Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - IK8 TEA

Pagine: [1] 2 ... 12
1
antenne per CB / Re:[Guida] T2LT Antenna
« il: 20 Settembre 2021, 14:56:01 »
nella scatola una spruzzatina di CRC o WD40 può aiutare, però se l'ambiente di installazione è umido va fatta una manutenzione ossessiva.
il buco per la condensa è utile ma va protetto con una rete a maglie sottili, altrimenti arrivano gli insetti.
esistono anche dei gel specifici che rimangono morbidi, una volta si colava della banale paraffina piuttosto antipatica da ripulire.
alla fine dei conti il barilotto ben coperto dall'autoagglomerante ha parecchi vantaggi
Buongiorno e buona settimana per tutti i partecipanti alla discussine e presenti nel Forum.
Approfittando sempre del paziente figliuolo (in SmartWorking ) che si rende disponibile a scrivere per me in proposito al problema trattato nella discussione sulla "Condensa d'umido" in "Contenitori Stagni",
vorrei proporre, quindi, una soluzione a mio avviso economica e meno traumatica che ho adottato da sempre e con soddisfazione per le mie Antenne V/Uhf ed altre applicazioni di tipo similare.
In effetti, da molti anni ho preso l'abitudine di raccogliere e custodire sempre quelle Bustine di varie dimensioni e ciclicamente riutilizzabili, di "SILICA-GEL" che per le loro proprietà di assorbimento dell'Umidità spesso sono e/o erano presenti nelle confezioni di alcuni Farmaci e/o di prodotti di vario genere, comprese molte Apparecchiature Elettroniche, sensibili all'Umidità.
Viste le loro caratteristiche, quindi, le ho utilizzate inserendole, ovviamente in base alle loro dimensioni e dopo un preriscaldamento di almeno 15' a 40/50°C Max, ancora tiepide, nei Contenitori /Antenne da sigillare prima della Chiusura / Assemblaggio.
Unica cura aggiuntiva è la necessità di effettuare una verifica periodica (18/24 mesi) del loro stato, secondo le condizioni climatico /ambientali dove sono state utilizzate e di montaggio, per una eventuale sostituzione con altre
nuove pretrattate a caldo e/o direttamente con la rigenerazione a caldo  delle stesse.

Per chi fosse particolarmente curioso e/o preciso ed attento al dettaglio scientifico può essere utile e divertente effettuare una pesatura delle Bustine prima del condizionamento a caldo ed  in occasione della sostituzione provare a ripesarle per verificare quanti Grammi o Milligrammi di "Umidità / Acqua" abbiano potuto assorbire nel periodo di esposizione alle condizioni d'impiego realizzate.
Sperando di essermi ancora reso utile, nonostanti le mie difficoltà, e di aver trasmesso uno spunto frutto di esperienza vissuta e realizzata per la soluzione di un problema,  saluto augurando a tutti il buon prosieguo nelle attività di sperimentazione.
Massimo IK8 TEA

2
Buongiorno e buon fine settimana per tutti i partecipanti e presenti nel Forum.
Per quanto mi fosse possibile ho cercato di seguire questa discussione che mi ha incuriosito per il drammatico "Dubbio Amletico" sui valori delle tensioni di alimentazione degli apparati Rx/Tx ed oggi, sempre approfittando di avere la disponibilità del figliolo che scrive per me, ho deciso di partecipare avendo ricordato, con l'occasione, una mia esperienza in Banda CB iniziata nel 1971.
Nell'estate del 1978 avevo come RTx un MARKO 5 AM/SSB 23 Canali e purtroppo, a causa di un fulmine, saltò il mio primo Alimentatore Stabilizzato "G.B.C".da 2,5 - 3 Amp.Max picco.....
Il mio "Dubbio Amletico", quindi, fu se ripararlo o sostituirlo......!!
Da  accanito lettore di Nuova Elettronica ricordai di aver letto nel N.ro 58/59 di Maggio/Aprile un interessante progetto per un "Alimentatore a Resistenza Negativa" (LX 257) .
Questo tipo di circuitazione a progetto consente di compensare tutte le cadute di tensione che si possono verificare tra l'alimentatore e l'RTx in fase di Trasmissione in modo da garantire una Tensione Costante sul valore "Canonico" dei 13,8 Volt anche sotto i picchi di assorbimento sia in SSB che in AM con una Modulazione preamplificata più spinta.
In fase di Ricezione, invece, la Regolazione di Base può essere fatta in modo da mantenere la Tensione su un valore di tutto riposo tra i 12,5/12,8 Volt più che sufficienti per un funzionamento corretto in Ricezione.
Detto, letto e fatto....acquistato il materiale necessario provvidi alla realizzazione del circuito che andai a sostituire a quello originale dell'alimentatore regolando opportunamente le tensioni secondo i suggerimenti dell'articolo ...... ancora oggi perfettamente funzionante ma in pensione come tutti gli altri apparati, purtroppo,  della mia stazione.

Sperando di aver arricchito in qualche modo questa discussione mi fermo e sia gradito il mio cordiale e sentito saluto con l'augurio di ogni bene per tutti.
Massimo IK8 TEA

3
discussione libera / Re:MA CHE STRUMENTO E'
« il: 06 Settembre 2021, 17:26:08 »
Buonasera per tutti i partecipanti al Forum.

Nonostanti le mie note difficoltà a causa di problemi con la vista che mi tengono lontano dal partecipare attivamente al Forum per non non perdere il contatto mantengo sempre viva la presenza cercando di seguire al meglio e silenziosamente le discussioni,
Questa discussione, in particolare, dall'impostazione simile al mitologico "Enigma della Sfinge", che divorava chi non lo avesse risolto e che fu sconfitta, poi, da "Edipo", mi ha stuzzicato ad intervenire approfittando della generosa disponibilità del mio figliolo che sta scrivendo per me.....
Dunque, a mio avviso, quell'oggetto costituisce un Carico Fittizio per effettuare misurazioni sugli Amplificatori Hi-Fi Audio di grande potenza dove i BD139, generosamente dissipati dai blocchi alettati, sostituiscono le Resistenze di Carico. Il diodo di Potenza, generosamente dissipato anch'esso, raddrizza le Correnti Alternate in entrata al Carico Fittizio.
Il trasformatore serve soltanto ad alimentare la sezione con gli Operazionali 741 utilizzati per linearizzare le risposte degli strumentini in CC ad ago.
Ora, pensando di aver proposto una dritta in aiuto devo fermermi per liberare il generoso figliolo che mi sta aiutando.

Sia gradito un cordiale affettuoso saluto per tutti i partecipanti al Forum.

Massimo IK8 TEA

4
discussione libera / Re:filtri di rete RF EMI per la casa
« il: 02 Marzo 2021, 14:59:16 »
Grazie a tutti, il disturbo è in ricezione, staccando l'antenna non sento nulla.

Però secondo me ho un problema di massa strana.
Mi spiego, mi sembra che il balcone di casa mia sia in continuità con il negativo del mio alimentatore e non so se è una cosa buona.

L'altro giorno, avevo due radio accese dallo stesso alimentatore, ad un certo punto mi si stacca il negativo di una radio e la radio resta accesa!!
Sono impazzito!

Ho due radio e due antenne nel balcone, evidentemente il negativo dell'alimentatore entra tramite antenna dalla prima radio, si collega alla massa del balcone e rientra tramite il palo della seconda antenna e mi fa accendere la seconda radio.

E' possibile che questa diavoleria mi faccia ricevere tutto lo schifo del mondo?
si, ci sono buone probabilità
Buon Pomeriggio per tutti i partecipanti alla discussione.
Sono riuscito a "leggere" parte degli interventi e mi piaceebbe aggiungere che al di là di qualsiasi altro intervento penso possa essere importante, alla luce di quanto ho fatto evidenziare in rosso, intervenire sull'Alimentatore per verificare se il polo di Massa della presa di Alimentazione A.T. (220v) risulti collegato alla sua carcassa e se  l'uscita B.T.(13,5V) del Polo Negativo sia anch'essa collegata alla carcassa
dell'alimentatore.
In tali condizioni si viene a generare un "Loop" tra tutte le apparecchiature collegate e quindi l'utilizzo di qualsiasi filtro di rete risulterebbe vanificato ed i disturbi di rete troverebbero comunque  via facile ad evidenziarsi.
Con l'occasione segnalo una interessante discussione nel merito sugli alimentatori "Switching" tipo Lafayette, Proxel, ecc. cui ho avuto occasione di partecipare anch'io e che vorrei consigliare di leggere per trarne opportuni spunti di riflessione:

https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=77138.msg806923#msg806923

Ringraziando per l'attenzione e sperando di essermi comunque reso utile sia gradito un cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA


5
Buonasra per tutti i partecipanti.

Approfitto della presenza del mio paziente figliolo ed, indipendentemente dalle precisazioni sul funzionamento del circuito "PLL" dell'RTx in argomento, fornite dal caro ed eccellente Franco IK4 MDZ con cui concordo, ho ricordato di aver estratto molto tempo fa e ridotto a file ".pdf", per il mio archivio, dalla Rivista "SPERIMENTARE" del 07/08/1979 un  articolo sull'RTx "CB" a 40 Canali AM Gemtronix GTX5000 molto interessante perché Valvolare a "PLL", completo dello Schema a Blocchi ed Elettrico.
I circuiti Integrati utilizzati in quel circuito oggi credo non siano più reperibili ed auguro, quindi, che non ci siano problemi a loro carico.

Ritenendo di fare cosa utile mi permetto di allegare il File ".pdf" a questo mio veloce intervento per chi fosse interessato ad utilizzarlo.

Sia gradito un mio cordiale e sentito saluto.

Massimo IK8 TEA

6
attività radioamatoriale / Re:Messa a terra stazione
« il: 31 Gennaio 2021, 12:24:37 »
Buongiorno ho un dubbio che mi assilla,non avendo conoscenze tecniche adeguate.
Abito in un condominio e non ho la possibilità di crearmi una linea di terra adeguata e dedicata alle apparecchiature della stazione in quanto non mi è possibile mettere una puntazza e collegarla con un cavo fino alla mia abitazione.
Si può ovviare in maniera attendibile o devo affidarmi alla messa a terra tramite la terra dell’impianto elettrico domestico, ovvero non facendo nulla?
Io abito al settimo piano e ovviamente non ho la possibilita' di mettere una terra in giardino. Ho optato per questa soluzione che mi ha risolto il problema


https://mfjenterprises.com/products/mfj-931?_pos=1&_sid=2f291686a&_ss=r

Ti allego anche il manuale.
Se ti puo' aiutare ... .
73' Franco

Grazie mille Franco, ma non so se può funzionare come sostitutivo della messa a terra per evitare correnti non desiderate.......
Grazie comunque per la tua risposta e buona domenica
A me funziona egregiamente in quanto e' un circuito LC serie accordato per la max corrente in modo da eliminare la RF sullo chassis dell'impianto radio.
73'

Buongiorno e Buona Domenica per voi Giuseppe IU4 MUY e carissimo e stimatissimo Franco IK4 MDZ

Stamane il mio paziente figliolo mio ospite, nei giorni di libertà, ha letto e mi ha informato delle ultime discussioni presenti nel Forum e per questa discussione in particolare ho ricordato di aver tradotto ed elaborato qualche Anno fa in Italiano ed in "Ham Spirit", quando ancora potevo, per un altro collega, che non ne aveva chiaro il funzionamento, il Manuale di questa "Terra Artificiale" "MFJ-931" che forse è stato anche argomento di altra discussione accesa in questo Forum.
Nell'intento di volermi rendere ancora utile in qualche modo ho fatto rintracciare nel mio archivio il Documento che vorrei permettermi di allegare anche a questa discussione per metterlo a disposizione di chiunque possa esserne interessato.

E' possibile che le immagini che avevo intergato nel Manuale tradotto non corrispondano perfattamente alla versione attualmente in commercio ma tant'è poiché le Funzioni e la relativa Filosofia di attuazione non sono certamente cambiate come anche i comandi necessari per realizzarle.

Sperando di essermi reso ancora utile per gli amici Radioamatori Nobili  sia gradito il mio saluto cordiale unitamente ad un sentito augurio di Buon e Felice Anno 2021.

Massimo IK8 TEA

P.S. Sono riuscito a far rintracciare nel Forum il riferimento alla vecchia discussione....06/2018
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=70796.msg746524#msg746524

7
discussione libera / Re:Problema Midland Alan 8001S
« il: 30 Gennaio 2021, 16:53:57 »
Cerco di descrivervi questo strano problema che si verifica da qualche tempo:
Quando l'apparato si scalda, ad esempio a seguito di una trasmissione prolungata, succede questo: si interrompe la trasmissione, si spegne il frequenzimetro e immediatamente si riaccende pero' con una sola cifra. Qualche secondo (in cui evidentemente qualcosa si raffredda...) si riaccende il frequenzimetro pero' con la frequenza a 25 mhz e l'apparato torna ad andare in TX. Riposiziono sulla frequenza giusta e torna a funzionare finche' non si scalda nuovamente e il problema si ripete.
Mi da l'impressione di un problema al PLL, che si sgancia ma non saprei...
Provato altro alimentatore e cambiato anche cavo di alimentazione, il problema si verifica lo stesso.
PS) Lo fa anche se uso l'apparato a bassa potenza.
Qualche idea ?

Patrizio "IK0 EHZ" buongiorno e buon fine settimana per te e tutti i possibili partecipanti alla discussione che hai acceso.

Approfittando della visita di mio figlio, anche lui Elettronico e Radioamatore, che mi ha letto la discussione in argomento, dalla descrizione del problema che hai reso, poiché credo che tu ormai già mi conosca come accanito cultore della Filosofia della "Tecnica di Ricerca Guasti" ed ho notato un certo "brancolare nel buio", vorrei permettermi di aggiungere a quanto già detto quali debbano essere, a mio avviso, i primi passi d'indagine da fare evitando di appuntare subito l'attenzione direttamente e soltanto su alcuni componenti quali "TRIMMERS", "BOBINE", "Trasformatori di Accoppiamento/Accordo" "VCO" ed altri componenti.

Ora, accadendo che, dopo un buon periodo di funzionamento regolare solo con il riscaldamento dell'"RTx" si verifichi l'anomalia, ritengo che per il corretto funzionamento di questi apparati complessi sia indispensabile investigare subito sulla buona qualità di tutte le Connessioni per l'Alimentazione ed ad "RTx" aperto debbano, poi, essere osservate tutte le Saldature possibilmente con lente d'ingrandimento, per riconoscere quelle eventualmente "Fredde/Dubbie" ed ancora tutte le "Connessioni Mobili a Pettine" tra le varie Schede che potrebbero celare contatti incerti.

Altro punto fondamentale da investigare è la stabilità granitica delle Tensioni Stabilizzate di Alimentazione dei  vari circuiti di "CPU"/"PLL"/"Oscillatori" prima nei passaggi tra le fasi di Ricezione e Trasmissione e poi che durante la Trasmissione prolungata non si verifichino abbassamenti progressivi di Tensione erogata dai Circuiti Stabilizzatori.

Quì mi sarei chiesto, quindi, se fosse il caso di misurare, in concomitanza dell'inconveniente e con l'"RTx" a "pancia all'aria", la Stabilità delle Tensioni di Riferimento visto che, da Schema del "Midland 8001S" risultano essere presenti circuiti di stabilizzazione di Tensioni con "Diodi Zener" (D76;D78), similmente alle "Schede Serie EPT3600XXX", e per la Tensione a "+5Vcc", destinata alla "CPU", è stato preferito, invece e non a caso, un Circuito Integrato Stabilizzatore Serie "78L05".

Ciò detto e fatto passerei, in conseguenza ai risultati ed in caso di cedimenti od interruzioni di qualche tensione di riferimento, a "CALDO" ed a "FREDDO", ad iniziare le verifiche sulla componentistica dei relativi circuiti associati (Diodi Zener, IC, Condensatori Elettrolitici, Resistenze ecc.ecc.) per interessarmi alla fine a tutta l'altra componentistica della Radio .......

Sperando di averti fornito una dritta operativa utile ed efficace a risolvere il problema ti ripropongo anche copia delle Schema del "Midland 8001S" che ho in archivio e che, peraltro, ti avevo già proposto nel Dicembre u.s. a proposito della funzione del "Trimmer VR 311" per la lettura della " % " di Modulazione cui ho aggiunte alcune indicazioni in rosso relativamente all'argomento in discussione.

Ancora un saluto cordiale.

Massimo IK8 TEA

8
riparazione radio CB / Re:Zodiac M5034 senza audio solo ronzio
« il: 27 Gennaio 2021, 10:24:38 »
Massa elettrica e massa telaio sono separate.

Anche io pensavo fosse così ma dalle misure che faccio c'è corto tra carcassa e negativo.  È normale? O interpreto male?

inviato SM-G930F using rogerKapp mobile

Buongiorno "Tornadello"

Avevo "letto" questa discussine che hai acceso e confermo le considerazioni fatte dall'ottimo ed esperto collega "Lucky Luciano".

Purtroppo per poter aggiungere qualcosa anche da parte mia ho dovuto attendere che mio figlio, elettronico anche lui, si rendesse disponibile per cercare nel mio archivio lo schema dello "Zodiac M-5034", che avevo restaurato e commentato in proposito per un altro collega "CB" poco esperto che aveva una perplessità simile alla tua e si voleva addentrare nella riparazione del suo M-5034, ed infine aiutarmi a redigere questa risposta.

Pertanto ti consiglio anch'io di cominciare a verificare, intanto, che tra la massa del circuito elettronico della Radio ed il suo contenitore non ci siano punti di continuità e/o condensatori, destinati al disaccoppiamento, danneggiati da precedenti e malaccorti interventi e/o in Corto Circuito (fatto piuttosto raro ma non impossibile !!).

Come utile aiuto, quindi, ti allego quello schema che penso possa esserti di utile ausilio ad identificarli più agevolmente da schema e controllarli.

Sia gradito un cordiale saluto, un augurio per un felice Anno 2021 e successo nella risoluzione del tuo problema.

Massimo IK8 TEA

9
riparazione radio CB / Re:Tenko 23+
« il: 23 Gennaio 2021, 16:54:14 »
Salve a tutti!
Ecco che dopo tanti. troppi anni, ho ritirato fuori il mio mitico Tenko 23+ con l'intenzione di riportarlo alla luce....

Ho già letto alcuni post sul recupero del cugino più frande il 46 e mi sono già serviti per orientarmi.

Tuttavia ho bisogno di confrontarmi con chi ha masso mano proprio al 23+

Ad esempio: sto usando come riferimento loschema elettrico del Lafayette Comstat 25 del quale il Tenko era un clone.
Tuttavia alcuni componenti - resistenze e condensatori - non sembrano coincidere.
Ricordo che nel manuale di istruzione c'era lo schema - ovviamente il mio chissà dov'è ....
Qualcuno può aiutarmi?
Grazie

Buona sera e buon fine settimana "pcost2112"

Ho "letto" il tuo appello ma ho dovuto attendere l'arrivo del mio disponibile e paziente figliolo per fargli reperire nel mio archivio un file che ricordavo di aver estratto alcuni anni orsono, in file ".pdf", dalla rivista "SPERIMENTARE 02-1975", a seguito della richiesta di un collega "CB" che voleva notizie per la riparazione del tuo stesso apparato, e ch'è reperibile sul sito:

"www.introni.it" vecchie riviste

Lì avevo trovato l'articolo che ti allego sul "TENKO 23+", redatto in modo ineccepibile tanto da poter essere considerato come un "Service Manual" completo anche dello Schema Elettrico dell'apparato.

La qualità dell'immagine dello schema non è eccellente ma spero che comunque, dopo il restauro che avevo praticato, possa soddisfare le tue esigenza.

Gradisci un cordiale saluto, un augurio per il nuovo Anno 2021 e di successo nel ripristino di questa vecchia gloria della "CB".

Massimo IK8 TEA

10
Il problema di base, almeno per me, e' che non sopporto avere il negativo sullo chassis dell'alimentatore. Ad esempio, se connetti il positivo dell'rtx nella boccola positiva, mentre il negativo lo sposti su una vite dello chassis dell'alimentatore, l'rtx si accende, mentre non vorrei che lo facesse (se fosse isolato non lo farebbe). Inoltre, poiche' il negativo dell'rtx e' collegato alla sua carcassa e di conseguenza alla sua antenna, io cosi' vincolo i due negativi allo stesso potenziale. Giusto sarebbe lo chassis dell'alimentatore collegato alla terra.
Scusate, saranno mie pare.
73' Franco

Per KZ, ho smontato completamente l'alimentatore come il tuo, gli ancoraggi del pcb allo chassis sono dei rivetti filettati e quindi occorrerebbe eliminarli e sostituirli con torrette isolate e filettate in nylon. Non e' detto che non lo faccia se trovo queste torrette.

scollegarlo sarà dura...
buona parte delle viti che fermano lo stampato sono collegate al guscio, a meno di non usare colonnine e viti in plastica, che potrebbe anche essere una buona idea.

Buon Pomeriggio per tutti e buon fine settimana.

Ho "letto", apprifittando della presenza oggi del mio paziente figliolo, questa discussione e, nel concordare al 100% con le osservaioni del caro Franco, possedendo dal 1981 un Alimentatore Zetagi 1220S esente dal problema in argomento ed anche dal 2007 un Alimentatore Proxel AV800 Switching con la connessione del case al Negativo di alimentazione a bassa tensione e privo del  collegamento a massa nella presa per l'alimentazione di rete.
Mi vorrei permettere, quindi, di suggerire la soluzione facile che ho adottato con l'interposizione di due foglietti d'isolante in Mica dei Transistor di potenza tra le colonnine metalliche e le piste del circuito stampato, in corrispondenza dei fori per le viti di fissaggio del circuito al contenitore isolandone, pertanto, elettricamente il Polo Negativo dal contenitore e superando il problema; poi, ho provveduto a collegare il contenitore dell'Alimentatore con una corta briglia al terminale della presa di Terra del connettore di rete, migliorando anche la schermatura dai disturbi residui dello Switching.

Sia gradito un mio cordiale saluto per tutti ed un augurio sentito di Buon Anno 2021 

11
discussione libera / Re:Disturbo fastidioso su tutta la banda UHF
« il: 06 Gennaio 2021, 13:46:04 »
P.s. Arnaldo e non Armando!!!
Chiedo scusa per l'errore!!!!

inviato GT-I9505 using rogerKapp mobile


12
discussione libera / Re:Disturbo fastidioso su tutta la banda UHF
« il: 06 Gennaio 2021, 12:54:33 »
Buongiorno, buon Anno 2021 e Buona Befana per tutti !!

Dopo i convenevoli di rito, vorrei permettermi di aggiungere alla domanda posta dal caro Armando anche un'altra che ritengo non sia di minore rilevanza:

-Che tipo di Radio sono e che Marca/Modello quelle coinvolte nel problema in discussione........

Un rinnovato cordiale saluto con l'augurio che il "funesto" Anno 2020 sia relegato e dimenticato per sempre nella notte dei tempi.

Massimo IK8 TEA

13
discussione libera / Re:microfono SM-8
« il: 27 Dicembre 2020, 18:10:08 »
Buona Domenica , e ancora Auguri, Qusta mattina voglio parlere del mio Micr. SM-8 con + di vent'anni di onorato lavoro.E' da un po di tempo che fa capricci visto e rivisto qualche massa magari un po precaria , rifatto un buon cek-up , si emesso a funzionare alla grande , qualche giorno fa vado per trasmettere come al solito  noto che la modulazione non esce più , controllo un po il circuito la capsula e poi i 3 Tr.sono buoni,  quello che noto invece è che, dove è collegato il cavetto che porta dal circuito il segnale alla capsula sia sul positivo che sul massa(calza) arrivano gli 8 volt , credo che non sia normale? Aspettando che qualcuno mi desse delle delucutazioni, ringrazio. Vinc.

Buona Domenica "cramid1" ed un augurio di buone festività di fine Anno "funesto" 2020 mentre, per il nuovo Anno 2021, l'auspicio per tutti è di buona salute e ripresa del desiderio di vivere e vivere bene.

Ho "letto" il tuo appello e, dal momento che hai già revisionato il "giocattolo" dimostrando di avere manualità, penso che possa tornarti utile questo Schema che ho in archivio, reperito in rete, che ho fatto rintracciare dal mio paziente figliolo e che  accuratamente restaurai molti anni fa quando la vista mi aiutava perfettamente.

Con l'augurio che questo schema ti aiuti ad identificare l'origine del problema che hai segnalato gradisci il mio augurio di successo.

Massimo IK8 TEA

14
Ciao a tutti e auguri!
Qualcuno sa dirmi come procedere? La manopola trabballa durante la rotazione.
Grazie,
Riccardo IT9IBL

Buongiorno Riccardo e Buona Domenica.

Ho "letto" la domanda e penso che possa esserti utile l'immagine allegata se hai, a supporto, attrezzi ed una discreta manualità e sei anche fortunato a che l'oscillazione non sia dovuta ad un cedimento della sede di rotazione dell'alberino dell'Encoder che, in tal caso grave andrebbe sostituito....penso però che tutto possa risolversi soltanto stringendo un pò e senza eccesso le parti indicate...

Gradisci un cordiale augurio di successo e per ll nuovo 2021.

Massimo IK8 TEA

16
discussione libera / Re:Manuale operatore Galaxy Uranus
« il: 13 Dicembre 2020, 21:50:09 »
Buona sera, cortesemente desideravo sapere se qualcuno mi può aiutare a trovare il manuale d’uso del cb Galaxy Uranus. Ad internet non l’ho trovato. Ancora grazie anticipato a chi mi aiuta.
inviato iPhone using rogerKapp mobile

Buonasera e buon fine Domenica per tutti.


Ho "letto" l'appello ed approfittando della presenza del mio paziente figliolo ho fatto cercare quanto ho in archivio per questo apparato, dalla scarsa fortuna, in effetti del tutto simile agli altri già segnalati dagli ottimi colleghi intervenuti prima di me nella discussione.

Spero che i file allegati in Inglese, purtroppo, possano soddisfare le tue aspettative.

Cordialmente.

Massimo IK8 TEA

17
Autocostruzione / Re:LDMOS MRF101 APPROFONDIMENTI
« il: 12 Dicembre 2020, 12:34:15 »
Ciao Arnaldo,  buongiorno...
mi puoi spiegare perche tra il dissipatore in alluminio ed il transistor è interposta una piastra in rame ?
Questa soluzione è presente in tutti i progetti con LDMOS ( esempio MRF300 e superiori MRF1k50, ecc ).
Grazie

Buongiorno "Denis751"

A Domanda....Risposta !!!
Credo che la tabella disponibile anche in Internet e che allego risponda pienamente alla tua domanda e spieghi, chiarendolo, il perché e la validità di certe scelte tecniche.....

Conducibità termica.

Sostanza a 25°C           k [W/m°C] k [kcal/hm°C]

Ottone Cu 70%, Zn 30%     111        95

Zinco                     112        96

Alluminio              204        175


Rame                   386        332

Con un saluto cordiale ed un augurio di buon fine settimana per tutti.

Massimo Ik8 TEA

P.S.Scusate per l'allineamento errato ma la tabulazione si è spostata nel passaggio di verifica del testo prima della pubblicazione !!
Massimo Ik8 TEA



18
Ciao a tutti. Sono entrato in possesso di un Galaxy Pluto che ha dei problemi, tra cui quello più importante che slitta in frequenza di continuo. Su questo Pluto qualcuno ha messo le mani e anche in maniera "orrenda". Hanno sostituito dei pezzi con le prime cose che trovavano secondo me.

Le cose che ho già fatto in generale sono:

Cambio condensatori in perdita (erano più di 10 che ormai erano a miglior vita).
Pulizia contatti generale
Ripristino trimmer originali
Ripristinati condensatori originali e di valore corretto
Ripristinata qualche pista interrotta

Come accennato prima la radio si accende, trasmette in tutte le modalità, solo che ha il problema che slitta di continuo in frequenza. Mentre si modula sale di 3khz, poi scende di 2 ecc... in pratica si muove sempre.
Il pluto in mio possesso monta la scheda ept360011B. Il problema si presenta sicuramente in tx, in quanto ho usato un sdr come scanner, e credo anche in rx poiché il frequenzimetro integrato slitta anche lui di continuo. Cosa posso fare per risolvere il problema? Nel caso ho anche un Connex 3600 (EPT360011Z) da poter cannibalizzare (anche se eviterei, in quanto questo connex funziona perfettamente).
Grazie mille in anticipo.


Buonasera e buona settimana "dexter90".

Premetto che non intendo sovrappormi e/o sostituirmi ai Notevoli Colleghi che mi hanno preceduto in questa discussione e spero di non essere interpretato come "offensivo" ma vorrei permettermi di fare alcune considerazioni che ritengo siano utili a tracciare una strada corretta mirata a prevenire errori inutili e prevedibili con perdite di tempo e danaro.

Mi sono sono fatto leggere tutta la discussione dal mio volonteroso ed ancora paziente figliolo (anche lui "Elettronico" per studi) essendo rimasto incuriosito dal tuo intervento di apertura della discussione, intervento che ho fatto evidenziare, e poi da tutto il seguito.....devo dire che sono rimasto sconcertato....ancora un pò e di sostituzione in sostituzione lo rifarai per intero questo "Galaxy Pluto" !!.

A parte le sagge e lodevoli sostituzioni di getto della componentistica trovata non conforme mi sento di doverti dire che tutto il resto è soltanto costosa e deludente improvvisazione poiché le riparazioni in elettronica vanno condotte, schemi alla mano, con un minimo di saggia, ragionata e sopratutto economica "Ricerca Guasti" fondata sulla capacità d'interpretazione corretta degli Schemi Elettronici e sul riconoscimento delle funzioni dei vari circuiti.
Purtroppo è emerso che a te ancora mancano queste doti anche per le ripetute ammissioni che hai fatto quanto ad inesperienza e modeste conoscenze di elettronica pur se contrastate da una ferrea e lodevole volontà di costruirti buona esperienza.

Il tempo è "galant'uomo" e mi ha fatto imparare che nelle Domande, generalmente, è già insito un embrione di Risposta ed infatti la "Ricerca Guasti", che io venero come una religione, difronte alle caratteristiche dichiarate del difetto lamentato mi avrebbero portato ad esaminare la "stabilità granitica" di tutte le "Tensioni "Stabilizzate" in circuito durante il passaggio dalla Ricezione alla Trasmissione e durante i picchi di modulazione e poi sarei passato con metodo a tutte le altre iniziative e fasi successive.....
Solo per inciso, ti sei accorto, Schema alla mano, che negli "Chassis" della Serie 3600xxx nel circuito ci sono due stadi di "Alimentazione Stabilizzata" uno a "5V" ed uno a "7.5V" che, in caso di qualsiasi instabilità di funzionamento, sarebbe stato importante investigare per primi??.....e quì intendo fermarmi.....

Scusandomi per la durezza del "pistolotto" gradisci in umiltà un abbraccio, un augurio di successo ed un augurio di buone festività per il fine anno.

Con simpatia.
Massimo IK8 TEA

19
Anche io ho l' 8001S, ma non ricordo ci sia questa schedina. Appena mi capita di aprirlo controllo.
Toglimi una curiosita'...quel trimmer VR311 serve semplicemente per regolare l'indicazione dello smeter quando si mette in posizione MOD per vedere la percentuale di modulazione ? Oppure regola anche la modulazione e di conseguenza cambia l'indicazione sullo strumento ?

Buon giorno Patrizio e buona settimana.

Ho "letto" la tua perplessità e se analizzi il percorso dei segnali evidenziato in "rosso", sullo Schema che ho allegato, mi pare sia sufficientemente chiaro che il segnale che arriva alla schedina con il Trimmer "RV311" viene semplicemente prelevato dalla linea che porta il segnale di "BF" a pilotare lo stadio finale a "RF" e, raddrizzandolo, lo linearizza, con gli altri componenti presenti in circuito in modo da renderlo leggibile dal "Microamperometro S/RF/Mod".

In tali presupposti il Trimmer "RV311" non ha un effetto di dosaggio della Modulazione ma soltanto il compito di rivelarne il livello di ampiezza!!

Pertanto, per effettuare la corretta taratura di quel "Trimmer" per avere il giusto valore in Percentuale della Modulazione che verrà poi letto sul Microamperometro  sono necessari, come quando si deve dosare l'amplificazione della Modulazione per non saturare e distorcere la fonia in trasmissione, almeno un Generatore di segnali di "BF" da applicare all'ingresso microfonico del trasmettitore ed un Oscilloscopio.

Tutto questo per visualizzare, attraverso l'analisi della forma d'onda a "RF" modulata in uscita, durante la trasmissione, il livello della Modulazione e riproporlo correttamente come  lettura sullo Strumentino del Ricetrasmettitore.

Spero di aver dissipato i dubbi e salutando auguro con l'occesione un sereno e proficuo periodo di festivtà di fine anno 2020.

Cordialmente.

Massimo Ik8 TEA

20
Buongiorno a tutti, anche il mio ha un leggero ritardo passando da RX a TX ma è una cosa accettabile.
Avrei un quesito: a cosa serve il trimmer visibile nella foto? perchè in quello di mio fratello non c'è?

Buon Pomeriggio e Buona Domenica "Finale Bruciato".

Il "Midland 8001S" è stato prodotto in varie versioni adattate ai mercati ed alle richieste dei vari committenti.

Purtroppo da qualche tempo ho problemi importanti di vista ed oggi, avendo il mio paziente figliolo a casa, ho potuto chiedere a lui di cercare lo schema esplicativo che ti allego.
 
La Schedina che hai fotografato, presente nel tuo "Midland 8001S" col Trimmer "VR 311" ed il circuito di controllo del "Valore di Modulazione in % " serve per farlo leggere nello "Strumentino S/RF & Mod." del Ricetrasmettitore come ho evidenziato in "rosso" nello schema allegato.

La mancanza della Schedina nel "Midland 8001S" di tuo fratello, quindi, dipende certamente dal Tipo/Versione/Serie di produzione che lui ha acquistato.

Sperando di aver dissipato il tuo dubbio saluto ed auguro ogni bene e serenità per le prossime difficili festività di fine Anno 2020.

Massimo IK8 TEA

21
discussione libera / Re:ricerca simulatore
« il: 05 Dicembre 2020, 23:14:59 »
si.......... appena avuto la sigla (3 anni fa) l'ho detto ai miei figli e il chimico mi ha subito soprannominato
cloruro di sodio.

Buonasera Enrico.

Ho "letto" la tua chiarificazione e vorrei permettermi, senza alcuna velleità ed in cordiale Hi !! , di correggere il tuo scherzoso figliolo "chimico" e quindi, per essere più "chimicamente" preciso ricordare che il sale a sigla "KCl" è il "Cloruro di Potassio" [ (K) Potassio  e (Cl) Cloro] che, come minerale, viene chiamato "Silvite".

Un sentito saluto ed un augurio di felici prossime festività.

Con simpatia.

Massimo IK8 TEA
(Soprannominato dal primo "radioamatore" collegato, nel 1998, "Tanto Edotto Amico" !! Hi !! Hi !!)

22
riparazione radio CB / Re:Trimmer VR22 sul MIDLAND 8001 S
« il: 21 Novembre 2020, 18:48:37 »
Buonasera CB-Amatori,
scacciavitando a destra e a sinistra ho notato il trimmer VR22 nel 8001S, qualcuno sa a cosa serve?

Grazie  [emoji106]

Buon pomeriggio e buon fine settimana per tutti.

Ho "letto" l'intervento di apertura della discussione ed indipendentemente dalle varie versioni del Midland 8001 e dalle varie Serie di "Chassis" Tipo "EPT 3600-xxx" che hanno corredato I Ricetrasmettitori in Banda "CB" introdotti sul mercato in quel periodo, verso la fine della mia attività in Banda Cittadina, confesso di esserne rimasto affascinato per la presenza del Lettore di Frequenza che evitava la necessità di far capo ad un frequenzimetro esterno, come facevo ormai da tempo.....
Ne avrei certamente acquistato un esemplare da affiancare al mio eccellente "Midland 7001 Precision series AM/FM/SSB 120 Canali".

Ormai, avendo in arrivo la licenza da "radioamatore" ed avendo anche già ascquistato un "TS440S/AT Kenwood" decisi di desistere ma un caro amico e collega "CB" inguaribile smanettone che lo aveva acquistato e che si riferiva sempre a me per informazioni di carattere tecnico mi chiese informazioni sulla modifica del comando di "Sintonia Fine" in SSB per poterlo rendere simultaneo in Tx/Rx ed il ruolo dei vari "Trimmer semifissi" presenti in circuito.

Ho ricordato, quindi, di avergli anche preparato una copia dello Schema del "Midland Alan 8001S", commentato con note in rosso sul circuito di "Sintonia Fine e Grossolana (Coarse)" come da schema elettrico che mi sono fatto rintracciare nell'archivio e che mi permetto di allegare come utile riferimento per chi fosse interessato all'argomento.

Con la raccomandazione di NON TOCCARE regolazioni interne agli apparati senza avere contezza di quello che si fa e senza un minimo di strumentazione di base sia gradito il mio cordiale saluto per tutti.

Massimo IK8 TEA

23
2SC2094 Finale
2SC1947 Driver
Se ti puo' essere utile ti allego il manuale dell'IC251 con lo schema a blocchi e le procedure di tatatura.

Buon pomeriggio e buon fine settimana per tutti.

Vorrei permettermi di aggiungere, e senza voler minimamente sovrappormi, una piccola "ciliegina" alla bella "torta" preparata dal caro e stimatissimo Franco IK4 MDZ  che ha allegato la più bella copia che mai io abbia visto del Manuale dell' IC-251 A/E allegando, a mia volta, la migliore copia dello Schema Totale che a me sia riuscito di recuperare, a suo tempo, per il mio personale archivio.

Con Stima e Simpatia gradite il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

24
Galaxy / Re:Galaxy Saturn non commuta più in TX
« il: 05 Novembre 2020, 10:26:59 »
Buon Pomeriggio al Gruppo di RK..questa mattina mi sono deciso a fare l'intervento sostituzione diodi in questione della mia Galaxy e posso ritenere che il lavoro è andato a buon fine e la radio adesso commuta che è un piacere ,ho notato che nel provare la radio mi sono accorto che il Roger Beep che era ammutolito da tempo si è rimesso a funzionare ,evidentemente uno dei due diodi era legato anche al funzionamento del beep finale ,ho già fatto delle prove in Qso locale e tutto funziona alla perfezione ..voglio ringraziare immensamente IK8 TEA Massimo, e Acquario 58 per il loro sostegno tecnico che mi ha permesso di far tornare la mia Amata Galaxy in perfetta forma                           
                              73' al gruppo
                                  Madison

Buongiorno "madison".

Ho "letto" con piacere la tua replica e sono felice che ti sia riuscito l'intervento di ripristino del tuo Galaxy.
Mi corre l'obbligo di ringraziarti per due importanti motivi e cioè per il fatto di aver anche confermato ai lettori ed ai partecipanti del Forum la soluzione favorevole del problema e che, quindi, potranno utilizzare in "Ham Spirit" questa discussione ed il suo sviluppo per risolvere problemi analoghi. Infine, poi, per le belle parole che mi hai voluto rivolgere e che per me suonano a conferma di validità del "Codice dei Radioamatori" di Sir Hiram Percy Maxim che ho adottato a "Vangelo"( quasi come il Giuramento d'Ippocrate per i medici ) quando nel 1971 decisi di entrare a far parte della comunità Radioamatoriale.

Con l'augurio di buon prosieguo per la tua attività, gradisci il mio più cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

25
---

E' sempre più difficile inserire, in auto moderna, un baracchino o RTX similare.

Ma è un pò più possibile posizionarlo decentrato (che dico: sotto il sedile).
Unico, principale, problema: il cavo del microfono.

Or, con tante chincaglierie orientali, è possibiltà di applicare, alla presa micro del 48,
un piccolo scatolozzo ed avere, poi, un micro simil 48 ma con collegamento senza fili?
Bluetooth, wireless, ecc. Perdinci  [emoji1] hanno prodotto qualcosina?... 


"Piluccando" tra le discussioni accese nel Forum sono riuscito a "leggere" questa che mi ha fatto ricordare i bei tempi ('71-'89) in cui, operavo in CB molto spesso in Mobile ed a seguito delle nuove normative del Codice della Strada, si era molto spesso costretti ad evitare di farsi vedere alla guida con il Microfono in mano a chiacchierare guidando e quindi a nasconderlo per non prendere multe salate od anche subire il sequestro dell'RTX.

La "DAIWA" aveva messo in commercio il bellissimo Kit di Microfono a Raggi Infrarossi "RM 940" con una interfaccia da applicare alla presa microfonica dei Ricetrasmettitori che consentiva anche la commutazione Rx/Tx a distanza.

Questo era un "gadget" veramente utilissimo ed efficientissimo che ebbi la possibilità di acquistare a 212.000 Lire (Cat. Marcucci 1985) c/o MARCUCCI  unitamente allo RF Speech Processor "RF-660" a 113000 Lire che, ancora oggi volendo, potrei riattivare se fosse necessario.

Purtroppo, già da molti anni, la "DAIWA" Industries nel settore "HAM RADIO" ha fortemente ridotto la sua attività ed ha dismesso la produzione  di tutti quei "gadget" che andavano molto di moda negli anni '80 come il famoso ECHO "ES-880", l'RF Speech Processor "RF-660"e questo Kit Microfonico RM-940 che non essendo più prodotto non credo sia facilmente reperibile in rete internet via E-Bay neanche tra l'usato.

Giusto per completezza d'informazione e farti lustrare gli occhi ti allego copia dei Manuali dei miei due "gadget".

Gradisci un cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA   





26
Galaxy / Re:Galaxy Saturn non commuta più in TX
« il: 27 Ottobre 2020, 18:05:33 »
buon pomeriggio al gruppo
oggi mi sono deciso a guardare la mia Galaxy con piastra EPT360014B ,apro la radio ,guardo lo schema elettrico che mi ha inviato IK8 ,seguo il suggerimento di Acquario 58 cerco il D81 e il D 82 ma non ne vedo traccia vedo il D 79 il D 80 praticamente vedo tutti i (D) ma del 81/82 nessuna traccia, riguardo lo schema, noto che dovrebbero essere in zona TR 41 ma niente da fare ,non ci sono ,perlomeno io non li vedo ,perciò o io sono orbo o qualcosa non torna sullo schema che è stato postato, con le scuse di dovere, mi affido ancora alle vostre indicazioni Cordialità Madison   

Buon pomeriggio "madison"

Sono riuscito a "leggere", approfittando della presenza di mio figlio, delle tue perplessità nella ricerca dei Diodi di Commutazione Tx/Rx già indicati sullo schema che ti avevo già trasmesso e mi rincresce di non aver pensato ad aggiungere oltre allo schema anche l'immagine della piastra dello stampato disponibile nel "Service Manual" del tuo Galaxy, con il "lay-out" della componentistica, e che avevo preparato anche per l'amico cui in precedenza avevo mandato il solo schema.

Adesso, quindi, ti allego quell'immagine con l'identificazione in rosso della posizione dei due Diodi veramente di non facile visualizzazione..... Hi !! Hi !!

Nella realizzazione delle piastre di circuito stampato, infatti, la posizione della componentistica montata non è sempre facile da rintracciare poiché per esigenze di realizzazione non è proprio possibile mantenere la semplicità identificativa realizzata con lo schema elettrico stampato.

Nella speranza di aver completato correttamente l'azione di supporto gradisci ancora un cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

27
discussione libera / Re:La questione X del Q...
« il: 22 Ottobre 2020, 16:01:41 »
Buon pomeriggio "Aquila" IU0 OGA (meglio sarebbe il nome di Battesimo, HI !!)

Sono riuscito a leggere e mi ha veramente attratto la tua osservazione poiché sono stato, quando ero "ON AIR", un feroce stigmatizzatore dell'uso fortemente distorto nel significato di alcuni degli "acronimi" del Codice di Comunicazioni "Q", che erano più comunemente utilizzati da parte anche di alcuni anziani "radioamatore".

Atteso che il Codice "Q" è nato ed è stato destinato alle Comunicazioni via Radio in Telegrafia, purtuttavia se ne è diffuso, per alcuni "acronimi", anche l'uso per brevità nelle comunicazioni in Fonia dove la fantasia di alcuni, viaggiando, ne ha di fatto distorto il corretto significato originale che per una sorta di "malvezzo" ha trovato un diffuso proselitismo.
     
Peraltro, già dal 1971, quando cominciai l'attività Radio in Banda Cittadina, mi ero attentamente documentato nel merito, per aver ascoltato per la prima volta pronunciare questi "acronimi" con molto sussiego dagli altri colleghi "CB" ed averli fortemente contestati e corretti, ebbi la soddisfazione di veder pubblicato, a sostegno della mia battaglia, sulla Rivista "Selezione Radio e TV"(N.ro:7/8-1976) un articolo di Piero Soati, notevole scrittore, conoscitore ed esperto di Radiocomunicazioni che forniva nel dettaglio tutti i Codici con gli "acronimi" abbreviativi impiegati nelle Radiocomunicazioni......ho perso il conto di quante copie di questo articolo ho diffuso verso coloro che utilizzavano con significato distorto e scorretto le sigle del Codice "Q" nelle Comunicazioni in Fonia AM/FM/SSB.....

In risposta al tuo dilemma, quindi, mi permetto di allegare anche per te copia dell'articolo con evidenziati in Rosso gli "acronimi" correntemente utilizzati nel nostro mondo, anche per comunicazioni in Fonia ed il loro corretto significato.

Chiedendo scusa per l'atteggiamento di tipo "presunntuoso" gradisci il mio cordiale saluto ed augurio per la tua attività in Radio con l'invito ad unirti alla mia battagli e farti con me vessillifero della verità sul Codice "Q".

Massimo IK8 TEA

28
Galaxy / Re:Galaxy Saturn non commuta più in TX
« il: 15 Ottobre 2020, 14:46:45 »
Buon pomeriggio "madison".

Ho "letto" nonostanti i miei limiti il tuo appello e, con l'aiuto di mio figlio oggi a pranzo da me, ho reperito nel mio archivio una copia dello Schema del Galaxy Saturn su cui, per richiesta di un altro amico CB, non molto abile nell'interpretazione degli schemi ma dotato di buona manualità, negli anni '90, ricordavo di aver evidenziato in rosso i principali circuiti coinvolti nella commutazione RX/TX.

Non conosco le tue abilità ma, sperando di esserti d'aiuto allego quello schema commentato augurandoti di riuscire nella riparazione con questa piccola dritta......credo sia intuitivo il fatto che vada investigata l'integrità della componentistica che insiste a contorno del circuito evidenziato oltre alle più elementari azioni di verifica di saldature e connessioni.

Sperando di esserti stato utile in qualche modo gradisci il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

29
discussione libera / Re:Fulmini e temporali
« il: 28 Settembre 2020, 16:53:32 »
Buon pomeriggio per tutti.

Nel vedere riproposto questo argomento di discussione che periodicamente mi pare divenga di attualità in occasione del peggioramento delle condizioni Meteo/Climatiche ho ricordato di aver contribuito alcuni anni fa nel Forum ad una Discussione analoga che vorrei permettermi di riproporre:

https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=65931.0

con il racconto di una mia piccola esperienza nel merito agli albori del mio  approccio in Banda Cittadina (1971) e la soluzione, rivelatasi molto efficace, che ne derivò e che mi ha accompagnato e protetto fino a quando ho potuto disporre dell'impianto di antenne.

Rimane fondamentale, in ogni caso, il distacco preventivo dell'impianto dalle utenze all'avvicinarsi del maltempo....meglio un Dx/QSO interrotti che la distruzione in massa delle apparecchiature !!

Un saluto cordiale

Massimo IK8 TEA 

30
Autocostruzione / Re:Che meraviglia !!!
« il: 25 Settembre 2020, 09:59:20 »
la piega presa dalla discussione ci porta su una strada lunga e irta di pericoli: cosa è la felicità? sei quello che sei o sei quello che hai?

Buongiorno "kz" e Ben riletto con piacere !!

Il tuo dubbio "Amletico" mi ha tirato per le orecchie spingendomi, per similitudini, a filosofeggiare con un intervento fuori argomento e riportandomi ai ricordi di studio quando incontrai un Filosofo Greco, dell'epoca in cui gli uomini erano più saggiamente abituati a pensare che ad agire nel male, ed a cui riconosco l'abilità di aver già da allora fornito una risposta corretta al tuo "Dilemma Amletico"........:

PROTAGORA:
 "L'uomo è la misura di tutte le cose, di quelle che sono in quanto sono e di quelle che non sono in quanto non sono"... ed a mio avviso la Felicità dipende soltanto da come decidiamo di vivere la vita e di valorizzare ciò che preferiamo...." ESSERE O POSSEDERE " !!!

Con un forte abbraccio per la stima che meriti ed augurio per un felice fine settimana,

Massimo IK8 TEA

31
Autocostruzione / Re:Che meraviglia !!!
« il: 25 Settembre 2020, 08:52:05 »
Buongiorno per tutti e...ben letti.

Recita un antico "adagio" che "La Ricchezza non dona la Felicità" !!

La domanda, da Misero "radioamatore" ed in "Ham Spirit", ben lungi da un insano sentimento d'Invidia,.....mi è sorta spontanea !!....Non è che per caso David AC2IQ ed Ulrich N1UL siano proprio quelle eccezioni che confermano certe regole ??? 

Ai posteri l'ardua sentenza !!.

Un saluto cordiale per tutti con l'augurio per un prossimo felice e sereno fine settimana.

Massimo IK8 TEA

32
Ciao Massimo , l'ho presa trovando l'inserzione per caso , il prezzo era molto invitante ma senza possibilita' di provarla , il venditore non era radioamatore e non aveva antenne .....
.... mi e' andata bene , funziona tutto , la radio era corredata di una fattura successiva a questa discussione di CSY che risolveva i problemi elencati e una revisione completa .

Buonasera Dario e....Ben Riletto !!.

Nel ringraziarti per la cortese ed esplicativa replica ritengo di poter affermare, senza tema di smentite, che sei stato fortunato e, per dirla proprio con un vecchio "adagio", "Sei nato con la camicia" !!! Hi !! Hi !!.

Ancora un saluto cordiale con l'augurio di poter godere a lungo e con successo le potenzialità di questo ottimo prodotto della casa Yaesu .

Massimo IK8 TEA

33
discussione libera / Re:Alimentatore ZG HP mod 1250-S
« il: 22 Settembre 2020, 09:46:55 »
Ecco perche' di solito si inserisce un minimo bleeder.

Carissimo Franco buongiorno e buona settimana.

Ho letto il tuo intervento che condivido al 100% tanto che a conferma posso dire che ho sempre collegata una lempadinetta da 12V/5W, di uso automobilistico, sull'uscita del mio Alimentatore ZG 1220s cui ho aggiunto un pò di "bottigliette" opportunamente collegate fino a raggiungere i 234000μF/48V per attenuare sull'Alimentatore lo stress dei picchi di assorbimento nelle trasmissioni in SSB alla massima potenza del mio Kenwood TS440s/AT.

Ho notato l'uso tecnicamente raffinato e perfetto della parola "Bleeder" che, a meno di conoscenza particolarmente esperta dell'Inglese Tecnico o la disponibilità di un Dizionario Specialistico quale quello Scientifico e Tecnico di Zanichelli potrebbe mandare in crisi qualche lettore.

Anche via Internet, infatti, è difficile trovare la corretta interpretazione tecnica di questa espressione pertanto, e  senza voler assolutamente offendere alcuno mi permetto, pensando possa essere utile, di allegare la pagina 14 del Dizionarietto Inglese-Italiano di Elettronica che faceva parte del Corso di Radiotecnica a pubblicazione settimanale Edito nel 1961 da Edizioni Radio e Televisione-Milano e con il quale sono cresciuto tenendolo sotto il cuscino.

Un saluto cordiale per tutti ed a te Franco con la stima ed il rispetto che meriti.

Massimo IK8 TEA

34
Ho risolto il problema resettando di fabbrica il rig expert, probabilmente il venditore l'aveva provato lasciando dentro delle tarature. Ho preso le due antenne, sono andato in campagna e ho ottenuto dei grafici coerenti. 
I tecnici della rigexpert mi hanno risposto dicendo che l'apparecchio non necessita di alcuna calibrazione e le SOL servono solo per fare alcuni test.

Faccio tesoro delle tue considerazioni che trovo pertinenti, anche se va detto che loro rispondevano esclusivamente al problema del grafico supersballato e della misura swr; sottolineavano il fatto che lo strumento non necessiti di calibrazioni out of the box ma è indubbio che la calibrazione SOL serva in alcuni ambiti, altrimenti non l'avrebbero messa.

Buonasera per tutti e ben letti.

Sono riuscito in qualche modo a seguire la discussione e Vorrei sommessamente aggiungere a quanto già detto dal caro Franco IK4 MDZ il fatto che, un oggetto che viene definito "Strumento di Misura", quale che essa sia,   per definizione e per logica conseguenza deve essere Preciso e Calibrato ed inoltre deve esserlo per tutti i tipi di misure cui è destinato e/o in cui può essere utilizzabile.
Pertanto, se il produttore è serio ed affidabile, a mio avviso deve comunque corredare lo "Strumento di Misura" anche di aggiornamenti Sw e di kit Hw di accessori di Calibrazione, validi per tutti i tipi di misure, affinché possa essere sottoposto a controlli periodici per correggerne eventuali derive conseguenti l'uso e l'inevitabile invecchiamento.
(Es.: In meccanica, per le misure dimensionali, esistono i Kit accesori di "Blocchetti Johansson" per il controllo e regolazione di tutti gli strumenti di misura dimensionali )

Scusandomi per l'invasione, sia gradito il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA 

35
antenne radioamatoriali / Re:Skipperwire SK1 defunta
« il: 15 Settembre 2020, 09:35:32 »
Ho voluto fare una prova togliendo i 50OHm tra il polo dell'elemento radiante e il contrappeso, cioe' misurando con il vna il comportamento della skipperware.
la prima foto e' con il filo da 4.5 metri attaccato e buttato per terra senza riguardo alcuno, la seconda invece senza filo irradiante, Miracolo, il filo irradiante non serve a nulla.
Osservate la curva dell'SWR. E' perfetta in entrambe i casi. Cio' mi fa dedurre che il filo non serve a nulla, puo' essere piu lungo, corto, o non esserci poiche' quello che conta e' il budino dentro la "scatola grigia". Come vorrei conoscerne i componenti e il cablaggio "miracoloso". Pero' mi fa dedurre una cosa, forse sbagliata, che questo tipo di antenne sono delle prese in giro. Chissa quanta potenza viene effettivamente irradiata, forse qialche watt su 100W in ingresso.
Cosa ne pensate ?
73'Franco

Buongiorno caro Franco e ben riletto con grande piacere.

Purtroppo vado peggiorando ma sono riuscito comunque a dare un'occhiata a tutte le foto ed ai commenti che hai allegato alla discussione ed una delle prime fantasie che mi è venuta nel vedere l'oggetto.....: "Vuoi vedere che si tratta soltanto di un Carico Fittizio abilmente mascherato Antenna con tutta quella la resina nel contenitore per favorire la dissipazione del calore ??" e magari venduto anche a caro prezzo per aumentarne la credibilità !!

Ti dirò ancora che l'ultima verifica che hai fatto mi ha fortificato nell'ipotesi !!....

Ha detto qualcuno che:..."A pensar male non è bene ma...qualche volta ci si piglia !!"

