Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - 1HMAN

Pagine: [1]
1
La prima immagine , se non avessi usato il DDE Tracking sarebbe stata fantastica. :76:

2
Ho corretto il post al volo...


NON USARE IL PLUGIN DDE TRACKING PER IL METEOR

leggi il post fino in fondo.

Ciao,
per la ricezione del meteor-m2 e dei satelliti noaa personalmente NON utilizzo virtual audio cable ma il semplice mixer di windows.
la condizione essenziale è quella di utilizzare i drivers nativi della scheda audio, non quelli di microsoft anche se sono più aggiornati, a me aggiungono funzionalità mixer più avanzate.
Il va-cable lo uso solo per la decodifica dmr-dstar per evitare disturbi audio mentre ascolto.
Altra cosa IMPORTANTE, per il METEOR M2 non devi usare la correzione DOPPLER plugin o manuale che sia, ma una larghezza di banda adeguata 130 Khz in fm-W , lascia la radio sintonizzata a 137,9 e non muoverla fino alla fine della ricezione.
così:



altra cosa importante nella sezione audio devi togliere lo spunto su filter audio.




Tieni anche un sample-rate basso io utilizzo 1024.

con queste impostazioni dovresti ottenere immagini tipo queste:




inoltre alza l'antenna, in modo che abbia più visibilità periferica possibile.
hai la fortuna di essere a 1600 mt ma la sfortuna di avere montagne intorno, devi cercare di ottimizzare AOS e LOS, comunque questo non è il tuo vero problema, apparentemente il meteor lo ricevi bene, è solo molto disturbato.
Avevo lo stesso problema quando utilizzavo la correzione Doppler.

Fammi sapere...
M.



3
IK2LES, hai per caso utilizzato qualche sat tracker per eliminare il doppler?
Vedo che la tua immagine del meteor è ampia ma molto disturbata anche al centro immagine ed è abbastanza strano.
Di solito succede quando si utilizza un tracker nel software sdr.

4
Autocostruzione / Re:beacon
« il: 16 Novembre 2017, 14:31:10 »
Risaluti a Tutti.

Non ho parole...  :76:  1 euro un Arduino....
i cinesi ci fanno secchi....  :special90:

Davide, che dire... la tua soluzione è ottima, anche in virtù del fatto che hai tenuto conto del codice di programmazione "ottimizzato" dell' hardware scelto non a caso.

Il power-bank, era per aver un po più di autonomia nelle prove, certo non si può pensare di "abbandonarlo" e sperare che vada in eterno.

altra cosa, questo per esperienza, più semplice è il progetto e meglio funzionerà. 

5
Autocostruzione / Re:beacon
« il: 15 Novembre 2017, 23:50:54 »
Ciao Ugo ... e ovviamente ciao a tutti.
 Un caro saluto a Lake  che ho ritrovato dopo tanti anni.
Saranno passati a dir poco 15 anni dalla mia realizzazione del beacon in pic !
Se ricordo bene, c'era un software che modificava l'hex che veniva dato in dotazione con lo stesso.
nel software era possibile modificare se non erro il codice morse la velocità e la durata e il tempo di ripetizione.
Ora, dopo più di dieci anni, non ho più conservato l'hex generato all'epoca.
Utilizzai un programmatore della vellman molto rudimentale tipo un ludipipo, e icprog con windows xp, questo lo ricordo bene e mi pare che dovetti modificare anche i fuse, ma di questo non ne sono sicuro.
inoltre,vado ancora a memoria, il led non serviva per vedere se era acceso ma per "spiare il funzionamento ", un monitor, quando entrava in funzione il CW.
lo alimentavo a batterie 3x1,5v per le prove omettendo ovviamente tutta la parte del regolatore.
Ho visto sul sito che esiste la versione 1.4, a me non sembra che fosse così avanti (direi 1.1 o 1.2).
Concordo pienamente che l'arduino quando è programmato con accortezza e abbassato di clock il consumo scende drasticamente, quindi va più che bene.
Però con un semplice sketch, senza tener conto di velocità elevata del clock inutile e senza cicli di "sonno" se ne vanno preziosi mA (e pile) per niente , quindi occhio.
La realizzazione di IZ2UUF con queste accortezze è ELEGANTE e pulita.
D'altra parte arduino nasce proprio anche per questi esperimenti.
Un'altra idea potrebbe essere  quella di utilizzare "Iteaduino tiny" una versione molto minimal di arduino meno di 2 cm quadrati  con consumi ridottissimi e stesso codice di programmazione con un prezzo di meno di 5 euro.
Qualcuno lo conosce?




altra cosa... dimenticavo.... perchè non alimentare tutto con un power bank usb... è a 5V e un bel pò di mA in più ....

6
Autocostruzione / Re:beacon
« il: 14 Novembre 2017, 20:55:59 »
A me all'epoca ha funzionato per più di 3 anni, poi l'ho smontato ma devo averlo ancora da qualche parte, non ho avuto problemi di caricamento.
uno con un pic 16f84 e uno con un pic 16f84A.

All'epoca non esisteva arduino (purtroppo).

il consiglio deriva dal fatto che il circuito beacon viene alimentato a batterie (vedi post superiore) ritengo che questo consumi nettamente meno di un arduino, ma arduino va benissimo non lo discuto.

7
Autocostruzione / Re:beacon
« il: 14 Novembre 2017, 08:26:32 »
Se hai un minimo di dimestichezza con i pic questa è una soluzione elegante e funzionale e a basso consumo:
http://web.tiscali.it/vcoletti/pic/keyer/bcn_ita.html

Ovviamente la parte dell'alimentazione 7805 la puoi omettere ....

8
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 09 Novembre 2017, 13:44:30 »
il raspberry non lo uso in HF per ora.
Ma l'alimentazione Silenziosa a quelle frequenze è un delirio.
Il Raspberry stesso è rumoroso e non solo in HF.
Io farei e farò questa prova , prima lo alimento con una batteria e poi provo con un alimentatore, giusto  per vedere le differenze, poi se mi va fatta male provo a filtrare ......
in HF è ostica la cosa, anche con la scheda ethernet e la wireless ci saranno disturbi, e non è detto che tutte le raspberry siano uguali, una soluzione che va bene a uno magari non andrà bene a un'altro.
bisogna sperimentare.

9
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 08 Novembre 2017, 19:23:54 »
Parto con ordine:
al momento ril raspberry lo alimento con un alimentatore, il suo originale, ma per le prove lo alimenterò con un booster e quando sarà in pianta stabile sul monte con un pannello solare da 25W e una batteria da auto con un regolatore di carica digitale che ho già che ha a corredo una uscita USB da 2,5 A.

L'antenna per il meteo che ho usato è una QFH autocostruita, un gioiello direi per questo tipo di applicazioni.
Questa:


L'antenna così come è anche senza preaplificatore e notch-fm e passa-banda 130-140 Mhz andava già bene, ma non contento e per spremere tutto ciò che si poteva ho aggiunto un Filto notch per FM il Distiller della Nooelec  da 9 euro.
Un preamplificatore a larga banda 25 db a 5V a basso rumore 11 euro e un passabanda autocostruito che mi lascia passare solo la fetta 130-140 mhz  (circa ) senza attenuazione e sul resto abbassa di circa 40db.
Ho inoltre montato tutto sotto l'antenna per avere meno cavo coassiale possibile alimentando tutto con un Hub USB (5V) anche la chiavetta SDR, scendendo in camera con 5 mt di prolunga USB.
Se guardi bene sotto l'antenna attaccato al palo in basso si vedono i filtri, il preamplificatore, la chiavetta e l'hub USB.
Questi sono i risultati:
 







Di QFH ne ho costruite 3 con materiali diversi e misure diverse anche per i 144 e 430 Mhz e tutte svolgono un ottimo lavoro anche meglio della x50 diamond che ho vicino.
Spero di essere stato chiaro se c'è qualcosa in dubbio ... sono qui.

10
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 07 Novembre 2017, 21:15:41 »
La prova non è andata... ovvero più che la prova .... non sono andato io.
tanta tanta tanta acqua, ma ritenterò non mollo.
in compenso ho provato (sempre con spyserver - Raspberry) a decodificare il meteor M2 con risultati stupefacenti, immagini perfette dalla Scandinavia a quasi metà Africa.
Anche il DMR-DSTAR è perfetto.
Vero che la nano 3 scalda molto, ma questo non inficia le prestazioni te lo assicuro.
Viene data in dotazione con  due dissipatori che volendo puoi omettere, servono solo per non "bruciarsi" e soprattutto per non cuocere eventuali usb vicine.
Comunque per le applicazioni Inmarsat e Outernet  (a circa 1,5 Ghz) uso la Nooelec Smart-Tee (quella con il Bias-tee incorporato e automatico)che mi alimenta l' LNA.
Per Rtl1090 ADS-B utilizzo la nano 3 e ne sono molto contento.
Cosa intendi per la V3 del blog?

11
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 03 Novembre 2017, 21:47:10 »
Io solitamente utilizzo la Nooelec Nano 3, ma credo di averne provate  una ventina.
Non è vero che una chiavetta è uguale all'altra, come non è vero che le più blasonate sono le migliori.
mi sono trovato molto bene con queste 2:
Nooelec nano3
http://www.nooelec.com/store/nesdr-nano-three.html
Nooelec nesdr smart:
http://www.nooelec.com/store/sdr/sdr-receivers/nesdr-smart-sdr.html

ed anche con questa che ha pure l'alimentazione bias-tee a bordo:
http://www.nooelec.com/store/sdr/sdr-receivers/nesdr-smartee-xtr-sdr.html

Ne ho un po' di tutti tipi anche l'HACKrf one  e Airspy.

ma mi da molta soddisfazione la nano sia per la ricezione ma anche la dimensione , più piccola di un cioccolatino.
hackrf è ottima per esperimenti ASSURDI :miiii: ma come ricezione mi trovo assai meglio con la nano !!! :P

ottimo 4 ore con un powerbank sono quello che speravo.
se non piove ti farò sapere.

12
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 21:26:18 »
Io utilizzo la versione lite , senza dt.
la versione dt non la uso mai.
La velocità che ottengo è 54 mbps 3 tacche su 4 (75%).
Massimo anche ottenibile dal Driver.
Mi hai fatto venire una idea... magari stasera provo con il BananaPI che ha proprio l'attacco UFL che ho nel cassetto a prendere la polvere.
Noto che la cpu del tuo raspberry è in sofferenza, io proverei la lite, senza null'altro, magari aggiornando anche il firmware del lampone.
c'è qualcosa che non mi convince c'è troppa differenza tra il carico delle nostre cpu.
Per curiosità ho fatto un'altro rilevamento dopo un riavvio con 2 MHZ WFM 150 Khz a 16 bit e al momento la cpu è veramente bassa:
[email protected]:~ $ ps aux | sort -n -k 3 | tail -10
root        95  0.0  0.0      0     0 ?        S<   20:35   0:00 [ipv6_addrconf]
systemd+   313  0.0  0.3  17276  3620 ?        Ssl  20:35   0:00 /lib/systemd/systemd-timesyncd
USER       PID %CPU %MEM    VSZ   RSS TTY      STAT START   TIME COMMAND
pi         603  0.1  0.5   9656  5120 ?        Ss   21:20   0:00 /lib/systemd/systemd --user
root       596  0.1  0.0      0     0 ?        S    21:17   0:00 [kworker/u8:2]
pi         628  0.3  0.4   5852  3804 pts/0    Ss   21:20   0:00 -bash
root       601  0.4  0.6  11516  5736 ?        Ss   21:20   0:00 sshd: pi [priv]
pi         614  0.6  0.4  11840  4356 ?        S    21:20   0:00 sshd: [email protected]/0
root       597  0.6  0.6  11516  5832 ?        Ss   21:20   0:00 sshd: pi [priv]
root       365  2.8  0.4  49668  3856 ?        Sl   20:35   1:18 /home/pi/spyserver/spyserver /home/pi/spyserver/spyserver.config
 
Domenica, se riesco e se non piove, provo a piazzarlo sulla montagna che ho alle spalle e riceverlo da casa alimentando tutto con un booster da 15000 mAh, almeno un paio d'ore dovrebbe farle.

13
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 20:37:00 »
ma hai usato la versione con il desktop o la lite?

14
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 20:27:43 »
ps aux | sort -n -k 3 | tail -10

il comando per visualizzare i 10 processi più pesanti.

Access Point standalone è la l'immagine che ho creato ieri per utilizzare il raspberry in wireless senza dover essere collegato ad un access point.
Il raspberry stesso fa da access point così lo posso usare dappertutto senza dover avere internet per forza o vicino ad un router wireless.
Ho utilizzato HOSTAPD, ma per l'onor del vero non ho seguito questa guida:
https://elinux.org/RPI-Wireless-Hotspot

Per riuscire a far fare strada in Wireless al raspberry ho fatto questa modifica:


di fatto collegando una direttiva al PI e una alla wireless del PC riesco a fare + di 1 KM senza ostacoli.
ho usato queste:



se interessa qui il link per la modifica al raspberry:
https://www.dorkbotpdx.org/blog/wramsdell/external_antenna_modifications_for_the_raspberry_pi_3



15
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 20:02:03 »
da me a 16 bit pcm con 2 mhz di banda in WFM a 150 Khz (ovvero al massimo del carico) al massimo il raspberry arriva a 49% cpu, ampiamente soddisfatto. :rockwoot:
per quanto riguarda la banda internet sono circa 600Kb/sec, senza scatti ne clipping.
Culo?  :-D



USER       PID %CPU %MEM    VSZ   RSS TTY      STAT START   TIME COMMAND
root        87  0.4  0.0      0     0 ?        S    19:07   0:10 [irq/92-mmc1]
root       123  0.6  0.0      0     0 ?        S    19:07   0:15 [kworker/u8:3]
root       566  0.9  0.0      0     0 ?        S    19:16   0:19 [kworker/u8:0]
root       439 47.7  0.7  52760  7220 ?        Sl   19:07  20:50 /home/pi/spyser

PS: sei hai una sd card abbastanza veloce da 16 giga (avevo quella) potrei farti provare la mia versione access point standalone.

16
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 19:49:05 »
che versione di raspbian hai usato?

17
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 19:02:47 »
tanto per intenderci..
Controlla e magari diminuisci il Bandwidth
il terzo cerchio a partire dall'alto.


18
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 18:39:34 »
si connesso con ip pubblico.

Io non ne ho avuto bisogno, ma puoi ridurre la fetta di banda che viene trasmessa dentro le impostazioni del client se hai problemi di banda internet .... una volta connesso e messo in play nell'ingranaggio a fianco inoltre puoi abbassare gli FPS nella configurazione del server.
se vuoi  mi mandi un messaggio in pvt ti faccio provare la mia....

19
Radio Ascolto / Re:nuova airspy H+ e server pubblici spyserver
« il: 02 Novembre 2017, 16:46:46 »
Ciao,
su che modello diraspberry hai installato spyserver?
io ho provato su raspberry 3 la versione ultima di SpyServer, se non vado errato la V2.0.1617 con una chiavetta sdr "Nano3" di NooElec e 2 MHZ di larghezza di Banda.
Come Client utilizzo la 1.0.0.1617.
Trovo che invece a differenza tua funzioni molto bene, fluida e veloce come se non fosse remota, un bel passo avanti rispetto alle versioni precedenti.
La utilizzo tranquillamente anche attraverso internet senza problemi anche con più client collegati.
Ne ho fatte due versioni (dopo che ho modificato la wireless del raspberry) una che si collega ad access point e l'altra che funziona anche da access point.
Volevo provarla a mettere in cima alla collina che ho dietro le spalle per guadagnare 100 mt in altezza, comunque se provi ad abbassare la velocità del waterfall
nella configurazione di spyserver forse guadagni in fluidità.
Con la configurazione attuale riesco tranquillamente a decodificare il DMR, Satelliti, etc.

 

20
Ciao karletto,
il sistema frn si basa tra la connessione radio al pc.
In pratica tramite la scheda audio del computer ci si collega alla radio e tramite il programma frn che gira sul pc si rende disponibile a tutti i gateway e pc collegati ciò che la tua radio "sente" sul canale sintonizzato.
Viceversa il pc tramite la radio renderà disponibile tutto ciò che viene trasmesso in frn sul canale sintonizzato.
L'interfaccia com o usb serve solo a premere il ptt per rendere il gateway (ovvero il pc collegato alla radio) più preciso in trasmissione ma il sistema funziona perfettamente anche con le radio dotate di "vox".
Le radio non sono schede audio, quindi qualora la radio abbia di serie una una interfaccia usb o com in genere viene solo utilizzata per la programmazione e non per l'utilizzo come gateway.
Spero di essere stato chiaro e per maggiori info ti rimando al sito ufficiale europeo:
www.freeradionetwork.eu


21
Questa novità apre di fatto il protocollo voip FRN alle varie app, sistemi operativi, piattaforme e a nuove versioni client personalizzate.
Notizia sicuramente da tenere sotto controllo.

http://www.freeradionetwork.eu/news/news.htm
http://www.freeradionetwork.eu/developers/frnprotocol.htm

 :up:

22
LPD - PMR - SRD / Re: Qsl per karletto
« il: 13 Aprile 2011, 00:40:18 »
ho trovato un vecchio post di un ascoltatore del dx di quel giorno... ogni tanto rileggerlo mi mette di buon umore...

se ne avete voglia è qui....:

--- In [email protected], "1HMAN - Marco" <[email protected]
..> ha scritto:
>
> Aspettavamo il Rosa?
> e chi ti arriva?
> il Canin al confine con Slovenia e Austria....
> Distanza calcolata con google Earth : 338,43 KM !!!!!!!!!!
> radio e segnale ottimi e, aprite le orecchie ........
> il dx e' stato anche realizzato con 2 pmr tp329 oregon.....
> Dalla parte del cimone eravamo io (1hman) e diego (1half)
> dal lato canin l' operatore 3massimo.

Domenica è stata una bella giornata-DX per la banda PMR, una di quelle
giornate che poi si ricorderanno per un bel pezzo, con tanto di
delusione per il mancato collegamento previsto  e con colpo di scena
finale che ribalta e supera di colpo ogni più rosea previsione.

Il tema della giornata è la mancata scalata del Monte Rosa a 4600
metri da parte di qualcuno, sembra per condizioni atmosferiche
avverse, ed il coinvolgimento di parecchi fans della 446 MHz fin dalle
ore 10.

Diego e Marco da Bologna sono saliti sul monte Cimone a 1800 metri e
li si ascoltava molto bene, come sempre, purtroppo facevano molta
fatica a "filtrare" le numerosissime chiamate da quaggiù e ti credo:
mezza Italia che chiamava e un sacco di disturbi dovuti a ponti
ripetitori, cellulari...

Insomma, sto monte Rosa non si è proprio fatto sentire però abbiamo
colegato il monte Canin che, per chi non lo sa, è al confine tra
l'Italia e la Slovenia.

Il simpaticissimo e fortissimo Massimo dal M.Canin assieme ai bravi
Diego e Marco dal M.Cimone, hanno stabilito un piccolo grande record:
323 km di collegamento tra M.Canin e M.Cimone (misurando sulla cartina
geografica...), non avrebbero potuto fare così tanta strada collegando
il M.Rosa, visto che la distanza per loro sarebbe stata di soli 294
km.
E poi che dire... Massimo è uno dei nostri, lo si è capito subito:
escursionista e appassionato di montagna con la passione della radio,
possessore, come me, del mitico e microscopico 3600, grande radio... e
grande modifica... Benvenuto!

Beh, anch'io ho battuto 2 volte il mio record personale: 142 km fino
al M.Cimone e 188 km fino al M.Canin segno che anche la mia 14
elementi autocostruita pompa...

C'era MarcoFonia poi un altro Massimo dai colli Euganei che, pur
essendo salito sul M.Madonna a 523 m. non riusciva ad ottenere
risposta da Diego e Marco.
Massimo, se leggi, non disperare: non è facile farsi ascoltare in
un'occasione come questa, proprio a causa delle numerose chiamate e
disturbi vari. Avrai sicuro successo il venerdì sera, quando i
bolognesi alzano le antenne e non c'è il caos...

Poi c'erano Giuseppe e Andrea da Montefalcone, anche loro in montagna
con le radio e con le loro mogli? fidanzate? amanti? o amiche? le
quali si divertivano a flirtare con me... un amore radio-platonico con
la Natasha è sbocciato e sfiorito nell'arco di un paio d'ore, ma anche
alla Natasha, Giorgia e Lory va un grazie del particolare
collegamento.
Giuseppe e Andrea continuavano a ripetere stupiti che non credevano
che radio comperate al supermercato per pochi euro potessero andare
così lontano. Eh: anche loro hanno collegato Bologna, 1HCAI, non male
come inizio, speriamo di vederli qui anche loro, le coordinate
internet le abbiamo date, per loro una passione da scoprire anche in
446, visto che non mi sembravano digiuni di radio, forse ex CB...

Insomma io sono stato attaccato alla radio dalle 10:30 alle 17:30, con
30 minuti di pausa per mangiare e bere e sono sempre stato sotto il
sole che picchiava implacabile...

Per la cronaca, ho messo sul mio sito anche le foto dell'ultima
creatura che potete trovare su:

http://www.geocities.com/fucimin/Yagi/yagi14elit.html


Ciao a tutti e arrisentirci!
Carlo

23
LPD - PMR - SRD / Re: Qsl per karletto
« il: 13 Aprile 2011, 00:33:19 »
dovrei averne parecchie, le cerco e vedo di farvele vedere in qualche maniera.

24
LPD - PMR - SRD / Re: Qsl per karletto
« il: 10 Aprile 2011, 18:04:42 »

Già!
 Sono proprio io lo feci insieme a Diego 1HALF!  bei tempi.....
 Cimone - Kanin 330 KM con un oregon Tp-329
Grazie dei complementi!
E' stato nel 2006, fu una domenica speciale con centinaia (e non esagero) di collegamenti,  la sera una ustione solare a fronte, naso e orecchie!!!!!!
Ma fu una grande soddisfazione.  :up:

1HMAN Marco.

25
LPD - PMR - SRD / Qsl per Clio W.
« il: 10 Aprile 2011, 12:05:46 »
Confermo il collegamento via T-rex con Clio alle ore 11:50 io da Porretta terme tra Bologna e Firenze  con twintalker e lui dalla Slovenia vicino a Postunia a circa 1000 mt di altezza.
Complimenti per il segnale pulito e la modulazione chiara transitavi benissimo!

Marco. 1HMAN.
 :birra:

26
LPD - PMR - SRD / Qsl per karletto
« il: 10 Aprile 2011, 11:32:37 »
Confermo il contatto avvenuto con karletto via T-rex oggi alle 11:15.
Complimenti ancora per il risultato raggiunto a karletto, lui con un brondifx-10 Io con twintalker, lui a Postunia Slovenia io a Porretta Terme, a meta' strada tra bologna e Firenze.


Ricordo che il t-rex Causa batterie out funziona solo con l'energia fornita dal piccolo pannello solare e solo di giorno.
 :birra:

27
LPD - PMR - SRD / Re: PTT esterno per G7
« il: 28 Agosto 2008, 20:08:21 »
Lo cortocircuiti

28
LPD - PMR - SRD / Re: trasmissione dati con pmr
« il: 19 Maggio 2008, 19:20:26 »
Allora...
per quanto riguarda i software... c'e' una puntualizzazione da fare...
nei post precedenti si parlava di sstv...
l'sstv (slow scansion television) trasmette immagini in alta e bassa qualita' ma il qrm che si incontra durante la ricezione si traduce in un peggioramento della qualita' dell'immagine ricevuta.
Quindi + QRM  - Qualita'.
Il packet ha invece un controllo dell'errore sulla ricezione del pacchetto, percio' a pacchetto dati inviato si attende la risposta del corrispondente sulla avvenuta ricezione e qualora il ricevente non rispondesse o rispondesse con ricezione negativa si procedera' con la ritrasmissione del pacchetto non ricevuto o corrotto.
Quindi + QRM -Velocita' ma ricezione pulita garantita.
Sebbene siano due modi digitali il loro comportamento e' molto differente, inoltre con il packet si ha la possibilita' di trasmettere veri e propri file con ad esempio l'ausilio del protocollo YAPP incapsulato nel AX25.
L' MT63 come il packet ha la possibilita' di controllo errore... si e' dimostrato affidabile e abbastanza veloce (parliamo sempre di velocita' intorno ai 1200 baud) e occupa circa 1 Khz di banda passante adatto quindi anche agli esperimenti.
Per quanto riguarda i software puoi guardare qui e provare cio' che ti interessa... allenati prima a riconoscerli a orecchio... ti aiutera' molto...

http://mmhamsoft.amateur-radio.ca/

http://www.navymars.org/central/reg4/al/MT63.htm

http://www.webalice.it/ik2cbd/agwpe.htm

Ciao 1HMAN Marco.
 

29
LPD - PMR - SRD / Re: trasmissione dati con pmr
« il: 18 Maggio 2008, 23:13:07 »
Tecnicamente e' possibile... ma paradossalmente quasi non utilizzabile.... qui.
Mi spiego...
Interfacciare una radio ad un pc e' abbastanza semplice (via Vox o Keyer) e per la sound blaster sono presenti in rete tonnellate di software anche free, che permettono di affrontare trasmissioni digitali in praticamente tutte le emissioni.
Va da se che che come primo scoglio ci sarebbe da definire l'emissione con cui si vuol trasmettere, packet , fsk, ffsk, sstv, rtty, questi solo per dirne alcuni.
Superato il Primo scoglio si arriva alla velocita'..... ops... qui purtoppo ci sono notevoli limiti, consideriamo  ad esempio il Packet Radio. (uno dei piu' diffusi).
Il packet (9600)  riesce veicolare dei file ad una velocita' teorica di 9600 baud, che per i tempi in cui viviamo sono pochi.
Inoltre sebbene potessero sembrare sufficienti, non sono in duplex, e frammenta i dati in tanti piccoli pacchetti (packet) trasmessi in successione inframezzati da pause e pacchetti di controllo ricevuti dal remoto.
Non parliamo quindi di file con dimensioni grandi ci vorrebbe troppo tempo...
Ora passiamo ai limiti Hardware degli apparecchi ricetrasmittenti,  non tutti o quasi nessun LPD-PMR riuscirebbe a trasmettere a 9600 baud in packet per delle ovvie limitazioni costruttive...
Con ogni probabilita' si riuscirebbe a farli andare a malapena a 1200 baud. (come le stazioni APRS Radioamatoriali o il packet Satellitare).
Inoltre...... Non credo che sia legale....
Ma se ti vuoi divertire puoi provare....  iniziando magari a trasmettere da una stanza all' altra delle stringhe RTTY....
e' comunque un buon allenameto.

RYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRYRY.......

ciao 1HMAN Marco.

 

30
LPD - PMR - SRD / Re: midlan g7
« il: 27 Settembre 2007, 22:39:58 »
Sono i 2 condensatori elettrolitici posti vicino alla manopola di regolazione volume, (piccoli e neri)
con ogni probabilita' c'e' una saldatura fredda, servono a regolare lo squelch e se uno e' staccato non si sente niente.

ciao.

31
LPD - PMR - SRD / attacco sma od altro???
« il: 22 Marzo 2007, 00:05:27 »
Quelle che trovate su yahoo groups..( bisogna iscriversi)  nella sezione foto.....
http://it.groups.yahoo.com/group/pmr446italy/[/url]

32
LPD - PMR - SRD / attacco sma od altro???
« il: 20 Marzo 2007, 20:18:57 »
Orbene...
Faccio un copia e incolla di un vecchio post che ho fatto su yahoo groups... spero vi sia utile...


Scrivo cio' per coloro che decidono di cimentarsi nella costruzione di una antenna direttiva, premetto che non voglio insegnare niente a nessuno, non prendetemi come presuntuoso, e' solo la trasmissione delle mie esperienze, sono frutto di prove e qualche calcolo e un pizzico di ingegno.
 
a) Recupero del materiale
b) calcolo
c) assemblaggio
d) taratura e prove
 
Procediamo per gradi....
fase A: recupero del materiale
 
Il materiale lo potete recuperare da vecchie antenne (TV o CB) ma vi do un consiglio:
Andate ad un Brico Center o Castorama o Simili....
Acquistate due barre di alluminio anodizzato vuoto di diametro 6 mm (vengono vendute in stecche da 1 mt.) il prezzo si aggira intorno ad 1 euro cad.
Prendetele anodizzate se potete, perche' sono piu' resistenti sia alle intemperie che all'incuria vostra :-) e vuote altrimenti l'antenna pesera' troppo (non si hanno effetti migliorativi sulla irradiazione - effetto pelle) e costano meno.
Nello stesso reparto vengono vendute delle barre di pvc lunghe un metro 20x10 costano circa 3 euro cad .(una andra' benissimo).(sono di colore bianco sporco).
Procuratevi un SMA femmina da pannello senza flangia (si salda meglio) oppure volante e un pezzetto di cavo (rg 174 - rg 58) 20 cm non di piu'.
(il costo totale e' circa 10 Euro +/-).
 
Fase B:
Calcolo..
Ora ... pensate bene  a cio' che volete ottenere, ricordatevi che, piu' elementi aggiungete piu' guadagno l'antenna avra', ma il lobo di radiazione si stringera' decisamente, quindi non esagerate.
Rischiamo di avere una bella antenna con un grosso guadagno ma parzialmente  sorda dietro o sui lati qundi critica e poco robusta.
Per esperienza da 4 a 8 elementi e' piu' che sufficiente, vi assicuro che quando la montate la differenza si sente eccome.
Di programmi per il calcolo ce ne sono parecchi, non dico di arrivare a farli a mano, ma nemmeno di sperimentali tutti,( io ne ho usati sei o sette sigh) andate sul sicuro,
sopratutto per coloro che non hanno il rosmetro.
Andate qui:
http://www.k7mem.150m.com/Electronic_Notebook/antennas/yagi_vhf.html
 
Impostate la frequenza a cui risuona l'antenna (design Freq)
 
selezionate la lunghezza totale del boom  (boom Length), fatelo in mm non in pollici :-)
 
Nella sezione Reflector Spacing io utilizzo 0.15 ARRL
Nella Sezione Director Element Spacing io uso ARRL Element
Queste 2 voci cosi' come le imposto io sono un poco meno performati in Db ma sicuramente meno critiche.
 
Nella sezione Boom impostate (se avete acquistato la barra di pvc) Non-Metalic Boom
 
Nella Sezione Boom Diameter mettete 20 mm Anche se e' del tutto irrilevante quando il boom non e' di metallo, cosi' come e' irrilevante il Boom Correction lasciatelo tutto a 0.
 
Particolare cura la Driven Element, (diametro del radiatore) se avete acquistato la stecca di alluminio alla Brico specificate 6 mm (occhio : mm non inch).
Nel Parasitic Element (rilettore e radianti) specificate il diametro degli elementi, sempre 6 mm se vale il discorso fatto sopra.
 
design/example Viewing ovviamente in Metric (onde evitare misure in pollici)
 
quindi View the design
 
Fatevi una stampa Del Risultato ottenuto vi servira' in fase di Assemblaggio.
 
Fase 3: Assemblaggio
 
che mi serve:
un trapano (meglio se a colonna)
Un seghetto da ferro
una punta di diametro 6 mm (ferro non muro)
Una punta di diametro 2 mm (sempre da ferro)
un metro (abbastanza preciso , non da sarto :-))
Loctite
2 Viti Autofilettanti corte 5-7mm e strette max 2,5 mm
Mano FERMA!!!!
 
Iniziate disegnando sull'asta in PVC i punti dove dovra' essere forata, seguendo lo schema che avete stampato  cercando di rimanere nella mezzeria  della sua larghezza, se aveta la barra in pvc 20 x 10 foratela passante dalla parte piu' stretta. (sara' + robusta in polarizzazione verticale -  cio' che serve a noi). Se avete un trapano a colonna usatelo vi evitera' di fare fori storti altrimenti ..... MANO FERMA.
Segate le stecche di alluminio in base alle misure riportate sul disegno,cercate di essere precisi. (piu' lo siete meglio e')
NB : Il radiatore dovra' sucessivamente essere tagliato a meta'.
Fissate le barre di alluminio attraverso i fori che avete fatto sul PVC mantenedo la proporzione (tanto a destra quanto a sinistra) lasciate per ultimo il radiatore.
Appena avete fissato tutti gli elemeti date una goccia di loctite tra il pvc e l'alluminio, ma solo appena siete sicuri delle misure e delle proporzioni, pena rifare tutto da capo.
Passiamo al radiatore, che segato in due, dovra' essere infilato dalla parte destra e poi sinistra cercando di lasciare circa 1 0 2 mm di spazio in centro tra le due parti guai ad attaccarle.
Una goccia di loctite  ne blocchera' la posizione.
Ora, forate con la punta di 2mm il pvc in corrisondenza del radiatore forando anche per circa meta' il radiatore stesso, sia dalla parte destra che sinistra, cercando per quanto potete di tenere i fori distanti tra loro circa 10 mm.
Serviranno per fare passare 2 viti che bloccheranno l' elemento al boom e porteranno il segnale radio all'antenna.
Prendete 2 viti autofilettanti piccole sottili lunghe circa 5 - 7 mm.
Raschiatene leggermente la testa in modo da portare alla luce il metallo vivo.
(si salderanno meglio).
Avvitatele fino alla fine nei due buchi fatti (faranno contatto con il radiante).
Spellate ora la parte finale di un  cavo coassiale e separate calza dalla linea (teneteli moooolto corti), e saldateli sulla testa delle viti usando un bel po di stagno.
Saldate in modo che il cavo sia parallelo al Boom in direzione posteriore, in modo che il cavo sbuchi da dietro. Questo e' importantissimo , DOVETE MANTENERE IL PARALLELISMO CON IL BOOM.
Se avete l' SMA Volante Saldatelo o Crimpatelo al cavo , se e' da pannello invece forate il sedere dell'antenna con la punta di 6 mm  per circa 2 cm poi un' altro piccolo foro obliquo in modo da far entrare in cavo fino alla parte posteriore.
saldate il tutto con ottimo stagno e BENE.
 
Finito!!!!
 
Fase 4: Taratura
 
Bhe....
che dire....
qui siete maestri no?
Se avete il rosmetro provate....
ma se non lo avete..... se avete rispettato bene le misure ( +/- 2mm), non ci saranno problemi, ma andate con cautela sopatutto all'inizio. (e..  poca potenza) (i pmr usano un pezzo di filo ritorto e mai uguale anche di modelli simili).
Per chi ha il rosmetro, provate a controllare il ros ...   nelle mie antenne, l'ago non si alza nemmeno... un timido accenno ma quasi non misurabile.
provate a spostare l'antenna e indirizzarla contro un muro vicino........ vedrete l'ago del ros schizzare per aria... L'anntenna IRRADIA.... e ve ne accorgerete o meglio....
se ne accorgeranno gli altri....
 
Spero di non avervi rotto le scatole...
    scusate la lunghezza
               e
  Buona Costruzione a tutti....
 
 1HMAN Marco.

33
LPD - PMR - SRD / attacco sma od altro???
« il: 13 Marzo 2007, 22:26:34 »
La Flex cambia la vita al g7....
e' una antenna molto semplice, spartana, ma cambia radicalmente il comportamento del g7 sia in rx che in tx.
se hai la possibilita' prova a costruirti una yagi (e semplice e mooolto performante), allora i 40 km sono all'ordine del giorno.

Ciao e buon divertimento.

1HMAN - IT070-L Marco.

34
LPD - PMR - SRD / attacco sma od altro???
« il: 11 Marzo 2007, 21:43:49 »
Dissalda l'antenna originale dallo stampato, il punto da dove togli l'antenna a molla e' quello a cui devi collegare il centrale della modifica SMA, la lamella di acciaio (Massa) la saldi alla copertura di metallo dello stadio rf vicino.
Cerca di fare un lavoro pulito, non usare troppo stagno non serve, il bloccaggio meccanico lo da la carcassa di plastica con la ghiera di pvc intorno all'SMA.

Ciao 1HMAN Marco.

Pagine: [1]