forum radioamatori > discussione libera

Riflessioni su po’ di semplice teoria per un accordatore di antenna

<< < (3/6) > >>

AZ6108:

--- Citazione da: trodaf_4912 - 21 Gennaio 2022, 20:32:47 ---Ora, non dico che l'SWR misurato passi da 1.2 con 5W a 3 con 50 W ma l'indicazione aumenta a 1.4. E' poco, lo so  ma aumenta. La potenza riflessa aumenta in quanto la potenza diretta aumenta e questo e' logico. Ma nel calcolo del coefficiente di riflessione non compare la potenza ma solamente l'mpedenza disadatta e quindi in teoria l'SWR non dovrebbe cambiare.

Con 1 W


Con 100W

SWR e' il medesimo.
Invece il vostro "ROSMETRO" misura questo incremento.
Perche' ?

--- Termina citazione ---

perché la reattanza e stron*a

trodaf_4912:
Era solo per stimolare la riflessione. Basta verificare dalle due immagini sopra e dal fatto che il coefficiente di riflessione non dipende dalla potenza che in teoria l'SWR non deve cambiare. Pero' il "ROSMETRO" visualizza un aumento dell'SWR.

plotino:

--- Citazione da: trodaf_4912 - 21 Gennaio 2022, 20:13:43 ---Invito chi dice di no a fare un semplice esperimento : avete una antenna disadattata (o un carico) che indica almeno 1.3/1.4/1.5 di SWR.
Bene, trasmettete con 1 W e misurate l'SWR con il "ROSMETRO" e ve lo scrivete a parte, successivamente aumentate la potenza a 50/100W ed eseguite la stessa misura dell'SWR.
Osserverete che il "ROSMETRO" non indica piu' lo stesso valore stesso valore che avevate misurato con 1W ma sara' maggiore.

--- Termina citazione ---
vi posso riportare la mia fresca esperienza nel tarare una T2LT nel periodo natalizio, provata con vari step di potenze 2-5-12W e con amplificatore 40-50-80W, il fedele rosmetro Daiwa segnava sempre lo stesso SWR a prescindere dalla potenza,

mi riservo di leggere cmq il tuo documento, che da una semplice "sfogliata" mi è sembrato veramente ben fatto

'73

trodaf_4912:
Allora, il problema della differente indicazione dell'SWR all'aumentare della potenza, ad esempio da 1.1@5w a 1.3@50W penso sia legato alla non linearita' dei diodi utilizzati come rivelatori all'interno del rosmetro. Mi spiego, ho fatto un "esercizio" utilizzando, al posto dell'antenna che utilizza due gamma match con due condensatori di accoppiamento, un carico BIRD Termaline Mod.8085 da 50Ohm alla frequenza di 144MHz. Con 5W l'indicazione ottenuta era SWR=1.00, passando a 50W l'indicazione diventava 1.15. Una differenza trascurabile, ma comunque c'era. Occorre tenere presente che questi strumenti non misurano la potenza ma la tensione diretta TD e quella riflessa TR.  Alla TD e' legata (in maniera non lineare) la cosiddetta potenza incidente PI, mentre alla TR e' legata in maniera non lineare la potenza riflessa PR. La potenza in antenna PA si ottiene dalla relazione PA=PI-PR. Tutto cio' e' approssimativo in quanto bisognerebbe tenere in conto le perdite del cavo.
La TD, in prima approssimazione e opportunamente trattata, fornisce la PI (pari alla somma di PA+PR) e non la sola PA, ma se non c'e' ROS (PR=0) la PI coincidera' con la PA, viceversa se c'e' ROS la PI sara' maggiore della PA. Per questo motivo le scale dei BIRD sono marcate INCIDENT POWER e REFLECTED POWER, chiuso questa parentesi. La scala della potenza e del ROS di questi wattmetri passanti e' non lineare proprio perche ' in base alla tensione misurata, la scala viene disegnata per indicare la potenza.
Tornando al rivelatore a diodo per la TD e la TR, il diodo scarta una semionda e rimane l'altra il cui valore medio Vm=2/PIGRECO che e' circa uguale a 0.64*Vp (valore di picco). Inoltre gli strumenti a bobina mobile indicano il valor medio sull'intero ciclo, per cui il valor medio letto dallo strumento (Vms) vale circa 0.32 * Vp. Poiche il fattore 0.32 puo' essere facilmente compensato al momento di disegnare la scala dello strumento, si puo' concludere che lo strumento a bobina mobile del wattmetro da un'indicazione proporzionale a Vp.
Se TR non e' sufficiente a fare lavorare il diodo in zona lineare, allora la TR sara' piu' bassa di quella reale. Non appena si aumenta la potenza, e quindi aumenta la TD, ecco che allora la TR aumenta portando il diodo a lavorare in zona lineare (ovviamento se c'e' un disadattamento). Secondo me' la causa di questo effetto e' questa. In pratica e' lo strumento che per potenze incidenti basse non fornisce letture precise.
Ad onore del vero ho trascurato l'eventualita' che, passando da 5 a 50W, l'impedenza di uscita del trasmettitore potesse variare di un pochino, ma e' una eventualita' remota e comunque non avrei potuto verificarla.

rosco:

--- Citazione da: trodaf_4912 - 22 Gennaio 2022, 06:14:23 ---Allora, il problema della differente indicazione dell'SWR all'aumentare della potenza, ad esempio da 1.1@5w a 1.3@50W penso sia legato alla non linearita' dei diodi utilizzati come rivelatori all'interno del rosmetro.

--- Termina citazione ---
ovvero, come già scritto

--- Citazione ---lo strumento ha bisogno di una certa "potenza riflessa" per lavorare correttamente, quindi con poca potenza NON era preciso ( o al contrario, con troppa potenza va fuori scala ).

--- Termina citazione ---

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa