Autore Topic: Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?  (Letto 772 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline IU0HYR - Oscar3 (Omega3)

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 142
  • Applausi 14
  • Sesso: Maschio
  • Le cose belle durano poco o fanno male
    • Mostra profilo

Una quindicina di anni fa, per gli stampati lavati col freon o la nitro antinebbia, esisteva una vernice protettiva semitrasparente che rendeva tutto omogeneo e all'apparenza nuovo di fabbrica.

Ho un jackson e un alan 68s che ho rimediato e sistemato con calma e precisone, vanno da dio e vorrei fare il lavaggio accurato del PCB per poi verniciarlo con un trasparente che gli ridia la parvenza di nuovo e immacolato.

Che vernice uso? Le frequenze non sono alte e credo che un trasparente standard di buona qualità possa servire bene allo scopo, ma sapete di vernici specifiche per questo scopo?

Ciao e grazie.
Paolo IU0HYR

Yaesu FT-991A
Yaesu FT-840
Kenwood TM-V71
Sainsonic RST599
Alan 68S

2 metri/70cm: Diamond X30
10-11 metri: Gain Master replica
6 e 20 metri antenna filare
Altre bande: col rumore a 9+10 in 40 e 9+20 in 80, ma andò vado??

Cavi: M&P 7mm, 2xM&P 10 mm, H155


Offline alegnd

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 10
  • Applausi 0
    • Mostra profilo
Re:Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?
« Risposta #1 il: 23 Marzo 2017, 21:59:57 »
Ci sono spray apposta isolanti. Io  ne presi una bomboletta presso un' elettromeccanica dove riparano motori ma penso che in qualsiasi negozio di elettronica (quelli veri dove vendono tutto per elettronica) lo abbiano.

inviato SM-G800F using rogerKapp mobile


Offline Rommel

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1124
  • Applausi 136
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?
« Risposta #2 il: 24 Marzo 2017, 00:21:25 »
Salve a tutti.

Io personalmente, in presenza di radiofrequenza, non metterei nessuna vernice (a parte che non la metterei mai in nessun caso).
Non so in quali condizioni si trovino i circuiti, ma al massimo io cercherei di togliere eventuale pasta saldante tra le saldature.
Io rimuovo la pasta saldante raschiandola con un cacciavite a punta fina (stando attento a non raschiare la vernice verde) ripulendo poi i residui con un pennello o uno spazzolino da denti.
Sono anche contrario a solventi che potrebbero sciogliere la pasta saldante ma che poi finiscono per lasciarne comunque un velo tra una saldatura e l'altra.

Gli unici casi in cui una vernice isolante a copertura di tutti il circuito (saldature comprese) ha un senso, è solo nel caso di circuiti che vengono installati all'aperto.

Saluti a tutti da Alberto.


Offline Abusivo

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4845
  • Applausi 183
  • Sesso: Maschio
  • qth l'Aquila
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?
« Risposta #3 il: 24 Marzo 2017, 12:34:27 »
...non metterei nessuna vernice...
La penso anch'io nello stesso modo.
Aggiungo anche che in caso di guasto potrebbe essere un problema andare a dissaldare/saldare i vari componenti.

Offline carlo_forever

  • 1RGK548
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 130
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
Re:Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?
« Risposta #4 il: 24 Marzo 2017, 12:59:06 »
Un tempo i circuiti stampati erano fatti in bachelite (o meglio, in cartone bachelizzato). In pratica erano di cartone pressato. Questo anche in caso di circuiti di apparati dai nomi altisonanti. In questi casi la vernice era fondamentale in quanto impediva l'assorbimento di umidità da parte dello stampato. Tali circuiti non sono più in uso dalla fine degli anni '60. Nonostante ciò, è rimasto l'uso della vernice (non in tutti i casi), una specie di "lacca" protettiva.
Io non ne faccio uso, ma volendo so che esiste un prodotto chiamato V-66. Io proverei a digitare su Google "V-66 circuiti stampati" e proverei.

Carlo.
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe


Offline acquario58

  • 1rgk043
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 10929
  • Applausi 371
  • Sesso: Maschio
  • TORINO-ITALY QTH locator : JN35TA94SV
    • Mostra profilo
  • Nominativo: sempre i miei
Re:Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?
« Risposta #5 il: 24 Marzo 2017, 14:42:33 »
ricordo che negli anni passati esisteva un prodotto spray che i riparatori di tv utilizzavano x isolare dove era presente alta tensione x evitare archi elettrici...tra le piste ramate e tra componenti

Mike_Radio

  • Visitatore
Re:Apparato vintage: lo sistemo, ma poi lo stampato come lo proteggo?
« Risposta #6 il: 24 Marzo 2017, 16:58:17 »
Ciao
Io tanti anni fa usavo il Plastik 70 ,scrivono che poi e' anche saldabile per le riparazioni.
In realta' si fa fatica poi a saldarci sopra e fa anche un bel alone attorno.
http://www.conrad.it/ce/it/product/884197/Lacca-isolante-e-protettiva-CRC-Kontakt-Chemie-PLASTIK-70-74309-AH-200-ml

73