scheda zetagi mb+5 da ripristinare connessioni help help

Aperto da gattonero, 20 Gennaio 2024, 00:05:29

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

gattonero

salve mi ritrovo una scheda zetagi mb+5 molto vecchia riparata....vorrei capire dove viene saldata la capsula microfonica ? qualcuno sarebbe così gentile di inviarmi una foto dettagliata se l'avete ? vi ringrazio moltissimo
1-R G K-129   Station Dx 11meter
                        Radio Penisola Salentina  1-RPS-72 
                 1 F R I 1857 -  Free-Radio-Italia
                             PMR/LPD Italy 
                                 Op.Fabio
                   Yaesu FT920+SP8 Mic.Mh31
         Icom IC2820 D-Star / Kenwood TM241A digiAPRS
       President Jackson Mic.Echo Master Plus /Lafayette Hawaii                
   Ant. Dipolo 30/40m  Dipolo L 60m Butternut HF2V 40/80/160?     Vertical 11m / Ant.FishRod / Diamond x510 / Deltaloop 50MHz



1vr005


AZ6108

#3
il solito "mordi e fuggi" ?

bah, non te la prendere su usenet ed ancora prima...

in compenso ha "ringraziato moltissimo"  in anticipo (as usual) [emoji23]
Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


gattonero

#4
Citazione di: 1vr005 il 23 Gennaio 2024, 19:37:14Prego, di niente. [emoji1]
Scusami ti ringrazio....però la scheda non è come la mia sarà una versione più moderna....farò qualche foto !!!!!
1-R G K-129   Station Dx 11meter
                        Radio Penisola Salentina  1-RPS-72 
                 1 F R I 1857 -  Free-Radio-Italia
                             PMR/LPD Italy 
                                 Op.Fabio
                   Yaesu FT920+SP8 Mic.Mh31
         Icom IC2820 D-Star / Kenwood TM241A digiAPRS
       President Jackson Mic.Echo Master Plus /Lafayette Hawaii                
   Ant. Dipolo 30/40m  Dipolo L 60m Butternut HF2V 40/80/160?     Vertical 11m / Ant.FishRod / Diamond x510 / Deltaloop 50MHz

1vr005

Puoi provare a vedere se ci si capisce qualcosa esaminando le immagini qui:

https://www.radiomuseum.org/r/zetagi_preamplified_microphone_mb5.html

Se posti qualche foto, forse qualcuno ne ha uno aperto con lo stesso circuito e può darti la risposta.
Ricordo però di aver risposto a un topic analogo qualche mese fa. Suggerisco di fare una ricerca nel forum.


1vr005



1vr005

#7
Molto interessante. Pare che fra gli audiofili americani sia comune l'autocostruzione di microfoni ceramici utilizzando comuni e vituperati wafer ceramici cinesi da pochi cent l'uno. Ci sono anche kit di montaggio commerciali, fra cui uno che usa una scatoletta tipo quelle del mais commerciale.

https://www.cbgitty.com/gift-ideas/tin-can-microphone-kit-build-your-own-old-time-mic/
https://www.instructables.com/The-New-and-Improved-Tin-Can-Microphone/

Direi che il motivo del fatto di non trovare più capsule ceramiche non è tout-court il superamento tecnologico del microfono piezo (trovo nel sito Shure che questo marchio ha prodotto microfoni ceramici  da fine anni cinquanta a metà anni ottanta: https://www.shure.com/en-US/performance-production/louder/the-history-of-crystal-microphones-and-artifacts-from-the-shure-archives), ma quello che con la facile reperibilità di trasduttori ceramici il prodotto commerciale finito non è più competitivo con l'autocostruzione, o non è più redditizio. Con un preamp cinese da 2 euro e un wafer ceramico cinese ci si fa un microfono ceramico funzionante. Eppure una trentina di anni fa con 10-15.000 lire (circa 10-15 euro di oggi) andavo alla Elco Team e ci compravo tre capsule piezo diverse per provare quale mi dava il timbro che mi piaceva di più col microfono che avevo, non erano poi così costose. Forse già allora erano fondi di magazzino.

sirbone

@1vr005 riguardo all'autocostruzione di capsule ceramiche c'è un articolo del "nostro" IW1AXR:

1vr005

#9
Citazione di: sirbone il 28 Gennaio 2024, 09:21:02@1vr005 riguardo all'autocostruzione di capsule ceramiche c'è un articolo del "nostro" IW1AXR:

Ho visto, sì. È da qualche settimana che sto leggiucchiando online in materia. Finora la cosa più interessante che ho trovato è stato l'articolo storico nel sito Shure. A questo punto mi chiedo come abbia fatto Zetagi a produrre gli MB+4 e +5 ceramici negli anni novanta. Probabilmente hanno trovato qualche bancale di capsule ceramiche come fondo di magazzino di materiale fuori produzione e hanno messo insieme un progetto ad hoc. Chissà, magari erano proprio capsule svendute da Shure che non produceva più microfoni piezo.  [emoji1] Circa gli Astatic attuali, che sono cinesi, scommetto che sono capsule semi-artigianali messe assieme partendo da wafer per gli ultrasuoni. Interessanti però questi giocattoli: atomizzatori per i liquidi, risuonatori ceramici per far vibrare strumenti dei dentisti, stetoscopi, microfoni a contatto per strumenti musicali e per spionaggio captando i suoni trasmessi dai muri e dai tubi dell'acqua, sensori di movimento, peso, pressione, urto eccetera. Da ragazzino vedevo i video dei Rockets che usavano batterie piatte, senza cassa armonica, e mi chiedevo come funzionasse. Ora credo di aver capito.
Tornando a bomba, ho fatto un giro di messaggetti whatsapp ad amici e conoscenti in cerca di cartucce di alluminio di zampironi e lumini, cose che io non uso, con diametro interno di almeno 38 mm per farci stare dei wafer ceramici da 35mm. Come risonanza sono più in basso di quelli da 50mm e per la voce umana potrebbero essere preferibili.
Il problema maggiore che vedo è che l'amplificatore usato deve avere alta impedenza d'ingresso, alta abbastanza per la capsula ceramica, e non sono persuaso che i modulini cinesi per capsule a condensatore  o dinamiche siano adeguati. Ci vorrà qualche adattamento di impedenza per evitare il taglio dei toni bassi, suppongo.

AZ6108

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

#11
Citazione di: AZ6108 il 28 Gennaio 2024, 09:47:56@1vr005

non avevi ordinato una capsula "fonestar" ?
Sì è arrivata in pochi giorni. Molto care le spese di spedizione. L'imballaggio è solo una busta a bolle con dentro una scatoletta di plastica che racchiude la capsula.
Magari un giorno ci farò qualcosa ma ora mi interessa vedere se si può fare qualcosa di accettabile con quei wafer da 2 euro per 10 pezzi. La cosa è piuttosto aleatoria perché non si sa molto dell'impedenza, i datasheet sono scarni o assenti e quel che eventualmente si realizza può essere difficile da replicare per altri. Non si sa neanche se i tot pezzi che arrivano siano ragionevolmente uguali fra loro.
Il che è in po' il segreto del successo del brand industriale. Siamo sicuri che possiamo realizzare cose migliori di quelle industriali, ma non che chiunque potrà replicarle uguali, mentre il prodotto industriale è quello più o meno qualche tolleranza e variabilità fra lotti a seconda dei pezzi che il costruttore aveva a disposizione al momento, per cui si è abbastanza sicuri che funziona e si crea una nomea di qualità che può essere usata per pompare i prezzi. Poi nasce il curioso fenomeno che si bada non alla qualità effettiva ma al dimostrare che si ha l'oggetto di quella marca a prescindere dalla qualità, e si torna alle magliette corte e ai pantaloni con vita bassa per poter mostrare l'elastico delle mutande alto 4 cm con scritto il marchio. [emoji1]

AZ6108

Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


1vr005


1vr005

Mi spiego meglio. Quando ho scritto:

Citazione di: 1vr005 il 28 Gennaio 2024, 09:35:48Tornando a bomba, ho fatto un giro di messaggetti whatsapp ad amici e conoscenti in cerca di cartucce di alluminio di zampironi e lumini, cose che io non uso, con diametro interno di almeno 38 mm per farci stare dei wafer ceramici da 35mm. Come risonanza sono più in basso di quelli da 50mm e per la voce umana potrebbero essere preferibili.
Il problema maggiore che vedo è che l'amplificatore usato deve avere alta impedenza d'ingresso, alta abbastanza per la capsula ceramica, e non sono persuaso che i modulini cinesi per capsule a condensatore  o dinamiche siano adeguati. Ci vorrà qualche adattamento di impedenza per evitare il taglio dei toni bassi, suppongo.
ho fatto partire il cronometro per vedere quanto tempo ci metteva a saltare fuori quello schema, e il risultato è appunto 56 minuti e 58 secondi. Mi aspettavo qualcosa come 3-5 minuti. [emoji1] [emoji1]
Era una specie di assist. [emoji1] [emoji1]
Sì prima o poi lo farò, ma sarà più verosimilmente per tentare di far andare quei wafer cinesi. Credo che i modulini amplificatore cinesi che ho reperito non potranno gestire una capsula con impedenza alta come una ceramica e ci vorrà uno schema di amplificatore apposito per capsule ad alta impedenza, e con impedenza di uscita adatta agli apparati radio. Il difetto di quello schema è che non mi pare esserci la regolazione del tono, che io voglio (a fini taglia-basso), per cui penso che prima proverò a replicare il circuito dell'Astatic 575M-6. Lo ho sempre usato con il tono tutto sugli alti e produce una modulazione quasi come voglio. Taglierei anche di più.

sirbone

per rimanere su amici e messaggi whatsapp, conservo le immagini, arrivate via whatsapp, di un microfono "di fortuna" fatto con un cicalino cinese, un bicchiere di plastica e un pezzo di lamierino; chi mi scriveva diceva che, malgrado l'alta impedenza della capsula, era gestibile dal suo pre autocostruito.
ma se cerchi una regolazione dei toni a tua misura perché non simuli un circuito con spice o similari finché non trovi il taglio di frequenza adatto e lo rendi fisso?
meno roba c'è e meno se ne rompe.

AZ6108

#16
@1vr005

quel pre è progettato per ceramiche/piezo, la curva dei toni è verso l'alto, cerca d-104 e la trovi

vedi qui



Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 28 Gennaio 2024, 13:06:51@1vr005

quel pre è progettato per ceramiche/piezo, la curva dei toni è verso l'alto, cerca d-104 e la trovi

Ho presente, sì, la modulazione del microfono dal quale viene, ce l'aveva un mio conoscente tanti anni fa. Era molto buona e particolare e bucava molto bene il fruscio e il QRM, molto meglio delle modulazioni subwoofer che vanno di moda oggi.  A proposito, chissà che fine hanno fatto i Turner, gli Astatic e gli Shure che collezionava. Spero che li abbia tenuti, così ancora qualche anno e si fa la pensione integrativa col ricavato della futura vendita.
A ogni modo prima di ordinare ulteriori materiali e componenti aspetto che mi arrivi quel che ho in arrivo, e di vedere se si riesce a fare qualcosa di almeno funzionante con modulini cinesi e piastrine cinesi. Poi suppongo che prima di lanciare tutto dalla finestra proverò anche quel circuito, e avendo decenni di collaudo funzionerà al primo colpo, almeno spero.

AZ6108

#18
Citazione di: 1vr005 il 28 Gennaio 2024, 13:14:10Poi suppongo che prima di lanciare tutto dalla finestra proverò anche quel circuito, e avendo decenni di collaudo funzionerà al primo colpo, almeno spero.

Di quei preamp, anni addietro ne ho costruiti diversi ed al contrario dei vari circuiti con JFET o 741 in circolazione, quel preamp non mi ha mai dato problemi; considera che sebbene l'ideale sarebbe usare i transistor originali o degli equivalenti, in generale qualsiasi transistor per uso generale/audio andrà bene, la curva di risposta audio dell'originale è quella visibile sotto, ovviamente nel caso di una replica, inciderà anche la risposta della capsula, ma il preamp è comunque progettato per esaltare i medio/alti, ed in effetti il 104 (quello originale non i "cinesi" in circolazione oggi) era stato disegnato proprio per "bucare" il QRM [emoji2] e non per le "chiacchierate salottiere"


Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin


gattonero

Salve a tutti vi invio la foto della scheda zetagi mb+5
1-R G K-129   Station Dx 11meter
                        Radio Penisola Salentina  1-RPS-72 
                 1 F R I 1857 -  Free-Radio-Italia
                             PMR/LPD Italy 
                                 Op.Fabio
                   Yaesu FT920+SP8 Mic.Mh31
         Icom IC2820 D-Star / Kenwood TM241A digiAPRS
       President Jackson Mic.Echo Master Plus /Lafayette Hawaii                
   Ant. Dipolo 30/40m  Dipolo L 60m Butternut HF2V 40/80/160?     Vertical 11m / Ant.FishRod / Diamond x510 / Deltaloop 50MHz

1vr005

#20
Dev'essere la versione con capsula ceramica. L'altro - con i bordi delle manopoline grigi - dovrebbe essere con capsula a condensatore.

In quest'immagine si vede dove vanno saldati i fili della capsula, almeno uno dei due fili. L'altro mi pare più incerto, ma si vede lo stagno per cui dovrebbe essere saldato proprio lì. A ogni modo con lo schema che si trova online il punto si dovrebbe riuscire a ritrovare lo stesso.
Già che ci sei e lo hai aperto, può giovare il dare una stretta alle due viti che reggono il braccetto esterno che a sua volta sostiene il cono con la capsula; in alcuni esemplari col tempo si allentano e poi il braccetto balla in modo sgradevole.
Come strategia per venire a capo di problemi simili per oggetti di ampia diffusione, suggerisco di cercare in Google o altro (io ho usato Ecosia) immagini. Spulciando i risultati spesso si trova quello che si cerca. In questo caso ho fatto così, ho cercato "zetagi mb+5 circuit" in Ecosia immagini e ho spulciato qualche decina di risultati. Questo risultato viene dal forum francese La Planète Cibi Francophone (https://la-planete-cibi-fr.forumactif.org/t667p25-zetagi-mb5-micro-de-table).

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 29 Gennaio 2024, 09:44:56Di quei preamp, anni addietro ne ho costruiti diversi ed al contrario dei vari circuiti con JFET o 741 in circolazione, quel preamp non mi ha mai dato problemi; considera che sebbene l'ideale sarebbe usare i transistor originali o degli equivalenti, in generale qualsiasi transistor per uso generale/audio andrà bene, la curva di risposta audio dell'originale è quella visibile sotto, ovviamente nel caso di una replica, inciderà anche la risposta della capsula, ma il preamp è comunque progettato per esaltare i medio/alti, ed in effetti il 104 (quello originale non i "cinesi" in circolazione oggi) era stato disegnato proprio per "bucare" il QRM [emoji2] e non per le "chiacchierate salottiere"



Mi scuso per l'ot. Il 104 palmare che c'è adesso ha lo stesso circuito di quello vintage e differisce dal 575-m6 per la mancanza della regolazione del tono. Non so se il circuito sia lo stesso del d104 da tavolo. Mi pare che nei forum la carenza tecnica dei prodotti cinesi sia molto più postulata che documentata. Secondo me c'è la tendenza a ripetere quello che si legge nei forum americani senza tenere conto che se si vuole produrre una campagna di immagine, una delle cose da bersagliare con messaggi mirati sono i forum, poi la gente ripete e lo shitstorm si diffonde a valanga con progressione esponenziale.
Ho sentito e visto dal vivo il D104 da palmo made in Cina di oggi, ed ha una eccellente modulazione da microfono ceramico estremamente simile a quella del 575-M6 con tono regolato tutto sugli alti. Un difetto che ha è che la manopolina di regolazione dell'amplificazione è di plastica e fragile e in caso di caduta può rompersi.
Il d104 di oggi va tanto come quello vintage e come il 575M6 vintage. La cosa a cui badare in queste scelte è che l'oggetto dia la modulazione che si desidera, poi che sia americano o cinese, odierno o vintage è un aspetto secondario. A meno che non ci si tenga a tenere in mostra la marca delle mutande scritta sull'elastico come i ragazzi di oggi.

sirbone

Tra i difetti del D104 io metterei anche il PTT minuscolo, ma è tale e quale sia negli esemplari made in USA di 30 anni fa come negli esemplari made in RPC di oggi.
Per quanto riguarda i feticci e l'esibizionismo, ogni generazione e ogni categoria ha i suoi; possono essere mutande, possono essere effetti eco, possono essere microfoni...

Citazione di: 1vr005 il 02 Febbraio 2024, 06:24:09Ho sentito e visto dal vivo il D104 da palmo made in Cina di oggi, ed ha una eccellente modulazione da microfono ceramico estremamente simile a quella del 575-M6 con tono regolato tutto sugli alti. Un difetto che ha è che la manopolina di regolazione dell'amplificazione è di plastica e fragile e in caso di caduta può rompersi.
...
A meno che non ci si tenga a tenere in mostra la marca delle mutande scritta sull'elastico come i ragazzi di oggi.


AZ6108

#23
Citazione di: 1vr005 il 02 Febbraio 2024, 06:24:09Mi scuso per l'ot. Il 104 palmare che c'è adesso ha lo stesso circuito di quello vintage

Sei proprio sicuro [emoji56] ?

https://www.bellscb.com/products/microphones/astatic/mobile_mic/ASTATIC_D104-M6_Tips.html



per il resto, la differenza tra i vari Astatic/Shure/Turner .... la facevano le capsule, e non mi dire che quelle cinesi sono della stessa qualità, per il resto

http://nucow.com/Microphones%20Lamps/vintage%20microphones/D104%20schematic.htm

fine OT


Violence is the last refuge of the Incompetent
Salvor Hardin

1vr005

Citazione di: AZ6108 il 02 Febbraio 2024, 09:28:34Sei proprio sicuro [emoji56] ?

https://www.bellscb.com/products/microphones/astatic/mobile_mic/ASTATIC_D104-M6_Tips.html



per il resto, la differenza tra i vari Astatic/Shure/Turner .... la facevano le capsule, e non mi dire che quelle cinesi sono della stessa qualità, per il resto

http://nucow.com/Microphones%20Lamps/vintage%20microphones/D104%20schematic.htm

fine OT
Sai cosa vuol dire burden of the proof?
Sta a te dimostrare quello che vuoi sostenere. Magari compra un astatic vintage e uno odierno, misura le risposte in frequenza e documentaci i risultati. Io accetto lo stato incognito della questione e l'effettiva qualità percepita della modulazione.