Antenne cavi e rosmetri > antenne per CB

radiocaccia,una direttiva per i 27MHz

(1/3) > >>

Silenzius:
Ciao a tutti:
Vorrei costruire un antenna per la radiocaccia, perché mi ritrovo con delle portanti fastidiose nella frequenza 27 MHz. qualcuno si diverte ancora a tirare la portante......
Ricordo anni fa che esisteva delle gare di radio caccia  e usavano una radio con antenna direttiva per trovare la volpe.
C'è qualcuno che mi può aiutare?

Ricciolino:
sinceramente in tutte le "radiocaccie" (che qua si chiamavano "caccia alla portante") a cui ho partecipato mai vista un' antenna direttiva.
Anche perchè realizzare una direttiva (penso al tipo di antenna Yagi) per quelle frequenze non la renderebbe certo portatile:

con una lunghezza d'onda di 11 metri, l'elemento radiante è largo 5.5 metri,
un pò troppo per portarselo a spasso.
Diverso è il discorso in banda vhf radioamatoriale, dove già essendo la lunghezza d'onda 2 metri, con un 1 di larghezza realizzi una direttiva da portare a spasso a mano (ed in quel tipo di radiocaccie si usano le direttive).

Teoricamente forse potresti pensare di costruirne una "caricando" gli elementi, e quindi accorciandoli, ma penso avresti grosse perdite in ricezione.

AZ6108:

--- Citazione da: Silenzius - 18 Marzo 2022, 13:51:23 ---Ciao a tutti:
Vorrei costruire un antenna per la radiocaccia, perché mi ritrovo con delle portanti fastidiose nella frequenza 27 MHz. qualcuno si diverte ancora a tirare la portante......
Ricordo anni fa che esisteva delle gare di radio caccia  e usavano una radio con antenna direttiva per trovare la volpe.
C'è qualcuno che mi può aiutare?

--- Termina citazione ---

Se si tratta di individuare un'emissione, l'antenna non ha la necessità di essere risonante, ma deve presentare uno o due lobi di direttività; in tal caso, visto che l'antenna NON verrà usata per la trasmissione ma soltanto per la ricezione, una loop potrebbe essere l'antenna adatta, corredata con un'unità che permetta sia di amplificare che di attenuare i segnali, una tale antenna potrà permettere di effettuare una triangolazione abbastanza accurata sul punto di origine di un segnale; ovviamente poi sarà anche necessario imparare ad usarla al fine di effettuare delle rilevazioni rapide e precise; ma la procedura non è complicata ed è simile a quella utilizzata per identificare le sorgenti di rumore/interferenza o, se vuoi, a quella utilizzata dai vecchi sistemi di radiogoniometria, una rapida ricerca sulla rete ti fornirà informazioni in abbondanza a tal proposito

[edit]

a proposito di "rapida ricerca", questo è un documento che è saltato fuori facendo esattamente quello (dopotutto visto che internet esiste, tanto vale usare quanto offre)

http://www.arrl.org/files/file/RFI/Thompson%20Noise.pdf

che oltre a mostrare quanto necessario, spiega anche la procedura necessaria per effettuare la triangolazione di un segnale usando un'antenna loop

1vr005:
Una volta ne ho trovato uno (un portantaro) usando un'antenna TV e un Alan 48.
Il tipo metteva musica per ore e ore per cui c'era tutto il tempo di agire con calma.
Ho effettuato le rilevazioni da diversi punti e poi andando nel luogo dove all'incirca le tre rette si intersecavano, effettivamente veniva da lì.
Essendo in una valle, all'imbrunire ho usato le luci di varie località e i profili delle montagne per identificare meglio le direzioni.
Ho osservato che l'antenna presentava lobi secondari accentuati e se la tenevo ad altezza del mio petto a qualche metro dall'auto dava indicazioni molto inconcludenti, mentre diventava più precisa tenendola sopra la capote dell'auto.
Il caso, comunque, era particolarmente facile, perché lo svitato stava rialzato in versante, non c'era nessuna località sotto né sopra di lui, e non c'erano ostacoli in mezzo a complicare le cose originando troppe riflessioni. E soprattutto restava in trasmissione anche per 40 minuti consecutivi uscendo sempre circa alla stessa ora, per cui bastava uscire ad aspettarlo e lui iniziava. In due-tre sere di uscite lo ho trovato. Lo si è potuto triangolare da 8-10 km di distanza restando sul lato opposto della valle rispetto a lui. Arrivato lì a poche centinaia di metri la cosa si è complicata perché abbassare l'RF-gain dell'apparato non bastava più ad attenuare e allora ho iniziato a girare in auto con 50 cm di filo elettrico nel polo caldo del connettore d'antenna. Trattandosi di una zona di case sparse, alla fine ci sono arrivato.
Guardando in MMANA i pattern in 27 MHz di un'antenna TV presente fra le antenne demo, faccio fatica a capacitarmi di come la cosa abbia potuto funzionare ma ha funzionato. Da qualche parte ho ancora la mappa Tabacco 1:25000 con tracciate le rette. Roba di 29 anni fa.

1vr005:
Ah ecco, grande mappa dettagliata sul cofano dell'auto, stecca da disegno, e pila per farsi luce. Magari oggi è meglio una lampada frontale.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa