Autore Topic: Autocostruzione commutatore antenna  (Letto 943 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

I059RM

  • Visitatore
Autocostruzione commutatore antenna
« il: 05 Maggio 2017, 09:25:38 »
Buongiorno a tutti, dopo varie peripezie finalmente SDR funziona perfettamente e sono più che soddisfatto, ma si sa che le mie mani e la mia testa non si fermano mai così ho deciso di autocostruirmi un commutatore di antenna visto che attaccare e scattare i cavi delle antenne è particolarmente rognoso.
Vi spiego la situazione perché mi serve un consiglio e poi posterò le foto e tutti i diagrammi appena prenderò la decisione finale.
Praticamente il mio commutatore ha una parte dedicata all'antenna hf con entrata e uscita con commutatore che porta il segnale a massa con un semplice deviatore bipolare, questo per isolare il ricevitore da eventuali cariche statiche o fulmini quando non lo uso.
Poi c'è la parte delle VF con 4 antenne (discone, logaritmica, CB e 144/400 mhz) che vengono commutate una alla volta verso il ricevitore SDR oppure la radio CB che in futuro prenderò, le antenne non utilizzate vanno verso massa.
Il tutto racchiuso in una scatola di metallo che fa sia da massa comune che da gabbia di fahrenheit per non permettere l'ingresso di segnali di disturbo.
Ad ogni ingresso di antenna sarà collegato un passabanda per la sua specifica banda, sempre all'interno della scatola di metallo.
Ora mi serve un consiglio, visto che ci dovrò trasmettere in futuro, è meglio utilizzare dei relè a 10A oppure posso utilizzare dei deviatori a 3A?
Grazie amici!!


Offline carlo_forever

  • 1RGK548
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 130
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
Re:Autocostruzione commutatore antenna
« Risposta #1 il: 05 Maggio 2017, 10:17:50 »
Forse intendi una "gabbia di Faraday". Intanto, non capisco molto a cosa ti servano i passabanda, e poi non devi usare né relais a 10 A, né commutatori. Devi usare relais a radiofrequenza, cercali su ebay o su Internet, adatti a pochi Watt, dal momento che usi il tutto in ricezione, CB a parte. Non far mai girare della radiofrequenza, ma sempre della corrente continua. Quindi relais a 12 Volt, per i quali dovrai crearti un alimentatore, ad esempio usando un LM7812. Poi devi disegnare sulla carta tutto il giro che la radiofrequenza deve fare, e userai dei relais dove vi saranno delle deviazioni. Ti servono 4 relais per le antenne che hai descritto, più uno per la radio CB, poi un altro per l'antenna, ed uno per ogni antenna che, se non alimentato, caccia a massa l'antenna alla quale è collegato. Più o meno in circuito potrebbe essere questo.
Se vuoi a tutti i costi dei passabanda, te ne servono uno per i 144/145 ed uno per la CB. Non avrebbe senso fare dei passabanda a banda larghissima, oltre ad essere inutile o quasi, se non addirittura negativo, ma, se vuoi solo tenere a bada la benda 88 - 108, meglio fare un eliminabanda solo, trovi su Internet il disegno. Più o meno la storia sarebbe questa. Un contenitore d'alluminio, facile da lavorare, tante prese Amphenol da pannello quante sono le antenne, più tanti quante sono le uscite, e dovresti essere a posto. Il tutto saldato su basette preforate così non ci impazzisci coi c.s.

Ciao,

Carlo
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe

I059RM

  • Visitatore
Re:Autocostruzione commutatore antenna
« Risposta #2 il: 05 Maggio 2017, 12:05:41 »
Ok grazie della risposta, allora ho interpretato male i dati che mi fornivano con il relè perché il 10A si riferisce alla bobina e non al contatto, errore mio.
Comunque in linea di massima è come hai detto tu, un relè 2 contatti per le HF che scarica a massa, 4 relè per le antenne e uno per il CB/SDR.
Per il discorso passabanda mi serve perché la logaritmica la voglio usare solo con 200 fino a 300 MHZ, la discone per la banda aeronautica e poi vedo se fare pure il passabanda per il CB per i 144/400 quella la lascio stare.
Per l'alimentazione utilizzerò un alimentatore da pc convertito con filtro EMI, però sto pensando di utilizzare un altro alimentatore da mettere dentro, poi vediamo per quello.


Offline carlo_forever

  • 1RGK548
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 744
  • Applausi 130
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Nominativo: IU4FMS - 1RGK548 - HOTEL143 - Locator JN54BR33TB
Re:Autocostruzione commutatore antenna
« Risposta #3 il: 05 Maggio 2017, 12:33:34 »
La banda della logaritmica te la fai col ricevitore che ci metti. A parte la banda 88-108 MHz non ci sono portanti cos¡ forti su altre frequenze da far collassare un ricevitore, poi da 200 a 300 MHz te lo calcoli e te lo fai da solo, con bobine su circuito stampato, condensatori passanti da 2 pF, roba da diventarci pazzi. Se tu andassi in trasmissione, capirei i passaqualcosa per attenuare le emissioni indesiderate, ma in ricezione cosa ci fai? Tieni presente che i ricevitori hanno gia' dei loro passabanda interni. Comunque se proprio vuoi andare in TSO, cerca su Internet, e qualcosa si trova.

Carlo
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe

I059RM

  • Visitatore
Re:Autocostruzione commutatore antenna
« Risposta #4 il: 10 Giugno 2017, 09:05:10 »
Signori il selettore di antenna è pronto e quasi perfettamente funzionante.
Non ho usato relè di segnale, ma semplice relè di potenza e il tutto per un costo che si aggira intorno hai 20€.
Per chi vuole mi contatti in privato e vi fornirò foto (lo schema non l'ho fatto) e materiale utilizzato.
La separazione di segnali arriva tranquillamente fino a 500mhz con caduta verso massa del 98% del segnale.
Alla fine i filtri non li ho inseriti, ma sto costruendo un selettore per filtri da usare esclusivamente in ricezione con la chiavetta sdr, appena lo faccio vi aggiorno.