banda radioamatoriale (patentati) > riparazione ricetrasmittenti radioamatoriali

Problema Switching per Lineare

<< < (2/6) > >>

fabio_bz - IN3FOB:
Io le ho provate tutte choke ferriti ma non cera nulla da fare

inviato HUAWEI GRA-L09 using rogerKapp.

IZ8XOV:
Ciao Stefano, per curiosità ma questo problema è sorto adesso? Perché ricordo che già l'ultima volta che abbiamo fatto Qso sui 40m lo usavi (mi pare che avevi da poco riparato i filtri). L'Hla-300 al quale mi ero interessato in passato dovrebbe montare una coppia di SD2941 della St Micro Electronics con potenza nominale di 175 watt. Come sai questo ampli non da una potenza uguale su tutte le bande ed in 20 metri eroga di più quindi potrebbe anche darsi che succhia più corrente mandando in crisi l'alimentatore. Anch'io ho quel 6055 switching (il mio è marcato Proxel ma circuitalmente sono uguali) e la corrente di 55 ampere è quella di picco, quella di lavoro è inferiore.

Comunque potresti contattare la Rm Italy, sono molto cortesi e potrebbero fornirti un loro parere. Io li ho contattati di recente per avere info sulla versione entroalimentata Bla-350 e sono stati molto cordiali e celeri. A mio parere per un uso casalingo meglio la versione con alimentatore anche se costa un po in più ma è davvero un bell'ampli, oltretutto l'Hla-300 ha una profondità esagerata. Avendo buone antenne quei 15 dB circa in più mi fanno gola, forse è la volta buona che dopo l'estate lo compro.

ps: anni fa le prime versioni degli Sla-300 montavano 4 SD1446 da 125 watt cadauno ed erogavano senza problemi 500 watt puliti poi li hanno modificati per migliorarli fino ad arrivare all'ultima versione Hla-305 che eroga solo 250 watt.

Purtroppo un alimentatore lamellare (a trasformatore) di quell'amperaggio costa un bel po.

Spero che risolvi questo problema,
73's - Michele



LuckyLuciano®:

--- Citazione da: IK8 TEA - 12 Agosto 2016, 18:01:27 ---Buona sera Sterock 77.


Di solito, in presenza di problemi di questo tipo, è utile applicare sull'uscita dell'alimentatore un paio di condensatori in parallelo da 0.1Microfarad che si comportano come cortocircuito per la RF di rientro dalle utenze  bloccando il disturbo interferente.

Prova questo semplice suggerimento.

Saluti Cordiali

Massimo IK8 TEA


--- Termina citazione ---


Confermo e funziona.
Personalmente applico anche un cond. elettrolitico da 4700uF in parallelo all'uscita 12v DC dell'alimentatore.
In modo che eventuali "picchi" troppo repentini di power dell'amplificatore (e quindi di assorbimento per l'alimentatore) non vengano "interpretati" dall'alimentatore come un cortocircuito mandandolo in protezione.

Vedrai che con questi 2 accorgimenti risolverai il problema.

IK8 TEA:
Buongiorno Stefano,

ringrazio "Lucky Luciano" per avermi offerto, con il suo intervento, lo spunto di riprendere l'argomento ed integrare quanto avevo prima scritto e che, per la maledetta fretta, avevo trascurato di aggiungere.

Sicuramente mi riferisco all'utilizzo di Chokes in Ferrite sulle linee di alimentazione delle utenze, come hai accennato anche tu stesso, che contribuiscono a bloccare rientri di occulti di RF, veramente brutta bestia, e poi di non trascurare la messa a Massa (Terra) del Contenitore Metallico dell'Alimentatore quando si lavora con potenze ragguardevoli !

Personalmente ho sempre prediletto Alimentatori Lineari per la loro intrinseca robustezza, semplicità circuitale, affidabilità, stabilità e veloce riparabilità; comunque, "largo ai giovani" e spazio alla evoluzione tecnologica che, purtroppo, fa il paio con notevole complessità e fragilità !!

Ho, infatti, da più di 30 anni un vecchio Alimentatore Lineare ZG 1220s da 20Amp. cui ho solo dovuto sostituire 2volte il Ponte Raddrizzatore e le lampadine d'illuminazione degli strumentini e con cui ho sempre alimentato contemporaneamente tutte le mie apparecchiature Hf/VHf/UHf e molto raramente l'Amplificatore ZG B300P (Credo da sempre nel QRP che risponde pienamente allo spirito di sperimentatori che dovrebbe animare gli radioamatore e che a mio avviso è la vera fonte di soddisfazioni in questa attività) .

Quando si lavora in SSB i picchi di assorbimento in corrente possono arrivare istantaneamente a livelli molto elevati superando anche i valori nominali dichiarati e per tali motivi posso dirti che, in onore ad un caro amico che raccomandava per le correnti di alimentazione: " Devono essere Continue e Veloci !! " , all'uscita del mio alimentatore ho applicato tre eccellenti Condensatori Elettrolitici di recupero per un valore totale di 234000 Microfarad 25 V Lavoro!!

In questo modo non ho mai avuto problemi di abbassamenti nella tensione di alimentazione nei miei apparati trasmettendo in SSB.

La raccomandazione specifica che suggerisco, se si vuole aggiungere Elettrolitici di grande valore all'uscita nel caso di Alimentatori Switching , di avere la prudenza di abbassare la tensione al minimo possibile all'accensione e risalire gradualmente al valore nominale dei 13.8V (Meglio se 13.5 Max.) per evitare danni all'alimentatore col picco di assorbimento.

Concludo, ringraziando per l'attenzione che mi sarà riservata e salutando cordialmente.

Massimo IK8 TEA

Sterock77:
Ringrazio tutti e provero' tutte le soluzioni proposte appena possibile perchè di sostituirlo non sono molto entusiasta .   Grazie ancora !   

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa