banda radioamatoriale (patentati) > modi digitali

Curiosità su DMR TIER III

(1/1)

albman:
Buongiorno amici. Sono incuriosito e da tempo cerco di approfondire l'argomento delle radio DMR in standard TIERIII.
Da quello che ho capito dovrebbero consentire (opportunamente programmate) la comunicazione full-duplex sulla stessa frequenza, basata sul concetto che la compressione digitale di un secondo di fonia occupa un tempo di trasmissione molto inferiore, e le due radio si alternerebbero in rx/tx sullo stesso canale, utilizzando slot temporali diversi e opportuni dati di controllo per la sincronia, realizzando un full-duplex reale ma occupando una unica frequenza.
Un'altra caratteristica sarebbe quella di creare vere infrastrutture in cui tra 3 o piu' radio una funge da trasponder digitale per le altre.... in pratica date le radio A B e C, dove A e C non sono a reciproca portata di segnale ma possono raggiungere entrambi radio B, i pacchetti dati passano da A a B (che resta muta) e vanno a C.

Le trovo caratteristiche estremamente stimolanti almeno in linea teorica; le uniche radio DMR TIERIII sembrano essere, a mia conoscenza, le costosissime (e bellissime) Hytera e le piu' abbordabili (almeno sull'usato) Excera. 
Tra queste ultime osservavo (sempre usata) la Excera EP8100. Stando alla scheda tecnica del produttore è però una TierII upgradabile  ("DMRTier IIISupport - Supports DMR Tier III just by soware upgrade and makes the radio applications more rich and more advanced"); ora non mi immagino che questi aggiornamenti firmware si trovino liberamente sul web come accade per i DMR economici cinesi (Anytone, Tytera Radioddity etc etc), in quanto si tratta di marchi che producono radio per usi commerciali e reti private, e sicuramente non supportano volentieri l'utente amatoriale, smanettone e hobbistico.

Mi chiedevo se i DMR TIERII economici siano dal punto di vista strutturale capaci di supportare un protocollo TIERIII, o se vi sia un limite hardware.... di sicuro non ho mai sentito parlare di upgrade a TIERIII per nessuno dei marchi noti.

Insomma, a scopo unicamente sperimentale mi piacerebbe moltissimo avere due  radio TIERIII che si fanno chiamata selettiva e si collegano full-duplex impegnando un unico canale... (cosi' come a suo tempo è stato bello "telefonarsi" con portatili bibanda-fullduplex settati col paging DTMF) ma l'investimento economico, la scarsa documentazione reperibile e l'elevata probabilità di fallimento mi sconsigliano di intraprendere una simile avventura.

Vorrei conoscere il parere e l'opinione di chiunque abbia conoscenza dell'argomento TIERIII

Un saluto
Alberto

Aquila Fr:
Ciao, dove hai letto queste info sul tier3 ?
Comunque anche il tier2 usa due slot fonia su una stessa frequenza (12.5khz) usando il tdma.

inviato M2004J19C using rogerKapp mobile

AZ6108:

--- Citazione da: Aquila Fr - 31 Agosto 2022, 20:47:47 ---Ciao, dove hai letto queste info sul tier3 ?
Comunque anche il tier2 usa due slot fonia su una stessa frequenza (12.5khz) usando il tdma.

--- Termina citazione ---

SE (grosso se) non vado errato il tier II "supporta in modo limitato" l'uso in FD, mentre nel caso del tier III il supporto FD è incluso nelle specifiche; senza entrare troppo in merito, dubito che un semplice aggiornamento firmware di un apparato tier II non progettato per FD permetta di supportare la modalità FD senza problemi/limitazioni

my 2 cents

albman:
Si certo, il TIER II usa i due time-slot, ma non realizza (almeno per come conosciamo noi le radio DMR) un full duplex. In realtà da altre fonti sembra capire che anche le radio TIER II abbiano la possibilità di andare in fullduplex, come ha scritto AZ6108.
Per esempio da https://www.advantec.it/hytera-md785i-fd/  leggo:

"La funzionalità Full Duplex, prerogativa fino a ieri disponibile solo con la tecnologia TETRA, oggi è disponibile anche su apparati DMR, in modalità DMO (Direct Mode Operation), in modalità RMO (Repeater Mode Operation) convenzionale Tier II oppure Trunking Tier III, il che rende possibile una comunicazione bidirezionale in entrambe le direzioni simultaneamente, trasmettendo sul primo time-slot e ricevendo sul secondo. Queste radio consentono anche l’interconnessione con la rete telefonica fissa o mobile, facilitata anche dalle moderne stazioni ripetitrici Hytera, che dispongono di interfaccia telefonica integrata VoIP (Trunk SIP)."

Mi accorgo tardivamente che è stat gia discusso un argomento simile su questo forrum https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=76915.0 ma non ci trovo comunque una risposta ai miei dubbi...
Nel post viene riportato un estratto delle specifiche ETSI 2005 dalle quali sembra che la modalità "TDMA direct mode timing relationship" possa corrispondere all full-duplex in isofrequenza

Io ho capito che oggi con una radio TIERIII (e forse con una TIERII opportunamente programmata?) è possibile parlare in fullduplex sulla stessa frequenza, oltre non vado. Giustamente nel post sopra citato viene ricordato che il full-duplex isofrequenza non è una novità e che già era presente con i terminali TETRA. Effettivamente una quindicina di anni fa sulle navi Costa Crociere il personale era dotato di terminali Nokia (di fattezze molto simili ai GSM dell'epoca, tipo Nokia 2110 o similari), al tempo li osservavo pieno di curiosità e avevo realizzato che supportavano un vero sistema di paging, squillavano e ricevevano, facevano chiamata digitando numeri a 3 o 4 cifre... ma soprattutto supportavano un vero fullduplex e venivano usati esattamente come telefoni; ovviamente immagino che a bordo vi fosse una vera infrastruttura con ripetitori che gestiva il traffico.

Navigazione

[0] Indice dei post

Vai alla versione completa