Autore Topic: Costruisco un'antenna a 3/4 d'onda, così mi rilasso un po'  (Letto 422 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 1vr005

  • 1RGK105
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3617
  • Applausi 36
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Oggi sono a casa e non mi passa mai, e quindi ho deciso di realizzare un'antenna a 3/4 d'onda che ho simulato nei giorni scorsi.
Poiché le simulazioni indicano pattern poco attraenti e mi serve solo per provarla per qualche ora in casa e nei paraggi e non sarà mai istallata permanentemente, posso utilizzare materiali non del tutto idonei a impieghi duraturi all'aperto con esposizione a pioggia, neve, vento, gelo e uccelli.

Queste sono le misure: si tratta di uno stilo verticale di 52,2 cm in filo elettrico a treccia e tre radiali orizzontali spaziati di 120 gradi fra loro, e la frequenza di riferimento è di 433.5 Mhz, molto comoda perché è la frequenza di chiamata da mobile in UHF per i radioamatori e un canale LPD legittimo.



Questa è la simulazione MMANA. Immetto il progetto come immagine perché a quanto vedo in anteprima incollando il testo del file l'incolonnamento non esce corretto nel forum.



Vista l'intenzione di non sprecare materiali per quest'antenna di scarso interesse non ho realizzato né lo stilo né i radiali in tubo di alluminio. Questi ultimi sono fatti utilizzando i cimini in qualche lega ferrosa ma saldabile a stagno di un ombrello pieghevole cinese da due euro che a suo tempo non ho buttato apposta per usarne in qualche modo i pezzi.
Ho forato alla base in modo passante un blocchetto di materiale plastico non molto meglio identificato, allargando poi il foro da un lato per farci passare il connettore da pannello SO-239 e di meno il lato opposto per infilarci un tubo di plastica da 8 mm. L'antenna quindi è una specie di canna da pesca per i 70 cm.
Per i radiali, ho realizzato un anello di diametro di circa 17 mm di filo metallico preso dall'ombrello e ci ho saldato a stagno i radiali. Poi inserendo e avvitando l'SO-239 questo preme l'anello e i radiali contro il blocchetto e tiene tutto in posizione.
Vi risparmio la foto del lavoro finito perché è una schifezza e sono pure in controluce ma a prima vista sembra un modello di 5/8 per i 27 Mhz.

La simulazione in MMANA produce questi risultati in free space, ma potete riprodurveli in un attimo.



Per le antenne V e U di solito modello 1 lambda e 140 cm da terra. Salto 1 lambda da terra, che per questa banda non è molto utile visto che qualsiasi cavalletto permette di stare più in alto, e vediamo i 140 cm.



Possiamo osservare che, come atteso, il pattern non è certo gradevole per contatti non-satellitari (mentre per qualche passaggio satellitare non troppo alto potrebbe andare bene). Abbiamo 0.6 dBi di guadagno a 5 gradi e tutti i guadagni ai bassi angoli, diciamo sotto i 10 gradi, sono scarsi o anche negativi.

Orbene, al momento ho l'antenna in casa su tubo di plastica retto da cavalletto con punto di alimentazione a 140 cm dal pavimento Con poche sforbiciate allo stilo è andata a 1,1 dove previsto, e la prima sensazione è di evidente sordaggine. Per esempio, non sento bene il Link Nazionale Cisar dalla Marmolada in 431.3375 (qrb 48 km circa) che ascolto anche col gommino dei portatili. Ci farò qualche prova, confrontandola con una banale ground plane, magari andando fuori in qualche punto più aperto di dove sto io, e riferirò cosa ne esce. Ma alcune simulazioni che ho effettuato ieri indicano che già una semplice ground plane tipo la vecchia cb Skylab / Gp80 (e l'attuale Starduster) è preferibile a tutte le altezze dal suolo rispetto a una 3/4 d'onda ai bassi angoli.
Un aspetto interessante è che dà stazionarie attorno a 3 in 145 Mhz e quindi per brevissime attività come rispondere a un corrispondente e chiedergli di passare in 70 cm è utilizzabile anche in 2 metri. Non posso dire molto di più perché il mio nanoVNA è di traverso nel canale di Suez e non si sa quando arriverà.
Nulla vieta, naturalmente, di riscalare il progetto per altra banda, dare una bottarella di ottimizzazione, e vedere come si comporta altrove.
« Ultima modifica: 30 Marzo 2021, 11:25:11 da 1vr005 »


Offline 1vr005

  • 1RGK105
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3617
  • Applausi 36
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Costruisco un'antenna a 3/4 d'onda, così mi rilasso un po'
« Risposta #1 il: 30 Marzo 2021, 13:14:13 »
Confronto al volo con semplice ground plane in barra filettata di ottone con 4 radiali.
Ascolto sul Link Nazionale Cisar Marmolada 431.3375 FM. Stesso supporto, stessa altezza del punto di alimentazione (137 cm), stesso cavo coassiale.
3/4 d'onda: 2 tacche di s-meter di Yaesu FT-7900
GP: 4 tacche.
In questo caso la 3/4 lambda pur essendo molto più grande è stracciata dalla GP.

Ed ecco una possibile spiegazione del risultato: la differenza di radiation pattern ai bassi angoli, con la 3/4 che spara tutto verso il cielo. Non ho per le mani un modello MMANA della GP nella forma che ho utilizzato, ma ne ho uno ragionevolmente simile, relativo a una realizzazione con radiali inclinati a 120 gradi tipo Skylab / GP80 / Starduster. In nero la ground plane e in rosso la 3/4.



È plausibile che il ripetitore mi arrivi da un basso angolo, prossimo a quello di massima differenza fra le due antenne.
« Ultima modifica: 30 Marzo 2021, 13:34:17 da 1vr005 »

Offline Maurizio Angelini

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 66
  • Applausi 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: Maurizio
Re:Costruisco un'antenna a 3/4 d'onda, così mi rilasso un po'
« Risposta #2 il: 30 Marzo 2021, 13:58:00 »
A volte (il più delle volte) le cose semplici sono quelle che danno più soddisfazione.
Magari,progetti realizzati con materiale dormiente nei cassetti,è da libidine.
..."ntu culu au commercio"


Offline eurodani

  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 2859
  • Applausi 20
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 233KW1
Re:Costruisco un'antenna a 3/4 d'onda, così mi rilasso un po'
« Risposta #3 il: 30 Marzo 2021, 20:44:16 »
Questo dimostra che avere una maggior "area di cattura" non sempre è vantaggioso. Dipende dall uso che se ne fa. Di certo una 3/4 lambda non è adatta ad un uso "terrestre".
« Ultima modifica: 30 Marzo 2021, 20:50:34 da eurodani »
233KW1 - Daniele - Romania

Transceiver: Icom IC-7700 or Kenwood TS-950SDX
CB Antenna: Long-Yagi LFA 4 elem. @ 15mt tower
Amplifier: OM3500HF

Offline 165RGK591

  • 165RGK591
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 1226
  • Applausi 87
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • E-mail
  • Nominativo: 165rgk591
Re:Costruisco un'antenna a 3/4 d'onda, così mi rilasso un po'
« Risposta #4 il: 31 Marzo 2021, 10:26:52 »
A quelle frequenze è molto facile vedere installazioni con cortine di dipoli in verticale, le cosidette collineari, per restringere di proposito il lobo verticale ed indirizzarlo con l'adeguata elevazione.
73.
stazione Archimede operatore Paolo in Cagliari.
IS1054SWL


Offline 1vr005

  • 1RGK105
  • RGK dx Group
  • Radio Operatore
  • *******
  • Post: 3617
  • Applausi 36
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Costruisco un'antenna a 3/4 d'onda, così mi rilasso un po'
« Risposta #5 il: 02 Aprile 2021, 15:42:05 »
Non so se passando in zona arancione potrò portarla da qualche parte per farci qualche test. Ma di sicuro finché sono in zona rossa non lo posso fare.  [emoji36]