forum radioamatori > Autocostruzione

TEMPERATURA DI FUSIONE STAGNO

(1/3) > >>

luciano da bisaccia:
Mi sono procurato vari tipi di stagno che adesso elenco e di cui vorrei sapere la temperatura di fusione per la stazione di saldatura ed eventualmente per quali materiali poter utilizzare:
1) stagno 60% - piombo 40% diametro 1 mm. 3 canali
2) stagno 96% - argento 4% diametro .062"
3) stagno 62% - piombo 36% - argento 2% diametro .022"
4) stagno 63% - piombo 37% diametro .050"
E poi ho una pasta in tubetto Solder-Weld (Silver Bearing Solder Paste - Works with the heat of a match or lighter (a che serve?)

Chi mi può dare una mano ad utilizzare al meglio questi materiali?
Premetto che possiedo una stazione di saldatura Weller EC-2002 ed una stazione di saldatura / dissaldtura GBC 988

dantinca:
Dico quel poco che so (da verificare con persone più esperte): la pasta per saldature (o flussante) facilita la fusione dello stagno e l'asportazione delle impurità nella zona di saldatura, ma produce fumi tossici (diciamo pure cancerogeni), quindi è da usare con attenzione (ne basta pochissima) e solo quando serve. Tipicamente viene utile nelle ri-lavorazioni su saldature fatte in precedenza.
Idem il piombo abbassa il punto di fusione dello stagno ma è molto tossico (di fatto da un pò di tempo credo che esista una direttiva internazionale che ne vieta l'uso nella fabbricazione dei prodotti elettronici).
73  :birra:
D.

PAPERO ( THE DUCK ):
AZZ
ad occhio piu sono piccoli i dimetri e meno temperatura ci vuole , naturalmente servono per fare saldature da certosino ...quelli piu grandi si usano per irempire piazzole di massa o saldare fili di un certo diametro dove il calore non dara' fastidio ad altri componenti
per le temperature precise non posso aiutarti e credo che sara' difficile a meno che  tu nonprovi a regolare man mano che si scioglie
attendiamo anche gli altri amici che dicono
sono incuriosito
ciao luciano a presto


dantinca:
a mio parere la temperatura a cui regolare la stazione (così come la punta da usare) dipendono non tanto dallo stagno quanto dal tipo di saldatura che si deve eseguire, cioè da quanto calore occorre trasferire alle parti da saldare e per quanto tempo (questo dipende da quanto calore sono in grado di dissipare le superfici da saldare).

Gian Carlo:
Salve Luciano, buona sera.

Concordo con chi mi ha preceduto che la temperatura, dipende da ciò che devi saldare.
Per quello che è la mia modesta esperienza, posso dirti che lo stagno 60/40 va benissimo, la temperatura per saldature su circuiti stampati la regoli intorno a 300 gradi. Se devi fare saldature su telai robusti, ti consiglierei di acquistare un altro saldatore di almeno 100 watt da utilizzare solo per questo scopo.

Saluti, Gian Carlo

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa