Autore Topic: Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)  (Letto 1554 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« il: 19 Ottobre 2021, 00:44:56 »
Come da titolo, mi accingo a realizzare un ricevitore minimale su più bande partendo dai resti di un vecchio tuner Pioneer TX 410-L (visibile nelle prime due foto).
Per il momento ho solamente fatto pulizia di ciò che non mi serviva più (praticamente tutto) e come si vede nelle due foto successive ho lasciato solo il variabile a ben 5 sezioni (le capacità le ho scritte dopo averle misurate).
Cosa ci andrà dentro al posto di quanto tolto lo sto ancora valutando, per il momento ci metterò dentro un ampli bf, un altoparlante ed un alimentatore adatto (il trasformatore almeno c'è già).
Per la parte radio vera e propria mi baserò su uno schema classico a reazione e poi vedrò man mano come procedere, intanto c'è già la demoltiplica per il variabile, un minimo di scala per avere un riferimento, tutto lavoro in meno.
Dei componenti originali penso di riciclare l'antenna in ferrite coi relativi avvolgimenti mw/lw che è anche un gran lavoro risparmiato.
« Ultima modifica: 19 Ottobre 2021, 00:53:23 da M74 »


Offline microonda

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1656
  • Applausi 65
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #1 il: 19 Ottobre 2021, 12:40:32 »
Buongiorno a tutti , in particolare buongiorno a te M74 . Ho guardato le foto e ho letto il tuo topic . Ho letto che vuoi fare un circuito classico a reazione come ricevitore . L' idea è buona . Vediamo se dico bene . Tempo fa feci un ricevitore a onde medie e però non so se sbagliavo la bobina oppure no . Alla fine del montaggio mi ritrovai a sentire il secondo programma a 1400 khz con tutto il variabile chiuso . Poi quasi tutto aperto sentivo i pescherecci e uno di loro si chiamava rondine blu . Però mi ricordo che dovevo spostare una bobina più piccola della principale sullo stesso nucleo di ferrite e allora sì che sentivo i pescatori . E però mi ricordo che non avevo , in definitiva , un grande intervallo di megahertz . Allora io abitavo a un chilometro dal mare e avevo un filo come antenna di un metro .

Offline r5000

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 16614
  • Applausi 430
  • qth bergamo
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #2 il: 19 Ottobre 2021, 14:01:35 »
73 a tutti, ho fatto anch'io lavori del genere, partivo da apparecchi non riparabili per mancanza di componenti specifici o per l'elevato costo ecc... e recuperavo il mobile  e i componenti funzionanti, nel tuo caso se il ricevitore funzionava senza difetti conveniva cercare il service manual e modificarlo quanto basta ( bfo e poco altro...) ma adesso che l'hai svuotato ci puoi fare di tutto...


Offline listener

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 98
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #3 il: 19 Ottobre 2021, 14:05:58 »
Molto interessante. Su che frequenze vorresti utilizzarlo?


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #4 il: 19 Ottobre 2021, 20:44:37 »
Buongiorno a tutti , in particolare buongiorno a te M74 . Ho guardato le foto e ho letto il tuo topic . Ho letto che vuoi fare un circuito classico a reazione come ricevitore . L' idea è buona . Vediamo se dico bene . Tempo fa feci un ricevitore a onde medie e però non so se sbagliavo la bobina oppure no . Alla fine del montaggio mi ritrovai a sentire il secondo programma a 1400 khz con tutto il variabile chiuso . Poi quasi tutto aperto sentivo i pescherecci e uno di loro si chiamava rondine blu . Però mi ricordo che dovevo spostare una bobina più piccola della principale sullo stesso nucleo di ferrite e allora sì che sentivo i pescatori . E però mi ricordo che non avevo , in definitiva , un grande intervallo di megahertz . Allora io abitavo a un chilometro dal mare e avevo un filo come antenna di un metro .

Doveva essere un bel po' di tempo fa, oggi è rimasta solo radio uno operativa.
Penso che avevi fatto la bobina di sintonia bassa d'induttanza e sei finito a ricevere la banda marittima.
Non lo se la usano ancora per comunicazioni tra imbarcazioni (mi pare che è tutto vhf oggi) però resistono le stazioni costiere:
https://www.nautica.it/guida-alla-nautica/frequenze-radio-stazioni-costiere/
Se vai su qualche sdr vicino a quelle località passano il bollettino del mare con voce automatica.

73 a tutti, ho fatto anch'io lavori del genere, partivo da apparecchi non riparabili per mancanza di componenti specifici o per l'elevato costo ecc... e recuperavo il mobile  e i componenti funzionanti, nel tuo caso se il ricevitore funzionava senza difetti conveniva cercare il service manual e modificarlo quanto basta ( bfo e poco altro...) ma adesso che l'hai svuotato ci puoi fare di tutto...

Era tutto andato, perfino le lampadine della scala che è una cosa rara di solito, vuol dire che aveva già dato quello che poteva dare!

Molto interessante. Su che frequenze vorresti utilizzarlo?

Penso di iniziare dalle onde medie per vedere se il circuito in allegato è valido o meno, è da un po' che voglio provarlo.
Se funziona bene poi lo replico in più moduli completi da selezionare interi, mi viene più comodo che commutare bobine ecc. che non è esente da problemi.
Gli altri dovrebbero fare le onde lunghe e corte fin dove si può spingere il circuito, non penso oltre i 20 MHz o poco più.
Per prima cosa però voglio fare la parte alimentazione e mettere un ampli bf così diventa tipo un banco da test per circuiti.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #5 il: 20 Ottobre 2021, 00:49:27 »
Per fare un po' d'inventario dei pezzi, qualche misura degli avvolgimenti sulla ferrite.
Con quello da 4 mH abbinato ad una sezione da 350 pF potrei coprire teoricamente da 134 kHz a 438 kHz.
Con l'altro da 348µH e l'altra sezione da 350 pF da 456 kHz a 1706 kHz.
Hanno già gli avvolgimenti per la reazione da poche spire, meglio di così...nel progetto originale l'autore li aveva eliminati a favore di una reazione capacitiva ma si sta poco a ritornare all'origine.
Mi rimangono due sezioni da 35 pF che parallelate potrebbero fare la parte bassa delle onde corte ed una da 24 pF per provare a salire ancora un po'.
Una cosa alla volta però!

Offline listener

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 98
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #6 il: 21 Ottobre 2021, 10:31:13 »
Molto interessante. Anche io sto ancora in fase selezione componenti, ora aspetto che arrivino con i tempi bibblici di aliexpress....... Purtroppo da noi ormai questi componenti sono praticamente introvabili e non mi va tanto di spendere capitali per robe che normalmente si buttano. :D
Quindi per ora punti sopratutto al swl? Pensavo facessi più le bande amatoriali.


Offline microonda

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1656
  • Applausi 65
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #7 il: 21 Ottobre 2021, 15:12:09 »
Carissimo listener , buongiorno . Chissà cosa hai mandato a prendere su AliExpress .... Quando ti arriverà , ce lo dirai ? Può darsi che sia qualcosa che serve anche a me . Sono di Castel San Giorgio in provincia di Salerno . Mi piacerebbe comunicare via radio ricetrasmittente

Offline listener

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 98
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #8 il: 21 Ottobre 2021, 15:35:16 »
Salve microonda. Mahh niente di speciale condensatori e induttori in grande quantità così da poter fare molti test. Certamente appena ho qualcosa di pronto lo pubblicherò sicuramente. Purtroppo siamo lontani io abito in provincia di cagliari circa centro Sardegna.


Offline microonda

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1656
  • Applausi 65
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #9 il: 21 Ottobre 2021, 17:10:52 »
Cagliari si trova nel sud della Sardegna . Però la provincia è abbastanza grande . Forse puoi collegare sulla cb 165rgk591 che pure sta a Cagliari . Per quanto riguarda i componenti elettronici che ti devono arrivare , per favore , mi puoi dire se i componenti da 5,08 mm si possono adattare a 2,54mm ? Mi sembra che i prezzi sono ragionevoli . Non conveniva Amazon ?

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #10 il: 21 Ottobre 2021, 20:24:19 »
Molto interessante. Anche io sto ancora in fase selezione componenti, ora aspetto che arrivino con i tempi bibblici di aliexpress....... Purtroppo da noi ormai questi componenti sono praticamente introvabili e non mi va tanto di spendere capitali per robe che normalmente si buttano. :D
Quindi per ora punti sopratutto al swl? Pensavo facessi più le bande amatoriali.
Beh viene una radio praticamente a sintonia continua da 130 kHz a una ventina di MHz, dentro ci sono anche le bande amatoriali.
Non sarà semplice sintonizzare qualcosa ma non è impossibile, piuttosto è diventato raro trovare qualcuno che fa fonia.
Sui vari sdr online si sente qualcosa ma bisogna perderci tempo.

Per i componenti io la gran parte li recupero dal raee, ne ho qualche metro cubo di schede varie provenienti da radio, vecchie tv ed altro di dismesso.
Qualcosa tocca sempre comprare ma si può ridurre al minimo indispensabile.

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #11 il: 22 Ottobre 2021, 00:00:15 »
Grazie ad uno stampatino con quattro diodi ed un condensatore recuperato da un alimentatore da presa è tornata la corrente, ben 13,4 volt.
L'ho fissato con la colla a caldo, non è un lavoro top ma va benissimo.
Si è riaccesa la lampadina della scala che non era bruciata come pensavo, non è un led, è una lampadina a filamento con sopra una plastica rossa.
L'effetto non è male, l'avevano pensata bene quando l'hanno fatto.
Se si brucia, ho led ultrabright verde recuperato da un accendino, potrebbe rendere pure meglio.

Domani se riesco a ritagliarmi un'altra oretta notturna risolvo con l'ampli bf e l'altoparlante così poi posso sperimentare la parte radio senza tanti trabiccoli da collegare per vedere se funziona.

Offline listener

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 98
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #12 il: 22 Ottobre 2021, 13:20:09 »
Cagliari si trova nel sud della Sardegna . Però la provincia è abbastanza grande . Forse puoi collegare sulla cb 165rgk591 che pure sta a Cagliari . Per quanto riguarda i componenti elettronici che ti devono arrivare , per favore , mi puoi dire se i componenti da 5,08 mm si possono adattare a 2,54mm ? Mi sembra che i prezzi sono ragionevoli . Non conveniva Amazon ?

Si vero sto a meno di 50 km da Cagliari sarebbe sud, mi considero al centro perchè mi sono da poco trasferito in un piccolo paese abbastanza isolato. Anzi ora questa provincia si chiama sud Sardegna anche se sta più a nord di Cagliari ma vabbè, robe politiche hanno aggiunto 4 sedi regionali e tutte le giunte anche se abbiamo votato un referendum per abolirle...... Meglio non parlarne va.
Per i componenti dipende da cosa intendi, se è un condensatore elettrolitico verticale forse schiacciando i reofori riesci comunque ad inserirlo ma viene un brutto lavoro e meccanicamente instabile. Se parli di dil o sil potresti fare un adattatore anche con basetta millefori, il lavoro non è bellissimo ma se si tratta di adattare un componente fuori standard che proprio devi usare, ok.
Ho comprato su aliexpress perchè ad esempio i varicap li trovavo solo li, a prezzi comunque alti. Altrimenti ho sempre acquistato da fornitori tipo rs, distrelec, farnell, digikey, che sembrano più cari, ma se hai un progetto con tanti componenti puoi ordinare tutto da loro, è comodo, compri roba di qualità sicura, e se fai i conti spendi meno.

 
Beh viene una radio praticamente a sintonia continua da 130 kHz a una ventina di MHz, dentro ci sono anche le bande amatoriali.
Non sarà semplice sintonizzare qualcosa ma non è impossibile, piuttosto è diventato raro trovare qualcuno che fa fonia.
Sui vari sdr online si sente qualcosa ma bisogna perderci tempo.

Per i componenti io la gran parte li recupero dal raee, ne ho qualche metro cubo di schede varie provenienti da radio, vecchie tv ed altro di dismesso.
Qualcosa tocca sempre comprare ma si può ridurre al minimo indispensabile.

Intanto complimenti per il progetto, lo seguo con interesse. Lavoro su un preselettore che in pratica è un sintonizzatore senza la parte di demodulazione, quindi sono interessato all'argomento. Rigardo le gamme, ho riletto i post, scusa lo avevi già spiegato. :)
Per la difficoltà di sintonizzazione, intendi che sarà poco selettivo?


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #13 il: 22 Ottobre 2021, 17:23:40 »
Intanto complimenti per il progetto, lo seguo con interesse. Lavoro su un preselettore che in pratica è un sintonizzatore senza la parte di demodulazione, quindi sono interessato all'argomento. Rigardo le gamme, ho riletto i post, scusa lo avevi già spiegato. :)
Per la difficoltà di sintonizzazione, intendi che sarà poco selettivo?

Grazie!
La selettività non dovrebbe essere un problema, facendo buon uso della reazione si riesce a spingerla pure troppo, lo è piuttosto l'ampio range di frequenze sintonizzabili e l'assenza di una scala precisa.
Andare "ad occhio" in onde corte per cercare qualcuno che parla quasi sicuramente in banda laterale non è per niente semplice senza riferimenti precisi.
Per questo vedo se in seguito riesco ad implementare un frequenzimetro digitale che ho già, uno di quelli cinesi in kit da 10€.
Dovrei prelevare segnale dall'avvolgimento di reazione senza caricarlo troppo, amplificarlo, squadrarlo e poi inviarlo al simpatico gadget in foto (un po' impolverato!).
Per il momento non ci penso che altrimenti mi fa solo confusione in testa...
Per il preselettore sono curioso di vedere cosa ne esce, spero pubblicherai qualche dettaglio in più.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4745
  • Applausi 218
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #14 il: 22 Ottobre 2021, 17:28:33 »
Per il preselettore sono curioso di vedere cosa ne esce, spero pubblicherai qualche dettaglio in più.
sottoscrivo anche io l'interesse per il preselettore


Offline matteo_

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 176
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: gabe
Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #15 il: 22 Ottobre 2021, 19:21:56 »
lo so che vuoi stare in tema analogico, ma se provassi a consigliarti un Si5351? lo metteresti?



inviato iPhone using rogerKapp mobile
« Ultima modifica: 22 Ottobre 2021, 19:28:41 da matteo_ »

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #16 il: 23 Ottobre 2021, 00:16:16 »
sottoscrivo anche io l'interesse per il preselettore

Ne ho pure io uno carino, è su Fare Elettronica n°193/194 del 2001, purtroppo non riesco a fare una scansione, non funziona più niente di adatto a farla.
Ho provato a fare qualche foto, si dovrebbe capire tutto lo stesso.

lo so che vuoi stare in tema analogico, ma se provassi a consigliarti un Si5351? lo metteresti?



inviato iPhone using rogerKapp mobile

Eh penso di no, non ho capito nemmeno cosa realmente fa...troppe cose in ogni caso per i miei gusti.
Nemmeno il frequenzimetro sopra lo metto fisso, faccio eventualmente la presa per collegarlo esternamente, una volta segnata la scala finisce il suo lavoro.
L'avevo preso per farci uno strumentino da banco proprio per quell'uso, segnare le scale e se gli va bene diventa quello, altrimenti rimane a prendere polvere.
L'altro metodo che uso è più scomodo però, ho una radiolina Degen da due soldi che ha il display, non prende niente nemmeno a pagarla però se innesco la reazione su quella si sente il fischio e posso risalire alla frequenza.
Non è il massimo della vita però viene fuori un buon lavoro avendo (molta) pazienza.
Potrei anche fare questo:
http://www.chirio.com/vfo_gen_2015.htm
ma va ben realizzato e munito di scala precisa (mi manca sempre uno strumento di confronto però).
Oggi non sono andato avanti niente, in compenso ho trovato una fonte di potenziometri e manopole che mi torneranno utili.


Offline matteo_

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 176
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
  • Nominativo: gabe
Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #17 il: 23 Ottobre 2021, 01:28:43 »
sarebbe un oscillatore programmabile, un generatore, al posto del LC, ci metti quello, con poi il display che mostra la frequenza ecc ecc, puoi metterci i pulsanti, un pulsante rotante, ecc o anche tante altre cose a tua scelta


pero anche io preferisco arrangiarmi e far da me, per questo immaginavo già la risposta

ma non ho capito bene il secondo circuito, usa dei varicap come variazione, giusto? ma da quel che so ( io ho usato dei led, quindi posso sbagliare) non hanno tantissimo di cambio in pf, o sbaglio?

sta nelle bobine la selezione, e solo una taratura il resto? che una volta tarata, cambierai col selettore le bobine

quindi amplifica solo determinate bande in base alla bobina


leggo articolo domani, cosi capisco come funziona


inviato iPhone using rogerKapp mobile
« Ultima modifica: 23 Ottobre 2021, 01:45:01 da matteo_ »

Offline listener

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 98
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #18 il: 23 Ottobre 2021, 11:24:31 »
Eh si aggiungendo anche il frequenzimetro verrebbe carino ma io sono fissato con le cose digitali. :D
Preselettore ne ho scelto uno che mi ha consigliato ik3oca, doppio stadio. L'ho visto usare anche in ricevitori autocostruiti e pare funzioni molto bene. Pensavo di eliminare la parte attiva dato che devo usarlo per un sdr e volendo poi lo amplifico con un modulo lna che ho in abbondanza. Vedremo che ne esce vi farò sapere sicuramente.

Offline kz

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 4745
  • Applausi 218
    • Mostra profilo
  • Nominativo: RRM TANGO34
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #19 il: 23 Ottobre 2021, 17:07:06 »
vi ringrazio ma forse questo è un poco più alla mia portata:
https://www.air-radio.it/index.php/2019/08/18/semplice-filtro-preselettore-hf-con-un-solo-condensatore-variabile/

la mitica LESA!
produceva componenti anche per altri, spesso mi è capitato di trovare componenti LESA in vecchie radio, e chi non ha avuto almeno un mangiadischi LESA? ce ne erano ancora un mucchio in giro negli anni '80.
https://archiviostorico.fondazionefiera.it/entita/1069-lesa-laboratori-elettrotecnici-societa-anonima
quello però mi sembra uno di quegli amplificatori che si usavano nelle fiere o in chiesa (l'indizio è la doppia alimentazione)


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #20 il: 23 Ottobre 2021, 20:25:38 »
Eh si aggiungendo anche il frequenzimetro verrebbe carino ma io sono fissato con le cose digitali. :D
Preselettore ne ho scelto uno che mi ha consigliato ik3oca, doppio stadio. L'ho visto usare anche in ricevitori autocostruiti e pare funzioni molto bene. Pensavo di eliminare la parte attiva dato che devo usarlo per un sdr e volendo poi lo amplifico con un modulo lna che ho in abbondanza. Vedremo che ne esce vi farò sapere sicuramente.
Eh ognuno ha le sue fisse, il bello è che spesso possono pure convivere.
Chi se la ricorda questa??
https://www.hwupgrade.it/news/skmadri/aopen-ax4b-533-tube-con-audio-valvolare_8925.html

Non sembra male il preselettore, è un po' più complicato del solito ma non è necessariamente un male, anzi!

vi ringrazio ma forse questo è un poco più alla mia portata:
https://www.air-radio.it/index.php/2019/08/18/semplice-filtro-preselettore-hf-con-un-solo-condensatore-variabile/

la mitica LESA!
produceva componenti anche per altri, spesso mi è capitato di trovare componenti LESA in vecchie radio, e chi non ha avuto almeno un mangiadischi LESA? ce ne erano ancora un mucchio in giro negli anni '80.
https://archiviostorico.fondazionefiera.it/entita/1069-lesa-laboratori-elettrotecnici-societa-anonima
quello però mi sembra uno di quegli amplificatori che si usavano nelle fiere o in chiesa (l'indizio è la doppia alimentazione)

Beh si è più semplice, forse un po' troppo, è da provare per vedere cosa fa realmente (son cinque pezzi di numero..).
Mi pare troppo a larga banda per funzionare correttamente però, io prenderei la parte passiva di quello che ho messo prima ed al posto dei varicap ci metterei il variabile.
Con più induttori selezionabili hai più possibilità che funzioni al meglio.

Di mangiadischi Lesa ne ho almeno due ancora, più un paio di giradischi con mobile in legno ed un sacco di macerie tipo quella in foto.
Il pannello in questione era su un telaio cubico in ferro con sopra anche un giradischi, mi sa anche a me di roba da fiera o sagra paesana.
Mi ha già fornito numerosi transistor al germanio utilizzabili, vedremo quanto grattano i potenziomentri (per me vanno meglio di quelli di plastica odierni che fanno pena anche nuovi!!).

Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #21 il: 24 Ottobre 2021, 00:52:38 »
sarebbe un oscillatore programmabile, un generatore, al posto del LC, ci metti quello, con poi il display che mostra la frequenza ecc ecc, puoi metterci i pulsanti, un pulsante rotante, ecc o anche tante altre cose a tua scelta


pero anche io preferisco arrangiarmi e far da me, per questo immaginavo già la risposta

ma non ho capito bene il secondo circuito, usa dei varicap come variazione, giusto? ma da quel che so ( io ho usato dei led, quindi posso sbagliare) non hanno tantissimo di cambio in pf, o sbaglio?

sta nelle bobine la selezione, e solo una taratura il resto? che una volta tarata, cambierai col selettore le bobine

quindi amplifica solo determinate bande in base alla bobina


leggo articolo domani, cosi capisco come funziona


inviato iPhone using rogerKapp mobile
Nella fretta mi ero perso questo post, chiedo venia.
I varicap arrivano a belle capacità, ci sono diversi modelli da 500pF e li puoi come da schema ovviamente combinare in serie parallelo per ottenere il valore massimo desiderato.
Il led variano poco come gran parte degli altri diodi, non sono studiati per quell'uso.
In più se illuminati da una fonte esterna possono produrre una loro polarizzazione (funzionano tipo da celle solari, qualche mV ma che rompe le scatole) e non rimangono stabili.
Il circuito è proprio un circuito accordato vero e proprio, lo devi sintonizzare come una radio, non è da tarare un volta e via.
Con l'antenna a telaio che ho fatto è uguale, ci sono quei 30/40kHz al massimo dove la sensibilità è ottima e poi il silenzio (tranne qualche stazione molto vicina).
Quella fa da preselettore ed antenna tutto in uno ma con due separati non cambia il principio di molto.

Offline listener

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 98
  • Applausi 6
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #22 il: 24 Ottobre 2021, 06:26:55 »
Interessante la scheda con le valvolee, mai vista. :D
vi ringrazio ma forse questo è un poco più alla mia portata:
https://www.air-radio.it/index.php/2019/08/18/semplice-filtro-preselettore-hf-con-un-solo-condensatore-variabile/

Alla fine sono tutti molto simili, anzi forse il tuo assomiglia molto alla mia versione che a quella di m74, sono due toroidi con doppio avvolgimento e un doppio condensatore, il problema sono piuttosto la reperibilità dei c variabili. Devo decidermi a salire in soffitta e sperare di aver messo da parte qualche vecchia radio, ho voglia di sperimentare. :)

M74 ecco vedi una domanda che volevo fare era proprio sulla larghezza di banda dei sintonizzatori, non saprei neppure come calcolarla, sono ancora molto ignorante sul campo. Molto stretta sarebbe ottima per segnali appunto stretti, ma poi ti taglieresti fuori quelli a banda larga e i satelliti, l'ideale sarebbe un controllo manuale nel mio caso. E' possibile? Lo so potrei benissimo cercarlo su google, ma discuterne con qualcuno fa sempre comunque piacere. :)


Offline M74

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 373
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: Maurizio
Re:Vecchio tuner, radio nuova (per modo di dire)
« Risposta #23 il: 24 Ottobre 2021, 22:56:05 »
Interessante la scheda con le valvolee, mai vista. :D
Alla fine sono tutti molto simili, anzi forse il tuo assomiglia molto alla mia versione che a quella di m74, sono due toroidi con doppio avvolgimento e un doppio condensatore, il problema sono piuttosto la reperibilità dei c variabili. Devo decidermi a salire in soffitta e sperare di aver messo da parte qualche vecchia radio, ho voglia di sperimentare. :)

M74 ecco vedi una domanda che volevo fare era proprio sulla larghezza di banda dei sintonizzatori, non saprei neppure come calcolarla, sono ancora molto ignorante sul campo. Molto stretta sarebbe ottima per segnali appunto stretti, ma poi ti taglieresti fuori quelli a banda larga e i satelliti, l'ideale sarebbe un controllo manuale nel mio caso. E' possibile? Lo so potrei benissimo cercarlo su google, ma discuterne con qualcuno fa sempre comunque piacere. :)
Variabili ne trovi anche su ebay a prezzo, con una decina di euro c'è qualcosa che li vale di solito.
In alternativa c'è l'autocostruzione pure di quelli (impegnativa per fare un oggetto valido).
Per la larghezza di banda il discorso è lungo, dipende da cosa vai costruire.
In una cosa da trafficone come quella che sto realizzando dipende in gran parte da come è calcolato il gruppo LC di sintonia.
Se ha un fattore di merito elevato la banda si restringe, di solito non al punto di renderlo inservibile, l'incognita è poi quando entra in gioco la reazione che lo alza di molto.
Paradossalmente fare un circuito molto selettivo di suo (senza la reazione) poi potrebbe rivelarsi utile solo ad ascoltare telegrafia quando gli si chiede maggiore sensibilità ed amplificazione.
Senza strumenti e con poca teoria in testa...non resta che la sperimentazione, per fortuna abbastanza semplice viste le frequenze non troppo alte.
Nelle radio più moderne è tutta un altra storia, è troppo lunga e troppo OT per affrontarla qui.
« Ultima modifica: 25 Ottobre 2021, 00:22:34 da M74 »