Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - ik0zcw

Pagine: [1] 2 ... 11
2
Tutto pronto per la XXI edizione di "La Radio, Il Suono" appuntamento fisso per gli amanti della radio, dell'hi-fi, dei dischi, dell'elettronica, delle radio d'epoca e tutto il mondo che gira intorno a questa passione. Il 24 e 25 settembre 2022 sara' l'occasione per festeggiare insieme la XXI edizione di questo evento unico sul territorio.



Questa si prospetta come la migliore edizione di sempre e come sempre sara' presente anche il tavolo degli esperimenti, spazio dedicato ai giovani diretto dal nostro insostituibile Piergiulio Subiaco, dove i ragazzi avranno la possibilita' di avvicinarsi al mondo dell'elettronica e della radio.

Tantissimi saranno poi gli espositori che porteranno radio vintage, apparecchiature radioamatoriali, componentistica, sistemi elettronici avanzati e tanto altro.

Durante l'evento gli amici del 773 Radio Group attiveranno come sempre il Diploma permanente "Museo storico Piana delle Orme" II0MPO

Un ringraziamento speciale al Museo "Piana delle Orme" che come sempre offre il suo supporto nell'organizzazione di questo evento e senza il quale sarebbe impossibile continuare questa attivita' che richiama a sé tantissimi appassionati del settore oltre a coinvolgere tantissimi giovani.

4
IIl 11 e 12 Giugno torna nella splendida cornice del Museo Piana delle Orme la mostra dell'elettronica Elettron.

Finalmente, si torna a vivere pianamente questo evento grazie alla fine dell'emergenza sanitaria.

In questa occasione, come nelle precedenti. sara' possibile addentrarsi nel mondo dell'elettronica, dell'audio, del mondo radioamatoriale e tanto altro grazie ai numerosissimi espositori che animeranno l'evento.

Sara' disponibile il servizio bar all'aperto.

Appuntamento sabato 11 giugno dalle 9 alle 19 e domenica 12 giugno dalle 9 alle 15. L'ingresso e' ovviamente gratuito.

Si ringraziano in anticipo tutti gli espositori, i visitatori appassionati del settore, le associazioni ed i media.

Un grazie speciale va al museo "Piana delle orme" per la consueta disponibilita' e per la passione che sempre dimostra per questo evento.

5
LETTERA APERTA AL MINISTRO ON. GIANCARLO GIORGETTI, AL DIRETTORE GENERALE DELLA DGSCERP E AL DIRETTORE DELLA DGAT.

IN DATA 26/05/2022 LE ASSOCIAZIONI:

773 RADIO GROUP - AFFILIATA A EURAO

C.I.S.A.R. - AFFILIATA A EURAO

ONDA TELEMATICA

RNRE - RAGGRUPPAMENTO NAZIONALE RADIO EMERGENZA

ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI E COMPUTERISTI

AFFILIATE A EURAO

Gruppo Rete ItalyNET

Hanno inviato la seguente lettera aperta all'ON. MINISTRO DEL MISE GIANCARLO GIORGETTI, al DIRETTORE GENERALE della DGSCERP e al DIRETTORE della DGAT:

Vogliamo portare a conoscenza dell’On. Ministro Giorgetti, del direttore generale della DGSCERP e di tutti i destinatari di questa lettera, di alcuni episodi che riteniamo discriminanti e lesivi per le attività radioamatoriali regolarmente autorizzate.

PREMESSO CHE

-        L’art.134 del Codice delle Comunicazioni, definisce l’attività di radioamatore come un servizio svolto in linguaggio chiaro, o con l'uso di codici internazionalmente ammessi, esclusivamente su mezzo radioelettrico anche via satellite, di istruzione individuale, di intercomunicazione e di studio tecnico, effettuato da persone che abbiano conseguito la relativa autorizzazione generale e che si interessano della tecnica della radio-elettricità a titolo esclusivamente personale senza alcun interesse di natura economica.

-        L’allegato 26 all’articolo 12 comma 4, recita: È consentita l’interconnessione delle stazioni di radioamatore con le reti pubbliche di comunicazione elettronica per motivi esclusivi di emergenza o di conseguimento delle finalità proprie dell’attività di radioamatore. (riconoscendo di fatto l’utilità anche in emergenza del servizio di radioamatore)

-        L’allegato 26 all’art. 9 comma , recita: L’autorizzazione generale per l’installazione e l’esercizio di stazioni ripetitrici automatiche non presidiate al di fuori del proprio domicilio di cui all’art. 143 del Codice, da utilizzare anche per la sperimentazione, ha validità fino a dieci anni e, al pari del relativo rinnovo, si consegue senza oneri, mediante presentazione o invio all’ispettorato del Ministero, competente per territorio, della dichiarazione di cui al modello sub allegato I al presente allegato. Per le singole persone fisiche, l’autorizzazione generale di cui all’art. 1, comma 1, costituisce requisito per il conseguimento dell’autorizzazione generale per stazioni ripetitrici automatiche non presidiate.

-        L’art. 141 del Codice delle Comunicazione recita: L'Autorità competente può, in caso di pubblica calamità o per contingenze particolari di interesse pubblico, autorizzare le stazioni di radioamatore ad effettuare speciali collegamenti oltre i limiti stabiliti dall'articolo 134. (confermando che il radioamatore è utile anche in caso di emergenza, quindi se passasse la modifica all’allegato 25, e se si confermasse la circolare del 16 maggio 2022, non solo saremmo costretti a pagare per mettere a disposizione gratuita i nostri impianti ma dovremmo anche spegnerli (oltre 400 impianti sottratti alla pubblica utilità) perché messi fuori legge da una circolare).

-        Abbiamo contattato il dott. Paolo D’Alesio, pregandolo di intervenire prima di portare alla firma l’allegato 25 tramite lettera firmata da varie organizzazioni con risposta dalla DGAT con protocollo PEC nr: 39242 - del 17/03/2022 - AOO_AT - AOO_Attività territoriali Chiarimenti sulle modifiche all'allegato n.25 al d.lgs. 259/2003 (Codice delle comunicazioni elettroniche)  ma lo stesso oltre ad aver chiamato ad un solo unico tavolo da noi sollecitato, solo le associazioni CISAR e ARI e nessun rappresentante delle altre scriventi che si erano organizzate in merito, promettendo anche di organizzare più tavoli decisionali prima di andare avanti, ha preferito portate alla firma del Ministro la grave modifica dell’allegato 25 che ulteriormente lede i diritti dei radioamatori italiani tutti.

-        E’ attiva una petizione, on-line (https://chng.it/ydSGnBqh al 26/05/2022,  da oltre 1.170 radioamatori, contro i provvedimenti di seguito elencati.

-        Nel marzo del 2021, il MISE ha modificato l’allegato 26 del Codice delle Comunicazioni, senza interpellare tutte le associazioni radioamatoriali, riconosciute e non (In Italia non esistono soltanto ARI e CISAR).

-        La DGSCERP del MISE ha portato alla firma dell’Onorevole Ministro Giorgetti, il 26 aprile 2022, un provvedimento, (pare respinto per un difetto di forma), per la modifica dell’allegato 25, che prevederebbe, fra le altre modifiche, l’inserimento di un contributo annuale sulle licenze di ponti ripetitori amatoriali (già gravati da oneri di energia, apparecchiature, etc. a carico di chi li installa e messi a disposizione in forma gratuita per tutta la comunità); contributo che andrebbe in contrasto con la natura di sperimentazione sulla quale si basa il servizio radioamatoriale, utile anche durante le emergenze in ausilio alla popolazione, alle prefetture e alla Protezione Civile e che di fatto verrebbe equiparato ad un utilizzo commerciale delle frequenze.

-        La DGSCERP del MISE ha emesso una circolare il 16/05/2022 che dal 1° giugno 2022, mette di fatto, fuori legge la maggior parte de ponti ripetitori radioamatoriali italiani regolarmente autorizzati dallo stesso MISE, quando, fino ai primi di maggio 2022, prima la DGSCERP, poi gli ispettorati territoriali del MISE (dopo oltre 6 anni di inattività - infatti molti ripetitori hanno lavorato in regime di SCIA senza disturbare nessuno), hanno rilasciato regolare autorizzazione generale e nominativo – approvando le relative schede tecniche - anche per tutti quei ripetitori che operano in ricezione sulla banda dei 435 MHz, non tenendo presente per primi la modifica dell’articolo 9 dell’allegato 26.

-        L’Ari, non rappresenta tutti i radioamatori italiani.

-        La IARU, non è l’unica associazione internazionale affiliata ITU e non rappresenta tutti i radioamatori ma soltanto quelli che appartengono ad associazioni che aderiscono alla sua organizzazione e da lei riconosciute, in Italia soltanto ARI.

-        A parere delle scriventi, il MISE, prima di effettuare modifiche al servizio di radioamatore, avrebbe dovuto convocare i rappresentanti di tutte le associazioni italiane legalmente riconosciute e non, per evitare discriminazioni di sorta.

-        A livello internazionale esiste anche EURAO, altra associazione affiliata ITU che di fatto non riconosce, se non in SPAGNA - perché voluto dalle associazioni locali di quella nazione - il BAND PLAN IARU.

-        IARU nella regione 1, della quale fa parte anche l’Italia, indica frequenze che nella nostra nazione non sono destinate all’uso radioamatoriale come da attuale PNRF.

-        all’art. 104 lettera C punto 1, del Codice delle Comunicazioni, si evidenzia il fatto che le frequenze ad uso collettivo, come quelle radioamatoriali, non possono essere protette da disturbi di utenti delle stesse bande.

EVIDENZIAMO CHE:

-        Non siamo d’accordo sull’eliminazione del contributo annuale dei 5 euro, in quanto questo provvedimento snaturerebbe il servizio radioamatoriale portandolo al pari di quello privato.

-        Nella redazione della modifica dell’allegato 26 (avvenuta senza interpellare le associazioni radioamatoriali, cosa che avrebbe evitato i problemi riscontrati), ci siano degli evidenti errori, Infatti, l’articolo 9 recita: Le stazioni ripetitrici automatiche non presidiate di cui al comma 1 devono operare sulle frequenze attribuite dal piano nazionale di ripartizione delle frequenze al servizio di radioamatore e rispettare le allocazioni di frequenza, per le varie classi di emissione, previste dagli organismi radioamatoriali affiliati all’Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT) (Riferendosi come poi palesatosi sulla circolare al BAND PLAN IARU, riconosciuto appunto da IARU ma non da EURAO) Quando anche EURAO, emetterà un suo BAND PLAN, a quale deve affidarsi in Italia un radioamatore? Riteniamo inoltre che questo ultimo paragrafo dell’articolo 9, sia in netto contrasto con le premesse di cui sopra ed in particolare per il fatto che come detto, IARU ed EURAO – organismi radioamatoriali affiliati ITU - la pensano in modo differente sul BAND PLAN, infatti IARU che ha emesso questo regolamento e ne consiglia l’utilizzo, ovviamente lo riconosce, mentre EURAO non lo riconosce e lascia la libertà ai suoi affiliati di applicarlo o meno.

-        Sia l’articolo 9 dell’allegato 26, sia la circolare del 16/05/2022 (che oltre che a discriminare e ledere le libertà di tutti quei radioamatori - che in Italia rappresentano la maggioranza - non aderenti a IARU e ARI, presenta anche diversi refusi – cosa che non dovrebbe esistere su un atto pubblico che andrebbe letto e riletto prima di essere emesso), firmata dal sig. Direttore Generale del DGSCERP, Egr. dott. Francesco Soro, siano in contrasto con l’art. 104 lettera c punto 1, del Codice delle Comunicazioni, dove si evidenzia il fatto che le frequenze ad uso collettivo, come quelle radioamatoriali, non possono essere protette da disturbi di utenti delle stesse bande. Come può, quindi, l’allegato 26 obbligare l’utilizzo di un BAND PLAN (realizzato da un gruppo di associazioni) che in teoria “protegge” le bande di frequenza assegnate ai radioamatori dettandone in dettaglio l’utilizzo in base ai servizi?

-        In particolare, la circolare emessa dalla DGSCERP, recita: la canalizzazione protegge le porzioni di banda assegnate, in via esclusiva, al servizio di radioamatore via satellite (435‐438 MHz).

Assegnate da chi? Visto che l’attuale PNRF, Assegna e non in via esclusiva, per questo servizio, la banda 436-438 mentre la banda 435-436 è assegnata sia per il servizio di radioamatore, sia per il servizio di radioamatore via satellite?

Inoltre, facciamo presente che il BAND PLAN IARU, assegna ai radioamatori la porzione di banda 438-440 anche per uscita ripetitori (digitali e non), permettendo un shift a 7,6 MHz. Il Mise ha intenzione di assegnarci questa porzione di frequenze? Perché se è così, possiamo parlarne…

Nella circolare è anche riportato quanto segue: Peraltro, per quanto riguarda i compiti di vigilanza e controllo degli ispettorati territoriali sulle autorizzazioni generali in corso di validità, si terranno nella debita considerazione gli eventuali oneri di adeguamento tecnico delle stazioni ripetitrici, in conformità alla presente circolare, a carico dei radioamatori interessati. Poiché il PNRF è in corso di aggiornamento, saranno forniti successivi aggiornamenti operativi in presenza di eventuali variazioni sostanziali alle attribuzioni di frequenza delle bande di frequenza assegnate, sia in statuto primario sia in statuto secondario, al servizio di radioamatore.

Cosa significa? Il MISE ci paga il costo di adeguamento impianti o dobbiamo aspettarci ulteriori sorprese?

COSA CHIEDIAMO

Per i motivi di cui sopra, chiediamo al Sig. Ministro del MISE, ON. Giancarlo Giorgetti, la cortesia di non firmare alcuna modifica, prima che tutte le associazioni vengano chiamate a decidere insieme al MISE, di intervenire sull’operato dei suoi dirigenti, di invitare a far modificare questi atti lesivi e discriminanti per le libere attività di tutti i radioamatori non aderenti a IARU e ARI e che fino ad oggi, nel pieno rispetto del Piano Nazionale di Ripartizione delle Frequenze, si sono autoregolamentati senza arrecare disturbo a nessuno.

Chiediamo altresì, al Direttore Generale della DGSCERP del MISE, Egr. Dott. Francesco Soro, di fermare ogni modifica all’allegato 25, di rivedere l’allegato 26 all’articolo 9 e di far convocare i rappresentati di tutte le associazioni scriventi (e non soltanto ARI e CISAR) nei futuri tavoli tecnici al fine di evitare ulteriori e imbarazzanti provvedimenti emessi dai suoi uffici.

Facciamo anche presente che nel caso in cui questi provvedimenti non vengano fermati e modificati al più presto, ricorreremo – per tutelare i nostri diritti - alle istituzioni competenti e qualora necessario, anche alla Corte Europea in virtù del principio di primauté del diritto dell'Unione europea sul diritto nazionale.

6


Radioamatore,
vuoi togliere e/o scambiare radio, antenne, alimentatori, strumenti e apparati elettronici vari? Partecipa anche tu alla 3ª Mostra-Scambio a Caltagirone, presso il bosco di Santo Pietro.

Domenica 19 Giugno dalle ore 9:00 alle ore 19:00. Ingresso libero per espositori e visitatori. Nessuna prenotazione.

Possibilità di pranzare presso Agriturismo "Antichi Sapori" previa prenotazione voucher di €17,00.

INFO: https://www.cisarcaltagirone.it

Richiesta voucher: segreteria@cisarcaltagirone.it
Frequenza monitor: R2alfa 145.662.5 Shift -600 sub. 94.8 IR9BL 145.475,0

Porta la tua famiglia a conoscere un bosco incantevole, potrai fare un pic-nic e arrostire sul posto e sopratutto respirare aria salubre di bosco e incontrare altri radioamatori.

Ti aspettiamo!

73. Aldo IT9OAX

7


8
discussione libera / Re:CIRCOLARE MISE 16 Maggio 2022
« il: 19 Maggio 2022, 18:50:43 »
Circolare MISE...N.B.solo se i radioamatori italiani avessero le gamme al pari degli altri avrebbe senso.


10
discussione libera / Radioamatori: Allegato 25 e poi?
« il: 07 Maggio 2022, 16:29:30 »
Giuseppe Misuri IW5CGM


12
ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI E DELLE SEZIONI C.I.S.A.R.

Il CDN informa che la riunione annuale dei soci effettivi e delle sezioni C.I.S.A.R. si svolgera' il

21 - 22 MAGGIO 2022

presso

IBIS STYLE ROMA EUR ****
(https://www.ibisstylesromaeur.it)
Viale Egeo 133 – 00144 Roma (RM) – Italia
(GPS: 41.83041083169168, 12.456400801184605)
(GOOGLE MAP https://www.google.com/maps/place/Hotel+ibis+Styles+Roma+Eur/@41.8302201,12.4575387,16.04z/data=!4m8!3m7!1s0x13258b26bc60c151:0xd2524435550664d9!5m2!4m1!1i2!8m2!3d41.8302085!4d12.4564129)
(Metropolitana B - EUR Palasport https://www.google.com/maps/place/EUR+Palasport/@41.8302201,12.4575387,16z/data=!4m5!3m4!1s0x13258b1e72757a3d:0xfab517104046888b!8m2!3d41.8301246!4d12.4662992)

PRENOTAZIONE CAMERE E PASTI
(entro l' 8 maggio 2022 - Rif.: Assemblea CISAR)


Responsabile Reparto Commerciale
Anna Maria Romani
E-Mail : h9301-rm@accor.com
Telefono : +39 06 94 44 20 00
Cell: +39 392 84 41 652

CONTATTI E INFO
Manager Gestione Complessiva
Francesco IK0TLJ - +39 347 38 95 963

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA 2022

a tutti i soci effettivi

IL Consiglio Direttivo Nazionale con delibera del 22/04/2022

e relativa informativa ai Soci e alle Sezioni del 11/05/2022

CONVOCA

L'ASSEMBLEA DEI SOCI E DELLE SEZIONI 2022

in prima convocazione ore 06.00 del 21 Maggio 2022 e in seconda convocazione il

22 MAGGIO 2022 ore 09.00

Programma

Introduzione e saluti

nomina Segretario e Presidente di Assemblea

Relazione Morale del Presidente

discussione libera punti o.d.g.

chiusura assemblea


O.d.G.

1) votazione proposta quota sociale 2023

2) votazione bilancio 2021

3) Presentazione Commissione per l'adeguamento statutario a Ente del Terzo Settore (ETS)

4) varie ed eventuali

La partecipazione e' riservata ai soci effettivi nel pieno dei diritti associativi, sono ammesse le deleghe massimo 5 per ogni socio, da consegrare prima dell'inizio dell'Assemblea al Segretario Nazionale.

seguira' il programma della Assemblea

il Presidente Enrico Epifani IZ7JWR






Diretta streaming: https://fb.watch/d9GAjqEyRb/

13

15
XX Mostra Scambio"La radio, Il Suono" 12 e 13 Marzo 2022 Piana delle Orme. Necessario Green Pass rafforzato. Ingresso visitatori contingentato.

16
Tutto pronto per la XX edizione di “La Radio, Il Suono” appuntamento fisso per gli amanti della radio, dell’hi-fi, dei dischi, dell’elettronica, delle radio d’epoca e tutto il mondo che gira intorno a questa passione. Il 12 e 13 marzo 2022 sarà l’occasione per festeggiare insieme la XX edizione di questo evento unico sul territorio. Questa si prospetta come la migliore edizione di sempre e come sempre sarà presente anche il  tavolo degli esperimenti, spazio dedicato ai giovani diretto dal nostro insostituibile Piergiulio Subiaco, dove  i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’elettronica e della radio. Tantissimi saranno poi gli espositori che porteranno radio vintage, apparecchiature radioamatoriali, componentistica, sistemi elettronici avanzati e tanto altro. In questa edizione poi ci sarà un area dedicata al surplus militare ed una speciale area dedicata al mondo dei radioamatori Un ringraziamento speciale va poi al Museo Piana delle Orme, alla famiglia De Pasquale e alla direttrice Alda Dalzini, che ogni anno credono in questo progetto mettendo a disposizione spazi e risorse.  Si ricorda che saranno rispettate tutte le attuali disposizioni sanitarie inerenti l’attuale situazione epidemiologica Necessario il GREEN PASS





17
discussione libera / Re:Piana Delle Orme (LT) a Settembre !!!
« il: 19 Settembre 2021, 15:06:33 »

18
discussione libera / Re:Piana Delle Orme (LT) a Settembre !!!
« il: 14 Agosto 2021, 15:15:53 »
L’Associazione “Quelli della Radio” è lieta di informarvi che ritorna la mostra scambio “La Radio, il Suono”.

L’appuntamento è confermato per il 25 e 26 settembre 2021.


Nella stupenda cornice del Museo “Piana delle Orme” questa manifestazione si presenta , intanto “Covid free” date le misure prese e come la più vintage di tutte, infatti moltissimi espositori presenteranno il meglio delle loro “cantine” e dei loro “magazzini”.
Sì perché noi esponiamo materiale obsoleto, che NON si può trovare più nei normali negozi di componentistica elettronica (il cui numero è ridotto al lumicino) o nei classici circuiti commerciali. Quello che troverete da noi saranno: Radio a valvole e moderne, Ricetrasmettitori CB e apparati per Radioamatori, giradischi, amplificatori HI-FI, casse acustiche, dischi in vinile, impianti di amplificazione di potenza, strumentazione elettronica e chi più ne ha più ne metta. Per quanto riguarda la componentistica ci saranno: valvole, transistor, antenne, microfoni, condensatori, relè, microprocessori, circuiti integrati, resistenze, condensatori, minuterie elettroniche, ecc. ecc… Quindi tutto quello che serve per soddisfare le diverse esigenze dell’hobbista sia Radio che HI_FI, per il collezionista di apparecchiature vintage, per il Radioamatore, il CB e per il riparatore di vecchi apparati. Grandi spazi poi per surplus militare e dischi in vinile.
Inoltre per chi volesse venire con la famiglia, le signore e i bambini possono approfittarne per visitare il Museo passando così una giornata indimenticabile e soddisfacente per tutti all’insegna della storia, della passione per la radio e chiaramente della natura considerati i grandi spazi verdi del Museo.

Ricordo, inoltre, che l’ingresso alla mostra è gratuito. Vi aspettiamo tutti, non ve ne pentirete.

Come sempre un grazie speciale va al Museo “Piana delle Orme” che come ogni anno mette a disposizione i suoi spazi per quello che è diventato un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del genere e delle loro famiglie.

ATTENZIONE ⚠️ Si ricorda a tutti i visitatori ed espositori che l’accesso alla mostra “La Radio, Il Suono” è possibile solo nei seguenti casi: essere in possesso di Green Pass (certificato vaccinale covid-19),
essere completamente guariti da infezione covid 19 entro 6 mesi,
aver effettuato un tampone molecolare od antigienico rapido non oltre le 48 ore antecedenti.
Saranno inoltre messe in atto tutte quelle prassi obbligatorie al fine di contrastare la diffusione del virus come l’obbligatorietà di utilizzare la mascherina in ogni zona della mostra e l’utilizzo di gel disinfettante.



19
Cari amici il 12 e 13 Giugno torna nella splendida cornice del Museo Piana delle Orme la mostra dell’elettronica Elettron. Al fine di garantire i più alti standard di sicurezza ed approfittando della bella stagione abbiamo deciso di organizzare questa edizione all’interno ed all’aperto sotto gazebo che saranno disposti a distanza di sicurezza e con percorso obbligato.

Grande impegno anche da parte degli espositori che oltre a portare un vasto assortimento di prodotti dedicati all’elettronica metteranno a disposizione dei visitatori tutto l’occorrente per poter vivere in sicurezza queste splendide giornate dedicate alla nostra passione.
Sarà disponibile il servizio bar all’aperto.
Si ringraziano in anticipo tutti gli espositori e tutti i visitatori appassionati di radio ed elettronica.
Un grazie speciale va al museo “piana delle orme” per la consueta disponibilità e per la passione che sempre dimostra per queste iniziative. Vi aspettiamo




20
discussione libera / ELETTRON 2021 Mercatino Latina 12-13/6/2021
« il: 14 Maggio 2021, 18:45:34 »

21
Care amiche e cari amici purtroppo l'emergenza epidemiologica anche in questa occasione ci impone un forzatissimo stop alla nostra passione per la radio e l’elettronica.
Con profondo rammarico vi comunichiamo che la XIX edizione di "La radio, il suono" in programma per il 10 ed 11 aprile 2021 e' stata annullata.
L'impegno profuso nell'organizzare tale evento e questo stop ci lasciano con un grande amaro in bocca, ma siamo sicuri che torneremo ad abbracciarci, anzi…ad ascoltarci, questa volta dal vivo.



22
Cari amici il Covid ci sta rallentando ma non e' riuscito a frenare la nostra passione per la radio. L'10 e 11 aprile, nel magnifico scenario del museo Piana delle Orme torna "La radio, il suono". L'evento piu' atteso nel mondo della radio per la Provincia di Latina vi aspetta con tanti stand, laboratori per i piu' piccoli e pezzi di storia delle telecomunicazioni. Saranno rispettate tutte le norme anti covid.




23
associazioni ed enti / Assemblea Nazionale C.I.S.A.R. 2020
« il: 15 Novembre 2020, 09:18:53 »
Assemblea Nazionale C.I.S.A.R. 2020
Domenica 15 Novembre 2020 ore 09:30

Live streaming:
https://it-it.facebook.com/groups/36200421247/

24
L’Associazione “Quelli della Radio” è lieta di informarvi che dopo la sosta forzata dello scorso Marzo, dovuta all’emergenza Covid, ritorna la mostra scambio “La Radio, il Suono”.

L’appuntamento è confermato per il 26 e 27 settembre 2020

Nella stupenda cornice del Museo “Piana delle Orme” questa manifestazione si presenta , intanto “Covid free” date le misure prese e come la più vintage di tutte, infatti quarantacinque espositori presenteranno il meglio delle loro “cantine” e dei loro “magazzini”.
Sì perché noi esponiamo materiale obsoleto, che NON si può trovare più nei normali negozi di componentistica elettronica (il cui numero è ridotto al lumicino) o nei classici circuiti commerciali. Quello che troverete da noi saranno: Radio a valvole e moderne, Ricetrasmettitori CB e apparati per Radioamatori, giradischi, amplificatori HI-FI, casse acustiche, dischi in vinile, impianti di amplificazione di potenza, strumentazione elettronica e chi più ne ha più ne metta. Per quanto riguarda la componentistica ci saranno: valvole, transistor, antenne, microfoni, condensatori, relè, microprocessori, circuiti integrati, resistenze, condensatori, minuterie elettroniche, ecc. ecc… Quindi tutto quello che serve per soddisfare le diverse esigenze dell’hobbista sia Radio che HI_FI, per il collezionista di apparecchiature vintage, per il Radioamatore, il CB e per il riparatore di vecchi apparati. Grandi spazi poi per surplus militare e dischi in vinile.
Inoltre per chi volesse venire con la famiglia, le signore e i bambini possono approfittarne per visitare il Museo passando così una giornata indimenticabile e soddisfacente per tutti all’insegna della storia, della passione per la radio e chiaramente della natura considerati i grandi spazi verdi del Museo.

Ci sarà inoltre la possibilità di fare uno spuntino presso il punto ristoro del Museo o di pranzare al sacco.
Ricordo, inoltre, che l’ingresso alla mostra è gratuito. Vi aspettiamo tutti, non ve ne pentirete.

Come sempre un grazie speciale ma al Museo “Piana delle Orme” che come ogni anno mette a disposizione i suoi spazi per quello che è diventato un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del genere e delle loro famiglie.

Franco Nervegna IZ0THN

25
associazioni ed enti / IW0FZM S.K.
« il: 10 Agosto 2020, 22:02:53 »
Increduli e profondamente addolorati partecipiamo al dolore della famiglia per l'immatura scomparsa del caro amico Franco con il quale abbiamo condiviso la nostra grande passione.

Ciao Franco

Il funerale si terra' Mercoledi' 12 Agosto 2020 alle ore 11:30
Parrocchia S. Andrea Apostolo Via Cassia 731 Roma

26
A settembre torniamo con l'appuntamento piu' atteso nel mondo radioamatoriale e dell'elettronica nella provincia di Latina





27
Cari amici il 13 e 14 Giugno torna nella splendida cornice del Museo "Piana delle Orme" la fiera dell’elettronica Elettron.

Al fine di garantire i più alti standard di sicurezza, causa Covid-19, ed approfittando della bella stagione gli organizzatori hanno previsto per questa edizione di spostare l’evento all’aperto sotto dei gazebo che saranno disposti a distanza di sicurezza e con percorso obbligato.

Grande impegno anche da parte degli espositori che oltre a portare un vasto assortimento di prodotti dedicati all’elettronica metteranno a disposizione dei visitatori tutto l’occorrente per poter vivere in sicurezza queste splendide giornate dedicate alla passione per l’elettronica.

Sarà disponibile il servizio bar e pranzo freddo o al sacco. Si ringraziano in anticipo tutti gli espositori e tutti i visitatori appassionati di radio ed elettronica.

Sandro Del Signore, Organizzatore dell’evento afferma: "E’ stato davvero difficile organizzare questa edizione, l’emergenza sanitaria ci ha tenuti bloccati fino all’ultimo, ma la voglia di riiniziare, l’entusiasmo di tutti gli espositori, la carica di ottimismo e la grande disponibilità del Museo "Piana delle Orme" alla quale va il mio più sentito Grazie ci ha fatto ancora di più credere in questo progetto e ci ha ancora più convinto che il Covid-19 non può fermare la nostra passione."

Dunque tutto pronto per l’edizione di Elettron migliore di sempre


28
discussione libera / Re:mercatini radiantistica
« il: 01 Giugno 2020, 16:57:40 »
Già pubblicato il post, tutte le info: https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=75427.0

29
discussione libera / ELETTRON 2020 Mercatino Latina 13-14/6/2020
« il: 27 Maggio 2020, 18:22:14 »
Torna un appuntamento sempre molto amato ospitato dal Museo di Piana delle Orme che ha riaperto da poco dopo la chiusura dovuta all’epidemia di Coronavirus, si tratta di Elettron.

Sabato 13 e domenica 14 giugno
tornerà la mostra mercato dedicata al mondo dell’elettronica con una grande novità: non si svolgerà più nel grande spazio espositivo di Piana delle Orme ma all’aperto. Per garantire una fruizione dell’evento in totale sicurezza e permettere la giusta distanza di sicurezza tra le persone l’evento sarà ospitato all’aperto sotto gazebo predisposti per l’occasione.

Un momento prezioso per appassionati, curiosi e collezionisti per vedere da vicino pezzi rari di elettronica, informatica, strumentazione radio e per radioamatori e manuali tecnici. Come sempre gli espositori saranno a disposizione dei visitatori per scoprire insieme le rarità, gli aneddoti e le scoperte dedicate a questo mondo in continua evoluzione.

Per i visitatori sarà possibile inoltre consumare un pranzo freddo o al sacco, il tutto sempre nel rispetto delle prescrizioni per il contenimento dell’epidemia di Coronavirus, che sebbene sotto controllo, ancora minaccia la salute pubblica.

L’appuntamento

È dunque per sabato 13 giugno dalle 9.00 alle 19.00 e  domenica 14 dalle 9.00 alle 15.00.

Organizzatore Sandro IW0BNE 338.8113873

Museo Piana delle Orme
Via Migliara 43,5 Borgo Faiti (LT)
Ingresso libero alla Mostra
Info: http://www.pianadelleorme.com


30


GLI INCONTRI IN SEZIONE C.I.S.A.R. ROMA SONO SOSPESI.


COMBATTI IL CORONAVIRUS.

ACCENDI LA RADIO!!!

IR0AAJ R7a 145.787.5 -0.600 T67.0

IR0UAC RU1 430.025 +1.600 DMR

IR0AAA RU13 430.325 +5.000 DMR

IR0UCA RU 430.400 +5.000 DMR - Scandriglia (RI)

IR0UAW RU18 431.275 +1.600 T88.5 Link Nazionale





31
Tutto pronto per la XVIII edizione di "La Radio, Il Suono" appuntamento fisso per gli amanti della radio, dell’hi-fi, dei dischi, dell’elettronica, delle radio d’epoca e tutto il mondo che gira intorno a questa passione.

Questa si prospetta come la migliore edizione di sempre e come sempre sarà presente anche il tavolo degli esperimenti, spazio dedicato ai giovani diretto dal nostro insostituibile Piergiulio Subiaco, dove i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’elettronica e della radio.

Tantissimi saranno poi gli espositori che porteranno radio vintage, apparecchiature radioamatoriali, componentistica, sistemi elettronici avanzati e tanto altro.

In questa edizione poi ci sarà un area dedicata al surplus militare ed una speciale area dedicata al mondo dei radioamatori

Inoltre Il 773radiogroup Sarà presente con una stazione radioamatoriale multi-operatore che opererà in banda 40/20m (SSB) e in modalità (PSK), con il nominativo speciale: IIØMPO

Un ringraziamento speciale va poi al Museo Piana delle Orme, alla famiglia De Pasquale e alla direttrice Alda Dalzini, che ogni anno credono in questo progetto mettendo a disposizione spazi e risorse.

Ci vediamo tutti il 7 e 8 marzo 2020 a Piana delle Orme per un’altra fantastica edizione di "LA RADIO, IL SUONO"

32
Sulla base del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04 Marzo 2020, la manifestazione "La radio, Il suono" prevista per il 7 e 8 marzo 2020 è stata annullata.







34
Oggi, nell’era della comunicazione globale, ogni giorno abbiamo notizia di guerre più o meno importanti che devastano il nostro pianeta, si tratta quindi di guerre guerreggiate. Ma una guerra più subdola che ha pochi echi è la guerra elettronica che difficilmente ci viene raccontata dai vari notiziari, ma che invece permea la nostra esistenza. Guerra elettronica significa prima di tutto contromisure elettroniche in ambito militare, intercettazione e decrittazione di qualsiasi messaggio intercettabile, sistemi radar sempre più sofisticati, satelliti che da distanze di migliaia di chilometri riescono a fotografare oggetti, siti, persone, con una nitidezza come se si trovassero a pochi metri. Aerei invisibili ai radar, droni che hanno sostituito gli aerei spia con piloti umani, bombe intelligenti che riescono ad acquisire e distruggere il bersaglio con precisioni incredibili e chi più ne ha più ne metta.

Parallelamente esiste una “guerra elettronica” civile, si pensi infatti alla localizzazione dell’individuo che si può fare tramite il telefonino che usiamo tutti i giorni e alla registrazione delle nostre telefonate in ambito planetario. Il trafugamento di segreti industriali attraverso microspie, telecamere ultraminiaturizzateche trasmettono via radio le immagini ad un operatore distante magari centinaia di chilometri. Gli stessi hacker che utilizzano Internet sia per infettarla con i propri virus, sia per scardinare siti ritenuti assolutamente sicuri onde carpire e distruggere o diffondere informazioni riservate.

La mostra storico documentaria “La guerra elettronica: da Tsushima ai satelliti” realizzata dall’associazione “Quelli della Radio – APS” (http://www.quellidellaradio.it) di Aprilia (LT) con la collaborazione del Museo “Piana delle Orme” (http://www.pianadelleorme.com) di Borgo Faiti (LT) che la ospita mettendo anche a disposizione propri reperti, si prefigge lo scopo di fare un excursus storico/tecnologico di questi sistemi tramite la presentazione al pubblico di apparati originali, alcuni funzionanti e di convegni a tema tenuti da esperti del settore.

Perchè Tsushima? Perché al tempo del conflitto Russo-Giapponese, l’operatore radio dell’incrociatore russo Ural fu il primo che abbia tentato di trasmettere, in codice Morse, sulla stessa frequenza della flotta nipponica per coprire e confondere i messaggi di allarme che questa stava inviando al comando navale dell’ammiraglio Togo durante la battaglia navale di Tsushima; era il ventisette Maggio 1905.

Tra le cose più interessanti verrà esposto un originale funzionante della famosa macchina crittografica “ENIGMA” quella del famoso film “The imitation game” dove viene narrata la storia di Alan Turing che grazie alla creazione di “Bomba”, il primo calcolatore elettromeccanico mai costruito, riuscì a decifrane i messaggi dei tedeschi e degli italiani contribuendo così in maniera determinante alla vittoria degli alleati durante la seconda guerra mondiale.

Nei tre giorni della manifestazione 7, 8 e 9 Febbraio 2020 in un padiglione di 700m2 saranno esposti decine di apparati, molti funzionanti dove personale qualificato li illustrerà ai visitatori, inoltre nella giornata del venerdì e del sabato si terranno delle mini conferenze da parte di esperti dei vari settori.

Studenti di alcuni Istituti di Latina e della provincia presenteranno propri lavori attinenti l’argomento della manifestazione.

Inoltre l’associazione radioamatoriale “773 Radio Group” (http://www.773radiogroup.it) di Latina allestirà una stazione ricetrasmittente per collegare radioamatori nazionali ed esteri confermando i collegamenti con una QSL (cartolina) speciale.

Per informazioni: http://www.quellidellaradio.it oppure http://www.pianadelleorme.com .

35
attività radioamatoriale / R7a IR0AAJ Monte Guadagnolo (Roma)
« il: 17 Gennaio 2020, 19:15:01 »
Ai Soci, agli Amici ed ai Simpatizzanti, si rende noto che dal giorno 16 gennaio 2020 e' stato riattivato il ripetitore 7α:

IR0AAJ R7α 145.787.5 -0,600 T67.0

su Monte Guadagnolo (1.218 m s.l.m)

Sono graditi rapporti sul ripetitore

36
L’Associazione di Promozione Sociale “Quelli della Radio” è lieta di invitarvi alla prossima mostra dedicata alla radio e all’elettronica. Il tema di quest’anno sarà la guerra elettronica ed infatti il titolo dell’evento è “ La guerra elettronica da Tsushima ai satelliti”. La mostra che si terrà nei giorni 7 8 e 9 febbraio 2020 presso il museo “Piana delle Orme” vedrà protagoniste apparecchiature storiche e l’enigma Originale presentata dall’esperto in telecomunicazioni militari ed amico Antonio Fucci oltre ad interessantissimi seminari sull’argomento. Vi aspettiamo dunque il 7 8 e 9 febbraio 2020 presso il museo “Piana delle Orme”.
Un ringraziamento speciale al Museo “Piana delle Orme”, alla famiglia De Pasquale, alla direttrice Alda Dalzini ed al direttore evento Fosco Esposito per la disponibilità, l’ospitalità e per il fattivo impegno nel realizzare questi eventi.


37
LA GUERRA ELETTRONICA: DA TSUSHIMA AI SATELLITI.

Museo Piana delle Orme - Latina B.go Faiti
7-8-9 febbraio 2020


Le comunicazioni hanno sempre rivestito un interesse altissimo in ambito militare. Quando dalla staffetta a piedi o dal portaordini a cavallo si è passati prima alle comunicazioni telefoniche e successivamente a quelle via radio per fini militari, ebbe inizio presso le grandi potenze, una gara segreta per studiare il modo di ingannare, spiare, degradare, annullare l’operatività degli apparati avversari.

Al tempo del conflitto Russo-Giapponese, il capitano dell’incrociatore russo Ural viene ricordato come il primo che abbia tentato di trasmettere, in codice Morse, sulla stessa frequenza della flotta nipponica per coprire e confondere i messaggi di allarme che questa stava inviando al comando navale dell’ammiraglio Togo durante la battaglia navale di Tsushima. Era il ventisette Maggio 1905.

Durante la guerra Italo Turca del 1911 gli austroungarici intercettavano tutto il traffico radio nel Mediterraneo mediante apposite antenne dislocate in posizioni opportune. Ma fu nel primo conflitto mondiale che si scoprì l’azione "orientatrice" dell’antenna a telaio, nacque così il radiogoniometro che permise di scoprire la direzione di provenienza di una trasmissione e, mediante triangolazione, il luogo geografico esatto della stessa. Con questo mezzo si potevano localizzare le navi in alto mare e predisporre gli opportuni piani di attacco. Da quel momento le comunicazioni radio furono fatte con molta accortezza e cambiando spesso frequenza di trasmissione.

Poi venne il  RADAR. Nel 1922 Guglielmo Marconi, in una conferenza tenuta all’ Institute of radio Engineers negli Stati Uniti, formulava concrete previsioni sulla realizzazione di un sistema ausiliario della navigazione marittima basato sull’utilizzo delle radioonde come mezzo per il rilevamento di ostacoli a distanza. Successivamente, lo stesso eseguiva nel 1933, alla presenza di autorità militari italiane, un esperimento teso a dimostrare come il traffico automobilistico fosse in grado di influenzare la ricezione di un fascio di radioonde emesse da un ponte radio tra Roma e Castelgandolfo.

Nonostante ciò nella Seconda Guerra Mondiale l’Italia rimase al palo, mentre Inghilterra e Germania combatterono la battaglia d’Inghilterra anche con lo sviluppo di reti di scoperta e sistemi di navigazione mediante il RADAR e nello stesso tempo producevano contromisure per annullare i vantaggi dell’altro.

Le ricerche sul radar in Italia furono condotte principalmente dalla Marina Militare, con pochi mezzi ( progetto "GUFO"; un solo scienziato lavorava al progetto), molti dubbi, molta burocrazia ed una deludente incompetenza e ostinazione degli ammiragli. Si pensi che i prototipi erano già pronti nel 1936, nello stesso anno l’ing. Del Vecchio progettò un tubo elettronico con funzionamento simile al magnetron di notevole potenza (600 W) , ma … non ci fu il tempo né la voglia di collaudarli. In ogni caso, grazie alla perspicacia del prof. Ugo Tiberio dell’Università di Pisa, si pervenne nei primi mesi del 1940 alla realizzazione di un apparato denominato EC3 ter (migliore dei radar inglesi dell’epoca), non impiegato subito e quindi non in grado di evitare le tragedie di Taranto e di Capo Matapan).

La battaglia d’Inghilterra sappiamo come finì, ma la guerra elettronica, allora ancora agli inizi, ha continuato ad evolversi con soluzioni avveniristiche fino ai giorni nostri dove è diventata un settore essenziale e strategico nella condotta delle operazioni militari.

Alla fine della seconda guerra mondiale la contrapposizione delle due superpotenze America e Russia, già alleate durante la guerra, dettero origine alla Guerra Fredda, così chiamata perché invece delle armi convenzionali fu combattuta mediante sistemi elettronici di intercettazione e di disturbo delle altrui comunicazioni, fino alla messa in opera di satelliti appositi.

Parallelamente si è sviluppata la Crittografia, cioè la codifica dei messaggi che non vengono più inviati in chiaro. Il sistema più famoso è stato la macchina cifratrice tedesca Enigma e i relativi sforzi inglesi fatti da Alan Turing, per la sua decifrazione tramite il primo calcolatore elettromeccanico chiamato La Bomba. Si pensi che nella guerra del Pacifico tra Giapponesi e Americani, questi ultimi utilizzarono come operatori radio dei pellerossa, principalmente Navajo, (chiamati Code Talker) che parlando nel loro dialetto rendevano incomprensibili i messaggi ai nemici.

La mostra si prefigge lo scopo di fare un excursus storico/tecnologico di questi sistemi tramite la presentazione al pubblico di apparati originali, alcuni funzionanti, di convegni e di un mini concorso dedicato agli istituti tecnici che potranno presentare apparati da loro elaborati e/o realizzazioni multimediali a tema.

LA MOSTRA: APPARATI (P d O + PRIVATI) DAGLI ANNI ’20 AD OGGI, CONFERENZE AUDIOVISIVE,  PERSONALITA', DIMOSTRAZIONI DI APPARATI FUNZIONANTI.

ESERCITO /MARINA/ AERONAUTICA / PRATICA DI MARE: COINVOLGIMENTO, APPARATI, STAND.

SCUOLE: (Marconi, Galilei - Latina) COINVOLGIMENTO ELETTRONICO/ INFORMATICO/STORICO CON PREMIAZIONE DEL MIGLIOR LAVORO FATTO.

FUCCI CON ENIGMA: LA CRITTOGRAFIA. ALAN TURING e la "BOMBA" PRIMO CALCOLATORE ELETTROMECCANICO. BLETCHLEY PARK.

IL RADAR. MARCONI. WWII: UGO TIBERIO, INGLESI, TEDESCHI, AMERICANI, GIAPPONESI.

LA GUERRA FREDDA. DUGA 3.
INTERCETTAZIONI RADIO, TELEFONICHE: ECHELON.
CONTROMISURE RADIO/ELETTRONICHE.
DITTE MILITARI ITALIANE: SELENIA, VITROSELENIA, CONTRAVES, ALENIA, SELEX, LITTON, ELETTRONICA SPA. ROMA ZONA TIBURTINA: "LA SILICON VALLEY ITALIANA" DEGLI ANNI 80,
UNA ECCELLENZA ITALIANA: TELESPAZIO (FUCINO).
I SATELLITI SPIA. CONTROLLO DELLE NAZIONI CANAGLIA ( LIBIA, IRAQ, IRAN, COREA DEL NORD).
OPTSAT-3000, IL SATELLITE SPIA ITALIANO.

PICCOLO MERCATINO LIBRI E SURPLUS MILITARE.

38
Come sempre la nostra Sezione sara' presente per salutare i Soci, gli Amici, i Simpatizzanti, per un caffe', un aperitivo, una foto...


39




Tutto pronto per la XVII edizione di “La Radio, Il Suono” appuntamento fisso per gli amanti della radio, dell’hi-fi, dei dischi, dell’elettronica, delle radio d’epoca e tutto il mondo che gira intorno a questa passione.

Questa si prospetta come la migliore edizione di sempre e come sempre sarà presente anche il  tavolo degli esperimenti, spazio dedicato ai giovani diretto dal nostro insostituibile Piergiulio Subiaco, dove  i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’elettronica e della radio.

Tantissimi saranno poi gli espositori che porteranno radio vintage, apparecchiature radioamatoriali, componentistica, sistemi elettronici avanzati e tanto altro.

In questa edizione poi ci sarà un area dedicata al surplus militare ed una speciale area dedicata al mondo dei radioamatori

Inoltre Il 773radiogroup Sarà presente con una stazione radioamatoriale multi-operatore che opererà in banda 40/20m (SSB) e in modalità (PSK), con il nominativo speciale: IIØMPO

Un ringraziamento speciale va poi al Museo Piana delle Orme, alla famiglia De Pasquale e alla direttrice Alda Dalzini, che ogni anno credono in questo progetto mettendo a disposizione spazi e risorse.

Ci vediamo tutti il 28 e 29 settembre 2019 a Piana delle Orme per un’altra fantastica edizione di “LA RADIO, IL SUONO”

40
discussione libera / Re:R8 special da Roma VHF
« il: 08 Settembre 2019, 18:13:53 »
R8 Special IR0CF 145.350 -0,600 Tono 88.5

(((73)))

42


Anche in questa occasione saremo presenti per accogliere ed incontrare i Soci, gli Amici ed i Simpatizzanti per un aperitivo, un caffè una foto...

43
associazioni ed enti / CISAR HAM RADIO 2019 Friedrichshafen
« il: 30 Maggio 2019, 15:07:46 »


CISAR sara' presente alla fiera del Radiomatore di Friedrichshafen (DE) all'interno del padiglione A, presso lo stand  A1-892
Quest'anno si alterneranno allo stand alcuni soci delle Sezioni di Ancona, Zero Branco (TV), Conegliano (TV), Roma ed il presidentissimo Giuseppe Misuri.
Sara' attivato un Micro ripetitore DMR collegato al TG CISAR.
Vi aspettiamo per un brindisi.



Hall/Stand No. A1-892

47
Si rinnova l'appuntamento annuale in Sicilia con la Seconda Edizione della Mostra Mercato del Radioamatore.

Domenica 9 Giugno 2019, dalle ore 09,00 alle ore 18,00, presso l'I.S. "C. A. Dalla Chiesa" si svolgerà a Caltagirone la Seconda Mostra scambio-vendo-compro di apparecchiature, materiale e attrezzature elettroniche per Radioamatore.

L'ingresso è gratuito come pure la partecipazione come espositore (contatta la segreteria della sezione per comunicare la partecipazione come espositore).


48


Torna il puntuale l’appuntamento annuale con l’elettronica a Piana delle Orme. Sabato 15  e domenica 16 giugno nell’ampio spazio espositivo del Museo Storico di Piana delle Orme si potranno ammirare tecnologie avanzate applicate in diversi ambiti.

Un momento di scambio e interazione tra appassionati di elettronica e semplici curiosi, che potranno osservare e perché no, anche comprare oggetti di vario tipo, dagli ultramoderni all’antiquariato e il collezionismo.

Elettron, è un punto di incontro tra appassionati, collezionisti, esperti, addetti ai lavori, le cui competenze spaziano dal mondo dei videogiochi, al modellismo, dalle energie alternative alla radio e l’informatica e molto altro ancora.

Durante la mostra mercato si potranno trovare: modellini, apparecchi elettronici tipici di diverse epoche, componenti vari, strumentazione e libri tecnici, nonché assistere ad alcune dimostrazioni e filmanti.

Appuntamento per tutta la giornata di sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.00 per immergersi nel mondo dell’elettronica e approfittare della splendida location per fare anche una passeggiata a contatto con la natura.

Organizzatore Sandro IW0BNE 338.8113873

50
MOSTRA STORICO/DOCUMENTARIA LA RADIO…DA MARCONI, IL PRIMO RADIOAMATORE, A GELOSO I1JGM – Programma

DURANTE LA MANIFESTAZIONE, IN UN PADIGLIONE DI 700m2, SARA’ ESPOSTA UN ESEMPIO DELLA PRODUZIONE RADIO/ELETTRONICA DAL 1900 AL 1970 CON RIPRODUZIONI DEGLI ESPERIMENTI MARCONIANI E APPARECCHIATURE DEL PERIODO IN OGGETTO.
E’ PREVISTA, PER LA DURATA DELL’EVENTO, L’ATTIVAZIONE DI UNA STAZIONE RADIOAMATORIALE CON NOMINATIVO SPECIALE RILASCIATO DAL MINISTERO COMPETENTE, II0MG, A CURA DELL’A. R. I. (ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI) DI APRILIA.
E’ PREVISTA LA PRESENZA DI POSTE ITALIANE CHE ALLESTIRA’ UN UFFICIO POSTALE TEMPORANEO CON UN ANNULLO SPECIALE, DEDICATO AL TEMA DELLA MANIFESTAZIONE, PER OBLITERARE LA CORRISPONDENZA NEI DUE GIORNI DELLA MOSTRA.

PROGRAMMA
SABATO 9 FEBBRAIO 2019

– ORE 9,30 INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA A CURA DELLA DELLA DOTTORESSA SARA GELOSO.

– ORE 9,30 ATTIVAZIONE STAZIONE RADIOAMATORIALE, NOMINATIVO II0MG, A CURA DELL’A. R. I. DI APRILIA.

– ORE 9,30 APERTURA SPORTELLO POSTALE A CURA DELLE PT ITALIANE CON DUE ANNULLI SPECIALI DEDICATI ALLA MANIFESTAZIONE.





– ORE 10,45 CONFERENZA.

. IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE “Quelli della Radio” DI APRILIA (CON FUNZIONE DI MODERATORE), ILLUSTRA LE FINALITA’ DELLA MOSTRA E PRESENTA I PARTECIPANTI.
. ALLOCUZIONE DELLA DIRETTRICE DEL MUSEO “PIANA DELLE ORME” DOTT.SSA ALDA DALZINI.
. ALLOCUZIONE DEL PRESIDENTE DEL CLUB UNESCO DI LATINA.
. STORIA DELLA RADIO, CON SUPPORTI AUDIOVISIVI, A CURA DELL’ASSOCIAZIONE “QUELLI DELLA RADIO” (20 MINUTI CIRCA). RICORDO DI GUGLIELMO MARCONI IN OCCASIONE DEI CENTO ANNI DELLA SUA PARTECIPAZIONE COME DELEGATO PLENIPONZIARIO DEL GOVERNO ITALIANO ALLA CONFERENZA PER LA PACE DI VERSAILLES ALLA FINE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE E DEI 110 ANNI DALL’ASSEGNAZIONE, IL PRIMO DICEMBRE 1909, DEL PREMIO NOBEL PER LA FISICA CONGIUNTAMENTE AL TEDESCO KARL FERDINAND BRAUN.
. VIDEOMESSAGGIO DELLA PRINCIPESSA ELETTRA MARCONI IY0EM.
. STORIA DELLA “NOTA CASA” GELOSO, CON SUPPORTI AUDIOVISIVI, A CURA DELL’ASSOCIAZIONE “QUELLI DELLA RADIO” (20 MINUTI CIRCA). RICORDO DELL’ING. GIOVANNI GELOSO, PROGETTISTA, RADIOAMATORE E INDUSTRIALE, PADRE DELA DIFFUSIONE DELL’ELETTRONICA DI MASSA ITALIANA, IN OCCASIONE DEI CINQUANTA ANNI DALLA SCOMPARSA.
. ALLOCUZIONE DELLA DOTTORESSA SARA GELOSO.
. RISPOSTE AD EVENTUALI DOMANDE DA PARTE DEL PUBBLICO PRESENTE.
. RILASCIO DI DEDICHE AI PARTECIPANTI DA PARTE DELLA DOTTORESSA SARA GELOSO.

