Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - ri-"ottone"

Pagine: [1] 2 ... 10
1
discussione libera / Re:Proxel SX-40
« il: 02 Agosto 2022, 17:53:21 »
Io continuo a non capire dove e come una persona che non conosce l'Inglese o l'Italiano abbia sbagliato a provare a scrivere nella propria lingua (quando oggi ci sono strumenti immediati per tradurla, oltre che assai somigliante), ma tant'è, ognuno la vede a modo proprio.

Tra l'altro ci ha anche cortesemente passato una sua esperienza, ma tu riesci a vedere una mancanza di educazione. Chissà dove, ma va bene lo stesso.

2
discussione libera / Re:Proxel SX-40
« il: 28 Luglio 2022, 18:15:45 »
Una volta nella sede di un noto provider TLC italiano, durante una demo di apparati di rete di una grande azienda Cinese, ci lamentammo del fatto che il loro Inglese fosse ai limiti della comprensibilità o anche sotto: risposero che non sono loro a dover parlare in Inglese, ma noi ad imparare il Cinese perchè in Cina ci sono 1.400.000.000 abitanti e quindi il loro idioma è il più diffuso.

Con buona pace di tutti,
pensate che ci facciamo bella figura con queste polemiche sterili?

73.

P.S. Aggiungo che se ho male interpretato io, nel senso che non vi è intenzione alcuna di polemizzare in alcuna maniera, allora mi scuso per i miei scritti e mi cospargo il capo di cenere.

3
discussione libera / Re:Proxel SX-40
« il: 28 Luglio 2022, 09:40:26 »
Buenos dias,
de mi parte entiendo decir muchas gracias a Jose 34alp01 porque reporte en este forum su experiencia con el proxel sx-40, tambien con las dificultades de escribir en un idioma estrangero.

Tambien si conosco el idioma Engles, me gustan mas los idiomas neo latinos.

Gracias Jose,
espero de verte otras veces en este forum con el idioma que prefieres, pues que hoy tenemos los tradutores de google.

73 y hasta pronto. [emoji106]

4
discussione libera / Re:Proxel SX-40
« il: 27 Luglio 2022, 14:04:36 »
Buenos dias, sea de donde sea yo no me fiaria mucho de ese medidor en uhf. Saludos
Porquè no te fies Josè? Tienes particulares razones? No me pareche que otros equipos sean mejores.. si ves a las opiniones de el Daiwa cn-801.
Saludos,
Max

5
discussione libera / Re:cb galaxy saturn problemi tenuta portante
« il: 26 Luglio 2022, 12:27:04 »
73,
esatto, verifica la caduta sul TR51, in genere è lui il responsabile in queste casistiche. Misurando la tensione tra collettore e negativo, vedrai se alla caduta della portante corrisponde appunto una caduta della tensione di alimentazione di finali e driver.
In caso sia il TR51 il problema, sostituiscilo con un 2SB754 o anche 2SB817. Dai una misurata anche alle cadute sul TR50 che lo pilota...

Ciao

6
Io per riassumere, aggiungerei che va guardato all'impedenza nel punto di alimentazione dello stilo, per capire se i radiali sia utili o meno.

Le GP li hanno e servono in maniera determinante (tanto è vero il loro nome); negli anni si sono viste tante antenne CB di tipo GP sia 1/4 che 5/8 con radiali di lunghezza e numero assai variabili, ma sempre presenti. E' il caso limite dello stilo 1/4 onda accorciato per la BM, che quando montato sul tetto metallico della vettura va abbastanza bene, ma se montato sulla ringhiera del balcone di casa diventa un chiodo. Del resto tali antenne arrivano nel loro punto di alimentazione, ad avere un modulo di impedenza spesso vicino alla decina di ohm.... e quindi è indispensabile un ottimo piano di terra per non scaldare la testa dell'operatore.

Ogni mezz'onda rispettabile vista in commercio non ha mai avuto radiali per non sprecare alluminio, fiberglass o rame.

Si sono viste negli anni configurazioni "spurie" vicine al mezz'onda e di poco superiori ad esso, come la Sirtel S2000 o la Wega della Eco Antenne, che specie nel secondo caso, avevano moncherini di radiali di meno di 1 metro caricati, oppure cavi di alluminio. Si tratta infatti di antenne con lunghezza di poco superiore al mezz'onda con stili di 5.85 metri (il mezz'onda duro e puro, considerato il diametro dei tubi, è circa 5.2 metri in gamma CB 11 metri) spacciate comunque per 5/8 ma il cui stilo a quel punto sarebbe dovuto essere 1 metro più lungo (Mantova, 827, FE10V, K46, etc). Con questa seconda lunghezza (6.85) un set di radiali serio sarebbe divenuto indispensabile, probabilmente avranno pensato "facciamo qualcosa vicino al mezz'onda ma mettiamoci pure dei radialini per farla sembrare 5/8 che tale nome ha più appeal"... (io ritengo).

7
@ri-"ottone" ciao e ciao a tutti!
Secondo me in tema di radiali e antenne end fed sei in contraddizione, perchè se da un lato sostieni la fallacia della teoria che le antenne end fed abbiano bisogno di radiali, dall'altro lato sostieni (parole tue):
- che in ogni caso lo stilo radiante cercherà un accoppiamento capacitivo tale da chiudere le sue correnti ad RF in maniera efficiente indipendentemente dai radiali;
- e che la calza del cavo coassiale in rame diventa in genere un ottimo radiale (leggere bene: "radiale").

Visto che ammetti - giustamente - che il ritorno delle correnti a RF è necessario, appare la logica necessità che vi sia un qualcosa consenta tale ritorno, e questo qualcosa si concretizza in pratica, al meglio, sotto forma di radiali.
O anche in altra forma che funga al medesimo scopo in condizioni di efficienza, quali reti per polli, il palo metallico che sostiene la Ringo, e per ultimi, con maggiori perdite, la calza del coassiale, oggetti vicini, eccetera.

73 Rosario IK3OCA,
apprezzo "il secondo me" con il quale apri la risposta, ma temo non sia troppo chiaro quanto ho scritto:
- da un punto di vista elettrico il campo ad RF si deve per forza chiudere (uscendo dallo stilo) su qualcosa, radiali, palo, terreno, conduttori circostanti che siano... altrimenti come dici condivisibilmente tu non scorre corrente e l'antenna NON irradia;
- ben diverso è il discorso della efficienza, che hai tralasciato: per via della elevata impedenza al punto di alimentazione, le antenne end fed a mezzo lambda non hanno bisogno di radiali dato che l'importante divario di impedenza tra quella del loro stilo nel punto di alimentazione e quella del terreno, li rende del tutto superflui per quanto riguarda l'efficienza.

La nostra End Fed Half Wave (EFHW) continuerà a funzionare alla stessa identica maniera, quindi con la stessa efficienza, sia in presenza di radiali, sia in assenza di essi. Dato che si chiuderà efficacemente sul suo palo di supporto, sul suo cavo coassiale, etc. Ma senza alcun cambio di efficienza sia che ci siano, sia che non ci siano i radiali.
In questi termini NON ha bisogno di radiali.

Del resto Vimer, Tekhna, Avanti, Grazioli, Torre 1, che hanno prodotto ottime mezz'onda simil ringo, non ci hanno mai messo i radiali.

Provando a fare la stessa cosa con una 5/8 che essendo una 3/4 accorciata ha una impedenza assai più bassa al punto di alimentazione, si otterrebbero riscontri ben differenti con e senza radiali.
Del resto anche la Solarconn sulla Imax 2000, la commercializza tale antenna senza radiali in configurazione base, ma poi ne raccomanda caldamente l'utilizzo per migliorare angoli ed efficienza.

8
73,
continuo a non essere d'accordo sul fatto che le antenne end fed abbiano bisogno di radiali e forse nemmeno se ne avvantaggiano in caso siano presenti.

Per almeno due ragioni:
- la teoria che una end-fed ad alta impedenza esposta sopra debba chiudersi per forza su uno o più radiali, non tiene conto del calcolo di efficienza del radiatore stesso secondo cui tanto più è alta l'impedenza al punto di alimentazione di uno stilo radiante, tanto più si riducono le sue perdite per assorbimento, al punto che con i 2-3000 ohm di una mezz'onda, il vantaggio indotto da un piano di terra riportato, è del tutto trascurabile. In ogni caso lo stilo radiante cercherà un accoppiamento capacitivo tale da chiudere le sue correnti ad RF in maniera efficiente indipendentemente dai radiali, proprio in virtù della sua alta impedenza;

- punto due, anche se fosse che ci sia un miglioramento di efficienza con i radiali, la calza del cavo coassiale in rame diventa un ottimo radiale in genere giacente su un piano a 180 gradi rispetto allo stilo stesso (discorso dell'antenna immagine che si crea ai piedi dello stilo radiante stesso), sarà sufficiente e necessario a quel punto "spezzare" le correnti di modo comune con un choke piazzato a circa 6 metri dal punto di alimentazione dello stilo stesso.

In mancanza di questi ragionamenti appena esposti, mi viene in mente che la quasi totalità di costruttori di antenne realmente mezz'onda, non siano in grado di progettarle, dato che le vendono senza radiali (incluso Grazioli).

Per me funziona così.

73

9
Autocostruzione / Re:Jpole x 11 metri da costruire(fatto)
« il: 06 Maggio 2022, 14:33:33 »
Considera che nelle brevi prove che ho fatto io, la Gain Master 5/8 andava leggermente peggio della mezz'onda end feed e si notava sulle lunghe distanze.
Tornando in topic invece, ho ancora una jpole fatta con scaletta e posso dire che tutte le volte che l'ho provata, non ho notato differenze rilevanti con la mezz'onda su canna da pesca. Secondo me siamo lì (tanto è vero che il radiatore vero e proprio della J-pole è proprio mezzo lambda)

10
antenne per CB / Re:Alternative alla 5/8?
« il: 06 Maggio 2022, 12:41:23 »
L'alternativa ,come ti han già detto, è una 3 elementi polarizzata in verticale, ma così facendo perdi il vantaggio dell' omnidirezionalità che ti garantisce la G-MAX

73,
a parte il guadagno di una 3 elementi yagi superiore alla G-max,
vero è sì che perdi la omnidirezionalità, ma guadagni meno rumore rispetto alla G-max con una yagi.

11
Autocostruzione / Re:Jpole x 11 metri da costruire(fatto)
« il: 06 Maggio 2022, 12:25:41 »

Personalmente diffido da quel genere di antenne, perchè la mancanza di radiali è illusoria e provoca qualche perdita.

Ovvio che l'antenna cercherà di chiudere le linee di forza del campo ad RF che irradia verso palo e calza del coassiale che la alimenta (tanto è vero che serve un choke a 6 metri dal PL259 sotto l'antenna, per limitare le correnti di modo comune), ma ormai da anni che la uso, posso dire che non esistono limitazioni rispetto alle GP con radiali. Anzi...
Semmai "disturbi" varii tipo se si bagnano i tiranti (vede una terra più vicina e quindi più capacitiva rispetto quando sono asciutti), ma non differenze di rendimento. Anzi, meno perdite per via delle basse correnti che scorrono al punto di base dello stilo.

12
Autocostruzione / Re:Jpole x 11 metri da costruire
« il: 06 Maggio 2022, 12:01:28 »
73 a tutti, esatto, la banda passante non l'allarghi più di tanto con un tubo rispetto al filo di rame, forse con una sorta di gabbia tipo 4 o più fili distanziati che formano un cono ma poi hai il problema che la scaletta ha una lunghezza definita e quindi adatta solo per quella banda passante stretta, se vuoi più banda devi passare al circuito LC fatto con bobina e condensatore e presa intermedia ma non è più la jpole ma una semplice 1\2 onda con adattatore LC, è un pregio se pensi che attenua i segnali fuori banda ma se propio vuoi più banda si pensa ad altre antenne...
Ciao,
in realtà le mezz'onda EFHW che faccio con il sistema bobina con presa intermedia hanno una banda di circa 600 khz. E non sembrano differire nel rendimento dalla J-pole.

13
discussione libera / Re:Scelta antenna
« il: 22 Aprile 2022, 20:21:22 »
Adesso invece, che il centrale e' attaccato al traliccio ma allontanato tramite uno spezzone di cordino, la scaletta scende in obliquo, allontanandosi man mano dal traliccio, piu' o meno con 45 gradi di angolo. Quella e' l'unica rottura della G5RV rispetto ad un dipolo tradizionale

Esatto, ti chiedevo appunto perchè il vincolo che rende gioia o dolore la G5RV è appunto la scaletta di discesa che deve essere libera da ostacoli, come ben descritto sui manuali.
A casa di amici qualche problema in quel senso lo abbiamo riscontrato.
Io vado di dipoli multipli a 50 ohm (circa), ma sono diventati un po' troppi e, suggerito più volte, stavo pensato alla Doublet. Ma ho il problema della calata lunga che mi imporrebbe l'accordatore remoto, o la soluzione "stubbata" di AZ6108, che però ha qualche compromesso. Forse resto con la ragnatela multifilo sul tetto, anche se mi mancano i bracci per gli interessanti 60 metri (che fanno anche in 20 metri in terza armonica).

14
discussione libera / Re:Scelta antenna
« il: 22 Aprile 2022, 17:52:33 »
Pat, come hai gestito la faccenda della scaletta di discesa della G5RV che non va parallela a supporti conduttori?
Hai semplicemente steso tra due pali? E in caso, regge?

Io per questa ragione preferisco la doublet; che però va detto, se non hai la scaletta che ti arriva in stazione, devi avere l'accordatore remoto (con quello che costa e dove lo sistemi in sicurezza se vivi in un condominio).
Ma del resto anche la scaletta della G5RV va tenuta di conseguenza ad una certa altezza da terra.

15
ricetrasmettitori radioamatoriali / Re:miglior rtx HF base usato
« il: 21 Aprile 2022, 19:48:10 »
73,
a valle delle problematiche che spesso vengono evidenziate sulle radio vintage (talvolta a ragion veduta, ma talvolta perchè si è prevenuti) sottolineo come sia anche accaduto a radio nuove di pacca, di avere difetti strutturali o dovuti a collaudi pre commercializzazione non soddisfacenti.
Noti sono i casi dei driver degli IC-7400, IC-7000, i problemi dell'FT-991 (poi rimpiazzato dall' FT-991a) e tanti altri che non conosco o non mi vengono in mente.

Diciamo che una buona metodologia di acquisto è entrare in contatto con venditori già ben noti sui forum/mercatini, o in mancanza di queste credenziali, la solita chiacchierata più o meno estesa con il venditore per farsi un'idea della persona con cui si sta trattando.

Ultimo, non trascurare che alcuni vintage di fascia alta, consentono a prezzi ragionevoli ancora oggi prestazioni superiori a radio modeste di pari fascia economica. Da non trascurare.

16
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CRT SS 6900 mod. 2022 (v7)
« il: 21 Aprile 2022, 19:30:11 »
Che poi "le schede vecchie slittano di frequenza" vale solo per alcune Uniden ovvero le EPT3600 oppure quelle montate su Jackson (e derivati) o Lincoln (peraltro assai di meno delle EPT3600).
Niente deriva termica sulle Cybernet o su tante altre Uniden precedenti (Grant, Stalker IX e tanti altri). Che peraltro hanno una selettività sconosciuta ai nuovi cinesoni per via dei filtri IF migliori...

Per cui se non si desiderano commenti così per ribattere, almeno scrivete cose corrette, no?  [emoji12]

17
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Informazioni CRT SS 6900
« il: 15 Aprile 2022, 16:16:07 »
a parer mio, ma conta poco, il 6900 v6 è un poco meno rumoroso dell'alinco; però l'alinco l'ho usato più a lungo, il 6900 v6 solo una settimana; il 6900 v7 è ancora meno rumoroso, senza schedina DNR, magari con questa installata le prestazioni cambiano ancora; sarebbe interessante fare una comparazione a parità di segnale...
Max ti segni volontario?

Sì volentieri. Devo solo trovare il tempo per passare, ma volentieri.
Certo sarebbe stato il massimo saggiare l'efficacia del DNR, ma vabbè.

18
Amplificatori lineari / Re:Rm kl 60 guasto
« il: 15 Aprile 2022, 16:13:57 »
La cosa non mi convince. Non e' mai una bella cosa portare la tensione di alimentazione in antenna. Bastava spostare R5 sul contatto del rele' N.A. .
I due contatti N.A. dell'unico relè, sono stati già usati per ingresso ed uscita diretti di RF verso i due SO239 ingresso/uscita; era necessario un secondo relè, oppure un più ingombrante triplo scambio o ancora un transistore fatto fungere da interruttore.
Concordo con te che non sia saggio mandare la DC in antenna.

19
Amplificatori lineari / Re:Rm kl 60 guasto
« il: 15 Aprile 2022, 11:42:33 »
Scusate la mia ignoranza abissale, ma mi  chiedo perche' occorre portare sul terminale di antenna la tensione di alimentazione attraverso la resistenza R5 quando l'amplificatore e' in stato di ON ma non in trasmissione e cioe' con RL1 in stato di OFF.
Probabilmente perchè hanno voluto eliminare un relè o altro tipo di commutazione per risparmio (credo...)
Del resto attraverso R5, anche se l'antenna fosse cortocircuitata e con buona massa, la corrente dissipata sarebbe bassissima.
Il massimo del risparmio... tuttavia almeno un bias lo hanno inserito, rispetto ad altri omologhi "lineari".

20
Amplificatori lineari / Re:Rm kl 60 guasto
« il: 15 Aprile 2022, 11:03:14 »
Cmq IK2NBU,
visto il costo dei 4 MOS + spedizione....
Ne ho riparati parecchi (in particolar modo KL-203 e CTE 747 che ne montano 4) e con gli IRF520 ne vieni sempre fuori benone, al pari dell'originale. A patto che risetti il bias col trucco di @AZ6108 (trimmer in parallelo alla resistenza R3) dato che con la Vgate originale che viene fornita ai mosfet della RM-Italy, non hanno guadagno e lavorano interdetti a riposo (classe C).

il che suggerirebbe di mettere una resistenza in serie al trimmer e, magari, di usare un trimmer multigiri in modo da poterlo aggiustare "di fino" e da avere, grazie alla resistenza in serie, un range accettabile
Se si ha il vizio di girare troppo e in fretta, oppure di montare il trimmer dal lato di minima resistenza, senza dubbio va fatta così! [emoji29] [emoji28]

21
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Informazioni CRT SS 6900
« il: 15 Aprile 2022, 10:50:43 »
73,
lo chiedo quì anche se in buona parte è OT:
visto che conoscete bene il 6900, nelle ultime versioni V6 e anche V7, il problema del rumore RX e della sensibilità RX esagerata, è stato risolto? Esiste una versione di DX-10 (Alinco) basata su queste piastre che speriamo siano realmente meno rumorose in RX delle precedenti?

22
Amplificatori lineari / Re:Rm kl 60 guasto
« il: 15 Aprile 2022, 10:42:20 »
73,
puoi usare un IRF520 di buona fattura (Vishay, International Rectifier - originale - oppure SGS).
Se la modulazione risulterà distorta per carenza di bias e quindi Vgate bassa, riduci pian piano il valore di R3 (magari mettendoci in trimmer da 20K in parallelo) fino a che sentirai una modulazione SSB migliore (non dico vedrai una forma d'onda corretta sull'oscilloscopio).
Occhio che se esageri con la Vgate (quindi se abbassi troppo il valore di R3) il nuovo mosfet salta al volo.

Grazie ad IK2NBU per lo schema

23
Microfoni / Re:Strano e inspiegabile innesco
« il: 12 Aprile 2022, 17:28:14 »
resta il fatto che HAI un problema di CMC e queste vanno ad inficiare SIA la trasmissione, SIA la ricezione [1]
...cut...
Ma le CMC sono quegli insetti tipo blatta sul verdino? [emoji12] [emoji106] [emoji106]

24
Ci sta pure chi utilizza apparati CB per andare nelle gamme HF (con un transverter)  [emoji33]

25
ideale in AM anche x usare un cb con un transverter... [emoji106]

Io mi diverto appunto un mondo in 40 ed 80 col transverter e coi CB in AM (ma anche SSB, solo che la AM è una vera sfida per il rumore).
Per le gamme alte in AM, ci si attrezzerà!
Confermo e sottoscrivo, bello ed interessante.

26
attività radioamatoriale / Re:80 METRI in AM -- PROPAGANDA
« il: 01 Aprile 2022, 16:20:40 »
Grazie IK2NBU per la segnalazione.

P.S. Ma non possiamo organizzarne una noi? Conosco parecchi a 3610 khz ben lieti di passare in ampiezza modulata.

27
riparazione radio CB / Re:metodi di riparazione
« il: 01 Aprile 2022, 16:18:16 »
Si fa presto ad intervenire sull'ALC per ottenere sul parlato una potenza media maggiore   
senza poi considerare gli effetti collaterali.

Su questa affermazione mi trovi profondamente in sintonia.
Stesso vale per gli amplificatori lineari, sarebbe bene dividere in genere la potenza massima ottenibile per la metà per avere a spanne, qualcosa che possa somigliare alla linearità. Parlo ovviamente di IMD.

28
riparazione radio CB / Re:metodi di riparazione
« il: 01 Aprile 2022, 16:15:41 »
Beh, si sentono emissioni che fanno spavento anche perche' il dilettante  difficilmente ha strumentazione di un certo tipo e quindi fa quello che puo'.
Non è che ti riferisci alle emissioni degli alan 48 con doppio modulatore?

In ogni caso, i CB da una 30ina di anni a questa parte hanno un filtro in media frequenza da circa 4.5 khz di banda passante, tale MCF 10M04 in varie declinazioni: difficile non straripare con quel filtro, in emissioni larghe più del dovuto.
Per quanto riguarda altri problemi di emissione, non so dirti.
Fatto sta tuttavia, che col valore di un CB è difficile che un laboratorio che rilascia regolare fattura, possa starci dentro con un prezzo congruo con quello residuo dell'apparato. Ecco perchè si ricorre spesso all'hobbysta, che non è sempre detto che non ci sappia fare o che non abbia strumentazione.
Non difendo alcun caso in particolare e specifico di non avere, nè tempo, nè voglia di fare più riparazioni e nemmeno un set minimo di strumentazione decente: parlavo per via della conoscenza di alcuni riparatori, che non sono messi affatto male, ma ovviamente hanno un reddito base da altre attività, non da laboratorio di riparazione.

29
riparazione radio CB / Re:metodi di riparazione
« il: 31 Marzo 2022, 18:14:19 »
Se tutti i dilettanti che girano in CB (su questo forum o no) distruggessero le radio che passano loro per le mani, credo che sarebbero estinti tutti i Galaxy Saturn e i President Jackson che esistevano.

Non si tratta di elecraft, ma di radio banali elettricamente,
chiaro che non lavorano a tariffa oraria.

30
riparazione radio CB / Re:metodi di riparazione
« il: 31 Marzo 2022, 11:09:40 »
Senza spedire (anche se Luciano è in gamba), credo che se ti fai un giro in CB a Bologna stessa (se sei di Bologna) ne trovi di riparatori di una EPT3600.

Poi vedi tu.

31
ricetrasmettitori radioamatoriali / Re:miglior rtx HF base usato
« il: 31 Marzo 2022, 10:55:57 »
Infatti il 757GX aveva i suoi simpatici problemi di intermodulazione, fu presto rimpiazzato dal 757 GX II che non era granchè nemmeno lui come ricevitore.

Una rosa di RTX ti è stata data, tra TS-430 e TS-440 (ancora meglio) e il valido IC-718 che non scarterei affatto, come non scarterei il 706 MkII (senza la G, quello costa di più) che in aggiunta ha i 144 mhz all mode; aggiungerei anche, se non è stato già menzionato, un IC-735, ottimo RX, ma è pessimo in AM, qualora intendessi usarla.
Sono tutti apparati nella fascia di prezzo da te indicata, salire si può, come scendere, ma in questo ultimo caso perdendo significativamente di prestazioni del ricevitore.

32
ricetrasmettitori radioamatoriali / Re:miglior rtx HF base usato
« il: 25 Marzo 2022, 11:38:51 »
Aggiungerei anche un IC-706 Mk II (senza la G), con quel budget lo prendi. E' un tribanda, HF-50-VHF.
E anche se è zoppo delle UHF (che in SSB sono usate da pochi che possiedono e potresti rimpiazzare con un bibandino tipo Baofeng a pochi spicci ma senza SSB) ha a differenza delle altre radio menzionate, una ottima AM.

33
riparazione radio CB / Re:President Jackson problema al coarse
« il: 23 Marzo 2022, 17:38:13 »
@165RWE831 sei parecchio fuori strada, la 8.6 diciamo costante, è generata dalla coppia TR34-TR501 stabilizzata dallo zener d69 (d69 mi pare di leggere sullo schema): cercare di cambiare quella tensione per cambiarla anche al clarifier, significherebbe cambiarla a tutti gli oscillatori, offset, carrier, etc e vari millemila transistor frontend incluse basi finali e driver.

Ripeto: ti serve qualcuno che sappia cosa fa, poi fa compe ti pare.

P.S. a scanso di equivoci, non faccio riparazioni ma non faticherai a trovarne quì sul forum

Chiudo con le indicazioni, vedi tu come procedere.
Ciao

34
Ciao HAWK,
non per cerchiobottismo ma sono d'accordo su tutta la linea che esprimi. Sono d'accordo anche sul fatto che tante mie esternazioni siano mero OT che rende più pesante la lettura del thread.

Tuttavia i modi che ho letto sono tutt'altro che cortesi e niente affatto finalizzati ad un pacifico scambio di opinioni nel rispetto di quelle altrui. E non mi trovo assolutamente in linea nemmeno sul fatto che IF-shift, doppio PBT o altro di simile, non siano affatto utili sulla ricezione anche in gamma CB: tutt'altro!
Del resto, come dicevi HAWK, se non ci sono prove strumentali o almeno comparative con altri CB sul campo, rimaniamo sul campo opinioni, non molto diverso dalle chiacchiere (vale anche per le mie ovviamente).

Non voglio cimentarmi in paragoni con altri thread sulle antenne, sia perchè i toni sono rimasti assai pacati e cortesi (non dico altro), sia perchè conoscendo radiantisticamente parlando chi ha fatto le prove, confiderei sul suo buon operato. Pur non condividendo molte questioni tecniche, come ben sai. Ovvio che spesso, un po' di normale entusiasmo possa portare a giudizi non del tutto oggettivi: è umano.

Tornando al 6900 v7, forse nei prox giorni riuscirò a provarlo, sarebbe nel frattempo molto utile trovarne uno schema elettrico specifico online o anche quello a blocchi, per capire di cosa si tratta, ma per ora non ci sono riuscito.
Resta, come tutte le novità, un oggetto almeno per me estremamente interessante, nella speranza che tale attesa non venga delusa da una realtà frustrante. Dalle foto si nota molta differenza, vedremo appena possibile schema elettrico e funzionamento.

Ciao!

35
Facci capire, quando sei tu a enunciare sentenze sperticate a favore di questa radio va bene e tutti devono tacere.
Se al contrario qualcuno commenta dicendo quello che molti di noi pensano, cioè che questo 6900 v7 è sempre la solita fuffa allora siamo tutti babbei e cerchi di sminuire le nostre opinioni.
Secondo me rientri nella categoria degli enthusiast e, vuoi per una ragione o per un'altra (vedi la tua affermazione di essere in contatto con gli importatori di queste radio, da te stesso fatta una pagina indietro), tendi ad osannare oltre misura questa radio, minimizzando o nascondendone del tutto i difetti. E se non basta arrivi quasi a cercare di annichilire le opinioni dei tuoi interlocutori, pur di cercare di spuntarla.

Per conto mio è probabile che a breve avrò il 6900 v7 sotto mano e lo testerò con generatore di segnali, per vedere se davvero è migliore degli altri CB nel discriminare un segnale basso alla soglia del noise floor. E ne riparleremo.

Per quanto riguarda l'NR con la sua schedina, qualsiasi DSP su altoparlante esterno può fare la stessa funzione... una volta che il segnale è rivelato.

36
riparazione radio CB / Re:President Jackson problema al coarse
« il: 22 Marzo 2022, 17:49:38 »
Quindi potrebbe essere questa la soluzione più adatta?

inviato DUK-L09 using rogerKapp mobile
Qualsiasi soluzione usi è equivalente: per aumentare l'escursione del clarifier devi agire sulla tensione che porti e per forza di cose questo comporta un regolatore di tensione diverso da quello ad 8.5 Volt presente all'interno.
La soluzione è che ti serve uno che conosca il Jackson, non faticherai a trovarlo.

37
riparazione radio CB / Re:President Jackson problema al coarse
« il: 22 Marzo 2022, 00:36:24 »
...ogni volta mi dicono, "guarda che sei leggermente calante.."... Probabilmente era così anche da nuovo...
Probabilmente col termine "calante" si riferiscono alla deriva termica, alla quale non si può ovviare con la modifica del clarifier nè tantomeno aumentandone l'escursione.
Bisogna capire quale è il problema, tuttavia senza mods al clarifier, difficilmente sarai in isofrequenza con gli altri, ma avrai sempre la deriva termica.
Ti consiglio di rivolgerti ad un buon tecnico nella tua zona, dopo aver capito in cosa consiste esattamente il problema.

38
riparazione radio CB / Re:President Jackson problema al coarse
« il: 22 Marzo 2022, 00:32:57 »
Idea "balzana" ... e se si mettesse su una schedina un LM317T ed un trimmer, collegando il 317 ad una linea a 12V e poi usando il trimmer per aggiustare la tensione fornita al potenziometro ? In quel modo si potrebbe usare il trimmer per aggiustare la tensione ed ottenere la variazione di frequenza desiderata; ovvio che il circuitino andrebbe un attimo pensato per bene; condensatori di filtro ed eventualmente un coassiale sottile per portare la tensione ed evitare che la stessa possa venir "modulata" dalla RF in TX (non sarebbe una bella cosa) ... però credo si potrebbe fare, che ne pensi ?

Ciao,
in realtà l'assorbimento del varicap che determina la frequenza dell'oscillatore di offset, essendo polarizzato inversamente come tutti i varicap usati per la caratteristica della capacità variabile, è nullo o pressochè tale; sicchè basta un trimmer in serie al regolatore fisso per ottenere quel che indichi.
Scusa per il ritardo della risposta, ho visto il tuo quote solo adesso.

39
riparazione radio CB / Re:President Jackson problema al coarse
« il: 17 Marzo 2022, 13:12:41 »
Confermo che i 500 hz non cambiano nulla, Pat; a meno che, come anche nel mio caso, non li usi col transverter e allora quei 500 hz possono fare la differenza tra fare o non poter fare iso con un QSO.

In ogni caso, se si vuole aumentare lo slide del coarse, bisogna alzare la tensione di 8.5 volt circa che arriva al varicap attraverso il potenziometro del clarifier.

Ciao!

40
Amplificatori lineari / Re:Consiglio PA
« il: 17 Marzo 2022, 12:25:08 »
Da possessore di SLA-300 dico la mia:
ottimo acquisto, ma ovviamente dipende dal prezzo.

Tenendo conto che se gli tiri il collo e lo alimenti bene, vedi oltre i 300 watt in antenna, bisogna considerare che è realmente lineare solo fin verso i 150 watt. Dopodichè IMD e prodotti spurii si vanno a far benedire.
Trovi in rete prove strumentali ben dettagliate.

Quindi data la non esagerata differenza di prezzo tra HLA-150 e 300, propenderei per il secondo, ma usato.
Nuovo è diventato davvero troppo costoso, fuori misura per l'ampli di cui parliamo

41
riparazione radio CB / Re:President Jackson problema al coarse
« il: 17 Marzo 2022, 12:16:47 »
Ciao a tutti, ho appena fatto allineare in laboratorio il mio president jackson e quando il coarse è in posizione centrale la frequenza in tx e rx è perfetta. Il problema sorge nelle escursioni a destra e sinistra per i +5 e - 5 kHz, nel senso che se ad esempio sono a 27.555 centrale è ruoto il coarse a tutta destra dovrei trovare 27.560 e a sinistra 27.550. In realtà trovo 27.559,5 e 27.549,5,  in pratica il campo di escursione  del coarse è leggermente ridotto. Cosa si può fare in questo caso specifico? Grazie per l'aiuto.

inviato DUK-L09 using rogerKapp mobile



Ciao,
puoi staccare il filo che porta tensione al clarifier, quella fissa ad 8 volt circa ed alimentarlo con uno zener da 9,1 volt. Se non fosse sufficiente, alza fino a 10 volt.
Stessa cosa puoi fare con un 78L09, se non basta metti un diodo sul piedino di massa con catodo verso massa, cosicchè generera una tensione stabilizzata di 9.6 volt circa.
Sufficienti ad aumentare l'escursione del clarifier.
Ciao

42
Yaesu / Re:Prima radio hf
« il: 10 Marzo 2022, 10:59:10 »
In effetti noto spesso nei QSO che si acquistano radio in maniera seriale e Yaesu ha molti fedelissimi ad oltranza.
Non ho modo di valutare l'efficacia di un FTdx10 o 101, ma spesso li vedo usati per il qso da salotto anche in CB solo perchè "Yaesu è Yaesu"... Non parliamo dell'HiFi SSB in 80 metri.
Un altro riferimento per molti radioamatore è il 991a quando spesso non avendo buone antenne per V-UHF (che darebbero senso ad un all-mode vhf/uhf), nella fascia bassa per HF l'IC-7300 è probabilmente il best buy quanto a rapporto prezzo/prestazioni.

I tempi dell'Ft-101zd, del 901dm, dell'Ft-102, dell'Ft-1000d o del MarkV sono lontani, certo ci sono state altre buone radio yaesu, ma anche tante altre dimenticate e forse notate da qualcuno solo per l'equalizzatore parametrico piuttosto che per le più importanti qualità del ricevitore che sono senza dubbio di aiuto nei contest o nei qso col vicino che usa 3 kw a 2khz di distanziamento in frequenza.
Non parliamo della usabilità con i labirintici menù yaesu.

43
Patrizio,
a quelli più simpatici come me, potresti persino regalare qualcosa.... ahahahahahaha

Ci vediamo Sabato!

44
Visto che io faccio chiacchiere e invece tu sei Zarathustra, seguo l'off topic da te gentilmente inaugurato.
Allora visto che ti vanti, probabilmente sei tu che rivendi Jackson convertiti a mosfet su ebay/subito a caro prezzo, quando io in genere la modifica la spiego, in pubblico ed in privato su questo forum.
Capitolo due, pensi di essere l'unico ad aprire radio e capirne qualcosa? Pensi che mi manchino 238 euro per comprarla e fare le tue stesse elucubrazioni a riguardo?
Pensi di essere l'unico da esser in aria dai tempi delle valvole ad oggi?
A me sembra sempre e solo che vuoi l'ultima parola e ribadisci sempre che quì chiudi come se nessun altro debba commentare o come se tu non avessi orecchie per pareri diversi dal tuo (cosa che, capirai da solo, non depone a favore tuo).

Sappi che se non porti prove strumentali, le tue come le mie sono chiacchiere e sei libero di pensarla ed urlarla ai quattro venti come vuoi, ma il commutatore di canali delle EPT3600 ancora funziona, dopo 40 anni e dopo i tuoi discorsi. Gli encoder de ste radiette cinesi si scassano già invece.

Dal canto mio acquisterò un CRT 6900 v7 se apporterà qualche variazione degna al vecchio concetto di CB (e quì mi sforzo di dire qualcosa di utile per i lettori), perchè se mi devo accontentare di quello che sembra avere per ora, e cioè un noise reduction in bassa frequenza (ovvero a segnale già rilevato), beh allora ne esistono tanti anche esterni a basso costo e modesta efficacia negli shop cinesi.
Diverso è il discorso se per caso (lo capiremo dallo schema a blocchi) questo CRT6900 v7 ha un sdr o qualcosa che lavori in media frequenza: sarebbe già un salto avanti rispetto ai soliti CB.

73 [emoji106]

45
riparazione radio CB / Re:Problema audio President Jackson
« il: 07 Marzo 2022, 16:55:58 »
Sono riuscito a stagnare  due condensatori, per fare questa prova posso farlo senza problemi. Mi procuro un cacciAvite in plastica senza problemi. Riuscite ad indicarmi la bobina l4 qual’e’ nel jackson ? Grazie

Sono numerate e serigrafate sul PCB, come gli altri componenti.

46
Troll non è offesa (almeno non per me), tra le altre cose non ho account ebay, niente su subito e non ho mai venduto una radio usata su questo mercatino. Libero di sentirti offeso, ma ti rammento che stai continuando il tuo OT al pari di me.
Magari potresti esser tu quello che vende qualche radio riparata a caro prezzo, chissà (di solito chi accusa lo fa per primo)....

Le tue osservazioni (al pari delle mie) sono delle opinioni e non hanno alcun peso in più delle chiacchiere da bar, per cui se ti piace fare catone il censore e decidere chi è off-topic, ti meriti una risposta di conseguenza, non trovi?
Tieniti le tue radio amate, la tua è solo opinione che cerchi di avallare con tante certificazioni tutte da vedere,
ma resta il dato di fatto che le vecchie Uniden sono ancora in piedi e tu a parte le chiacchiere e persino qualche componente ko prematuramente (come già menzionato), hai poco da portare acqua al tuo mulino.

Quanto a questo CRT6900 v7, sarà interessante capire se si tratta di sdr o meno, cosa che costituisce la unica vera innovazione degna di nota, IMHO.

47
riparazione radio CB / Re:Problema audio President Jackson
« il: 07 Marzo 2022, 11:27:57 »
L4 è una bobina e va regolata con un cacciavite di plastica.
A questo punto credo convenga mandare la radio da qualcuno che sappia intervenire.

Ciao

48
In questo thread mi pare non ci sia nessuno che appartenga a queste categorie. Io sono un privato appassionato da decenni di rtx e gli altri mi pare ... lo stesso! Oltreché non ho letto qui granché di impressioni positive sul nuovo V7 & co.
Impressioni dettate per lo più da pregiudizi e non da prove 'sul campo'
Ad ogni modo non mi pare che al di là di dissertazioni tu abbia portato prove strumentali di qualche tipo. Quindi non è che tu stia dando un particolare valore aggiunto per chi dovrà/vorrà scegliere questa radio. E mi pare che anche tu continui con l'OT, quindi? Coda di paglia? Troll?

49
Ottò e dai su, perché annoiare chi vuole risposte al nuovo 6900 e andare O.T.?
Magari apri altro thread e chi vuole continua lì
Salutiiiii  [emoji112]

Non sono stato io il primo a partire con i sermoni sulla bontà dei componenti e delle specifiche delle radio moderne.. un po' di mea culpa prima di guardare sempre agli altri?
Poi se ti va facciamo una conta di chi scrive più post utili in questo forum e magari impara qualcosa dal prossimo

50
Vabbè ok,
ognuno resta della propria opinione, ma gli encoder delle radio moderne ti restano in mano, mente i commutatori dei canali delle Uniden anni 80 sono ancora lì che funzionano.

Come era il detto, fatti non chiacchiere.

E poi ogni tanto si trovano pure ste radio vecchie risistemate a prezzi stratosferici su ebay o subito. Nonostante siano bidoni si vendono pure e non mi spiego il perchè.

73 e buon divertimento.

51
riparazione radio CB / Re:Problema audio President Jackson
« il: 06 Marzo 2022, 19:06:56 »
Ciao,
secondo me è solo il discriminatore FM da ricalibrare:
mettiti su un canale in ascolto col jackson in FM, parla con un altro CB in FM (fosse pure un Alan 48) sullo stesso canale sul quale si trova il Jackson e setta la L4 del Jackson per il massimo livello di volume audio riprodotto.

Facci sapere.
Ciao

52
ricetrasmettitori cinesi / Re:Ricetrasmettitori hf
« il: 04 Marzo 2022, 12:53:38 »
Un altro sistema, oltre a quello descritto, era quello di accordare usando un generatore audio a due toni
...cut...

In effetti... è molto diverso il risultato rispetto quello ottenbile con la nota modulata del "TUNE" ?

53
ricetrasmettitori cinesi / Re:Ricetrasmettitori hf
« il: 04 Marzo 2022, 10:06:05 »
La questione, Geremia, è che molti di noi non sappiano nemmeno cosa sia un dip, cosa accada al choke anodico se le finali autooscillano (e alle stesse finali) e spesso nemmeno a cosa serva il preselettore perchè le moderne radio per HF fanno tutto da sole e molte di queste operazioni non sono necessarie sugli stadi finali a stato solido. Si commutano filtri LPF sui finali, si commutano filtri per ottava davanti il frontend e forse qualcuno a malapena si chiede cosa sono quei relè che scattano al cambio di gamma (se ci sono ancora i relè). D'altra parte chi fosse nato alla guida di una auto elettrica, non si chiede cosa sia la frizione ed un cambio meccanico o peggio i sincronizzatori.
Tutto questo lo trovo limitante del nostro hobby e capita di incontrare gli sguardi persi di qualche radioamatore quando ne parli, che probabilmente mi considera pure del paleozoico (ho 49 anni e giro in jeans e con lo scooter malgrado la panza da informatico sedentario con l'aggravante dello smart working - aggravante in termini di forma fisica - ).
La questione è che purtroppo spesso nemmeno si intuisce come e perchè certe cose funzionino in determinate maniere, semplicemente per via del fatto che non ci si è mai trovati ad usarle.
Interessante il trucco di cercare un modulato medio più alto, mi sono chiesto (e ci ho pure provato in varii modi senza fare esplosioni) in quale maniera si potesse cercare di accordare per un trasferimento migliore di potenza sul parlato medio SSB, senza alterare il dip di placca: interessante dritta. Ecco altra cosa importante è che eventualmente le valvole, prima di collassare avvisano: un caro amico radioamatore ormai silent key, mi diceva che i mosfet non gli erano tanto simpatici perchè se ne vanno senza salutare. Le valvole se non altro, diventano rosse per la vergogna.
Cmq il TS-820 è di un noto radioamatore di Ravenna, davvero in gamba e old style. Non vende radio messe male, anche se nella media spesso è come dici tu. Ma vale anche per i trimmer dell'ALC del TS-140. [emoji29]

54
ricetrasmettitori cinesi / Re:Ricetrasmettitori hf
« il: 04 Marzo 2022, 00:02:33 »
Guarda Geremia,
da ex ed anche attuale utente di rtx full vacuum o ibridi, non posso che esser d'accordo con tutto quello che scrivi (salvo in verità la faccenda del preselettore, che trovo strana e non ho dovuto mai ritoccare in genere tra bassa ed alta potenza dopo la ricerca del dip di corrente di placca delle finali: del resto essendo l'entrata sulla griglia della driver, cioè ad alta impedenza, non dovrebbe cambiare tra la bassa e la alta potenza anche l'impedenza di ingresso... ma magari sbaglio)
a parte che nel concetto delle capacità umane, le quali tra 30-40 anni fa ed oggi, non sono cambiate. Se ce la facevamo allora ce la possiamo fare anche oggi (anzi, con internet siamo più informati su ogni cosa). Non voglio portare altri esempi quali ad esempio la Fiat 127 senza abs e airbag (ok c'era meno traffico, ma le strade facevano schifo come oggi, forse pure peggio), credo che il concetto sia arrivato già. Sono inoltre dell'idea che un newbie cominciando con un ibrido tosto, con tutti i suoi problemi di commutatori, magari relè come il mio FT-102, etc etc etc, possa infine persino divertirsi ed entusiasmarsi di più e anzi, persino maturare una conoscenza più profonda a livello tecnico sin da subito. Insomma come usare linux da GUI (interfaccia grafica) o da linea di comando, io sono dell'idea che bisognerebbe cominciare dal cambio senza sincronizzatori della vecchia Fiat 500 del 1965, dove servivano le doppie. Poi per l'auto elettrica e la guida autonoma c'è tempo.
Come sempre se i novizi hanno un radioamatore vicino competente come te (Geremia), questo lo avevo premesso da subito.

Quindi che sia un TS-820 (con frequenzimetro digitale) - facciamo così - (ce ne era ottimo di un ottimo radioamatore in vendita mi pare a 275 euro) oppure un FT-101zd, io auguro buon divertimento con un vintage di questi. Ma sempre con un radioamatore esperto che fa da angelo custode e che spiega accordi ed uso; e vedrai che divertimento (altro che accordatore automatico!).
Sennò ripiegare su TS-140/430, IC-720a, IC-735 (pessimo in AM, se si usa) e altri che adesso non mi vengono in mente.

55
ricetrasmettitori cinesi / Re:Ricetrasmettitori hf
« il: 03 Marzo 2022, 15:12:34 »
Da quello che mi sembra di avere intuito, chi ha aperto il 3D e' "alle prime armi"
...

