Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Pieschy

Pagine: [1] 2 ... 60
1
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 13 Maggio 2021, 14:20:45 »
A me hanno clonato anche il DMR-ID. C'era chi si spacciava per me. Ste cose ahimè sono inevitabili. Anzi spesso più sei attivo più il tuo nominativo se lo "ruba" qualcuno..per non parlare di voci registrate e molto molto altro.
Come diceva prima l'amico è un gioco alla fine prendiamolo per quello che è con i suoi limiti l'importante è che noi siamo in regola poi se arriva sul ponte X uno che si annuncia con il mio nominativo io mica posso farci nulla. Diciamo che il radioamatore vero ha anche "orecchio" in zona anche se dici il mio di nominativo ti sgamano tempo zero che non è il vero DLC e fortunatamente dopo ormai quasi 6 anni ho sentito anche difensori che al piratino di turno dicevano "calma che al Pietro lo conosciamo e non sei tu".
Ste cose sempre successe e sempre succederanno ...ecco fa parte del gioco, l'importante che io ho la coscienza a posto :-)

2
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 13 Maggio 2021, 12:49:14 »
Giulio d'accordissimo ci mancherebbe si gioca con le regole del gioco.
Ma io son troppo lungo nelle mie lucubrazioni mentali. Il concetto è semplice. Il nominativo serve agli organi di controllo per eventuali verifiche io se arriva I2OED non devo curarmi se ha o no patente non son fatti miei. Se è educato allora io ci parlo il problema se "fake" è suo mica mio.

3
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 13 Maggio 2021, 10:06:03 »
Ma quindi non parliamo di un disturbatore che fa rutti e versi interrompendo normali qso, ma di una persona che si annuncia con un nominativo di fantasia e che cerca di intrattenere conversazioni "normali"? 

Ma se vi da noia cambiate canale, non parlate con lui.

Poi la cosa comica è che sti sceriffi [emoji61] si sentono nel giusto facendo azioni violente, ma dove hanno studiato per la patente? Portantare, insultare, minacciare è contro ogni logica ed etica del radiantismo! [emoji18]

Divertiamoci e basta, se deve diventare una "guerra" che cavolo stiamo a fare on-line? boh...
Io ti do ragione mi spiace dirlo per gli altri ma se uno non è autorizzato e si inventa un nominativo ma fa un QSO tranquillo ed educato a me che abbia o meno patente,nominativo ed A.G. non interessa. Anzi ci sono molti chiamiamoli "pirati" che sono molto più professionali di altri radioamatore patentati da decenni.
Non devono rispondere a me ma solo alle autorità competenti.
Quindi che sia I0,I2,IK2 sinceramente se è educato se vero o falso il nominativo non è problema mio.

4
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 13 Maggio 2021, 07:36:23 »
Che poi pensavo andando molto leggermente OT....tranne per contest o DX a cosa serve sto nominativo? Se mi limito alle v/u specie in portatile o con modestissima stazioncina fissa a meno che non arrivi qualcuno del MISE a casa se mi fermano le FF.OO (eccezione per Giulio) manco sanno cosa sia un nominativo o un'A.G. basterebbe come per l'auto esibire la patente di radioamatore.

5
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 23:21:00 »
No collega mi spiace ma mi dissocio. Allora perchè io dovrei sbattermi a dire un nominativo se poi nessuno sa se sia vero o meno? Per gli organi di controllo che si sa che  da sempre non controllano?
Cioè se non si può verificare chi trasmette allora siamo tutti pirla a dire IXX XXX ?
Qualcosa che al prossimo significa nulla.
Allora coerenza rendiamo le bande radioamatoriali come la CB dove basta presentarsi con nome e pseudonimo "Pietro CB alfa nero alfa 4" tanto....alla fine sti nominativi visto che non verificabili servon solo a riempirsi la bocca.
Potrei essere IU4 KGB .....IZ0 FBI bene se nessuno riesce a verificarlo idiota io che mi son sbattuto a farmi il nominativo.

6
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 17:36:49 »
Si Carmelo, condivido al 100 per cento. Essendo attività pubblica e sottoposta a regolari licenze non capisco le personcine come noi che problemi avrebbero a mostrare anche nome e cognome indirizzo e quanto altro. Siamo civili in 6 anni di attività su qrz hanno letto anche dove abito nonchè nome e cognome.
Il MISE non credo lo farà mai troppi soldi per pochi idioti come noi.
Resta il fatto che se non hai nulla da nascondere non capisco sta voglia di privacy.
Saluti,
Pietro.

7
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 12:03:32 »
Kz ha ragione. In effetti un elenco di nominativi servirebbe a zero perchè comunque non si può controllare. Se uno in questo istante entra su un ponte e si annuncia con il mio nominativo ufficiale ed autorizzato ne lo sento ne posso far nulla.

8
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 11:13:40 »
Prendiamola più sul semplice, non siamo in aula ne sono avvocato. Facciamo un'esempio reale: in DMR c'è stato chi presentandosi col mio nominativo andava ad insultare persone a nome mio quella e' diffamazione. Lasciando stare i fronzoli, che sia analogico o digitale sti poveracci esistono e contro chi esponi denuncia che sia calunnia o diffamazione? Il massimo che puoi fare fare denuncia contro ignoti...se se viene archiviata dopo neanche 20 minuti a meno che non ci siano minacce reali che possano minacciare e seriamente la tua incolumità o dei tuoi prossimi...il resto bene che vada va archiviato. Già per intercettare un cellulare ci vogliono tante di quelle pratiche che costano tanto di quei soldi...figuriamoci se devi intercettare una radiolina che puoi nasconder sotto il letto. Dai son discorsi che non mi piace fare perchè hanno poco senso sia nel tecnico che nel pratico. Moltissimi "pirati" sono radioamatori e quindi anche e se nel mondo dei sogni li intercetti quello ti presenta l'A.G. vai a dimostrare che ti ha detto senza nominativo "mamma è zccc" per fare un'esempio. I pirati, i cafoni sempre son esistiti e sempre esisteranno facciamocene una ragione ed ignoriamoli. E' Don Chishotte contro i mulini a vento.

9
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 09:41:26 »
Non ne sono sicuro.
Se l'elenco fosse solo di nominativi senza altri dati e se la pubblicazione fosse obbligatoria per legge si potrebbe stare tranquillamente nel perimetro del GDPR,  soprattutto se la tale elenco fosse curato e pubblicato dalle autorità competenti.


Hai ragione il discorso è che manca la volontà da parte del MISE.
Basterebbe un database dove semplicemente si dice che IU2 DLC è radioamatore con A.G. che scade il 01/12/2023 senza dare alcun tipo di altro dato personale.
Un po come le macchine, dalla targa risali ai dati dell'auto ma non del proprietario.

10
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 09:38:30 »

Con l'attuale regolamentazione europea GDPR la vedo molto dura.


Non c'è modo aimè per il radioamatore di sapere se l'iterlocutore sia o meno un collega, inutile citare qrz perchè non vale niente. Gli "sceriffi" rischiano tanto quanto il pirata anzi forse di più! Se beccano il radiamatore che si sente diffamato i guai sono dietro l'angolo e finire impantanati in una causa legale non lo auguro nemmeno al mio peggior nemico.

Se si ha il sospetto di parlare con un "pirata", abbandonare il qso è l'unica cosa pragmatica e intelligente da fare, se si agisse così il 99% dei problemi sarebbero risolti.
Totalmente d'accordo collega. Io non posso sapere se quel nominativo è valido o semplicemente rilasciato ma non esiste neanche lo "sceriffo" perchè neanche lui ha gli strumenti per venirmi a dire se sono legale o meno. Anzi come la storiella raccontata prima ti potrei denunciare per diffamazione perchè io sono perfettamente in regola ed è super dimostrabile con patente ed A.G. tu invece in una comunità vai a dire che son pirata.
Attenzione che io ho sempre sorvolato perchè anche ai tempi la cosa mi scivolava ma qualcuno con agganci allo sceriffo gli fa passare qualche brutto momento.
Purtroppo in molti non capiscono che non siamo...e manco lì nell'esercito.
A livello legale io IU2 e tu I2 siamo identici per il MISE , che poi tecnicamente di radio ne sai più di me ci stà tutto ma legalmente parlando il fatto che sei in radio da 40 anni ed io da 2 giorni non cambia nulla.

11
attività radioamatoriale / Re:Il fantomatico I2OED
« il: 12 Maggio 2021, 07:50:10 »
Dico la mia ovviamente faccio sempre l'avvocato del diavolo. Premessa che le leggi e regolamenti si seguono quindi sono contrario ai pirati sulle bande radiomatoriali...prima che si creino fraintendimenti.
Il tipo mai sentito, fra l'altro faccio pochissima radio in questi tempi, ma il discorso è:

1) nessuno mi obbliga ad iscrivermi a qrz.com. Conosco tantissimi radioamatore che non son li, io si anche se potrei farne a meno non facendo la HF. L'ho fatto bene ma non è obbligatorio.

2) se sento I2 Pippo chiaro che non è nominativo radioamatoriale ma se sento I2OED a me sembra verosimile come nominativo radioamatoriale.

Verissimo che un radioamatore con nominativo non debba parlare con i "pirati" ma si devono avere anche gli strumenti per esserne a conoscenza, ripeto qrz.com non fa giurisprudenza. Affinchè si possa operare correttamente ci vorrebbe un database ufficiale del MISE che pubblichi i nominativi validi e rilasciati.
Senza questo se mi arriva I2ODX (esempio) e parla simil-radioamatore io che ne posso sapere se è o meno autorizzato?
In questo frangente non si potrebbbe vedere una mia responsabilità nel "con chi modulo".

Sembra banale ma non lo è. Quando nel 2014 ebbi nominativo ed A.G. i "vecchi" (nel senso da tanto in radio) sentivano IU2DLC e mi davano del pirata perchè loro erano solo I2,IK2,IZ2 sono cose che spesso all'inizio frustrano uno appena arrivato.
Io rispondevo dicendo ma chiama il ministero che vuoi da me questo mi hanno dato di nominativo e questo dico.
Ieri ho sentito IU2 con sigle dopo la M e la N....beh il dubbio viene ma dico chi se ne frega? Io sono responsabile delle mie azioni se uno è corretto e mi dice che si chiama IU2 XZK che ne posso sapere se vero o falso? Nulla quindi per ham spirit me lo faccio sembrare valido.

Almeno io la penso cosi'.
73,
Pietro.

12
Ciao Pieschy,
quei detriti hanno preferito andare alle Maldive; HI. [emoji1]

Rhodes

Beh almeno bel mare azz venivano a fare in Italia meglio godersi le Maldive ...tutto sull'ironico HI :-)

13
Ho seguito la storia e la polemica ed io la trovo totalmente assurda.
Il razzo è un'oggetto volante come le milgliaia di aerei che volano sopra le nostre teste ogni giorno e che ahimè ci potrebbero cadere in testa. Ora il fatto che sono rari i casi che cadano su città (ma sono successi ahimè) è più facile che mi cada sul palazzo il 737 ryanair che un razzo cinese o di chi che sia.
Anche i razzi hanno i loro problemi tecnici...capita.
Ancora allucinante è leggere quelli che come sempre gridano al complotto.
Ma stiamo scherzando? Sapete quanto costa un razzo e rispettiva missione spaziale? Milioni di euro? E secondo voi i cinesi buttano soldi volutamente per far poi cadere i detriti chissà dove? Come vedete dall'allarme Italia i pezzi del razzo son finiti alle Maldive fortunatamente senza far danni.
Y va bien :-)

14
Radio Ascolto / Re:DMR o cosa?
« il: 30 Aprile 2021, 07:37:50 »
Per quanto riguarda il thread tutto quello che si capta in digitale non è per forza in dmr, ci sono altre codifiche digitali usate specie su bande civili e a volte criptate con diversi metodi. Per quanto riguarda il radioascolto valgono le considerazioni dette a quanto ricordo si dovrebbe poter ascoltare solo radiamatori e poco altro ed in chiaro.
Logico che l'swl è curioso ed e' anche logico che parlando di ricezione nessuno se sei a casa potrà mai controllarti quindi ascolti ciò che vuoi. Resta sempre e comunque il divieto di divulgare con qualsiasi mezzo quanto anche involontariamente ascoltato.
Faccio un piccolo esempio. Le ns. radio sono 430-440 c'è la fetta (scusate non apro il piano di prima mattina) che se "non" erro 436-437 che viene ancora usata da un determinato ente. Ero a PA ho fatto scansione della nostra banda e si è fermato su comunicazioni di servizio. Nulla di illecito in quanto radioamatore ed ero nel range 430-440 bene o vai avanti o se vuoi ascoltare te lo tieni per te quello che senti.
Oddio oggi in chiaro di interessante c'è praticamente zero. Vabbè era un'esempio detto ciò poi si deve essere un pochino furbi....non cammini con lo scanner in macchina sintonizzato sulle frequenze dell FF.OO perchè se ti fermano penso che sia lecito sospettare una qualche attività illecita e quindi il tutto non sarebbe carino e credo seriamente sanzionabile.
Semplice :-)

15
Molto ben fatto e molto preparati i colleghi. Ho ascoltato i primi 20 minuti e nulla da eccepire. Peccato che è un qulcosa del 2016 e nel mentre le cose sono cambiate quindi (ma mi sembra di aver letto che la serata tematica sarà riproposta) son passati 5 anni. Ad esempio così una per tutti ad oggi gli apparati DMR, molti di loro, sono dual band e non monobanda.
Restando in topic e scusando la pigrizia giustificata dal fatto che faccio ultimamente poca radio, ma c'è un ponte DMR in Milano città? Che sò tipo RU4/R5 per intenderci? E su quale rete è? Io avevo provato mesi fa con il file di ik2ane ma nulla...considerando che in analogico portatatile transito su quei due analogici volevo sapere se nelle stesse location o comunque in città esistano e magari in BM perchè per una questione di principio le altre due reti ho deciso di ignorarle. Usavo il Boletto (CO) ma ho appena provato e non transito, prova velocissima son transitato con l'antennino esterno sulla Valcava. Grazie a chi mi erudirà :-)
73,
Pietro

16
discussione libera / Re:Prova...prova...
« il: 04 Aprile 2021, 07:58:47 »
Parto dall'assunto di base che 6.50 metri sono di palo sopra la palazzina di due piani perchè se invece ti riferisci con 6.50 ad una boomerang a secondo piano quindi a 6.50 dal suolo per la tua posizione dubito farai molto se non ascoltare qualche camionista in zona. 
In ogni caso come detto da bergio se hai fatto questo lavoro ci andava una bella verticale anche una modesta come la GP Sigma VR6 che avevo negli anni 90.
Le booomerang hanno il vantaggio di essere piccole e facili da montare ma lo svantaggio che rendono pochissimo. Io abitavo a PA ad un sesto piano e misi la boomerang sul balcone inizialmente e più della città non facevo...andando a tetto al 7 piano con un palo ed una VR6 ...grazie anche al fatto che avevo il mare a portata ottica collegai fino alle Americhe altro che boomerang :-)
Buona Pasqua,
Pietro.

17
Bel lavoro mi chiedo solo però che sistemi di tiranti o di altro tipo usare per un palo così alto. Son 15 metri praticamente l'altezza (da terra) di un quinto piano. Inoltre ovviamente essendo telescopico la base sarà con un bel diametro ma più si sale più il diametro dei tubi sarà inferiore (sennò non sarebbe telescopico) e quindi con minore resistenza al vento. Con una verticale diventerebbe l'installazione ancora più lunga.
Ovviamente parto dal presupposto che questo palo venga installato a terra non credo sia possibile installarlo sul tetto di un palazzo e non solo per i tiranti non so proprio se sia legale in quanto costiuirebbe anche ostacolo alla navigazione aerea (elicotteri ad esempio) sono solo curioso tutto qui.
Saluti,
Pietro.

18
Io come spesso non contribuisco ma commento. Allora quelle antenne a qualcosa servivano i cavi rf da qualche parte sono perchè la gente porta via le apparecchiature mica trancia i cavi quindi basta cercare. Ma la domanda pragmatica è: tranne la curiosità che è umanissima che te ne frega? Vuoi mica farti la sala radio in questo posto da film horror (hi)? 
Condivido quanto letto prima, per il tipo di struttura sicuramente non c'era un radioamatore, sono antenne probabilmente per uso civile (per la frequenza dovresti misurarle e calcolare la mezz'onda,quarto d'onda,5 ottavi etc.) i dipoli visto che mi sembra sia una zona impervia per le comunicazioni di backup/emergenza sulle HF. Il traliccio booh...in ogni caso escludo utilizzi ludici vista la struttura.

19
Carmelo ottimo commento che condivido.
Il mio dire come sempre è stato frainteso e preso a scusa per andare OT. Si parlava di sigle (non chiamiamoli nominativi) non ho mai messo in dubbio la preparazione tecnica e il "rack" che può avere chi opera in 10/11mt ne critico. Anche io col president lincoln variavo da 26 a 30 Mhz ed ero 1ON.... 1PA.... etc limitatamente alla mia "piccola" Sigma VR6 mi son fatto 30 country ed ho mandato e ricevuto 30 qsl. Non è di questo che parlavo.
Ricordo,se ricordo bene, che per gli AT servivano almeno 30 country collegati e verificati ed il pagamento di una quota associativa. Ecco queste per me sono cose assurde e che esulano dallo spirito di chi fa radio in modo serio. Non esiste che per associarsi devo pagare e dimostrare che ham spirit è questo? Ma come sempre sono ancora OT...il discorso banale voleva essere che in DX fuori banda,vietato,ma l'ho fatto anche io e non giudico nessuno dire che sono 1ATXXX o che sono FalcoNero Alfa4 non cambia nulla. La qsl te la mandano e la mandi a prescindere di quanto dichiari come nome. L'appartenenza al gruppo non ti dava vantaggi in nessun senso se non il numerino quindi col senno del poi se si opera da pirati perchè di questo si parla "numerarsi" per appartenere al gruppo d'elitè o meno ha poco senso visto che quella sigla è praticamente inventata.
Quindi non vi infervorate non stavo denigrando l'attività in 10/11mt ma solo che sti finti nominativi non servono a nulla.

20
Non per fare sempre il solito rompiscatole. Il motivi a parer mio sono semplicemente due. Uno far finta di essere un radioamatore, il secondo più concepibile far parte di un gruppo, di una squadra di appassionati.
Il resto possiamo cucirci sopra quel che vogliamo ma ricordo che il CB autorizzato deve operare nei 40 canali assegnati ed è molto ma molto raro fare DX quindi deve andare fuori banda il che non sarebbe concesso quindi il discorso delle qsl si riduce di importanza. Altra considerazione cattivo? No dico le cose in modo che il neofita per quanto io possa,impari. Questi "nominativi" non hanno alcun valore legale ne in Italia ne nel resto del mondo quindi 1AT001 è equivalente a "cb sempronio" lo possono usare tutti e nessun può lamentarsi. Diverso è per il nominativo radioamatoriale che è univoco a livello mondiale ed è rilasciato dallo stato e riconosciuto ovunque. In due parole anche io posso inventarmi 1PS001 e nessuno può dirmi nulla. Riassumendo: utilità? Far finta di essere radioamatori e null'altro operando, spesso, fuori banda.

21
discussione libera / Re:Server dell power edge 850-installazione
« il: 18 Febbraio 2021, 17:37:10 »
Consiglio disinteressato ed OT. I Sistemi Operativi vanno in Inglese. Le traduzioni in Italiano uno non sono sempre corrette due se scarichi altri programmi magari non supportano l'italiano o lo supportano male. Io ormai da 20 e passa anni ho tutto in inglese, pc,mac,serverino,smartphone. Ripeto non è per far il figo ma spesso le traduzioni non sono accurate, fai prima ad imparare l'inglese che a sbatterti con fonemi tradotti male.

22
mi permetto di aggiungere che solitamente l'accordatore ha anche la lettura del ROS, quindi il rosmetro potrebbe essere tranquillamente escluso

'73
Luca
Giusto per informazione. Quando ero CB nel lontano 1990 il mio accordatore era uno zetagi basic. Aveva solo due manopoline niente rosmetro dimensione circa quanto un pacchetto di sigarette anzi meno largo ma parliamo proprio di modello super economico. Di rosmetro non avevo bisogno perchè il Lafayette lo aveva di suo cioè era incluso nel "baracchino". Ovviamente hai ragione, spendendo di più ci sono accordatori che hanno rosmetro incorporato ma era altra fascia di prezzo :-)

23
Dattero ha scritto tutto. Io son più logorroico allora il rosmetro serve a misurare il r.o.s o s.w.r (ovvio) quindi la misura va fatta all'uscita del RTX in modo che legga la il r.o.s. della linea accordata. Non ci sono circuiti bastano raccordi rg58/8 o quel che si preferisce possibilmente anzi vivamente consigliato stesso cavo che scende dal tetto. Quindi se scendi in rg58 inutile usare di meglio per due raccordini. Raccordo uno da RTX a Rosmetro,raccordo due da Rosmetro ad accordatore, dall'altra parte dell'accordatore attacchi il cavo d'antenna.
Attenzione che questi benevoli "accrocchi" creano delle perdite di segnale RF per ovvi motivi che a seconda della potenza possono essere significativi. Se parliamo della CB, ad esempio, che esce di 4/5W perdi e tanto.
Non solo i raccordi ma gli stessi accordatore e rosmetro hanno delle "perdite" sopratutto l'accordatore.
Allora a meno che non operi su diverse bande il mio consiglio è: collega il tutto per come detto ed accorda la "banda" che usi in modo da raggiungere un r.o.s decente. Raggiunto il desiderata, operando sulla stessa banda di avere il rosmetro non ti importa più. Collegherai quindi ad accordatura fatta l'RTX direttamente all'accordatore a quel punto "sintonizzato" con uscita verso l'antenna. Di leggere constantemente il r.o.s. non ha troppo senso se si opera su singola banda.

24
discussione libera / Re:Server dell power edge 850-installazione
« il: 17 Febbraio 2021, 08:41:59 »
Ciao Aquila, purtroppo quel bios specifico non lo conosco ma ad "occhio" mi sembra che essendo un server c'è qualche parametro che gli dice di partire (boot) via network. Per Server intendo una macchina come quella nata per fare il Server di conseguenza ha un bios diverso. Posso dirti due cose. La prima scarica il manuale del bios sicuramente si trova in rete in modo che l'ordine di boot sia quello che ti ho indicato prima. Bios di server sinceramente mai visti quindi nello specifico non posso dirti più di questo :-(

25
discussione libera / Re:Server dell power edge 850-installazione
« il: 15 Febbraio 2021, 12:16:24 »
Ho letto velocemente quindi perdonami. Parli di server ma cosa vuoi "servire"? FTP può andar bene.
Andiamo a ritroso. Per quello che vedo si un processore dual core a 2.80Ghz fa ancora il suo lavoro ma 2Gb di RAM son troppo pochi per un sistema Windows. Fra l'altro come "server" non ricordo esista una versione di Win7 Server bisognerebbe tornare ad altre versioni precedenti ma il che, come scritto potrebbe darti problemi con eventuali drivers.

Fra l'altro non ho letto le specifiche della scheda grafica ma non credo sia un granch+ in quanto nascendo come server per definizione la parte grafica è secondaria se non insignificante.

In ogni caso spengo gli entusiasmi anche e se configurare un server anche con interfaccia grafica non è banalissimo come si crede. No no.

Ancora indietro. Lato Bios non vedo queste grandi difficoltà. Entri ed imposti la priorità di boot dei device. Esempio CD-ROM primo, USB (se lo prevede), HDD. In questo modo se inserisci il CD di installazione (o la pennetta USB) parte da li per il processo di installazione del sistema operativo, dopo di che basta rimuovere CD/USB ed il PC parte da HDD. Non posso darti passaggi dettagliati perchè ogni PC ha il suo BIOS ma non è nulla di complicatissimo.

Andiamo al dunque.Se vuoi un Server l'unica via per quell'HW è una distro Linux più leggera possibile basata su Debian (poi son gusti) utilizzi la GUI per le conf. di base come la rete e le cose principali, in primis SSH. Fissa un'IP locale statico e poi entri in SSH da altro computer sul server.

I server girano su sistemi basati su Unix (Linux) quindi mi spiace dirtelo anche se non ne capisci molto e' l'unica soluzione per avere qualcosa che realmente funzioni. Scordati Windows con quella configurazione.

Detto questo che ti scoraggerà primo consiglio e' disabilitare dopo la conf. iniziale tutta la parte grafica, risparmi tanto in risorse sia di memoria che di processore.

Ovvio resterai in riga di comando via SSH e tu dici che ne so io come si fà? Bene voglio essere realistico non è facile ma siamo al 2021 su Internet trovi di tutto su come usare  Linux. Ovvio se vuoi avere il risultato in un giorno abbandona da subito l'idea, ma se ti appassioni come con le radio a poco a poco ci riesci.

Ci sono tutorial passo passo per installare FTP,WWW e molto altro...puoi anche fare copia ed incolla dei comandi presi dai siti.

Ripeto facile? Affatto manco per idea ma neanche impossibile. Anche io venivo da Windows ma con il tempo mi sono fatto un server, sito, blog, etc. Volere e potere.

Altre alternative? Se parli di server non ne vedo se parli di un computerino (con quelle caratteristiche lo è) metti una distro essenziale linux o winXP (fregandotene dei driver) e lo usi per posta e web, di più non si può fare.

73,
Pietro.

26
attività radioamatoriale / Re:QRZ Please! Ecco il mio nominativo!!!
« il: 07 Febbraio 2021, 11:41:09 »
Ok non c'è bisogno di innescare flame. Per prima cosa mi scuso con il collega la mia era solo una considerazione che brevemente spiegherò ma non mettevo in dubbio la validità del suo nominativo.
Oltre alle scuse devo la spiegazione del mio dire che è stato d'impulso.
La spiegazione è facile. In zona 2 i nominativi vengono assegnati in modo sequenziale quindi, ad esempio, io sono iu2dlc del 2014 un iu2 hkk (esempio) è più nuovo.
In altre regioni i criteri sono diversi. Ad esempio ho zio in zona 9 che ha TSC pur avendo la patente da 40 anni, altri hanno abc pur avendo preso ora la patente.
Il motivo sicuramente è questo nella diversità di assegnazione dei nominativi.
Chiedo venia.

Saluti,
Pietro.

27
Sezione Amministrativa / Re:Tassa radioamatori 2016
« il: 07 Febbraio 2021, 09:25:08 »
Son contento hai risolto e che sono stati onesti, cosa purtroppo ormai rara in Italia. Non è appunto per i 5 euro ma per il principio in se.
Scusa la diffidenza ma oltre a tener la ricevuta assicurati che te lo abbiano scritto via mail (certificata o meno non importa) i latini dicevano verba voltant scripta manent...se detto solo a voce non vorrei che magari anno prossimo cambia il dirigente è non ne sa nulla.
A pensar male a volte si prevengono le fregature :_)

28
attività radioamatoriale / Re:QRZ Please! Ecco il mio nominativo!!!
« il: 05 Febbraio 2021, 21:30:01 »
Fatemi capire siete divertenti...praticamente in zona 7 che sarebbe solo la Puglia siete arrivati a IU7 O...  cioè con la "O" non credi sia arrivata neanche la zona 2 che solo a MI e prov. fa 4 milioni di persone.... ergo o sono tavanate galattiche (come diceva 30 anni fa Ezio Greggio) oppure in Puglia sono tutti radioamatori da 0 a 100 anni :-)

29
Sezione Amministrativa / Re:Tassa radioamatori 2016
« il: 05 Febbraio 2021, 21:21:47 »
una domanda,, per chi ha pagato erroneamente 2 volte la tassa radioamatore c'è modo  di chiedere un rimborso o accredito ?
Domanda da un milione di dollari :-( Sinceramente non credo che la P.A. ti rimborserà mai, le vie da seguire potrebbero essere due chiami l'ispettorato, penso sia la cosa più ovvia, ma dubito ti diano risposta oppure....ma li ooops... se hai copia del doppio versamente l'anno prossimo potresti non pagare. Difficile avere una risposta in ogni caso amen 5 euro buttati non ci cambiano la vita. Comunque chiama loro, qui non credo nessuno ti sappia dire di più.

30
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 21 Gennaio 2021, 12:35:52 »
sul gd77 so benissimo che c'è il vfo perche possego anche io quella radio....a me interessava sapere se ci fosse anche sul baofeng in quanto è una radio che interessa ad un amico e mi ha chiesto questa cosa.
poi sull'utilizzo che ne voglia fare non mi interessa
Non ho una risposta al 100% non possedendolo ti potrei consigliare di vedere qualche video su YouTube forse fai prima che aspettare risposta qui :-)

31
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 21 Gennaio 2021, 05:11:23 »
Ciao forse non sarò di aiuto ma penso di si essendo la radio in oggetto praticamente identica al GD77 che posseggo.Allora se parliamo del VFO classico cioè la manopolina no queste radio quasi tutte quelle compatte non ce l'anno ma il VFO c'è, ci mancherebbe solo che viene usato con i tasti frecciolina su/giù dopo aver col tasto rosso (tipo quello chiusura chiamata dei cellulari) lo shift fra modalità analogica e DMR ed ovviamente uscendo dalla memoria ove i tasti servono per navigare fra i canali.
Ora son le 5 del mattino non ho fatto troppe prove ma funziona. Ovviamente a seconda dello step che hai impostato nei menù. Unica perplessità mi mostra due righe RX/TX con le stesse frequenza non so quindi se ha la possibilità di avere dual watch cioè di selezionare una freq. VHF su prima linea ed una UHF sulla seconda....forse si, forse no sinceramente non so ma direi di si magari devo toccare qualche tasto. Son relativamente poco preciso perchè sinceramente il VFO sulle radioline l'avrò usato un paio di volte in 6 anni.
Nel 99% dei casi memorizzo i ponti sia analogici che DMR via computer, il VFO alla fine può servirmi quelle due volte che magari in simplex analogica devo parlare con qualche amico ma nel mio caso sono eventi più unici che rari. In ogni caso le frequenze le immetti via tastiera in 2 secondi, se vuoi fare l'ascoltone (non ce nulla di male) scrivi la prima frequenza e fai partire la scansione. Insomma il VFO c'è ma la sua utilità e fin troppo marginaria a mio avviso.

32
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 10 Gennaio 2021, 08:16:12 »
Ciao e grazie per la risposta!
No, i dtmf mi servono in analogico, ma non inseriti manualmente sulla radio, ma come bot o eot, cioè in automatico [emoji2][emoji2]

inviato Redmi Note 8 Pro using rogerKapp mobile


Non so aiutarti allora e non so se è problema del FW. Sinceramente la memorizzazione dell'invio di una serie di dtmf l'ho utilizzata solo sui cellulari per accedere chessò al conto bancario o altro, mettendo pause etc. evitando quindi di aspettare gli step della voce guida. Su radio mai avuto necessità ne so se può fare a prescindere dal modello. Sicuramente qualcuno ne sa più di me :-)

33
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 09 Gennaio 2021, 05:42:49 »
Beh Aquila ovviamente ognuno ha le sue necessità ci mancherebbe.
La storia della potenza dovrei controllare non apro il programma da tempo.
Ah ma sicuramente lo sai con il fw modificato serve il CPS modificato non quello originale.
Personalmente manco pagato torno all'originale, vuoi mettere la comodità di inserire il TG direttamente da tastiera? Cosa impossibile con il FW originale tanto è che avevo il codeplug con un contacts per ogni TG di un ripetitore...in pratica da uscire pazzi. Se nel qso mi dicevano spostamioci sul TGxxx se ero a casa dovevo accendere il PC e programmarmi un'altro contacts se ero per strada impossibile. Davanti a questa comodità poco mi importa se da canale a canale devo premere un tastino per regolare la potenza.
Comunque sono curioso.I DTMF hanno senso in analogico magari per comandare un ponte ed ho appena provato e in analogico funzionano sul mio gd77 quindi mi chiedo in DMR a cosa possano servire.

34
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 08 Gennaio 2021, 12:53:50 »
Sul firmware gd77 open e relativo cps ho notato una serie di problematiche o mancanze su cui mi piacerebbe confrontarmi:
Assenza possibilità inserire dtmf
Assenza Roger beep
Potenza non programmabile dal cps, per cui ogni canale di default sta a 1w, se la si imposta manualmente alla max potenza, spegnendo e accendendo si perde la memoria

inviato Redmi Note 8 Pro using rogerKapp mobile



Beh non ho notato perchè seno funzioni che non uso. Mai usato i dtmf in radio ne analogica ne digitale. Capisco ognuno ha le sue esigenze ma per me mai sentito il bisogno.
Idem per il roger beep. In digitale basta vedere quando sparisce il nominativo a display per capire che dall'altra parte ha lasciato la portante. Direi utilità molto relativa.
Sul discorso potenza penso che la scelta del programmatore di resettare all'accenzione su 1W sia saggia. Non sempre il ponte necessita dei 5W magari se sei in posizione migliore ti basta quel watt che comunque con la pressione di un tastino puoi aumentare a tuo piacimento. Penso meglio partire dal basso per andare in alto che non partire sparati di 5W quando non servono...a tutta salute della durata batteria.
Insomma mi sembra cercare il pelo nell'uovo. Gli sviluppatori di qualsiasi tipo non possono colmare le preferenze dei singoli ma ricevendo i feedback sviluppano per le masse. E' così sia per radio, computer, smartphone etc.

35
discussione libera / Re:Neopatentato in cerca di consigli
« il: 07 Gennaio 2021, 08:52:27 »
Fox la penso esattamente come te. Paradossalmente da CB/Pirata 30 anni fa avevo un palo a tetto con VR6 e mi son girato mezzo mondo in 10/11mt. ma vero è che c'era una propagazione da paura cosa che oggi non c'è. Nelle condizioni attuali non potendo andare a tetto anche la loop magnetica dove la metto sul davanzale del balconcino? Dubito riuscirei ad andare fuori regione. In ogni caso neanche l'apparato HF ho quindi il gioco nel mio caso non vale la candela.
Purtroppo io sono come te..bianco o nero. O le cose le faccio bene o non le faccio proprio. Ovviamente poi dipende dai gusti. Come sempre detto anche potendo, essendoci passato, non sono amante del DX ho già dato. Se ci mettiamo le complicazioni logistiche, non se ne parla proprio.
Mi accontento dell'antennino sullo stendino, dei ponti locali e del DMR. Questo posso fare e non nego che per quelle poche volte che accendo la radio mi piace pure :-)

36
discussione libera / Re:Neopatentato in cerca di consigli
« il: 06 Gennaio 2021, 23:32:42 »
Scusate ragazzi però non si può sempre fare tutto facile. A prescindere dello scarso rendimento del "filo" sul quale per accontentarsi e vabbè ma bisogna vedere il tutto. Io ad esempio sono in un terzo piano di un condominio quindi a prescindere che oltre una decina di metri non potrei scendere per ovvi limiti d'altezza ma sopratutto l'hobby e mio non sarebbe giusto che la signora del secondo e primo piano vedano "la corda calata" questo significa andarsi a cercare la lite perchè esula il diritto d'antenna.

Mi è invece piaciuta molto la soluzione proposta dal collega cioè quell'antenna verticale multibanda da 1.65 che si aggancia con la staffa al balcone ma anche ,come nel mio caso, alla balaustra di marmo. Ecco quella inclinandola un pò verso l'esterno non darebbe fastidio a nessuno per le dimensioni. Logico ci sarebbero egualmente lamentele dal condominio ma sarebbe da vedere.

Altre soluzioni per chi abita in condominio e non può/vuole andare a tetto sinceramente non credo ce ne siano a meno della loop magnetica che però costa un botto.

37
discussione libera / Re:Neopatentato in cerca di consigli
« il: 04 Gennaio 2021, 14:08:01 »
Beh Patrizio ti credo ma andare in giro con quasi 2mt di antenna non sarebbe per me il massimo poi ti devi fermare perchè in movimento dubito fra fading etc. che fai tanto. Ma ognuno si diverte a modo suo ..hi :-)

38
discussione libera / Re:Neopatentato in cerca di consigli
« il: 04 Gennaio 2021, 13:48:57 »
Fare HF con un veicolare quanto può essere utile ? Esistono antenne veicolari per gli 80m o anche 40m (non parlo nemmeno dei 160) ??

inviato Redmi S2 using rogerKapp mobile



Sorrido, 80mt lamba/2 40mt, 1/4 son 20mt....forse esiste qualcosa di ipercaricato ma ci scommetto che con 50W ha la portata di un UHF :-)

39
discussione libera / Re:Neopatentato in cerca di consigli
« il: 04 Gennaio 2021, 08:44:24 »
Io faccio una considerazione che dovrebbe essere scontata. Se mi parli di stazione fissa è una cosa, mobile un'altra. Allora nelle HF vale 80 l'antenna e 20 la radio. In due parole in auto in HF ci fai nulla a meno che quando hai tempo sali in montagna e provi da li ma comunque sempre con risultati risicati.
Quindi se pensi che installerai antenne a casa un quadri banda veicolare che però abbia vhf/uhf può essere la soluzione perchè lo utilizzeresti in v/u tranquillamente dall'auto sui ponti locali e poi quando sarà lo monti a casa alle antenne per le HF ed hai la stazione fissa.
Qualora non hai intenzione di montare a casa antenne, personalmente per l'auto mi rivolgerei ad un bibanda e stop a massimo ad uno con uno dei modi digitali attuali ma non hf.
Per quanto riguarda le cinesi io mi ci son sempre trovato bene.
Saluti,
Pietro.

40
discussione libera / Re:Le strane "palle" sulle imbarcazioni
« il: 03 Gennaio 2021, 14:21:27 »
Forse fate meglio a dare un'occhiata qui:
https://en.wikipedia.org/wiki/Radome

73 Maurizio

Grazie Maurizio, spiegazione su Wiki molto esauriente ora perchè si spiega perchè ce ne sono alcuni piccolini altri immensi.
Alla fine sono semplicemente dei contenitori pe radar ed antenne satellitari che permettono di proteggere le installazioni dagli eventi atmosferici, proteggere il personale che vi opera nei paraggi, celare (in ambito militare) tecnologie che devon restare segrete. Ora è fecile :-)

41
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 03 Gennaio 2021, 14:08:45 »
Ciao Pietro, ti ringrazio, il set che hai visto nel video è quello che utilizzo per andare in onda in remoto sulla mia radio broadcast (sono anche speaker, mi hai sgamato HI). Utilizzo un Takstar SM18 come microfono ed è processato da un DBX 286A; il mixer è un semplice behringer X1204. Tornando al discorso Hotspot, il video voleva essere solo una dimostrazione del suo utilizzo in tale modalità che potrebbe tornar utile a chi, come me, non ha ponti connessi a BM in zona ma solo IT-DMR e collegandolo ad antenna esterna con 2/3w potrebbe servire l’intero paese andando in giro con la radio. In casa ovviamente utilizzo HS mmdvm con i suoi milliwatts.

Saluti
Giuseppe


inviato iPhone using rogerKapp mobile
Beh ti ho sgamato si, ma non solo dagli apparati ma dallo stile proprio dello speaker radiofonico professionista.
Tornando alle radio si. Ovviamente ognuno ha le sue possibilità ed esigenze. Io da qui col GD77 e un'antenna da auto messa sul balconcino transito in BreindMaster senza problemi. Transiterei anche su IT-DMR e DMR Italia ma io ormai da anni per principio uso solo BM. La chiamo protesta contro la frammentazione in IT delle reti DMR.
In ogni caso in tutta comodità, come ti dicevo ho la Internet Radio, ed un SW che va diretto in BM. La gente storce il naso ma per cosa? La internet radio si collega al router wifi ne più ne meno alla stessa distanza ove dovrei posezionare rasp e hotspot quindi alla fine la tratta RF sarebbe sempre quel metro di distanza :-)
La comodità è che avendo anche connessione 3g/4g nella pratica in movimento è come portarsi dietro: una radio dmr+ gd77+ raspberry+ chiavetta per connettere rasp alla rete cellulare+ batteria...invece ho tutto in uno :-)

42
discussione libera / Re:Le strane "palle" sulle imbarcazioni
« il: 03 Gennaio 2021, 13:55:15 »
Giusto Lake ma per il diporto si ho visto queste piccoline...ma tipo sulle navi da criociera ce ne sono di piccole così ma anche di 1mt di diametro.

43
discussione libera / Re:Le strane "palle" sulle imbarcazioni
« il: 03 Gennaio 2021, 12:58:21 »
Ha senso allora come un contenitore di qualsiasi antenna per proteggerla dalla salsedine :-)

44
discussione libera / Re:Le strane "palle" sulle imbarcazioni
« il: 03 Gennaio 2021, 12:10:47 »
Grazie della velocità Abusivo però vedi che il mistero si infittisce almento per me...queste navi in più sopra hanno il radar quello lo riconosco perchè è quel coso che gira in continuazione. E poi spesso son più di una...per una posso ipotizzare chessò il telefono satellitare...aspettiamo altre notizie :-)

45
discussione libera / Le strane "palle" sulle imbarcazioni
« il: 03 Gennaio 2021, 12:03:18 »
Ciao amici io sono curioso ed aggiungo ignorante di mio. Fra l'altro non saprei dove cercare ma a questa mia curiosità sono sicuro che in molti di voi sapranno rispondere.
Allora sui natanti dagli yacht,navi trasporto,crociera di guerra si vedono in cima una serie di "palle" spesso di dimensioni diverse.
Ho fatto caso che tranne in pochi altri posti (ma molto più grand nei film le ho visto anche in installazioni di terra) si vede questa quantità.
Ora io ovviamente ipotizzo che siano antenne ma non so rx/x satellitari, gps o altre frequenze visto che sono più di una.
Inoltre che tipo di antenna è? Insomma non e' direttiva, verticale..boh.
Son curioso :-)
73,
Pietro.

46
ricetrasmettitori cinesi / Re:Baofeng DM1801 (recensione)
« il: 03 Gennaio 2021, 10:00:38 »
Bravo Giueppe e grazie. Io ho il GD-77 quindi cose che comunque sapevo. Sinceramente (ma discorso generale e personale) pur abendo un Pi2 in standby che potrei usare, nel mio caso non ho valore aggiunto a fare hotspot e per cosa? Insomma dovrei dedicare un pi2,comprare gd77/1801 ed in più ovviamente altra radio dmr per fare tx sull'hotspot. Insomma non mi sembre, sperimentazione a parte, il max della comodità e neanche tanto economica cosa. Lato RF io con la sola radio riesco a transitare su rpt BM abbastanza bene, per evitare tutti sti giretti ho preso pure una inrico t320 e praticamente vado ovunque via wifi/4G con un'unico portatile senza bisogno d hotsbot e due radio dmr.
Ma dipende da ognuno di noi.
Volevo comunque farti i complimenti perchè si vede che sei un professionista, sia dal microfono che usi, ho intravisto il mixer ma soprattutto dalla spontaneità e dallo stile di speaker.
Bravo Giuseppe,
Buon Annno,
Pietro.

47
Grazie Rick, infatti come da anni pagherò via bonifico.
Buon Anno anche a te,
Saluti,
Pietro.

48
attività radioamatoriale / Tassa radiomatoriale...mi porto avanti
« il: 01 Gennaio 2021, 12:10:12 »
Scusate ma per il 2021 visto che ci siamo, l'importo e le modalità sono le stesse del 2020?
Grazie,
Pietro.

49
discussione libera / Re:l'innovazione "per decreto legge"
« il: 29 Dicembre 2020, 07:15:21 »
Si me l'avevo detto mio padre ed io sinceramente non ci ho creduto.
Una cosa che non ho capito è lo switch off delle broadcast fm analogico è una cosa e hanno detto  che ci sarà ma non a fine anno ma più avanti. In questo scenario tutti i ricevitori analogici non funzioneranno più quindi cellulari,il bafeng,le radio fm a casa e le autoradio. E fino a qui. Ma come fai a dire solo i cellulari? Ok puoi vietarne il commercio di nuovi se non hanno il dab ma per i vecchi come fare?
Ci vorrebbe un'aggiornamento firmware via OTA specifico per ogni modello di tutte le marchè. E voi credete che il numero di modelli che esistono di lg,samsung,huawei,nokia i produttori lavorino su centinaia di firmware per assecondare l'Italietta?
Secondo me per i vecchi all'italia risponderanno con il pernacchione questo poco ma sicuro.
E tecnicamente possibile ma praticamente impossibile.
Inoltre non capisco che senso ha vietarlo solo sui cellulari e lasciarlo attivo su altri dispositivi..mah che fastidio gli da.
Fra l'altro vorrei vedere in quanti ascoltano le fm su cellulare. Io ne ho uno da 1 anno con quella funzione e ho aperto l'app radio solo una volta in 12 mesi.
Chissà.

50
discussione libera / Re:Associazioni radioamatoriali.
« il: 11 Dicembre 2020, 21:11:53 »
scusami se te lo chiedo ,ma le qsl si usano solo in hf??


In VHF/UHF io uso o il gommino o un' antenna da BM voglio dire che di "diretta" ne faccio zero. Non avrebbe senso mandare la qsl all'amico in lombardia o anche in capo al mondo con i modi digitali.
Poi ovviamente mica è vietato :-)

51
modi digitali / Re:DMR O C4FM?
« il: 11 Dicembre 2020, 13:00:26 »
Beh Tuscania ha ragione dal mio punto di vista.
Premessa non sono affatto di quelli che ho fai le HF con la direttiva e 100 qsl non sei radioamatore sono l'opposto contrario.Neanche dico che la radio è solo "analogica" ben vengano i modi di emissione digitale ma un minimo di voglia di sperimentare ci dovrebbe essere in ognuno di noi. Con questo non "svaluto" il C4FM che ho usato per almeno 2 anni e con il quale mi sono trovato bene ma come i bambino lo spirito del radioamatore lo porta a cambiare "giocattolo" e sperimentare, anche se a questi livelli è più informatica che rf, cose nuove.

52
discussione libera / Re:Associazioni radioamatoriali.
« il: 11 Dicembre 2020, 10:10:15 »
Personalmente no mai fatto parte di associazioni e non credo mai ne farò. Ovviamente dipende poi dipende da altre variabili. Un novizio prima dell'esame può trovar giovamento ai corsi di preparazione all'esame. Nel mio caso essendo patentato da anni, non servendomi il bureaou per le qsl visto che non faccio attività HF, non servendomi assicurazione per antenna, associarmi ad A o B non mi darebbe nessun valore aggiunto. Per fare che tavolino? Dal lato tecnico c'è Internet e tutte le info le trovo sul web quindi cosa è na riunione di condominio? Naaa manco a quelle vado.
Ma ripeto sono consideranzioni strettamente personali.

53
modi digitali / Re:DMR O C4FM?
« il: 03 Dicembre 2020, 17:26:16 »
Sarei curioso di sapere che tipo di difficoltà hanno trovato nel programmare una radio C4FM, oltre ad inserire il proprio nominativo, impostare il ponte ed il modo di emissione, non c'è da fare altro
Si in effetti è banale. Entrata e shift poi premi DX se vuoi andare in Wires X (ovviamente prima memorizzare nominativo) direi più facile di così il resto si sperimenta. Lato DMR ci vuole un po' più di pazienza.

54
modi digitali / Re:DMR O C4FM?
« il: 03 Dicembre 2020, 17:19:41 »
Il C4FM è decisamente più semplice del DMR ma detto cosi' è poco tecnica la cosa. Il C4FM è un modo di emissione alla pari di FM,AM,SSB,CW etc. significa che tendenzialmente in C4FM t fai la diretta con altro amico anche in isofrequenza. Il Wires-X è il sistema che appoggiandosi a server e connessioni internet permette agli utenti c4fm di parlare con il mondo. Non è difficile ovvio non e' immediato come mettere entrata/uscita/tono. Ma è abbastanza "maneggevole" rispetto al DMR ove devi crearti un codeplug il che non e' affatto facile servono conoscenze informatiche ma sopratutto del sistema stesso.
A livello di qualità voce si equivalgono il vantaggio del DMR è che ha 2 timeslot quindi su uno stesso ripetitore 2 flussi voce possono essere veicolati cosa che purtroppo il Wires-X non permette.
Ovviamente parlo perchè ho avuto Yaesu C4FM ed adesso DMR.
La FT1D pagata 320 euro il DMR pagato 80 euro e scusate ma la differenza è tanta.
Le room sono comunque interconnesse fra i 2 sistemi almeno quelle principali.
Cosa dire sono entrambi ottimi standard digitali. Per Yaesu (c4fm) ci stà facilità d'uso ma di contro costo della radio eccessivo. Lato DMR secondo me una duttilità maggiore stesse interconnessioni anche con wires-x ma di sicuro non e' di immediato uso. Bisogna studiare e neanche poco per riuscir a personalizzare il codeplug ma oltre al piacere di sperimentare essendo standard aperto trovi radio fm/dmr appunto a 80 euro contro il prezzo quasi triplo delle yaesu c4fm. A voi la scelta :-)

55
attività radioamatoriale / Re:FTTC fibra ottica e addio radio
« il: 16 Ottobre 2020, 11:31:00 »
non è proprio così: https://misurainternet.it/

se veramente ci sono molte interferenze in HF è probabile che ci sia qualche apparato periferico che ha dei malfunzionamenti.

sarei interessato anche io a vedere i cavi "misti" fibra ottica - rame.
Kz non ci sono cavi misti fibra/rame. Viene chiamata in quel modo la tipologia di connessione. La dico facile. Il tuo il mio palazzo,casa,villa ha un doppino in rame che si collega ad una cabina di distribuzione alla quale arrivavano i multicoppia dalla centrale telefonica. Cavi da 100 coppie (esempio) provenienti dalla centrale (in rame) che nella cabina periferica distribuivano le coppie per 100 utenze. Semplice :-) Adesso sulla stessa cabina che smista le 100 coppie/utenze invece arriva un cavo solo in fibra ottica dalla centrale che si installa fisicamente proprio sopra la vecchia cabina anni 70, viene chiamato DSLAM non fa altro che demodulare i segnali aggregati (parlo semplice) della fibra ottica proveniente dalla centrale in quei 100 segnali analogici che prima viaggiavano sul multicoppia. Il vantaggio è costruttivo: con un cavo in fibra ottica veicoli migliaia di "coppie" ma anche qualitativo perchè il segnale ottico arriva iperveloce e senza attenuazioni alla cabina. Da li demodulato con il DSLAM viene patchata un'uscita X sulla tua vecchia permutazione. Da li in poi il tutto ritorna analogico come negli anni 70 ma con il vantaggio che ora il segnale analogico compie meno strada e quindi subisce meno attenuazioni e può quindi veicolare una portante VDSL in modo più performante. Semplice :-)

56
attività radioamatoriale / Re:FTTC fibra ottica e addio radio
« il: 16 Ottobre 2020, 11:08:22 »
Sinceramente non pensavo che il cavo della fibra ottica era rame misto a fibra....
Brian ha dato spiegazione esaustiva. In due parole come sempre ci "fregano" te la vendono come fibra ottica ma in effetti se la vogliamo dire con i "disegnini" è la centrale che si "avvicina" a te ma nelle FTTC tu la fibra ottica non ce l'hai (come me). Il discorso è che essendo generalmente il cabinet più vicino della centrale la tratta in rame è inferiore e quindi è possibile anche su vecchi doppini telefonici avere la VDSL che proprio per il minor traggitto e quindi attenuazione risulta più performante dell'ADSL che invece arriva direttamente in centrale e quindi percorre più strada e con più attenuazione quindi performance decisamente inferiori.
Il discorso si complica perchè anche nel caso di FTTC dipende quanto sei lontano dalla cabina di distribuzione ove installato il DSLAM (convertitore da segnale ottico ad analogico) se sei nel raggio dei 200mt probabile che anche in rame vicino ai 100mbps arrivi ma se già son 300/400mt allora malgrado tu paghi per 100mbps potresti a stento arrivare a 50. Gli operatori si tutelano sempre dicendo che niente è garantito. Potrei dire altro ma per non andare OT il solo fatto che a seconda della distanza le performance sono totalmente diverse significa che il segnale che tu sia a 100 o 500mt è identico dico quello trasmesso sul doppino. Se si considera che il doppino passa fra canaline,corrugati,muri è ragionevole pensare che non possa di suo disturbare fino a quando non arriva a casa tua. Vero i doppini telefonici non sono schermati ma twistati per ridurre le interferenze...forse e dico forse il problema potrebbe nascere se nella stessa canalina passa cavo telefonico e cavo di antenna radio (rg58 e assimilabili) ma nel caso contrario io, pur non mettendo in dubbio i colleghi, dubito che possa disturbare le nostre comunicazioni radio. Il caso di FTTH è diverso ed immune in quanto portano a casa un cavo in fibra ottica cioè che trasmette solo "luce" al suo interno fino al modem quindi impossibile che interferisca sulla parte RF.

57
attività radioamatoriale / Re:FTTC fibra ottica e addio radio
« il: 16 Ottobre 2020, 09:14:12 »
Bho riprovero' con l'817 a farmi un giro cercando la causa ma mi pare che siano in molti ad avere lo stesso problema , provero' a staccare l'interruttore generale della casa , per fortuna non sono in un condominio.
Con l'mfj riesco a sentire qualcosa ma sempre poco




La cosa più semplice, ma sicuramente l'avrai fatta, è staccare l'rj che dalla presa telefono arriva al router e spegnere anche il router stesso scollegandolo anche dal suo alimentatore. In caso di permanenza delle interferenze stacchi il generale della casa ...ma a quel punto se parli di un HF come lo alimenti? Hi. Insomma andare per esclusione :-)

58
attività radioamatoriale / Re:FTTC fibra ottica e addio radio
« il: 16 Ottobre 2020, 02:09:14 »
Penso come detto da altri che la FTTC non sia quella che crea il qrm. Per prima cosa questa tecnologia che chiamano "Fibra" è rame misto fibra quindi come detto la fibra arriva al cabinet. Dal cabinet in poi viaggia sul doppino telefonico tradizionale in VDSL evoluzione dell'ADSL. Le potenze e tensioni sono quelle della normale linea telefonica analogica di 50 anni fa. Se la tua teoria fosse vera allora chiunque avesse una linea fissa da sempre avrebbe disturbi ma non è così. Inoltre ricordiamoci che il doppino praticamente dalla cabina alla presa telefonica è murato ed intubato quindi impossibile che possa emettere RF udibile. L'unica tratta visibile è la connessione rj45 da presa a router ma parliamo di un metro di cavo.Personalmente mai avuto"interferenze". E' più probabile che sia qualche alimentatore in casa o qualche vicino che ha dispostivi "strani" (baby monitor,etc). Mai sentito di problema simile quindi indagherei su altri fronti piuttosto che col gestore/mise.

59
Radio Ascolto / Re:Ascolti insoliti
« il: 10 Ottobre 2020, 08:03:03 »
Sono quei segnali misteriosi. Di certo è che non è un baby monitor. Servono per monitorare da una stanza all'altra di un'appartamento non hanno antenne esterne quindi la loro copertura giustamente è molto limitata, vuoi per privacy vuoi perchè sennò pregiudicherebbe il funzionamento di altri utenti nella stesso condominio/area. Son LPD low power device ora se escono con 10mw non avendome mai visto uno tranne che nei film, non saprei ma di sicuro sono lpd perchè neanche serve alcun tipo di licenza/tassa per averli.
Microspie beh anche li ho dei dubbi. Sicuramente sono più potenti dei baby monitor ma come si vede nei film le ff.oo sono con furgone posto sotto casa dell'intercettato ergo non hanno grandi potenze anche perchè lo dice la stessa parola "micro" mica ci puoi metter dentro un tx da watt saranno al max 100mw senno non sarebbero "micro" :-)
Un segnale che copre un'intera città o provincia deve per forza essere in antenna esterna e con potenze di Watt non di mw.
Il problema è molto simile a lunghi thread su insolito segnale a cavallo di due canali PMR quindi sulle UHF. Ne ho/abbiamo parlato per mesi, si sentiva (adesso sinceramente non accendo la radio da mesi) addirittura in tutta lombardia arrivando fino al veneto. C'è pure chi ha proposto la caccia al segnale..non so se andata in porto. Alla fine il mistero non si è svelato le conclusioni più plausibili sono state che era un telecontrollo o per macchine agricole o una telelettura di enti come acquedotti,etc. anche in quel caso segnale digitale 24 ore su 24. Non ci si riesce ad individuare la fonte perchè anche con la triangolazione arrivi ad un'area circoscritta si ma relativamente ampia, non si ha poi ovviamente la possibilità di guardare tutte le antenne e chiedere alla gente a cosa servono. E parliamo di uhf, sui 40mhz beh la copertura è maggiore quindi l'area triangolata risulta ancora più grande. In due parole impossibile capire cosa sia quindi curiosità lecita e fenomeno strano ma non credo ci sarà mai una risposta. Fra l'altro in uhf effettivamente la storia è venuta a galla perchè il segnale spuriava su due canali PMR rendendoli in alcune zone inutilizzabili, suoi 40mhz direi che non disturba nessuno :-)

60
LPD - PMR - SRD / Re:CANALE 7 - 19 PMR FMMONTANO
« il: 05 Settembre 2020, 14:29:58 »
Fiorello pensi che sia cambiato qualcosa? Naa in radio come sul Forum da fine 2014 ad oggi..ben 6 anni la solita gente. Poi dicono che passa il piacere ...e ci credo.

Pagine: [1] 2 ... 60