Un forte abbraccio, sars-covid-19 permettendo, ed un saluto cordiale con la stima che meriti.

Massimo IK8 TEA

36
discussione libera / Re:BESTEMMIE RIPETUTE SU ECHOLINK NAZIONALE
« il: 14 Settembre 2020, 08:32:51 »
grazie, che smemorato che sto diventando.... ho il software installato sia nel pc che nello smartphone...
inviato SM-A600FN using rogerKapp mobile

Buongiorno Paolo ben riletto e Buona Settimana.

Purtroppo gli anni lasciano il segno !!!!........Ed io....credevo di essere il solo a poter dimenticare quanto mangiato a pranzo...visti gli acciacchi e l'età !! Hi !! Hi !!.

Un forte abbraccio, Sars-Covid/19 permettendo.

Massimo IK8 TEA

37
discussione libera / Re:BESTEMMIE RIPETUTE SU ECHOLINK NAZIONALE
« il: 13 Settembre 2020, 12:24:00 »
sono a digiuno di ponti... su che frequenza si puo ascoltare questo link nazionale?

Caro Paolo Buongiorno e Buona Domenica.

Al di là di ogni ulteriore considerazione nel merito all'argomento mi permetto d'inserirmi nella discussione per aggiungere qualche precisazione che ritengo importante a maggior chiarezza essendo uno dei tanti "Sysop" in "Conferenza ITARADIO" gestita dal gruppo A.I.R.C.I.N. e lo sdegno per questi episodi è infinito poichè nel mondo Radioamatoriale arriva ad essere di copertura non soltanto Nazionale ma anche Mondiale !!

EchoLink è un Software per P.C. e Smartphones reso a disposizione e scaricabile da Internet solo per gli radioamatore Autorizzati, negli anni '90, dal collega Americano Jonathan Taylor"K1RFD" e che permette ai Radioamatori, utilizzando il sistema "Voip", di collegarsi anche tramite la rete Internet esclusivamente e/o tramite una serie di normali Ripetitori Radioamatoriali in Vhf (144Mhz) ed Uhf (430Mhz) od anche con semplici "Nodi", realizzati con semplici Ricetrasmettitori su frequenza Fissa in quelle Bande, tutti collegati in Internet Tramite P.C.od altri sistemi informatici.

Nel Sistema EchoLink sono presenti necessariamente anche tutta una estesa serie di "Server dedicati" in diversi luoghi a livello mondiale per permettere lo scambio delle comunicazioni in tutto il "Web".

Le comunicazioni possono verificarsi direttamente solo tra coloro che sono presenti, autorizzati ed attivi nel Sistema via P.C. e/o Smartphone mentre i "Ripetitori" e "Nodi" collegati al Sistema possono essere accessibili DRAMMATICAMENTE via Radio anche AGLI IMBECILLI con Radio Portatili per le Bande Radioamatoriali Vhf (144Mhz) ed Uhf (430Mhz).

In tali premesse, nel tempo, si sono costituite nei vari paesi anche varie Associazioni e Gruppi di "radioamatore" che, noleggiando "Server dedicati" in Internet hanno costituito "Conferenze" (Gruppi) di libero accesso che con Ripetitori e/o "Nodi" distribuiti sul Territorio Nazionale dagli Iscritti al Gruppo che mettondo a disposizione le risorse tecnologiche necessarie, Radio e P.C., consentono una copertura globale tramite Radio e/o Smartphone oltreché tramite il P.C. per chi ha scaricato il programma ed ha ottenuto l'autorizzazione ad utilizzarlo in quanto Radioamatore Autorizzato.

In Internet non mancano ulteriori e diffuse informazioni su questo Sistema.
                                     
per il Gruppo A.I.R.C.I.N. "Conferenza ITARADIO" ed i Nodi/Ripetitori associati:

http://www.it9uqi.it/index.php?option=com_eventtableedit&view=default&Itemid=246

Scusandomi per il "pippone" e sperando di non aver urtato diverse "sensibilità" concludo augurando una felice Domenica per tutti.

Massimo IK8 TEA

38
Gira e rigira la radio di iz1xam e' arrivata a me ;)

Buonasera Dario e...ben letto !!

Spero ed auguro sinceramente per te che, sempre che si tratti effettivamente proprio di quell'apparato, i problemi denunciati e commentati negli interventi fatti in questa discussione siano cosa definitivamente superata e che non ci sia stato uno sfortunato passaggio di "patate bollenti"..... !!!!!!
Purtroppo, con l'usato è facile incorrere in simili inconvenienti.....

Gradisci, intanto, un cordiale saluto ed augurio di serena attività in Radio.

Massimo IK8 TEA

39
discussione libera / Re:CRT SS9900 :Reperire software
« il: 08 Settembre 2020, 16:28:42 »
[/size][/font]
Ciao Massimo, è veramente un piacere vedere che esistono ancora veri amanti della radio dotati di "ham-spirit" !! Non è la prima volta (l'hai fatto anche con me) che ti prodighi per aiutare qualcuno, bravo, massima stima. 73' Giorgio IV3EPO

Caro Giorgio buongiorno e buon pomeriggio.

Ho letto le belle parole che mi hai voluto rivolgere e non posso esimermi dal piacevole obbligo/dovere di ringraziarti.

Ho sempre creduto che l'essere gentili non costi alcunché e generi soltanto sentimenti di amicizia.
Inoltre, il fatto di possedere strumenti di comunicazione, così potenti ed immediati come la Radio, debba spingere gli esseri umani ad essere sempre più solidali tra loro e partecipi delle necessità comuni nell'utilizzo degli strumenti stessi; pertanto, sono da sempre un accanito sostenitore di quello "Ham Spirit" che hai voluto generosamente riconoscermi e che ho maturato per cultura familiare e di studio da un lato e per l'esercizio dell'attività radioamatoriale dall'altro sino dai primi anni '70 con l'approccio diretto alla Radio in Banda Cittadina.

Gradisci ancora il mio cordiale saluto e sincero ringraziamento.

Massimo IK8 TEA

40
Grazie Davide ho trovato il tutto. Stanotte mi e' venuta una forte labirintite e faccio una fatica enorme anche a tenermi in piedi, devo appoggiarmi alle mura. Non appena mi saro' rimesso faro' le misure.
Chi scrive e' mia figlia perche' non sono in grado di alzarmi.
Martedi' vado a fare delle manipolazioni da Guidetti che e' il migliore in Italia e per fortuna e' un amico di famiglia, non e' la prima volta che mi succede ma mai mentre dormivo.
Grazie per la risposta
Franco
Buongiorno e Buona Domenica Franco.

Ho letto con dispiacere dell'inconveniente che ti è capitato e desidero trasmetterti, anche se fuori dall'argomento in discussione, tutta la mia intensa partecipazione all'augurio, già trasmesso anche da altri eccellenti colleghi, per una pronta guarigione.

Con un forte abbraccio.

Massimo IK8 TEA

41
Microfoni / Re:sadelta bravo -2
« il: 29 Agosto 2020, 22:30:49 »
ciao a tutti. dovrei controllare un microfono sadelta bravo-2 .
aqttualmente funziona solo lo strumento della modulazione e l' altro (compressione) non si muove per nulla. ho provato a cercare lo schema in rete ma non trovo niente. un aiuto ? eventualmente  che componenti controllare  per capire dove sta l' errore? l' interuttore vox  sul retro serve a qualcosa o no ?
grazie per ogni eventuale aiuto. cordiali saluti  danilo lupo rosso

Buona sera "lupo rosso" e buona Domenica.

Scorrendo velocemente gli ultimi interventi nel forum ho letto la tua richiesta e penso possa tornarti utile lo schema Sadelta che ho trovato nel mio archivio e che ti allego.

Sperando di essermi reso comunque utile gradisci, intanto, il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA


P.S. Ho ricordato anche di avere conservato all'epoca un riferimento in Internet che allego dove ci sono anche belle immagini del Sadelta Echo Master Plus oltre allo schema e lay-out sul PCB penso sicuramente più utili di quanto ho allegato prima:

https://lx2smlx2ooo.wordpress.com/2016/04/17/sadelta-echo-master-plus-classic/

Ancora un saluto.

Massimo IK8 TEA

42
discussione libera / Re:CRT SS9900 :Reperire software
« il: 17 Agosto 2020, 16:33:35 »
IK8TEA grazie, ho aperto il sito, scaricato il software e una volta scelta la porta COM giusta ho potuto fare le modifiche.
Direi che è un programma davvero semplice ed intuitivo.
inviato SM-A530F using rogerKapp mobile


Buon pomeriggio Mattia IU5 MMJ e buona settimana.

Nel ringraziarti per la cortese replica e conferma sono ben lieto di essermi reso, casualmente ed in modo inatteso, effettivamente utile non soltanto per te ma anche per gli altri che possano avere il tuo stesso problema.

Buon divertimento, dunque...gradisci il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

43
Microfoni / Re:ICOM SM20 & 30
« il: 17 Agosto 2020, 12:41:57 »
No,  volevo solo capire quali differenze ci sono tra i 2
ICOM SM20 e 30

Buongiorno e buona settimana "Denis751"

Nel ringraziarti per la replica, riprendo la discussione poiché mi pare corretto richiamare l'attenzione sul fatto che le reali diversità tra SM-20 & SM-30 siano nel tipo di comandi disponibili sulla base dei due microfoni:

-SM-20 Pulsanti per il Cambio di Frequenza "Up & Dwn"; Pulsante "PTT"; Pulsante di Blocco in trasmissione

-SM-30 Pulsante "PTT"; Pulsante di Blocco in trasmissione; Led Blocco "PTT"

-SM-20 & SM-30 Sotto la Base: Trimmer Regolazione Amplificazione; Interruttore "Low/Cut" per il taglio delle frequenze troppo basse.

Dunque. ho motivo di credere, concludendo, che sotto il profilo delle prestazioni. in termini di Specifiche Tecniche come in tabella per l'SM-30 e visto lo schema dell'SM-20 con l'indisponibilità di quello dell'SM-30 tra i due Microfoni non ci siano reali diversità circuitali e di prestazioni.

Ancora un saluto cordiale.

Massimo IK8 TEA

44
Buongiorno e buona settimana per tutti i presenti e partecipanti.


Ho seguito, per quanto mi è ancora possibile, anche questa discussione e questo ultimo intervento di Davide che è quanto di più bello potessi ancora leggere nel merito poiché, a mio avviso, è anche conclusivo e definitivamente esplicativo del fenomeno in discussione.

Grazie ancora, Davide che in questo Forum, insieme a molti altri valenti ed appassionati colleghi, contribuisci a mantenere alto il livello di trasmissione della conoscenza .

Con la stima che meriti gradisci ancora il mio saluto cordiale e l'ennesimo applauso.

Massimo IK8 TEA

45
Microfoni / Re:ICOM SM20 & 30
« il: 16 Agosto 2020, 21:18:07 »
Ciao,  come da titolo cerco gli schemi elettrici dei 2 microfoni ICOM SM20 e 30.
Inoltre chiedo che differenze ci sono e se hanno entrambi la stessa capsula
Grazie

Buonasera "Denis751"

Ti ho letto e dal mio archivio ho recuperato i dati che ti allego.
Purtroppo se per il Microfono SM-20 (Capsula Unidirezionale a Condensatore "Elettrete") è presente lo Schema Elettrico, per l'altro Microfono SM-30 (Capsula Unidirezionale a Condensatore "Elettrete"), non ho trovato lo Schema tra i miei dati e, pur avendolo cercato, non credo sia stato reso disponibile.
Forse una E-Mail alla ICOM Jap. con la richiesta specifica potrebbe aiutare o potrebbe indicarti di rivolgersi al Centro di Assistenza ICOM Italiano.
In genere mi consta che i Giapponesi siano cortesi e disponibili e la congrua risposta potrebbe arrivare....

Sperando di essere stato comunque utile gradisci il mio cordiale saluto ed augurio di successo.

Massimo IK8 TEA 

46
discussione libera / Re:CRT SS9900 :Reperire software
« il: 13 Agosto 2020, 15:02:39 »
i SW, i manuali operativi e le immagini ufficiali della CRT sono reperibili su servicedocs.com
per il SW della V.4:
http://www.servicedocs.com/zoek/download.asp?key=18579
un saluto ed un augurio di felice ferragosto allo "Zio" IK8TEA

Buon pomeriggio caro "kz".

Ti leggo con grande piacere e non posso esimermi dal ringraziarti ricambiando l'augurio con pari intensità e meritata stima per i valori che ho imparato a riconoscerti.

Massimo Ik8 TEA

47
discussione libera / Re:CRT SS9900 :Reperire software
« il: 13 Agosto 2020, 11:45:06 »
Ho cercato nel forum  ma non ho trovato niente.. Ho realizzato il cavetto per la programmazione del mio CRT SS9900 V4 ma non riesco a trovare il software per la configurazione.

Sono andato sul sito CRT ufficiale ma non sono riuscito a trovare niente.

Qualcuno mi sa dire dove reperire il software? Grazie

Mi interessa per poter creare roger beep personalizzati.

inviato SM-A530F using rogerKapp mobile


Buongiorno "Mattia IU5 MMJ"

Ho letto l'appello e non sapendo se hai già provato a vedere quanto disponibile sul Sito che ti allego e che avevo incontrato qualche tempo fa, nel corso di altre ricerche e per altri motivi in ausilio ad un altro collega radioamatore su apparati della CRT France  provo a proportelo...:

https://www.pjbox.co.uk/pages/downloads

Sperando si essere stato comunque e casualmente utile gradisci un saluto cordiale.

Massimo IK8 TEA

48
Intek / Re:Intek Tornado 34S problema in SSB
« il: 10 Agosto 2020, 08:52:03 »
Qualcuno cortesemente sà dirmi dove si trova il VR505 (mic gain)?

Buongiorno Franco 57 e buona settimana.

Per identificare il "VR505" (Mic Gain) basta guardare sull frontale dell'apparato dov'è montato......sempre se si tratti effettivamente di una Radio CB Intek Tornado 34S come visibile dall'immagine allegata....

Un saluto cordiale.

Massimo IK8 TEA

49
Icom / Re:Calibrazione S-Meter ICOM 7000 da menu di servizio
« il: 08 Agosto 2020, 12:34:27 »
Buon Giorno a tutti

Straziante dilemma ..... Credo tutti sanno o almeno i possessori, che L'S Meter dell' icom 7000 non è molto generoso nei segnali ricevuti, mi capita spesso di avere segnaloni in altri apparati ma nel 7000 ho la metà...taglio corto....DOMANDA AI GURU:
E' POSSIBILE ....solo da menu' o menù nascosto calibrare l'S meter???    HELP ME....PLEASE
THANKS de IZ8JDE Francesco

Caro Francesco IZ8 JDE buongiorno e buon fine settimana.

Purtroppo mi rincresce deludere le tue attese poiché non credo ci sia un "Guru" nel nostro Forum, e certamente non ne mancano, che possa accontentarti dal momento che, per fare quello che chiedi, è indispensabile possedere un Generatore di Segnali Calibrato e non c'è procedura diversa da seguire come appare dalle Pagine del Manuale di Servizio (Sez.4 Proced.Allineam.in Rx) del l'IC7000, che ho estratte per te e per brevità ho condensato in un file .pdf che ti allego a conferma di quanto vado ad asserire.

Da come hai posto il quesito ritengo tu non sia adeguatamente attrezzato ed esperto e quindi nel permettermi di consigliarti di far riferimento ad un Collega veramente esperto ed attrezzato od ad un Servizio di Assistenza attrezzato e sicuro gradisci il mio cordiale saluto ed augurio per un felice fine settimana.

Massimo IK8 TEA


P.S. Ho ricordato che nella tua zona c'è il carissimo Giancarlo I8 LGL (Crotone) che ho conosciuto personalmente molti anni fa alla Fiera per Radioamatori a Pompei e che, per preparazione e competenza, penso  potrebbe essere disponibile ad aiutarti in questo frangente.

Ancora un saluto.

Massimo IK8 TEA

50
Radio Ascolto / Re:Lowe SRX-30 muto dai 0.5 ai 7MHz
« il: 26 Luglio 2020, 22:05:55 »
Buonasera "Libra" e ben riletto.

Nel ringraziare per la cortesissima replica mi rincresce di non aver potuto rendermi veramente utile.
Purtroppo non conoscendo gli apparati sono stato limitato nella raccolta delle informazioni veramente necessarie.

Onde mettere in guardia da manovre dai risultati deludenti mi vorrei permettere anche di sottolineare che, pur avendo qualche abilità in Elettronica/Radiotecnica, per procedere ad "allineamenti" &/o "ritarature" è veramente saggio ed indispensabile disporre di una minima attrezzatura specifica.

Concludo, augurando nuovamente il successo ed anche il reperimento di esperti disponibili a fornire un supporto tecnico ed eventuali attrezzature indispensabili.

Ancora un cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

51
Radio Ascolto / Re:Lowe SRX-30 muto dai 0.5 ai 7MHz
« il: 26 Luglio 2020, 10:38:04 »
Salve a tutti,
spero di scrivere nella sezione giusta, sono un SWL neofita.
Ho preso per poco questo ricevitore HF parzialmente funzionante
per ripararlo e magari fare ascolti. Il ricevitore è di tipo Wadley loop.
Praticamente, è morto dai 550 kHz ai 7 MHz; dai 7 MHz in su riceve discretamente.
Ho visto aprendolo che gli integrati TTL divisori sono ancora gli originali, ma zoccolati.
Per il resto è tutto originale. Ho ordinato una coppia di IC nuovi, sperando sostituendoli,
di avere tutta la banda dai 0,5 ai 30 MHz. Ho letto che è un difetto tipico di questo ricevitore.

Cè qualcuno che ha esperienza con questo tipo di ricevitore?
E' anche clone del Century 21.
Vi Ringrazio.
73 a tutti.
Libra

Buongiorno "Libra" (Hai inteso la Costellazione della Bilancia ?) e Buona Domenica.

Ho letto il tuo appello e, pur non conoscendo la Radio in argomento tra le note nel mio archivio, ho trovato un riferimento in Inglese pubblicato a cura di Joseph"K3JLS" che ritengo possa esserti utile:

http://www.k3jls.net/analog_century21.html

Se non hai difficoltà per la Lingua lì troverai, infatti, Note, Dati e Manuali di Servizio relativi alle due versioni, Analogica e Digitale, della Radio "Century 21" (Ten-Tec) che hai scritto essere un "Clone" della tua "Lowe SRX-30".

Inoltre, ravanando nel Web, ho trovato anche nel sito:

http://air-radiorama.blogspot.com/2017/04/come-ti-rimetto-in-funzione-il-lowe-srx.html

un interessante articolo sul "LOWE SRX-30" a cura di Giampiero Bernardini che, da quanto hai accennato nel tuo scritto, credo ti sia già capitato di leggere.

Sperando di esserti stato comunque utile gradisci il mio saluto ed augurio di successo nella riparazione che ti accingi a fare.

Massimo IK8 TEA

P.S. Mi corre l'obbligo di chiedere scusa a chi abbia già letto la mia risposta per aver dimenticato di allegare il riferimento all'articolo di Joseph"K3JLS" che adesso, correggendo, ho aggiunto all'intervento.!!!!!


52
Schemi Elettrici / Re:Schema Alan 80 (Midland/CTE/Dirland/CRT ...)
« il: 21 Luglio 2020, 11:48:38 »
Massimo for President !!!
no no no no no ... non sto cercando lo schema di un altro baracco (hi hi hi !!!)
Stavolta hai fatto davvero centro, ti ringrazio mille volte per lo schema del mio giocattolino e  un milione di volte per la cortesia e la dimostrazione di  "Ham spirit" che non si misura certo da quanto tira lontano la tua antenna ;-) ...
Mi auguro di poter ricambiare !!!

Caro Paolo IK4 UPY buongiorno e ...ben riletto !!!

Ti ringrazio vivamente per l'Ovazione di Esordio ma sarei troppo vecchio e malandato per poter affrontare un faticoso settennato Italiano !!!....Hi !! Hi !! Hi !!

Per lo "Ham Spirit" che mi attribuisci e che non è nato a caso credo di poterti veramente raccontare che penso di essere abbastanza noto nel Forum di RK come un accanito sostenitore di questa "Virtù" in ogni occasione opportuna anche perché credo fermamente nello spirito di solidarietà reciproca che dovrebbe stimolare tutti noi, Nobili "radioamatore", e tenerci lontani da sterili atteggiamenti polemici in quanto Detentori, Amanti e Cultori del primo vero strumento di "comunicazione a distanza" realizzato dal nostro grande Guglielmo Marconi che auspico da sempre sia riconosciuto "Santo Subito" per meriti speciali e per aver impresso, dalla fine del XIX mo secolo, allo sviluppo della civiltà nei campi della Scienza e della Fisica una Spinta Iperbolica che ci ha portato ad avere al giorno d'oggi tutti i meravigliosi mezzi di comunicazione di massa di cui disponiamo e che comunque fanno capo alla Sua Invenzione.

Caro Paolo ho il privilegio, tra l'altro, di venire da una cultura familiare che mi ha fatto maturare nel rispetto verso lo Strumento della Radio per aver avuto nella storia familiare di mia Madre tradizione di rapporti diretti col nostro Grande Guglielmo Marconi.

Nel ringraziarti per l'ottimo rapporto maturato e per le cortesi repliche ti auguro ancora ogni bene e soddisfazione nell'esercizio di questa Nobile Attività che amiamo entrambi.

Massimo IK8 TEA

53
Schemi Elettrici / Re:Schema Alan 80 (Midland/CTE/Dirland/CRT ...)
« il: 20 Luglio 2020, 17:25:48 »
Massimo, mille grazie per il cortese interessamento,
(e mi hai anche dato modo di notare che, da nessuna parte risultava il mio nome "vero" perche' effettivamente il mio nick e' un po' ... criptico ;-) ...)

Ti capisco, anche io sono un "collezionista" ... anche se non "seriale":
colleziono datasheet e manuali di qualunque aggeggio, elettronico e non, mi sia passato per le mani e i sottobicchieri, ma solo quelli delle birre che ho bevuto ;-) ...

Chissa' per quali alchimie del marketing la roba Midland veniva commercializzata in Francia come "Dirland" (e in italia come CTE ...) boh ... la pappa e' sempre quella, e devo convincermi che l' Alan100 francofono e' la stessa cosa dell' 80 italofono.
Il manuale che mi hai inviato e' quello "giusto" ma purtroppo lo schema elettrico (che e' anche quello che mi ha inviato Aquila ... ) per qualche misterioso motivo e' stato ridisegnato a mano dall' amico YL2GVE e non riporta nessuna indicazione dei componenti (chissa' come si chiamava l'80 in Lituania ...)
Come si dice dalle mie parti:
"piuttosto che niente e meglio "piuttosto" ...
L'eterna riconoscenza e' assicurata ma ... la caccia continua !

Grazie ancora, cordiali saluti
Paolo IK4UPY

Caro Paolo IK4 UPY buon pomeriggio.

Nel ringraziarti per la cortese replica, mi permetto di riprendere la discussione poiché sono piuttosto caparbio ed infatti, continuando a ravanare tra gli schemi degli apparati Alan che ho in archivio ne ho ritrovato uno, classificato come "Alan 100 Plus" AM/FM 40 Ch che, dal confronto circuitale che ho fatto, con qualche difficoltà per problemi di scarsa vista, mi pare sia sovrapponibile a quello del "Midland Alan 100 New 40Ch AM/FM" che generosamente aveva riproposto il collega Lituano YL2 GVE, pur con uno schema di "Lay-Out" diverso in qualche dettaglio.
Penso che, avendo la possibilità di mettere il "Paziente" sul "Tavolo Operatorio", a cuore aperto, ti sarà facilmente possibile confortarmi nella mia intuizione.

Sempre sperando di esser riuscito ancora a rendermi utile gradisci il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

54
Schemi Elettrici / Re:Schema Alan 80 (Midland/CTE/Dirland/CRT ...)
« il: 20 Luglio 2020, 10:57:36 »
Prima di tutto un cordiale saluto a tutti:
frequentatori, amministratori e "guru" ;-) ...
che bazzicano questo magnifico club di "amanti della radio" !!!

Come tanti, ho iniziato quando gli 11 metri erano "pirati" ;-) e quelli che si azzardavano a montare la "frusta bianca" in auto (almeno qua in "ZONA 4" ...)  venivano  "palettati" inesorabilmente perche' la suddetta antenna somigliava mooolto a quella montata sulle varie Alfa Romeo, quelle con le luci blu sul tetto ...
Poi esame, nominativo, ponti U/V, HF e ... SILENT KEY !!!
per anni fino a quando non c'e' stato il coprifuoco.
In quei giorni ho pensato bene di togliere la polvere agli apparati e di schiacciare il ptt e ... sorpresona !!!
la "27" era popolata "come ai bei tempi" e c'erano in aria anche tutti i "soliti noti" che ad un QSO un po' "ingessato" HAM style, preferivano la piu' informale chiacchera da bar una vera soddisfazione !!!
Cosi' ho avuto occasione di fare qualche riparazione per  amici vecchi e nuovi il che ha comportato, ovviamente, la ricerca di manuali in giro per la Rete ... ne ho trovati di tutte le razze, anche gli impensabili e poi mi sono accorto che non possedevo niente del MIO baracco :-(
(che fortunatamente funzia benissimo !!!)
Ho setacciato tutto il setacciabile, persino siti giapponesi, ma mi sono dovuto arrendere  ...
lo schema del mio Alan 80:
http://78roger.free.fr/midland/77-114new.htm
non l'ho trovato da nessuna parte ...
Sono all'ultima spiaggia ... se qualcuno ha lo schema del mio giocattolo lo prego di aiutarmi a sanare la grave ferita (ho gli schemi di tutti, meno che il mio :-( :-( :-( ...)
Si trova in giro sotto diversi "aromi" ma la "mother board"
e' marcata 411068-A  e il modello generico dovrebbe essere 77-114.
Eterna riconoscenza a chi fosse in grado di indicarmi dove pescarlo ... e ...

73+51 a tutti !
https://elektrotanya.com/alan_80a_sch.pdf/download.html
https://www.electronica-pt.com/esquema/rf-sat-receivers/alan-80-67611/
https://elektrotanya.com/alan-100_midland_77-114_new_sch.pdf/download.html

Buongiorno "rebQQtz" ed anche per tutti gli altri partecipanti alla discussione.

Ho letto il tuo appello e sono andato a razzolare nel mio archivio (purtroppo sono un accumulatore seriale di dati !!) dove per i "Midland 77-114" ho reperito Manuali in Francese e schemi di due versioni di questo apparato che mi pare sia stato commercializzato per il mercato Francese ed in due versioni di cui la prima soltanto con Modulazione in "AM" mentre la seconda chiamata "NEW"(Alan 100) con Modulazione in "AM" ed "FM" e di cui mi pare che già te ne abbia proposto un riferimento l'ottimo collega "Aquila Tw71".

All'epoca, entrambi i documenti che avevo reperito erano in pessime condizioni e mi dedicai anche a restaurarli avendo ancora la vista efficiente.
Ora provo a proporli entrambi nell'interesse di tutti i partecipanti al Forum ed anche sperando che quello in sola "AM" sia quello comunque giusto per te.

Nel Forum, tra l'altro, per l'Alan 80 Mobile e Portatile sono presenti anche altre discussioni che potrai richiamare dal riquadro per la ricerca in testa alla pagina ma non so quanto siano valide per aiutarti con il tuo problema.

Sperando di essermi reso comunque utile gradisci il mio cordiale saluto e l'augurio per una soluzione a breve.

Massimo IK8 TEA

55
Midland / Re:due prese alimentazione sul 77-861
« il: 16 Luglio 2020, 00:43:46 »
Buonasera a tutti, sono in attesa di ricevere un Midland 77-861 apparato spalleggiabile usato vecchiotto, purtroppo privo di schema e manuale, vorrei chiedere per cortesia se è possibile alimentarlo esternamente a 12 volt utilizzando la presa con un jack che normalmente è destinata al pacco batterie o se l'alimentazione esterna deve per forza essere collegata alla presa pentapolare.
Grazie per i consigli e 73 da Tonino.
la presa pentapolare ha i contatti x alimentazione esterna ....ma ha anche la funzione da switch...quando è inserito lo spinotto x essere alimentato esternamente....esclude l'alimentazione tramite batterie...

Buongiorno "Tonino Ge" ed anche per tutti i partecipanti.

Avendo letto velocemente la discussione e facendo eco a quanto già detto dall'ottimo collega "acquario58"mi permetto di aggiungere, ritenendolo utile per una maggiore completezza e chiarezza d'informazione, una copia dello schema dell'apparatino commentata in rosso in merito all'argomento in discussione.

Gradite un cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

56
discussione libera / Re:ADDIO AL GRANDE MAESTRO ENNIO MORRICONE
« il: 06 Luglio 2020, 15:02:22 »
oggi a roma all'età di 91 anni il grande compositore premio oscar Ennio Morricone.
compositore unico, bellissime le musiche per i film della serie spaghetti western di sergio leone.
ricercato dai grandi artisti del cinema (tornatore per prima) scrivendo  anzi arrangiando anche delle canzoni che noi tutti conosciamo (sapore di sale, c'era un raagazzo come me, il mondo e altre).
la sua morte lascia un vuoto incolmabile nel mondo di chi ama la bella musica con la M maiuscola.
grazie Ennio per averci regalato momenti di musica indimenticabili

Roberto Buon Pomeriggio e Buona Settimana.

Caro Roberto mi associo in pieno al tuo "Necrologio Evocativo" e piango anch'io la grave perdita della Creatività Melodica di questo vero Genio della Musica con cui ha saputo coprire tutti i Generi Musicali con un'abilità ed una modestia senza pari tra tutti i compositori del XX.mo Secolo e del primo ventennio del XXI.mo Secolo.
Un pensiero affettuoso per tutti i suoi cari ed un eterno grazie per averci accompagnato fino ad oggi con le sue indimenticabili melodie.

Massimo IK8 TEA

57
Buona sera per tutti.


Mi permetto d'intervenire nella discussione poiché, razzolando in questi giorni tra i vari articoli che custodisco nel mio archivio ne ho trovato uno, pubblicato tempo fa dal validissimo Collega IVO I6 BE, in merito al Lineare in argomento e che, non sapendo se sia già noto a tutti, credo possa essere utile ai partecipanti.

Pensando, comunque, che possa "rinfrescare la mente" a chi è intenzionato ad utilizzare ampiamente  l'Amplificatore Lineare RF CTE 747.....lo propongo in allegato sperando torni gradito.

Un cordiale saluto ed augurio di Buona Lettura per chi fosse interessato........

Massimo IK8 TEA

58
Anche DAIWA ha qualcosa....CNW 727
https://www.radiomuseum.org/r/daiwa_antennen_anpassgeraet_cnw.html

Buon pomeriggio "denis751" e Buona Settimana.

Infatti !!!

Mi permetto, dunque, di concludere il mio intervento globalmente poiché quell'amico che ho citato nel mio precedente intervento mi chiese notizie anche di questo ed io lo accontentai come avevo fatto per l'MFJ-923 che a lui piacque di più solo perché, aveva una Manopola in più !!... (Questo non ho fatto in tempo a trovarlo prima poiché, avendolo allegato ad una E-Mail, mi è stato più difficile rintracciarlo).

Gradite un cordiale saluto con l'augurio per una buona Settimana.

Cordialmente

Massimo IK8 TEA

59
Ragazzi ho avuto fra le mani e provato un ZG MB5+ che amplifica poco ,e lo strumento quasi morto si muove solo se volume và da 3/quarti in sù !!!! tutto questo con pila batteria nuova e un'altra capsula electret saldata direttamente sulla scheda, ma rimane uguale, proverò a sostituire i 2 transistor e l'integrato, ma ho forti dubbi che possa essere stato manomesso ecco perchè mi sarebbe servito avere lo schema dei valori originali di fabbrica.


Buongiorno "Gianky"(Giancarlo, credo) e Buona Domenica.

Ho letto il tuo appello e penso di poterti accontentare con il documento .pdf su modifiche che ho raccolto nel mio archivio in merito all'argomento e con lo schema dell'MB+5 che poteva avere due versioni di Capsula Microfonica, ad elettrete e di tipo ceramico ad alta impedenza.

Sperando di essere riuscito utile gradisci il mio cordiale saluto.

Massimo IK8 TEA

60
Grandioso Massimo !!!
Dico la verita'...non ne conoscevo l'esistenza di un accordatore del genere.
Grazie tante !!!

Buon pomeriggio Patrizio IK0 EHZ e buon fine settimana.


Mi permetto di riaprire la discussione anzitutto per ringraziarti della replica "Magna cum Laude" e per aggiungere, a beneficio di chi ne possa essere interessato, anche la traduzione in Italiano del Manuale dell'MFJ-923 che ho fatto alcuni anni fa per un collega che se ne era invaghito non conoscendo l'Inglese e che non volendo ostinatamente cambiare le antenne ormai chiodi arrugginiti, sperava con questo accordatore di risolvere i suoi problemi !! Hi !! Hi !!

Ho faticato un pò per ritrovare questa traduzione tra i vari Hdd dove ho disseminato, disordinatamente, queste note ma ora posso pubblicarla.

Gradisci ancora un rinnovato saluto e l'augurio di buona festività.

Massimo IK8 TEA

Pagine: [1] 2 ... 12