Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - 1vr005

Pagine: [1] 2 ... 67
1
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Scheda CRT 9900
« il: 24 Ottobre 2021, 18:06:40 »
Va anche su oltre 9 l's-meter del Jackson. Me lo ricordavo più spilorcio.
Questo nei giorni scorsi col dipolo a V invertita arrivava s7 e adesso con la Sirio GPS 27 sul tetto fa 9+30. Dovrei provare con il CRT SS9900. Distanza 5,6 km, dislivello 130 metri circa (angolo negativo per me).
Ora per completare un po' la cosa dovrei procurarmi un commutatore d'antenna Zetagi per fare le prove e le commutazioni, che fa epoca. Fare CB oggi è un po' come fare cicloturismo con un velocipede antico con la ruota anteriore enorme. Si può fare, ma stonerebbe farlo vestiti da ciclista professionista contemporaneo. Ci vogliono il cappello a cilindro e tutto un corredo adeguato. [emoji1]

2
Qui arrivano Gran Bretagna e Belgio.

3
Radio Ascolto / Re:scanner portatile
« il: 24 Ottobre 2021, 12:19:21 »
Trovato. Parla di istallazione, non mera detenzione.



Il testo parla di strumentazione istallata (e non solo detenuta) e di una sentenza per la quale basta che sia atta a ricevere le forze dell'ordine - come qualsiasi rtx radioamatoriale con copertura continua 400-470 e 137-174. "Anche se non abbiano funzionato o non siano stati attivati". Però si parla di frequenze memorizzate. Bisognerebbe sapere cosa ne pensano i tribunali di apparati qualunque, non specificamente scanner, e senza memorie pepate. A quanto dice il relatore, si potrebbe incorrere in grane.

4
Radio Ascolto / Re:scanner portatile
« il: 24 Ottobre 2021, 11:43:55 »
Se la memoria non mi inganna, in quel video relativo a diritto d'antenna e scanner dal punto di vista giuridico di cui è stato fornito il link anche in questo forum, viene detto che lo scanner meramente in grado di ricevere forze dell'ordine è in sé illegale, ma non ricordo se mera detenzione o con istallazione e uso. Bisognerebbe avere la pazienza di ritrovarlo ed ascoltarlo daccapo.
Mi chiedo, però, come la mettiamo con tutti gli rtx radioamatoriali in grado di ricevere con copertura continua nello spettro HF (con tutto quello che c'è in mezzo) e magari da 137 a 174 MHz e da 400 a 470 MHz, sempre con tutto quello che c'è in mezzo.

5
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Scheda CRT 9900
« il: 24 Ottobre 2021, 09:25:58 »
73 a tutti,
bel confronto 1vr005, sincera invidia per il basso rumore che hai anche in 11. [emoji106] [emoji106]

Se riesci, sarebbe interessante un confronto pure in SSB su segnalini al limite, quando ti capitano.

Il Jackson, purtroppo, senza mods AGC, da sempre quel problema di audio rauco sui segnali alti.

Eccone uno, con quel che ho trovato on air stamattina. Il segnale è al limite - causa QRN - per il 9900, ma non per il Jackson col quale si ascolta abbastanza chiaramente.
Mi pare che faccia la differenza il noise blanker del Jackson, evidentemente superiore con questo tipo di disturbo.
In teoria l'antenna dovrebbe essere relativamente silenziosa, perché è un dipolo pur a V invertita. Or ora è sorto il sole (alle 9:19, figuratevi che orizzonte ho a sudest) e se il tempo tiene come dovrebbe tenere e si asciugano bene le tegole, dopo pranzo vado sul tetto e reinstallo la mezz'onda.
La scarsa comprensibilità del parlato, a mio avviso dipende prevalentemente dall'idioma utilizzato. Capisco poco anch'io, che sto nella provincia accanto a una quarantina di chilometri. Credo che sia una versione un po' rurale del dialetto di Conegliano, un po' a mo' di Crozza che imita Zaia.   [emoji1]

6
discussione libera / Re:Giuntare RG213
« il: 18 Ottobre 2021, 06:48:53 »
Dalle risposte mi pare di capire che la cosa funzioni perché è di dimensioni marginali rispetto alla lunghezza della tratta e alla lunghezza d'onda ma non è ottimale perché in corrispondenza della saldatura non è facile mantenere lo stesso diametro del conduttore centrale e se riapplicando l'isolante si fa un po' di pancia, anche la calza non avrà lo stesso diametro, ma per fortuna si tratta di pochi millimetri e andrà lo stesso. Almeno credo.
Insomma per fare un lavoro fatto bene bisognerebbe trovare un tubicino di diametro pochissimo maggiore del conduttore centrale in modo da alterare poco o niente i diametri in gioco. Da qualche parte in qualche catalogo di qualche ditta e con altra funzione ci sarà di sicuro, ma chissà dove e chissà come si chiama. Potrebbe avere un mercato produrre e commercializzare dei kit appositi per giuntare con saldatura.
La giunta che ho ora è fatta come indicato dalla guida di I6IBE, con tubicino a U che altera il diametro del centrale, isolante con pancia e calza che a sua volta nel tratto giuntato non mantiene lo stesso diametro del resto del cavo, e in 27-28 MHz va bene.
Il dubbio che attorno alla giunzione di cavi ci fosse un po' di mitologia catastrofista mi è venuto perché qualche volta mi è capitato di schiacciarne un po' e sebbene mi aspettassi ROS stellari, figli ciechi e persecuzione divina fino alla settima generazione come mi dicevano i vecchi CB dell'epoca, in realtà non cambiava niente.
In particolare da ragazzino con un'antenna boomerang in poggiolo, inizialmente operavo a finestra aperta perché il cavo entrava da lì e a fine operazioni lo mettevo fuori per chiuderla, ma con l'arrivo dei freddi autunnali ho iniziato a tenere il cavo dentro casa chiudendo la finestra, il cavo (RG58) si è un po' schiacciato, e nei QSO e nella misura di ROS non è cambiato niente. Anche ora ho il cavo della bibanda V-U veicolare su base magnetica un po' schiacciato che passa nella battuta della porta lato guidatore e tutto funziona senza problemi.

7
discussione libera / Giuntare RG213
« il: 17 Ottobre 2021, 20:30:22 »
Buonasera a tutti.
Domanda secca: quanto importante è che in una linea coassiale rimanga esattamente costante la distanza fra il conduttore centrale e la calza?
Mi spiego meglio.
C'è in circolazione questa ottima guida di Ivo I6IBE relativa a come giuntare i cavi coassiali, che prevede di realizzare uno spezzone di lamierino di rame a U in cui posare gli estremi dei centrali dei due cavi da unire, per poi saldare, riposizionare l'isolante del centrale, e sovrapporre e intrecciare un po' le calze.

http://www.radioamatoripeligni.it/i6ibe/coax/coax.htm

Ho seguito quella procedura in un'occasione con ottimi risultati, introducendo solo la variante di utilizzare un lamierino di ottone anziché di rame perché quello avevo in casa (ho raddrizzato un faston per poi curvarne a U un pezzetto). La giunzione è riuscita e la linea coassiale ha funzionato con ROS inalterato.
Ci sarebbe la possibilità di variare un pochino il metodo: tagliare tot millimetri di un tubo di ottone o rame da 4 mm, poi praticarvi un taglio nel verso della lunghezza in modo da riuscire successivamente a saldarci dentro e allargare con una punta da trapano il foro dell'isolante interno del cavo in modo che il tubicino ci passi agevolmente - tagliando per lungo anche l'isolante altrimenti è chiaro che non si può rimettere a posto.
Questa variante produrrebbe una giunzione senza pancia perché lo spezzone di isolante riposizionato avrebbe lo stesso diametro di quello originale, e i bordi del taglio dell'isolante centrale si toccherebbero richiudendo molto bene l'isolamento. Ma per via del maggior diametro del cavo saldato che c'è dentro, la distanza fra conduttore centrale e calza in quel punto sarebbe minore (rammento che l'ipotesi è di allargare con una punta da legno da 4 il foro nell'isolante).

Cambia qualcosa o funzionerebbe bene anche così? L'ambito di applicazione è l'HF e in particolare i 27 e 28 MHz.

8
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Scheda CRT 9900
« il: 17 Ottobre 2021, 19:25:17 »
Rivedendo il primo filmato ho notato un dettaglio che prima ho dimenticato di menzionare.
Nel filmato, fino al minuto 1:23 circa sono usate due antenne diverse e dopo quel punto su entrambi gli apparati ho usato la stessa antenna - quella che prima era collegata al Jackson.
Orbene in tutto il filmato si vede che il Jackson dà s8 a quel corrispondente, e verso la fine si osserva che il segnale riportato è 8 anche da parte del SS9900. Sui segnali bassi mi pare che il SS9900 sia più largo di manica ma su quelli altini direi che siamo lì.


9
È da un'oretta che ascolto una stazione dalle Canarie  in contest Romeo Charly in 615.

10
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Scheda CRT 9900
« il: 17 Ottobre 2021, 15:08:07 »
Ma la frequenza si vede bene. Sono altre cosine che non sono immediate.
Comunque ecco i video. Il misterioso vernacolo parlato dal corrispondente è dialetto bellunese. La sua voce è già molto caratterizzata da toni medio-bassi e nel confronto fra Jacskon e SS9900 viene un po' penalizzata la differenza. Ricordo bene che dopo un annetto e qualcosa di Jackson, snervato da quell'audio terribile, ho acquistato un Lafayette Hurricane che poi ho sostituito con un Typhoon II per quanto mi trovavo bene con la scheda 3600 e il suo buon audio in tutti i modi, e il Jackson è finito a prendere polvere. E' stato usato davvero poco.
Terribile anche come gracchia in SSB a RF gain su del tutto, che si sente nel secondo video.
A ogni modo per essere un apparato acquistato nel 1992 e messo in commercio forse una decina di anni prima, non sfigura nel confronto con uno dei campioni dello scenario attuale. In FM va almeno altrettanto bene, sia come ricezione sia come audio in trasmissione. Ma chiaramente non come potenza.
Quando il corrispondente mi dice che sono "vartoso" il riferimento era a un operatore locale, il CB Varta, che aveva sempre modulazione nasale, picchi negativi e strappava. Forse sul Jackson ho qualche elettrolitico dell'alimentazione da sostituire, perché una volta non mi dava picchi negativi. Avrà presto 30 anni, ma tranne una modifichina per far andare anche in trasmissione il clarifier "fine", il display verde perché l'originale rosso aveva una barretta che dopo 6-7 anni di spegnimento non funzionava più, e il classico potenziometro sul retro per regolare la potenza in AM e FM, non ha subito rifacimenti o aggiustamenti.
Fino al minuto 1:23 circa sono usate due antenne diverse, mentre i confronti fra ANL/NB sono fatti a pari antenna.
A mio avviso il Jackson ha più rumore a NB spento e meno a NB acceso rispetto al 9900, che ne ha di meno a NB spento ma più del Jackson a NB acceso.

11
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Scheda CRT 9900
« il: 17 Ottobre 2021, 08:15:53 »
Visto che si è nominato il Jackson, ne ho riacceso uno dopo qualche mese collegandolo alla stessa antenna con la quale fino a poco prima stavo usando un SS9900 e la sensazione è, a parte l'audio in AM atroce del President, che il NB/ANL del Jackson sopprima meglio il rumore di fondo di QRN e switching vari. Poi vedo se riesco a fare un video. Sperando poi di riuscire anche a caricarlo. Aspetto che compaia qualche stazione così si sentono anche le differenze di audio in AM. [emoji86] Per ora tutto tace e oggi essendo domenica i camionisti che portano giù alberi schiantati da Vaia dall'Altopiano di Asiago che sento di solito non ci sono.

12
discussione libera / Re:Info su tirante bayco
« il: 16 Ottobre 2021, 14:32:17 »
Premetto che negli immediati paraggi di casa mia le raffiche di vento non hanno raggiunto livelli eccezionali come a un paio di chilometri è successo, ma credo che se in occasione della tempesta Vaia del 2018 non mi sono volate via la yagi 4 elementi con sopra la Mantova Turbo io debba ringraziare i 3 tiranti di bayco da 6 mm che avevo applicato.
Un bel tirone ad almeno uno dei tiranti c'è stato perché esso era legato a un supporto di una gronda e dopo quei fatti la grondaia non ha più scolato bene poiché in quel punto si era alzata e l'acqua non scendeva più verso il tubo di scarico.  [emoji1]
Istallato nel 2012 o '13, Vaia è stato nel 2018 e quindi il materiale aveva 5 o 6 anni. Non so dire se si sia allungato. Ma in quell'occasione ha funzionato.

https://www.google.it/search?q=tempesta+vaia&source=lnms&tbm=isch

13

Ce n'è uno a Grosseto su Subito.it a 25 euro. Contattalo subito prima che legga il topic e il prezzo diventi 250€  [emoji1]
[emoji6]
Spero mi perdonerai..
L'ho beccato poche ore dopo l'inserzione [emoji56][emoji56]

inviato ONEPLUS A5000 using rogerKapp mobile



 [emoji1] [emoji1] [emoji1] [emoji1] [emoji4]

14
antenne radioamatoriali / Re:Antenna e balcone di 50 metri
« il: 11 Ottobre 2021, 14:39:24 »
giusto consiglio, ma se ha un amministratore cattivo e dei vicini infamoni gli romperanno le scatole con la storia del decoro...
(film già visto)
In questo spesso aiuta usare conduttore con guaina nera o grigia e verniciare i tubi dello stesso colore delle ringhiere o della facciata dell'edificio.

15
Oggi ho montato, fatto funzionare e tarato (su 3 metri di palo attaccato a un cancello con elastici da portapacchi e 8 metri di RG213) una Sirio GPS 27 1/2 onda destinata ad andare sul tetto dopo qualche anno senza antenne su causa fifa presa durante la tempesta Vaia. Probabilmente qualche volta mi affaccerò qui (per il poco che si sente con una semplice verticale in una valle).
Per la cronaca, appena montata dava 1,1 a 30.1 MHz e non reagiva alle variazioni di lunghezza del cimino di taratura. [emoji85]  Ho dovuto disossidare alcuni punti con puliscicontatti e carta vetrata fina per riportarla a funzionare. Pagata 15€ usata. E ne ho un'altra.

16
USA forti e chiari sul canale 38 LSB adesso.

17
Ieri sera c'è stata anche una bella apertura con il Sud America. Verso le 20.00 mi arrivava 59 una stazione dal Cile. Poco prima ho ascoltato un po' di superbowl, e quindi divisione 2.

18
antenne per CB / Re:Antenne per Qso Locali
« il: 09 Ottobre 2021, 07:15:29 »
Buonasera....vi chiedo :

Secondo voi per qso locali e' meglio una antenna 1/2 onda o una 5/8 ?
L'antenna va montata su terrazzo ,sono libero a 360°,ho 11 mt circa di ultraflex7 e connettori MeP, e le distanze che vorrei coprire sono circa 30-40 KM nn di piu' .....

in un anno ho messo su queste antenne :

Venom 1/2 onda,,Venom 5/8,,Gain Master 1/2 onda,,e da qualche mese ho su la Ringo che se non fosse per la pioggia fatta in questi giorni che mi ha fatto balzare le stazionare a 1000 sarebbe stata ottima.
Quindi vi chiedo cosa dovrei provare ancora per non avere problemi di ROS e fare tranquillamente QSO locali ?
Leggo in giro tante cose ,c'e chi dice che i qso locali e meglio una 1/2 ,e chi invece dice e migliore la 5/8...Quindi cosa fare ? grz
Se la istalli su tetto è difficile risponderti perché non si sa a priori quale sia l'altezza da terra che l'antenna vedrà per effetto dell'incognita della conduttività del tetto, di eventuali tondini di ferro, delle tegole asciutte o bagnate, di un eventuale impianto elettrico in soffitta eccetera.
Se la metti a terra su un palo non troppo alto, queste simulazioni suggeriscono che per QSO con stazioni alla stessa altezza o quasi, la migliore antenna fra quelle considerate sia la 5/8 seguita dalle 1/2 onda, e la peggiore la cornuta.

https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=78509.0

Sono poi ovvie tutte le solite considerazioni, cioè la mezz'onda quando piove sale di ROS, con la 5/8 se il palo è alto 2 metri ti trovi le punte dei radiali all'altezza degli occhi quando esci a tagliare l'erba e la Skylab tocca terra eccetera eccetera. È difficile dare una ricetta che va bene per tutte le situazioni. Dipende.

19
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:Scheda CRT 9900
« il: 09 Ottobre 2021, 07:00:38 »
Tornando un attimo al topic della rumorosità del 9900, il mio esemplare non risulta particolarmente rumoroso e si può lasciare acceso senza squelch senza particolari problemi.
In assenza di propagazione e segnali che vanno e vengono, l'autosquelch permette di silenziarlo del tutto senza perdere niente di ascoltabile.
Non ho un DX10. Ho avuto occasione però di confrontare un 9900 con un vecchio Alan 48 in AM passando dall'uno all'altro con la stessa antenna ascoltando un segnale al limite. Non c'è dubbio che il 9900 sia un po' più rumoroso. Niente di snervante comunque. Va bene. Da segnalare comunque che a parte un po' di fruscio in più, il 9900 in AM non permette di comprendere meglio quel che dice qualcuno che arriva a malapena. Con un apparato e con l'altro si sentiva che qualcuno parlava, si comprendeva forse il 30 o forse il 50% di quanto diceva, ma senza vantaggio passando da una radio all'altra.
Come s-meter, mi pare che il 9900 dia un paio di punti in più. Quel segnale al limite dell'ascoltabile sul 48 non muoveva la lancetta e sul 9900 risultava s2. Altre stazioni locali sul 9900 mi danno s7-8 e sul 48 solo s5. Suppongo che gioverebbe un s-meter esterno.
Come praticità di controllo delle varie funzioni mi risultava più maneggevole e comodo il 6900. Non c'è dubbio però che il 9900 sia un ottimo apparato. Trasmette e riceve molto bene e quando serve pompa potenza senza accendere argagni esterni. Per me questo rileva poco perché la mia inclinazione è di tenerlo al minimo, cioè sui 3 watt in FM e 1,5 watt in AM. Se avessi ancora un'antenna ragionevole sul tetto cercherei di scendere ancora, verso gli 0,2-0,3 watt che il vecchio Lafayette Typhoon II mi permetteva di usare sostituendo il trimmer della potenza in AM/FM con un potenziometro esterno.

20
antenne per CB / Re:Rivestire radiali
« il: 05 Ottobre 2021, 10:05:35 »
Guaina termorestringente?
Qualche catrame da applicare a pennello?

21
antenne per CB / Re:Confronto fra antenne basse
« il: 04 Ottobre 2021, 07:07:16 »
Piccola aggiunta. Visti i risultati della cornuta, ho provato a confrontarla con una v-invertita con lo stesso angolo di apertura.
Nell'ipotesi di palo non altissimo in giardino, mi pare che le complicazioni costruttive della cornuta - che richiede una base solida e rigida per tenere su i bracci rigidi - valgano la pena di essere affrontate per avere miglior performance (almeno sul locale) e non trovarsi fili e picchetti tra le balle quando si taglia l'erba. Mezzo punto di segnale a favore della cornuta c'è, ed è premiata anche dal richiedere un solo punto di ancoraggio.


Personalmente, però, per un'istallazione in giardino con circa 3 metri di palo, manderei al ballottaggio una Skylab vs una 1/2 onda verticale alimentata alla base. Salvo che con la Skylab di nuovo bisogna fare slalom fra i radiali quando si taglia l'erba. A pari prezzo, con la 1/2 onda si impreca meno.

22
antenne per CB / Confronto fra antenne basse
« il: 03 Ottobre 2021, 18:45:51 »
L'attenzione dei radioappassionati circa i rendimenti delle antenne si concentra spesso sui loro guadagni massimi. A me sta venendo sempre più il dubbio che le elevazioni che contano nel DX lungo e nel QSO locale siano però quelle molto basse, e per QSO proprio brevi, in assenza di riflessioni da monti o edifici, siano quelle appena sopra la linea dell'orizzonte.
Sfruttando tre quarti d'ora di tempo che avevo, ho imbastito una simulazione al volo di 4 antenne, esaminandone i guadagni a 1 e 3 gradi di elevazione, cioè ad angoli molto bassi, al variare tra 1 e 5 metri, e poi a 11 metri, dell'altezza da terra del punto più basso dell'antenna.
Le antenne sono dipolo verticale, cornuta con apertura di 90 gradi, Skylab, e 5/8 con radiali non caricati. Come 5/8 ho usato un modello che mi ha dato qualche mese fa Dattero (almeno, io l'ho salvato col nome "5_8_Dattero") e il dipolo è alimentato al centro. Suppongo, circa il dipolo, che il modello adottato (due bracci di 266 cm con raggio 0,8 mm del wire e alimentazione al centro) sia rappresentativo anche dei risultati di una eventuale 1/2 onda alimentata alla base, la quale dovrebbe avere lo stesso rendimento salvo qualche perdita dovuta al circuito LC di alimentazione.
In brevissimo, per istallazioni molto basse è bene lasciar perdere a priori la cornuta e prendere in considerazione altre soluzioni, ognuna con pregi e difetti. La miglior performance pare essere quella della 5/8.
Allego tabella dati e grafici. Per chi gradisce i grafici-spaghetti con plottate 400 variabili una sopra l'altra come quelli che fanno con Python i ragazzi di oggi, allego anche quello, ma consiglio di guardare gli altri due, che sono molto più chiari.










L'idea mi è venuta essenzialmente perché ho un punto in giardino dove potrei istallare comodamente a 3-3,5 metri da terra una cornuta autocostruita, ma visti questi risultati ci metterò altro.

23
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 28 Settembre 2021, 19:31:29 »
Questa è una bellissima notizia! Anch'io volevo passare da un negozio di idraulica/edilizia per chiedere! Grazie per averlo condiviso!
Mi interessa sapere come si comporta la Sirio GPS 1/2, volevo prenderla pure io ed ero indeciso tra questa e la GPE 5/8 accorciata(stesso prezzo della GPS ma più guadagno dichiarato) o la new tornado 5/8 reali.


In estrema sintesi, la GPS 27 è più leggera di una 5/8 e richiede pali meno robusti a pari altezza (o, a pari robustezza, ti consente di andare più in alto). Come rendimento, ho qualche confronto con la Mantova Turbo sul locale di pochi chilometri usando nello steso punto lo stesso palo e lo stesso cavo, e il risultato era in genere un mezzo punticino di segnale in meno. Con pioggia battente saliva il QRN e sentivo vere e proprie intense pernacchie tanto come con la Mantova Turbo, il tutto senza rf-choke. Chissà se mettendone uno si risolve questo problema.
Francamente, nel 2021, anziché prendere un'antenna 1/2 onda di 30 e più anni fa come la GPS 27, sarei curioso di provarne una recente come la Grazioli HW10V, che però per quanto bene sia fatta mi pare un po' caretta. Io rimetto su la GPS 27 perché ce l'ho già qui, ho ancora qui quella che ho acquistato e usato per uso portatile a inizio anni Novanta.

24
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 28 Settembre 2021, 18:28:21 »
Si trovano facilmente tappi da 11cm da Brico. Penso che possa essere un buon compromesso.
Aggiornamento. In un negozio di materiali per l'edilizia qui vicino, mi sono fatto prestare dal commesso un metro a nastro, ho armeggiato un po' nelle ceste dei tappi per i tubi di scarico, e fra quelli da 11 cm ne ho estratti due da 10,8 cm, che sono appunto i 4.25 pollici della tabella che circola.  [emoji2]
Mi sono costati la bella cifra di 5,35€ (in tutto) [emoji106]
Sto per ricacciare su la Sirio GPS 27 e stavolta le faccio un choke.

25
discussione libera / Re:Alinco DX10 vs Zodiac Tokio...pareri.
« il: 26 Settembre 2021, 11:59:43 »
Direi che dipende da cosa ci vuoi fare. Il Tokyo a quanto ne so è il President Jackson vecchio tipo, e l'Alinco è un ss6900 con un diverso frontalino.
Se ti va bene una radio così così ma robusta e che puoi riparare e far durare - almeno finché si trovano pezzi di ricambio - va benone il Tokyo. Se ne vuoi una di taglio moderno, con audio più gradevole e comodità come la scansione per non farti venire la sindrome di De Quervain a forza di girare il selettore dei canali in cerca di corrispondenti, a mio avviso è preferibile l'Alinco, il quale però, quando avrà bisogno di riparazioni, o sarà da buttare o richiederà l'intervento di personale molto qualificato in elettronica miniaturizzata.
Trovo assurdo comunque che un reperto come il Tokyo sia offerto allo stesso prezzo dell'Alinco. Ci dovrebbe essere almeno un centone di differenza. I Jackson sul mercato online francese si prendono a un'ottantina di euro più 30 di spedizione.

26
la nostra stazione radio / Re:1AT865 DX-Setup
« il: 26 Settembre 2021, 11:38:32 »
Il terreno è tuo?
Dalle mie parti, dopo circa 40 secondi arriverebbe la forestale a contestarmi il rumore del generatore e dopo altri 5 il proprietario del terreno che agita una roncola per rafforzare l'invito ad uscire dal suo campo. [emoji1]
Scherzi a parte, molto bello il sistema di supporto dell'antenna. Bisogna che me ne faccia fare uno prima che il mio paesano che fa lavoretti di fabbro si ritiri.
Qui il problema, però, è proprio trovare un punto aperto e senza padrone agguerrito con ronca in mano dove mettersi. A portata di pochi minuti d'auto da casa mia ci sarebbe l'aeroporto turistico, dove però trasmettere con potenza ed erigere strutture alte potrebbero non essere le migliori delle idee.

27
Guarda anche il filmato che c'è qui. Dà qualche idea.
https://www.rogerk.net/forum/index.php?topic=78050.0

28
Eventualmente prova a stringere l'inclinazione dei radiali, a mo' di Skylab - a 157.5 gradi. Dovrebbe aumentare un po' l'impedenza ma anche un pochino il guadagno ai bassi angoli. Ma si tratta di frazioni di dB, al costo di dover porre l'alimentazione più in alto per mantenere la distanza da terra, o perdere altezza da terra se vuoi mantenere l'altezza del punto di alimentazione invariata.
Io in questi giorni ho un dipolo a V invertita (quindi 2/3 di quella GP) con supporto in cordino da decespugliatore e con appeso un rf-choke, e per tenere ben in tensione i bracci e sostenere il peso del choke, si curva un pochino il tubo dell'acqua da un pollice che sostiene il tutto. In effetti il cimino di una canna da pesca farebbe fatica a stare dritto.

29
Per basse altezze da terra quel tipo di GP va meglio della V invertita, ma potresti pensare di porre il centrale della V invertita sulla sommità della canna (se tiene il peso e la tensione del filo di supporto). Sarebbe interessante in questo caso confrontare le antenne a pari altezza del punto più alto anziché del punto di alimentazione.
Nei modelli si fanno cose come mettere alla stessa altezza la sommità dell'antenna ma poi nella realtà di tegole, scale e pali, quello che conta è dove puoi effettivamente ancorare l'antenna

30
Collegando al SS9900 un altoparlante marchiato Lafayette SP3 ho la sensazione di percepire un netto incremento dell'intensità dell'audio. Potrebbe trattarsi solo di un effetto dovuto al diverso taglio in frequenza fra i due altoparlanti però. L'SP3, con un tono più alto, potrebbe cioè essere più adatto alla forma della curva di sensibilità del mio udito. Saggiare un qualsiasi altoparlantino commerciale con jack mono da 3,5 mm non guasterebbe. Anche prendere in considerazione l'opzione cuffie è una via percorribile.

31
discussione libera / Re:no comment
« il: 21 Settembre 2021, 11:41:45 »
Ciao a tutti.

Vorrei anche aggiungere che, secondo me, non ha senso aspettarsi da quelli che parlano di radio un comportamento migliore della media di quelli che parlano di qualunque altro argomento.
Anzi, probabilmente è il contrario e questa idea è supportata dall'esistenza del concetto di "ham spirit".
Se guardate i dettami dell'ham spirit, non sono altro che normali regole della buona educazione. Come mai il radioamatore ha bisogno che gli siano continuamente ricordate le regole della buona educazione? Evidentemente perché, mediamente, non ne ha poi così tanta.

In autostrada in rettilineo a 130km/h, se giro all'improvviso lo sterzo tutto a destra, eseguo una manovra pericolosissima e probabilmente causo un incidente grave. Eppure non ci sono cartelli "vietato girare improvvisamente lo sterzo tutto a destra". Invece ogni due metri c'è un cartello che ricorda il limite di velocità, che minaccia punizioni sul superamento del limite di velocità, macchinette automatiche che danno multe per eccesso di velocità... Evidentemente il legislatore sa che i comportamenti pericolosi sono infiniti, ma quelli su cui insistere sul serio perché più diffusi sono relativi al nostro "piede pesante". Se uno da Marte approdasse sulle nostre strade e vedesse la segnaletica, certo non penserebbe che siamo esseri che vanno sempre pianissimo ma che anzi l'andare troppo forte sia un problema serio ed importante.

La stessa cosa è l'ham spirit per i radioamatori. Il solo fatto che si propaghi continuamente un testo in cui si ricorda che il bravo radioamatore è cortese, altruista, leale ed equilibrato è perché il radioamatore di solito non è cortese, non è leale, non è altruista e men che meno equilibrato.
Pertanto è più difficile mantenere civile un ambiente popolato da radioamatori ed affini che da altre categorie di persone.

Ciao
Davide
Doveroso applauso  [emoji1]

Penso anch'io che sul piano delle regole interiorizzate di condotta il mondo radiantistico sia un filino disadattato rispetto al complesso della popolazione.
È da notare però che un aspetto è in comune fra traffico radio e forum: la comunicazione non a faccia a faccia ma mediata da congegni vari. La maggior uscita dalla latenza di larvati problemi di capacità di interazione con gli altri nella comunicazione mediata è cosa ben nota. Non è solo nei forum radiantistici che si osservano aggressività, maleducazione, tendenza al desiderio di prevaricazione, disponibilità a ingaggiare conflitto per imporre il punto di vista, eccetera.
Da questo punto di vista, RogerK a me pare un forum d'oro: i modelli di condotta mi sembrano molto buoni rispetto ad altri lidi e non solo radiantistici.

32
discussione libera / Mappa fulmini 1° maggio/31 agosto 2021
« il: 21 Settembre 2021, 10:28:28 »
Un argomento solo indirettamente radiantistico: la mappa delle fulminazioni degli ultimi 4 mesi.
Sarebbe interessante sapere se questo si riproduca su base pluriennale, magari trentennale, o se ci sia forte variabilità fra annate nei risultati dei diversi territori.
E' abbastanza chiaro, tuttavia, che in certe zone e in particolare al Nordest si pare rischiare più che altrove.



Fonte Meteonetwork: https://www.facebook.com/meteonetwork/posts/10159278213510240

33
antenne per CB / Re:[Guida] T2LT Antenna
« il: 20 Settembre 2021, 07:43:21 »
Bel lavoro!
La scatoletta stagna di solito lo è solo di nome (nella migliore delle ipotesi dentro fa condensa che non è il top).
Saldare il cavo facendo un bel lavoro non è un un lavoro facilissimo, penso che la soluzione più comoda sia mettere due PL ed un barilotto.
Oppure se trovi l'SO239 montaggio "volante" ancora meglio.
In alternativa ci sono diversi connettori M/F per coassiale ma non sono aggiornato in materia, qualcuno ti saprà di certo indicare qualche tipo adatto per fare la giunzione.
Una volta montati e collegati nastri bene tutto (con nastro autoagglomerante se è un istallazione a lungo termine) ed è meno probabile che si infiltri acqua.

Se non si usano grandi potenze, il semplice barilotto va più che bene, magari ungendolo un pochino con grasso al rame o all'alluminio o anche vaselina perché non si ossidi subito.

https://www.iz2uuf.net/wp/index.php/2015/12/30/quanto-contano-cavi-e-connettori-in-hf-qrp/

Se la perdita è così bassa con un pezzo di filo al centrale e fil di ferro attorcigliato alla calza, difficilmente un barilotto potrà fare peggio.

Circa la scatola, effettivamente è stagna fino a un certo punto e anche se è stagna, ci condensa dentro l'umidità dell'aria per effetto delle variazioni di temperatura e pressione, per cui potrebbe essere bene forarla sul fondo per lasciar uscire l'acqua senza che ce ne possa entrare.
Sarebbe interessante trovare una soluzione abbordabile per risolvere la questione. Escludendo di poterci mettere un gas secco o riempire tutto di qualche olio o cera, ho pensato alla possibilità di pennellare tutto quanto c'è dentro (anche, ad esempio, nel circuito di accordo delle 1/2 alimentate alla base con circuito LC) con qualche olio o grasso. Ma non ho idea se funzionerebbe e per quanto tempo. [emoji28]

34
A proposito di AT, mentre scanalavo per valutare la propagazione sono incappato sul 30 in BarboneNet che chiamava CQ Indonesia  [emoji1]
Se qualcuno è interessato a valutare quando posso essere contattabile io, in 28.197 c'è un beacon morse a circa 10-15 km da me, IK3OTW/B, con antenna minimale e 5-10 watt di potenza.

35
Ecco, una cosa così. La ventola è incollata al legno con la colla a caldo e la resistenza con una colla bostik qualunque che avevo in giro per casa. La resistenza messa così è a sua volta raffreddata dalla ventola, casomai ce ne fosse bisogno.
Stamattina verso le 11 ho sentito chiamare 1AT285 (mi pare) da Bari in 27.600, ho avviato la ventolina, fatto un rapidissimo QSO con forte QSB, 55-59, saluti e ciao e staccata la ventolina: in ricezione non ce n'è bisogno. Per QSO prolungati in AM è consigliabile anche utilizzando l'apparato al minimo a 1,5 - 2 watt. Scalda veramente come un altoforno.  [emoji91]





La basetta è un avanzo in listello del brico che ho usato per fare non ricordo cosa, ma ne ho un'altra più grande ricavata da un listello di bancale di legna da ardere.

36
Buongiorno,
fra 6900 e 9900 mi è stato consigliato, per uso CB "esteso", il 6900, perchè il 9900 è più molto più complicato da usare e non va bene in AM.
Io mi ero fatto l'idea che il 9900 fosse il "fratello maggiore" del 6900...
Se il prezzo fosse identico, cosi consigliereste ?
Grazie


In realtà il 9900 non è particolarmente difficile da usare: va come qualsiasi baracchino canalizzato se lo usi in modalità canali, e devi solo impostare con un tasto quale cifra della frequenza modificare con la rotella dei canali se lo usi in modalità VFO. E per la mia (ristretta) esperienza non va male in AM. Di sicuro va meglio di macchine da desensing e cattura-splatter come i Midland Alan 48 e simili, o trespoli distorti e cupi in AM come i President Lincoln e Jackson vecchio tipo.
L'unica cosa che senz'altro ci vuole è una ventolina (anche da 3,5 o 4 cm) a 12 volt con una resistenza da 80-100 ohm in serie messa a raffreddare il dissipatore posteriore quando trasmetti. Se non si vuole trapanare per avvitarla, si può semplicemente incollare su una basetta qualunque pesante abbastanza da non spostarsi quando gira.

37
Autocostruzione / Re:Gain Master sperimentale con choke W2DU
« il: 16 Settembre 2021, 18:33:36 »
Forse per fare i tappi potresti usare delle punte a tazza tagliando del plexiglass o qualche altra plastica recuperata dalla cesta degli scarti di qualche ditta che produce targhe, insegne, barriere covid eccetera. Ma per istallazioni temporanee dovrebbe andare bene anche quel compensato.
Vorrei chiederti un chiarimento sulla bobinetta di corto circuito per la continua che hai realizzato, cioè come hai scelto la ferrite. Con calcoli vari ho trovato che con bobine in aria ci sarebbero volute decine di spire o anche 100 o più, ma vedo che con la ferrite toroidale te la sei cavata con una decina di spire. Che tipo di ferrite è?
Al momento sto provando una soluzione con resistore da 100k e in trasmissione pare non dare problemi finora, ma ho la sensazione che eventuali cariche con una resistenza così elevata potrebbero metterci un bel po' a scaricarsi e una soluzione a resistenza ohmica zero potrebbe essere preferibile. Magari il risultato è più legato alla banda ed è più difficile poi allungare o accorciare l'antenna per usarla altrove, ma scarica subito la continua.

38
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 15 Settembre 2021, 19:38:18 »
Avevo fatto pure io quella prova li con risultati simili, però bisogna considerare che la grondaia al 99% è collegata a massa da cui non so quanto sia fedele alla realtà la simulazione.
Mi sa che essendo proprio sotto ai bracci fa lavorare il dipolo come se fosse ad un altezza molto minore (oltretutto il metallo della grondaia conduce meglio di terreno e muratura).
Ho iniziato a modellare un dipolo a V invertita con vertice a 9 metri da terra, a 7 metri da terra una gronda da 20 cm orizzontale e lunga 20 metri, esattamente sotto  il vertice un tubo che va a terra, ma mi sono scocciato prima di modellare una trentina di metri di maglia fitta di wire al suolo in corto con il tubo che scende dalla gronda e ho lasciato perdere. Continuo a dubitare che ci sia qualche effetto sostanziale ma non c'è evidenza modellistica. Ho provato a impostare il suolo come perfect in sostituzione della maglia a terra e pare non cambiare niente ma non so se MMANA in quel caso modelli la terra come una lastra metallica in corto col tubo che scende dalla gronda. A onor del vero sarebbe più rilevante poter modellare un tetto di cemento o pignatte (o come da me, pignatte con sopra gettata di cemento) con qualche tondino di metallo ma questo MMANA pare non poterlo fare.

39
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 13 Settembre 2021, 18:30:45 »
Per me la grondaia (se è in metallo) così vicina e parallela sotto al dipolo ti può creare un bel po' di problemi, tipo un angolo di radiazione buono per comunicare solo con gli aerei in volo.
Però si fa quel che si può, se riesci ad alzarlo ad almeno mezz'onda dalla grondaia dovrebbe andare meglio (non manca molto, un paio di metri ad occhio).

Secondo una rapida simulazione in MMANA nella quale aggiungo un tubo da 200 mm lungo 10 metri circa 4 metri sotto il vertice del dipolo e con centro sotto il punto di alimentazione, pare di no. Le variazioni mi risultano minime. Forse con un dipolo i cui bracci vanno molto più vicini alla gronda, ma con un paio di metri di distanza fra gli estremi del dipolo e la gronda non mi aspetterei brutte sorprese.

40
Ho letto qualcosa sui giornali locali negli ultimi giorni.
Conosceva bene la zona (sua moglie è della Val di Zoldo e frequentavano periodicamente l'area) ed è stato trovato su un sentiero battuto, a quanto ho capito.
Secondo i giornali dei giorni scorsi, aveva annunciato alla moglie un'uscita per una semplice passeggiata.
È meglio aspettare l'autopsia prima di addentrarsi in ulteriori considerazioni. Al momento non se ne sa ancora un granché.

https://www.newsinquota.it/val-di-zoldo-trovato-il-corpo-di-federico-scomparso-il-26-agosto/

41
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 12 Settembre 2021, 10:27:16 »
Si trovano facilmente tappi da 11cm da Brico. Penso che possa essere un buon compromesso.

Ma ci stanno 5 spire di cavo da 11 mm? Cioè sono larghi almeno 5,5 cm più spazio per i fori delle fascette più almeno uno per passarci una vite e fissarlo al dado saldato di un collare fissato al tubo di supporto del dipolo?

42
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 12 Settembre 2021, 10:25:55 »
Ah, circa la pazienza, l'RG213 è molto scomodo, ma è facile da manipolare l'RG58. Si possono predisporre tot file di fori paralleli su un tubo per metterci le fascette e far variare via via il numero di spire.
La mia vita residua è troppo breve per fare questo. Se qualcuno lo farà, spero che pubblichi i risultati.

43
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 12 Settembre 2021, 10:23:23 »
1vr005: mi ricordo che su un sito francese, anni fa, lessi che si poteva usare come misura la bottiglia di plastica da 1,5l dell'orangina; l'orangina da noi non si trova facilmente ma le bottiglie per le bibite da 1,5l sì, bisognerebbe provare se ne esista una da 11cm.
nella realtà ho usato il metodo che hai indicato tu usando sezioni dei tubi di scarico in PVC, ci vuole un sacco di pazienza.
Dopo trapano a colonna, saldatrice, stampante 3D, crimpatrici idrauliche eccetera eccetera, possiamo sempre comprarci un tornio, così ci facciamo anche i supporti per i choke.  [emoji85]
Boh, se l'inglese ha usato 10,8 forse si tratta di una misura standard in pollici e nei siti di qualche catena brico britannica si trovano. Io propendo per l'idea di farne sperimentalmente qualcuno con materiali standard facilmente reperibili da noi e poi pubblicare i risultati in modo che diventino patrimonio collettivo, ma forse sono legato a un antiquato senso di pubblicità del sapere scientifico e tecnologico che oggi non è più di moda.

44
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 12 Settembre 2021, 10:17:20 »
Dimenticavo il grafico.
Dati desunti dal grafico di G3TQ riferiti a choke in aria di RG213.
Ho armeggiato un po' con le bobine HF in radioutilitario per vedere se c'è una corrispondenza rigida con le induttanze e le reattanze induttive alle frequenze corrispondenti ma non esce niente di preciso e sistematico. Siamo ancora nel campo della spannometria


45
antenne per CB / Re:Dipolo 27
« il: 12 Settembre 2021, 10:08:32 »
Buono. E se il tetto non è di cemento con gabbia di metallo, è probabile che l'antenna non lo veda un granché come terra e risulti dal punto di vista rf più alta dal suolo di quanto pensi. Dovrebbe andare bene.
Dando un'occhiata a quel grafico di G3TXQ si osserva che le frequenze alle quali il choke risulta ideale decrescono al crescere del numero delle spire e del diametro del choke. Poiché non vedo facile trovare in Italia un tubo da 10,8 cm per riprodurre le 5 spire su 4,25 pollici suppongo che convenga usare il tubo che si ha (14, 10, 8 cm ad esempio) facendo qualche rischiosa interpolazione sul numero delle spire o trovando empiricamente (uguale "a tentoni") un choke che funziona con vna e poi riproducendolo sul cavo di discesa a dita incrociate.

46
antenne radioamatoriali / Re:Resistenza di corto circuito
« il: 11 Settembre 2021, 20:07:14 »
Uppone.
Il resistore nel cerchio è da 100k, di quelli con gli estremi più grossi del centro. Mi hanno detto che è carbon film.
Posso sperare che istallato così funzioni? Ho lasciato i refori lunghi apposta per tagliarlo facilmente se non funziona, prima di finire di annegare tutto nel silicone.
Il choke è un po' spannometrico, 8 spire su 8 cm (il diametro di tubo che avevo già in casa, ricavato scassinando un vecchio schermo ventilato a doppia ventola per radiazione solare di una stazione meteo che non uso più) ma a occhio e croce i microhenry dovrebbero essere giusti.



Ho tagliato troppo corto il cavo, sopra il choke verso il centrale del dipolo, e sarà difficile tenere il choke ben parallelo al palo. Esteticamente non sarà il massimo...

47
discussione libera / Re:Prima radio cb
« il: 09 Settembre 2021, 07:48:59 »
Forse è il caso di spiegare a Giulio la natura del problema, che chiarisce anche la posizione di IZ0EYJ.
Orbene, una volta i 27 MHz pullulavano di stazioni e siccome erano tante in una certa area ce n'erano inevitabilmente tante.
Oggi ci sono molte meno stazioni e quindi la distanza media fra loro è aumentata.
Orbene, quando c'erano moltissime stazioni, se ne avevano diverse a portata anche utilizzando antenne molto scadenti, ad esempio accordando la rete del letto o la grondaia. Oggi è piuttosto normale avere il corrispondente più vicino a diversi chilometri e per riuscire a collegarlo è necessaria un'antenna almeno passabile. Una boomerang di oggi va tanto come una di 40 anni fa, ma mentre 40 anni fa ci parlavi con un centinaio di corrispondenti entro 5-7 km da te, oggi ti va bene se ne trovi uno o due.
Un'antenna buona, alta e istallata bene ti consente di allungare il tuo raggio d'azione e includere nell'area coperta dei corrispondenti e collegarli.
Va da se che se sei in una valle o un piccolo centro remoto circondato da rilievi è possibile anche che con un'antenna poco performante non senta mai nessuno se non quando si apre un po' di propagazione perché potresti essere l'unico entro il range della tua stazione, mentre con diciamo una 5/8 o 1/2 sul tetto 80-100 km di portata in piano ci sono e dei corrispondenti si trovano.
In città grandi e densamente popolate potrebbero esserci stazioni a portata (un paio di km) anche con dipolo interno o v-invertita a poggiolo).

Per la curiosità di sapere come girino le cose in 27 MHz in ambiente metropolitano ogni tanto ascolto questo SDR (di cui ignoro la posizione e le condizioni di antenna) e più di un paio di QSO in SSB non ho mai sentito - neanche a Roma.

http://roma2sdr.ddns.net#

Sarebbe interessante un ambito di maggior densità di popolazione in spazi più ristretti come Milano.

48
ricetrasmettitori cinesi / Re:Qualità cinese
« il: 09 Settembre 2021, 07:20:59 »
Ho per le mani tre microfoni Yaesu uguali (FT 1900, 7900, 8900) e uno Kenwood (V71) e non c'è deterioramento visibile del cavo spiralato. Sono tutti apparati del periodo 2014-2016.
Tutta roba usata molto poco, specie il Kenwood, ma solo quello Anytone-Intek HR-2040 è stato sempre nella scatola. E si è rotto praticamente da nuovo.  [emoji1] [emoji85]
Da perfetto analfabeta di chimica e materie plastica, sospetto che si tratti di materiali che si deteriorano per effetto del mero tempo, senza bisogno di radiazione solare e stress meccanico. A pari età e luogo di uso e stoccaggio, è chiaro che a distanza di qualche anno i vari cinesi e i quattro giapponesi mostrano livelli di conservazione ben diversi.

49
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 08 Settembre 2021, 12:01:43 »
Che software usi per generare i grafici di radiazione?

MMANA

50
Magari qualche proprietario precedente ha ritoccato l'ordine dei piedini del connettore microfonico per poterlo usare con microfoni adatti per Alan 48.
Io faccio il contrario a tutti i miei Midland con la piedinatura del 48, allineandoli alla piedinatura Uniden del Jackson/Pluto eccetera.
Non mi pare, però, che il contatto Rx faccia niente sul Jackson, che infatti ha audio in altoparlante in ricezione anche a microfono scollegato.

51
ricetrasmettitori cinesi / Qualità cinese
« il: 05 Settembre 2021, 14:42:05 »
Ho in auto dal 2015 un Intek HR-2040, prodotto in origine con marchio Anytone. Per motivi vari lo ho sempre usato con il microfono della versione marchiata Polmar DB-50M.
Recentemente ho osservato che il cavo del microfono Polmar si stava deteriorando e ho estratto dalla scatola quello originale Intek che non era mai stato usato per sostituire il Polmar in attesa di tempo e pazienza di ripararlo.
Dopo neanche una settimana, in un altro punto, si è danneggiato anche il cavo del microfono marchiato Intek.
Premettendo che non faccio niente di speciale con i microfoni ed entrambi hanno circa 6-7 anni, questa situazione non mi sembra prova di grande cura nella scelta dei materiali.



Vale la pena di segnalare che sta dando segni di cedimento anche un terzo cavo microfonico dello stesso tipo, relativo a un Polmar DB-50M sempre stato in casa e quindi mai assoggettato a condizioni di temperatura, umidità e radiazione solare che potrebbero aver danneggiato l'altro (ma non quello Intek, mai usato e sempre rimasto in casa nella scatola).

52
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 02 Settembre 2021, 20:35:09 »
Questo sembra interessante.

Dovrebbe andare bene anche un cavalletto fotografico da 19 euro nei market cinesi. Se lui riesce a tenere su uno stilo da 5 metri, forse ce la si fa anche con uno da 7 o più.
Si può provare ad imbullonare al cavalletto una piastra a U (una angolare doppia per i travi) e incollare un dado alla base di una canna da pesca, e poi provare a vedere se sta su. Male che vada, i radiali di una Skylab possono fare da tiranti.


53
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 02 Settembre 2021, 19:16:27 »
Altro scenario: portarsi su due spezzoni di canalina da elettricista da un metro e un giunto, per comporre un palo di due metri e reggere una V invertita a 120 gradi di due bracci da 262 cm con le estremità a 65 cm dal suolo. -16.3 dBi a 3 gradi di elevazione, -20 dBi a 2 gradi, -26 dBi a 1 grado.  [emoji85]
Decisamente gli 11 metri in portatile sono problematici.  [emoji28]

*
27.2
***Wires***
2
0.0, 0.0, 2.0, 0.0, 2.33827, 0.65, 8.000e-04, -1
0.0, 0.0, 2.0, 0.0, -2.33827, 0.65, 8.000e-04, -1
***Source***
1, 0
w1b, 0.0, 1.0
***Load***
0, 0
***Segmentation***
800, 80, 2.0, 2
***G/H/M/R/AzEl/X***
2, 0.0, 0, 50.0, 120, 60, 0.0




Meglio chiamare CQ DX per fare un po' di Europa via ionosfera, ammesso di non bucarla e andare fuori dritti. Forse esce qualcosa di interessante in NVIS però.
Non so, sono a disagio. La cosa mi interesserebbe ma fra penuria di corrispondenti e scarso rendimento delle antenne, va a finire che si fa la scarpinata e non si batte un chiodo in radio.

54
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 02 Settembre 2021, 14:59:23 »
Per chi volesse provare a farsi la Skylab...


I materiali sono saldatore a stagno, 1 lambda di filo elettrico, un palo in materiale isolante per tenerla su e un po' di cordino isolante per tenere tesi i radiali.

55
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 02 Settembre 2021, 14:48:28 »
1vr005: mi è capitato spesso di fare QSO con un amico del forum che sale in quota con il fuoristrada a 1800 slm, da lì riesce a coprire buona parte dell'Italia centrale; la distanza in linea d'aria era di circa 86 km, la potenza applicata quella degli apparati, come antenna usava una piccola SIGMA da 68 cm o una RINGO montata con staffa sul mezzo: S7 R5, quasi una telefonata, nei giorni buoni anche in FM!
una canna da pesca decente da 10m (che poi in verità sono 9,7m) costa sui 50 euro spedita, cerca la lineaeffe delta fissa 10m. (ne ho avute due, a quel prezzo è il migliore supporto che puoi trovare).
se devi spendere 80 euro conviene prendere una spiderbeam da 12 metri che costa poco di più ed è tutt'altra cosa rispetto alla normale canna da pesca.

Sì ma se si parla di escursioni a piedi bisogna tenere conto di dimensioni e pesi. Leggi un po' nel forum QRP montano (http://mountainqrp.forumfree.it/) cosa non si inventano per alleggerire e rimpicciolire le cose.
A ogni modo, ho visto ora che con una canna da pesca da 7 metri si può realizzare una Skylab / Starduster con 3 radiali a 153 gradi interamente filare, messa in modo che la sommità sia appunto a 7 metri e le punte dei radiali a 2 metri da terra, spuntando 4 dB in più a 3 gradi di elevazione rispetto alla gp con base e radiali al suolo e canna da pesca da 3 metri.






Rimane il problema di tenere su una canna da pesca di 7 metri su suolo roccioso. Tocca portarsi mazza e picchetto e se si fanno 1000 - 1200 metri di dislivello in salita ogni chilo in più diventa impegnativo. Si può valutare l'ottima 1/2 onda a suo tempo progettata da Skypperman che potrebbe avere un paio di decimi di dB di vantaggio sulla Skylab a pari altezza da terra e richiede solo 5 - 5,5 metri di canna, ma rimane il problema di come erigere e sostenere un catafalco simile in un'escursione a piedi. Ci vuole una destinazione nella quale sia presente qualche struttura di ancoraggio.

56
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 01 Settembre 2021, 20:00:54 »
@ IVR005, tu sei un decano delle antenne...sempre detto.

Cosa ne dici una Fittavolini con bobina centrale e telescopica...se le fanno pagare però.

Quando non serve si toglie..., una volta quelle telescopiche erano molto diffuse nei portatili...

Beh non esageriamo. Non mi sono mai impegnato in antenne troppo complesse, ho solo provato un po' di repertorio di quelle a 50 ohm facendone dei modelli nani per i 70 cm o i 2 metri o anche TV.  [emoji1]
Il che però è comodo perché permette di lavorare in casa in spazi ristretti senza bisogno di uscire a ghiacciarsi le culatte o prendere pioggia e dover sbaraccare tutto all'imbrunire eccetera, e di non essere vincolati ad operare nel fine settimana ma potendocisi mettere in qualunque momento anche con luce artificiale senza stare un'ora a portare fuori e rimettere dentro attrezzi eccetera.
Tornando a bomba, io 80-90 euro e più euro per una canna da pesca che poi userei con tutt'altra funzione e minori esigenze non li spenderei. Ci sono le Lakeside 1 in fibra di vetro del Decathlon che mi paiono più che accettabili. In particolare non so se utilizzerei il mulinello per la bobina per avvolgere il filo d'antenna.
Ho acquistato una di queste e ci ho fatto qualche prova e mi paiono adeguate, oltre ad essere molto economiche.
https://www.decathlon.it/p/canna-pesca-colpo-lakeside-1/_/R-p-6947?mc=8235106
Pare che siano in esaurimento però  [emoji29]
Quella da 7 metri costa 19 euro e quella da 3 metri ne costava 4,50.

57
ricetrasmettitori banda cittadina / Re:CB MONTANO
« il: 01 Settembre 2021, 18:15:18 »
A me pare intuitivamente attraente l'idea di portare un rtx cb in cima a qualche montagna, giusto per l'idea di vedere che cosa si ascolta avendo copertura su qualche milione di persone di popolazione.
Mi pare problematica però la questione antenna, vista la lunghezza d'onda. I gommini sono quello che sono, e con un filo di 2,7 metri su canna da pesca con base a terra e quattro radiali stesi sul terreno esce questo (usando il terreno standard, ma suppongo che una vetta montana  con roccia nuda o solo qualche centimetro di terra e sotto roccia non corrisponda a quel modello):

Ai bassissimi angoli, buoni per i contatti per onda diretta in ottica, si hanno guadagni estremamente scarsi, molto negativi (sotto i -10 dBi).
Una trentina di anni fa, tuttavia, sono stato sulle creste di confine tra la provincia di Belluno e quella di Treviso in auto con un amico, a circa 1100 metri slm, e da lì si aveva QRM a 9 su tutti i canali, mentre in Val Belluna non si sentiva niente o solo mormorii lontani, e l'antenna era una Turbo 2000, niente di eccezionale. Arrivava su a 9+ Venezia città, a 60-70 km di distanza. Qualcosa di buono si può fare.
Segnalo comunque che in un ciclo di tornate di ricetrasmissioni dalla cima di Col Visentin ai piedi del traliccio all'epoca Fininvest ci è poi capitato spesso di non sentire corrispondenti che ci chiamavano e ci sentivano forti e chiari. I veterani possono spulciare il loro log e vedere se nel 1994 hanno collegato in 27 MHz SSB una stazione denominata 1VR-CV o 1VR/CV. Credo che anche i CB e gli HF in prossimità di emissioni FM 88-108 e TV molto forti siano soggetti al desensing di cui si parla molto circa i Baofeng. È meglio tenersene alla larga se possibile.

58
antenne per CB / Re:Confronto fra antenne veicolari.
« il: 27 Agosto 2021, 12:18:07 »
73 a tutti, l'importante è che funziona, magari anche più corta per poterla trasportare anche in bauli piccoli ecc... [...]

Profeta. Oggi l'ho messa in auto e passa per il portellone del baule ma poi non sta stesa dritta perché è più lunga del piano interno a causa del restringimento dato dai passaruote. Ho dovuto tagliare un pezzo del tubo più lungo e metterci un giunto per ripristinare la lunghezza.
Funzionamento inalterato. Dando una tirata al conduttore prima di avvitarla sul PL dà 1.0 - 1.1 in 27.185. Ora sto pensando a come applicare un cordino o un filo di nylon all'estremo del conduttore per tenerlo ben dritto e steso. Quella colla poliuretanica non attacca sulla guaina del filo elettrico e dovrò trovare qualcos'altro ma in qualche modo farò. Magari qualcosa di elastico che termina con un qualche uncino in modo da fissarne l'estremità al bordo superiore dell'ultimo tubo.

59
discussione libera / Re:ma chi glieli scrive i testi?
« il: 23 Agosto 2021, 11:41:54 »
Comunque c'era un testo standard fornito alle operatrici, a cui dovevano attenersi, in alcuni casi scritto dalla titolare e in altri imposto dall'azienda i cui prodotti o servizi si tentava di vendere.

60
discussione libera / Re:ma chi glieli scrive i testi?
« il: 23 Agosto 2021, 11:40:10 »
Ufficialmente prendono stipendio fisso. In pratica è uso comune il fuori busta premio per i risultati. Una titolare di call center tempo fa mi ha detto che si trovava costretta a chiudere e aprire in un'area più depressa perché qui c'era troppo benessere e le ragazze preferivano andare a fare ore di pulizie o le bariste a chiamata per guadagnare di più e non ci stavano a fare le operatrici da lei, e quindi aveva troppo turnover che inficiava addestramento ed accumulo di esperienza.  [emoji85]

Pagine: [1] 2 ... 67