forum radioamatori > Sezione Amministrativa

Marche da bollo da documentare in invio Domanda Esame tramite PEC

(1/2) > >>

Flexerit:
Buongiorno a tutti,
  Avrei bisogno di alcuni chiarimenti per presentare la domanda di partecipazione all'esame di radioamatore. Sul sito del MISE, area Toscana, c'è già una data ultima di presentazione oltre al periodo indicativo dell'esame che sarà tramite videoconferenza e c'e il modello per presentare la domanda, da inviare.
Nel caso di invio domanda con PEC la marca da bollo da 16€ verrà incollata nello spazio apposito in testa alla domanda e annullata con una data scritta a penna , e questo mi è chiaro. Si vedrà nella scansione inviata.

Non è chiaro il punto scritto nella domanda dove dice qualcosa del tipo "dichiaro di allegare una marca da bollo che sarà allegata alla patente" chiaramente si allegherà solo se si supera l'esame.
In questo caso, con invio della domanda tramite PEC non credo si debba annullare preventivamente una seconda marca da 16€ e/o compilare una dichiarazione sostitutiva della marca annullata. È così?

Inoltre vorrei capire se alla fine saranno 3 le marche da utilizzare,  e cioè :

- una per la domanda per sostenere esame della patente.
- una da apporre alla patente come indicato nella domanda.
- una per richiedere l'identificativo, il Call id, e anche l'autorizzazione, la concessione all'uso di stazione radio.

Grazie anticipatamente a chi mi svela questo groviglio burocratico !!


inviato SM-A226B using rogerKapp mobile

kz:
per tutto il processo di esame per la patente, rilascio nominativo e concessione AG sono necessarie 4 marche da bollo (domanda d'esame, rilascio patente, rilascio nominativo, rilascio AG con attestato HAREC); per ogni domanda o richiesta inviata per via telematica si dovrà allegare anche un apposito modulo in cui si dichiara l'annullamento della marca da bollo con dichiarazione del seriale e foto della stessa.
(il modulo lo dovrebbero distribuire gli ispettorati, comunque è analogo a questo:
https://ispettorati.mise.gov.it/images/ispettorati/lazio_abruzzo/URP/Dichiarazione_sostitutiva_per_marca_da_bollo_L_241-90.pdf9
ovviamente il modulo di autodichiarazione di annullo per la patente o per la AG vanno trasmessi solo quando si richiedono patente o AG, non prima.
i documenti si possono anche "comporre" con immagini delle marche, firme, etc, fotografate con uno smartphone e poi inserite, si salva il tutto in PDF e si allega alla PEC, anche se la cosa migliore sarebbe firmare elettronicamente il documento: se la regione di residenza l'ha rilasciata si potrebbe usare anche la firma elettronica gratuita inclusa nella TS-CNS (tessera sanitaria ), il valore legale è relativo ma è comunque una firma.

Flexerit:
ok grazie.
Per la firma io utilizzo Infocert quindi posso firmare il pdf.
Se la marca da bollo viene  incollata sulla domanda immagino sia sufficiente solo la copia della domanda senza inviare separatamente l'immagine della marca. Oltre alla copia di un documento di identità come scrivono.
Per firmare con la tessera sanitaria che software utilizzi ?

kz:
io uso PosteCert :-)
anche se incolli la marca sulla domanda devi produrre la dichiarazione di annullamento, documento con firma "legale" e documento di dichiarazione di annullo sono due cose separate anche se fanno parte dello stesso processo.
nulla ti vieta di fare un PDF unico e firmarlo digitalemente: con una firma sola certifichi l'integrità e la sottoscrizione del documento.
non ho ancora mai firmato documenti con la TS-CNS, è un'idea che ho da anni, tanto da cercare lo sportello per l'attivazione, fare la fila e tutta la trafila per l'attivazione dei certificati, ma non ho ancora mai provato; credo che il SW distribuito dalle regioni dovrebbe funzionare, ad esempio:
https://www.ariaspa.it/wps/portal/Aria/Home/DettaglioRedazionale/cosa--facciamo/innovazione-digitale/certificazione-digitale/software-cns
oppure
https://tscns.regione.sardegna.it/index.php/it/articoli/come-si-usa

il problema è che è uno standard che hanno volutamente lasciato da parte, come tante altre cose, per favorire lo SPID che, secondo qualche genio, ha una "user experience" migliore:
https://www.agendadigitale.eu/documenti/tessera-sanitaria-e-cns-come-si-attivano-e-diventano-firma-elettronica-avanzata/
non resta che provare...

Flexerit:
Ho chiesto all'Urp della mia regione, forse vale anche per altre regioni, e così mi hanno risposto:

... È possibile firmare con la CNS presente sulla tessera sanitaria toscana ma si tratta di una firma di tipo FEA (firma elettronica avanzata) accettata solo dalle pubbliche amministrazioni.
Per transazioni di carattere legale è necessario usare una FEQ (firma qualificata) che non si trova sulle tessere sanitarie di RT ma va acquistata da un ente certificatore. Una visibile differenza tra le 2 firme si vede guardando i certificati di firma con il gestore delle carte installato sul proprio computer (Bit4id, ID protect monitor, ecc.): la firma qualificata riporta il nome e cognome mentre la firma FEA riporta il codice fiscale."


Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa