno di una mano nel costruire un alimentatore stabilizzato ex-novo, e purtroppo dei varii stabilizzatori non ne so granche...
Ho a disposizione un case con dissipatore per il package TO-3 (il transistor montato in origine era un MJ3000) ed un trasformatore 20-0-20 di caratteristiche elettriche ignote, fisicamente abbastanza grosso, questi componenti derivano da un alimentatore regolabile da 3 a 15V e 5A di corrente nominale.
L'idea era di ricreare un alimentatore regolabile sempre con corrente nominale di 5A e con tensione minima di 1-1,5V mentre la massima da 15V a salire va bene qualunque valore, quindi nonostante la mancanza dei dati del trasformatore dovrebbe comunque essere sufficiente al mio fabbisogno.
Cercando in rete, lo stabilizzatore LM338 mi è sembrato adatto (range di tensione molto esteso, corrente di 5A e caratteristiche termiche simili al transistor montato in origine), più precisamente questo progetto qui: http://www.settorezero.com/wordpress/alimentatore-variabile-stabilizzato-1-30v-5a-con-lm338k/ che non è altro che lo schema indicato da costruttore leggermente rivisto.
Però ho notato che quello stabilizzatore non sopporta più di 35V fra ingresso ed uscita e col trasformatore in mio possesso prendendolo ai 2 estremi li supero ampiamente, prendendone metà non so se il tutto lavori a dovere....
Inoltre per la protezione da cortocircuiti e sovraccarichi cosa mi consigliate?
Grazie per l'interesse
Nicola Simone

46
antenne radioamatoriali / Re:antenna vhf/uhf davanzale finestra?
« il: 08 Gennaio 2016, 15:09:47 »
Salve a tutti io ho realizzato una cosa simile a quella di davj, più precisamente questa: http://www.amateurradio.bz/2m-70cm_vertical_dipole_antenna.html .
La spesa è stata bassissima, meno di 10€, non è minimamente appariscente ed in ricezione non era malaccio, in tx purtroppo non l'ho provata, ho solo misurato il ROS in vhf ed era sotto 2 ma non ho tentato tarature visto che non ho ancora la patente...
Altra opzione perché non una jpole bibanda? E' facilmente realizzabile, economica, lo stilo più lungo è inferiore ai 150cm e con un tondino di piccolo diametro non è troppo evidente.
Magari non avranno rese eccezionali, ma credo che siano sicuramente meglio di una veicolare installata in modo anomalo...

47
Il bonifico però non so se tutte le regioni lo accettano...
Comunque le spese ovviamente dipendono dal cc che si ha quindi ognuno valuta quello che conviene, ad esempio io con un conto online non pago commissioni su entrambe le modalità...

48
Grazie ad entrambi per l'aiuto!!!

49
Sezione Amministrativa / Pagamento canone CB tramite home banking
« il: 03 Gennaio 2016, 14:48:40 »
Salve a tutti, come molti di noi questo mese devo pagare il versamento per il canone della CB, ma visto che pagando i versamenti tramite l'home banking risparmio il costo delle commissioni preferirei farlo da lì, ma in caso di controlli e/o verifiche verrà comunque accettato?
In allegato un'esempio della ricevuta che la banca emette, usata per il pagamento della tassa per ritirare il diploma di maturità che la scuola ha accettato senza problemi.
Nicola Simone.

50
modi digitali / Re:SDRSharp non riconosce chiavetta
« il: 31 Dicembre 2015, 14:26:22 »
No no , non fate installare a Windows , bloccate, può essere che Windows la veda come ddtv. Installate solo i driver con zading .

Ho anchio il 10 e ho fatto l'installazione la prima volta e poi basta

Scusatemi per l'inesattezza ricordavo male io, in effetti va annullata.

51
modi digitali / Re:SDRSharp non riconosce chiavetta
« il: 31 Dicembre 2015, 13:11:35 »
Disinstalla tutto, compreso i driver, riavvia il pc, riscarica sdrsharp e reinstallalo da capo.
Ps: Ti ho mandato un messaggio privato.

52
modi digitali / Re:SDRSharp non riconosce chiavetta
« il: 31 Dicembre 2015, 12:48:09 »
Allora su gestione dispositivi quando clicchi su disinstalla metti la spunta ad "elimina il software driver per il dispositivo", scollega e ricollega la chiavetta, se parte l'installazione del driver tramite windows falla completare, poi apri zadig come amministratore e ti dovrebbe far installare il driver che ci interessa.

53
modi digitali / Re:SDRSharp non riconosce chiavetta
« il: 31 Dicembre 2015, 10:52:18 »
Mi è scappata la virgola ;), Ho disinstallato la periferica da gestione dispositivi, e poi reinstallato da zadig, la prima volta, mentre ieri li ho solo reinstallati.

54
modi digitali / Re:SDRSharp non riconosce chiavetta
« il: 30 Dicembre 2015, 23:24:24 »
Ciao melo, ho avuto un problema simile qualche giorno fa dopo un aggiornamento, o.s. windows 10, nel mio caso è bastato disinstallare e reinstallare i driver da zadig, per scrupolo se non lo hai già fatto provaci.
Edit, me lo ha rifatto proprio poco fa... Risolto con le stesse modalità.

55
Sezione Amministrativa / Re:Esonero patente radioamatore
« il: 24 Dicembre 2015, 10:56:21 »
Ciao Andrea, come ti hanno già detto contatta direttamente il ministero di pertinenza, ti risponderanno con molta più cura.
Però se ti sei diplomato quest'anno e quindi con la riforma, probabilmente dovranno "analizzare" il piano di studi.

56
Ecco le foto del connettore e del sistema per isolare il radiatore: non fate caso ai cartoncini, visto che non ho ancora trovato una camera d'aria, per la foto non ho trovato altro ;)

57
Per isolarlo ho fatto il foro sulla piastra di 20 mm al cui interno ho inserito una boccolina ricavata da un tubo in polipropilene, e sotto i due dadi inizialmente della carta per guarnizioni ma ho pensato di sostituirla con due pezzi di camera d'aria, non sono un granché con le spiegazioni, domani posterò qualche foto almeno si capisce meglio...
Il tuo sistema lo avevo valutato per fissare il connettore direttamente sotto li stilo ma con i tondini da 10, mi da l'impressione di essere poco solido...
Mentre per mantenere equidistanti e non far muovere gli elementi, sto realizzando dei rettangolini in teflon, derivato dai taglieri Ikea da 2€...

58
Ho telefonato all'ispettorato questa mattina, l'impiegata è stata gentile e disponibile e mi ha spiegato che il versamento di 25€ va comunque pagato e ha aggiunto che alla fine ogni ispettorato fa un po' a modo suo e loro per conferma hanno anche chiesto lumi alla sede centrale di roma confermando che la loro pratica è giusta.
Inoltre per conferma dell'idoneità del diploma mi ha chiesto di inviare i programmi di studio e una copia del diploma stesso, visto che con la riforma è cambiata la dicitura e qualcosina nel programma, ora devo solo attendere la conferma.

Che ladri! Io ricordo benissimo l'anno scorso che nella domanda per la patente quando si arrivava alla sezione "allego alla presente" era specificato "versamento di Euro 25 sul cc.xxx con causale esami di radioamatore 2014"...ma la loro pratica di fregarsi soldi a casa loro sarà giusta ...d'altronde siamo in Italia. E vabbè non ti cambiano la vita, e' il principio che fà girare i maroni.

In effetti è strano, però visto che non sono soldi che vanno direttamente a loro ma alla Tesoreria Provinciale dello Stato - Sezione di Viterbo, ed è un conto comune indicato in tutti i moduli che ho visto sia con esami che esonero (ove richiesto il versamento), non vedo che giovamento possano avere a chiedere questo surplus, resta il fatto che alcune non facciano pagare niente come la Lombardia altre come Puglia/Basilicata, Sicilia, Emilia Romagna e Veneto uno da 0,52€...
Altra cosa su cui c'è un incongruenza è la copia del titolo di studio alcuni la vogliono autenticata, altri in carta semplice...

59
Ho telefonato all'ispettorato questa mattina, l'impiegata è stata gentile e disponibile e mi ha spiegato che il versamento di 25€ va comunque pagato e ha aggiunto che alla fine ogni ispettorato fa un po' a modo suo e loro per conferma hanno anche chiesto lumi alla sede centrale di roma confermando che la loro pratica è giusta.
Inoltre per conferma dell'idoneità del diploma mi ha chiesto di inviare i programmi di studio e una copia del diploma stesso, visto che con la riforma è cambiata la dicitura e qualcosina nel programma, ora devo solo attendere la conferma.

60
Ragazzi, ho scritto all'ispettorato di Firenze e mi hanno confermato che la patente la possono rilasciare loro, devono solo confermare l'idoneità del diploma (elettronica ed elettrotecnica articolazione elettronica), che ho ritirato da poco e sto preparando la documentazione che porterò all'ispettorato, nel modulo però non sono sicuro di una cosa (http://www.ispettoratocomunicazioni.toscana.it/index/03/pat_senzaesami.pdf) il versamento da 25€ ho notato che in altri moduli non c'è, sostituito da un altro da 0,52€ o totalmente assente...
Appena possibile telefonerò e chiederò lumi in merito, ma nel frattempo voi ne sapete qualcosa?

Pagine: [1] 2 ... 11