– ORE 12,00 VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA PER LA DOTTORESSA SARA GELOSO.

– ORE 13,00 (13,30) TRASFERIMENTO AL RISTORANTE.

– ORE 14,30 (15,00) RITORNO ALLA SALA MOSTRA.

– ORE 15,00 APERTURA SALA D’ASCOLTO CON APPARECCHIATURE HI-FI E BRANI MUSICALI, FILMATI SUL JAZZ.

– ORE 16,00 CHIUSURA SPORTELLO POSTALE A CURA DELLE PT ITALIANE CON DUE ANNULLI SPECIALI DEDICATI ALLA MANIFESTAZIONE.

– ORE 18,00 CHIUSURA MOSTRA.


DOMENICA 10 FEBBRAIO 2019

– ORE 9,00 APERTURA MOSTRA.

– ORE 9,00 ATTIVAZIONE STAZIONE RADIOAMATORIALE, NOMINATIVO II0MG, A CURA DELL’A. R. I. DI APRILIA.

– ORE 10,00 APERTURA SALA D’ASCOLTO CON APPARECCHIATURE HI-FI E BRANI MUSICALI, FILMATI SUL JAZZ.

– ORE 18,00 CHIUSURA MOSTRA.

52
discussione libera / Re:Mostra "La radio e il suono"
« il: 24 Gennaio 2019, 17:17:43 »




Tutto pronto per la XVI edizione di "La Radio, Il Suono" appuntamento fisso per gli amanti della radio, dell’hi-fi, dei dischi, dell’elettronica, delle radio d’epoca e tutto il mondo che gira intorno a questa passione.

Questa si prospetta come la migliore edizione di sempre e come sempre sarà presente anche il  tavolo degli esperimenti, spazio dedicato ai giovani diretto dal nostro insostituibile Piergiulio Subiaco, dove  i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’elettronica e della radio.

Tantissimi saranno poi gli espositori che porteranno radio vintage, apparecchiature radioamatoriali, componentistica, sistemi elettronici avanzati e tanto altro.

In questa edizione poi ci sarà un area dedicata al surplus militare ed una speciale area dedicata al mondo dei radioamatori

Inoltre Il 773radiogroup Sarà presente con una stazione radioamatoriale multi-operatore che opererà in banda 40/20m (SSB) e in modalità (PSK), con il nominativo speciale: IIØMPO

Un ringraziamento speciale va poi al Museo Piana delle Orme, alla famiglia De Pasquale e alla direttrice Alda Dalzini, che ogni anno credono in questo progetto mettendo a disposizione spazi e risorse.

Ci vediamo tutti il 9 e 10 marzo 2019 a Piana delle Orme per un’altra fantastica edizione di "LA RADIO, IL SUONO"

53
Il 9 e 10 febbraio 2019 grande evento presso il Museo “Piana delle Orme” per celebrale l’inventiva di due grandi Italiani Guglielmo Marconi e Giovanni Geloso organizzato dall’Associazione “Quelli della Radio”

Sarà una splendida occasione per seguire il convegno dedicato al mondo della Radio con la rievocazione delle figure di Guglielmo Marconi e di Giovanni Geloso. Inoltre si potrà partecipare ai collegamenti radio con tutto il mondo grazie all’attivazione del nominativo radioamatoriale speciale II0MG promosso dall’Associazione Radioamatori Italiani sez. di Aprilia (LT) ( http://www.ariaprilia.it ) e rilasciato dal Ministero delle Attività Produttive settore Telecomunicazioni.

Nella giornata del sabato sarà presente uno sportello postale con due annulli filatelici dedicati alla manifestazione in oggetto.

Tra le tante attività promosse i visitatori potranno, inoltre, conoscere la Principessa Elettra Marconi figlia del grande inventore Guglielmo e la Dott.ssa Sara Geloso nipote dell’imprenditore e radioamatore  Giovanni Geloso padre dell’elettronica di massa italiana.

L’evento è patrocinato dal Club per l’UNESCO di Latina.


54
Torna un appuntamento molto amato dai pontini in una delle location più piacevoli della provincia: a Piana delle Orme torna la mostra mercato La Radio Il Suono.

Una mostra mercato sulle tecnologie del passato

Organizzata dall’Associazione Culturale Quelli della Radio, torna per la sua 15° edizione la mostra scambio dedicata al mondo della radio e tecnologie del passato come: apparecchi hi-fi, giradischi, baracchini cb. Due giorni per ammirare radio d’epoca, fonografi e altre apparecchiature, ma soprattutto per incontrare altri appassionati, collezionisti, e scambiare con loro curiosità, aneddoti e informazioni. Nell’ampio spazio espositivo sarà dedicata una sezione anche ai vinili.

Novità della XV edizione

Novità di quest’anno la sezione dedicata a Surplus Militare e HAM Radio. Nel corso dei due giorni di manifestazioni si terranno inoltre dimostrazioni e incontri con esperti del settore.

L’appuntamento

È dunque per il 29 e 30 settembre, sabato dalle 9.00 alle 18.00 e domenica dalle 9.00 alle 15.00 presso l’area espositiva del Museo di Piana delle Orme.

55




Tutto pronto per la XV edizione di "La Radio, Il Suono" appuntamento fisso per gli amanti della radio, dell’hi-fi, dei dischi, dell’elettronica, delle radio d’epoca e tutto il mondo che gira intorno a questa passione.

Questa si prospetta come la migliore edizione di sempre e come sempre sarà presente anche il  tavolo degli esperimenti, spazio dedicato ai giovani diretto dal nostro insostituibile Piergiulio Subiaco, dove  i ragazzi avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’elettronica e della radio.

Tantissimi saranno poi gli espositori che porteranno radio vintage, apparecchiature radioamatoriali, componentistica, sistemi elettronici avanzati e tanto altro.

In questa edizione poi ci sarà un area dedicata al surplus militare ed una speciale area dedicata al mondo dei radioamatori

Un ringraziamento speciale va poi al Museo Piana delle Orme, alla famiglia De Pasquale e alla direttrice Alda Dalzini, che ogni anno credono in questo progetto mettendo a disposizione spazi e risorse.

Ci vediamo tutti il 29 e 30 settembre 2018 a Piana delle Orme per un’altra fantastica edizione di "LA RADIO, IL SUONO"

57
Riduzioni per la fiera dell'elettronica di Roma
http://convalidaeriduzioni.fieraelettronicaroma.it/

58

... e come sempre noi ci saremo, per salutare i Soci, gli Amici ed i simpatizzanti, per un caffè un aperitivo, una foto...
...vi aspettiamo...

59
Anche in Sicilia un mercatino dell'usato radioamatoriale...

Domenica 6 Maggio 2018, dalle ore 09,00 alle ore 18,00, presso l'I.S. "C. A. Dalla Chiesa" si svolgerà a Caltagirone la Prima Mostra scambio-vendo-compro di apparecchiature, materiale e attrezzature elettroniche per Radioamatore.

L'ingresso è gratuito come pure la partecipazione come espositore (contatta la segreteria@cisarcaltagirone.it per comunicare la partecipazione come espositore).

Nel pomeriggio è previsto un convegno nel quale alcuni radioamatori esperti illustreranno e discuteranno i nuovi modi digitali.


60
Tutte le info sul sito: http://www.fieraelettronicaroma.it

Pagine: [1] 2 ... 11