News:

[emoji295] [emoji295] PUBBLCITA' MOSTRATA SOLO AI VISITATORI, REGISTRATI PER NON VEDERLA [emoji295] [emoji295] [emoji295]

Menu principale

vfo a quarzo

Aperto da Lidenbrock, 25 Settembre 2023, 00:51:43

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Lidenbrock

Salve a tutti, mi sono iscritto questa sera. Ho provato a cercare una sezione più adatta ma non l'ho trovata, per cui provo a chiedere qua un consiglio 😅 siate clementi

Ho terminato di assemblare questo oscillatore valvolare quarzato (un quarzo per i 27,035 MHz ed uno per i 27,225 MHz) con modulazione am, il cui circuito originale prevede l'utilizzo di una EL84 (qui lo schemahttps://nmwilliam.tripod.com/el84.html)
tuttavia il negozio dove mi rifornisco, disponeva di una E80L, una valvola simile, per cui ho dovuto ripiegare su questa, da cui comunque dovrebbero venire fuori circa 2,5 watt, stando a quanto scritto su radiomuseum ( https://www.radiomuseum.org/tubes/tube_e80l.html ).
Allo scopo di misurarne la potenza, ho provveduto anche a costruire un piccolo carico fittizio da 50 ohm e 8 watt che, con un voltmetro collegato per misurare la tensione RF in uscita; i volt misurati vengono poi usati nell'apposita formula:

W= (volt+0,7/1,41)²
      _______________
            50 ohm

Dove 0,7 è la caduta di tensione sul diodo al silicio, 1,41 la radice quadrata di 2, si può considerare come una costante e 50 sono gli ohm del carico.
Allego il link dove trovare lo schema
http://www.radioamatoripeligni.it/i6ibe/roswattmetro/roswattmetro.htm

Il problema sta proprio qui: di tensione RF misuro circa 3,5 volt che, con la formula sopracitata mi restituisce un valore di 0,17 e questo quando il condensatore variabile è quasi alla massima capacità di 150 pf, mentre la frequenza di 27,035 MHz si dovrebbe ottenere quando il variabile si trova a circa 53 pf.
Mi è stato detto che potrebbe essere che il quarzo oscilla alla frequenza fondamentale di 9 MHz anziché alla terza armonica, ma non mi hanno detto che potrei risolvere questo problema.
Sapete dirmi quali accorgimenti potrei adottare per poter fare oscillare il quarzo a 27,035 MHz e ottenere i 2,5 watt
Grazie mille a chi mi saprà rispondere 🙏



r5000

73 a tutti, ho tribolato un pò ma alla fine ho diviso e spostato la discussione nella sezione corretta, complimenti Lidenbrock e ben arrivato nel forum, mi ricordi i bei tempi che trafficavo con le valvole e utilizzavo le  cassette di legno con i cablaggi fissati con i chiodini... ora se il quarzo oscilla con il ricevitore (se non hai un frequenzimetro) dovresti trovare la frequenza e se effettivamente coincide con quanto scritto sul quarzo o sulla fondamentale, tutti i quarzi cb erano costruiti in overtone quindi oscillano in terza armonica se correttamente caricati, se il circuito carica troppo o troppo poco prevale l'oscillazione in fondamentale ma senza misurare la frequenza potrebbe anche essere che la valvola autooscilla e non alla frequenza del quarzo ma altrove... con i circuiti a transistor (bassa tensione ) si prova a toccare il quarzo e se varia molto la frequenza ti  indica che non stà oscillando lui ma con la valvola e l'anodica la mano è meglio tenerla in tasca... prova con un condensatore in serie al quarzo,  così a occhio io proverei con un condensatore in serie al quarzo da 100 pF massimi, 47 pF per cominciare e se non oscilla si alza il valore, è bene usare un condensatore ceramico npo o un condensatore a mica argentata, se non hai già provato togli il quarzo e immediatamente non deve oscillare ma è una prova relativa perchè se il quarzo è visto come un condensatore se lo togli blocchi l'oscillatore, se continua a oscillare hai la prova che è la valvola ad autooscillare...
 
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599

Lidenbrock

Citazione di: r5000 il 25 Settembre 2023, 01:27:2273 a tutti, ho tribolato un pò ma alla fine ho diviso e spostato la discussione nella sezione corretta, complimenti Lidenbrock e ben arrivato nel forum, mi ricordi i bei tempi che trafficavo con le valvole e utilizzavo le  cassette di legno con i cablaggi fissati con i chiodini... ora se il quarzo oscilla con il ricevitore (se non hai un frequenzimetro) dovresti trovare la frequenza e se effettivamente coincide con quanto scritto sul quarzo o sulla fondamentale, tutti i quarzi cb erano costruiti in overtone quindi oscillano in terza armonica se correttamente caricati, se il circuito carica troppo o troppo poco prevale l'oscillazione in fondamentale ma senza misurare la frequenza potrebbe anche essere che la valvola autooscilla e non alla frequenza del quarzo ma altrove... con i circuiti a transistor (bassa tensione ) si prova a toccare il quarzo e se varia molto la frequenza ti  indica che non stà oscillando lui ma con la valvola e l'anodica la mano è meglio tenerla in tasca... prova con un condensatore in serie al quarzo,  così a occhio io proverei con un condensatore in serie al quarzo da 100 pF massimi, 47 pF per cominciare e se non oscilla si alza il valore, è bene usare un condensatore ceramico npo o un condensatore a mica argentata, se non hai già provato togli il quarzo e immediatamente non deve oscillare ma è una prova relativa perchè se il quarzo è visto come un condensatore se lo togli blocchi l'oscillatore, se continua a oscillare hai la prova che è la valvola ad autooscillare...
 
Innanzitutto grazie per avermela spostata nella sezione giusta, perché ancora sono poco pratico del forum.
Detto ciò, posso dirti con certezza che senza il quarzo non oscilla, perché lo avevo tolto per mettere quello da 27,225 MHz ed ho visto che il voltmetro collegato alla sonda, non segnava nulla.
Mentre per quanto riguarda il condensatore vorrei chiederti: dato che c'è la possibilità di dover provare diversi valori, potrebbe andare bene se inserisco il serie al quarzo questo piccolo condensatore variabile da 100 pf?

r5000

73 a tutti, certamente si può usare come compensatore e poi trovato il valore si mette un condensatore fisso di valore simile, a proposito, che tensione di alimentazione utilizzi e che tensione hanno i condensatori ceramici ? chiedo perchè da schema leggo 300 volt e quei condensatori in foto mi sembrano piccoli per i 300 volt, poi il valore dei condensatori e bobine li hai modificati visto che lo schema è per gli 80 mt dove il quarzo sicuramente funziona in fondamentale?
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


Lidenbrock

#4
Citazione di: r5000 il 25 Settembre 2023, 01:55:3873 a tutti, certamente si può usare come compensatore e poi trovato il valore si mette un condensatore fisso di valore simile, a proposito, che tensione di alimentazione utilizzi e che tensione hanno i condensatori ceramici ? chiedo perchè da schema leggo 300 volt e quei condensatori in foto mi sembrano piccoli per i 300 volt, poi il valore dei condensatori e bobine li hai modificati visto che lo schema è per gli 80 mt dove il quarzo sicuramente funziona
Per l'alimentazione uso un trasformatore che eroga 220 volt a 60 milliampere (è stata il componente più difficile da trovare) mentre quella dei condensatori non me la ricordo, ma ricordo che avevo spiegato al negoziante di fiducia, che li avrei usati in un circuito alimentato a 220 volt.
Per il resto si, partendo dal valore del variabile a disposizione mi sono calcolato le spire della bobina di sintonia: 13 spire con filo da 1 mm su supporto da 8 mm.
Comunque grazie ancora per la dritta, provo a mettere questo condensatore e vedo se riesco a farlo oscillare correttamente

r5000

73 a tutti, ok per il calcolo delle bobine in modo da utilizzare il circuito a 27 mhz invece che a 3.6 mhz, però c'è anche da dire che la el80 è un pentodo audio e bisogna vedere quanto eroga a 27 mhz, se non oscilla in overtone bisogna provare con un'altro quarzo a frequenza diversa, se la valvola oscilla ed eroga la potenza prevista poi si sale di frequenza, ad esempio a 12 mhz dove i quarzi cominciano ad essere del tipo overtone e la frequenza è relativamente bassa, a questo punto riprendi il quarzo per i 27 mhz e correggi il valore dei componenti, se poi continua a oscillare in fondamentale bisogna cambiare circuito, un triodo usato come oscillatore e il pentodo come finale potrebbe essere la soluzione, però il bello delle valvole è  l'ampio margine di funzionamento e le valvole ad uso audio le trovavi anche nei lineari cb...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599


Lidenbrock

Citazione di: r5000 il 26 Settembre 2023, 00:35:0873 a tutti, ok per il calcolo delle bobine in modo da utilizzare il circuito a 27 mhz invece che a 3.6 mhz, però c'è anche da dire che la el80 è un pentodo audio e bisogna vedere quanto eroga a 27 mhz, se non oscilla in overtone bisogna provare con un'altro quarzo a frequenza diversa, se la valvola oscilla ed eroga la potenza prevista poi si sale di frequenza, ad esempio a 12 mhz dove i quarzi cominciano ad essere del tipo overtone e la frequenza è relativamente bassa, a questo punto riprendi il quarzo per i 27 mhz e correggi il valore dei componenti, se poi continua a oscillare in fondamentale bisogna cambiare circuito, un triodo usato come oscillatore e il pentodo come finale potrebbe essere la soluzione, però il bello delle valvole è  l'ampio margine di funzionamento e le valvole ad uso audio le trovavi anche nei lineari cb...
Buonasera r5000,
Innanzitutto grazie ancora per la dritta, perché un piccolo miglioramento l'ho ottenuto: ho inserito il piccolo variabile da 100pf in serie al quarzo e portando il variabile principale a circa 1/3 della sua capacità e mandando in trasmissione il tx, su un piccolo cb portatile si sente il fruscio che, non si sente più se scollego il catodo della valvola dalla massa con l'interruttore posto a sinistra accanto al jack femmina da 6½; presumo che in questo caso il fruscio non sia dovuto alla tensione alternata (correggimi se sbaglio). Inoltre tale fruscio, se porto il variabile principale alla massima capacità non si sente più, o meglio, si sente abbastanza debolmente. 
Resta però il fatto che, la tensione RF misurata in uscita rimane bassa, in questo caso a 2 volt e di conseguenza la potenza, utilizzando la formula sopracitata risulta essere di 0,07 watt. C'è qualche ulteriore accorgimento che potrei adottare per aumentarla?
Inoltre, quali valori dovrei cambiare nello specifico?

Per quanto riguarda l'adottare un altro circuito, non saprei quale adottare, anzi se ne hai uno da suggerirmi che utilizzi un triodo ed un pentodo ben venga, anche se l'unico triodo di cui dispongo è una 6c4 che però non so quanto possa essere utile, essendo piccolina.



AZ6108

#7
Se puoi spendere una EL84 sarebbe la soluzione, altrimenti dovresti aggiungere uno stadio di amplificazione, ma considerando adattamenti e filtraggi, credo che faresti meglio a procurarti una EL84, poi ad aggiungere stadi con (es.) delle 6KD6 fai sempre in tempo


per qualche idea, vedi qui

https://www.frostburg.edu/personal/latta/ee/wing2e26xctr/exciterpics1.html

e poi qui

https://www.frostburg.edu/personal/latta/ee/ee.html

[emoji1]

ciao, Andrea.
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)

AZ6108

#8
e se poi tu decidessi di andare QRO

https://www.wb8erj.com/813mainsch.htm

https://www.angelfire.com/tx5/wieser/813amp.htm

non è uno scherzo, il "trucco" è tutto nel circuito di ingresso
355/113 is not PI but a darn nice approximation (52163/16604 is even better)


r5000

Citazione di: Lidenbrock il 26 Settembre 2023, 20:29:55Buonasera r5000,
Innanzitutto grazie ancora per la dritta, perché un piccolo miglioramento l'ho ottenuto: ho inserito il piccolo variabile da 100pf in serie al quarzo e portando il variabile principale a circa 1/3 della sua capacità e mandando in trasmissione il tx, su un piccolo cb portatile si sente il fruscio che, non si sente più se scollego il catodo della valvola dalla massa con l'interruttore posto a sinistra accanto al jack femmina da 6½; presumo che in questo caso il fruscio non sia dovuto alla tensione alternata (correggimi se sbaglio). Inoltre tale fruscio, se porto il variabile principale alla massima capacità non si sente più, o meglio, si sente abbastanza debolmente.
Resta però il fatto che, la tensione RF misurata in uscita rimane bassa, in questo caso a 2 volt e di conseguenza la potenza, utilizzando la formula sopracitata risulta essere di 0,07 watt. C'è qualche ulteriore accorgimento che potrei adottare per aumentarla?
Inoltre, quali valori dovrei cambiare nello specifico?

Per quanto riguarda l'adottare un altro circuito, non saprei quale adottare, anzi se ne hai uno da suggerirmi che utilizzi un triodo ed un pentodo ben venga, anche se l'unico triodo di cui dispongo è una 6c4 che però non so quanto possa essere utile, essendo piccolina.


73 a tutti, introni riviste  se non lo conosci già è un sito pieno di vecchie riviste in italiano (e non solo)  di elettronica e libri assolutamente da avere se interessano le valvole ecc... perchè è pieno di spunti e progetti fattibili e funzionanti (ci sono anche errori e correzioni se sfogli le riviste successive...)  http://www.introni.it/riviste_costruire_diverte.html ad esempio ma ne trovi a centinaia tutti buoni... detto questo un cb come strumento per controllare la frequenza del trasmettitore non basta, serve qualcosa di più indicato, almeno un ricevitore con le onde corte, un sdr con il pc oppure un vero frequenzimetro, ormai costano poco e funzionano senza grosse difficoltà almeno fino alle vhf, se non hai nessuna radio a onde corte o sdr diventa più difficile "vedere" dove adesso oscilla il circuito, potrebbe per esempio oscillare alla frequenza intermedia del tuo portatile cb e lo ascolti pensando che trasmette in banda cb ma in verità è a 470 khz (se la media è a 470 khz) oppure sulla frequenza immagine e non ne esci fin che non hai uno strumento che ti fà vedere la frequenza trasmessa,  poi si ragiona sulla bassa potenza generata, si possono fare supposizioni ma oltre al multimetro serve un minimo di strumentazione o surrogati, un ricevitore con le onde corte da 5€ ovviamente non ha una precisione sufficiente ma io ho cominciato usando un vecchio ricevitore a valvole con le onde corte come monitor e usavo le stazioni ricevute per fare battimento zero e scoprire dove lavorava il mio vfo, poi ho costruito un frequenzimetro in kit  e l'ho usato fino a quando ho comprato un frequenzimetro professionale di seconda mano, adesso con quello che si trova in rete è molto più facile di una volta e costa meno comprare un circuito funzionante rispetto ai componenti per costruirsi il frequenzimetro, questo ad esempio https://it.aliexpress.com/item/1005005796481162.html?spm=a2g0o.detail.1000014.191.1935HfviHfvidW&gps-id=pcDetailBottomMoreOtherSeller&scm=1007.40050.354490.0&scm_id=1007.40050.354490.0&scm-url=1007.40050.354490.0&pvid=917940fc-5e99-40c0-8941-4fad78ee39c4&_t=gps-id:pcDetailBottomMoreOtherSeller,scm-url:1007.40050.354490.0,pvid:917940fc-5e99-40c0-8941-4fad78ee39c4,tpp_buckets:668%232846%238114%231999&pdp_npi=4%40dis%21EUR%2128.07%2115.44%21%21%21212.17%21%21%40211b446516957638244124043e8e7d%2112000034384235356%21rec%21IT%21833085895%21 ha prestazioni  molto interessanti ed è molto versatile, volendo fermarsi a 500 mhz si spende ancora meno ma direi che questi 15€ sono un ottimo investimento...
non dare da mangiare al troll    https://www.rogerk.net/forum/index.php?msg=858599