Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - carlo_forever

Pagine: [1] 2 ... 18
1
Commutatore da controllare.
I quarzi rotti determinano la mancanza di una serie di canali. Esempio: 1-2-3-4; 5-6-7-8; 9-10-11-12; 13-14-15-16; 17-18-19-20; 21-22-23; 11A. Oppure viene a mancare un canale ogni sei se parte un quarzo della seconda serie. Avendo fuori uso canali non della stessa serie propendo per il comm. ossidato, o per lo zoccolo ossidato. Abbastanza comune e banale come malfunzionamento.

Charles

2
discussione libera / Re:DB Ministeriale nominativi: proposta
« il: 21 Aprile 2018, 10:47:53 »
Io, con la "cosiddetta" privacy, ci lavoro tutti i giorni, e ti garantisco che non sono mai nati tanti casini come dopo questa legge del piffero.
1) Non funziona mai un cazz@.
2) Quando ti deve proteggere ti frega, quando serve che qualcuno sappia dati tuoi, non vale nemmeno per tua moglie.
3) La repvbblica non ha privacy che tenga, deve sempre sapere tutto.
4) Altre c@g@te a non finire...

Metti che io sia disabile, qualcuno dalla mia sigla o dal QTH Locator riesce a risalire a me e alle mie patologie, io faccio causa e non ne usciamo più.

E, visto che comunque i miei dati, di qualunque tipo essi siano, possono essere utilizzati da altri solamente dietro mio esplicito consenso, e, se faccio richiesta di oblio ne ho diritto, meglio che il database ce l'abbia solo la repvbblica stessa.

Casini, casini, casini a non finire!!

Charles

3
discussione libera / Re:DB Ministeriale nominati: proposta
« il: 20 Aprile 2018, 19:45:30 »
Dio ce ne scampi e liberi!!
Tanti anni fa, esisteva un callbook ufficiale, tutte le volte che qualcuno neopatentato usciva in frequenza le prime volte, prima dell'aggiornamento del database, quattro deficienti sempre in ascolto h24 saltavano fuori a minacciare sanzioni poiché il callbook non registrava il nominativo. Costoro erano detti "poliziotti" dai comuni radioamatore, avevano un livore e un odio contro il genere umano e in particolare contro i CB, e un Q.I. che era la metà di quello di un Orang Utang.
Il mio nominativo è mio, lo do a chi voglio io, e lo metto su QRZ se mi sta bene.
Un "poliziotto" fa il piacere di andarsene a fare dove dico io, gli unici poliziotti che io riconosco sono quelli con la divisa. Siccome l'Esco radio ci ha completamente abbandonati, facciamo le dovute rimostranze a chi omette di controllare i CB, gli radioamatore fasulli, i "portanteros", i "maialos" e tutta quella mercanzia di cerebrolesi che abbonda ormai su frequenze peraltro deserte.
IMHO.

Charles

4
antenne radioamatoriali / Re:Verticale 40 metri
« il: 19 Aprile 2018, 19:09:04 »
No, carissimo, non mi sei antipatico. Purtroppo pensavo di metterci una ventina di giorni, e ci ho impiegato 4 mesi e mezzo. Ho il computer da tre giorni, prima mi era stato "sequestrato" dalla XYL che sta dando un concorso, e il suo era morto nel trasloco.
Ora ella ha un portatile e io ho la linea nel mio laboratorio. Sto lavorando alla cofana, penso che, rivisto l'alimentatore, che non ho capito bene cosa abbia, ma "ha", dovrei saltarci fuori in poco tempo. Tra parentesi sono ancora senza antenna. Ho optato per una "end fed" di IW2EN, quella col trasformatore 46/1. Ancora però non l'ho montata.
Comunque, sembra che ne veda l'uscita!...

Charles

5
antenne radioamatoriali / Re:Verticale 40 metri
« il: 19 Aprile 2018, 16:38:40 »
Che RX è?

Charles

6
Sono 12 Watt PEP.
Il Ministero può blagare fin che gli pare, sono sempre 12 W PEP.

7
In SSB la potenza consentita è di 12 W PEP.
In AM ed FM la potenza consentita è di 4 W di portante.

Il 5890 è un ottimo apparecchio di cui io stesso possiedo un esemplare, col quale ho fatto ottimi DX, propagazione permettendo, in 12 e 10 metri. Ho fatto qualcosina anche in CB, ma c'era sempre "El Capitan" che sfracassava i maroni!...

Charles

8
SurPlus - Vintage Radio / Re:Finalmente nuovi arrivi!
« il: 09 Marzo 2018, 06:54:56 »
Adesso vediamo di metterli a punto bene. Voglio usarli sulle bande, fare dei DX, Paesi rari e ricercati.
Amo gli oggetti vintage. 18 valvole e vai senza problemi!

Carlo

9
SurPlus - Vintage Radio / Finalmente nuovi arrivi!
« il: 08 Marzo 2018, 17:53:55 »
Eccoli. Si tratta della famosa linea Yaesu FRDX400 - FLDX400 degli anni '70













Ricevitore e trasmettitore separati, AM SSB CW FM; 260 Watt; 160 - 2 metri.

Saluti,

Charles

10
Cerca nel mercato dell'usato, o prenditi un cinese, eviterei di craccarmi i co@lioni con accrocchi infernali su portatili quasi-giocattolo...

Carlo

11
Non è male, come pezzo da collezione, da quello che ho capito lo vuoi provare. Se lo alimenti a 230 V senza modificarlo ti esplode il trasformatore in faccia; la sostituzione del trasformatore con uno a 230 V non è una cosa adatta a chiunque, anche se è corretta.
Io stesso ho radio a tensione Americana, le alimento a 13 V, oppure ci sono in vendita, e costano una cotenna, dei trasformatori apposta, anche bellini da vedere, ne attacchi uno e passano i pensieri.

Carlo

12
LPD - PMR - SRD / Re:PMR446 da usare in barca a vela
« il: 10 Febbraio 2018, 09:33:04 »
Le frequenze nautiche vengono utilizzate da chi fa nautica, e servono per collegare nave-nave, nave-terra, chiamata generale, telefonia, ecc. ecc.
Per le imprese che operano nel settore nautico è possibile utilizzare apparecchi CB omologati a 34 canali, sulle frequenze apposite.
Chi chiacchiera con chi capita non su base imprenditoriale o professionale (soccorso in mare, ecc.) usa quello che gli pare, se omologato e se ha pagato i 12 Euro annui, qualunque sia il numero di apparati.
Tutto il resto sono pipp@ mentali.

Carlo

13
discussione libera / Re:Stato dei link/ripetitori/nodi e quanto altro
« il: 02 Febbraio 2018, 16:33:00 »
Lo sapevo, che sarebbe finito tutto a schifio!...

Carlo

14
Autocostruzione / Re:Microfono ad elettrete al posto del dinamico
« il: 21 Gennaio 2018, 07:19:29 »
Caccia via tutto e prendi un mike preamplficato a basso costo, tipo INTEK o CTE e il vecchio CB parcheggiato da anni partirà con una sgommata. Una ventina di Euro e passa la paura senza paciugare con piedini, filo torto e possibili cortocircuiti!...

Carlo

15
discussione libera / Re:di cosa parlate in radio?
« il: 13 Novembre 2017, 08:16:26 »
Io sento spesso un QSO dove parlano di malattie...

Carlo

16
SurPlus - Vintage Radio / Re:Ricetrasmettitore CB anni '80
« il: 09 Novembre 2017, 14:47:39 »
Io andrei su un Alan 68 o 48 non modificato "OLD". Il più diffuso, il più conosciuto, il più riparabile.

Carlo

17
Anni fa, dopo aver montato una direttiva per HF, fui accusato da un "comitato di quartiere" di rendere difficoltosa la visione TV perché la mia antenna "prendeva tutte le onde".
Il bello che, ad una affermazione del genere, alla quale non meriterebbe nemmeno di dare spiegazioni o risposte, il 99% della popolazione credeva ciecamente. Un po' come oggi le scie chimiche o gallinate del genere.
Ma se oggi vado a dire che le automobili col loro clacson rendono sterili le pecore, pochi ormai ci credono. Se dico qualche corbelleria con un radioamatore come "substrato", la creduloneria è tale che molti ancora ci giurerebbero. Di chi la colpa? Penso di una pletora di sedicenti giornalisti (sarebbe meglio dire "pennivendoli") ignoranti come un campo di bietole, ma desiderosi di colpire il lettore o l'uditore TV.

Carlo

18
antenne per CB / Re:dipolo V invertita
« il: 04 Novembre 2017, 14:29:24 »
Io ricordo che 40 anni fa i problemi erano gli stessi di oggi, ma tutti quelli che volevano trasmettere in CB, prima o poi piantavano un palo sul tetto della casa e, con un'antenna solitamente del tipo Ground Plane 1/4 lambda arrivavano abbastanza bene e lontano.
Oggi un sacco di gente è tremebonda e titubante all'idea di conficcare un palo sul tetto, sembra che Amministratori di condominio e vicini di casa siano stabilmente nascosti dietro un uscio con un badile da dare sulla testa dei CB. Se si vuole arrivare bisogna osare. Mandare vicini, amministratori, portieri, condomini, padri, madri e quant'altro a segare lo zucchero e farsi gli affaracci propri. Forse è dura, ma poi funziona.

Carlo

19
Autocostruzione / Re:Consiglio dipolo...AIUTO!!!! Grazie
« il: 04 Novembre 2017, 14:18:50 »
Fatta salva la logistica di base, non ho capito perché no al balun. Chi se ne frega se hai un accordatore, il balun serve per passare da alimentazione sbilanciata a bilanciata, non può l'accordatore mangiarsi la RF che scende lungo la calza del cavo coassiale.
Precisato che, tutte le volte che si passa da un- a bal- o da bal- ad un- ci vuole l'accrocco magico detto balun, anche quel bastione di cemento armato non è certo fatto a misura di antenna.

Carlo

20
discussione libera / Re:Baofeng o PMR?
« il: 01 Novembre 2017, 16:57:40 »
Pistolotti? Sentenze? Ma fate come 'azz vi pare, ma su un Forum bisogna fare informazione. Corretta. Ci sta il più e ci sta il meno. Non è tutto Bau Bau Micio Micio e tutto a tarallucci e vino.

Carlo

Ps: io non sono uno sceriffo, né un bacchettone, né un poliziotto dell'etere.

21
discussione libera / Re:Baofeng o PMR?
« il: 29 Ottobre 2017, 08:54:39 »
Ringrazio la corretta puntualizzazione di IZ1PNY. Io non conosco il burocratichese e ho detto le cose a braccio, lui le ha ribadite come chiodi che si infiggono nella coscienza di chi usa i Baofeng senza avere una Patente e un Libretto (di stazione radio, ovviamente).
E' quello che intendevo io, solo che io l'ho condito col sale dell'ammonimento, del resto è una delle 7 Opere di Misericordia Spirituali anche l'Ammonire i peccatori!.

Carlo

22
discussione libera / Re:Baofeng o PMR?
« il: 29 Ottobre 2017, 05:34:48 »
E chi è che compra un Baofeng per tenerlo imbustato, senza batterie, smontato nella scatola sigillata nuova e mai aperta se non a scopo di rivendita? Un mezzo scem@? Ma andiamo!... Io parlo di detenzione del Baofeng in condizioni di possibilità di uso (cioè la totalità).
Comunque, scherziamoci pure, magari andrà sempre bene quasi a tutti.
Senza accennare al fatto che dove sto io, conosco almeno una decina di persone che usano Baofeng in gamma radioamatoriale anche sui ponti, con la scusa che tanto non c'è mai nessuno. A me non sfagiola troppo 'sta storia che tanto peggio tanto meglio e chi se ne frega disse il mago alla strega... Vero è che i Baofeng non sparano, ma sono sicuro che se i Cinesi mettessero su Alibaba delle mitragliette tipo Uzi a 25 Euro andrebbero a ruba!
Oltretutto io sono uno strenuo difensore delle radio Cinesi, che, per quello che costano, danno il mondo, quindi non ho nulla di preconcettuale contro, non sono di quelli che devono dire ad ogni costo che fanno schifo per sentirsi meno tonti di aver speso quasi 400 Euro per un Giapponese che fa sostanzialmente lo stesso identico lavoro, e quindi mi devo inventare che con l'antenna esterna, che nella Valcava, eccetera eccetera. Ognuno la pensi come vuole.
 
Per favore, comunque, l'abbraccio no, però, perché io sono autistico e solo l'idea di essere toccato, preso e stretto mi fa urlare.

Grazie.

Carlo

23
discussione libera / Re:Baofeng o PMR?
« il: 28 Ottobre 2017, 19:41:23 »
No, no. E' qui che vi sbagliate. La detenzione è illegale. Un semplice caramba non può arrestare i portatori di radio amatoriale senza titolo perché manca un pezzo alla Legge, ma può sempre prendere i dati e denunciare il portatore. Poi, eventualmente, sarà un magistrato a sanzionarlo con una multa. L'uso, invece, è immediatamente sanzionabile. Questo non lo sa nessuno, ma è così. Certo, se io compro Baofeng per collezione e me li tengo in un cassetto, sarà difficile che qualcuno se ne accorga.
Per quanto riguarda la caccia, l'utilizzo di radio non consentite è vietato. Se poi è vietato anche l'uso di radio consentite lo spiega questa citazione:

"Le violazioni nella detenzione ed uso di questi apparecchi come normativa specifica di settore sono state depenalizzate ai sensi della legge 28/12/93 n. 561 (art. 1 - lett. G).
Tuttavia l’uso degli stessi apparecchi é ritenuto dalla Cassazione illecito rispetto alla legislazione in materia di caccia: "E' esercizio venatorio non solo ogni atto diretto all'abbattimento e alla cattura degli animali selvatici, ma anche I 'attività prodromica di appostamento e di ricerca della fauna. Ne consegue che il comma 5 delI 'art. 13 della L. 11 febbraio 1992, n. 157, nel vietare "tutte le armi e tutti i mezzi per I ' esercizio venatorio non esplicitamente ammessi" dall'articolo stesso, riferendosi all'esercizio venatorio come sopra definito comprende tutti quei mezzi che possono essere impiegati per la ricerca della fauna, per braccarla e stanarla. (Nella fattispecie, la Suprema Corte ha ritenuto non consentito l'impiego dell'apparecchio radioelettrico ricetrasmittente utilizzato dai cacciatori nell'esercizio venatorio al fine di predisporsi in battuta e ricercare più efficacemente la preda da abbattere)." (Cass. pen., sez. III, 23 luglio 1994, n. 8322 (ud. 17 giugno 1994), Scilirom).
"

Occhio alla penna, quindi, a chi detiene ed usa Baofeng pensando che siano giocattolini!...

Carlo

24
discussione libera / Baofeng o PMR?
« il: 28 Ottobre 2017, 09:35:03 »
Si leggono sempre più spesso dei 3d riguardanti l'acquisto di Baofeng radioamatoriali da parte di soggetti non aventi diritto all'uso.
Cacciatori, Giovani Marmotte, spiaggisti, attratti dal costo quasi irrisorio dei walkie talkie cinesi, decidono di rischiare la candela e chiedono lumi agli esperti sull'uso di tali meraviglie della scienza e della tecnica con gli occhi a mandorla.
Qualcuno gli segnala che la cosa non sarebbe assolutamente possibile, dato che si rischia di commettere reati vari, ma, visto che in Italia oggidì è tutto un magna magna, e non v'è certezza di nulla, gli esperti tendono spesso a sorvolare sulle quisquilie legali e danno i cercati consigli.
La vendita in sé e per sé non è reato. Non è nemmeno reato l'acquisto. Si sa che sarebbe reato l'uso, ma è un reato "declassato" a banale fatto amministrativo, quindi...
Si pensa anche che non ne sia vietata la detenzione, invece è proprio quella che è vietata. Anche se non porta entro le mura del tetro carcere. Il problema è che, chi ha fatto la Legge, si è... dimenticato di fare anche un decreto attuativo, quindi la detenzione è sì un reato, ma non è perseguita se non dietro sentenza di un giudice. Come dire che se un Carabiniere becca uno col Baofeng in mano, senza che costui lo stia usando, non può fare altro che chiedere al detentore i documenti, segnalare la cosa ad un magistrato e attendere ordini in merito. Diverso se il Caramba in questione becca il mariuolo a parlarci dentro, l'uso improprio è immediatamente perseguibile da parte di agenti PS, Carabbinieri, Tribbutaria, forestali, Vigili Urbani, e compagnia cantante.
E non dimentichiamo che non sono stati assolutamente depenalizzati eventuali reati connessi, tipo l'uso a scopo caccia, assolutamente criminale, o l'uso di frequenze assegnate a servizi pubblici di particolare significanza. Ricordo il caso di quel vecchietto toscano che parlava senza ritegno sui 45 metri, disturbando una frequenza assegnata al traffico aereo internazionale, che si è visto recapitare un'accusa di tentata strage o qualcosa del genere. Immaginatevi il tipo che parla con la morosa su frequenze assegnate a servizi di protezione civile, ambulanze o qualcosa di simile. Non è un reato penale detenere il Baofeng, ma impedire un ricovero di grave infartuato pronunciando tenere frasi d'amore sì.
E' vero che siamo in una fase da fine Impero, dove tutto va in vacca e non frega assolutamente un piffero a nessuno di niente, ma io comunque ci andrei cauto a dare assennati consigli a forsennati radiomaniaci, ci sono i PMR, santi, benedetti e bellissimi, perché andarsi a cercare il freddo per il letto con apparati assolutamente illegali?

La convinzione che guida i cervelli in fuga degli utenti fraudolenti dei Baofeng è che una legge spietata ed ingiusta limiti volutamente la potenza ed il numero dei canali, in modo da rendere i PMR assolutamente inutili, e poter quindi lucrare i 12 Euro senza che in cambio venga dato quasi nulla. Diciamo che i canali disponibili sono otto e che caso mai si fa fatica a trovarne anche uno solo occupato. Si può stare in scan per una settimana intera senza mai vedere un segnale. Se si va in popolose città capita ogni tanto di sentire un segnalino qua o là. Perciò non è una necessità primaria avere 400 canali. E, affermo con decisione, nemmeno avere i 4 agognati Watt del Baofeng. Quello che si fa con 4 Watt si fa anche con 0,5. E quello che non si fa con 0,5 si può stare quasi certi che non si fa nemmeno con 4. Ed è qui che cade l'asino. Soprattutto i cacciatori, credono che coi Baofeng si facciano dei chilometri senza difficoltà, mentre coi PMR non si va neanche a casa del Toni quando si è al bar. Io ho fatto prove, con un Baofeng GT3 Mk II 4 Watt da casa mia ascolto un collega radioamatore in diretta fino a circa 1,3 Km. Poi QRM, fruscio, mezze parole e poi il nulla. Con le UHF, se ci sono ostacoli, non si arriva da nessuna parte. Con i 145 MHz e un Baofeng UV 3R da 2 Watt e mezzo attacco l'R3 di Parma da 22 Chilometri di distanza sdraiato sul letto di camera mia. Ma sono VHF e non UHF. Il ponte del Cassio, in UHF, lo aggancio solo quando sono in Grazia di Dio e appena confessato. Col mio Kenwood da 45 Watt e l'antenna sul balcone arrivo a Parma frusciato in UHF e ci arrivo limpido sui 145 con l stesso Kenwood messo a 5 Watt. Ostacoli, assorbimento dell'acqua atmosferica, strati d'aria, sono tutti nemici dell'UHF.
Per contro ho fatto 143 Km da monte a monte con un Polmar Mini, 1/2 Watt e modulazione FM a banda stretta. Nessun ostacolo, aria tersa, limpida e d'alta quota, lunga distanza. Ma i cacciatori non lo sanno e continuano a sognare sogni sessu@li con i Baofeng come oggetti del desiderio!...

Carlo

25
antenne per CB / Re:Antenna ringo
« il: 25 Ottobre 2017, 01:55:22 »
con una ringo è normale...

Carlo

26
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Problema CB
« il: 19 Ottobre 2017, 23:54:23 »
Beh, cosa vuoi mai, la radio è radio. La CB è una banda sulle Onde Corte, quindi ha tutto il fascino e tutti i problemi delle Onde Corte.
Le bande Ham sono tante, vanno da 130 KHz circa a oltre 10.000 MHz. Fai conto che tra le bande Ham ci sono i 12 e i 10 metri, la CB sono 11 metri, quindi il comportamento di 10, 11 e 12 metri è sostanzialmente identico.

Carlo

27
LPD - PMR - SRD / Re:Bibanda serio PMR/LPD
« il: 19 Ottobre 2017, 19:52:43 »
Ripartiamo dalle origini del 3d.
Uno o più cacciatori sostengono che: - noi rischiamo la vita in luoghi in cui i telefoni non funzionano e non possiamo appendere la nostra esistenza al tenue filo di un PMR, quindi rivendichiamo il diritto ad usare tutto ciò che vogliamo, anche radio amatoriali tipo Baofeng. E la loro tesi è fortemente sostenuta da molti. La vita umana vale più di quattro regole stupide obsolete e controproducenti.
Intanto io rivendico l'uso delle bande a chi sono destinate. Quindi a Cesare ciò che è di Cesare, a Filippo ciò che è di Filippo e a Scopettone ciò che è di Scopettone.
Poi, se uno mi fa il ragionamento che affida la propria vita ad un UHF, gli rispondo che vada a farsi curare da uno molto bravo. Io ho fatto dei collegamenti in ReRaMoNet di 143 Km. con un Polmar mini da 1/2 Watt, da cima montana a cima montana. E lo stesso avrei fatto con un Baofeng da 5 Watt. Non è la potenza che conta. ma conta il fatto che se sei in un vallone imboscato in cul@ al mondo, con un UHF non vai da nessuna parte.
Volete rischiare la vita molto meno? Vi munite di PMR o-mo-lo-ga-ti e, udite udite... Uno del gruppo dei cacciatori, a turno, si metterà in un'altura in modo da sentire tutti ed eventualmente telefonare per soccorso e coordinare i salvataggi. Ci vuole cervello, non potenza. Ma ormai mi sono convinto che i cacciatori, l'unico cervello che hanno sia quello dei poveracci di cinghiali che "selecontrollano"...
Altro che Baofeng. E' lo stesso discorso di quando usavano i CB, ma, siccome le antenne lunghe un metro e ottanta erano scomode, si sono messi ad usare dei gommini di 15 cm. Su una lunghezza d'onda di 11 metri, a t'è voja ad arrivare...
Inoltre, e questo è solo il mio punto di vista, ma è pur sempre un punto di vista, l'hobby radiantistico va bene così com'è. Anzi, OK togliere il CW, ma perché un quiz con domande così imbecilli? L'esame dovrebbe essere un po' più serio ed un po' più difficile. Chi se ne frega se i CB stanno sulla CB, stiano dove gli pare, anche sul cess@, a me non interessa affatto, se vogliono venire in bande HAM, danno l'esame o studiano a scuola e si fanno esentare. Punto.

Carlo

28
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Problema CB
« il: 19 Ottobre 2017, 08:22:57 »
Io non ti voglio spaventare, ma quella che hai approntato tu è una vera e propria stazione radio, e necessita di un minimo di controlli preliminari, anche se il negoziante ha sparato le sue sparate per vendere i prodotti.
La distanza raggiungibile varia moltissimo, in funzione dell'efficienza dell'antenna, dell'altezza sull'orizzonte, della mancanza o presenza di ostacoli, dalle condizioni di meteo e propagazione.
Se sei in garage fai fatica a fare 300 metri, se sei sulla cima di un monte e la propagazione apre alle lunghe distanze puoi collegare l'Inghilterra, la Spagna, il Brasile e avanti che c'è posto. A patto, però, che il sistema sia in ordine e in efficienza.
Devi trovare qualcuno che possieda un ROSmetro e possa confermarti il montaggio corretto o meno dell'antenna e del cavo.
Poi, essendo la CB un sistema simplex, o parla uno o parla un altro. Se ti immetti in una conversazione mentre un'altro parla, difficilmente riuscirai ad entrare. Se due che parlano non lasciano spazio significa che non vogliono che nessun altro si intrometta.

Carlo

29
discussione libera / Re:interfacciaradio 27 mhz/pc per invio dati
« il: 19 Ottobre 2017, 08:12:40 »
Interfacciare un CB con un PC è una cosa fattibilissima. Siccome non esistono in realtà modulazioni digitali, ma solo AM e derivati (SSB) e FM, bisogna stabilire in che forma di modulazione effettuare i collegamenti.
Poi bisogna scegliere che tipo di trasmissione digitale utilizzare, Packet, RTTY, FT8 PSK31 e chi più ne ha più ne metta.
L'ultima è la realizzazione di un'interfaccia. Siccome i radioamatori hanno un sacco di programmi di codifica/decodifica e progetti di interfacce, segui i loro siti.
L'unico sistema, il packet radio, necessita di usare un modem apposito che ormai è un po' difficile da trovare, dato che in Italia siamo sempre all'avanguardia delle cag@te di moda, ma il packet lo abbiamo completamente abbandonato, e ti ci vuole assolutamente un TNC o packet modem.
Inoltre per fare un collegamento sperimentale bisogna essere in due.
Io suggerisco di iniziare con un sistema semplice, tipo RTTY, e prendere confidenza col sistema. La modulazione può essere sia AM sia SSB sia FM. Ovviamente AM ed FM consumano un sacco di energia in più dell'SSB, ma con 5 Watt la cosa non è fondamentale.
Ad esempio, ci si sintonizza su un canale in FM, e si inviano segnali da una parte e si prova a riceverli dall'altra. Ci si perde più tempo a studiare il sistema e metterlo a punto che poi a lavorarci effettivamente.

Carlo

30
antenne radioamatoriali / Re:consiglio per antenna fissa 27 mhz
« il: 12 Ottobre 2017, 13:19:31 »
Io ho collegato moltissimo con tutto. Direttiva, 5/8, dipolo, antenna da macchina. Oggi, siccome la propagazione, specie sulle bande alte è spessissimo chiusa, in Argentina non ci vai né con 9 Watt né con 9.000.
Quando la propagazione apre vai dovunque con niente, ma ci vuole una ottima antenna.
Ricordo che stavo studiando per l'esame di maturità, avevo 19 anni appena compiuti, ero CB ed SWL. Alla mattina alle 5 circa mi svegliai, accesi il CB, in AM, e provai a vedere se c'era qualcosa all'orizzonte. Udii delle voci in una lingua o dialetto stranissimo, quasi Arabo. Pensai ad un dialetto o lingua del tipo del Maltese, o del pantesco, o qualcosa di simile. Alcune parole erano abbastanza comprensibili. Bussai, e mi risposero. Erano pescatori dell'Isola di Lampedusa, che tornavano dalla pesca. Fu un bellissimo QSO a più voci in DX via propagazione. Uno di quei QSO che ti arricchiscono, e fu ripetuto per alcune mattine, fin che la propagazione fu benevola.
Feci ciò coi 4 Watt del baracco, come facevano pure loro dai loro pescherecci. Senza migliaia di voci che chiamavano in contemporanea.
Quando invece la propagazione si sveglia, se si va sul canale 45 (27.465 KHz), si sente un baccagliamento  a Santiago 8/9, un bailamme indistinto dal quale non si capisce assolutamente niente, salvo quando compare una voce a  9+20 che dice: "Attenzione one one one la frequenza enza enza enza apparendemende libbera ibbera ibbera ibbera. Attanzione se ascoltate la Piccola Stazione di Peppe Cinguebbossoli ossoli ossoli ossoli ossoli, avandi collegga egga egga egga egga"!

Coi 4 KW del cinque ventole spacca il pile up!!

Carlo arlo arlo arlo

31
antenne radioamatoriali / Re:consiglio per antenna fissa 27 mhz
« il: 12 Ottobre 2017, 08:01:20 »
Avete ragionissima, ma se poi andiamo a vedere, sia in Italia sia all'estero,quelli che bucano sempre il pile-up predicano QRP in sezione o sui Forum, poi hanno un termoconvettore Henry Radio da 2,5 KW. oltre, ovviamente, alla direttiva.
Bellissimo collegare il Brasile con 12 Watt, ma credetemi, c'è un sacco di QRPisti con lo stufone sotto la radio... Questo in CB, questo in HF, questo in VHF ecc.

Carlo

32
discussione libera / Re:Scheda echo per LINCOLN
« il: 09 Ottobre 2017, 07:39:41 »
INTEK echo power microphone.
Si perdono i 2 tastini UP e DOWN, ma la ARADIO resta intonsa e bellissima.
Mi sono capitati alcuni LINCOLN violentati, fanno impazzire. Uno era stato verniciato a bomboletta sul davanti , mentre sul case era stata creata a trasferibili maxi la scritta "MIDLANT". Spesso dei gentlemen truck driver hanno acquistato LINCOLN e poi li hanno odiati, chissà perché?!?... (Forse QI GTD < QI Radio???)

Carlo

33
Scusate se intervengo, ma vedo tante idee ma ben confuse, e tutte in ordine sparso.
Intanto, IT9ACJ, non credo che tu sia antipatico a pelle, a volte bisogna anche far buon viso a cattivo gioco. Se vogliamo, tu dai degli ignoranti agli altri, poi scrivi in pubblico "non ce buona educazione"...
La CB era una cosa, per me molto carina, ormai scomparsa per n motivi.
Le HF sono una cosa diversa, e le VHF un'altra cosa ancora.
Le HF sono il vero campo dove si tempra un radioamatore. Non è la gara delle cartoline, ma senza cartoline non ci sono HF e non ci sono radioamatore. Sarebbe come dire che le Olimpiadi sono la gara delle medaglie.
Le VHF un tempo erano bande per grandi specialisti, 10, 6 e 2 metri, governate dalla diretta in linea, dal tropo-duct e dall'E sporadico. Oppure per ancor più grandi specialisti per i QSO via satellite o via EME (riflessione lunare). Poi in VHF c'erano i ponti radio, che servivano agli radioamatore di una zona più vasta che non fosse la sola area servita dalle dirette, e questi ponti servivano solo per appoggio, scambio di dati, eccetera.
Poi dei CB che avevano superato gli esami "importarono", per così dire, una CB fatta sui ponti. E quindi arrivarono i "portantari", i "ruttoscorreggioni", i "porcelli" e quant'altra feccia si nasconde nei cervelli bacati di alcune persone. E dire che anch'essi sono stati creati ad immagine e somiglianza di Dio!... Mah!...
Ciò costrinse i "pontisti" a passare su sistemi digitali. E i sistemi digitali parcellizzano ulteriormente l'uso delle frequenze.
Io so che, nel 1953, quando i miei genitori si sposarono, in Italia c'era un numero estremamente esiguo di radioamatori, quasi tutti tecnici del ramo elettrico, ex radiotelegrafisti, professori di elettronica e di fisica, studenti, o anche semplici appassionati. Mettere le mani su una stazione allora era molto difficile, imperava l'autocostruzione, ma l'autocostruzione è anche consapevolezza e autovalutazione.
Oggi io penso che degli elementi del genere ce ne siano ancora, non stanno sui ponti a parlare tre quarti d'ora alla volta per dire le differenze che ci sono tra un microfono e un altro, o che la modulazione del Kenwood ZYX è più squillante ma meno fedele di quella dell'ICOM HKQ, e banalità (per non dire baggianate) del genere.
Probabilmente la CB è morta, avrà compiuto il suo ciclo, la gente è ignorante, la gente non ama sbattersi, e la CB è un hobby di sbattimento quasi continuo, l'antenna sul tetto, il TVI, l'Esco Radio, i portantari, gente che litiga e ti coinvolge nei litigi, la CB era tanto viva quanto pesante, come lo possono essere le cose vive.
Gli radioamatore si collegano in tutto il mondo, studiano la propagazione, nuovi modi di trasmissione grafica digitale, studiano le antenne. si scambiano le cartoline, che non sono una cosa da bambini deficienti, ma l'unica vera e chiara testimonianza dell'avvenuto collegamento. Io posso sparare che ieri ho collegato il Delta del Me-Kong, ma se arriva una QSL fra un mese, allora avevo detto il giusto ed il vero, se la QSL non arriva mai, siamo nel ma, nel forse e nel può darsi.
Non potete immaginare, essendo adusi ad altri ascolti, come possa essere piacevole, per uno specialista, dare la caccia di notte, cercando di non svegliare moglie, figlio, cane e gatto, ad una stazioncina radio che trasmette da un Paese andino con 1.500 Watt canzoni popolari in lingua Quechua, cercare d'intuire cosa dicono, cercare di trovare l'indirizzo, magari dopo aver riconosciuto la stazione dal solo jingle, mandare il rapporto d'ascolto e ricevere una busta con una QSL e altro materiale.
Conservo le mie QSL radiofoniche come reliquie preziose.
Io comunque mi basto da solo, se qualcuno condivide, meglio, se resterò l'unico radioamatore Italiano che non alligna h24 solo sul DMR, vado avanti lo stesso.

Carlo

34
discussione libera / Re:Programmazione radio baofeng bf 888d
« il: 30 Settembre 2017, 09:30:18 »
Se hai (con l'acca!...) provato CHIRP e ti dice che la tua radio non è leggibile, probabilmente è colpa dei Driver che non sono adatti al tuo sistema operativo, oppure il cavetto che usi non ha un chip PROLIFIC riconosciuto dai driver.
Che sistema operativo hai? Linux, Ubuntu, Windows 7, 7+, 8, 10?
Che driver hai scaricato, e da dove?
E' normale avere delle difficoltà all'inizio con tutte le radio Cinesi da programmare.

Carlo

35
discussione libera / Re:Baofeng portatili peggio del Dollaro!
« il: 25 Settembre 2017, 13:46:30 »
In realtà in Cina si vive al meglio che in qualunque era precedente. Molti Cinesi sono fantastiliardari, ma la base del popolo non è mai stata bene come adesso. Con molte sperequazioni rispetto all'Occidente, ma in realtà è abbastanza difficile governare un miliardo e mezzo di persone senza essere un po' duri. Pensate se fossimo un miliardo e mezzo in Italia...

Carlo

36
discussione libera / Re:Baofeng portatili peggio del Dollaro!
« il: 25 Settembre 2017, 08:59:05 »
La Cina ha un PIL che cresce l'8% all'anno, ha una cultura di oltre 5000 anni alle spalle, il modo di scrivere dei Cinesi sveglierebbe le sinapsi anche del più imbecille, i loro studi sono duri, difficili e assolutamente seri. Hanno capitali da comprare il resto del mondo, ed in parte lo hanno già fatto, in quanto sono proprietari di un quarto dell'Africa e di gran parte del debito pubblico dei Paesi Occidentali, compresi USA ed Italia.
Sono produttori primari di tutti i principali beni e/o servizi. Esempio, la Yaesu, probabilmente, fa produrre in Cina molto del suo catalogo. Io conoscevo molto bene un progettista della CTE-Alan-Midland-Albrecht, che ha sede vicino a Reggio Emilia. Loro facevano dei progetti di massima, poi si recavano in Cina o a Taiwan, facevano realizzare il progetto, lo facevano prototipare, e poi veniva prodotto dove conveniva, compresi Viet Nam, Filippine e quant'altro. Ma il progetto esecutivo (oltre che a volte anche il montaggio degli esemplari di serie) avveniva in Cina. Non dobbiamo insegnarli niente. Ora vendono i Baofeng anche ai bambini dell'asilo, visto che noi lo consentiamo.
Abbiamo poco da lamentarci che ci vuole la patente per usarlo, tanto lo usano quasi tutti. Camperisti, cacciatori, cercatori di funghi, escursionisti, camionisti, marinai, bambini al parco giochi, magari non hanno nemmeno la patente della moto, ma il Baofeng sì. E la Baofeng fa un fatturato in Italia come quello del Dixan, mentre la ICOM vende sei portatili al mese, due dei quali a PNY (in HI, ovvio...). I Cinesi fanno quello che vogliono! Hanno un'Agenzia Spaziale e stazioni orbitanti, altro che bau-bau micio-micio. Non è che io ci goda nel constatarlo, però così è se vi pare e anche se non vi pare!...

Carlo

37
Che bello, allora scriveremo centinaia di post con frasi tipo: Bomba al  Papa, Mattarella bersaglio mobile, Cloro al Clero, Gentiloni al forno, Berlusconi Ruby scop@re, e inchioderemo i cervelloni cibernetici che continuamente tutto il giorno flaggeranno per parole sospette. Grande Echelon!

Carlo

Ps: Bomba, bomba, bomba!

38
discussione libera / Re:Dmr Palmare
« il: 22 Settembre 2017, 15:44:22 »
Io ho ripetuto ciò che ho imparato, che è quello che altri scrivono, su questo stesso forum, in altri topic. Essi hanno scritto che i DMR hanno rotto li cojoni al Grande Sistema C4FM. Io, se ti devo dire la verità, non so neanche il perché.
Se non è vero, mi hai imparato una cosa nuova.

Carlo

39
discussione libera / Re:Dmr Palmare
« il: 22 Settembre 2017, 11:49:38 »
Premetto che io odio i sistemi digitali per ragioni personali (costano molto, ce ne sono diversi standard incompatibili tra loro, sarebbero sufficienti pochi interventi hardware e software per renderli compatibili ma in Italia si tenderebbe a fare il contrario, e immagino che si ascoltino sempre i soliti QSO logorroici pseudoCB basati sulla modulazione, sull'ultima radio comprata, su come si monta un'antenna su un portatile o importantissimi discorsi analoghi).
Ma ho imparato che:
1) Il sistema D-Star è quasi abbandonato (ICOM)
2) Il sistema C4FM fusion è molto in voga (Yaesu)
3) Il sistema DMR rompe i coglioni al sistema C4FM, però tra alti e bassi lo continuano a vendere, solo che spesso è una bufala, ovvero deve avere Tier I e Tier II ed un software compatibile. Inoltre tutti vorrebbero un DMR Tier I e II VHF-UHF, ma le case, chissà perché, fanno cinc de pan, cinc de vin e cinc de salamin, ma lasciano fuori cinc de cotechin. Cioè, ce ne sono di DMR Tier I  e II ma solo UHF, o di Tier I VHF-UHF e così via, quindi attenzione a non buttare i soldi.

De più, nin zò!

Carlo

40
Certo non è proprio di serie... Tieni basso l'RF power!

Carlo

41
Ricetrasmettitori banda Civile / Re:Consiglio per palmare 2mt
« il: 20 Settembre 2017, 21:09:03 »
Grazie, comunque ormai penso di aver acquisito una certa dimestichezza coi Baofeng. Possiedo sia i GT3, sia gli UV-5R, sia gli UV-3R (deliziosi!), e ne ho anche riparati alcuni ad amici e conoscenti.
Ho recentemente cambiato un chip TDA2822 ed un transistor 2SA1362, entrambi in SMD, in un vecchissimo UV-5RE in cui erano bruciati, ho riparato display, ho cambiato firmware, ed ho effettuato la modifica su alcuni UV-5R per preamplificare la modulazione, mod che è ben spiegata su alcuni siti (ogni tanto qualcosa si rompe anche nei Baofeng, di solito a persone che fanno escursioni al limite, alpinismo, ecc. a causa di botte da paura, ne ho riparato uno caduto dalla finestra al II piano!...).
Conosco gli schemi elettrici molto bene, conosco i problemi software dei driver Prolific, ed ho salvato sulla memoria del mio PC tutte le prove che ho visto fare sui vari siti Internet, ecco perché li difendo contro b@lle metropolitane. A un bel momento, i colossi ICOM, Yaesu, Alinco, Kenwood e compagnia cantante dovranno fare i conti con l'industria cinese, esattamente come trent'anni fa case importantissime come Collins, Drake, ERE, Americane, Italiane e Inglesi hanno dovuto abbandonare il settore Ham o chiudere i battenti per via della martellante concorrenza delle marche Nipponiche.
Ora gli investimenti Cinesi cresceranno in questo settore, e le marche del Sole Nascente dovranno studiare nuove strategie.
Sta per arrivare (anzi, è già arrivato, ma è poco diffuso) lo Xiegu X108, un HF multibanda che costa 400 euro o poco più, e che con altre 500 circa da anche un lineare da un KiloWatt. Ho già letto qualche recensione italiana, che naturalmente lo denigra, e qualche recensione Americana, che dice invece che fa paura. Vedremo.
Io ci sto facendo un pensierino per Natale...

Carlo

42
Ricetrasmettitori banda Civile / Re:Consiglio per palmare 2mt
« il: 20 Settembre 2017, 17:53:10 »
Io sono solito dire cose che so, e amo aiutare la gente. Ho un certo numero di applausi per questo.
Se vuoi fare uno dei migliori affari della tua vita, comprati un Baofeng UV5-RTP, o meglio ancora, un Baofeng GT3 Mark III TP.
Lascia perdere lo Yaesu FT65, è un Baofeng rimarchiato. Tutti i Polmar sono dei cinesi fatti per Marcucci, vanno bene, ma arricchisci un intermediario che penso abbia più soldi di me e di te.
Tutte le cose contro i Baofeng dette e scritte erano (forse) vere solo in parte per le vecchie serie. I due apparecchi che ti consiglio vanno come treni, soprattutto se li abbini all'antenna RETEVIS da 38 cm. semirigida. Il GT3 è anche abbastanza protetto contro l'acqua. Cadono e vanno sempre, il loro circuito SDR, non avendo nessuna bobina, non risente di botte o colpi. Se cadono nell'acqua, li fai asciugare una settimana e ripartono come prima. I nuovi firmware sono molto più resistenti all'intermodulazione da broadcasting. Ho letto anche che lo S' Meter non funziona, qualcuno ha anche scritto che "misura il rumore". Tutto rumore che hanno in testa, del resto qualcuno ha anche scritto che puzzano, io i miei li ho nasati, ma non mi sembra.
Ti consiglio di riprogrammare tramite CHIRP le soglie dello squelch, è l'unica cosa regolata male, poiché ha nove livelli di squelch, ma ha in tutto 105 possibili livelli di soglia. Quindi io ho settato il livello 1 ad una soglia molto bassa, es. 5, ed il livello 9 ad una soglia di 100, con in mezzo tutti gli step ben scalati, mentre la casa parte subito da un livello alto e sale fino a circa 60. A parte questo, nulla da dire. I modelli da me indicati sono dati per 10 Watt su qualche pubblicità (pot. 1/5/10), mentre in realtà sulla banda alta solo in alcuni punti raggiungono i 7,6 Watt alla massima potenza, e sui 144 sono intorno a 8/9 Watt, comunque sempre meglio di quelli dati per 5 Watt che invece ne danno 3,6.
Sugli apparati cinesi girano un sacco di bufale e leggende metropolitane, è logico, un radioamatore sussiegoso e "sborone" che ha appena speso 360 Euro per un Kenwood rischiando il divorzio o almeno una zoccolata sulla testa, e vede un cinesino da 18 Euro che fa quasi e a volte non quasi le stesse cose, vuoi che scriva "sono stato un pito a spendere tanto?". Io non ho mai visto uno dei miei Baofeng (e ne possiedo tanti, quasi per collezione...) calare le brache di fronte alle broadcasting, e li ho testati sotto un sacco di antenne, comprese delle Diamond da staz. fissa, faccio notare che abito a un tiro di schioppo dal trasmettitore di Radio Malvisi che ha 3500 Watt.
Le emissioni dei Baofeng, inoltre sono molto pulite, avendo come "VFO" il solo software, quindi non esistono le spurie e le armoniche dei circuiti ad oscillatore.
Poi, se vuoi fare dei contest, non li fai in FM, ma in SSB, e allora i costi salgono. Anche un vecchio monobanda ICOM, Yaesu o Kenwood vecchio come la barba di Noè costa ancora da usato 250 o più Euro.
Vedi tu, io proverei a buttare giù per il cesso 20 Euro e proverei, non saresti né più ricco né più povero, e avresti modo di vedere se le VHF-UHF ti interressano, o se ti fanno venire una noia mortale (es. il sottoscritto...).
Molta gente passa sui sistemi digitali, che costano come una nave da guerra con tutti i marinai, ma anche lì sono stati annunciati un Cinese veramente DMR, e una radio multistandard, cioé DMR - DStar - C4FM, sarebbe forse il caso di aspettare. Tanto si sentono sempre i soliti QSO dove tengono il mike tre quarti d'ora e parlano di modulazione. Quasi quasi fanno rimpiangere i portanteros che erano sui ponti analogici, almeno si riderebbe un po'... (in HI, ovvio!).

Carlo

Ps: ero ad una fiera di Gonzaga, vedo arrivare due personaggi, marito e moglie, sui 35 - 40, lui viso simpatico, lei una bella donna, bionda, non più di primissimo pelo ma che sapeva il fatto suo. Vedendo un banco di apparati per radioamatore, al tipo si sono illuminati gli occhi come un bambino davanti ad un negozio di caramelle. Si sposta dalla moglie e va verso il banco, quando la signora salta su e gli dice: "Se io ti vedo portare a casa un altro pezzo delle tue schifose radio, ti accoppo come un coniglio! Hai capito?!?" "Ma Tesoro, ossevo solamente!..." "Ti accoppo come un coniglio. Pensaci, Guarda pure ma pensaci!... Come un coniglio!..."

43
Intanto, mentre una volta tutti dicevano che l'ESCOPOST (oggidì Esco Radio) e i Caramba ascoltavano la 27, per cui bisognava stare attenti a dire "c@zzo", "v@ffanculo" e amenità simili, oggi nessuno ascolta più il Jackson, mentre, quando si va su un cellulare, un PC o un Tablet, abbiamo: Big Data, Echelon, l'Agenzia delle Entrate e la Magistratura che passano le giornate ad ascoltare quello che diciamo, scriviamo e postiamo... Meditate gente, meditate...

Carlo

44
Bellissima, peccato per quell'UV-3R Sono quelli che puzzano di più!

Carlo

45
discussione libera / Re:Baofeng portatili peggio del Dollaro!
« il: 18 Settembre 2017, 08:19:58 »
Io ho portato in passato dati e prove. Schemi elettrici e siti in cui venivano testati i Baofeng.
Altri hanno portato critiche a non finire e hanno persino detto che puzzano.
I miei vanno bene, avrò avuto un cul@ grande come una campana.
Veniamo allo schema elettrico dei Baofeng. I portatili Baofeng non sono delle radio supereterodina, ma bensì dei circuiti DDS. Quindi il massimo carico di lavoro è demandato al software. L'unica parte incaricata di un lavoro analogico in ricezione è il front-end ed in trasmissione lo stadio PA.
Lo stadio front-end non è affatto diverso da quello di un qualunque portatile supereterodina, compresi stadi d'ingresso ad emettitore comune, quindi con una grande attenzione all'intermodulazione (questo per chi sa un po' d'elettronica e non di palle).
Il problema è che i Baofeng possiedono la singolare capacità di ricevere l'FM commerciale, quindi non sono stati previsti all'ingresso dei filtri elimina-banda 88-108 (giustamente). Se si riceve con l'antenna di serie, dispregiativamente detta "gommino", nessun problema, siamo nei parametri, quando invece si aggiunge un'antenna esterna, sarebbe buona cosa inserire un filtro notch 88-108, che si trovano a valanghe sulla rete, ed i Baofeng diventano ottimi anche così.
Io comunque, abitando evidentemente non in zona troppo vicina ad una radio commerciale, non ne sento assolutamente la necessità. Un collega radioamatore che abita vicino a me usa normalmente un Baofeng UV-5R con l'antenna magnetica bibanda sul tetto dell'automobile, ma non ha mai avuto un problema di intermodulazione.
Ad ogni modo, vi comprate un notch e avete risolto anche se abitate di fianco a Radio Maria (non me ne voglia Padre Livio...).

Palle, palle, sempre palle...

Carlo

Ps: Comunque, che tristezza, un tempo gli "radioamatore" parlavano di "circuito d'aereo", oggi siamo al gommino. Domani a cosa saremo, alla "merdin@"?

46
discussione libera / Re:Baofeng portatili peggio del Dollaro!
« il: 17 Settembre 2017, 21:00:37 »
Si vede che i miei Baofeng sono stati montati dagli Angeli...
Io non ho mai visto nessuna delle manifestazioni di lampante inferiorità menzionati. I miei vanno come treni, ricevono sempre, lo squelch apre quando deve aprire e chiude quando deve chiudere, con gommino o con gommone.
Per me son tutte palle.

Carlo

Ps: Potrò avere un'opinione che non coincide con quella politically correct?...

47
discussione libera / Re:Baofeng portatili peggio del Dollaro!
« il: 17 Settembre 2017, 06:26:18 »
Ah, bellissimo il C528. Ne avevo uno, viva la Standard, che ad un certo punto si è messo a dare i numeri. Portato a farlo controllare, mi è stato detto che tutti gli elettrolitici sono scoppiati, hanno liberato liquido acido, la radio non era assolutamente recuperabile, l'ho dovuta buttare via! Grande qualità dei Giapponesi! Quasi la stessa storia mi è successa con un ICOM. Un ERE Mobil 5 vecchio come la barba di Noè va ancora e non ha perso una goccia di acido.

Carlo

48
discussione libera / Re:Baofeng portatili peggio del Dollaro!
« il: 16 Settembre 2017, 18:41:05 »
Un affarone comprare Yaesu, ICOM, Kenwood e compagnia cantante a 360 Euro!...
(Forse che se ne fosse accorto pure il Marcucci?!?).

Carlo

49
Io sono un perditempo. Da cosa devo astenermi? Dai piaceri della carne, dal vino, o dai Forum su Internet?

Carlo

50
Probabile che i dipendenti se ne vadano a zappare, che tutele vuoi che abbiano?
Marcucci era definito un "ladro" già 40 anni fa, ma allora gli radioamatore erano "sboroni" e andavano in banca a fare delle firme per potersi vantare di aver comprato dal Marcucci.
Probabilmente ci sono una somma di cause, se il negozio chiude. Disinteresse familiare per la gestione di un'Azienda che produce sempre più tasse, solo tasse, immancabilmente tasse, burocrazia, pensieri e casini. Chi i soldi ce li ha, preferisce rimanere al sole e farsi servire, piuttosto che andare a trattare con Equitalia e l'Agenzia delle Entrate. Poi probabilmente la gestione faceva acqua, per le ragioni già esposte, prezzi carissimi, eccetera. E gli eredi anche qui, rischiando di perdere soldi, o di dover fare una ristrutturazione profonda, preferiscono il tiepido sole delle Barbados.
A questo va aggiunto che ormai siamo una specie "seriously endangered", come direbbe Wikipedia. Sicuramente ci saranno radioamatore giovanissimi, signorine radioamatore, nani e ballerine, ma un radioamatore di oggi:

1) non è nemmeno in grado di farsi un dipolo;
2) non sa riparare nemmeno una radio a galena;
3) sa uno stentato Inglese scolastico, e non conosce il significato di sigle banali come HPE CUAGN, TNX FER QSO, ryryryryryry, the quick brown fox jumped over the lazy dog's back, eccetera eccetera;
4) il massimo per lui è o il baofeng o un digitale;
5) CW. Si mangia?

Questi NON sono mercato per Marcucci. Il suo mercato erano radioamatore ricchi e che sapevano cosa fare, che volevano il DXCC rapidamente e farsi tutte le DXpedition, e spendevano migliaia e migliaia di talleri per direttiva 5 elementi, rotore, dipoli, antenne per VHF e UHF, ICOMone  e ICOMino da stazione fissa, e Yaesu portatile, bibanda e transponder da macchina e 7 portatili a scelta.

Non erano radioamatore da Yaesu FT7B usato e canna da pesca, che sono invece la grande maggioranza oggi. La Inoue COMmunications (ICOM) troverà qualcun altro che la distribuirà, e il Sig. Tozuko Inoue o i suoi discendenti si daranno pace...

Ciao, MARCUCCI, bye bye.

Carlo

51
Radio Ascolto / Re:swl e qsl ma come?
« il: 13 Settembre 2017, 08:44:05 »
Di solito gli IRC non vengono accettati in Paesi fuori dall'UPU, dittature africane come Guinea Bissau, oppure radio private (semi) pirate.
Vanno molto bene anche i 2-3 US$.

Carlo

52
Evidentemente il R.O.S. è basso, anche se il livello di fondo scala del CAL non è ottenibile, quindi OK per trasmettere.
Ritorno a dire che il LINCOLN è un apparecchio molto "artigianale", va benissimo, da ottime prestazioni, ma va incontro a qualche possibile problema:
1) I finali saltano facilmente. Evitare di modulare in AM ed FM sempre a potenza massima, specie se si ha un po' di R.O.S.
2) Se conservato in ambienti umidi e freddi, il display può macchiarsi ed annerirsi;
3) La scheda CPU tende a volte a sballare a causa dei contatti, oppure di un oscillatore che smette di oscillare, e va sostituito;
4) In AM ed FM è un po' basso di modulazione quando è regolato di serie, attenzione a scacciavitare i vari trimmer senza sapere esattamente cosa fanno, soprattutto il bias dei transistori finali;
5) La lampadina interna del display a volte brucia, e non so perché, ma quando viene sostituita da "tecnici", viene sostituita in modo a dir poco pittoresco. Se le lampadine che ho visto io fossero state sostituite da degli scimpanzè, il lavoro sarebbe venuto assai meglio!

A parte questo, col LINCOLN si fanno dei DX favolosi, ha una ricezione SSB molto fine, riceve perfettamente segnali a "Santiago" 0 e se trattato bene da enormi soddisfazioni.

Carlo

Ps: qualche lampadina viene sostituita con LED azzurri, se piace...

53
Radio Ascolto / Re:swl e qsl ma come?
« il: 11 Settembre 2017, 22:47:27 »
Non si mandano francobolli nazionali, ma IRC. Bisogna andare in un Ufficio Postale centrale, o comunque abbastanza importante. Chiedere dei coupon IRC, che risulteranno assolutamente sconosciuti a tutti gli impiegati. Insistendo e chiedendo di parlare con un Direttore, poi alla fine si ricorderanno di averne in cassaforte e te li danno.
Un IRC paga un'affrancatura di superficie di qualunque Paese che faccia parte dell'UPU.
Anche piccole stazioni broadcasting, specie nelle Americhe, gradiscono uno o due IRC (che sta per International Response Coupon) per rispondere, es. radio cubane o caraibiche, o anche radio Africane.

Carlo

54
Certo!
ROSmetro esterno. Peccato comunque che quello interno faccia cilecca.

Carlo

55
Altro LINCOLN difettoso! probabilmente è un filo staccato sul potenziometro SWR/CAL.

Carlo

56
Allora, prima di tutto a me da molto fastidio l'Italiano storpiato, e veder scritto continuamente "linietta" mi indispone, non è colpa mia. LINEA, diminutivo LINEETTA con al doppia E.
Scrivo tutta la procedura:
1) Accendere il LINCOLN, ed assicurarsi che sia collegato ad un'antenna.
2) Mettere il potenziometro della potenza a più della metà ed assicurarsi di essere in FM e, usando il pulsante INDIC, fare comparire il triangolino;
3) Tenendo schiacciato il pulsante del microfono, portare il livello del segnale a 10 lineette, cioè FONDO SCALA;
4) Mollare il pulsante, premere INDIC fino a veder comparire la scritta SWR (Standing Wave Ratio = Rapporto Onda Stazionaria = R.O.S.);
5) Leggere il risultato. Se il R.O.S. è alto, tarare l'antenna allungandola o accorciandola o con altri mezzi, non si regola NULLA tramite il LINCOLN. Un R.O.S. accettabile è max 1:2, i finali del LINCOLN saltano molto facilmente.

Viva la President.

Carlo

57
riparazione radio CB / Re:Alan 38 Muto + NO TX
« il: 11 Settembre 2017, 08:31:06 »
Non c'è male, come acquisto! Possono essere un sacco di cause. Se ho capito bene non riceve nulla, però in compenso non trasmette.
Facile che sia il complesso audio/modulazione. Il costo dell'intervento, anche trovato qualcuno che lo faccia, rischia di superare il valore del mattoncino.
Prova a vedere se, aprendolo con attenzione (se sei capace!...) c'è qualche saldatura fredda, o contatto falso, in caso contrario rischi di dover sostituire l'integrato audio, e il finale RF. Nell'Alan 37 l'audio è un LM386, nel 38 non so. Il finale RF un KTC2078, anche in questo caso non so cosa ci sia nel 38. Inoltre a contorno del 386 ci sono pure dei transistor, devi fare prove.

Carlo.

58
Consiglio anche, una volta accertato che il tutto è OK, di lavorare in AM con la potenza a metà, tanto i picchi di mofulazione sono tanto più alti quanto è bassa la potenza della portante, quindi a metà potenza l'equilibrio tra potenza realmente irradiata e profondità di modulazione è il migliore possibile. In FM consiglio tre quarti di potenza, in SSB la potenza è sempre al massimo.

Carlo

59
riparazione radio CB / Re:Problemi risolvibili?
« il: 09 Settembre 2017, 21:19:48 »
Tutto. Il Lincoln è delicato, va controllato tutto.
Con la massima calma, va controllato bene.

Carlo

60
riparazione radio CB / Re:Problemi risolvibili?
« il: 09 Settembre 2017, 12:00:38 »
Fai una prova: quando scende di livello fino quasi ad ammutolirsi, dai un colpetto al potenziometro del volume e mandalo al massimo, e dovresti sentire il volume rialzarsi di colpo. Potrebbe essere quello, e si trova il ricambio sul sito 409shop.

Carlo

Pagine: [1] 2 ... 18