Per tale motivo lo sconsiglio vivamente di avvicinarsi a rtx di tipo "ibrido", non perche' funzionino male o, come e' stato detto, sono nati male come progetto (su questo posso confrontarmi con chi volesse aprire una discussione oggettiva e dimostrare l'esatto contrario), ma perche' risultano piu' macchinosi da operare.

...cut...
Pur d'accordo su tutta la linea esposta in merito a TS-140 ed IC-735, posso dirti che nel 1989 dopo pochissimo tempo di alan 48 + Lafayette Hurricane intercambiato con Jackson, scoprii a casa di un amico le HF e a parte una brevissima parentesi con il transverter, ad inizio 1990 aveva gia un FT-101B. Non sono morto e non ho scoppiato le finali 6JS6C durante gli accordi eppure avevo nemmeno 17 anni. Ho semplicemente iniziato a capire come funzionavano accordi, milliampere di placca e preselettore.
Non è un caso che io gli abbia consigliato gli ibridi (immensamente più divertenti e coinvolgenti di un TS-140 o IC-735 che ho avuto entrambi) solo qualora ci fosse qualche radioamatore vicino a seguirlo.

Come dire che non consiglieresti mai il malaguti fifty oppure la Vespa piaggio col cambio a 4 marce per cominciare perchè troppo complesso, ma negli anni 70-80 non lo sapevamo e li usavamo in tanti (chi poteva permetterseli).

Non è una polemica, ma secondo me certe radio ti fanno passare la fantasia di approfondire e possono castrare alla nascita l'radioamatore smanettone, che secondo me ha sempre bisogno dei vecchi, sani accordi delle finali.

Io voto per un bel TS-520 a 250 euro circa, ma solo se hai l'angelo custode che ti segue da vicino.
Avrai poi tempo di comprare le radio semplicione di oggi.

56
discussione libera / Re:Alinco DX-10. Perche' s-meter esagerato
« il: 02 Marzo 2022, 17:49:48 »
Vedo che ci girate intorno, ipotesi e probabilità, ma sembra che una diagnosi fattiva non la avete trovata, ne via software ne con prova di componente/i fatti lavorare diversamente o bypassati.

Beh, la mia l'ho detta, con quel frontend (alias Q1) piazzato ad emettitore comune è normale che abbia una sensibilità esagerata.

57
ricetrasmettitori cinesi / Re:Ricetrasmettitori hf
« il: 02 Marzo 2022, 16:59:55 »
73,
io sono sempre molto indeciso se consigliare un qualcosa di nuovo low cost ai nuovi utenti tipo un 891 yaesu (o un quadribanda usato tipo IC-7000 sulla stessa fascia di prezzo), oppure un "vintage" fascia bassa che rientrerebbe nella fascia di prezzo indicata (300 euro) come un TS-140/TS-430, oppure ancora... partire proprio (ma aiutato da qualche radioamatore più esperto) col vintage vero a valvole/ibrido, tipo un TS-520 o 530 Kenwood o un FT-101ZD col quale farsi le ossa da subito.

Sul tetto dipolo full size forever (se possibile), altrimenti end feed o doublet se si ha la possibilità di scendere con la piattina secondo indicazioni Collins su un accordatore bilanciato.
Eviterei antenne in armonica come la windom o antenne che introducono complicazioni installative come la G5RV.
A sto punto discesa in piattina e doublet sicuramente!

58
discussione libera / Re:Alinco DX-10. Perche' s-meter esagerato
« il: 01 Marzo 2022, 22:29:49 »
A me non sebra che la sensibilita' sia esagerata. Con lo stumento sopra citato riesco a sentire il segnale del generatore fino a -120 dbm che dovrebbe corrispondere a poco piu' di 0,2 microvolt e quindi ci siamo come caratteristiche dichiarate. Immagino quindi che sia proprio solamente la taratura dello s-meter perche' poi, aumentando il segnale fino a 50 microvolt, lo s-meter sale quasi a fondo scala. Facendo pero' il raffronto con altri apparati su quello che si sente effettivamente sui segnali bassissimi, si comporta bene, l'unica cosa e' che l'altro apparato magari segna S0 mentre il DX-10 segna gia' S3

Pat,
hai provato se e con quanti dB s/n demodula un segnale di 0.2 uV alias -121 dBm ?
Non mi sorprenderebbe se fosse ben al di sopra della già elevata sensibilità di altri CB.
A casa mia con un generatore banale da pochi spicci cinese cioè questo
è risultato assai più sensibile degli altri CB nella loro media (che comunque vedeva già differenze sensibili, ma non raggiungeva i livelli del DX-10).
Magari era solo il mio esemplare? Non so, ma vedo che lamentate problemi simili.

59
discussione libera / Re:Alinco DX-10. Perche' s-meter esagerato
« il: 01 Marzo 2022, 16:58:48 »
Qualche tempo fa un amico del forum mi prestò gentilmente un Alinco DX-10 ed ebbi modo di fare due prove.
Anche io notai la sensibilità esagerata della radio e nello specifico, anche un ascolto simil distorto dei segnali, anche con RF-gain parzialmente chiuso.
Diedi un'occhiata allo schema elettrico e notai che, a differenza ad esempio delle EPT3600 o EPT6900, il transistor di frontend sul DX-10 è girato con la base verso l'antenna, ovvero in configurazione emettitore comune.
In questa configurazione ha ovviamente un guadagno molto più elevato, ma tira dentro anche tanto (troppo rumore).

60
@c64new,
ho la sensazione che si stia alzando un po' il polverone.

Resta il fatto che il commutatore che ha un numero di cicli limitato (ma evidentemente elevato abbastanza da farlo durare tanti anni) dei vari ept3600, ad oggi ancora funziona; mentre gli encoder di alcune radio prodotte a fine del decennio scorso, più di qualche utente su questo forum si lamenta che non vanno più. Dove sta quindi a quel prezzo la qualità che tu evidenzi?

Batterie smartphone: con un uso base che fa buona parte degli utenti, tali oggetti potrebbero durare ben più a lungo; la batteria è la migliore scusa per fartelo buttare.
Quello che ci hanno abituati a pensare (e vedo che in molti casi ci sono riusciti) è che tanti oggetti debbano per forza essere buttati dopo 3 anni di uso.

Un conto è l'IT spinto e i servizi online e la connettività di oggi, ma un altro sono le nostre radio che appartengono al paleozoico, in termini di connettività (ma a noi piacciono così).
Parola di informatico che si occupa di microservizi e continuous integration a tempo pieno (non di cucitrici Singer)

Pagine: [1] 2 ... 10