ROGERK.net - Radioamatori, CB & PMR forum

Tutto sul radioascolto => Radio Ascolto => Topic aperto da: Grandemodulatore - 25 Ottobre 2008, 18:56:41

Titolo: Brodcasting italiane?
Inserito da: Grandemodulatore - 25 Ottobre 2008, 18:56:41
Ciao ragazzi,
toglietemi una curiosità, esistono stazioni brodcasting italiane (che trasmettono dall'Italia)?
Se si potete indicare le frequenze? :birra:
Titolo: Re: Brodcasting italiane?
Inserito da: r5000 - 25 Ottobre 2008, 19:21:34
73 a tutti sì esistono,in onde medie e corte,ma anche le "pirata" tipo radio carolina di 30 anni fa... le frequenze delle regolari sono  rintracciabili in rete,mentre quelle pirata sono sempre diverse e solitamente trasmettono poche ore di domenica mattina in particolare,a cavallo delle frequenze broadcasting regolari,capisci che non sono regolari perchè non danno indirizzi ma po.box,si dice che le potenze sono basse e anche le antenne di fortuna,ma sono tutte notizie da verificare,a mè capita di sentirne,ma non mi interessano molto,quindi passo oltre,se le sento mi scrivo le frequenze.
aggiungo un link ma ce ne sono molti... http://www.bclnews.it/index.htm
Titolo: Re: Brodcasting italiane?
Inserito da: Grandemodulatore - 25 Ottobre 2008, 20:52:04
Grazie R5000, se le segnali con piacere provo di ascoltarle, in passato ho letto articoli su riviste del settore che raccontavano di radio pirata installate su navi che trasmettevano in acque internazionali, belle storie.
Grazie per il link! :up:
(http://www.postimage.org/Pq1ZAeZr.jpg) (http://www.postimage.org/image.php?v=Pq1ZAeZr)
Titolo: Re: Brodcasting italiane?
Inserito da: r5000 - 25 Ottobre 2008, 22:11:07
73 a tutti,sì,erano parecchie e utilizzavano navi in acque internazionali,e trasmettevano kilowatt,poi con dei veri impianti d'antenna avevano un notevole  segnale,ricordo una delle mie prime radio a reazione che ascoltavo benissimo radio spagnole inghlesi e olandesi,ma c'erano anche francesi ecc... era molto facile sintonizzarle,poi  sono state soppiantate  dalle radio fm,di fatto la pubblicità che era il loro motore si è spostata verso le radio di quartiere  e in fm ne sono nate a migliaia, in onde corte sono rimaste quelle a sfondo politico e quelle per così dire libere dagli interessi della pubblicità,diciamo che ora sono quasi scomparse a favore delle radio in rete,ma qualcuna resiste e ce ne sono anche di italiane,e si dice che tengono molto in considerazione gli swl e i rapporti d'ascolto,quindi se la cosa interessa si registra qualche pezzo ascoltato e lo si manda all'indirizzo pobox e quasi sicuramente si riceve in cambio qsl e oggetti tipo bandierine ecc... è sempre un modo di praticare la radio,c'è chi fà contest ,chi dx e chi è a caccia di radio broadcasting...
Titolo: Re: Brodcasting italiane?
Inserito da: Grandemodulatore - 27 Ottobre 2008, 18:57:38
Rispondendo a R5000 così non si corre il rischio di fare TVI :grin: :grin: :grin:
(http://www.postimage.org/aV263yHA.jpg) (http://www.postimage.org/image.php?v=aV263yHA)
Titolo: Re: Brodcasting italiane?
Inserito da: r5000 - 27 Ottobre 2008, 21:29:27
73 a tutti  quel ricevitore io lo uso...per la precisione io ho l'R4B,slitta un pò per i modi digitali ma in fonia in 160 e 80mt è una libidine...  lo posso ascoltare giornate intere senza affaticarmi,anche segnali minimi o interferiti vengono resi molto ascoltabili di fatto è un'altro pianeta rispetto a radio moderne,di solito non lo utilizzo per le broadcasting,preferisco l'r5000 che è più immediato per scanale,poi se l'argomento è interessante e ci sono interferenze che la Kenwood non ce la fà ci pensa la Drake a rendere ascoltabile come si deve,per il TVI è spesso il contrario,sono i tv che disturbano le radio...